Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Programma differenziato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 7:13 pm

Salve,
Vi spiego la situazione: seguo un ragazzo con ritardo grave prima superiore..livello: prima elementare..non avendo mai lavorato con i differenziati vorrei sapere come procedere ovvero fino a quando la famiglia non accetterà il PEI differenziato io devo tenere il ragazzo in classe che dovrà sostenere le stesse verifiche della classe? Il PEI va elaborato prima possibile oppure entro il 30 novembre?
In questo caso il ragazzo può seguire solo alcune materie data la gravità del ritardo?
Nel PEI vanno indicati gli obiettivi didattici, ma anche i contenuti con tutta la programmazione oppure no?
Rispondetemi grazie
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 8:20 pm

dolcetto ha scritto:
Salve,
Vi spiego la situazione: seguo un ragazzo con ritardo grave prima superiore..livello: prima elementare..non avendo mai lavorato con i differenziati vorrei sapere come procedere ovvero fino a quando la famiglia non accetterà il PEI differenziato io devo tenere il ragazzo in classe che dovrà sostenere le stesse verifiche della classe?

Beh, il ragazzo lo dovresti comunque tenere in classe anche quando avrà il differenziato, eh. A meno che non si decida che alcune materie siano proprio sostituite da laboratori e attività pratiche che si svolgono altrove (e magari in compagnia di altri ragazzi di altre classi, o roba del genere).

Ma in generale programma differenziato non vuol mica dire "me lo porto fuori dall'aula, così gli altri fanno lezione normale"
Tornare in alto Andare in basso
Online
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 9:29 pm

dolcetto ha scritto:
Salve,
Vi spiego la situazione: seguo un ragazzo con ritardo grave prima superiore..livello: prima elementare..non avendo mai lavorato con i differenziati vorrei sapere come procedere ovvero fino a quando la famiglia non accetterà il PEI differenziato io devo tenere il ragazzo in classe che dovrà sostenere le stesse verifiche della classe? Il PEI va elaborato prima possibile oppure entro il 30 novembre?
In questo caso il ragazzo può seguire solo alcune materie data la gravità del ritardo?
Nel PEI vanno indicati gli obiettivi didattici, ma anche i contenuti con tutta la programmazione oppure no?
Rispondetemi grazie

Il percorso è il seguente:
1) Parla il prima possibile (oggi? Domani?) con la famiglia. Con un ritardo grave è estremamente improbabile (impossibile) che possano non accettare il differenziato, perchè i genitori di un ritardato grave conoscono benissimo la situazione e sono ovviamente consapevoli.
2) Il PEI puoi fisicamente scriverlo al più presto e poi farlo approvare entro il 30 Novembre, con le firme di Neuropsichiatra, Famiglia, e tutti i colleghi.
3) Dal momento che il ragazzo viene differenziato c'è la totale libertà, basta che l'azione educativa sia concordata con i colleghi: può essere interamente esentato da materie (anche fondamentali), tuttavia ha ragione paniscus quando dice che ciò non equivale a portarlo fuori dalla classe e basta: devi semplicemente concordare il programma con ogni materia, cercando (per l'integrazione) di svolgere buona parte delle lezioni in classe. Chiaramente, mentre i ragazzi svolgono l'algebra, il tuo alunno non la svolgerà, ma farà ad esempio esercitazioni per apprendere l'utilizzo degli Euro.
4) Un consiglio: studia con calma la reazione dei tuoi colleghi alla tua presenza... può sembrare eccessivo ma è bene capire anche se le tue modalità non sono troppo invasive, io l'ho sempre fatto da sostegno e sostanzialmente ho avuto pochissime difficoltà. Il bene del ragazzo è prioritario, ma è necessario anche tenere conto che ci si inserisce in un contesto già di per sè delicato, da trattare con le molle, come una classe di adolescenti.
5) Sulle verifiche non hai l'obbligo di svolgerle nei tempi della classe, possono essere orali o pratiche; certamente il ragazzo si sentirà più motivato a farle nelle ore in cui le fanno gli altri.

Comunque se il ragazzo ha un ritardo grave stai tranquillo, nessuna famiglia e nessun collega potrebbe mai, nemmeno nelle ipotesi più strampalate, chiedere un obiettivo minimo, gli unici bei ricordi che ho del sostegno sono proprio quelli relativi ai ragazzi con PEI differenziato con ritardo medio o grave perchè lì, vivaddio, il sostegno è UTILE e NECESSARIO, mentre nel caso degli obiettivi minimi spesso è demotivante e frustrante.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 9:35 pm

P.s. Le famiglie più devastanti che ho avuto erano quelle di obiettivi minimi, perchè non accettavano la realtà, mentre nel caso dei differenziati (segnatamente dal ritardo medio in giù) c'era una consapevolezza serena e diffusa; non esiste, per quello che ne so io, un ritardo medio ad obiettivi minimi, sarebbe "scientificamente" insostenibile.
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 9:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
dolcetto ha scritto:
Salve,
Vi spiego la situazione: seguo un ragazzo con ritardo grave prima superiore..livello: prima elementare..non avendo mai lavorato con i differenziati vorrei sapere come procedere ovvero fino a quando la famiglia non accetterà il PEI differenziato io devo tenere il ragazzo in classe che dovrà sostenere le stesse verifiche della classe?

Beh, il ragazzo lo dovresti comunque tenere in classe anche quando avrà il differenziato, eh. A meno che non si decida che alcune materie siano proprio sostituite da laboratori e attività pratiche che si svolgono altrove (e magari in compagnia di altri ragazzi di altre classi, o roba del genere).

Ma in generale programma differenziato non vuol mica dire "me lo porto fuori dall'aula, così gli altri fanno lezione normale"

No ma lo si porta fuori alcune volte dato che in assenza di linguaggio e di deficit grave di scrittura il ragazzo non riesce a lavorare in classe...patologia cognitiva molto grave.
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 9:52 pm

precario.acciaio ha scritto:
P.s. Le famiglie più devastanti che ho avuto erano quelle di obiettivi minimi, perchè non accettavano la realtà, mentre nel caso dei differenziati (segnatamente dal ritardo medio in giù) c'era una consapevolezza serena e diffusa; non esiste, per quello che ne so io, un ritardo medio ad obiettivi minimi, sarebbe "scientificamente" insostenibile.

Anche questo è da spiegare meglio..La madre non accetta la disabilità del figlio ed ha parlato di obiettivi minimi!,
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 9:58 pm

precario.acciaio ha scritto:
dolcetto ha scritto:
Salve,
Vi spiego la situazione: seguo un ragazzo con ritardo grave prima superiore..livello: prima elementare..non avendo mai lavorato con i differenziati vorrei sapere come procedere ovvero fino a quando la famiglia non accetterà il PEI differenziato io devo tenere il ragazzo in classe che dovrà sostenere le stesse verifiche della classe? Il PEI va elaborato prima possibile oppure entro il 30 novembre?
In questo caso il ragazzo può seguire solo alcune materie data la gravità del ritardo?
Nel PEI vanno indicati gli obiettivi didattici, ma anche i contenuti con tutta la programmazione oppure no?
Rispondetemi grazie

Il percorso è il seguente:
1) Parla il prima possibile (oggi? Domani?) con la famiglia. Con un ritardo grave è estremamente improbabile (impossibile) che possano non accettare il differenziato, perchè i genitori di un ritardato grave conoscono benissimo la situazione e sono ovviamente consapevoli.
2) Il PEI puoi fisicamente scriverlo al più presto e poi farlo approvare entro il 30 Novembre, con le firme di Neuropsichiatra, Famiglia, e tutti i colleghi.
3) Dal momento che il ragazzo viene differenziato c'è la totale libertà, basta che l'azione educativa sia concordata con i colleghi: può essere interamente esentato da materie (anche fondamentali), tuttavia ha ragione paniscus quando dice che ciò non equivale a portarlo fuori dalla classe e basta: devi semplicemente concordare il programma con ogni materia, cercando (per l'integrazione) di svolgere buona parte delle lezioni in classe. Chiaramente, mentre i ragazzi svolgono l'algebra, il tuo alunno non la svolgerà, ma farà ad esempio esercitazioni per apprendere l'utilizzo degli Euro.
4) Un consiglio: studia con calma la reazione dei tuoi colleghi alla tua presenza... può sembrare eccessivo ma è bene capire anche se le tue modalità non sono troppo invasive, io l'ho sempre fatto da sostegno e sostanzialmente ho avuto pochissime difficoltà. Il bene del ragazzo è prioritario, ma è necessario anche tenere conto che ci si inserisce in un contesto già di per sè delicato, da trattare con le molle, come una classe di adolescenti.
5) Sulle verifiche non hai l'obbligo di svolgerle nei tempi della classe, possono essere orali o pratiche; certamente il ragazzo si sentirà più motivato a farle nelle ore in cui le fanno gli altri.

Comunque se il ragazzo ha un ritardo grave stai tranquillo, nessuna famiglia e nessun collega potrebbe mai, nemmeno nelle ipotesi più strampalate, chiedere un obiettivo minimo, gli unici bei ricordi che ho del sostegno sono proprio quelli relativi ai ragazzi con PEI differenziato con ritardo medio o grave perchè lì, vivaddio, il sostegno è UTILE e NECESSARIO, mentre nel caso degli obiettivi minimi spesso è demotivante e frustrante.

Ma grazie infinite per il tuo intervento!!
Eppure ti dico che la madre ha parlato di o.m. e che il figlio è bravo col computer!
Sembra incredibile ma tutti noi docenti al colloquio con la famiglia siamo rimasti a bocca aperta :/
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 10:06 pm

Purtroppo mi sembra uno di quei casi in cui sarebbero i genitori ad aver bisogno del PEI, invece che il figliolo...
Tornare in alto Andare in basso
Online
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Mer Set 16, 2015 10:09 pm

Bravo, è la prima volta che mi ritrovo in una situazione del genere..
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 10:34 am

Sei capitato in una brutta situazione.
1) Il ragazzo è certificato per ritardo mentale grave, nero su bianco? Allora a mio avviso occorerebbe far parlare la famiglia con il neuropsichiatra (che in nessun caso, data la diagnosi, potrà suggerire l'opportunità dell'o.m.)
2) Se poi la famiglia è "di coccio" non resta che fare quello che desidera, con grave danno del ragazzo: egli seguirà gli o.m., tu ti limiterai a modificare le verifiche rendendole per saperi essenziali, il ragazzo prenderà 2 lo stesso e alla fine dell'anno verrà inequivocabilmente bocciato (perchè su un ritardo medio non si scherza, non è una condizione momentanea da cui lo studente può uscire, con il giusto aiuto, ma è una condizione permanente).
3) Tu purtroppo non puoi fare nulla, se non insistere con forza sulla Differenziazione, senza cedere di un passo: accettando gli O.m. tutto il cdc si metterà in una situazione senza uscita che potrebbe poi tradursi in problemi seri... l'importante è che NESSUNO all'interno del cdc dia il minimo barlume di speranza!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 12:44 pm

dolcetto ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
P.s. Le famiglie più devastanti che ho avuto erano quelle di obiettivi minimi, perchè non accettavano la realtà, mentre nel caso dei differenziati (segnatamente dal ritardo medio in giù) c'era una consapevolezza serena e diffusa; non esiste, per quello che ne so io, un ritardo medio ad obiettivi minimi, sarebbe "scientificamente" insostenibile.

Anche questo è da spiegare meglio..La madre non accetta la disabilità del figlio ed ha parlato di obiettivi minimi!,
Il ritardo mentale a volte ha carattere ereditario.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 12:49 pm

Ci vuole anche empatia..io provò una tenerezza infinita verso questi genitori...mentre manderei a cagare volentieri quelli di alunni che i problemi lu hanno per semplice ineducazione e trascuratezza
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 1:21 pm

precario.acciaio ha scritto:
Sei capitato in una brutta situazione.
1) Il ragazzo è certificato per ritardo mentale grave, nero su bianco? Allora a mio avviso occorerebbe far parlare la famiglia con il neuropsichiatra (che in nessun caso, data la diagnosi, potrà suggerire l'opportunità dell'o.m.)
2) Se poi la famiglia è "di coccio" non resta che fare quello che desidera, con grave danno del ragazzo:

...e in tutti i documenti del consiglio di classe riguardanti la stesura dei PEI, si fa mettere a verbale in maniera esplicita che tutti i professionisti coinvolti, sia gli insegnanti che i terapeuti, ritenevano opportuna la programmazione differenziata e hanno consigliato fortemente quella, e che SOLO a causa dell'opposizione della famiglia si è passati alla semplificata, nonostante tutte le altre parti coinvolte fossero contrarie.

A quel punto, se poi fallisce completamente anche gli obiettivi minimi e lo si boccia, nessuno può più contestare niente.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 1:59 pm

Felipeto ha scritto:
Ci vuole anche empatia..io provò una tenerezza infinita verso questi genitori...mentre manderei a cagare volentieri quelli di alunni che i problemi lu hanno per semplice ineducazione e trascuratezza
A me fanno tenerezza i genitori che piangono, non quelli che non vedono o che non vogliono vedere.

La gestione (non soluzione in questo caso) dei problemi passa per il loro riconoscimento.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 5:06 pm

Felipeto ha scritto:
Ci vuole anche empatia..io provò una tenerezza infinita verso questi genitori...mentre manderei a cagare volentieri quelli di alunni che i problemi lu hanno per semplice ineducazione e trascuratezza

Non proverei pena, perchè dimostrerebbero la totale insensibilità verso i reali bisogni del figlio, che in questo caso non è certo quello di prendere un diploma, ma quello di seguire un percorso valido per l'inserimento nel mondo del lavoro protetto o di una struttura diurna.

Comunque devo dire onestamente che non mi è mai capitato un caso così grave, cioè di una famiglia di un ragazzo con ritardo grave che pretendesse gli o.m.
Le famiglie dei ritardati medio - gravi mi hanno lasciato un bel ricordo e mi hanno insegnato molto, non posso dire la stessa cosa di un paio di casi di lievi che erano tra l'obiettivo minimo e il differenziato e pretendevano con iattanza il sei politico ed erano pronti ad accusare il cdc di inefficienza.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Gio Set 17, 2015 5:09 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Sei capitato in una brutta situazione.
1) Il ragazzo è certificato per ritardo mentale grave, nero su bianco? Allora a mio avviso occorerebbe far parlare la famiglia con il neuropsichiatra (che in nessun caso, data la diagnosi, potrà suggerire l'opportunità dell'o.m.)
2) Se poi la famiglia è "di coccio" non resta che fare quello che desidera, con grave danno del ragazzo:

...e in tutti i documenti del consiglio di classe riguardanti la stesura dei PEI, si fa mettere a verbale in maniera esplicita che tutti i professionisti coinvolti, sia gli insegnanti che i terapeuti, ritenevano opportuna la programmazione differenziata e hanno consigliato fortemente quella, e che SOLO a causa dell'opposizione della famiglia si è passati alla semplificata, nonostante tutte le altre parti coinvolte fossero contrarie.

A quel punto, se poi fallisce completamente anche gli obiettivi minimi e lo si boccia, nessuno può più contestare niente.

L.

Vero.
Però non voglio ancora credere che la situazione arriverà a questo punto, perchè un ragazzo con ritardo grave di solito ha delle forti strutture di supporto a differenza degli altri, e difficilmente saranno tutti ubriachi. Aspettiamo quindi i risvolti, sarebbe una bestialità troppo grossa, perfino per la scuola italiana.
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 3:50 pm

Ultime news:
Oggi la madre dell'alunno ha detto che è stanca dopo 8 anni di vedere il figlio che lavora solo sui disegnini...vuole vedere il figlio crescere...il problema è che non è ancora chiaro alla madre la disabilità grave del figlio che a livello didattico non può raggiungere gli obiettivi che la madre vorrebbe....io ho pensato di parlare con la dott.ssa a breve, quindi fissare un incontro formale per far comprendere alla madre quale sarà la programmazione su cui lavorerà il figlio evitando il rischio certo di bocciatura (in quel contesto le farei firmare il modulo di accettazione)e dunque durante il glh abbozzare un PEI insieme alla dott.ssa e le figure di riferimento. In ultimo convocherei la famiglia per presentare il PEI attraverso la sua lettura e firma.
Voi avete altri suggerimenti?
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 3:56 pm

Nel frattempo fin quando la madre non firma io prendo gli appunti per il figlio e gli stiamo sottoponendo le stesse verifiche del resto della classe. Così ci tutelato in ogni caso,non si sa mai.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 6:12 pm

Non preoccuparti Dolcetto, la situazione non è così nera, hai tre strade:

Strada 1.
E' la strategia migliore e anche la più onesta. Fai notare alla signora che il suo desiderio è perfettamente legittimo e che è assolutamente impensabile che il figlio resti a fare dei disegnini per tutto il giorno: questo andava certamente bene prima ma non più adesso, in cui il figlio ha chiaramente mostrato di voler apprendere cose nuove, sebbene nel suo linguaggio.Tale cambiamento, nonostante dovrà avvenire nell'ambito del differenziato dovrà essere radicale e rivoluzionario e prevederà uscite sul territorio, esercitazionicon gli euro, attività di propriocezione; sarà quindi un differenziato molto diverso dal primo; organizza queste attività e falle notare che con gli obiettivi minimi il ragazzo sarà troppo sotto pressione. Io credo che non si opporrà, probabilmente la sua è una presa di posizione per un'offerta formativa precedente percepita come eccessivamente povera e superficiale.

Strada 2.
E' la corsia di emergenza, quella che per ora hai adottato... in quel caso devi fare come hai detto, e cioè somministrare le verifiche e prendere appunti, tuttavia a lungo termine potrà portare solo problemi... secondo me ti conviene usare le buonissime per riuscire a differenziare subito il ragazzo, evitando tanti guai; eventualmente conivolgi il DS se è una persona ragionevole e sensibile.
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 6:22 pm

E la strada tre? Grazieeee
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 8:13 pm

Ahah, mi son sbagliato, avevi solo due strade =)
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 9:06 pm

Ih ih allora non ho scelta
Tornare in alto Andare in basso
dolcetto



Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 28.09.09
Località : MILANO

MessaggioOggetto: Re: Programma differenziato   Ven Set 18, 2015 9:07 pm

Grazie mille per il tuo intervento
Tornare in alto Andare in basso
 
Programma differenziato
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....
» Prima FIVET in programma..
» Programma di religione...
» programma italiano scuola media
» Esame III media differenziato in assenza di certificazione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: