Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Bonus 500 euro
Oggi a 12:55 am Da avidodinformazioni

» "Le bambine si tappino le orecchie !"
Oggi a 12:53 am Da rita

» Obbligo recupero ore
Oggi a 12:23 am Da iaiataf

» Equiparazione dottorato di ricerca e abilitazione
Ieri a 11:57 pm Da Ciope1981

» Congedo pare tale e malattia
Ieri a 11:55 pm Da Giorgia11

» detrazioni figli a carico
Ieri a 11:33 pm Da CUBA71

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:21 pm Da Masaniello

» Urgente congedo
Ieri a 11:07 pm Da Mlc

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:02 pm Da alice74

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Lun Set 14, 2015 7:55 pm

Promemoria primo messaggio :

Ho bisogno di un consiglio. Nella mia scuola vi è una macchinetta che distribuisce merendine, caffè, cioccolata e i ragazzi sono abituati ad andarci tutte le ore, e non solo durante l'intervallo, a fornirsi di quello che vogliono.
A questo si è aggiunto il fatto che oggi il responsabile di plesso ha permesso ad una persona esterna di venire a vendere panini a scuola su ordinazione perchè, dice, ha una convenzione con la scuola dall'anno scorso.
Io è dal primo giorno che ho chiesto ai genitori dei ragazzi di far portare l'occorrente per la merenda dell'intervallo da casa e questi ultimi lo hanno fatto.
Oggi ho detto al responsabile di plesso che dato che non vi è circolare del Dirigente io non avrei permesso alla mia classe di fornirsi presso la macchinetta e presso il rivenditore di panini che doveva passare classe per classe.
Ho fatto bene?
Senza circolare io non permetto a nessuno di entrare in classe e tantomeno di andare alla macchinetta distributrice di merendine.
I miei ragazzi hanno capito e sono con me.

Ora la mia domanda è: da un punto di vista di legge sono a posto nell'impedire se non vi è apposita circolare del Dirigente?
Io non accetto le cose fatte alla carlona.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:58 am

Che senso ha lasciare gli altri a cercare di capirti e di darti una mano con informazioni parziali?


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 12:48 pm

Giuliainvisita ha scritto:
.....con un lavoro di ricerca e sperimentazione degli studenti su sè stessi si può giungere a risultati positivi e (chissà) far rinsavire gli adulti che sono a scuola e non si rendono conto che i primi ad essere educati (e non solo per l'alimentazione) dovrebbero essere proprio loro.
Tanto parlarne in Collegio dei docenti è inutile perchè a quanto pare quella ad avere torto, quando sollevo il problema di  comportamenti paradossali nelle decisioni che tutti prendono "democraticamente" a scuola ( i colleghi si accodano ai desiderata del Ds), sono sempre io.
Avete ora completo il quadro della situazione?
Sono solo io a leggeggere un po' di spocchia in queste parole ?

Il processo educativo si basa sull'esistenza di un superiore detentore del sacro verbo ed un inferiore che il sacro verbo lo deve apprendere; il primo tira fuori (educere ?) dal secondo quanto di buono vi si nasconde.

Che un padre educhi il proprio figlio, ad esempio, alla sincerità, ci può stare, in effetti il padre è superiore al figlio in quanto persona di maggiore esperienza di vita e persona alla quale vengono riconosciuti maggiori oneri e maggiori onori.

Che un docente sia superiore ad un altro perchè mangia mele bio anzichè girelle Motta è tutto da dimostrare.

Ti suggerisco di pensare se valga la pena vivere una vita molto lunga e piena di sacrifici o se per caso non sia molto meglio vivere una vita lunga (senza il molto) e gaudente.

Io personalmente penso che sia meglio mangiare le patatine fritte che mi piacciono tanto e schiattare d'infarto a 75 anni, piuttosto che rinunciarci e morire ad 85 facendomi gli ultimi 10 da malato di alzheimer.

Se fossi spocchioso mi piacerebbe educarti in tal senso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 2:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Sono solo io a leggeggere un po' di spocchia in queste parole ?

Se fossi spocchioso mi piacerebbe educarti in tal senso.

Mi dispiace che tu parli di spocchia. Ho un'esigenza di lavoro relativa alla coerenza educativa e non sono riuscita a farlo capire.
Se il mio  lavoro di insegnante comprende quello di  educatrice mi piace che il contesto in cui si dovrebbe educare fosse coerente e non malato e paradossale.

Se poi all'interno della categoria docenti, vi è la presenza di mestieranti e non di professionisti, almeno che io possa attuare delle strategie o progetti che anche mi possano proteggere da loro. E il progetto alimentazione nel mio istituto mi sta servendo sia a risolvere una situazione creata da miei colleghi di abituare al disordine tutti gli studenti, compresi quelli con cui io lavoro, che ad ottenere un successo formativo a proposito del cambio di abitudini dal punto di vista di igiene e salute alimentare degli studenti.

E direi che le cose vanno bene. Questa mattina hanno portato tutti da casa delle sane merende e solo uno aveva portato la coca cola. Io ho portato una bella pera e l'ho mangiata a ricreazione in una delle due classi che ho.
I genitori con cui ho avuto modo di parlare sono entusiasti anche perchè i loro figli alle scuole primarie avevano partecipato ad un progetto di frutta a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 4:37 pm

Giuliainvisita ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Sono solo io a leggeggere un po' di spocchia in queste parole ?

Se fossi spocchioso mi piacerebbe educarti in tal senso.

Mi dispiace che tu parli di spocchia. Ho un'esigenza di lavoro relativa alla coerenza educativa e non sono riuscita a farlo capire.
Se il mio  lavoro di insegnante comprende quello di  educatrice mi piace che il contesto in cui si dovrebbe educare fosse coerente e non malato e paradossale.

Se poi all'interno della categoria docenti, vi è la presenza di mestieranti e non di professionisti, almeno che io possa attuare delle strategie o progetti che anche mi possano proteggere da loro. E il progetto alimentazione nel mio istituto mi sta servendo sia a risolvere una situazione creata da miei colleghi di abituare al disordine tutti gli studenti, compresi quelli con cui io lavoro, che ad ottenere un successo formativo a proposito del cambio di abitudini dal punto di vista di igiene e salute alimentare degli studenti.

E direi che le cose vanno bene. Questa mattina hanno portato tutti da casa delle sane merende e solo uno aveva portato la coca cola. Io ho portato una bella pera e l'ho mangiata a ricreazione in una delle due classi che ho.
I genitori con cui ho avuto modo di parlare sono entusiasti anche perchè i loro figli alle scuole primarie avevano partecipato ad un progetto di frutta a scuola.
Poichè la titolarità educatrice ce l'ha la famiglia e tu (noi) sei solo una collaboratrice, il fatto che la famiglia concordi con la tua linea ti mette dalla parte della ragione  ..... finchè sei in classe.

Uscendo dalla classe incontri gli altri docenti che potrebbero lecitamente pensarla in maniera diversa e non avere un approccio ugualmente integralista (tu diresti coerente). Poco importa se le famiglie di quei ragazzi la pensano come le famiglie dei tuoi, e poco importa se esiste una delibra del consiglio d'istituto; esiste o no la libertà dell'insegnamento ? Se quei docenti, come me, pensano che le direttive alimentari dell'OMS debbano essere prese col beneficio d'inventario, perchè sono fondate sulla lunghezza della vita e non sulla sua qualità, se pensano che le regole siano importanti ma le trasgressioni lo siano altrettanto, e se vogliono comunicare ai loro ragazzi questo modo di vedere la vita, avranno anche il diritto di farlo.

Educare ad una "sana" e non eccessiva trasgressione è, secondo me, il miglior modo di educare (lo dico convintamente) perchè massimizza la felicità di tutti noi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:04 pm

Giuliainvisita ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Sono solo io a leggeggere un po' di spocchia in queste parole ?

Se fossi spocchioso mi piacerebbe educarti in tal senso.

Mi dispiace che tu parli di spocchia. Ho un'esigenza di lavoro relativa alla coerenza educativa e non sono riuscita a farlo capire.
Se il mio  lavoro di insegnante comprende quello di  educatrice mi piace che il contesto in cui si dovrebbe educare fosse coerente e non malato e paradossale.

Se poi all'interno della categoria docenti, vi è la presenza di mestieranti e non di professionisti, almeno che io possa attuare delle strategie o progetti che anche mi possano proteggere da loro. E il progetto alimentazione nel mio istituto mi sta servendo sia a risolvere una situazione creata da miei colleghi di abituare al disordine tutti gli studenti, compresi quelli con cui io lavoro, che ad ottenere un successo formativo a proposito del cambio di abitudini dal punto di vista di igiene e salute alimentare degli studenti.

E direi che le cose vanno bene. Questa mattina hanno portato tutti da casa delle sane merende e solo uno aveva portato la coca cola. Io ho portato una bella pera e l'ho mangiata a ricreazione in una delle due classi che ho.
I genitori con cui ho avuto modo di parlare sono entusiasti anche perchè i loro figli alle scuole primarie avevano partecipato ad un progetto di frutta a scuola.
Eh, no. Questa è proprio spocchia. Se la convenzione c'è (ed io non avevo dubbio che ci fosse) tu devi rispettare, senza coartarla, la volontà delle famiglie. Nessun bambino è morto per aver mangiato qualche patatina fritta. Io vorrei sapere come si fa a stare in piedi,  a studiare e a concentrarsi (ma anche ad insegnare) avendo nello stomaco solo un pezzo di frutta, quindi quasi solo acqua. Lo ripeto,  io sarei imbestialita se un'insegnante volesse impormi cosa dare da mangiare a mio figlio. Se poi lo facesse per avere la vita più tranquilla durante l'intervallo sarei imbestialita il doppio. Tu non sai cosa mangiano i bambini a casa, potrebbero mangiare cibi sanissimi, ma per la merenda a metà mattina si ha necessità di cibi calorici.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:09 pm

E, detto tra di noi, io mai darei a mio figlio frutta da mangiare a scuola,  con il risultato di trovarmi abiti, libri e quaderni appiccicosi ed impiastricciati. E lo stesso vale per me. La frutta si mangia a casa, non a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:29 pm

chicca70 ha scritto:

Eh, no. Questa è proprio spocchia. Se la convenzione c'è (ed io non avevo dubbio che ci fosse) tu devi rispettare, senza coartarla, la volontà delle famiglie. Nessun bambino è morto per aver mangiato qualche patatina fritta. Io vorrei sapere come si fa a stare in piedi,  a studiare e a concentrarsi (ma anche ad insegnare) avendo nello stomaco solo un pezzo di frutta, quindi quasi solo acqua. Lo ripeto,  io sarei imbestialita se un'insegnante volesse impormi cosa dare da mangiare a mio figlio. Se poi lo facesse per avere la vita più tranquilla durante l'intervallo sarei imbestialita il doppio. Tu non sai cosa mangiano i bambini a casa, potrebbero mangiare cibi sanissimi, ma per la merenda a metà mattina si ha necessità di cibi calorici.

Ma quale pancia piena solo di frutta!
Oggi abbiamo fatto alla lavagna (e sul loro quaderno) un lungo elenco di merende leggere e più pesanti.
Vi sono i panini (delle dimensioni che vogliono) che invece di essere ripieni di roba fritta hanno all'interno alimenti più leggeri e più sani. Dal prosciutto con insalata (che è di sanità media), a quelli ripieni di mozzarella e pomodori, di marmellata fatta in casa o al limite comprata, di frittata fatta al forno, con melenzane grigliate e alla parmigiana leggera. Panini ripeini di miele e banana. Tost con formaggio fresco o tuma e insalata oppure ripieni di spinaci e tuma. Tortino di patate al forno.
Per pranzo (se devono restare per il pomeriggio) panino con petto di pollo grigliato e insalata o pomodori, Insalatone in vaschetta con lattuga, pomodoro, mais, uovo sodo. Insalata di riso leggera (ossia senza sottaceti ma con pisellini, pomodoro a dadini, prosciutto, pezzettini di formaggio fresco), insalata di patate lessate, tc etc.
La frutta come macedonie senza succhero da accompagnare con una semplice focaccia.
Niente salame, patatine, wustel e altre robe varie pesanti come piombo.
Per quanto riguarda i panini possono essere autonomi a farli da soli, per il resto possono dare delle buone idee ai genitori che devono preparare la loro merenda sia per metà mattinata che per la pausa pranzo (visto che si trattengono alcuni giorni per il pomeriggio per svolgere le lezioni di strumento musicale).

Inoltre questo lavoro laboratoriale mi servirà per far fare loro ricerche nei ricettari di mammà e far utilizzare il vocabolario.

Quindi, Avido e chicca, non mi pare che ci siano i presupposti per fare la fame, ma piuttosto per imparare a scrivere e mangiare correttamente e anche per apprendere come fare ricerche ed esperimenti (di cucina).

I colleghi di scienze e di tecnologia si occuperanno di far apprendere nozioni sull'alimentazione (cosa sono le proteine, i lipidi, le vitamine, i sali minerali). La collega di matematica si occuperà di far lavorare sui grafici.

Che dite?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:40 pm

Mi sembra una questione di puntiglio più che altro. Ma va bene, insegni italiano immagino e hai deciso di insegnare a scrivere sui cibi. Non ci vedo nulla di male. C'è chi fa scrivere il pensierino su cosa ha fatto d'estate e c'è chi lo fa scrivere su cosa si può mangiare. Autonomia.

Resta fermo che se qualcuno si incavola perchè desidererebbe una bevanda calda a metà mattina, durante l'intervallo dalle lezioni, c'è un distributore di bevande regolarmente autorizzate e tu ne impedisci l'utilizzo, un richiamino magari te lo prendi, ma mi sembra che tu lo stia cercando quindi bene così


Citazione :
Per quanto riguarda i panini possono essere autonomi a farli da soli, per il resto possono dare delle buone idee ai genitori che devono preparare la loro merenda sia per metà mattinata che per la pausa pranzo (visto che si trattengono alcuni giorni per il pomeriggio per svolgere le lezioni di strumento musicale).


Giuro (perchè è capitato quindi lo so perfettamente ) che se qualche insegnante si permette di suggerire con insistenza che i miei figli possono farsi i panini da soli o che io debba preparare la merenda di metà mattina e il pranzo, quando invece per mia comodità o perchè mi gira così ho deciso che la merenda e il pranzo i miei ragazzi lo comprano fuori.... faccio una strage, di sicuro.

Va bene educazione alimentare, va bene tutto ma la tua mi sembra una ingerenza indebita in questioni che non ti riguardano.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:47 pm

Ire, nessuno è obbligato. Ma vedo che stanno prendendo la cosa a cuore tutti i miei alunni e anche i genitori che mi conoscono.

Gli alunni si recano al distributore per prendere (a volte) l'acqua quando a loro finisce. Ma noto che non hanno più la frenesia di andare a prendere la merendina confezionata anche quando ci sono i colleghi.

Se la mia è ingerenza indebita per dei genitori vi farò sapere, ma per adesso vedo solo entusiasmo e voglia di provare.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:49 pm

Oltretutto tanti genitori mi hanno detto che sono d'accordo perchè oltre al fatto che i ragazzi mangiano finalmente cose sane anche vi è un risparmio ragguardevole.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:51 pm

bene. Fai le cose con equilibrio e magari ti ringrazieranno davvero.

Sul fatto che nessuno sia obbligato, questo è certo, ma se c'è una famiglia che per affari suoi (e possono essere anche assolutamente validi, non riesce a organizzare il pasto esterno se non in quel modo, il fatto che il figliolo vada a casa e dica che la professoressa ha detto che ..... rompe davvero, e può essere antipatico.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1854
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 7:54 pm

oddio... pranzo con petto di pollo grigliato, insalatone, insalata di riso leggera...
... mi vado a suicidare con una bomba alla crema o un maritozzo alla panna...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 8:01 pm

chicca70 ha scritto:
E, detto tra di noi, io mai darei a mio figlio frutta da mangiare a scuola,  con il risultato di trovarmi abiti, libri e quaderni appiccicosi ed impiastricciati. E lo stesso vale per me. La frutta si mangia a casa, non a scuola.
Non si cancellerà mai dalla mia memoria una banana che portai in uscita didattica quando ero alle elementari; povero zainetto !
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 8:05 pm

Giuliainvisita ha scritto:
chicca70 ha scritto:

Eh, no. Questa è proprio spocchia. Se la convenzione c'è (ed io non avevo dubbio che ci fosse) tu devi rispettare, senza coartarla, la volontà delle famiglie. Nessun bambino è morto per aver mangiato qualche patatina fritta. Io vorrei sapere come si fa a stare in piedi,  a studiare e a concentrarsi (ma anche ad insegnare) avendo nello stomaco solo un pezzo di frutta, quindi quasi solo acqua. Lo ripeto,  io sarei imbestialita se un'insegnante volesse impormi cosa dare da mangiare a mio figlio. Se poi lo facesse per avere la vita più tranquilla durante l'intervallo sarei imbestialita il doppio. Tu non sai cosa mangiano i bambini a casa, potrebbero mangiare cibi sanissimi, ma per la merenda a metà mattina si ha necessità di cibi calorici.

Ma quale pancia piena solo di frutta!
Oggi abbiamo fatto alla lavagna (e sul loro quaderno) un lungo elenco di merende leggere e più pesanti.
Vi sono i panini (delle dimensioni che vogliono) che invece di essere ripieni di roba fritta hanno all'interno alimenti più leggeri e più sani. Dal prosciutto con insalata (che è di sanità media), a quelli ripieni di mozzarella e pomodori, di marmellata fatta in casa o al limite comprata, di frittata fatta al forno, con melenzane grigliate e alla parmigiana leggera. Panini ripeini di miele e banana. Tost con formaggio fresco o tuma e insalata oppure ripieni di spinaci e tuma. Tortino di patate al forno.
Per pranzo (se devono restare per il pomeriggio) panino con petto di pollo grigliato e insalata o pomodori, Insalatone in vaschetta con lattuga, pomodoro, mais, uovo sodo. Insalata di riso leggera (ossia senza sottaceti ma con pisellini, pomodoro a dadini, prosciutto, pezzettini di formaggio fresco), insalata di patate lessate, tc etc.
La frutta come macedonie senza succhero da accompagnare con una semplice focaccia.
Niente salame, patatine, wustel e altre robe varie pesanti come piombo.
Per quanto riguarda i panini possono essere autonomi a farli da soli, per il resto possono dare delle buone idee ai genitori che devono preparare la loro merenda sia per metà mattinata che per la pausa pranzo (visto che si trattengono alcuni giorni per il pomeriggio per svolgere le lezioni di strumento musicale).

Inoltre questo lavoro laboratoriale mi servirà per far fare loro ricerche nei ricettari di mammà e far utilizzare il vocabolario.

Quindi, Avido e chicca, non mi pare che ci siano i presupposti per fare la fame, ma piuttosto per imparare a scrivere e mangiare correttamente e anche per apprendere come fare ricerche ed esperimenti (di cucina).

I colleghi di scienze e di tecnologia si occuperanno di far apprendere nozioni sull'alimentazione (cosa sono le proteine, i lipidi, le vitamine, i sali minerali). La collega di matematica si occuperà di far lavorare sui grafici.

Che dite?
La stai gestendo al meglio, tranne che sul versante dell'autodeterminazione dei popoli. 10 in tutto 2 in diritto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia



Messaggi : 985
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 8:13 pm

Giuliainvisita ha scritto:
...
Oggi abbiamo fatto alla lavagna (e sul loro quaderno) un lungo elenco di merende leggere e più pesanti.
...
Tutto molto pregevole, ma c'è un frigorifero per conservare in modo sano e adeguato gli alimenti per pranzo? Penso soprattutto all'insalata di riso leggera con il pomodoro a dadini. Secondo te perché si mettono i sottaceti nell'insalata di riso e solo raramente le verdure fresche?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 8:15 pm

chicca70 ha scritto:
E, detto tra di noi, io mai darei a mio figlio frutta da mangiare a scuola,  con il risultato di trovarmi abiti, libri e quaderni appiccicosi ed impiastricciati. E lo stesso vale per me. La frutta si mangia a casa, non a scuola.





Ah no? Io gliel'ho sempre data, soprattutto d'estate: albicocche, spicchi di mela, grappoli d'uva, mandarini. Le ho dato anche pomodorini e carote: mai avuto problemi con il bucato. Alla materna entrano fino alle 9 e pranzano alle 12.30: direi che è più che sufficiente.
Basta metterle in un recipiente di plastica e basta un bambino di intelligenza medio-bassa a gestirla.
Ora alle elementari le passano la merenda e già mi tocca aspirare briciole di cracker e plumcake dalla tasca dello zaino, dove la maestra fa riporre gli avanzi. Le danno anche loro le banane. Immagino che quando sarà al liceo sarà in grado di sbucciarsi un'arancia senza impiastricciarsi i quaderni
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 8:27 pm

Giuliainvisita ha scritto:
chicca70 ha scritto:

Eh, no. Questa è proprio spocchia. Se la convenzione c'è (ed io non avevo dubbio che ci fosse) tu devi rispettare, senza coartarla, la volontà delle famiglie. Nessun bambino è morto per aver mangiato qualche patatina fritta. Io vorrei sapere come si fa a stare in piedi,  a studiare e a concentrarsi (ma anche ad insegnare) avendo nello stomaco solo un pezzo di frutta, quindi quasi solo acqua. Lo ripeto,  io sarei imbestialita se un'insegnante volesse impormi cosa dare da mangiare a mio figlio. Se poi lo facesse per avere la vita più tranquilla durante l'intervallo sarei imbestialita il doppio. Tu non sai cosa mangiano i bambini a casa, potrebbero mangiare cibi sanissimi, ma per la merenda a metà mattina si ha necessità di cibi calorici.

Ma quale pancia piena solo di frutta!
Oggi abbiamo fatto alla lavagna (e sul loro quaderno) un lungo elenco di merende leggere e più pesanti.
Vi sono i panini (delle dimensioni che vogliono) che invece di essere ripieni di roba fritta hanno all'interno alimenti più leggeri e più sani. Dal prosciutto con insalata (che è di sanità media), a quelli ripieni di mozzarella e pomodori, di marmellata fatta in casa o al limite comprata, di frittata fatta al forno, con melenzane grigliate e alla parmigiana leggera. Panini ripeini di miele e banana. Tost con formaggio fresco o tuma e insalata oppure ripieni di spinaci e tuma. Tortino di patate al forno.
Per pranzo (se devono restare per il pomeriggio) panino con petto di pollo grigliato e insalata o pomodori, Insalatone in vaschetta con lattuga, pomodoro, mais, uovo sodo. Insalata di riso leggera (ossia senza sottaceti ma con pisellini, pomodoro a dadini, prosciutto, pezzettini di formaggio fresco), insalata di patate lessate, tc etc.
La frutta come macedonie senza succhero da accompagnare con una semplice focaccia.
Niente salame, patatine, wustel e altre robe varie pesanti come piombo.
Per quanto riguarda i panini possono essere autonomi a farli da soli, per il resto possono dare delle buone idee ai genitori che devono preparare la loro merenda sia per metà mattinata che per la pausa pranzo (visto che si trattengono alcuni giorni per il pomeriggio per svolgere le lezioni di strumento musicale).

Inoltre questo lavoro laboratoriale mi servirà per far fare loro ricerche nei ricettari di mammà e far utilizzare il vocabolario.

Quindi, Avido e chicca, non mi pare che ci siano i presupposti per fare la fame, ma piuttosto per imparare a scrivere e mangiare correttamente e anche per apprendere come fare ricerche ed esperimenti (di cucina).

I colleghi di scienze e di tecnologia si occuperanno di far apprendere nozioni sull'alimentazione (cosa sono le proteine, i lipidi, le vitamine, i sali minerali). La collega di matematica si occuperà di far lavorare sui grafici.

Che dite?
Cosa dico??? Che è roba da matti! !! Pensa ad insegnare la tua materia,  invece di inculcare queste manie di ortoressia. Quindi se io fossi una brava madre mi alzerei alle 4 per preparare il tortino di patate da dare a mio figlio per merenda?  Sì,  ciao!!! Il tortino di patate lo mangia per cena. Il panino al miele?  Buonissimo ma a casa, per colazione,  prima di vestirsi per uscire. La macedonia? Per ritrovarmi una palude nello zaino. Il pranzo che proponi è un'istigazione al suicidio.  Ti posso garantire che,  prima o poi,  un richiamo formale ti arriva. Mi viene un sospetto. Il paninaro,  per caso,  è un tuo ex che ti ha abbandonato?  Solo in questo caso potrei capire tanta agitazione per un argomento che assolutamente non ti compete.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 10:17 pm

chicca70 ha scritto:

Cosa dico??? Che è roba da matti! !! Pensa ad insegnare la tua materia,  invece di inculcare queste manie di ortoressia. Quindi se io fossi una brava madre mi alzerei alle 4 per preparare il tortino di patate da dare a mio figlio per merenda?  Sì,  ciao!!! Il tortino di patate lo mangia per cena. Il panino al miele?  Buonissimo ma a casa, per colazione,  prima di vestirsi per uscire. La macedonia? Per ritrovarmi una palude nello zaino. Il pranzo che proponi è un'istigazione al suicidio.  Ti posso garantire che,  prima o poi,  un richiamo formale ti arriva. Mi viene un sospetto. Il paninaro,  per caso,  è un tuo ex che ti ha abbandonato?  Solo in questo caso potrei capire tanta agitazione per un argomento che assolutamente non ti compete.

Chicca, ce l'hai con me?
Come dice lucetta esistono dei piccoli recipienti di plastica. Io ti dico che a mio figlio faccio usare uno rettangolare, di proporzione adatta per conservarlo nello zaino. Nel contenitore si può riporre il tortino di patate (basta prepararlo la sera prima per la cena di tutti e poi conservarne un pezzo per l'indomani. Il tortino freddo è buonissimo e migliore di quello caldo), o un altro piccolo contenitore per la macedonia e all'occorrenza anche si può mettere dentro  il panino con il miele e la banana. Così non si spiaccicano. Addirittura hanno un piccolo scomparto dove riporre la forchetta, cucchiaio e il tovagliolo di carta.
I giapponesi sono famosi nel prepararsi dei buoni pranzi o merende riponendoli in contenitori di plastica.

Essendoci la libertà di insegnamento ho facoltà di utilizzare tecniche, metodologie e inventarmi i laboratori che voglio per arrivare all'obiettivo di far apprendere l'italiano. L'importante che alla fine oltre ad apprendere l'analisi grammaticale, logica, del periodo e testuale sappiano, a fine triennio scuola secondaria di primo grado, anche scrivere bene sia testi poetici che descrittivi, narrativi, argomentativi, informativi, regolativi.

Poi le battute sul paninaro te le puoi risparmiare. Siamo in un forum per insegnanti e non in un cortile fra vecchie comari con la lingua lunga.

Poi che richiamo formale dovrebbe arrivarmi e perchè? Perchè me lo auguri tu?
Mi pare che invece di discutere di didattica e scambiarci consigli qui si miri a fare sterile polemica.

Ecco qui un contenitore per il pranzo o la merenda che dicevo, ma esistono di tutte le forme. Ma si possono usare tranquillamente anche quelli che sono indicati per conservare piccole quantità di cibo in frigorifero o in freezer.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 10:45 pm

Giuliainvisita ha scritto:
chicca70 ha scritto:

Cosa dico??? Che è roba da matti! !! nvece di inculcare queste manie di ortoressia. Quindi se io fossi una brava madri alzerei alle 4 per preparare il tortino di patate da dare a mio figlio per merenda?  Sì,  ciao!!! Il . rtino di patate lo mangia per cena. Il panino al miele?  Buonissimo ma a casa, per colazione,  prima di vestirsi per uscire. La macedonia? Per ritrovarmi una palude nello zaino. Il pranzo che proponi è un'istigazione al suicidio.  Ti posso garantire che,  prima o poi,  un richiamo formale ti arriva. Mi vilibertà dininsegnamento Il paninaro,  per caso,  è un tuo ex che ti ha abbandonato?  Solo in qnulla sto caso potrei capire taprima ogitazione per un argo capiterà sicurotamente non ti compete.

Chicca, ce l'hai con me?
E perchè? Perchè non sai cucinare e non sai preparare neanche un panino a tuo figlio e quindi preferisci che si compri le le pizzette e i calzoni untuosi?
Come dice lucetta esistono dei piccoli contenitori di plastica. Io ti dico che a mio figlio faccio usare quelli quadrangolari e lunghi di proporzioni adatte da conservare nello zaino dove riporre (naturalmente non tutto insieme) sia il tortino di patate (basta prepararlo la sera prima per la cena di tutti e poi conservarne un pezzo per l'indomani. Il tortino freddo è buonissimo e meglio di quello caldo), che la macedonia e all'occorrenza anche per metterci dentro anche il panino con il miele e anche la banana. Così non si spiaccicano. Addirittura hanno un piccolo scomparto dove riporre la forchetta, cucchiaio e il tovagliolo di carta.
I giapponesi sono famosi nel prepararsi dei buoni pranzi riponendoli in contenitori di plastica.

Essendoci la libertà di insegnamento ho facoltà di utilizzare tecniche, metodologie e inventarmi i laboratori che voglio per arrivare all'obiettivo di far apprendere l'italiano. L'importante che alla fine oltre a sapere l'analisi grammaticale, logica, del periodo e testuale sappiano, a fine triennio scuola secondaria di primo grado, anche scrivere bene sia testi poetici che descrittivi, narrativi, argomentativi, informativi, regolativi.

Poi le battute sul paninaro te le puoi risparmiare. Siamo in un forum per insegnanti e non in un cortile fra vecchie comari con la lingua lunga.

Poi che richiamo formale dovrebbe arrivarmi e perchè? Perchè me lo auguri tu?

Ecco qui un contenitore per il pranzo o la merenda che dicevo
Io  cucino benissimo a pranzo e a cena (non schifezze insulse come quelle che pproponi tu); i tortini freddi mi fanno schifo, cosi come i panini al prosciutto con il prosciutto rimasto per ore fuori dal frigo o la macedonia preparata ore prima (che dà come risultato una bella diarrea). A me piace mangiare cibi appena preparati, se non e' possibile preferisco una merendina confezionata che, per la sscuola,  è la soluzione migliore,  più igienica e meno sporcante.
Il richiamo puoi prendertelo non pperché lo dico io ma perché intervieni a gamba tesa nelle scelte delle famiglie,  andando contro le decisioni prese dalla scuola senza avere alcuna autorizzazione a farlo. Te lo dico chiaramente: se mio figlio fosse nella tua classe sarei già andata in presidenza a protestare perché non si può tollerare una insegnante che mira a screditare i genitori degli alunni di fronte ai loro figli  se non si comportano come lei ritiene giusto e che pretende di obbligare decine di famiglie a seguire la sua dieta talebana. La liberta di insegnamento riguarda la tua disciplina non altri argomenti che con essa non hanno nulla a che vedere. Vedrai che prima o poi una protesta ti capita di sicuro.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 10:48 pm

Vabbe, Chicca. Tu fai sterile polemica e basta. Sei solo un'invidiosa. Scommetto che userai tutti i miei consigli per fare un progetto tu stessa e per preparare per tuo figlio una merenda.
Passo e chiudo.
E stato un dispiacere parlare con gente come te.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 11:11 pm

Ma che noia...

Quasi quasi torno a litigare su un forum di mamme dove è in corso una svalvolatissima discussione sulle delizie dell'homeschooling!
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Ven Set 18, 2015 11:34 pm

Giuliainvisita ha scritto:
Vabbe, Chicca. Tu fai sterile polemica e basta. Sei solo un'invidiosa. Scommetto che userai tutti i miei consigli per fare un progetto tu stessa e per preparare per tuo figlio una merenda.
Passo e chiudo.
E stato un dispiacere parlare con gente come te.
Invidiosa? Io insegno al liceo,  dove ci si occupa di altro e non certo della merenda degli studenti,  e mio figlio si sceglie da solo cosa vuole mangiare. Grazie a dio ho interessi un po' più vasti rispetto alla preparazione di merende casalinghe. A me fanno paura le persone che si propongono di rendere gli altri migliori (secondo il loro punto di vista) e che fanno crociate per il bene dell'umanità. Mi fanno molta paura.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Sab Set 19, 2015 12:16 am

chicca70 ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:
Vabbe, Chicca. Tu fai sterile polemica e basta. Sei solo un'invidiosa. Scommetto che userai tutti i miei consigli per fare un progetto tu stessa e per preparare per tuo figlio una merenda.
Passo e chiudo.
E stato un dispiacere parlare con gente come te.
Invidiosa? Io insegno al liceo,  dove ci si occupa di altro e non certo della merenda degli studenti,  e mio figlio si sceglie da solo cosa vuole mangiare. Grazie a dio ho interessi un po' più vasti rispetto alla preparazione di merende casalinghe. A me fanno paura le persone che si propongono di rendere gli altri migliori (secondo il loro punto di vista) e che fanno crociate per il bene dell'umanità. Mi fanno molta paura.

Io, grazie a Dio, ho il cervello più esteso rispetto a chi lo ha completamente ristretto. Ed ho molta paura di chi preferisce che le cose anche se vanno male si devono mantenere tali anche se ci si sta male.
Se nei licei c'è parecchia gente che la pensa come te, le nuove classi dirigenti continueranno a deficitare di buon senso e non solo in alimentazione.

Se fosse così allora tifo per gli istituti tecnici e professionali.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Sab Set 19, 2015 1:31 am

chicca70 ha scritto:

Mi viene un sospetto. Il paninaro,  per caso,  è un tuo ex che ti ha abbandonato?  Solo in questo caso potrei capire tanta agitazione per un argomento che assolutamente non ti compete.

Suvvia Giulia! Adesso è arrivato il mio momento di dirti di lasciare perdere qualcuno.

La frase qui sopra in neretto di chicca è rivelatoria.
Non hai capito che se il tuo progetto alimentare si propagasse giusto giusto proprio nella scuola di chicca il suo moroso paninaro (o fornitore di distributori automatici di merendine) finirebbe di fare affari??? Ecco perchè ce l'ha con te!
Meglio continuare a rimpinzare il figlio di chicca di schifezze confezionate.
Ma che vuoi guastafeste?!
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1854
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola   Sab Set 19, 2015 5:50 am

In questa discussione c'è un bel campionario di cose che farebbero guadagnare punti all'intera categoria.... se solo i genitori leggessero:
- velleitarismo
- talebanesimo
- marcamento del territorio
- arte del sospetto e dell'invidia
- lotta nel fango tra femmine svestite
Ma vi prego, continuate pure, mi sto divertendo un mondo!
Tornare in alto Andare in basso
 
Macchinette distributrici di merendine e panini venduti a scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Nuovo disegno di legge e corsi per onicotecnici
» [articolo] Lezione di sesso troppo esplicita
» Darwin fatto a pezzi sulla Rai
» chi o cosa ha creato tutto
» Religione nella scuola materna

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: