Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 A chi tocca spostare i banchi?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ipercarmela



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 03.03.13

MessaggioOggetto: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 1:05 pm

Giorno prima dell'apertura nella nuova scuola. I laboriosi colleghi si attrezzano per pulire i banchi vecchi con alcol e prodotti sgrassanti, togliere le cicche, cancellare le scritte, sballare i banchi nuovi e metterli nelle classi, spostare cattedre, attrezzature, lavagne, riparare armadietti, dipingere aule, appendere mappe...
L'addetta ATA di piano, gentilissima, ci osserva lavorare: lei non può spostare nulla, perché non ha ricevuto ordine dal DSGA; al massimo ci favorisce qualche prodotto per la pulizia. La ditta esterna multiservizi non ha competenza.

Chi deve spostare i banchi ed allestire le aule, secondo normativa?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 1:23 pm

ipercarmela ha scritto:

L'addetta ATA di piano, gentilissima, ci osserva lavorare: lei non può spostare nulla, perché non ha ricevuto ordine dal DSGA;

Ah, perché invece i docenti l'hanno ricevuto?

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 1:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ipercarmela ha scritto:

L'addetta ATA di piano, gentilissima, ci osserva lavorare: lei non può spostare nulla, perché non ha ricevuto ordine dal DSGA;

Ah, perché invece i docenti l'hanno ricevuto?

L.
Si, hanno ricevuto l'ordinamento sacro; sono missionari.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 1:53 pm

ipercarmela ha scritto:
Giorno prima dell'apertura nella nuova scuola. I laboriosi colleghi si attrezzano per pulire i banchi vecchi con alcol e prodotti sgrassanti, togliere le cicche, cancellare le scritte, sballare i banchi nuovi e metterli nelle classi, spostare cattedre, attrezzature, lavagne, riparare armadietti, dipingere aule, appendere mappe...
L'addetta ATA di piano, gentilissima, ci osserva lavorare: lei non può spostare nulla, perché non ha ricevuto ordine dal DSGA; al massimo ci favorisce qualche prodotto per la pulizia. La ditta esterna multiservizi non ha competenza.

Chi deve spostare i banchi ed allestire le aule, secondo normativa?

Nella mia scuola lo fanno i bidelli. I primi giorni di settembre ci dissero (c'è una certa confidenza) che erano impegnati nella sistemazione delle aule e avevano problemi perché due colleghe erano in malattia.

Per quanto riguarda i banchi (parlo però delle superiori) a fine anno gli alunni devono fare quello che descrivi tu: cancellare scritte ecc.
Ad ogni alunno è assegnato un banco numerato e l'alunno è responsabile dello stato in cui si ritrova  il banco a fine anno. Se è rovinato deve ricomprarlo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 2:26 pm

[url=http://www.orizzontescuola.it/guide/collaboratore-scolastico-quali-sono-mansioni-professionali[/url]

mi sembra che qui ci sia la risposta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 2:48 pm

Premetto che l'unica bidella della mia scuola è una Signora che gode del massimo rispetto da parte di tutti gli insegnanti che passano in quella sede. Premetto che non ho mai visto una scuola così pulita e in ordine come quella.

Due anni fa c'erano degli spostamenti da fare prima dell'inizio delle lezioni. Per far spazio ad una nuova classe si doveva liberare la sala professori, adibita prevalentemente a deposito fisico per libri, spostarci i tavoli dell'aula di disegno nell'ex sala professori e utilizzare l'aula di disegno come nuova aula.

D'accordo con la collaboratrice scolastica ho chiesto alla preside di mandare dalla centrale due braccia forti per dare una mano e ho chiesto alla collaboratrice scolastica di avvisarmi quando sarebbe venuta la macchina dell'istituto. In un paio d'ore abbiamo fatto tutto quello che c'era da fare: un insegnante, una bidella, due assistenti di laboratorio.

Una questione di buon senso. Ci si rimbocca tutti le maniche.

Una cosa è certa: se un bidello, di fronte alle grandi manovre, si trincerasse nel cazzeggio con la scusa di non aver avuto disposizioni dal DSGA mi troverei nell'imbarazzo della scelta tra il fare un cazziatone al DSGA o mandare tutto a quel paese e lasciare le cose come stanno lasciando a DSGA e DS la rogna di far fronte agli eventuali latrati di genitori scandalizzati.

Aggiungo che all'occorrenza ho sempre chiesto una mano anche ai ragazzi quando c'è da spostare qualcosa. Nella scuola ci viviamo tutti e i ragazzi sono i primi ad offrirsi per questi lavori. È un modo per gratificarli facendoli sentire utili. Ma non sopporterei l'idea di vedere una persona a rigirarsi i pollici. Quanto meno le chiederei di avere il buon gusto di levarsi dalla visuale per rispetto alla gente che lavora.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 4:12 pm

Giancà...una bidella.
Una.
È ovvio poi che il tuo modo di vivere e affrontare i problemi pratici e quotidiani sia, per forza di cose, differente dal mio...
Da noi i collaboratori scolastici sono 8 o nove...
E son pure pochi.
E guai a chiamarli bidelli.
E guai a fargli fare cose che non son state scritte nel loro contratto.
E guai a cercare di vederli lavorare assieme che poi la metà di loro hanno invalidità varie e quindi col cavolo che ti spostano i banchi.
Alle medie poi...occhio a far pulire direttamente ai "piccini", quando capitò di dover fare una scelta drastica simile a tutta una classe...la scuola si mise pure in caccia di prodotti bio, non irritanti, quasi commestibili ecc (che non pulivan per nulla, ovvio).
In una situazione simile io per prima, sorridendo, non avrei mosso un muscolo.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 7:14 pm

Dunque ai collaboratori scolastici spetta la custodia dei locali e la pulizia di locali, spazi scolastici ed arredi.
Forse lo spostamento dei banchi no, ma la loro pulizia sì, anche quella "straordinaria" di inizio anno.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 8:10 pm

Uno dei misteri gaudiosi della homo italicus è chiedersi del perché i bidelli stanno otto ore a scuola di cui un paio,forse,a pulire e il resto su cronaca vera,volantini carrefour, messaggini ecc ecc..in Inghilterra le figlie di mia sorella hanno mi pare solo un portiere...alla fine lezioni arriva un impresa,pulisce e se ne va,un po come da noi negli uffici....
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 8:18 pm

Il che potrebbe continuare ad essere un mistero.. Non fosse che mi è capitato di far uscire un alunno, insospettirsi dopo due o tre minuti,affacciarsi dall aula e scoprire che era seduto in corridoio a chiacchierare con la bidella.. E li mi incazzo......
Tornare in alto Andare in basso
stefanik



Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 12.02.12

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 8:22 pm

bidelli=il trionfo del sodoku
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Lun Set 14, 2015 11:48 pm

tellina ha scritto:
Giancà...una bidella.
Una.
È ovvio poi che il tuo modo di vivere e affrontare i problemi pratici e quotidiani sia, per forza di cose, differente dal mio...
Da noi i collaboratori scolastici sono 8 o nove...
E son pure pochi.
E guai a chiamarli bidelli.
E guai a fargli fare cose che non son state scritte nel loro contratto.
E guai a cercare di vederli lavorare assieme che poi la metà di loro hanno invalidità varie e quindi col cavolo che ti spostano i banchi.
Alle medie poi...occhio a far pulire direttamente ai "piccini", quando capitò di dover fare una scelta drastica simile a tutta una classe...la scuola si mise pure in caccia di prodotti bio, non irritanti, quasi commestibili ecc (che non pulivan per nulla, ovvio).
In una situazione simile io per prima, sorridendo, non avrei mosso un muscolo.

Guarda che sono situazioni che conosco benissimo e le ho vissute in prima persona come direttore o referente di plesso. E ti assicuro che non serve arrivare a 8 o 9, ne bastano 2 o 3.
Con una DSGA che furbescamente dava carta bianca ai direttori per l'organizzazione e la gestione delle mansioni del personale ATA ;-)
Potrei parlarti di riunioni richieste per risolvere conflitti interni, un'ora di sbattimento chiusi in una stanza con belve inferocite che si scannano reciprocamente. Di discussioni sulla pianificazione dei decimetri quadrati di pavimento da spartire. Di scale spazzate e lavate a metà perché gli altri gradini non erano di competenza. Di forche reciprocamente erette per denigrare l'operato di un collega o di lamentele continue nei confronti di quell'insegnante o di quello studente. E via dicendo.
Una volta si è sentito in tutta la scuola lo scambio di convenevoli tra me e un collaboratore scolastico in un'elegante competizione di conversazione in lingua francese. Competizione terminata con un "vai farti f., c." seguito da un "mavaffanc., t.d.c.", con tanto di rumore di porta chiusa violentemente in sottofondo.

Attualmente mi sembra di essere in una specie di paradiso terrestre. E non sto scherzando. La nostra collaboratrice scolastica è una persona veramente fuori dal comune.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: A chi tocca spostare i banchi?   Mar Set 15, 2015 1:49 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
tellina ha scritto:
Giancà...una bidella.
Una.
È ovvio poi che il tuo modo di vivere e affrontare i problemi pratici e quotidiani sia, per forza di cose, differente dal mio...
Da noi i collaboratori scolastici sono 8 o nove...
E son pure pochi.
E guai a chiamarli bidelli.
E guai a fargli fare cose che non son state scritte nel loro contratto.
E guai a cercare di vederli lavorare assieme che poi la metà di loro hanno invalidità varie e quindi col cavolo che ti spostano i banchi.
Alle medie poi...occhio a far pulire direttamente ai "piccini", quando capitò di dover fare una scelta drastica simile a tutta una classe...la scuola si mise pure in caccia di prodotti bio, non irritanti, quasi commestibili ecc (che non pulivan per nulla, ovvio).
In una situazione simile io per prima, sorridendo, non avrei mosso un muscolo.

Guarda che sono situazioni che conosco benissimo e le ho vissute in prima persona come direttore o referente di plesso. E ti assicuro che non serve arrivare a 8 o 9, ne bastano 2 o 3.
Con una DSGA che furbescamente dava carta bianca ai direttori per l'organizzazione e la gestione delle mansioni del personale ATA ;-)
Potrei parlarti di riunioni richieste per risolvere conflitti interni, un'ora di sbattimento chiusi in una stanza con belve inferocite che si scannano reciprocamente. Di discussioni sulla pianificazione dei decimetri quadrati di pavimento da spartire. Di scale spazzate e lavate a metà perché gli altri gradini non erano di competenza. Di forche reciprocamente erette per denigrare l'operato di un collega o di lamentele continue nei confronti di quell'insegnante o di quello studente. E via dicendo.
Una volta si è sentito in tutta la scuola lo scambio di convenevoli tra me e un collaboratore scolastico in un'elegante competizione di conversazione in lingua francese. Competizione terminata con un "vai farti f., c." seguito da un "mavaffanc., t.d.c.", con tanto di rumore di porta chiusa violentemente in sottofondo.

Attualmente mi sembra di essere in una specie di paradiso terrestre. E non sto scherzando. La nostra collaboratrice scolastica è una persona veramente fuori dal comune.
E poi ci sono docenti che definiscono il francese "lingua di serie B" !

Bisogna potenziarne lo studio !!!!
Tornare in alto Andare in basso
 
A chi tocca spostare i banchi?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» pingio ora tocca a te
» passaggio dalla culla al lettino
» DOMANI AMNIOCENTESI
» Chiacchieriamo..
» Posizione della placenta

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: