Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Staff dirigenza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
spiderman



Messaggi : 479
Data d'iscrizione : 05.10.10

MessaggioOggetto: Staff dirigenza   Dom Ago 30, 2015 6:02 pm

Come si muoveranno le scuole all'inizio di questo nuovo anno scolastico e alla luce della riforma, in merito alle nomine dei docenti dello staff? Ci saranno ancora vicari, fiduciari di plesso, referenti e funzioni strumentali?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Dom Ago 30, 2015 9:16 pm

spiderman ha scritto:
Come si muoveranno le scuole all'inizio di questo nuovo anno scolastico e alla luce della riforma, in merito alle nomine dei docenti dello staff? Ci saranno ancora vicari, fiduciari di plesso, referenti e funzioni strumentali?
Lo scopriremo solo vivendo.

Ormai l'attesa è breve: primo collegio docenti della mia scuola 1/9/2015 .... fra 2 giorni.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 1:43 am

spiderman ha scritto:
Come si muoveranno le scuole all'inizio di questo nuovo anno scolastico e alla luce della riforma, in merito alle nomine dei docenti dello staff? Ci saranno ancora vicari, fiduciari di plesso, referenti e funzioni strumentali?
Collaboratori vicari.
I vicari ci sono già, un preside non si sceglie per collaboratore vicario il primo che capita, in genere si tratta di docenti che conosce molto bene e di cui può fidarsi benissimo. Se ci sono delle criticità, di solito il vicario dà le dimissioni dopo il primo anno, a prescindere dall'esonero. Per farti un esempio, l'anno scorso ho raccolto lo sfogo della vicaria della mia scuola: diceva che non ce la faceva più e che quest'anno avrebbe mollato. Invece, pensa un po', ci siamo sentiti al telefono in pieno agosto per fare il punto della situazione dei colleghi disponibili per le verifiche e gli scrutini per la sospensione del giudizio. Sostituiva a scuola la DS che si era presa una decina di giorni di ferie. Sarà ancora lì, più o meno stressata, anche a settembre, ben sapendo che non potrà fruire del semiesonero fino alla costituzione di questi organici di potenziamento.
Quello che non si capisce è che il problema non è la disponibilità dei vicari per i dirigenti scolastici, il problema è la disponibilità nelle classi dei docenti che sono collaboratori vicari senza esonero. Ovvero, nelle ore coperte dal collaboratore vicario, le classi saranno tenute al pascolo da qualche bidello o, molto più probabilmente si ricorrerà al solito "fate questo esercizio e state buoni per 10 minuti che devo fare una telefonata" (i dieci minuti poi diventeranno 20 o 30 o 50). Effetti collaterali della buona scuola ideata da chi dentro una scuola ci mette piede solo per farsi riprendere dai media con i coretti dei bambini stile "benvenuto presidente".

Fiduciari di plesso.
Sono stato fiduciario di plesso (alias "direttore di sede", alias "delegato fiduciario", alias "coordinatore di plesso", alias "vattelapesca", qualcuno mi identificava pure con il "preside") per due anni e per altri tre anni sostituto temporaneo. Attualmente lo sono da due anni in un'altra scuola. Mai fruito di "esonero", a parte l'anno scorso che avevo 4 ore "a disposizione" e due anni fa che avevo 1 ora "a disposizione". In realtà, le ore a disposizione non sono esoneri, sono solo una mera coincidenza, dal momento che ero in utilizzazione come DOP. Sono stato in servizio per quasi 20 anni in un istituto che coordinava 6 sedi associati. Di "delegati fiduciari" ne ho conosciuto parecchi e tutti si facevano le loro 18 ore in classe (si fa per dire) e un popo' di ore in più a smaltire le rogne della sede. Un anno sono stato direttore con un completamento di tre ore in un'altra scuola. Ricordo ancora la faccia spaventata del preside dell'altra scuola quando gli ho detto che ero direttore nella sede principale. Sicuramente pensò "questo mi farà dannare a botte di assenze giustificate". Ho chiesto un solo giorno di permesso in primavera perché dovevo accompagnare la quinta della scuola principale nella facoltà di agraria di Sassari per l'orientamento ed ero la persona più indicata per farlo perché in quella facoltà ero di casa. Quell'anno mi occupavo pure del protocollo e del coordinamento dell'azienda agraria visto che il collega responsabile dell'azienda si era sentito male per mesi. E l'ho fatto tutto fuori dalle 18 ore di servizio. Che, in realtà, facevo ad minchiam perché quando hai un incarico di collaboratore con orario di cattedra a tempo pieno è impossibile coprire la didattica al 100%.
Quest'anno sarò ancora delegato fiduciario con una COE con completamento di 8 ore in un'altra scuola. Non una sola ora di esonero, come da tradizione.
Non so chi si è inventato 'sta corbelleria degli esoneri per i fiduciari di plesso, è già qualcosa se riescono ad avere l'esonero totale i vicari, figuriamoci i fiduciari di plesso. LOL :-D
Nonostante questo, oggi, 30 agosto, ho passato buona parte della giornata a preparare l'orario per il prossimo anno e un'oretta fa l'ho inviato via PEC alla preside con le istruzioni operative per l'avvio dell'anno scolastico, dal momento che conosco le problematiche della sede come le mie tasche e meglio della preside.
Non fai il delegato fiduciario per un esonero. Lo fai perché hai un minimo di responsabilità, perché hai a cuore il buon funzionamento della sede di servizio, perché c'è una condivisione d'intenti con il dirigente scolastico e, non ultimo, per il contentino di 1000-2000 euro dal fondo d'istituto. Perché c'è comunque lavoro in più oltre le famose 18 ore oltre le famose "ferie di 3 mesi", c'è responsabilità in più. Quei 2292 euro lordi di compenso aggiuntivo che ho preso l'anno scorso dal FIS, che con le ritenute previdenziali e un bel 38% di IRPEF si sono ridotti a meno di 1300 euro, non mi sarebbero bastati per pagare un avvocato nel caso fossi finito in qualche rogna legale per responsabilità oggettiva. Perché come delegato fiduciario surrogo il dirigente scolastico a tutti gli effetti, anche in materia di sicurezza sul lavoro, dal momento che gli amministratori sono delegati del datore di lavoro per alcune funzioni.

Funzioni strumentali.
È l'incognita del futuro. Con il depauperamento progressivo del FIS e le favolette dell'organico di potenziamento si dice che queste rientreranno nel famoso 10% di organico impiegabile nello staff. Staremo a vedere. Certo è che spesso sono funzioni strumentali quei docenti che per qualcosa si sono sempre rimboccati le maniche nella loro scuola o hanno sfruttato l'incarico per avere la scusa di uscire dall'aula di tanto in tanto per fare altro. C'è chi cazzeggia, c'è chi in effetti di dà da fare per far funzionare meglio la scuola. Nei primi anni si sgomitava per essere eletti funzioni obiettivo perché in effetti quei circa 2 milioni di lire, poi diventati 8-900 euro, facevano gola. Ma in seguito i compensi si sono ridotti, confluendo nel calderone del FIS, e la mangiatoia desta un minor appetito. Conosco funzioni strumentali che cazzeggiano, pur di restare nel gotha dello staff del DS, altri che si fanno il mazzo, lavorando pressoché a tempo pieno nella scuola. Ci saranno ancora? molti sì, perché quello che fanno lo farebbero comunque anche a gratis, quasi. Magari non saranno insegnanti efficienti come non lo saranno i vicari senza esonero, ma la scuola non si regge solo sulle spalle di chi entra a scuola solo per farsi le sue 18 ore in cattedra oltre alle canoniche 40+40.

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 3:05 am

Volontariato: croce e delizia della scuola italiana !
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 8:30 am

Se ogni DS prendesse alla lettera il testo della Legge ed esonerasse il 10% dell'organico servirebbero 60.000 docenti in sostituzione.
Chissà cosa stava facendo chi ha scritto quel comma.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 9:52 am

gugu ha scritto:
Se ogni DS prendesse alla lettera il testo della Legge ed esonerasse il 10% dell'organico servirebbero 60.000 docenti in sostituzione.
Chissà cosa stava facendo chi ha scritto quel comma.
Nel Palazzo circola roba buona, mica quella che si fumano i comuni mortali.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 11:04 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
spiderman ha scritto:
Come si muoveranno le scuole all'inizio di questo nuovo anno scolastico e alla luce della riforma, in merito alle nomine dei docenti dello staff? Ci saranno ancora vicari, fiduciari di plesso, referenti e funzioni strumentali?
Collaboratori vicari.
I vicari ci sono già, un preside non si sceglie per collaboratore vicario il primo che capita, in genere si tratta di docenti che conosce molto bene e di cui può fidarsi benissimo. Se ci sono delle criticità, di solito il vicario dà le dimissioni dopo il primo anno, a prescindere dall'esonero. Per farti un esempio, l'anno scorso ho raccolto lo sfogo della vicaria della mia scuola: diceva che non ce la faceva più e che quest'anno avrebbe mollato. Invece, pensa un po', ci siamo sentiti al telefono in pieno agosto per fare il punto della situazione dei colleghi disponibili per le verifiche e gli scrutini per la sospensione del giudizio. Sostituiva a scuola la DS che si era presa una decina di giorni di ferie. Sarà ancora lì, più o meno stressata, anche a settembre, ben sapendo che non potrà fruire del semiesonero fino alla costituzione di questi organici di potenziamento.
Quello che non si capisce è che il problema non è la disponibilità dei vicari per i dirigenti scolastici, il problema è la disponibilità nelle classi dei docenti che sono collaboratori vicari senza esonero. Ovvero, nelle ore coperte dal collaboratore vicario, le classi saranno tenute al pascolo da qualche bidello o, molto più probabilmente si ricorrerà al solito "fate questo esercizio e state buoni per 10 minuti che devo fare una telefonata" (i dieci minuti poi diventeranno 20 o 30 o 50). Effetti collaterali della buona scuola ideata da chi dentro una scuola ci mette piede solo per farsi riprendere dai media con i coretti dei bambini stile "benvenuto presidente".

Fiduciari di plesso.
Sono stato fiduciario di plesso (alias "direttore di sede", alias "delegato fiduciario", alias "coordinatore di plesso", alias "vattelapesca", qualcuno mi identificava pure con il "preside") per due anni e per altri tre anni sostituto temporaneo. Attualmente lo sono da due anni in un'altra scuola. Mai fruito di "esonero", a parte l'anno scorso che avevo 4 ore "a disposizione" e due anni fa che avevo 1 ora "a disposizione". In realtà, le ore a disposizione non sono esoneri, sono solo una mera coincidenza, dal momento che ero in utilizzazione come DOP. Sono stato in servizio per quasi 20 anni in un istituto che coordinava 6 sedi associati. Di "delegati fiduciari" ne ho conosciuto parecchi e tutti si facevano le loro 18 ore in classe (si fa per dire) e un popo' di ore in più a smaltire le rogne della sede. Un anno sono stato direttore con un completamento di tre ore in un'altra scuola. Ricordo ancora la faccia spaventata del preside dell'altra scuola quando gli ho detto che ero direttore nella sede principale. Sicuramente pensò "questo mi farà dannare a botte di assenze giustificate". Ho chiesto un solo giorno di permesso in primavera perché dovevo accompagnare la quinta della scuola principale nella facoltà di agraria di Sassari per l'orientamento ed ero la persona più indicata per farlo perché in quella facoltà ero di casa. Quell'anno mi occupavo pure del protocollo e del coordinamento dell'azienda agraria visto che il collega responsabile dell'azienda si era sentito male per mesi. E l'ho fatto tutto fuori dalle 18 ore di servizio. Che, in realtà, facevo ad minchiam perché quando hai un incarico di collaboratore con orario di cattedra a tempo pieno è impossibile coprire la didattica al 100%.
Quest'anno sarò ancora delegato fiduciario con una COE con completamento di 8 ore in un'altra scuola. Non una sola ora di esonero, come da tradizione.
Non so chi si è inventato 'sta corbelleria degli esoneri per i fiduciari di plesso, è già qualcosa se riescono ad avere l'esonero totale i vicari, figuriamoci i fiduciari di plesso. LOL :-D
Nonostante questo, oggi, 30 agosto, ho passato buona parte della giornata a preparare l'orario per il prossimo anno e un'oretta fa l'ho inviato via PEC alla preside con le istruzioni operative per l'avvio dell'anno scolastico, dal momento che conosco le problematiche della sede come le mie tasche e meglio della preside.
Non fai il delegato fiduciario per un esonero. Lo fai perché hai un minimo di responsabilità, perché hai a cuore il buon funzionamento della sede di servizio, perché c'è una condivisione d'intenti con il dirigente scolastico e, non ultimo, per il contentino di 1000-2000 euro dal fondo d'istituto. Perché c'è comunque lavoro in più oltre le famose 18 ore oltre le famose "ferie di 3 mesi", c'è responsabilità in più. Quei 2292 euro lordi di compenso aggiuntivo che ho preso l'anno scorso dal FIS, che con le ritenute previdenziali e un bel 38% di IRPEF si sono ridotti a meno di 1300 euro, non mi sarebbero bastati per pagare un avvocato nel caso fossi finito in qualche rogna legale per responsabilità oggettiva. Perché come delegato fiduciario surrogo il dirigente scolastico a tutti gli effetti, anche in materia di sicurezza sul lavoro, dal momento che gli amministratori sono delegati del datore di lavoro per alcune funzioni.

Funzioni strumentali.
È l'incognita del futuro. Con il depauperamento progressivo del FIS e le favolette dell'organico di potenziamento si dice che queste rientreranno nel famoso 10% di organico impiegabile nello staff. Staremo a vedere. Certo è che spesso sono funzioni strumentali quei docenti che per qualcosa si sono sempre rimboccati le maniche nella loro scuola o hanno sfruttato l'incarico per avere la scusa di uscire dall'aula di tanto in tanto per fare altro. C'è chi cazzeggia, c'è chi in effetti di dà da fare per far funzionare meglio la scuola. Nei primi anni si sgomitava per essere eletti funzioni obiettivo perché in effetti quei circa 2 milioni di lire, poi diventati 8-900 euro, facevano gola. Ma in seguito i compensi si sono ridotti, confluendo nel calderone del FIS, e la mangiatoia desta un minor appetito. Conosco funzioni strumentali che cazzeggiano, pur di restare nel gotha dello staff del DS, altri che si fanno il mazzo, lavorando pressoché a tempo pieno nella scuola. Ci saranno ancora? molti sì, perché quello che fanno lo farebbero comunque anche a gratis, quasi. Magari non saranno insegnanti efficienti come non lo saranno i vicari senza esonero, ma la scuola non si regge solo sulle spalle di chi entra a scuola solo per farsi le sue 18 ore in cattedra oltre alle canoniche 40+40.


Ti chiedo una cosa stante che sei esperto dell'argomento.

In una scuola grande (1500 studenti) erano in servizio una DS con due vicari, uno dei due vicari aveva 9 ore su 18, l'altro 18 su 18.

In una sede distaccata invece era presente una "Dirigente di sede", almeno noi la chiamiamo così, forse è la Fiduciaria di Plesso di cui parli. Non aveva ore di esonero e aveva la responsabilità giuridica per la sicurezza.

Bene, riferendoci alla normativa in vigore fino a luglio 2015, lasciando perdere le nuove incognite, perchè un semplice vicario aveva l'esonero e una dirigente di Plesso no? Non c'è una superiorità gerarchica?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 11:43 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
... facevo ad minchiam ...

Pensavo che questa espressione venisse usata sono qua in Sicilia; vedo che invece è diffusa. Sarà mica latino autentico?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 12:21 pm

precario.acciaio ha scritto:

Ti chiedo una cosa stante che sei esperto dell'argomento.

In una scuola grande (1500 studenti) erano in servizio una DS con due vicari, uno dei due vicari aveva 9 ore su 18, l'altro 18 su 18.
Sì esiste una relazione tra entità degli esoneri dati ai collaboratori e numero degli iscritti. C'è una sola figura di collaboratore vicario, l'altro è solo il secondo collaboratore. Comunque, negli istituti relativamente grandi il vicario ha un esonero totale, in quelli relativamente piccoli ha solo l'esonero parziale.

Adesso non ricordo ma tra i tanti tagli fatti nel corso degli anni sono stati posti dei vincoli normativi agli esoneri. Credo che la disposizione risalga alla fine degli novanta o all'inizio degli anni duemila.

Citazione :
In una sede distaccata invece era presente una "Dirigente di sede", almeno noi la chiamiamo così, forse è la Fiduciaria di Plesso di cui parli. Non aveva ore di esonero e aveva la responsabilità giuridica per la sicurezza.
Sì, è la fiduciaria di plesso, in realtà non esiste una denominazione specifica. In passato era diffusissima quella di "direttore", figura molto frequente negli istituti professionali per l'agricoltura che spesso erano costituiti da un unico istituto provinciale che coordinava più sedi. Negli ultimi anni, a seguito degli accorpamenti la figura del fiduciario si è diffusa moltissimo.
Da quando sono nella scuola non è mai stato previsto alcun esonero per i "fiduciari di plesso", solo dei compensi che variano da scuola a scuola, dal vecchio Fondo d'incentivazione e dall'attuale FIS, che in sostanza è la stessa cosa.
La responsabilità giuridica per la sicurezza è un caso particolare che fa capo al Testo Unico 81 del 2008 (art. 2 - Definizioni) che definisce nell'organigramma aziendale la figura del "Dirigente". Da non confondersi con il Dirigente scolastico, che nella normativa sulla sicurezza è identificato con il "Datore di lavoro". Non so se hai una formazione in materia di sicurezza, ma devi sapere che il Datore di lavoro può delegare le sue funzioni al Dirigente, ad eccezione della valutazione dei rischi, dell'elaborazione del DVR e della designazione del RSPP. Quindi il dirigente, che nell'organigramma di un istituto scolastico composto da più plessi, nella fattispecie. si identifica nel "fiduciario di plesso" può incorrere in quasi tutte le responsabilità penali e amministrative del dirigente scolastico. Responsabilità addirittura inferiori a quelle del RSPP e a maggior ragione dell'ASPP.
Ti faccio un esempio pratico: l'anno scorso, dopo alcuni giorni di pioggia abbondante, ci sono state infiltrazioni dal tetto e il sottotetto grondava acqua a iosa. In un androne il contro soffitto (in cartongesso) era completamente impregnato per un'area di una cinquantina di metri quadri. Non è successo nulla ed ero sicuro che non sarebbe successo nulla, però ho inviato una segnalazione via PEC alla preside raccomandando la richiesta immediata di un tecnico dell'amministrazione provinciale per verificare la stabilità strutturale dell'edificio.
Naturalmente non è venuto nessuno. Non è successo nulla, nessun crollo e nessun ferito o morto, ma se fosse successo qualcosa, la responsabilità penale sarebbe stata dell'amministrazione provinciale. Se non avessi inviato la comunicazione formale, la responsabilità penale sarebbe stata tutta mia. Reso l'idea?

Citazione :
Bene, riferendoci alla normativa in vigore fino a luglio 2015, lasciando perdere le nuove incognite, perchè un semplice vicario aveva l'esonero e una dirigente di Plesso no? Non c'è una superiorità gerarchica?
No, la superiorità gerarchica è del collaboratore vicario, che il sostituto a tutti gli effetti del dirigente scolastico in caso di assenza. In assenza del dirigente scolastico, il fiduciario di plesso deve rendere conto al collaboratore vicario. In ogni caso la mole di lavoro che compete al vicario è di gran lunga superiore a quella del fiduciario di plesso, a meno che non si tratti di un plesso piuttosto grande, con centinaia di iscritti, e piuttosto distante, dal punto di vista logistico e operativo, dalla sede centrale.

In ogni modo la normativa, fino all'ultima legge di stabilità, fissa nero su bianco gli esoneri per il collaboratore vicario mentre per il cosiddetto "fiduciario di sede" non è previsto per legge alcun esonero.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 12:23 pm

mac67 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
... facevo ad minchiam ...

Pensavo che questa espressione venisse usata sono qua in Sicilia; vedo che invece è diffusa. Sarà mica latino autentico?

non credo proprio, penso che sia semplice linguaggio internettiano, probabilmente mutuato dalle colorite espressioni sicule :-D
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 12:38 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

Ti chiedo una cosa stante che sei esperto dell'argomento.

In una scuola grande (1500 studenti) erano in servizio una DS con due vicari, uno dei due vicari aveva 9 ore su 18, l'altro 18 su 18.
Sì esiste una relazione tra entità degli esoneri dati ai collaboratori e numero degli iscritti. C'è una sola figura di collaboratore vicario, l'altro è solo il secondo collaboratore. Comunque, negli istituti relativamente grandi il vicario ha un esonero totale, in quelli relativamente piccoli ha solo l'esonero parziale.

Adesso non ricordo ma tra i tanti tagli fatti nel corso degli anni sono stati posti dei vincoli normativi agli esoneri. Credo che la disposizione risalga alla fine degli novanta o all'inizio degli anni duemila.

Citazione :
In una sede distaccata invece era presente una "Dirigente di sede", almeno noi la chiamiamo così, forse è la Fiduciaria di Plesso di cui parli. Non aveva ore di esonero e aveva la responsabilità giuridica per la sicurezza.
Sì, è la fiduciaria di plesso, in realtà non esiste una denominazione specifica. In passato era diffusissima quella di "direttore", figura molto frequente negli istituti professionali per l'agricoltura che spesso erano costituiti da un unico istituto provinciale che coordinava più sedi. Negli ultimi anni, a seguito degli accorpamenti la figura del fiduciario si è diffusa moltissimo.
Da quando sono nella scuola non è mai stato previsto alcun esonero per i "fiduciari di plesso", solo dei compensi che variano da scuola a scuola, dal vecchio Fondo d'incentivazione e dall'attuale FIS, che in sostanza è la stessa cosa.
La responsabilità giuridica per la sicurezza è un caso particolare che fa capo al Testo Unico 81 del 2008 (art. 2 - Definizioni) che definisce nell'organigramma aziendale la figura del "Dirigente". Da non confondersi con il Dirigente scolastico, che nella normativa sulla sicurezza è identificato con il "Datore di lavoro". Non so se hai una formazione in materia di sicurezza, ma devi sapere che il Datore di lavoro può delegare le sue funzioni al Dirigente, ad eccezione della valutazione dei rischi, dell'elaborazione del DVR e della designazione del RSPP. Quindi il dirigente, che nell'organigramma di un istituto scolastico composto da più plessi, nella fattispecie. si identifica nel "fiduciario di plesso" può incorrere in quasi tutte le responsabilità penali e amministrative del dirigente scolastico. Responsabilità addirittura inferiori a quelle del RSPP e a maggior ragione dell'ASPP.
Ti faccio un esempio pratico: l'anno scorso, dopo alcuni giorni di pioggia abbondante, ci sono state infiltrazioni dal tetto e il sottotetto grondava acqua a iosa. In un androne il contro soffitto (in cartongesso) era completamente impregnato per un'area di una cinquantina di metri quadri. Non è successo nulla ed ero sicuro che non sarebbe successo nulla, però ho inviato una segnalazione via PEC alla preside raccomandando la richiesta immediata di un tecnico dell'amministrazione provinciale per verificare la stabilità strutturale dell'edificio.
Naturalmente non è venuto nessuno. Non è successo nulla, nessun crollo e nessun ferito o morto, ma se fosse successo qualcosa, la responsabilità penale sarebbe stata dell'amministrazione provinciale. Se non avessi inviato la comunicazione formale, la responsabilità penale sarebbe stata tutta mia. Reso l'idea?

Citazione :
Bene, riferendoci alla normativa in vigore fino a luglio 2015, lasciando perdere le nuove incognite, perchè un semplice vicario aveva l'esonero e una dirigente di Plesso no? Non c'è una superiorità gerarchica?
No, la superiorità gerarchica è del collaboratore vicario, che il sostituto a tutti gli effetti del dirigente scolastico in caso di assenza. In assenza del dirigente scolastico, il fiduciario di plesso deve rendere conto al collaboratore vicario. In ogni caso la mole di lavoro che compete al vicario è di gran lunga superiore a quella del fiduciario di plesso, a meno che non si tratti di un plesso piuttosto grande, con centinaia di iscritti, e piuttosto distante, dal punto di vista logistico e operativo, dalla sede centrale.

In ogni modo la normativa, fino all'ultima legge di stabilità, fissa nero su bianco gli esoneri per il collaboratore vicario mentre per il cosiddetto "fiduciario di sede" non è previsto per legge alcun esonero.

Grazie mille, esaustivo come sempre.
Un'altra cosa:nella sede piccola (quella con il fiduciario di plesso) figurava anche un suo vicario (cioè vicario del fiduciario di plesso, non vicario della sede centrale). Questa figura era solo informale oppure esiste realmente anche il vicario del fiduciario di plesso?

P.s. Naturalmente vicario = vicepreside?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 12:50 pm

precario.acciaio ha scritto:

Grazie mille, esaustivo come sempre.
Un'altra cosa:nella sede piccola (quella con il fiduciario di plesso) figurava anche un suo vicario (cioè vicario del fiduciario di plesso, non vicario della sede centrale). Questa figura era solo informale oppure esiste realmente anche il vicario del fiduciario di plesso?
Sì, è una figura del tutto informale. Si tratta di colleghi che danno una mano in qualcosa per non sovraccaricare il fiduciario, altrimenti proprio non riesce ad entrare, in classe. La mia preside, comunque, delega ufficialmente dei docenti che surrogano il fiduciario nei giorni in cui questo è assente. In sostanza sono dei riferimenti per gli studenti, le famiglie e il personale.

Citazione :
P.s. Naturalmente vicario = vicepreside?
Ovviamente. La denominazione "vicepreside" si continua ad usare per abitudine come quella di "preside".
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 1:27 pm

Giancarlo ha scritto:
Magari non saranno insegnanti efficienti come non lo saranno i vicari senza esonero, ma la scuola non si regge solo sulle spalle di chi entra a scuola solo per farsi le sue 18 ore in cattedra oltre alle canoniche 40+40.

Pienamente d'accordo, anche se appartengo alla seconda categoria (solo 18h etc.).
Per altro, proprio perchè ci sono una marea di funzioni che ormai sono necessarie al buon funzionamento della scuola (e che io non vorrei fare se non obbligata con pistola alle tempie) oltre ad essere molto riconoscente a chi si presta ho sempre pensato che ci dovrebbe essere una sorta di "compensazione" sia economica (NON simbolica) che di tempo proprio per evitare che venga compromessa o la didattica o il compito da svolgere. Se l'organico di potenziamento riuscisse in questo non sarebbe un risultato da poco.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 1:45 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

Grazie mille, esaustivo come sempre.
Un'altra cosa:nella sede piccola (quella con il fiduciario di plesso) figurava anche un suo vicario (cioè vicario del fiduciario di plesso, non vicario della sede centrale). Questa figura era solo informale oppure esiste realmente anche il vicario del fiduciario di plesso?
Sì, è una figura del tutto informale. Si tratta di colleghi che danno una mano in qualcosa per non sovraccaricare il fiduciario, altrimenti proprio non riesce ad entrare, in classe. La mia preside, comunque, delega ufficialmente dei docenti che surrogano il fiduciario nei giorni in cui questo è assente. In sostanza sono dei riferimenti per gli studenti, le famiglie e il personale.

Citazione :
P.s. Naturalmente vicario = vicepreside?
Ovviamente. La denominazione "vicepreside" si continua ad usare per abitudine come quella di "preside".

Quindi quando il fiduciario di plesso è in gita, il suo vicario, se espressamente incaricato dal DS della sede centrale, è anche il responsabile della sicurezza?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 1:51 pm

precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

Grazie mille, esaustivo come sempre.
Un'altra cosa:nella sede piccola (quella con il fiduciario di plesso) figurava anche un suo vicario (cioè vicario del fiduciario di plesso, non vicario della sede centrale). Questa figura era solo informale oppure esiste realmente anche il vicario del fiduciario di plesso?
Sì, è una figura del tutto informale. Si tratta di colleghi che danno una mano in qualcosa per non sovraccaricare il fiduciario, altrimenti proprio non riesce ad entrare, in classe. La mia preside, comunque, delega ufficialmente dei docenti che surrogano il fiduciario nei giorni in cui questo è assente. In sostanza sono dei riferimenti per gli studenti, le famiglie e il personale.

Citazione :
P.s. Naturalmente vicario = vicepreside?
Ovviamente. La denominazione "vicepreside" si continua ad usare per abitudine come quella di "preside".

Quindi quando il fiduciario di plesso è in gita, il suo vicario, se espressamente incaricato dal DS della sede centrale, è anche il responsabile della sicurezza?

Ti stai preparando per fare il vicario?
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 2:21 pm

Quoto Giancarlo Dessi in tutto.

Personalmente comunque credo che, con la buona scuola a regime, ci saranno maggiori margini per esonerare dall'insegnamento (più o meno parzialmente) le varie figure chiave delle scuole: vicari, rappresentanti di sede, funzioni strumentali importanti come quelli che si occupano di alternanza scuola-lavoro o di orientamento etc etc...

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 2:48 pm

precario.acciaio ha scritto:

Quindi quando il fiduciario di plesso è in gita, il suo vicario, se espressamente incaricato dal DS della sede centrale, è anche il responsabile della sicurezza?
Ehm... hai fatto la formazione sulla sicurezza?
Innanzitutto bisogna vedere cosa s'intende per "responsabile sulla sicurezza". Perché c'è un solo "responsabile" propriamente detto, ovvero il RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) in tutto l'istituto, In ogni sede dovrebbero poi esserci uno o più ASPP (Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione). Il "Dirigente" ha funzioni particolari, non è un responsabile sulla sicurezza ma può essere delegato dal Datore di lavoro in alcune responsabilità proprie: ad esempio nominare il medico competente oppure assicurare la formazione e l'addestramento oppure fornire i dispositivi di protezione individuale. È chiaro che la maggior parte di queste funzioni, in una scuola sono svolte direttamente dal Dirigente scolastico per ragioni burocratiche e organizzative, la legge abbraccia realtà del tutto eterogenee: Marchionne è il datore di lavoro di tutte le aziende della Fiat (o come cavolo si chiama adesso) ma è ovvio che nell'organigramma della multinazionale ci sarà un dirigente per ogni fabbrica della Fiat. Questo dirigente è probabilmente delegato per assicurare la formazione di tutti gli operai e impiegati, per nominare un medico competente, ecc. cose di cui sicuramente non si occupano i vertici centrali della Fiat.
Il fiduciario di plesso, in qualità di dirigente, non deve occuparsi di monitorare se gli estintori sono carichi o le porte REI sono funzionali, questo compito compete agli ASPP. Però il fiduciario, in qualità di dirigente è responsabile se permette ad un collega l'uso di un laboratorio in assenza accertata condizione di sicurezza: se un collega di chimica chiede al fiduciario se può coprire la segnaletica di sicurezza per poter proiettare sulla parete, il fiduciario ha l'autorità di vietarglielo in qualità di "responsabile della sicurezza". Insomma, vi sono varie sfumature che delineano i vari contesti.
Una cosa è certa: se succede un incidente, la magistratura individua sempre il responsabile o i responsabili a prescindere dall'esistenza o meno di un incarico ufficiale. Se manca il fiduciario e non è nominato un sostituto dal dirigente scolastico, in caso di incidente la cui responsabilità non è imputabile direttamente al dirigente scolastico, la magistratura chiamerà in causa il DS ma anche gli insegnanti e il personale presenti. Ovvero, se il responsabile di diritto dimostra che ha fatto quanto di suo dovere e l'incidente è causato da una mancata osservazione o da una violazione delle disposizioni o da un'alterazione del sistema di segnalazione e informazione, si andrà a cercare il responsabile de facto, a prescindere dal fatto che sia nominato o meno. E in questo rischio può incorrere qualsiasi insegnante, delegato o non.

A parte questi simpatici contesti, il sostituto è eventualmente nominato per occuparsi delle incombenze quotidiane: ad esempio far rispettare il regolamento d'istituto, ammettere in ritardo un alunno, assicurarsi che al suono della campanella a fine ricreazione gli studenti e i prof rientrino tutti in classe invece di fare salotto per mezz'ora ecc.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 2:56 pm

gugu ha scritto:
Se ogni DS prendesse alla lettera il testo della Legge ed esonerasse il 10% dell'organico servirebbero 60.000 docenti in sostituzione.
Chissà cosa stava facendo chi ha scritto quel comma.
La legge non parla di esoneri, parla di collaborazioni; immagino che confidino proprio nel volontariato.

Se tutto deve essere a costo 0 mi chiedo perchè solo il 10 %; io avrei messo il 300 %.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 2:57 pm

Lenar ha scritto:
Personalmente comunque credo che, con la buona scuola a regime, ci saranno maggiori margini per esonerare dall'insegnamento (più o meno parzialmente) le varie figure chiave delle scuole: vicari, rappresentanti di sede, funzioni strumentali importanti come quelli che si occupano di alternanza scuola-lavoro o di orientamento etc etc...

Concordo. Se io DS ho a disposizione un docente X in organico di potenziamento, non lo tengo per tutte le 18 ore in sala prof a fare la riserva in panchina pronta per sostituire il malato di turno. Magari lo incarico di tenere 6 ore di insegnamento in due classi per tutto l'anno al posto del docente Y e dare a quest'ultimo un orario a disposizione in cui svolgere funzioni che esercitava già prima fuori dal suo orario. Se poi un giorno ho bisogno di una sostituzione e non c'è nessun altro a disposizione, sono sicuro che Y si assumerà anche il compito di fare all'occorrenza la sostituzione.
È un modo elastico e funzionale per gestire le risorse umane a disposizione.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 2:58 pm

mac67 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
... facevo ad minchiam ...

Pensavo che questa espressione venisse usata sono qua in Sicilia; vedo che invece è diffusa. Sarà mica latino autentico?
In latino vagina è il fodero della spada, ad minchiam dovrebbe voler dire "a spada" e non mi sembra corretto, quindi direi di no, non è latino.

Sto espandendo il mio ambito di competenze.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 3:00 pm

avidodinformazioni ha scritto:
gugu ha scritto:
Se ogni DS prendesse alla lettera il testo della Legge ed esonerasse il 10% dell'organico servirebbero 60.000 docenti in sostituzione.
Chissà cosa stava facendo chi ha scritto quel comma.
La legge non parla di esoneri, parla di collaborazioni; immagino che confidino proprio nel volontariato.

Se tutto deve essere a costo 0 mi chiedo perchè solo il 10 %; io avrei messo il 300 %.

L'esonero può anche ridursi, volendo, a 2-3 ore la settimana. Non è detto che ci sia bisogno di alleggerire del 100% l'orario di un docente per metterlo a fare altro. Se ho tre docenti di chimica che fanno 18 ore di cattedra e uno di potenziamento, alleggerisco l'orario di quello che si è sempre impegnato per tenere efficiente e funzionale il laboratorio togliendogli l'insegnamento da una o due classi.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 3:01 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Lenar ha scritto:
Personalmente comunque credo che, con la buona scuola a regime, ci saranno maggiori margini per esonerare dall'insegnamento (più o meno parzialmente) le varie figure chiave delle scuole: vicari, rappresentanti di sede, funzioni strumentali importanti come quelli che si occupano di alternanza scuola-lavoro o di orientamento etc etc...

Concordo. Se io DS ho a disposizione un docente X in organico di potenziamento, non lo tengo per tutte le 18 ore in sala prof a fare la riserva in panchina pronta per sostituire il malato di turno. Magari lo incarico di tenere 6 ore di insegnamento in due classi per tutto l'anno al posto del docente Y e dare a quest'ultimo un orario a disposizione in cui svolgere funzioni che esercitava già prima fuori dal suo orario. Se poi un giorno ho bisogno di una sostituzione e non c'è nessun altro a disposizione, sono sicuro che Y si assumerà anche il compito di fare all'occorrenza la sostituzione.
È un modo elastico e funzionale per gestire le risorse umane a disposizione.

Deve essere però un docente che non si ammala mai, visto che la 107 prevede che sui posti OP non sia possibile dare nessuna supplenza (solo ruolo od incarico annuale; probabilmente questo comma è stato scritto dalla stesa persona del 10%, ma tant'è).
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 3:05 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

Quindi quando il fiduciario di plesso è in gita, il suo vicario, se espressamente incaricato dal DS della sede centrale, è anche il responsabile della sicurezza?
Ehm... hai fatto la formazione sulla sicurezza?
Innanzitutto bisogna vedere cosa s'intende per "responsabile sulla sicurezza". Perché c'è un solo "responsabile" propriamente detto, ovvero il RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) in tutto l'istituto, In ogni sede dovrebbero poi esserci uno o più ASPP (Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione). Il "Dirigente" ha funzioni particolari, non è un responsabile sulla sicurezza ma può essere delegato dal Datore di lavoro in alcune responsabilità proprie: ad esempio nominare il medico competente oppure assicurare la formazione e l'addestramento oppure fornire i dispositivi di protezione individuale. È chiaro che la maggior parte di queste funzioni, in una scuola sono svolte direttamente dal Dirigente scolastico per ragioni burocratiche e organizzative, la legge abbraccia realtà del tutto eterogenee: Marchionne è il datore di lavoro di tutte le aziende della Fiat (o come cavolo si chiama adesso) ma è ovvio che nell'organigramma della multinazionale ci sarà un dirigente per ogni fabbrica della Fiat. Questo dirigente è probabilmente delegato per assicurare la formazione di tutti gli operai e impiegati, per nominare un medico competente, ecc. cose di cui sicuramente non si occupano i vertici centrali della Fiat.
Il fiduciario di plesso, in qualità di dirigente, non deve occuparsi di monitorare se gli estintori sono carichi o le porte REI sono funzionali, questo compito compete agli ASPP. Però il fiduciario, in qualità di dirigente è responsabile se permette ad un collega l'uso di un laboratorio in assenza accertata condizione di sicurezza: se un collega di chimica chiede al fiduciario se può coprire la segnaletica di sicurezza per poter proiettare sulla parete, il fiduciario ha l'autorità di vietarglielo in qualità di "responsabile della sicurezza". Insomma, vi sono varie sfumature che delineano i vari contesti.
Una cosa è certa: se succede un incidente, la magistratura individua sempre il responsabile o i responsabili a prescindere dall'esistenza o meno di un incarico ufficiale. Se manca il fiduciario e non è nominato un sostituto dal dirigente scolastico, in caso di incidente la cui responsabilità non è imputabile direttamente al dirigente scolastico, la magistratura chiamerà in causa il DS ma anche gli insegnanti e il personale presenti. Ovvero, se il responsabile di diritto dimostra che ha fatto quanto di suo dovere e l'incidente è causato da una mancata osservazione o da una violazione delle disposizioni o da un'alterazione del sistema di segnalazione e informazione, si andrà a cercare il responsabile de facto, a prescindere dal fatto che sia nominato o meno. E in questo rischio può incorrere qualsiasi insegnante, delegato o non.

A parte questi simpatici contesti, il sostituto è eventualmente nominato per occuparsi delle incombenze quotidiane: ad esempio far rispettare il regolamento d'istituto, ammettere in ritardo un alunno, assicurarsi che al suono della campanella a fine ricreazione gli studenti e i prof rientrino tutti in classe invece di fare salotto per mezz'ora ecc.

Grazie Giancarlo!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Staff dirigenza   Lun Ago 31, 2015 4:32 pm

gugu ha scritto:
Deve essere però un docente che non si ammala mai, visto che la 107 prevede che sui posti OP non sia possibile dare nessuna supplenza (solo ruolo od incarico annuale; probabilmente questo comma è stato scritto dalla stesa persona del 10%, ma tant'è).
Ti riferisci al comma 95?
Citazione :
[...]A decorrere dall'anno scolastico 2015/2016, i posti per il potenziamento non possono essere coperti con personale titolare di contratti di supplenza breve e saltuaria.[...]

La norma parla di posti dell'organico di potenziamento non di docenti reclutati per costituire l'organico di potenziamento. Faccio un esempio di due differenti scenari.

Scenario 1
Tizio è reclutato dagli ambiti territoriali e inserito nell'organico di potenziamento. Viene impiegato per tutte le 18 ore a disposizione per eventuali sostituzioni. Tizio si ammala per un mese. Può il dirigente scolastico conferire una supplenza temporanea per avere un docente a disposizione per eventuali sostituzioni? No, perché la norma vieta espressamente il conferimento di supplenze temporanee per posti sull'organico di potenziamento.

Scenario 2
Tizio e reclutato dagli ambiti territoriali e impiegato nell'organico di diritto al posto del titolare Caio. Caio, sulla base di accordi con alcune imprese, si dovrà occupare per 6 mesi del monitoraggio presso le imprese dell'attività dei gruppi di studenti inviati all'alternanza.
Tizio si ammala per un mese. Può il dirigente scolastico conferire una supplenza temporanea per sostituirlo? A mio parere si, per la norma vieta la supplenza sul posto dell'organico di potenziamento non sul posto dell'organico di diritto. Se invece ad ammalarsi è Caio, non potrà essere sostituito se non con un rimpiazzo interno.

D'altra parte, non avrebbe alcun senso affidare al DS il potere di decidere autonomamente come allocare le risorse dell'organico dell'autonomia se poi questo potere è castrato da un vincolo così rigido: quale DS rischierebbe di impiegare un docente dell'organico di potenziamento nell'attività didattica ordinaria se poi non gli è consentito sostituirlo in caso di emergenza? Lasceresti 8 classi senza attività didattica, magari per una materia fondamentale, per due mesi a causa di un'interpretazione restrittiva?

Può anche darsi che attualmente si interpreti la norma in senso restrittivo, ma quando i nodi verranno al pettine e si porrà la questione, non è escluso che i DS chiederanno un'interpretazione più elastica della norma.
Tornare in alto Andare in basso
 
Staff dirigenza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Giornata Formativa Gratuita con la Nails Corporation
» Milano - Casa di cura IGEA
» BARCELLONA (SPAGNA) - IVI
» MILANO - SAN RAFFAELE
» BARCELLONA (SPAGNA) - IVI

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: