Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Domande per on. Puglisi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
dlepora



Messaggi : 839
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 3:41 pm

Qui in Toscana verrà L'on Puglisi per una conferenza sulla buona scuola, la giornalista che condurrà il dibattito è una mia amica e mi ha chiesto se avessi delle domande tecniche da girare all'onorevole , almeno cinque. Tra le milioni di domande che ogni giorno ci facciamo e discutiamo, cosa potremmo chiedere per sintetizzare il tutto in cinque punti?.. ovviamente registrerò la risposta dell'onorevole
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 4:11 pm

Io la butto li...

"Gentilissima Onorevole Puglisi. Uno dei provvedimenti meno "clamorosi" ma, certamente, di maggiore impatto per chi lavora nel mondo della scuola, è la revisione delle classi di concorso che è stata approvata dal consiglio dei ministri a Luglio ed è attualmente in attesa del parere del Consiglio di Stato. Molti docenti hanno evidenziato dei punti deboli della bozza approvata dal Consiglio dei Ministri. Ma, al di là del merito del provvedimento, destano disappunto il metodo ed i tempi. L'impressione di molti è che la bozza sia stata elaborata "in fretta e furia", infilando nel documento alcuni palesi "svarioni", che non sono passati inosservati a chi l'ha letto nel dettaglio (ad esempio l'accorpamento in una sola classe di concorso di discipline completamente differenti come l'elettronica e l'elettrotecnica o il fatto che venga concesso a chiunque possiede una laurea in ingegneria di insegnare Topografia o Costruzioni anche se, attualmente, la maggior parte dei percorsi di studio in ingegneria non prevede ne esami di costruzioni ne esami di topografia o, sempre rimanendo nel contesto delle lauree in ingegneria, il fatto che i laureati in ingegneria siano di fatto esclusi dall'insegnamento della matematica o, ancora, il permanere, nella bozza, di numerosissime situazioni di atipicità, con il medesimo insegnamento attribuito ad una molteplicità di possibili classi di concorso). Inoltre il fatto che ora si tenti di portare l'attuale bozza a definitiva approvazione, senza neppure richiedere il parere tecnico dell'organo consultivo nazionale della scuola, senza discuterne il merito con le parti sindacali e senza interloquire neppure con il mondo dell'università, desta in molti un notevole sconcerto.

Considerando che l'ordinamento delle classi di concorso ha indubbiamente un forte impatto sul corpo docente e che il documento di revisione è, nella sostanza, un tassello fondamentale del processo generale di riforma della scuola perché dal modo in cui verranno formulate le classi di concorso dipende, in buona parte, anche il grado di flessibilità di cui disporranno le scuole nell'impiego dell'organico dell'autonomia, non pensa che, anche in questo caso, come spesso accade, potrebbe essere opportuno ponderare maggiormente il problema, trovar modo per apportare le modifiche che potrebbero emergere nel confronto con le parti per poi convenire su un documento più ragionato e condiviso?"

Un po' lunghina forse... magari si può eliminare la parentesi riportata in corsivo.


Ultima modifica di Lenar il Ven Set 18, 2015 5:20 pm, modificato 5 volte
Tornare in alto Andare in basso
dlepora



Messaggi : 839
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 4:14 pm

si una sulle classi di concorso si potrebbe fare
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1366
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 4:31 pm

io ne avrei una (lo so, rischio il linciaggio ma io la penso così):
l'obiettivo del governo è arrivare a regime con un unico canale per il reclutamento dei docenti: il concorso per titoli ed esami. A quando per gli altri lavoratori della scuola (ATA)?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 4:46 pm

dubitoergosum ha scritto:
io ne avrei una (lo so, rischio il linciaggio ma io la penso così):
l'obiettivo del governo è arrivare a regime con un unico canale per il reclutamento dei docenti: il concorso per titoli ed esami. A quando per gli altri lavoratori della scuola (ATA)?
Linciaggio perchè ? Regole chiare (anche se diverse) per tutte le categorie.

La mia: "ritiene giusto che i precari che fra qualche mese accetteranno una cattedra da fase C a Palermo vengano scalzati da coloro che chiederanno la mobilità straordinaria e debbano poi andare a lavorare a Milano ? Quale senso ha l'accettazione di una città se poi in quella città non si metterà mai piede ?
E' giusto privilegiare il diritto al rientro di chi è emigrato di sua iniziativa rispetto al diritto di non partire di chi si è sentito costretto a presentare domanda ?"
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4697
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 4:52 pm

Una domanda:

"Che senso ha far richiedere alle scuole i docenti di specifiche aree disciplinari, in base al PTOF, quando poi l'ufficio scolastico non potrà soddisfare le richieste, perché domanda e offerta non coincideranno?"

Se non fosse chiaro, l'ufficio scolastico avrà X docenti di italiano, Y di matematica, e così via. E' praticamente impossibile che le richieste delle singole scuole, messe insieme, diano esattamente gli stessi numeri.

Altra domanda:
"Venire ricompensati per un lavoro straordinario è un diritto, non un merito. C'è qualcuno tra voi che ha studiato giurisprudenza?"
Tornare in alto Andare in basso
dlepora



Messaggi : 839
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 5:27 pm

Le sto buttando giuù.. voglio vedere che risponde
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 5:59 pm

Le mie:

Siete al corrente del fatto che la grande maggioranza dei DS e dei CD sono disinteressati alla scelta delle aree disciplinari da potenziare e a come la relativa richiesta dovrà essere formulata? Pensano di poter rinviare fino a comunicazioni specifiche e si stanno preoccupando di altro.
Questo perché non conoscono quanto dice la legge 107 e son convinti riguardi solo i precari del piano straordinario senza aver compreso il concetto di nuovo Organico dell'Autonomia, nel quale TUTTI, indistintamente, si rientrerà. Vogliamo svegliarli?

Nel caso la risposta fosse: "NO, si sveglieranno volenti o nolenti a richiesta".
Potete anticipare, almeno a noi precari, come le scuole dovranno produrre domanda di potenziamento? Così ci studiamo tutti i dettagli e poi riferiamo nei vari CD.
Un aspetto essenziale è questo: nella legge sono previste già le aree disciplinari da potenziare, le scuole esprimeranno alcune priorità senza poter escluderne nessuna a priori, esattamente come noi precari abbiamo dovuto esprimere le nostre preferenze su 100 province, senza poterne escludere nessuna? O l'autonomia sarà totale e svincolata da ciò che la stessa legge indica?

E ultimo ma non meno importante:
La tabella 1, che è parte integrante della legge, riporta il totale dei potenziamenti da attuare, le domande presentabili erano calibrate su questo contingente e sono state in effetti meno di quel totale. Verrà ora rispettata la legge e tutti i partecipanti al piano straordinario otterranno collocazione in ruolo?
Tornare in alto Andare in basso
knot2



Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 26.05.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Ven Set 18, 2015 6:42 pm

ciccio il la farei piu breve e` diretta
E` possibile o preventivato dal Muir e dal governo un minor numero di assunzioni rispetto alla tabella 1, a causa dell`inerzia delle scuole nel richiedere docenti di potenziamento?
Se preventivato, dove e quante assunzioni in meno?
Abbellitela voi ma non devono essere troppo lunghe altrimenti vengono abilmente evase.
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 644
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Sab Set 19, 2015 10:11 am

avidodinformazioni ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
io ne avrei una (lo so, rischio il linciaggio ma io la penso così):
l'obiettivo del governo è arrivare a regime con un unico canale per il reclutamento dei docenti: il concorso per titoli ed esami. A quando per gli altri lavoratori della scuola (ATA)?
Linciaggio perchè ? Regole chiare (anche se diverse) per tutte le categorie.

La mia: "ritiene giusto che i precari che fra qualche mese accetteranno una cattedra da fase C a Palermo vengano scalzati da coloro che chiederanno la mobilità straordinaria e debbano poi andare a lavorare a Milano ? Quale senso ha l'accettazione di una città se poi in quella città non si metterà mai piede ?
E' giusto privilegiare il diritto al rientro di chi è emigrato di sua iniziativa rispetto al diritto di non partire di chi si è sentito costretto a presentare domanda ?"
Scusa Avido ma mi permetto di dirti che questa è la domanda più stupida che si possa fare: nessuno è stato costretto "ora" e nessuno ha "scelto deliberatamente prima" a scapito del sacrosanto diritto di vivere dignitosamente con i propri cari. Vi dovete mettere in testa che queste sono solo scelte politiche volute per distruggere la compattezza della categoria: prima il divieto di cambiare provincia (voluto dalla Lega), poi il blocco di 5 anni (idem con patate), poi il blocco dei 3 anni (tanto per accontentare in parte l'elettorato di sinistra) nei mesi scorsi la mobilità straordinaria per ass. inter. dei ruoli del 2014-15 seguita dalla, in effetti, scellerata possibilità di questa "porcata di buona scuola" di accettare il ruolo chissa dove con il contentino di rimanere quest'anno nella propria provincia con gli incarichi (non mi sembra che nella legge vi fosse la parola obbligo). Bisogna concentrarsi tutti e lottare insieme contro questa schifezza voluta dal Pd di Renzi: sono altre le priorità da combattere, inutile rielencarle, che sappiamo benissimo dove ci porterà questo esecutivo: verso la privatizzazione della scuola pubblica con stipendi regolati dall'alto (per non dire bloccati) legati all'efficienza di norme al di fuori di qualunque contrattazione di lavoro.
Le lotte interne tra di noi è manna che cade dal cielo per un governo totalitario e senza scrupoli!!!
P.S. Chiediamo quando si decidono a farci recuperare quanto perso, da anni, di stipendio.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Sab Set 19, 2015 1:41 pm

condor2000 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
io ne avrei una (lo so, rischio il linciaggio ma io la penso così):
l'obiettivo del governo è arrivare a regime con un unico canale per il reclutamento dei docenti: il concorso per titoli ed esami. A quando per gli altri lavoratori della scuola (ATA)?
Linciaggio perchè ? Regole chiare (anche se diverse) per tutte le categorie.

La mia: "ritiene giusto che i precari che fra qualche mese accetteranno una cattedra da fase C a Palermo vengano scalzati da coloro che chiederanno la mobilità straordinaria e debbano poi andare a lavorare a Milano ? Quale senso ha l'accettazione di una città se poi in quella città non si metterà mai piede ?
E' giusto privilegiare il diritto al rientro di chi è emigrato di sua iniziativa rispetto al diritto di non partire di chi si è sentito costretto a presentare domanda ?"
Scusa Avido ma mi permetto di dirti che questa è la domanda più stupida che si possa fare: nessuno è stato costretto "ora" e nessuno ha "scelto deliberatamente prima" a scapito del sacrosanto diritto di vivere dignitosamente con i propri cari. Vi dovete mettere in testa che queste sono solo scelte politiche volute per distruggere la compattezza della categoria: prima il divieto di cambiare provincia (voluto dalla Lega), poi il blocco di 5 anni (idem con patate), poi il blocco dei 3 anni (tanto per accontentare in parte l'elettorato di sinistra) nei mesi scorsi la mobilità straordinaria per ass. inter. dei ruoli del 2014-15 seguita dalla, in effetti, scellerata possibilità di questa "porcata di buona scuola" di accettare il ruolo chissa dove con il contentino di rimanere quest'anno nella propria provincia con gli incarichi (non mi sembra che nella legge vi fosse la parola obbligo). Bisogna concentrarsi tutti e lottare insieme contro questa schifezza voluta dal Pd di Renzi: sono altre le priorità da combattere, inutile rielencarle, che sappiamo benissimo dove ci porterà questo esecutivo: verso la privatizzazione della scuola pubblica con stipendi regolati dall'alto (per non dire bloccati) legati all'efficienza di norme al di fuori di qualunque contrattazione di lavoro.
Le lotte interne tra di noi è manna che cade dal cielo per un governo totalitario e senza scrupoli!!!
P.S. Chiediamo quando si decidono a farci recuperare quanto perso, da anni, di stipendio.
Chi, fino all'anno scorso, ha deciso di lasciare la propria famiglia e trasferirsi, lo ha fatto

1) in conformità a regole vecchie e consolidate, preesistenti all'inserimento in GaE
2) in una provincia ben determinata scelta autonomamente
3) con l'alternativa di rimanere nella propria provincia con il proprio punteggio e senza nessuno di "quelli sotto" che ti "passa sopra"
4) senza pressioni psicologiche (FAQ) da parte del governo.
5) accettando il ruolo a Roma si tiene il posto a Roma e mai si troverà a Milano se non presentando domanda.

Chi lo ha fatto quest'anno lo ha fatto

1) ritrovandosi fra capo e collo una norma nuova che non aveva messo in conto quando è entrato in GaE
2) dovendo inserire tutte le 100 province, anche quelle che gli facevano schifo
3) con l'alternativa di rimanere in GaE ma con i posti saturi di gente che aveva meno punti, quindi a conti fatti, di farsi passare sopra molti di quelli che erano sotto.
4) subendo forti pressioni psicologiche da parte del MIUR
5) accettando il ruolo in una città che non vedrà mai, senza sapere dove andrà veramente e senza poter esprimere ulteriori accettazioni se non il proprio licenziamento.

Non mi sembrano questioni di poco conto e non mi sembra una domanda stupida.
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 644
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 12:00 pm

Chi lo ha fatto quest'anno lo ha fatto

1) ritrovandosi fra capo e collo una norma nuova che non aveva messo in conto quando è entrato in GaE
2) dovendo inserire tutte le 100 province, anche quelle che gli facevano schifo
3) con l'alternativa di rimanere in GaE ma con i posti saturi di gente che aveva meno punti, quindi a conti fatti, di farsi passare sopra molti di quelli che erano sotto.
4) subendo forti pressioni psicologiche da parte del MIUR
5) accettando il ruolo in una città che non vedrà mai, senza sapere dove andrà veramente e senza poter esprimere ulteriori accettazioni se non il proprio licenziamento.

Non mi sembrano questioni di poco conto e non mi sembra una domanda stupida.[/quote]

Quindi cancelliamo il passato: blocchiamo ulteriormente chi già è fuori di casa da anni e a scapito di chi entra in ruolo quest'anno che, per colpa di una legge balorda, non si merita di affrontare i sacrifici di colleghì più anziani. Mi chiedo quanti sono disposti a perorare questa tesi. Non credi che l'unica soluzione è combattere tutti per rendere incostituzionale "la bona legge"?
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 1753
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 7:16 pm

Io ricorderei loro di rispettare il 50% di immissioni dalle gae come è scritto nella legge e di non promuovere azioni punitive contro chi non ha fatto domanda.

Poi spero che a contestarla siano in tantissimi/e
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 7:34 pm

enricat ha scritto:
Io ricorderei loro di rispettare il 50% di immissioni dalle gae come è scritto nella legge e di non promuovere azioni punitive contro chi non ha fatto domanda.

Poi spero che a contestarla siano in tantissimi/e

Indipendentemente dall'evoluzione della mia situazione personale, sarò sempre dalla parte di chi voglia il rispetto dell'aliquota del 50% riservata ai gae che non abbiano fatto domanda, anche perché, e lo ribadisco, non sono assolutamente convinta del fatto che un Governo della Repubblica possa cambiare le regole del gioco al solo fine di coltivare intenti vendicativi nei confronti di chi, prima o poi (naturalmente mi auguro prima), sarà chiamato a formare i suoi futuri cittadini.
E del resto, più assunzioni avverranno in tempi rapidi, più le stesse saranno ascrivibili al successo dell'attuale esecutivo.
Perché mai perdersi quest'occasione!
Tornare in alto Andare in basso
corepreciatu



Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 29.12.12

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 8:38 pm

le parrebbe assurdo o normale bandire un ipotetico concorso in una cdc (nell'eventualità) le domande da assunzione effettuate con la legge 107 non sono state soddisfatte?


cioè. cdc a0xx domande effettuate 1000. assunti 700. residui che hanno fatto la domanda e che non hanno trovato posto 330.

il concorso per questa cdc andrebbe fatto o no?


Ultima modifica di corepreciatu il Dom Set 20, 2015 8:48 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25628
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 8:44 pm

Francesca4 ha scritto:
enricat ha scritto:
Io ricorderei loro di rispettare il 50% di immissioni dalle gae come è scritto nella legge e di non promuovere azioni punitive contro chi non ha fatto domanda.

Poi spero che a contestarla siano in tantissimi/e

Indipendentemente dall'evoluzione della mia situazione personale, sarò sempre dalla parte di chi voglia il rispetto dell'aliquota del 50% riservata ai gae che non abbiano fatto domanda, anche perché, e lo ribadisco, non sono assolutamente convinta del fatto che un Governo della Repubblica possa cambiare le regole del gioco al solo fine di coltivare intenti vendicativi nei confronti di chi, prima o poi (naturalmente mi auguro prima), sarà chiamato a formare i suoi futuri cittadini.
E del resto, più assunzioni avverranno in tempi rapidi, più le stesse saranno ascrivibili al successo dell'attuale esecutivo.
Perché mai perdersi quest'occasione!

Anche perchè se il Miur ora assume migliaia di persone che nella scuola non hanno mai messo piede (sobbarcandosi gli stipendi che queste persone, per lo più, aggiungeranno a secondi o terzi lavori nel privato) non vedo perchè debba punire persone che insegnano nella scuola da anni e per i motivi più svariati non si sono gettati nella lotteria.
Tornare in alto Andare in basso
stellamaggiore



Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 15.09.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 8:56 pm

Perfettamente d'accordo con condor 2000.
È difficile ammetterlo ma avete fatto una scelta...chiamiamola così.
Noi immessi ante 2014 i diversi vincoli li abbiamo superati e non solo!ok?
Mi sembra a dir poco scandaloso paragonarsi con docenti che hanno un anzianità di servizio svolta sempre fuori dalla propria regione,mettendo in atto una guerra tra poveri...
Tornare in alto Andare in basso
stellamaggiore



Messaggi : 170
Data d'iscrizione : 15.09.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 8:59 pm

Avidoinformazioni, volevo solo precisare che ci sono insegnanti che hanno una lunga gavetta e diversi anni di servizio dopo il ruolo e mi sembra giusto anzi corretto far rientrare quest'ultimi nella regione di preferenza
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 10:04 pm

stellamaggiore ha scritto:
Avidoinformazioni, volevo solo precisare che ci sono insegnanti che hanno una lunga gavetta e diversi anni di servizio dopo il ruolo e mi sembra giusto anzi corretto far rientrare quest'ultimi nella regione di preferenza
Non dico di no, ma i posti nella regione di partenza non bastano per tutti; tra le due ingiustizie mi pare più ingiusta quella che stanno per attuare: far accettare una cattedra a Roma per poi sbatterti d'imperio a Milano, anche se sei di Palermo.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Dom Set 20, 2015 10:28 pm

gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
enricat ha scritto:
Io ricorderei loro di rispettare il 50% di immissioni dalle gae come è scritto nella legge e di non promuovere azioni punitive contro chi non ha fatto domanda.

Poi spero che a contestarla siano in tantissimi/e

Indipendentemente dall'evoluzione della mia situazione personale, sarò sempre dalla parte di chi voglia il rispetto dell'aliquota del 50% riservata ai gae che non abbiano fatto domanda, anche perché, e lo ribadisco, non sono assolutamente convinta del fatto che un Governo della Repubblica possa cambiare le regole del gioco al solo fine di coltivare intenti vendicativi nei confronti di chi, prima o poi (naturalmente mi auguro prima), sarà chiamato a formare i suoi futuri cittadini.
E del resto, più assunzioni avverranno in tempi rapidi, più le stesse saranno ascrivibili al successo dell'attuale esecutivo.
Perché mai perdersi quest'occasione!

Anche perchè se il Miur ora assume migliaia di persone che nella scuola non hanno mai messo piede (sobbarcandosi gli stipendi che queste persone, per lo più, aggiungeranno a secondi o terzi lavori nel privato) non vedo perchè debba punire persone che insegnano nella scuola da anni e per i motivi più svariati non si sono gettati nella lotteria.

Concordo pienamente Gugu.
Anche se mi auguro che la possibilità di poter incontrare persone come te, così prevenute nei miei confronti, in un momento così delicato per la mia esistenza, non cambi in maniera radicale il mio modo di essere e di confrontarmi col prossimo.
Non credevo che il fatto di darsi da fare anche in altri settori lavorativi potesse essere considerato così deleterio.
Ma tant'è, e me ne farò una ragione, stanne pur certo!
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1366
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Domande per on. Puglisi   Lun Set 21, 2015 12:27 am

se c'è ancora la possibilità: mi accodo alla domanda di mac64 sull'op.
Si tratta di un'idea lodevole sulla carta, ma nessuno ancora sa bene di cosa si tratti, come utilizzarlo e valorizzarlo: se fosse scelto nel pieno rispetto dell'autonomia, certo gli istituti avrebbero molte più possibilità di farne un uso proficuo. Ma se il vero obiettivo fosse svuotare le gae più problematiche come rapporto iscritti/posti disponibili, impedendo quindi ai collegi una libera scelta sulla strategia e pianificazione delle attività, diventerebbe molto difficile un utilizzo efficiente all'interno delle scuole di tale organico. In tal caso anziché una risorsa potrebbe essere sentito come un'imposizione inutile se non dannosa, poiché sottrarrebbe preziose risorse escludendo un utilizzo più coerente con gli obiettivi formativi dei singoli istituti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Domande per on. Puglisi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Domande di Logica e Paradossi
» 10 Domande per Atei (e non)
» Domande scomode per credenti
» Ti poni troppe domande, rilassati!
» domande sulla materia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: