Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Analisi logica: disfida per impavidi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 6:52 pm

Tre frasette che da sole bastano a far vacillare il fragile castello dell'analisi logica (tradizionale) della frase semplice:

1) La casa va a fuoco.

2) Credo  in Dio.

3) Ho investito sul mattone.

Ci sono stato sopra un paio d'ore, senza venirne a capo.

Chi se la sente di tentarne l'analisi, possibilmente argomentandola?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 7:01 pm

E' superiore alle mie forze.
Qualcuno mi sa aiutare con "il padrone installò un allarme a difesa dai ladri"?
Tornare in alto Andare in basso
Online
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 7:23 pm

ushikawa ha scritto:
E' superiore alle mie forze.
Qualcuno mi sa aiutare con "il padrone installò un allarme a difesa dai ladri"?

Non vorrei sbagliare, ma credo che la frase sia semplicemente sgrammaticata: "a difesa" vuole dopo di sé "di" e non "da".
E siccome "a difesa dei ladri" sarebbe ridicolo, dovrebbe essere riscritta così: Il padrone ecc..... per difendersi dai ladri.

Il problema di analisi logica però resta.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 9:45 pm

Serve a qualcosa l'analisi logica ?
Chi di voi prima di parlare o prima di scrivere pensa a quello che vuole dire e verifica se sia corretto dal punto di vista dell'analisi logica (o grammaticale o del periodo) ?

Io penso che quel che si fa a scuola e poi mai più per il resto della vita, si potrebbe anche evitare di farlo; io mi ricordo che sapevo fare l'analisi logica, ma oggi non ricordo più nemmeno cosa sia.

"Avverbio" era una delle cose di cui si parlava in analisi grammaticale (correggetemi se sbaglio); non saprei citare nemmeno una cosa di cui si parlava in analisi logica.
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 10:11 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Serve a qualcosa l'analisi logica ?
Chi di voi prima di parlare o prima di scrivere pensa a quello che vuole dire e verifica se sia corretto dal punto di vista dell'analisi logica (o grammaticale o del periodo) ?

Io penso che quel che si fa a scuola e poi mai più per il resto della vita, si potrebbe anche evitare di farlo; io mi ricordo che sapevo fare l'analisi logica, ma oggi non ricordo più nemmeno cosa sia.

"Avverbio" era una delle cose di cui si parlava in analisi grammaticale (correggetemi se sbaglio); non saprei citare nemmeno una cosa di cui si parlava in analisi logica.

Sono sostanzialmente d'accordo. E c'è un' aggravante: l'analisi logica tradizionale è non solo pressoché inutile ma anche del tutto incapace di analizzare logicamente la lingua. E' come un cacciavite che non avvita o una sega che non taglia. Funziona bene solo con le frasi "addomesticate", a volte un po' ridicole, che popolano gli eserciziari, fallisce drammaticamente con la lingua effettivamente parlata e scritta. Spero sia chiaro: non mi importa un fico di analizzare le tre frasi che ho proposto, anche perché, pur essendo banali e d'uso comune, non credo che siano analizzabili con le categorie dell'analisi logica tradizionale. Le ho proposte per raccogliere qualche spunto di riflessione didattica sul tema, per vedere l'aria che tira... Per capire in quanti siamo ad esserci stufati di insegnare corbellerie.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 10:23 pm

Mi sa che non siete in molti...purtroppo!
Tutti i colleghi di lettere che ho conosciuto sono fanatici 'dell'analisiillogica'
;-)
E comunque nemmeno l'analisi grammaticale secondo me riesce a incasellare tutta la ricchezza di una lingua 'vivente'.
Sarebbe bello se invece della grammatica tradizionale si potesse insegnare un altro tipo di grammatica.
Vinz, hai mai letto 'il cemento e i mattoni', un articolo del prof. Porcelli?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 10:24 pm

vinz ha scritto:
ushikawa ha scritto:
E' superiore alle mie forze.
Qualcuno mi sa aiutare con "il padrone installò un allarme a difesa dai ladri"?

Non vorrei sbagliare, ma credo che la frase sia semplicemente sgrammaticata: "a difesa" vuole dopo di sé "di" e non "da".
E siccome "a difesa dei ladri" sarebbe ridicolo, dovrebbe essere riscritta così: Il padrone ecc..... per difendersi dai ladri.

Il problema di analisi logica però resta.

Il padrone installò un'allarme a difesa della sua villa.
;-)
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Sab Set 19, 2015 11:14 pm

Valerie ha scritto:

Vinz, hai mai letto 'il cemento e i mattoni', un articolo del prof. Porcelli?

No, ma sono andato subito a cercarlo.
Se è questo
http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/offerta_cs/copertina_mat.php?att_id=1300&menu_2=307&menu_3=409

lo leggerò domani (per ora ho troppo sonno).
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 7:17 am

Non mi avete convinto, formulo la frase diversamente:

ho comprato un condizionatore per difendermi dal caldo.
ho messo le zanzariere per difendermi dalle zanzare
ho assunto il vaccino per difendermi dall'influenza

I fanatici dell'analisi logica sono mica quelli che ti bacchettano quando usi la preposizione secondo loro sbagliata? (tipo: "il maglione DI lana" e non "il maglione IN lana")?
Tornare in alto Andare in basso
Online
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 9:03 am

ushikawa ha scritto:
Non mi avete convinto, formulo la frase diversamente:

ho comprato un condizionatore per difendermi dal caldo.
ho messo le zanzariere per difendermi dalle zanzare
ho assunto il vaccino per difendermi dall'influenza

I fanatici dell'analisi logica sono mica quelli che ti bacchettano quando usi la preposizione secondo loro sbagliata? (tipo: "il maglione DI lana" e non "il maglione IN lana")?

Ma no, non bacchettavo nessuno. Sottolineavo solo che la frase non risultava analizzabile perché conteneva una (veniale) sgrammaticatura. E dicevo anche ( ma non mi hai letto?) che comunque il problema di analisi logica che hai posto è reale e resta tutto intero anche se eliminiamo la svista. Quindi accolgo senz'altro le frasi che proponi nella lista di quelle, semplici e d'uso comune, che mettono in crisi gli schemi dell'analisi logica.
La vedo così: se dalla lingua reale vengono fuori due o tre frasi che non corrispondono alla classificazione dell'analisi logica tradizionale, si tratta di eccezioni; se ne vengono fuori alcune centinaia, sono invece la dimostrazione che l'analisi logica tradizionale non funziona. E siccome le frasi che non risultano analizzabili o la cui analisi è dubbia anche per gli esperti sono letteralmente centinaia ...
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 9:07 am

Vinz, non c'è alcuna sgrammaticatura nelle quattro frasi proposte... si tratta semplicemente di italiano standard, italiano corrente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 9:12 am

ushikawa ha scritto:
Vinz, non c'è alcuna sgrammaticatura nelle quattro frasi proposte... si tratta semplicemente di italiano standard, italiano corrente.

Mi riferivo, santa pupazza, soltanto alla frase sull'allarme.
Vai a rileggere il post, sgrunt.

E comunque, provo a ridirlo: l'osservazione sull'eventuale (eventuale, perché non sono nemmeno sicuro che sia tale) sgrammaticatura della frase che hai suggerito (quella sull'allarme) non era frutto di pedanteria e meno che mai della voglia di correggere un collega. Semplicemente, se metto sotto accusa gli schemi dell'analisi logica tradizionale, gli esempi che porto devono essere inattaccabili.

La frase " la casa va a fuoco"  non risulta analizzabile ( a meno che non si voglia fare di "a fuoco" un complemento di moto a luogo, facendo ridere i polli); è scritta correttamente, dunque si tratta di una deficienza dell'analisi logica tradizionale.

La frase "la casa va di fuoco" non è analizzabile ma solo perché è scritta male, si tratta dunque di una deficienza della frase, non dell'analisi logica, e non è dunque una pezza d'appoggio valida per il nostro discorso.
Ce l'ho fatta a spiegarmi?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 10:42 am

ushikawa ha scritto:
Non mi avete convinto, formulo la frase diversamente:

ho comprato un condizionatore per difendermi dal caldo.
ho messo le zanzariere per difendermi dalle zanzare
ho assunto il vaccino per difendermi dall'influenza

I fanatici dell'analisi logica sono mica quelli che ti bacchettano quando usi la preposizione secondo loro sbagliata? (tipo: "il maglione DI lana" e non "il maglione IN lana")?
"Il maglione di lana" è un'espressione che si usa, ed anche più frequentemente dell'altra, quindi o si sostiene che gli unici autorizzati a parlare italiano sono gli accademici della crusca o si modifica il concetto di italiano.

La modifica dovrebbe consistere nel ridefinire l'inquadramento di quel "di" ampliandolo; ma ritorno a proporre il mio quesito: perchè farlo ?

I professori d'italiano devono sforzarsi di far parlare un italiano migliore ai propri studenti, ma non credo che possano ottenere alcun risultato con le varie analisi.

Ci sono bambini totalmente ignoranti di tutte le analisi che ad 8 anni parlano perfettamente; il loro punto di forza consiste nell'avere qualche adulto di riferimento che parla correttamente italiano con loro e che li ha corretti quando hanno sbagliato; questo è ciò che dovrebbero fare i docenti d'italiano.
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Dom Set 20, 2015 11:12 am

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Non mi avete convinto, formulo la frase diversamente:

ho comprato un condizionatore per difendermi dal caldo.
ho messo le zanzariere per difendermi dalle zanzare
ho assunto il vaccino per difendermi dall'influenza

I fanatici dell'analisi logica sono mica quelli che ti bacchettano quando usi la preposizione secondo loro sbagliata? (tipo: "il maglione DI lana" e non "il maglione IN lana")?
"Il maglione di lana" è un'espressione che si usa, ed anche più frequentemente dell'altra, quindi o si sostiene che gli unici autorizzati a parlare italiano sono gli accademici della crusca o si modifica il concetto di italiano.

La modifica dovrebbe consistere nel ridefinire l'inquadramento di quel "di" ampliandolo; ma ritorno a proporre il mio quesito: perchè farlo ?

I professori d'italiano devono sforzarsi di far parlare un italiano migliore ai propri studenti, ma non credo che possano ottenere alcun risultato con le varie analisi.

Ci sono bambini totalmente ignoranti di tutte le analisi che ad 8 anni parlano perfettamente; il loro punto di forza consiste nell'avere qualche adulto di riferimento che parla correttamente italiano con loro e che li ha corretti quando hanno sbagliato; questo è ciò che dovrebbero fare i docenti d'italiano.

D'accordo, di nuovo. Ma chi in questo topic ha sostenuto il contrario?
Tornare in alto Andare in basso
zelis



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 19.11.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 6:37 pm

vinz ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Serve a qualcosa l'analisi logica ?
Chi di voi prima di parlare o prima di scrivere pensa a quello che vuole dire e verifica se sia corretto dal punto di vista dell'analisi logica (o grammaticale o del periodo) ?

Io penso che quel che si fa a scuola e poi mai più per il resto della vita, si potrebbe anche evitare di farlo; io mi ricordo che sapevo fare l'analisi logica, ma oggi non ricordo più nemmeno cosa sia.

"Avverbio" era una delle cose di cui si parlava in analisi grammaticale (correggetemi se sbaglio); non saprei citare nemmeno una cosa di cui si parlava in analisi logica.

Sono sostanzialmente d'accordo. E c'è un' aggravante: l'analisi logica tradizionale è non solo pressoché inutile ma anche del tutto incapace di analizzare logicamente la lingua. E' come un cacciavite che non avvita o una sega che non taglia. Funziona bene solo con le frasi "addomesticate", a volte un po' ridicole, che popolano gli eserciziari, fallisce drammaticamente con la lingua effettivamente parlata e scritta. Spero sia chiaro: non mi importa un fico di analizzare le tre frasi che ho proposto, anche perché, pur essendo banali e d'uso comune, non credo che  siano analizzabili con le categorie dell'analisi logica tradizionale. Le ho proposte per raccogliere qualche spunto di riflessione didattica sul tema, per vedere l'aria che tira... Per capire in quanti siamo ad esserci stufati di insegnare corbellerie.  
Io rispondo che non mi interessa quasi mai il contenuto di ciò che insegno, mi interessa il lavoro, lo sforzo, l'esercizio che la mente del ragazzo fa per apprenderlo. Così giustifico l'esercizio che costringe a fare l'analizzare una lingua. Credo possa essere considerato propedeutico ad altro, un pò come quando nello sport si fa "riscaldamento". Gliela metto così e funziona ;-)
Tornare in alto Andare in basso
zelis



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 19.11.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 6:38 pm

vinz ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Serve a qualcosa l'analisi logica ?
Chi di voi prima di parlare o prima di scrivere pensa a quello che vuole dire e verifica se sia corretto dal punto di vista dell'analisi logica (o grammaticale o del periodo) ?

Io penso che quel che si fa a scuola e poi mai più per il resto della vita, si potrebbe anche evitare di farlo; io mi ricordo che sapevo fare l'analisi logica, ma oggi non ricordo più nemmeno cosa sia.

"Avverbio" era una delle cose di cui si parlava in analisi grammaticale (correggetemi se sbaglio); non saprei citare nemmeno una cosa di cui si parlava in analisi logica.

Sono sostanzialmente d'accordo. E c'è un' aggravante: l'analisi logica tradizionale è non solo pressoché inutile ma anche del tutto incapace di analizzare logicamente la lingua. E' come un cacciavite che non avvita o una sega che non taglia. Funziona bene solo con le frasi "addomesticate", a volte un po' ridicole, che popolano gli eserciziari, fallisce drammaticamente con la lingua effettivamente parlata e scritta. Spero sia chiaro: non mi importa un fico di analizzare le tre frasi che ho proposto, anche perché, pur essendo banali e d'uso comune, non credo che  siano analizzabili con le categorie dell'analisi logica tradizionale. Le ho proposte per raccogliere qualche spunto di riflessione didattica sul tema, per vedere l'aria che tira... Per capire in quanti siamo ad esserci stufati di insegnare corbellerie.  
Io rispondo che non mi interessa quasi mai il contenuto di ciò che insegno, mi interessa il lavoro, lo sforzo, l'esercizio che la mente del ragazzo fa per apprenderlo. Così giustifico l'esercizio che costringe a fare l'analizzare una lingua. Credo possa essere considerato propedeutico ad altro, un pò come quando nello sport si fa "riscaldamento". Gliela metto così e funziona ;-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 7:03 pm

Ok, su questo posso concordare.

Mi chiedo però se non esista un'attività che sia utile in sé e che stimoli le funzioni logiche.

Saresti d'accordo se si eliminasse l'analisi logica (e grammaticale) e si facesse introduzione alla programmazione (informatica) ?

In verità c'è un'applicazione pratica almeno dell'analisi grammaticale: nello studio delle lingue straniere (non da bambini) è utile saper classificare le varie parole.
Tornare in alto Andare in basso
Aresgr



Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 7:12 pm

diciamo che l'analisi logica può vivere anche senza chi non ne capisce un'acca, come la matematica e le scienze varie vivono senza chi non ne capisce una ceppa....meno male che poi i test di ammissione confermano che la scuola italiana fa schifo a tutte le latitudini si guardi...siano scientifiche che umanistiche...quindi con buona pace di tutti....Maestro Manzi in testa!


Ultima modifica di Aresgr il Mer Set 23, 2015 7:34 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Aresgr



Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 7:27 pm

vinz ha scritto:
Tre frasette che da sole bastano a far vacillare il fragile castello dell'analisi logica (tradizionale) della frase semplice:

1) La casa va a fuoco.

2) Credo  in Dio.

3) Ho investito sul mattone.

Ci sono stato sopra un paio d'ore, senza venirne a capo.

Chi se la sente di tentarne l'analisi, possibilmente argomentandola?

1. LA CASA (SOGGETTO) VA (P.V.) A FUOCO (moto a luogo figurato) indica semplicemente una condizione del verbo andare, una condizione in fieri.
2. CREDO (P.V.) IN DIO (COMPL.DI TERMINE): LA MIA FEDE OSSIA VA A DIO.
3. HO INVESTITO (P.V) SUL MATTONE (STATO IN LUOGO FIGURATO)

in ogni caso tutte le lingue che ho studiato ci dicono che esiste un soggetto e un predicato...provate a studiare il tedesco senza sapere cosa è un soggetto o un verbo e poi me lo ridite...il fatto di biascicare un po' di inglese non garantisce che un inglese ci consideri di striscio.
Io ho imparato che prima di parlare una lingua straniera devo pensare in quella lingua e da lì viene poi la scelta delle parole e della disposizione delle stesse, oramai a 38 anni suonati è un fenomeno spontaneo di cui nemmeno mi accorgo!
Sapete quanti curriculum o strafalcioni ho sentito in dieci anni di colloqui aziendali, anche da plurilaureati e manager che si vantavano di essere maghi del mercato e poi biascicavano l'italiano peggio dell'ultimo degli analfabeti (con rispetto per gli analfabeti!)
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 7:45 pm

Aresgr ha scritto:
vinz ha scritto:
Tre frasette che da sole bastano a far vacillare il fragile castello dell'analisi logica (tradizionale) della frase semplice:

1) La casa va a fuoco.

2) Credo  in Dio.

3) Ho investito sul mattone.

Ci sono stato sopra un paio d'ore, senza venirne a capo.

Chi se la sente di tentarne l'analisi, possibilmente argomentandola?

1. LA CASA (SOGGETTO) VA (P.V.) A FUOCO (moto a luogo figurato) indica semplicemente una condizione del verbo andare, una condizione in fieri.
2. CREDO (P.V.) IN DIO (COMPL.DI TERMINE): LA MIA FEDE OSSIA VA A DIO.
3. HO INVESTITO (P.V) SUL MATTONE (STATO IN LUOGO FIGURATO)

in ogni caso tutte le lingue che ho studiato ci dicono che esiste un soggetto e un predicato...provate a studiare il tedesco senza sapere cosa è un soggetto o un verbo e poi me lo ridite...il fatto di biascicare un po' di inglese non garantisce che un inglese ci consideri di striscio.
Io ho imparato che prima di parlare una lingua straniera devo pensare in quella lingua e da lì viene poi la scelta delle parole e della disposizione delle stesse, oramai a 38 anni suonati è un fenomeno spontaneo di cui nemmeno mi accorgo!
Sapete quanti curriculum o strafalcioni ho sentito in dieci anni di colloqui aziendali, anche da plurilaureati e manager che si vantavano di essere maghi del mercato e poi biascicavano l'italiano peggio dell'ultimo degli analfabeti (con rispetto per gli analfabeti!)

Apprezzo il tentativo di analizzare le frasi, ma considerare " a fuoco" un complemento di moto a luogo, per quanto figurato, mi suona comico: visualizzo una casa che con le sue gambette si alza e si reca in un certo luogo incandescente.
Considerare "In Dio" complemento di termine è poi decisamente inaccettabile, anche se si tratta di una soluzione in qualche modo ingegnosa. La verità è che queste frasi non sono analizzabili con gli schemi tradizionali dell'analisi logica. E ne potrei fornire ancora alcune dozzine. Quindi? Se l'analisi logica serve a fare esercizio logico ma fallisce con frasette così semplici e ordinarie perché è alquanto illogica o almeno parzialmente illogica, come la mettiamo?
Tornare in alto Andare in basso
Aresgr



Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 8:07 pm

se non ci credi manda una mail al prof. Serianni visto che ha scritto manuali e manuali di grammatica e parlane con lui....i complementi figurati si chiamanocosì proprio perché non ci sono movimenti concreti...quanto a credere in Dio ugualmente puoi rivolgerti a luminari universitari se non ti convince la grammatica italiana....non sono frasi illogiche ma casi particolari che ci permettono di dimostrare che non sempre l'analisi logica si fa secondo lo schemetto classico: soggetto predicato compl. oggetto....
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 8:22 pm

Aresgr ha scritto:
non sono frasi illogiche ma casi particolari che ci permettono di dimostrare che non sempre l'analisi logica si fa secondo lo schemetto classico: soggetto predicato compl. oggetto....

Questa è bellissima e me la segno.

Non ho detto che si tratta di frasi illogiche, ma che gli schemi dell'analisi logica stentano o falliscono del tutto al loro cospetto. Illogica è l'analisi che cerchiamo di fare, adattando col martello e la fresa frasi riottose che meriterebbero un approccio diverso.

E comunque l' esempio "Credere in dio" viene proprio da Serianni (ma tu guarda, a volte, com'è strana la vita) che parla di "inclusione stativa" per la preposizione "in", rinunciando a precisare meglio la questione.
La costruzione credere + in è irriducibile, proprio secondo i linguisti più titolati, non secondo me, agli schemi dell'analisi logica tradizionale.
Un'analisi logica che deve ricorre ai salti mortali per analizzare frasette di tre parole, non è probabilmente così logica.
Comunque, sono un riformista (radicale) non un abolizionista. Anche secondo me a questo mondo conta ancora saper individuare il soggetto e il predicato.


Ultima modifica di vinz il Mer Set 23, 2015 8:53 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1882
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 8:39 pm

ma perché discutere? C'è questo comodissimo sito!

http://www.analisi-logica.it/Analisi_Logica.php

credere in dio : in dio è stato in luogo
a fuoco: moto a luogo

sul mattone: il sito non risponde

La lingua è viva, la lettura che se ne fa con l'analisi logica è semplicemente approssimativa e non una realtà in sè; le espressioni seguono spesso regole diverse da quelle della logica in generale. Usiamo dire "macchina da scrivere" e non il corretto ma orrendo "macchina per scrivere", mettiamo il maglione "in lana" e non sempre il corretto maglione "di lana", crediamo IN Dio perché sarebbe riduttivo credere A Dio, come se fosse un amico. La genesi delle espressioni è molto complessa...
Tornare in alto Andare in basso
Online
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 8:46 pm

ushikawa ha scritto:
ma perché discutere? C'è questo comodissimo sito!

http://www.analisi-logica.it/Analisi_Logica.php

credere in dio : in dio è stato in luogo
a fuoco: moto a luogo

sul mattone: il sito non risponde

La lingua è viva, la lettura che se ne fa con l'analisi logica è semplicemente approssimativa e non una realtà in sè; le espressioni seguono spesso regole diverse da quelle della logica in generale. Usiamo dire "macchina da scrivere" e non il corretto ma orrendo "macchina per scrivere", mettiamo il maglione "in lana" e non sempre il corretto maglione "di lana", crediamo IN Dio perché sarebbe riduttivo credere A Dio, come se fosse un amico. La genesi delle espressioni è molto complessa...

Condivido in toto la parte che ho evidenziato in grassetto.
Quel sito invece, che conosco bene, mi fa venire l'orticaria...
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioOggetto: Re: Analisi logica: disfida per impavidi   Mer Set 23, 2015 9:16 pm

vinz ha scritto:

Sono sostanzialmente d'accordo. E c'è un' aggravante: l'analisi logica tradizionale è non solo pressoché inutile ma anche del tutto incapace di analizzare logicamente la lingua. E' come un cacciavite che non avvita o una sega che non taglia. Funziona bene solo con le frasi "addomesticate", a volte un po' ridicole, che popolano gli eserciziari, fallisce drammaticamente con la lingua effettivamente parlata e scritta.

A dispetto di quel "logica" di logico nell'analisi logica c'è poco.
Pretende di analizzare elementi logico-sintattici con un approccio semantico. Con uno strumento del genere si capirà sempre ben poco della struttura di una lingua e del modo in cui le parti del discorso si legano tra loro.
L'analisi grammaticale e quella del periodo potranno essere indigeste quanto si vuole ma almeno hanno una loro coerenza di fondo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Analisi logica: disfida per impavidi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Infinito, vuoto, logica e zenone
» Domande di Logica e Paradossi
» Test di Logica
» Capisaldi dell'ateismo
» Confronto Logica Convenzionale e Logica Religiosa

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: