Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Sarà l'anno della maturità secondo riforma?

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Earnest



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Dom Set 06, 2015 6:52 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti,

alcuni colleghi durante le prime riunioni dell'anno scolastico hanno detto che sembra probabile che quest'anno (maturità 2016) i commissari saranno tutti interni, con il presidente esterno.

Con una rapida ricerca su Internet, vengono fuori molti articoli che ritengono la commissione interna assolutamente possibile, se non quasi certa.

Voi che sapete? Che ne dite?

Buon pomeriggio!
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Mer Set 09, 2015 9:33 pm

La prospettiva della commissione tutta interna abbassa inevitabilmente il livello di preparazione di TUTTI, ma non è che lo abbassi solo all'ultimo momento dell'esame, lo abbassa gradualmente nel corso di tutto il percorso precedente.

Quanti consigli di classe che adesso sarebbero inclini a non ammettere agli esami i soggetti più platealmente impresentabili, o magari a fermarli in terza o in quarta prima che arrivino a diventare ancora più insostenibili in quinta... prenderebbero la stessa decisione, se tanto fossero sicuri di potersi organizzare l'accomodatina finale tutta da soli, senza doversi confrontare con nessuna voce indipendente? E non parlo solo di bocciature, ma di abbassamento vergognoso dei livelli minimi richiesti per tutto il percorso, anche a quelli che problemi non ne hanno e che sarebbero promossi comunque.

I consigli di classe completamente autoreferenziali finirebbero col dimezzare i programmi per tutto il triennio, pur di dare la sufficienza a tutti, e per dare voti più alti possibile a quelli già sufficienti, che magari sono bravini, sì, ma non certo eccellenti, e che si troverebbero automaticamente la patente di "eccellenza" per il solo fatto di venire differenziati da quelli completamente analfabeti.

E tutte queste non è che siano "ipotesi", sono semplicemente cose GIA' VISTE e GIA' DIMOSTRATE, per tutto il periodo in cui questa situazione c'è stata davvero, qualche anno fa.

L'obiezione classica è che "tanto queste cose succedono lo stesso anche ora".

Ok, ma è dimostrato al di là di ogni ragionevole dubbio che quando c'era la commissione tutta interna succedevano in maniera ancora più pesante e con conseguenze ancora peggio (e NON parlo delle statistiche sui promossi e bocciati, o sui voti, parlo proprio di livello di preparazione medio in massa, di quelli che uscivano). Quindi, perché si dovrebbe essere favorevoli a un ulteriore peggioramento e dire che "in fondo sarebbe uguale"? Un peggioramento non sarebbe "uguale", sarebbe peggio, appunto!

L.
Torna in alto Andare in basso
Earnest



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Mer Set 09, 2015 9:44 pm

Personalmente, se dovessi interrogare i miei alunni penserei di poter approfondire: so che lavoro è stato fatto in classe, so quanto posso chiedere. Davanti ad una classe mai vista, non me la sentirei di andare oltre le linee generali, soprattutto se non so come lavora il docente che hanno avuto tutto l'anno, su cosa insiste, quanto "scava". Un mio alunno non può dirmi "questo è in programma ma non è stato fatto/ è stato appena accennato", se me lo dicesse un alunno mai visto dovrei dargli il beneficio del dubbio.

Mi sembrerebbe assurdo però fare un esame, con gli stessi docenti e le stesse modalità seguite durante l'anno, meno di due settimane dopo la fine degli scrutini.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5952
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Gio Set 10, 2015 3:45 pm

Due osservazioni.

1) L'alta percentuale di promossi all'Esame di Stato non rivela la sua inutilità; all'Esame si viene ammessi, è normale che chi non può superarlo venga fermato prima. Sarebbe molto peggio se ci fosse una percentuale di bocciati del 10%: vorrebbe dire che ogni consiglio di classe di quinta ha sbagliato la valutazione di 2-3 alunni.

2) Le conseguenze negative della commissione interamente interna vanno ben oltre l'abbassamento dei livelli nella scuola pubblica. Quando si decise che la commissione doveva essere interna, una decina di anni fa, ci fu un boom di candidati esterni alle scuole private; ho letto (non so se il numero è corretto) che l'ultimo anno della commissione interna furono circa 20mila i diplomi rilasciati a privatisti (contro le poche centinaia di rito negli altri anni). La commissione interna sarebbe un regalo enorme alle scuole private.
Torna in alto Andare in basso
Earnest



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Gio Set 10, 2015 3:55 pm

mac67 ha scritto:

2) Le conseguenze negative della commissione interamente interna vanno ben oltre l'abbassamento dei livelli nella scuola pubblica. Quando si decise che la commissione doveva essere interna, una decina di anni fa, ci fu un boom di candidati esterni alle scuole private; ho letto (non so se il numero è corretto) che l'ultimo anno della commissione interna furono circa 20mila i diplomi rilasciati a privatisti (contro le poche centinaia di rito negli altri anni). La commissione interna sarebbe un regalo enorme alle scuole private.

Per quelli della buona scuola questo sarebbe un ottimo incentivo a favore della commissione interna
Torna in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 383
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Gio Set 10, 2015 6:21 pm

Dec ha scritto:

Ti ripeto, io ho sentito i discorsi di alcuni colleghi da quando si è tornati a parlare di commissione tutta interna (faremo tutto noi, con sorrisini ed aria compiaciuta) e mi bastano per auspicare che non avvenga.

paniscus_2.0 ha scritto:

Quanti consigli di classe che adesso sarebbero inclini a non ammettere agli esami i soggetti più platealmente impresentabili, o magari a fermarli in terza o in quarta prima che arrivino a diventare ancora più insostenibili in quinta... prenderebbero la stessa decisione, se tanto fossero sicuri di potersi organizzare l'accomodatina finale tutta da soli, senza doversi confrontare con nessuna voce indipendente?  E non parlo solo di bocciature, ma di abbassamento vergognoso dei livelli minimi richiesti per tutto il percorso, anche a quelli che problemi non ne hanno e che sarebbero promossi comunque.

I consigli di classe completamente autoreferenziali finirebbero col dimezzare i programmi per tutto il triennio, pur di dare la sufficienza a tutti, e per dare voti più alti possibile a quelli già sufficienti, che magari sono bravini, sì, ma non certo eccellenti, e che si troverebbero automaticamente la patente di "eccellenza" per il solo fatto di venire differenziati da quelli completamente analfabeti.

Queste obiezioni però hanno più a che fare con un certo modo di intendere l'insegnamento e con l'onestà intellettuale di alcuni docenti che non con la modalità dell'esame.
Colleghi che "faremo tutto noi", che tanto l'accomodatina, che tagliamo il programma che giochiamo al ribasso non dovrebbero proprio starci nella scuola, anche se purtroppo ci sono, e andrebbero disincentivati e, permettetemi, sputtanati a ogni piè sospinto. Come categoria professionale non godiamo di un largo credito, non accetto di giocarmi i miei punticini a causa di colleghi che prendono l'insegnamento in questo modo.

Citazione :

La prospettiva della commissione tutta interna abbassa inevitabilmente il livello di preparazione di TUTTI, ma non è che lo abbassi solo all'ultimo momento dell'esame, lo abbassa gradualmente nel corso di tutto il percorso precedente.

Il rischio esiste. Forse è davvero così. Allora stesso tempo però è un fatto che molto spesso spendiamo tempo e risorse a sanare lacune e debiti e non facciamo altrettanto per promuovere le eccellenza. Anche su questo dovremmo interrogarci.
Torna in alto Andare in basso
Earnest



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Gio Set 10, 2015 7:13 pm

Erodoto ha scritto:
molto spesso spendiamo tempo e risorse a sanare lacune e debiti e non facciamo altrettanto per promuovere le eccellenza. Anche su questo dovremmo interrogarci.

Verissimo! Quanto si recupera davvero con tutti i corsi, gli sportelli, gli interventi vari? Per quello che mi risulta, pochissimo. Se quelle stesse risorse fossero state investite sulle eccellenze e sulla fascia medio-alta della classe, che potrebbe arrivare all'eccellenza, come sarebbe andata?

Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 61539
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Gio Set 10, 2015 9:43 pm

Erodoto ha scritto:
Allora stesso tempo però è un fatto che molto spesso spendiamo tempo e risorse a sanare lacune e debiti e non facciamo altrettanto per promuovere le eccellenza. Anche su questo dovremmo interrogarci.

Appunto e, secondo te, se il 100 lo diamo a chi lo merita veramente, ma anche a chi potrebbe meritare un 90 promuoviamo l'eccellenza o l'appiattimento, visto che al primo non possiamo dare 110?
Torna in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 383
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Sarà l'anno della maturità secondo riforma?    Ven Set 11, 2015 3:14 pm

Dec ha scritto:
Erodoto ha scritto:
Allora stesso tempo però è un fatto che molto spesso spendiamo tempo e risorse a sanare lacune e debiti e non facciamo altrettanto per promuovere le eccellenza. Anche su questo dovremmo interrogarci.

Appunto e, secondo te, se il 100 lo diamo a chi lo merita veramente, ma anche a chi potrebbe meritare un 90 promuoviamo l'eccellenza o l'appiattimento, visto che al primo non possiamo dare 110?

Uno che merita 90 difficilmente dovrebbe arrivare al 100.
Se ci arriva torniamo al discorso di cui sopra, vale a dire che il problema non è la formula dell'esame ma la malafede, la scarsa professionalità o la pochezza di alcuni insegnanti.
Se sai quello che valgono i tuoi studenti a meno di non essere di fronte a una prova d'esame davvero egregia difficilmente potrai mettere assieme 10 punti e passa in più. Tanto più sarebbe stupefacente se riuscisse a uno che naviga su una media che fa prevedere una valutazione di, poniamo, 80 punti. I potenziali canditati al 100 di solito si fermano nei paraggi della tripla cifra e considerando i 5 punti bonus arrivarci non è impossibile. Certo se poi i 5 punti li regali...
Torna in alto Andare in basso
 
Sarà l'anno della maturità secondo riforma?
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Storia della Terra in un anno: l'insignificanza dell'uomo
» e-book -> Piero Angela - Da Zero A Tre Anni, La Nascita Della Mente
» TFR dell'anno scorso: vi è arrivato ?
» ricostruzione di carriera e calcolo della posizione stipendiale
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Esami di stato-
Andare verso: