Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
AutoreMessaggio
lamannafranca



Messaggi : 1604
Data d'iscrizione : 23.01.13
Età : 49
Località : Martina Franca(Ta)

MessaggioOggetto: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Mar Set 15, 2015 1:04 pm

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno, ho fatto richiesta,e mi hanno già contattata,per intervenire stasera al programma su radiouno "Zapping",dove ci sarà il ministro Giannini.
Chiedo alla redazione se posso parlare a nome del forum di Orizzontescuola o preferite che parli a nome di un forum generico di docenti ?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 4:28 pm

Beh si... non bisogna essere estremi in queste cose. Solo dosare bene i fattori di rischio, soprattutto se i cibi son preparati secondo tradizione e sono di un buono irresistibile. Quando raggiungo gli amici toscani non mi permetto di fare storie sui piatti di carne. Ma da nesuna parte in realtà, sono allergico alle diete. :0))

Mi sa che molti prodotti sono gli stessi che compro io, ormai sono "a rota" anche con detersivi e cosmetici vari certificati bio (Coop e Lidl infatti, e una selezione di marche varie dalle catene più attente a queste esigenze), semplicemente perché comprandoli per "provare" mi sono accorto che pure quella leggera dermatite che a intervalli mi faceva la comparsa beffarda non si fa più vedere. Non bazzico più i petrolati e i parabeni da più di un annetto, e ormai conoscendo a memoria il numero di "teschi" presenti negli INCI di certi prodotti molto pubblicizzati, persino coi bimbi e tanto di slogan basati su parole quali "ultra delicato", penso alle truffe legalizzate come quella delle sigarette. Non oso immaginare quali scritte di avvertenza del rischio dovrebbero essere apposte su quei flaconi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 4:46 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Per es. la campagna per la promozione della soia (in tutte le salse e proprio il caso di dire), proposta come toccasana a partire dai grandi produttori americani, che però secondo alcuni farebbe tutt'altro che bene.
Per non farla lunga, ti rispondo con la proposta di un temino. La coltivazione della soia è antichissima, sembra che i cinesi la coltivino da millenni. In Europa fu introdotta qualche secolo fa, ma è sempre stata una coltivazione relegata ai margini della tradizione agronomica europea, soprattutto quella mediterranea. La soia ha sfondato quando è stata eletta al rango di coltura industriale come oleoproteaginosa per eccellenza. Mai mangiato i fagioli di soia? Ne dubito, anche perché i semi di soia non sono il massimo dal punto di vista dietetico, anzi, da agronomo ho imparato che i semi di soia possono comportare parecchi problemi agli animali domestici, se introdotti tal quali nella loro dieta. Eppure i sottoprodotti della lavorazione della soia rientrano spesso tra i componenti dell'industria mangimistica come integratori proteici della dieta di animali, sia per la produzione del latte sia per la produzione della carne.
Da "mediterranei", abbiamo sempre fatto a meno dell'ingrediente soia nella nostra dieta. La salubrità della dieta mediterranea è universalmente conosciuta, sicuramente superiore a quella della dieta dei nordamericani, in cui i derivati della soia hanno radici più antiche rispetto alla nostra dieta. Mi si dimostri che friggere le patate nella margarina o nell'olio di semi di soia sia più salutare che farlo nell'olio d'oliva. Mi si dimostri che il "latte" di soia ha proprietà dietetiche superiori a quelle di un latte vaccino munto e conservato secondo tutti i canoni. Che un wurstel "tagliato" con derivati della soia sia più salutare di un salsicciotto nostrano preparato esclusivamente con carni suine. Che un prodotto dolciario preparato usando grassi idrogenati derivati, guarda caso, dall'idrogenazione dei grassi polinsaturi della soia, sia più salutare di una crostata preparata dalla nonna usando come ingrediente della pasta frolla il tradizionale burro. Insomma...
Fatti una decina d'anni di dieta a base di patatine fritte nell'olio di semi di soia invece che nell'olio d'oliva e poi riparliamone vedendo in quali condizioni versa il tuo fegato o il tuo intestino a causa dell'impatto sistematico dei radicali liberi assunti nel processo digestivo.

Appunto, nel dubbio meglio preferire le buone tradizioni meditarranee.
Anche sta storia della proprietà della soia di tenere sotto controllo il colesterolo non mi pare così certificata.

Giancarlo Dessì ha scritto:

Citazione :
Oppure la questione del BIO (su quello preferisco spendere in effetti).
Oddio... Concordo sul fatto che un ortaggio prodotto senza l'uso della chimica sia più salutare di un cocktail di insetticidi, erbicidi, anticrittogamici e via dicendo. Ma non esageriamo trincerandoci nel talibanismo becero. Le proteine contenute nelle piante sono prodotte usando l'azoto assorbito in forma minerale (sotto forma i ioni nitrato). Che questi ioni nitrato provengano dalla solubilizzazione del nitrato ammonico somministrato con la concimazione azotata o dalla mineralizzazione microbica dei composti azotati del letame e dalla successiva ossidazione dell'azoto ammoniacale da parte dei batteri nitrificanti presenti nel terreno, per le piante non fa alcuna differenza: le loro radici assorbono sempre e comunque ioni nitrato. L'unico aspetto negativo è che un eccesso di azoto nitrico nel terreno porta le piante a fare una scorpacciata e accumulare un po' di azoto minerale in eccesso nelle foglie. Con spiacevoli ripercussioni sulla nostra fisiologia se ci alimentiamo alla grande con teneri spinaci e tenere lattughine ottenute grazie a laute concimazioni azotate. Ma questo vale a prescindere dal tipo di concime. Che mangio lattuga concimata a botte di nitrato ammonico o lattuga biologica concimata alla grande a botte di un concime biologico ricco di azoto con un rapporto C/N basso in un ambiente caldo, come le zone mediterranee, l'effetto non cambia: i nitrati li assumo ugualmente, con tutto quello che poi possono fare dentro le nostre cellule quando entrano nei processi che producono nitrosammine.

Aiutooooooo

Giancarlo Dessì ha scritto:

Citazione :
O gli effetti ancora non chiari del massiccio uso dell'olio di palma (quasi impossibile trovare un prodotto dociario che non lo contenga).
Tutto 'sto bailamme terroristico generato dall'olio di palma mi fa sinceramente ridere. Insomma, se si usano grassi idrogenati derivati dalla soia va bene, ma se sono derivati dall'olio di palma allora apriti cielo! Quando mai l'industria dolciaria ha fatto uso del burro per preparare le merendine? Il burro o lo strutto lo usavano le nostre nonne. La ferrero e la perugina e anche la bistefani, quella del "ma chi sono, babbo natale?", usano grassi idrogenati o, comunque, grassi a basso tenore di acidi grassi insaturi. Che siano grassi saturi derivati dall'idrogenazione industriale dei grassi della soia o derivati dall'olio di palma... sticazzi... tanto il burro non lo utilizzano ugualmente.
Se poi devo scegliere tra un piatto di patatine fritto nell'olio di palma o un piatto di patatine fritto nell'olio "Cuore", non ho alcun dubbio: scelgo l'olio di palma. Sicuramente il rischio di beccarmi qualche tumore al tubo digerente è più basso.

Interessante, un punto di osservazione più ragionato e meno allarmistico, sicuramente da approfondire.

Giancarlo Dessì ha scritto:

Citazione :
Sugli OGM non chiedo nemmeno, dato che è un capitolo infinito quanto controverso ormai da anni.
Ecco, sugli OGM è meglio sorvolare. Io non ne faccio una questione "dietetica", la mia posizione nei confronti degli OGM è più complessa e coinvolge aspetti politici, economici e, soprattutto, ecologici. Ma il discorso si farebbe piuttosto complesso. Gli OGM tipo soia RR o mais BT o cotone BT (che poi, quest'ultimo, poco ha a che vedere con aspetti dietetici) sono il "male". OGM come il Golden Rice, invece, erano un bel progetto, naufragato a causa del veterotalibanismo degli ambientalisti puri.

Risultato? ci alimentiamo quotidianamente con una miriade di alimenti che contengono qualche ingrediente industriale a base di grassi derivati da soia transgenica o di amidi derivati da mais transgenico, ci vestiamo indossando indumenti a base di cotone indiano prodotto da piante transgeniche, andiamo in auto con pneumatici prodotti con cotone transgenico. Tutti OGM coperti da brevetti che tutelano gli interessi di alcune multinazionali (non sono tante, sono semplicemente due). In compenso, l'unico OGM che i talibanambientalisti sono riusciti a bloccare è il Golden Rice, l'unico OGM il cui brevetto è stato ceduto a beneficio delle popolazioni povere la cui base alimentare è rappresentata dal riso. Con tanti saluti a quelle centinaia di migliaia di bambini del sudest asiatico che crescono a stento a causa di una carenza di carotenoidi nella loro dieta. i seguaci di Vandana Shiva possono essere fieri della loro opera: i bambini filippinini continuano ad avere un'alimentazione carente in vitamina A, in compenso il cotone transgenico coltivato in India e la soia transgenica coltivata in nordamerica vanno alla grande. Con tanti ringraziamenti da Monsanto.
Minchia se siamo messi male...

Ecco questa parte è quella su cui sono più informato.
La storia delle colture Raundup Ready e la sorte del Golden Rice in particolare...
Concordo perfettamente!

Grazie mille Giancarlo, sempre prezioso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 4:47 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Beh si... non bisogna essere estremi in queste cose. Solo dosare bene i fattori di rischio, soprattutto se i cibi son preparati secondo tradizione e sono di un buono irresistibile. Quando raggiungo gli amici toscani non mi permetto di fare storie sui piatti di carne. Ma da nesuna parte in realtà, sono allergico alle diete. :0))

Mi sa che molti prodotti sono gli stessi che compro io, ormai sono "a rota" anche con detersivi e cosmetici vari certificati bio (Coop e Lidl infatti, e una selezione di marche varie dalle catene più attente a queste esigenze), semplicemente perché comprandoli per "provare" mi sono accorto che pure quella leggera dermatite che a intervalli mi faceva la comparsa beffarda non si fa più vedere. Non bazzico più i petrolati e i parabeni da più di un annetto, e ormai conoscendo a memoria il numero di "teschi" presenti negli INCI di certi prodotti molto pubblicizzati, persino coi bimbi e tanto di slogan basati su parole quali "ultra delicato", penso alle truffe legalizzate come quella delle sigarette. Non oso immaginare quali scritte di avvertenza del rischio dovrebbero essere apposte su quei flaconi.

Io e mia moglie usiamo da anni sapone marsiglia che prepariamo in casa riciclando l'olio delle fritture. Ogni anno dedico un po' del mio tempo libero alla paziente raccolta di alcune erbe che io e mia moglie trattiamo per preparare ingredienti base (erbe essiccate, oli essenziali, estratti oleosi o alcolici, ecc.). Mia moglie prepara un olio balsamico che batte quattro a zero e palla al centro il miglior voltaren. Setacciamo la cenere di legna per usarla come sgrassante e smacchiante laddove i detersivi non bastano. Eppure non siamo nemici della chimica. In casa ci sono sia prodotti "bio", che ci prepariamo da noi, sia prodotti ordinari, comprati al supermercato. Mia moglie è un po' sensibile alle dermatiti, io ho una pelle d'elefante. Pensa che manipolo soda caustica e acido muriatico diluiti o varecchina pura senza usare i guanti. Pensa che ho passato l'estate a tirare su un altro pezzo di intonaco manipolando ogni giorno il premiscelato senza usare i guanti. :-D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 4:57 pm

Ciccio.8 ha scritto:

Appunto, nel dubbio meglio preferire le buone tradizioni meditarranee.
Anche sta storia della proprietà della soia di tenere sotto controllo il colesterolo non mi pare così certificata.
Il colesterolo lo tieni sotto controllo con una dieta ricca di grassi insaturi e povera di grassi saturi. Quale fonte di grasso sotto questo aspetto può competere con gli oli vegetali? L'olio d'oliva, per citarne uno :-D
Storicamente il problema del colesterolo è un problema atavico delle popolazioni sovralimentate del nord europa e del nordamerica. Da noi si è diffuso solo più di recente, soprattutto quando gli alimenti di origine animale hanno iniziato a prevalere nella nostra dieta.
Gli anglosassoni friggono tutto nel burro o nello strutto, noi nell'olio d'oliva. È naturale che il problema del colesterolo colpisca soprattutto loro. Ma basta tagliare un pochino su carne, latte, burro, uova, ecc. e integrare con grassi vegetali per ridimensionare questi problemi senza dover ricorrere alla soia miracolosa.
Anche perché i grassi idrogenati derivati dalla soia non credo siano così miracolosi contro il colesterolo.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 5:03 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:

Io e mia moglie usiamo da anni sapone marsiglia che prepariamo in casa riciclando l'olio delle fritture. Ogni anno dedico un po' del mio tempo libero alla paziente raccolta di alcune erbe che io e mia moglie trattiamo per preparare ingredienti base (erbe essiccate, oli essenziali, estratti oleosi o alcolici, ecc.). Mia moglie prepara un olio balsamico che batte quattro a zero e palla al centro il miglior voltaren. Setacciamo la cenere di legna per usarla come sgrassante e smacchiante laddove i detersivi non bastano. Eppure non siamo nemici della chimica. In casa ci sono sia prodotti "bio", che ci prepariamo da noi, sia prodotti ordinari, comprati al supermercato. Mia moglie è un po' sensibile alle dermatiti, io ho una pelle d'elefante. Pensa che manipolo soda caustica e acido muriatico diluiti o varecchina pura senza usare i guanti. Pensa che ho passato l'estate a tirare su un altro pezzo di intonaco manipolando ogni giorno il premiscelato senza usare i guanti. :-D

Oddio,
la soda caustica... ce l'ho, anzi, celo (ti cadaverizza le manine per un bel po' però), mi è bastata una volta, poi guanti spessi,
anche vari acidi, il nitrico (per incisione) è una roba che non ti dico.
La varechina celo, oooeeeh con tutte le pareti che ho dovuto preparare per essere dipinte, ti lascia quel caratteristico giallo simil fumatore incallito ma puzzolente per tre giorni simil non so che.
Il premiscelato mi frega sempre, ogni marca poi ti lascia una texture di screpolatura tutta sua, non so se favorisce la lettura del futuro ma di certo mi fa capire benissimo ogni volta quanto so' scemo, ripeto sempre lo stesso errore. ^_^


Ultima modifica di Ciccio.8 il Ven Set 18, 2015 5:07 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 5:06 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:

Appunto, nel dubbio meglio preferire le buone tradizioni meditarranee.
Anche sta storia della proprietà della soia di tenere sotto controllo il colesterolo non mi pare così certificata.
Il colesterolo lo tieni sotto controllo con una dieta ricca di grassi insaturi e povera di grassi saturi. Quale fonte di grasso sotto questo aspetto può competere con gli oli vegetali? L'olio d'oliva, per citarne uno :-D
Storicamente il problema del colesterolo è un problema atavico delle popolazioni sovralimentate del nord europa e del nordamerica. Da noi si è diffuso solo più di recente, soprattutto quando gli alimenti di origine animale hanno iniziato a prevalere nella nostra dieta.
Gli anglosassoni friggono tutto nel burro o nello strutto, noi nell'olio d'oliva. È naturale che il problema del colesterolo colpisca soprattutto loro. Ma basta tagliare un pochino su carne, latte, burro, uova, ecc. e integrare con grassi vegetali per ridimensionare questi problemi senza dover ricorrere alla soia miracolosa.
Anche perché i grassi idrogenati derivati dalla soia non credo siano così miracolosi contro il colesterolo.
Il problema del colesterolo e tutti i problemi che affliggono gli over trenta sono iniziati quando è "fallito il progetto iniziale", secondo il quale l'essere umano medio doveva morire a 25 anni divorato da una tigre dai denti a sciabola.

La vecchiaia è la peggior invenzione dell'uomo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 5:20 pm

Ciccio.8 ha scritto:

Oddio,
la soda caustica... ce l'ho, anzi, celo (ti cadaverizza le manine per un bel po' però), mi è bastata una volta, poi guanti spessi,
Io la uso per lavare contenitori usati con l'olio. È lo sgrassante per eccellenza perché saponifica i grassi. Ovviamente non sono così pirla da immergerci le mani, ma dopo un paio di decenni che traffico in laboratorio conosco i miei polli e so come trattarli. Senza mai usare i guanti, non li sopporto.

Citazione :
anche vari acidi, il nitrico (per incisione) è una roba che non ti dico.
Insomma, l'acido nitrico non è uno scherzetto. Come del resto l'acido cloridrico. Ho pipettato a bocca l'acido solforico concentrato, stando bene attento a non far arrivare l'acido in bocca, ma con acido cloridrico o nitrico concentrati non l'ho mai fatto, perché sono volatili.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Ven Set 18, 2015 6:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Il problema del colesterolo e tutti i problemi che affliggono gli over trenta sono iniziati quando è "fallito il progetto iniziale", secondo il quale l'essere umano medio doveva morire a 25 anni divorato da una tigre dai denti a sciabola.

La vecchiaia è la peggior invenzione dell'uomo.
Non avevo mai pensato a questo punto di vista riferito all'età, solo ad una migliore condizione di vita e di benessere che riduce l'impatto della selezione in fase giovanile. In effetti non hai tutti i torti.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno   Sab Set 19, 2015 12:53 pm

Pensate che faranno parlare nel merito chi contesta l'opera della Giannini?

Illusi.
Tornare in alto Andare in basso
 
Ministro Giannini al programma "Zapping" stasera a radiouno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
 Argomenti simili
-
» stasera prima punturina
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....
» Stasera al bar, geniale!
» Chi guarda Amici stasera?
» stasera cena pugliese con amici: menù

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: