Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 10, 11, 12
AutoreMessaggio
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Mer Set 02, 2015 2:58 pm

Promemoria primo messaggio :

Un tema molto caldo in questo primo periodo della scuola.

Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 2:53 pm

questo thread è divenuto oltremodo stucchevole
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 2:58 pm

ushikawa ha scritto:
questo thread è divenuto oltremodo stucchevole

Con certi utenti ,usi più a discorsi polemici di cortile che ad altri di gente che ha un titolo di studio, è inevitabile.

Il bello è che avevo proposto di discutere su come organizzare delle lezioni in classe sull'immigrazione in maniera equilibrata!
Il risultato? Chiacchiere da cortile, poca tolleranza, arroganza, travisamento di parole altrui, ricerca del pelo nell'uovo per attaccare, invece di un lavoro di riflessione. Ossia una discussione mirante a distruggere e a non costuire nulla per il semplice gusto di venirsene qui a passare il tempo ad attaccare il prossimo.

Un vero fallimento in una sezione in cui si parla di didattica.
Ma il fallimento non è mio, ma di altri che non hanno capito un tubo di cosa parlare in didattica e come riflettere su un argomento senza offendere gli altri.
Alla fine a chi ha l'abitudine di offendere e travisare apposta le parole altrui, è meglio, in modo deciso, far notare come il loro comportamento e il loro atteggiamento è poco gradito e poco opportuno e se è possibile utilizzando i loro stessi metodi in maniera più soft (perchè si è più educati e per niente malvagi) contro di loro.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 3:09 pm

Ma come dice Avido, anche dalla m.rda può nascere una riflessione e far crescere un eccellente proposito. Ed io l'ho fatta su certi utenti di come sono dannosi peggio dei troll. L'eccellente proposito è di restituire pan per focaccia (appena mi si crea l'occasione opportuna a causa delle frescacce arroganti che sparano) in maniera più signorile di quanto sanno fare loro.
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 3:34 pm

Ho letto tutti gli interventi su questo argomento e non trovo che chi ti ha suggerito il link sia stato maleducato. Probabilmente incalzante, ma non direi maleducato. Se ti riferisci ad altre discussioni, non credo sia pertinente la tua frecciata in questa sede: non tutti gli utenti hanno l'obbligo di leggere tutte ke discussioni del forum negli ultimi cinque anni. Tutti dovrebbero avere, per contro, l'obbligo di essere chiari, specie se sono insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 5:42 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Suvvia... Non proporrai, mi auguro, di risolvere la discussione intorno a un tema così complesso con la citazione di un lemma?
Si discute di un nodo filosofico antichissimo: Seneca, Schopenhauer, Leopardi...
Spesso si affrontano voli pindarici sui massimi sistemi perchè non si padroneggiano quelli minimi.
Dissertare sulla felicità si può, ma solo conoscendone il significato base.


... assodato il quale si assurge ai massimi sistemi, senza i quali si rimane al significato base che rischia di essere quello non adatto al contesto. Mi pare evidente che il lemma giusto andasse desunto da un dizionario filosofico:

HAPPINESS: A state of mind typically described as akin to pleasure, joy or enjoyment; however, in the language of natural science joy/pleasure are rendered transient emotional states while happiness is a continuum of pleasure or desired mood tempered by personalized values, history and a unique view of life. Thus, happiness, from the biological point of view, demands both the mind’s powers of reasoning and emotional intelligence – the understanding and use of emotional informatitate of consciousness) can be spontaneous or artificially induced. The constitutional right of men and women to pursue their ‘happiness’ means the them the highest enjoyment. (See JOY; PLEASURE; EMOTIONAL INTELLIGENCE; WELLBEING; DOPAMINE). (IP)
http://www.eubios.info/biodict.htm#h

Direi che è di questo che stiamo parlando, la ricerca delle fonti è importante, no?
Dunque si direbbe che per essere felici forse l'intelligenza non ci vorrà tutta ma almeno quella emotiva si.

tempered by personalized values significa che "bisogna sapersi accontentare".

avidodinformazioni ha scritto:
Io sono una delle persone più felici del mondo; sai perchè ? Ho l'intelligenza di accontentarmi di quello che ho ....... che non è poco.

Minchia ! sono un filosofo anch'io !


E certo! Infatti mi stavi sul pezzo finchè non hai tirato fuori la minchiata di lemma di wikipedia.
Come puoi constatare anche tu, la definizione base non corrisponde nemmeno a te

La filosofia non serve solo ai filosofi, dà parole e sistematicità alle intuizioni spontanee di molti, a volte offre momenti di vero godimento intellettuale: prova e mi saprai dire. Se non fosse troppo, suggerirei all'uopo anche la poesia


Ultima modifica di lucetta10 il Ven Set 11, 2015 6:20 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 5:44 pm

isula. ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
http://quotidiano.repubblica.it/rsera/

Ora capisco la causa dei blocchi mentali di qualche utente...

Ho rinunciato da molto tempo a comprare  Repubblica per leggerla: troppe balle da Renzichenecchi (Renzi + Lanzichenecchi) voltagabbana e leccalecca.

Repubblica ha dato il massimo di sè (come buon emetico) quando ha organizzato gli incontri con la Giannini in diverse città.
Direi che come sul pacco delle sigarette anche nell'incipit di questo giornale vada scritto obbligatoriamente: NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE  (mentale).


davvero molto interessante... grazie dell'informazione! Ti hanno mai raccontato quella della luna e del dito?

Vuoi mettere con quei bei link che hai condiviso da Il Giornale!


Ultima modifica di lucetta10 il Ven Set 11, 2015 6:19 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Ven Set 11, 2015 5:47 pm

isula. ha scritto:
lucylucy ha scritto:
isula. ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
http://quotidiano.repubblica.it/rsera/

Ora capisco la causa dei blocchi mentali di qualche utente...

Ho rinunciato da molto tempo a comprare  Repubblica per leggerla: troppe balle da Renzichenecchi (Renzi + Lanzichenecchi) voltagabbana e leccalecca.

Repubblica ha dato il massimo di sè (come buon emetico) quando ha organizzato gli incontri con la Giannini in diverse città.
Direi che come sul pacco delle sigarette anche nell'incipit di questo giornale vada scritto obbligatoriamente: NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE  (mentale).


Però che apertura mentale! Leggi Repubblica? Allora hai un blocco ..Spero tu non sia altrettanto prevenuta con i tuoi studenti.

Io non leggo più da tempo Repubblica e non impedisco di leggerla a nessuno. Con gli studenti non affronto discorsi del genere, li spingo ad informarsi e insegno loro tolleranza e di avere giudizio critico con la loro testa.
La mia era una frecciata verso un utente più volte maleducato e anche poco empatico.
Chi sono prevenuti sono certi utenti che hanno dimostrato più volte di non sapere essere tolleranti in discorsi di forum con i loro pari adulti, di essere maleducati, arroganti e ingiuriosi Per cui chissà LORO come si comportano in classe.
Quindi la tua frecciata, di cui sopra, rivolgila a questi utenti di cui ho parlato.
E prima di scrivere qualcosa informati leggendo le precedenti risposte in forum.



ancora grazie dell'informazione circa le tue letture e soprattutto di averci confermato la possibilità di affrontare la lettura di quotidiani a te sgraditi
Tornare in alto Andare in basso
Migrazio



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 11.09.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 9:51 am

Se ne avessi l'opportunità io cercherei di far capire ai miei alunni la differenza tra profugo e clandestino che per qualcuno dei nostri big nn l'ha capito!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 10:14 am

Guarda che la differenza tra profugo e clandestino la si può stabilire soltanto DOPO che le domande di asilo sono state analizzate, discusse e hanno ricevuto una risposta definitiva. Se ti dicono di sì, sei profugo... se ti dicono di no, o te ne torni a casa, o ti fai un mazzo così per regolarizzarti in altri modi, oppure rimani in Italia senza averne titolo e allora, solo allora, diventi "clandestino".

Ma dimmi tu come si dovrebbe fare a differenziarli fin dall'inizio quando arrivano.

A meno che tu non voglia dire che in quel momento, visto che evidentemente nessuno di loro ha ancora un permesso di soggiorno ufficiale, sono TUTTI "clandestini", e che quindi i profughi non esistano...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Migrazio



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 11.09.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 10:17 am

Bhe se vieni da un paese dove nn vi è guerra confondendoti fra gli altri......sei un possibile clandestino. Questo è il mio modesto parere
Tornare in alto Andare in basso
Migrazio



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 11.09.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 10:24 am

Nn è semplice differenziarli perché magari nn tutti hanno i propri documenti alla mano.
Cmq capendo con certezza da quale paese arrivano documenti alla mano sarebbe più semplice
...per quelli che invece i documenti nn li hanno con se ti pongo io a te una domanda ....ti è mai capitato di varcare la dogana Svizzera e al ritorno nn avere i documenti con te? E' una brutta esperienza fidati.
Cmq tornando a noi quelli che nn provengono da paesi in guerra sono o no possibili clandestini?
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 11:36 am

Migrazio ha scritto:
Nn è semplice differenziarli perché magari nn tutti hanno i propri documenti alla mano.
Cmq capendo con certezza da quale paese arrivano documenti alla mano sarebbe più semplice
...per quelli che invece i documenti nn li hanno con se ti pongo io a te una domanda ....ti è mai capitato di varcare la dogana Svizzera e al ritorno nn avere i documenti con te? E' una brutta esperienza fidati.
Cmq tornando a noi quelli che nn provengono da paesi in guerra sono o no possibili clandestini?

"Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge."
Dove si legge la parola "guerra"?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Sab Set 12, 2015 1:38 pm

Migrazio ha scritto:
Se ne avessi l'opportunità io cercherei di far capire ai miei alunni la differenza tra profugo e clandestino che per qualcuno dei nostri big nn l'ha capito!


Posso chiedere per perseguire quale obiettivo didattico?
Nelle nostre classi abbiamo molti stranieri: profughi/clandestini/ecc... Sappiamo tutti che la scuola pubblica ha l'obbligo di accettare i ragazzi nell'età dell'obbligo scolastico quale che sia la condizione del loro soggiorno in Italia, mi domando quindi quale possa essere l'utilità, addirittura la priorità, di un tale tema.

DPR 31 agosto 1999, n. 394, art. 45
"I minori stranieri presenti sul territorio nazionale hanno diritto all'istruzione indipendentemente dalla regolarità della posizione in ordine al loro soggiorno, nelle forme e nei modi previsti per i cittadini italiani".

Ecco, la condizione che ritengo invece assolutamente necessaria nella scuola è la verifica dell'effettiva conoscenza della normativa in materia di istruzione degli alunni stranieri nella scuola pubblica, che, diciamolo chiaramente, la maggior parte degli insegnanti (molti tra quelli che vorrebbero addirittura parlare di immigrazione in classe) ignora
Tornare in alto Andare in basso
Migrazio



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 11.09.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Mar Set 22, 2015 10:14 am

Lucetta 10 spesso in questo forum quando si trattano temi delicati ci si scalda subito.
Nessuno ha fatto una riflessione se lo stato italiano al momento sta trattando la questione migranti in modo corretto.
Possiamo dire tutto ciò che vogliamo ognuno con le proprie idee......personalmente non accetto che questa povera gente è libera di girovagare nei paesi ospitanti senza regole.
Li trovi al di fuori di super mercati e centri commerciali per l'euro del carrello in più di sera in strade poco illuminate con la bici.
Io penso che i centri di accoglienza devono essere ben attrezzati ad esempio c potrebbero essere ore destinate alla didattica, laboratori sui vari mestieri, ecc.
Non lasciarli girovagare in giro.

Poi se qualcuno dice qualcosa per tutelarsi è razzista questa è l'Italia mia cara.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Mar Set 22, 2015 5:40 pm

Migrazio ha scritto:
Lucetta 10 spesso in questo forum quando si trattano temi delicati ci si scalda subito.
Nessuno ha fatto una riflessione se lo stato italiano al momento sta trattando la questione migranti in modo corretto.
Possiamo dire tutto ciò che vogliamo ognuno con le proprie idee......personalmente non accetto che questa povera gente è libera di girovagare nei paesi ospitanti senza regole.
Li trovi al di fuori di super mercati e centri commerciali per l'euro del carrello in più di sera in strade poco illuminate con la bici.
Io penso che i centri di accoglienza devono essere ben attrezzati ad esempio c potrebbero essere ore destinate alla didattica, laboratori sui vari mestieri, ecc.
Non lasciarli girovagare in giro.

Poi se qualcuno dice qualcosa per tutelarsi è razzista questa è l'Italia mia cara.



Chiedo venia, ma proprio non ho capito la tua posizione.

Senza "scaldarmi", visto che mi basta la temperatura nella mia classe, riprendo da dove ho lasciato: si chiede come affrontare la questione A SCUOLA.
Chiedere che prima di suggerire come gestire i centri di accoglienza, tutti gli insegnanti conoscano la normativa sull'inserimento degli alunni stranieri nella scuola, o almeno abbiano letto le ultime linee guida del 2014 mi parrebbe un buon inizio: non credi?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8315
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Mar Set 22, 2015 5:47 pm

Citazione :
Chiedere che prima di suggerire come gestire i centri di accoglienza, tutti gli insegnanti conoscano la normativa sull'inserimento degli alunni stranieri nella scuola, o almeno abbiano letto le ultime linee guida del 2014 mi parrebbe un buon inizio: non credi?

Un ottimo inizio.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Migrazio



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 11.09.15

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Mer Set 23, 2015 9:46 am

Pazienza!Lucetta10 vorrà dire che su questo argomento non replicherò più.
Continuerete voi, i più sensibili a parlare di questi temi delicati.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?   Gio Set 24, 2015 10:26 am

Ecco. Questo mi pare un buon documento da far visionare in classe sul tema. Un punto di vista decisamente autorevole, una voce rappresentativa del pensiero occidentale, un linguaggio approcciabile.
Vi invito a ascoltare bene la parte sul "noi vs voi" e la diversità

http://video.repubblica.it/dossier/le-interviste-di-reset/zygmunt-bauman-l-incertezza-costante-e-il-potere-a-chi-servono-i-migranti/212317/211486?ref=HREC1-8
Tornare in alto Andare in basso
 
Immigrazione, accoglienza, respingimenti. Come ti approcci a queste problematiche ? Come ne parleresti in classe ?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 12 di 12Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 10, 11, 12
 Argomenti simili
-
» Heinrich Himmler
» Accoglienza
» Educazione e cortesia queste sconosciute
» avete mai usato queste cartine?
» Quelle carte malefiche di Yu-Gi-Oh - Cigognini

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: