Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:01 am

Tratto da un articolo di Paolo Fasce:

"La prima enorme obiezione argomentata è legata alla sostanziale segretezza dell'algoritmo di cui possiamo intravedere le caratteristiche dai risultati di cui si legge sui giornali. Come è stato costruito? Come funziona? Perché non ci sono elementi di trasparenza? Nei rumors, che hanno preceduto la scadenza della consegna della lista delle preferenze, era emerso chiaramente il fatto che la prima preferenza sarebbe stata massimamente favorita. Ma nessuno sa come e a quale prezzo giuridico. I sindacati avanzano legittime richieste di trasparenza e, secondo me, sarebbe stato assai sensato pubblicare il codice sorgente di questo algoritmo al fine di consentire ai portatori d'interesse di studiarlo, analizzarlo. Farlo con congruo anticipo, avrebbe consentito di fare controproposte, come in uso nel mondo del software libero, anche capaci di prevenire errori e ingiustizie. Magari, anche prevenendo quel contenzioso che, al buio, sorgerà inevitabilmente nelle prossime settimane quando portali dedicati (come “voglioilruolo”) e sindacati avranno la possibilità di analizzare i dati.

Un secondo elemento di critica, secondo me assai legittima, è quello dell'obbligo di elencare tutte le province del paese, pena la non partecipazione al piano, con il vincolo dell'accettazione obbligatoria, pena la cancellazione dalle Graduatorie ad Esaurimento. Non si capisce per quale motivo si sia fatta tale richiesta. Bastava consentire a ciascuno di indicare le province gradite entro le quali si garantiva l'accettazione. Solo una, tre, quelle vicine a casa, quelle vicine a casa e dove vive la zia... Quando decine di migliaia di persone aspirano a poche migliaia di posti, non c'era bisogno alcuno di imporre a tutti di esplicitare l'elenco completo. La ministra ha spiegato che circa settemila persone si muovevano volontariamente negli scorsi anni e quest'anno sono state stabilizzate. Perché stabilizzare “per forza” uno che non si vuole muovere e sacrificare uno che è disposto a farlo? A me viene da dire: peggio per lui! Leggiamo che il tasso di rifiuto della fase B è inferiore al 3%. E' basso, ma poteva essere nullo e quelle persone perderanno un diritto."

Aggiungo io: hanno rifiutato solo il 3% dei docenti (244 persone) perché ancora molti sperano nei ricorsi, nel referendum, nella mobilità, ecc... Cosa succederà tra un anno o due, quando si accorgeranno di non avere più i soldi per pagare le spese di due case? Oppure si sentiranno stressati e depressi a causa della lontananza delle loro famiglie? Molti altri probabilmente si licenzieranno. A questi aggiungiamoci tutti i docenti che non hanno fatto domanda (il cui futuro è ignoto) e tutti i docenti abilitati di seconda fascia, più quelli di terza fascia, rimasti senza lavoro. Aggiungiamoci infine i possibili licenziamenti che potrebbero essere prodotti dal Preside-Sceriffo nel nuovo anno di prova. Ed ecco a voi il più grande piano di licenziamento di massa degli insegnanti della storia italiana.

Ma perché il governo ha questa volontà di licenziare gli insegnanti, anche se c'è sempre bisogno di noi? Perché nel frattempo vengono assunti gli idonei di un concorso-quizzone e viene bandito un nuovo concorso con 80.000 nuovi posti.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:04 am

Secondo me il Miur vuole insegnanti più giovani e pensa di trovarli nel concorso, anche se spesso poi non sarà così.
Allo stesso modo spera che molti, magari non molto interessati all'insegnamento ma in GE, facciano domanda e poi si autoeliminino. Così le GE rimanenti saranno molto corte e ci saranno posti in più.

Già oggi il Miur può aggiornarsi e dire che il concorso sarà per 80.244 persone.

Dopo la fase C ci aggiungerà ancora 1.000 o 2.000 posti.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:05 am

Sono d'accordo con te gugu

Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1615
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:19 am

E dopo la mobilità straordinaria ci saranno ancora altri autoeliminati. Ho la sensazione che molti di coloro che hanno fatto domanda non abbiano ancora chiara la percezione delle conseguenze e siano convinti che basti qualche congedo e che poi la mobilità sistemi tutto. Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni. Invece tutti a sperare sull'algoritmo e sulla prima provincia,  che non conta un beneamato cavolo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:32 am

chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:38 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.


La mobilità straordinaria però non solo sorpassa il vincolo ma è su tutti i posti dell'OA, mai esistiti prima.
I movimenti saranno massicci, questo è logico.
Tornare in alto Andare in basso
Trampola



Messaggi : 831
Data d'iscrizione : 09.10.12

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:41 am

Stellastellina1975 ha scritto:
Tratto da un articolo di Paolo Fasce:

"La prima enorme obiezione argomentata è legata alla sostanziale segretezza dell'algoritmo di cui possiamo intravedere le caratteristiche dai risultati di cui si legge sui giornali. Come è stato costruito? Come funziona? Perché non ci sono elementi di trasparenza? Nei rumors, che hanno preceduto la scadenza della consegna della lista delle preferenze, era emerso chiaramente il fatto che la prima preferenza sarebbe stata massimamente favorita. Ma nessuno sa come e a quale prezzo giuridico. I sindacati avanzano legittime richieste di trasparenza e, secondo me, sarebbe stato assai sensato pubblicare il codice sorgente di questo algoritmo al fine di consentire ai portatori d'interesse di studiarlo, analizzarlo. Farlo con congruo anticipo, avrebbe consentito di fare controproposte, come in uso nel mondo del software libero, anche capaci di prevenire errori e ingiustizie. Magari, anche prevenendo quel contenzioso che, al buio, sorgerà inevitabilmente nelle prossime settimane quando portali dedicati (come “voglioilruolo”) e sindacati avranno la possibilità di analizzare i dati.

Un secondo elemento di critica, secondo me assai legittima, è quello dell'obbligo di elencare tutte le province del paese, pena la non partecipazione al piano, con il vincolo dell'accettazione obbligatoria, pena la cancellazione dalle Graduatorie ad Esaurimento. Non si capisce per quale motivo si sia fatta tale richiesta. Bastava consentire a ciascuno di indicare le province gradite entro le quali si garantiva l'accettazione. Solo una, tre, quelle vicine a casa, quelle vicine a casa e dove vive la zia... Quando decine di migliaia di persone aspirano a poche migliaia di posti, non c'era bisogno alcuno di imporre a tutti di esplicitare l'elenco completo. La ministra ha spiegato che circa settemila persone si muovevano volontariamente negli scorsi anni e quest'anno sono state stabilizzate. Perché stabilizzare “per forza” uno che non si vuole muovere e sacrificare uno che è disposto a farlo? A me viene da dire: peggio per lui! Leggiamo che il tasso di rifiuto della fase B è inferiore al 3%. E' basso, ma poteva essere nullo e quelle persone perderanno un diritto."

Aggiungo io: hanno rifiutato solo il 3% dei docenti (244 persone) perché ancora molti sperano nei ricorsi, nel referendum, nella mobilità, ecc... Cosa succederà tra un anno o due, quando si accorgeranno di non avere più i soldi per pagare le spese di due case? Oppure si sentiranno stressati e depressi a causa della lontananza delle loro famiglie? Molti altri probabilmente si licenzieranno. A questi aggiungiamoci tutti i docenti che non hanno fatto domanda (il cui futuro è ignoto) e tutti i docenti abilitati di seconda fascia, più quelli di terza fascia, rimasti senza lavoro. Aggiungiamoci infine i possibili licenziamenti che potrebbero essere prodotti dal Preside-Sceriffo nel nuovo anno di prova. Ed ecco a voi il più grande piano di licenziamento di massa degli insegnanti della storia italiana.

Ma perché il governo ha questa volontà di licenziare gli insegnanti, anche se c'è sempre bisogno di noi? Perché nel frattempo vengono assunti gli idonei di un concorso-quizzone e viene bandito un nuovo concorso con 80.000 nuovi posti.

Idonei di un concorso quizzone? E tu saresti una educatrice?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1615
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:45 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.
Alcune colleghe sono lontane anche da 7-8 anni perché i posti per i trasferimenti interprovinciali sono molto pochi. Quindi,  se la mobilità straordinaria sarà fatta anche su tutti i posti di potenziamento,  il numero delle domande accoglibili sarà di gran lunga superiore. E non saranno le domande di rientro di chi è appena emigrato né quelle di chi, per quest'anno,  ha avuto sede provvisoria al sud. Contro il punteggio che danno gli anni di ruolo,  non ci sono figli né titoli che tengano.
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3885
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 9:51 am

chicca70 ha scritto:
E dopo la mobilità straordinaria ci saranno ancora altri autoeliminati. Ho la sensazione che molti di coloro che hanno fatto domanda non abbiano ancora chiara la percezione delle conseguenze e siano convinti che basti qualche congedo e che poi la mobilità sistemi tutto.

ecco, questo è proprio il punto, che mi sto sforzando di far capire a tanti colleghi che non l'hanno compreso
su FB faccio parte di un gruppo di specializzati Tfa sostegno del primo ciclo e dunque entrati quest'anno in elenco gae in coda; molti di noi sono stati immessi in fase 0 e A. Per quanto riguarda la primaria e l'infanzia la maggior parte sono entrati in ruolo su sostegno in fase B e praticamente tutti in province lontane (Milano e Roma soprattutto). Hanno accettato la proposta e stanno facendo supplenza nella loro provincia così come è consentito ed il senso di ciò che prevalentemente appare scritto è "quest'anno siamo in ruolo e a casa nostra, il prossimo anno si vedrà, tanto c'è la mobilità". Ma non hanno compreso che saranno gli ultimi ad entrare nei meccanismi della mobilità e dovranno andare chissà dove, accontentandosi dei posti che saranno rimasti, con ridottissimi margini di scelta. Ho risposto ad una collega cercando di spiegarglielo, ma mi si è rivoltata contro accusandomi di gufare e di creare allarmismi infondati. A questo punto ho desistito...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:12 am

Visto che il concorso non è ancora stato organizzato... possiamo ipotizzare un ripensamento, almeno sulla distribuzione dei posti. Intendo una priorità di assegnazione ai precari in mobilità straordinaria, per limitare i danni e il resto a concorso?

Inoltre, se ora i precari storici si sono dovuti adeguare ad un piano su scala nazionale, non potrebbe esserlo anche il concorso sui posti che resteranno da occupare?
Inutile bandire tutte le cdc per tutte le regioni, si potrebbe specificare sul bando che i posti della cdc A0XX sono disponibili in misura XXX solo nelle regioni A, B e C, e che verranno attribuiti in base alla combinazione del punteggio ottenuto e delle preferenze provinciali espresse, esattamente come in questo piano per tutti gli attuali GM.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:16 am

Trampola ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Tratto da un articolo di Paolo Fasce:

"La prima enorme obiezione argomentata è legata alla sostanziale segretezza dell'algoritmo di cui possiamo intravedere le caratteristiche dai risultati di cui si legge sui giornali. Come è stato costruito? Come funziona? Perché non ci sono elementi di trasparenza? Nei rumors, che hanno preceduto la scadenza della consegna della lista delle preferenze, era emerso chiaramente il fatto che la prima preferenza sarebbe stata massimamente favorita. Ma nessuno sa come e a quale prezzo giuridico. I sindacati avanzano legittime richieste di trasparenza e, secondo me, sarebbe stato assai sensato pubblicare il codice sorgente di questo algoritmo al fine di consentire ai portatori d'interesse di studiarlo, analizzarlo. Farlo con congruo anticipo, avrebbe consentito di fare controproposte, come in uso nel mondo del software libero, anche capaci di prevenire errori e ingiustizie. Magari, anche prevenendo quel contenzioso che, al buio, sorgerà inevitabilmente nelle prossime settimane quando portali dedicati (come “voglioilruolo”) e sindacati avranno la possibilità di analizzare i dati.

Un secondo elemento di critica, secondo me assai legittima, è quello dell'obbligo di elencare tutte le province del paese, pena la non partecipazione al piano, con il vincolo dell'accettazione obbligatoria, pena la cancellazione dalle Graduatorie ad Esaurimento. Non si capisce per quale motivo si sia fatta tale richiesta. Bastava consentire a ciascuno di indicare le province gradite entro le quali si garantiva l'accettazione. Solo una, tre, quelle vicine a casa, quelle vicine a casa e dove vive la zia... Quando decine di migliaia di persone aspirano a poche migliaia di posti, non c'era bisogno alcuno di imporre a tutti di esplicitare l'elenco completo. La ministra ha spiegato che circa settemila persone si muovevano volontariamente negli scorsi anni e quest'anno sono state stabilizzate. Perché stabilizzare “per forza” uno che non si vuole muovere e sacrificare uno che è disposto a farlo? A me viene da dire: peggio per lui! Leggiamo che il tasso di rifiuto della fase B è inferiore al 3%. E' basso, ma poteva essere nullo e quelle persone perderanno un diritto."

Aggiungo io: hanno rifiutato solo il 3% dei docenti (244 persone) perché ancora molti sperano nei ricorsi, nel referendum, nella mobilità, ecc... Cosa succederà tra un anno o due, quando si accorgeranno di non avere più i soldi per pagare le spese di due case? Oppure si sentiranno stressati e depressi a causa della lontananza delle loro famiglie? Molti altri probabilmente si licenzieranno. A questi aggiungiamoci tutti i docenti che non hanno fatto domanda (il cui futuro è ignoto) e tutti i docenti abilitati di seconda fascia, più quelli di terza fascia, rimasti senza lavoro. Aggiungiamoci infine i possibili licenziamenti che potrebbero essere prodotti dal Preside-Sceriffo nel nuovo anno di prova. Ed ecco a voi il più grande piano di licenziamento di massa degli insegnanti della storia italiana.

Ma perché il governo ha questa volontà di licenziare gli insegnanti, anche se c'è sempre bisogno di noi? Perché nel frattempo vengono assunti gli idonei di un concorso-quizzone e viene bandito un nuovo concorso con 80.000 nuovi posti.

Idonei di un concorso quizzone? E tu saresti una educatrice?

Si, perché io ho partecipato sia al concorso per entrare alla SSIS, sia alla prova preselettiva e alla prova scritta del concorso 2012. Ti assicuro che c'era un'enorme differenza. Inoltre, io quel concorso l'ho vinto, chi invece è risultato idoneo al concorso, appunto è solo idoneo, non vincitore. Infine, io sono specializzata e abilitata e ho anni di esperenza, alcuni idonei a tale concorso invece non possiedono alcun titolo. Adesso puoi metterti a criticare la SSIS dicendo che si trattava di una compra-vendita dell'abilitazione, ma questo lo dice chi non ha argomenti, soltanto chi l'ha frequentata sa che sono stati due anni massacranti, nemmeno lontanamente paragonabili alla preparazione per un concorso a cattedra!

Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:17 am

Ciccio.8 ha scritto:
Visto che il concorso non è ancora stato organizzato... possiamo ipotizzare un ripensamento, almeno sulla distribuzione dei posti. Intendo una priorità di assegnazione ai precari in mobilità straordinaria, per limitare i danni e il resto a concorso?

Inoltre, se ora i precari storici si sono dovuti adeguare ad un piano su scala nazionale, non potrebbe esserlo anche il concorso sui posti che resteranno da occupare?
Inutile bandire tutte le cdc per tutte le regioni, si potrebbe specificare sul bando che i posti della cdc A0XX sono disponibili in misura XXX solo nelle regioni A, B e C, e che verranno attribuiti in base alla combinazione del punteggio ottenuto e delle preferenze provinciali espresse, esattamente come in questo piano per tutti gli attuali GM.

Se la mobilità precede i nuovi ruoli è logico che ha precedenza.
Tra l'altro non riguarda solo i precari storici visto che molti che ora verranno assunti la scuola non la vedono da quando hanno preso il diploma.
Il concorso sarà regionale, per i posti ancora non si sa nulla.
Non vedo perchè chi parteciperà dovrebbe purgare le conseguenze di chi ha scelto volontariamente di essere sbattuto ovunque in base ad una domanda volontaria.
Per quanto mi riguarda dopo la mobilità straordinaria ai neoimmssi di quest'anno non dovrà essere concesso assolutamente nulla, dove sono stanno e staranno, anche 30 anni.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:19 am

michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
E dopo la mobilità straordinaria ci saranno ancora altri autoeliminati. Ho la sensazione che molti di coloro che hanno fatto domanda non abbiano ancora chiara la percezione delle conseguenze e siano convinti che basti qualche congedo e che poi la mobilità sistemi tutto.

ecco, questo è proprio il punto, che mi sto sforzando di far capire a tanti colleghi che non l'hanno compreso
su FB faccio parte di un gruppo di specializzati Tfa sostegno del primo ciclo e dunque entrati quest'anno in elenco gae in coda; molti di noi sono stati immessi in fase 0 e A. Per quanto riguarda la primaria e l'infanzia la maggior parte sono entrati in ruolo su sostegno in fase B e praticamente tutti in province lontane (Milano e Roma soprattutto). Hanno accettato la proposta e stanno facendo supplenza nella loro provincia così come è consentito ed il senso di ciò che prevalentemente appare scritto è "quest'anno siamo in ruolo e a casa nostra, il prossimo anno si vedrà, tanto c'è la mobilità". Ma non hanno compreso che saranno gli ultimi ad entrare nei meccanismi della mobilità e dovranno andare chissà dove, accontentandosi dei posti che saranno rimasti, con ridottissimi margini di scelta. Ho risposto ad una collega cercando di spiegarglielo, ma mi si è rivoltata contro accusandomi di gufare e di creare allarmismi infondati. A questo punto ho desistito...  

Questo dimostra che molti docenti sono superficiali e disinformati. Per persone acculturate come noi questo è inaccettabile!

Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:21 am

gugu ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Visto che il concorso non è ancora stato organizzato... possiamo ipotizzare un ripensamento, almeno sulla distribuzione dei posti. Intendo una priorità di assegnazione ai precari in mobilità straordinaria, per limitare i danni e il resto a concorso?

Inoltre, se ora i precari storici si sono dovuti adeguare ad un piano su scala nazionale, non potrebbe esserlo anche il concorso sui posti che resteranno da occupare?
Inutile bandire tutte le cdc per tutte le regioni, si potrebbe specificare sul bando che i posti della cdc A0XX sono disponibili in misura XXX solo nelle regioni A, B e C, e che verranno attribuiti in base alla combinazione del punteggio ottenuto e delle preferenze provinciali espresse, esattamente come in questo piano per tutti gli attuali GM.

Se la mobilità precede i nuovi ruoli è logico che ha precedenza.
Tra l'altro non riguarda solo i precari storici visto che molti che ora verranno assunti la scuola non la vedono da quando hanno preso il diploma.
Il concorso sarà regionale, per i posti ancora non si sa nulla.
Non vedo perchè chi parteciperà dovrebbe purgare le conseguenze di chi ha scelto volontariamente di essere sbattuto ovunque in base ad una domanda volontaria.
Per quanto mi riguarda dopo la mobilità straordinaria ai neoimmssi di quest'anno non dovrà essere concesso assolutamente nulla, dove sono stanno e staranno, anche 30 anni.

No gugu, perché questo piano ha danneggiato sia chi non ha fatto domanda, sia chi l'ha fatta. Adesso dovrebbero almeno essere trovati dei correttivi per tutti noi!

Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:27 am

Secondo me no, la domanda era volontaria. Se fosse stata obbligatoria sarebbe stato tutto un altro discorso, ma che ora chi ha fatto domanda chieda ulteriori privilegi rispetto a chi entrerà in ruolo da concorso o da GE nei prossimi anni mi pare inaccettabile.
Avete fatto domanda per avere il ruolo ovunque? Ovunque sia, state.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15808
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:36 am

Trampola ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Ma perché il governo ha questa volontà di licenziare gli insegnanti, anche se c'è sempre bisogno di noi? Perché nel frattempo vengono assunti gli idonei di un concorso-quizzone e viene bandito un nuovo concorso con 80.000 nuovi posti.

Idonei di un concorso quizzone? E tu saresti una educatrice?
Tante volpi e poca uva, anche posta troppo in alto, sono alla base di queste riflessioni.

Ma il nostro motto è "vincere !" E vincemmo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15808
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:40 am

chicca70 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.
Alcune colleghe sono lontane anche da 7-8 anni perché i posti per i trasferimenti interprovinciali sono molto pochi. Quindi,  se la mobilità straordinaria sarà fatta anche su tutti i posti di potenziamento,  il numero delle domande accoglibili sarà di gran lunga superiore. E non saranno le domande di rientro di chi è appena emigrato né quelle di chi, per quest'anno,  ha avuto sede provvisoria al sud. Contro il punteggio che danno gli anni di ruolo,  non ci sono figli né titoli che tengano.
Rientreranno docenti che in futuro verranno puniti con figli disoccupati.

Tutti i nodi vengono al pettine.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1615
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:52 am

Ciccio.8 ha scritto:
Visto che il concorso non è ancora stato organizzato... possiamo ipotizzare un ripensamento, almeno sulla distribuzione dei posti. Intendo una priorità di assegnazione ai precari in mobilità straordinaria, per limitare i danni e il resto a concorso?

Inoltre, se ora i precari storici si sono dovuti adeguare ad un piano su scala nazionale, non potrebbe esserlo anche il concorso sui posti che resteranno da occupare?
Inutile bandire tutte le cdc per tutte le regioni, si potrebbe specificare sul bando che i posti della cdc A0XX sono disponibili in misura XXX solo nelle regioni A, B e C, e che verranno attribuiti in base alla combinazione del punteggio ottenuto e delle preferenze provinciali espresse, esattamente come in questo piano per tutti gli attuali GM.
La priorità è già stata stabilita dal maxiemendamento e va agli assunti ante 2015, visto che è stata ideata apposta per loro. In ogni caso,  anche se tale priorità (che è giustissima) non vi fosse,  chi è già in ruolo passa ampiamente davanti al 99% dei neoassunti, visto che ogni anno di ruolo vale come due di precariato,  ed snche di più se c'è il punteggio di continuità. I precari storici si sono adeguati ma ci sono tante altre persone (non io, non parlo per me) che si sono adeguate alla situazione da anni e che hanno il giusto diritto di smettere di adeguarsi.
La mobilità con il concorso non c'entra nulla.  Mi sembra impossibile che ci si continui a cullare nelle illusioni anche di fronte al testo di legge approvato.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15808
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 10:52 am

Stellastellina1975 ha scritto:
Adesso puoi metterti a criticare la SSIS dicendo che si trattava di una compra-vendita dell'abilitazione, ma questo lo dice chi non ha argomenti, soltanto chi l'ha frequentata sa che sono stati due anni massacranti, nemmeno lontanamente paragonabili alla preparazione per un concorso a cattedra!
Ho fatto il TFA che vale mezza SISS ed il concorso; confermo che TFA E SISS sono più impegnativi del concorso, non potrebbe essere diversamente.

In un corso devi frequentare, studiare cose nuove, e dimostrare di averle imparate; un concorso se sei bravo di tuo non necessita di alcun impegno: vai lì rispondi come sai alle domande che ti fanno, lo vinci ed amen.

Basta questa considerazione per dire "chi ha fatto la SISS ha più diritto" ?

No. Il diritto discende da quello che vali, non dalla fatica che hai fatto per arrivare a valerlo.
Il doppio canale era chiaro e diceva: "sissini, voi avete davanti un percorso lento e sicuro, dove non è necessario essere dei luminari per arrivare alla fine, basta essere bravi; attenti però che per voi c'è solo il 50 % dei posti, il resto va a concorso.
Il concorso è più selettivo, lì bisogna essere più bravi ed il premio è la velocità dell'inserimento".

Se mi obietti che tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare e che il concorso non ha selezionato solo luminari (io infatti NON lo sono), non posso che concordare con te, ma non ti scagliare contro il concorso, scagliati contro le sue modalità di realizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:01 am

gugu ha scritto:
Secondo me no, la domanda era volontaria. Se fosse stata obbligatoria sarebbe stato tutto un altro discorso, ma che ora chi ha fatto domanda chieda ulteriori privilegi rispetto a chi entrerà in ruolo da concorso o da GE nei prossimi anni mi pare inaccettabile.
Avete fatto domanda per avere il ruolo ovunque? Ovunque sia, state.

Ti sei alzato col piede storto dai...
Non a caso ho specificato che il trattamento ricalcherebbe quello riservato agli attuali GM, proprio per evitare ancora il discorso sui GaE partecipanti e non partecipanti.

Comunque, con la stessa determinazione e convinzione potrei ricordarti che, al di là della scelta volontaria, il miur ha concepito un piano per tutti i precari (GM e GaE) è che la Ministra si è detta più volte stupita e contrariata del fatto che una quota di questi non avesse fatto domanda, come se NON AVESSERO BEN COMPRESO quanto si stesse facendo per loro, oltre che per la scuola tutta.
Se il trattamento di favore riservato agli attuali idonei delle GM costituisce un precedente... anche i partecipanti alla meravigliosa scuola possono sperare in tutele minime.
I futuri concorsisti (per quanto già immaginati da tutti gggiovani e splendidi) ancora sono da venire e non è che a questi, così freschi e pimpanti, farebbero male pochi anni di mobilità in ingresso, io li avrei fatti volentieri con un ruolo sicuramente assegnato dopo il mio di concorso. Per i GaE rimasti in attesa non possiamo sapere in che quota le assegnazioni provinciali, garantite nella legge 107, saranno date e con quali contingenti. Potremmo ritrovarci anche dinanzi alla decisa volontà di esaurire le GaE con reiterate proposte di ruolo fatte esattamente come in questo piano, copertura OD provinciale iniziale (al 50% ma ridotto drasticamente dalla mobilità) e poi domanda "volontaria" per fuori provincia, con chi non accetta che resta tenacemente in GaE ancora un anno e poi un altro...
L'unica cosa certa è che dal 2012 a oggi i cambiamenti sono stati talmente tanti e diversi che bisogna mettere a fuoco almeno le poche costanti. Intendono esaurire 'ste vecchie graduatorie, TUTTE, in tutti i modi possibili, quindi chi ha scelto di restarci dentro per tenerle in piedi ha poco da rimproverare agli altri!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:01 am

gugu ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.


La mobilità straordinaria però non solo sorpassa il vincolo ma è su tutti i posti dell'OA, mai esistiti prima.
I movimenti saranno massicci, questo è logico.
Vero, mi ero dimenticato di questo non trascurabile dettaglio. Ma la mia ghiandola pineale prude e qualcosa mi dice, se conosco i miei polli, che la mobilità sul 100% sarà rivista. Scommettiamo?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:06 am

chicca70 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.
Alcune colleghe sono lontane anche da 7-8 anni perché i posti per i trasferimenti interprovinciali sono molto pochi. Quindi,  se la mobilità straordinaria sarà fatta anche su tutti i posti di potenziamento,  il numero delle domande accoglibili sarà di gran lunga superiore. E non saranno le domande di rientro di chi è appena emigrato né quelle di chi, per quest'anno,  ha avuto sede provvisoria al sud. Contro il punteggio che danno gli anni di ruolo,  non ci sono figli né titoli che tengano.

Ho interpretato male il senso della tua frase e ho omesso il dettaglio evidenziato da gugu in precedenza.
In ogni modo la straordinarietà non risiede sull'estensione della mobilità anche all'organico di potenziamento. L'organico di potenziamento è un nuovo istituto e d'ora in avanti sarà oggetto di mobilità per tutti a prescindere dall'epoca e dalle modalità dell'immissione in ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15808
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:09 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
gugu ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma la mobilità straordinaria non è un favore fatto ai neoassunti!  È un giusto diritto di chi è lontano da casa  magari da parecchi anni.
Una precisazione: in realtà, se parliamo strettamente di ruolo, gli anni non sono parecchi. La mobilità straordinaria è un diritto riconosciuto ai sensi della sottoscrizione del CCNI 2015 a chi attualmente si trova in regime di vincolo triennale. Chi è uscito da questo vincolo (rif. ai "parecchi anni") ha potuto e continua a fruire della mobilità ordinaria. Se è costretto a stare lontano da casa non è a causa di un diritto negato bensì a causa dell'assenza di condizioni che possano fare accogliere la sua domanda di trasferimento.


La mobilità straordinaria però non solo sorpassa il vincolo ma è su tutti i posti dell'OA, mai esistiti prima.
I movimenti saranno massicci, questo è logico.
Vero, mi ero dimenticato di questo non trascurabile dettaglio. Ma la mia ghiandola pineale prude e qualcosa mi dice, se conosco i miei polli, che la mobilità sul 100% sarà rivista. Scommettiamo?
Speriamo, è abominevole; e vado contro i miei interessi.

Come si può assumere in fase C una persona a Palermo, fargli accettare Palermo e poi mandarla a Milano per far posto ad uno che Milano lo ha scelto espressamente.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:20 am

chicca70 ha scritto:

La priorità è già stata stabilita dal maxiemendamento e va agli assunti ante 2015, visto che è stata ideata apposta per loro. In ogni caso,  anche se tale priorità (che è giustissima) non vi fosse,  chi è già in ruolo passa ampiamente davanti al 99% dei neoassunti, visto che ogni anno di ruolo vale come due di precariato,  ed snche di più se c'è il punteggio di continuità.


Non ho detto il contrario, la mia priorità si riferiva al contingente di posti da preparare (ancora non stabilito con esattezza) per il prossimo bando di concorso.

chicca70 ha scritto:

I precari storici si sono adeguati ma ci sono tante altre persone (non io, non parlo per me) che si sono adeguate alla situazione da anni e che hanno il giusto diritto di smettere di adeguarsi.

Appunto! C'è sempre una sorta di gerarchia che scaturisce naturalemente dai tempi lunghi del precariato.

chicca70 ha scritto:

La mobilità con il concorso non c'entra nulla.  Mi sembra impossibile che ci si continui a cullare nelle illusioni anche di fronte al testo di legge approvato.

Il testo di legge definisce con estrema esattezza (ed è vincolante) quanti saranno i posti?
Quel testo, una volta pubblicato in gazzetta, obbliga il miur a bandire il concorso entro l'anno e per quei posti?
Se SI, bandire equivale a pubblicare un bando con procedura che andrà a concludersi sicuramente in un anno - utile per le immissioni 2016/17 - oppure potremmo già ritrovarci nello stesso date e procedure mirate a far slittare opportunamente le relative immissioni?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)   Dom Set 13, 2015 11:22 am

Ciccio.8 ha scritto:
il miur ha concepito un piano per tutti i precari (GM e GaE) è che la Ministra si è detta più volte stupita e contrariata del fatto che una quota di questi non avesse fatto domanda,


Questo è palesemente falso, e lo sai benissimo.
Se tutti avessero fatto domanda migliaia di docenti non sarebbero stati assunti. E neppure chi l'ha fatta ora ha la certezza di essere assunto.
Non è perchè tu decidi di "assecondare" la ministra con la tua domanda che ti dà il ruolo a Torino allora la ministra deve punire chi è in GE o farà il concorso per fare tornare te in Puglia senza aver mai messo piede a Torino.
Hai fatto la domanda per essere assunto in Italia?
C'è ora posto a Torino? A Torino stai. La scuola poi andrà avanti chi con chi arriverà. Il tuo ruolo ce l'hai, la tua richiesta è stata totalmente accolta.
Tornare in alto Andare in basso
 
PIANO DI ASSUNZIONI PER BUTTARCI FUORI (2a puntata)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quanto "sopravvive" lo sperma fuori dal corpo?
» Sono fuori di testa?
» Nota 74, il mio medico non l'accetta

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: