Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 500 euro per auto formazione (?)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
elena1410



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 23.03.13

MessaggioOggetto: 500 euro per auto formazione (?)   Lun Set 21, 2015 3:20 pm

Promemoria primo messaggio :

Visto che ci daranno 500 euro per auto formazione, mi chiedo se i corsi Mnemosine di perfezionamento annuale possono essere considerati validi. Qualcuno sa? Grazie
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 5:46 pm

Molto utili tutti i vostri consigli informatici !! Una domanda sulla rendicontazione. Volevo capire chi sarebbe il REVISORE DEI CONTI della propria scuola. Il DSGA? Giusto per chiedere a tale "figura" se e quali acquisti accetta e quali invece non accetta come relativi alla "formazione". Così non rischiamo di sbagliare...
Tornare in alto Andare in basso
unga



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 6:54 pm

Giustissimo, temo che la responsibilità sia del DSGA. Quindi sarebbe utile chiarire come e cosa giustificare. La responsabilità della convalida sarà del DSGA che se non firma lascerà a noi l'onere di spese che forse non avremmo fatto, se non fossimo spinti dall' euforia di questo "regalino".
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:12 pm

Concordo pienamente! Appena erogano la somma chiediamo subito delucidazioni al DSGA... Se codesta figura di revisore dei conti non dovesse essere d'accordo su determinati acquisti credo che la nostra ampia gamma di scelta ne risulterebbe ridimensionata.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:23 pm

Francesca4 ha scritto:
In realtà è da tempo che ho pensato di dare il portatile che uso a mia figlia ed acquistarne uno nuovo per me, e questo indipendentemente dai 500 euro di bonus, e credevo di avere anche  idee chiare in proposito.
Invece più vi leggo più mi rendo conto di avere molta confusione in mente, e lungi da me il fatto di chiedere consiglio a mio marito o mio figlio, poiché mi spingerebbero, come al solito, a fare acquisti che piacciono a loro, e considerando il fatto che  sono abbastanza qualificati, mentre io resto sempre una troglodita in informatica, mi troverei a dover combattere con un marchingegno che non saprei neppure avviare.
Del resto le mie richieste sono semplici e modeste:
1) Vorrei un pc portatile
2)Monitor 17" anche se per praticità lo preferirei più piccolo, ma sono diventata presbite da poco (quasi due gradi ad occhio,sigh!), per cui temo dovrò accontentarmi di quello più grande
3) Scheda video che tenga conto del difetto di cui sopra per una maggiore definizione possibile dell'immagine
4)Hard disk 500 GB
5)Memoria RAM 4 GB
6) Processore non saprei, quello che ho in uso è intel pentium inside.
7) Almeno 3 USB
8)Sistema operativo windows

Ringrazio anticipatamente chi vorrà e potrà rispondermi.
Ma vuoi un modello o delle indicazioni di massima?
1) monitor: l'opzione 17" incide notevolmente sul prezzo. Allo stato attuale i 17" hanno ancora prezzi piuttosto alti perché a parità di condizioni fanno lievitare il prezzo di 150-200 euro rispetto a configurazioni con schermo a 15".
2) la scheda grafica influisce poco. Ovviamente lo schermo a 17" permette una risoluzione maggiore che assorbe più risorse dalla scheda grafica, tuttavia la differenza tra le risoluzioni ottimali per i 15" e quelle ottimali per i 17" non sono così marcate da giustificare l'installazione di una scheda grafica più prestante. In generale le schede grafiche sono sovradimensionate rispetto ai requisiti di una determinata risoluzione perché predisposte per utilizzi che richiedono un minimo di risorse, tipo videogiochi o multimedia. Secondo me per un uso ordinario una scheda grafica da 500 giga è più che sufficiente (a prescindere dalla dimensione dello schermo), se non vuoi giocare a FIFA 2020.
3) L'hardisk da 500 giga è una configurazione base ormai presente nella maggior parte dei portatili, anche quelli economici.
4) Anche la RAM da 4 giga è ormai presente in tutti i portatili. Configurazioni più prestanti, come 8 giga spuntano ovviamente prezzi decisamente più alti, ma secondo me non sono necessarie per usi ordinari. Non credo che ti metta a fare grafica 3D o montaggio video con il portatile, per fare alcuni esempi.
5) come processore consiglio di optare per AMD, che spunta prezzi sicuramente più bassi rispetto agli Intel. Nella maggior parte degli usi ordinari il processore è sottoutilizzato, salvo le punte occasionali. Certo se pretendi di fare la compilazione di un sorgente mentre l'antivirus fa la scansione del disco e ti metti contemporaneamente a giocare su un gioco arcade in flash è inevitabile che il processore arranchi. Ma se devi navigare, usare la posta, fare videoscrittura, gestire foto, ecc. non c'è bisogno di spendere 200 euro in più per prendere una cpu ultrafichissima. Tenuto conto che difficilmente ti troverai nella condizione di voler sostituire il processore per mantenere lo stesso portatile, puoi andare anche sui sottoprodotti minori, come ad esempio i Celeron di Intel. Ma io consiglio comunque gli AMD 2-4 core per le tue esigenze.
6) 3 USB sono sicuramente il minimo: una pendrive, un mouse, una chiavetta internet e ti ritrovi tutte le porte occupate. Purtroppo il numero di ingressi USB incide parecchio sul prezzo del portatile. Se si vuole risparmiare, un compromesso è quello di ricorrere ad un hub usb per aumentare all'occorrenza il numero di porte da usare, anche se non è il massimo. Importante è invece la posizione delle porte USB: una dislocazione su più lati è sicuramente più funzionale. Le porte troppo ravvicinate possono creare problemi di ingombro sterico perché il collegamento di una periferica può impedire l'uso della porta USB adiacente.
7) sul sistema operativo non mi pronuncio: windows preinstallato comporta un 150-200 euro in più, c'è poco da scialare.

Una feature non trascurabile che consiglio di prendere in considerazione è l'autonomia della batteria: è inutile disporre di un portatile ultrafichissimo se poi ha una batteria da battaglia. Non sempre si ha una presa a portata di mano e questo può condizionare l'uso del portatile in certi contesti. Le batterie ovviamente costano e hanno un costo non trascurabile. Meglio risparmiare su alcuni requisiti e puntare perciò ad una maggiore autonomia.
Tornare in alto Andare in basso
clarinettokr



Messaggi : 3114
Data d'iscrizione : 08.10.09

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:37 pm

Uno potrebbe comprarsi anche una tv a led, e far risultare che ha acquistato un computer......
Tornare in alto Andare in basso
Aresgr



Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:39 pm

beh uno lo porta a scuola e sai quante cose ci fai cmq con i ragazzi?!!!!
Tornare in alto Andare in basso
crotone



Messaggi : 1891
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:51 pm

no bog, sono entrato nella fase B ma con incarico fino al 30 giugno nella mia provincia
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 7:56 pm

clarinettokr ha scritto:
Uno potrebbe comprarsi anche una tv a led, e far risultare che ha acquistato un computer......

Veramente la TV led, da 40 pollici circa, è proprio ciò che mi serve di più, per mostrare i contenuti multimediali in Storia dell'Arte. Ormai visti i costi e la leggerezza (anche se non sono proprio portatili e vanno lasciate a scuola) sono meglio dei videoproiettori digitali (con i quali bisogna spendere minimo il doppio, soffrire tempi di sistemazione/raffreddamento e considerare sempre i costi periodici per la sostituzione della lampada).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 8:05 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Che roba è MS Surface? Comincio ad essere troppo vecchio per queste cose

Un mega bidone piatto targato zio Bill!
Bello per carità, molto bello, ma...
mah... che si trattasse di qualcosa di microsoffice non avevo dubbi. Che si trattasse di un bidone di Guglielmo Porte non avevo dubbi. Microsoffice produce bidoni per definizione. Ma è il successore di Wincoz 8?

Sorvolo sul bello. Per me il software deve essere funzionale, della bellezza non mi importa un piffero.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 8:17 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Che roba è MS Surface? Comincio ad essere troppo vecchio per queste cose

Un mega bidone piatto targato zio Bill!
Bello per carità, molto bello, ma...
mah... che si trattasse di qualcosa di microsoffice non avevo dubbi. Che si trattasse di un bidone di Guglielmo Porte non avevo dubbi. Microsoffice produce bidoni per definizione. Ma è il successore di Wincoz 8?

Sorvolo sul bello. Per me il software deve essere funzionale, della bellezza non mi importa un piffero.

Non è l'ennesimo OS da 10.1 imprecazioni all'ora ma un gioielllllone ibrido tra laptop e tablet per sollazzare gli inesperti.
Di quella bellezza anche io non so che farmene! ^_^

http://www.webnews.it/speciale/microsoft-surface-pro-4/

Ah... @Francesca, ottimi i consigli di Giancarlo, ne aggiungo a proposito uno mio.
MAI e dico MAI comprare l'ultima novità lanciata sul mercato (dritta sulla capoccia dei niubbi pronti in fila indiana). Conviene orientarsi su un modello ultra collaudato in modo da unire la piena affidabilità ai costi ridotti dal fatto che verrà presto sostituito da quello nuovo della relativa gamma (al quale devi resistere oltre ogni apparente vantaggio illustrato da volantini e addetti alla vendita).
Sulle marche potremmo fare una scaletta critica, ma ognuno ha le sue esperienze e forse è il caso di non andare troppo sui dettagli commerciali. Comunque, volendo, sempre per la buona e giusta regola di evitare acquisti incauti, si potrebbe fare.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 8:44 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

Ti chiedo un parere, al di là dei 500 euro.
Nella mia città c'è la stessa offerta per un Lenovo, pensavo di aprofittarne... il sistema operativo è in omaggio con le riviste Linux? Non c'è speranza che chi me lo vende me lo istalli anche? Non sono bravissimo in queste cose...
Non è facile rispondere a queste domande in modo semplice. La migrazione drastica e totale verso un sistema Linux è traumatica. L'ibridazione e l'eventuale migrazione progressiva sono invece cose fattibili. Soprattutto se c'è la possibilità di appoggiarti ad amici, colleghi o ad una comunità che possano supportarti all'occorrenza. Su questo ci ritorno dopo.
In commercio ci sono computer con Linux preinstallato (generalmente una Ubuntu), anche se bisogna stare attenti alle sòle: molto spesso le case scrivono Linux ma in realtà non c'è nulla di installato, si sottintende che c'è la compatibilità dell'hardware ma che te lo installi tu perché è gratuito. Al più ti installano un freedos per non darti un disco completamente vergine.
Chiaramente per chi è completamente digiuno tutto questo diventa un limite insormontabile.
Come rimediare?
Esiste un'associazione, in Italia, l'Italian Linux Society. In questa associazione si riconoscono vari piccoli gruppi autonomi di utenti, genericamente chiamati LUG (Linux Users Group). In genere c'è un gruppo utenti linux in ogni grande città, spesso anche in piccole città. Una mappa la puoi trovare qui: http://lugmap.linux.it/eventi/
Cosa fanno questi gruppi? Accomunati da una stessa passione, si adoperano per far conoscere il software libero e promuoverne la diffusione. A Cagliari abbiamo un lug, il GULCh, a cui sono iscritto da oltre 10 anni. Da anni mi occupo delle procedure di iscrizione e della gestione del database dei soci. Ci incontriamo raramente, in occasione di riunioni, del Linux Day (l'ultimo a cui ho partecipato è stato nel 2007). Eppure siamo in continuo contatto attraverso le nostre mailing list. Pensa che uno degli utenti più attivi, socio fondatore, sta in Norvegia. Eppure è lui che si rimbocca le maniche per fare la manutenzione al nostro server, che fisicamente è dislocato in un centro di ricerca a Pula, a due passi da casa mia. L'unico requisito per entrare in un LUG è l'interesse. Non ci sono gerarchie, ci chiamiamo tutti per nome o per nickname a prescindere dalla nostra identità, dal ragazzino smanettone al professore universitario. I LUG organizzano seminari, iniziative di promozione, progetti di collaborazione e supporto. Fra queste iniziative ce n'è una tradizionale, il Linux Day, che cade in genere l'ultimo sabato di ottobre. Quest'anno il linux day si terrà il 24 ottobre. Dove? In ogni città. Laddove esiste un supporto logistico: un'azienda, una scuola, una facoltà universitaria. Il nostro LD si svolge sempre al Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell'Università di Cagliari, che mette a disposizione locali e strutture per l'evento. Grazie ad un professore, più un amico che professore per chi lo conosceva, morto lo scorso anno. Nel Linux Day si svolgono microconferenze su vari temi legati al software libero. Nelle scorse edizioni ne ho tenuto anch'io: una sulla gestione di un server proxy e di un filtro dei contenuti per l'accesso ad internet da una scuola, un'altra sulle potenzialità della diffusione del software libero nelle scuole, l'ultima, in cui ero peraltro organizzatore e coordinatore dell'evento, su come si partiziona un disco fisso per installare in dual boot una configurazione ibrida, Linux + Windows. Ai linux day si associano spesso (soprattutto in passato) le install fest, iniziative in cui si procede all'installazione di un sistema linux: basta portare il proprio computer e in una mezzora ti installano Linux lasciando inalterato quello che hai già.
Il mio suggerimento è quello di partecipare al prossimo LD nella tua città: hai l'occasione di chiedere consigli dettagliati, punti di appoggio, contatti, ecc. Tutto quello che può aiutarti per introdurti in modo non traumatico.
Ma molti LUG non si fermano al linux day. Spesso si offrono per iniziative di supporto alle scuole. Soprattutto la scuola primaria, quella che ha più bisogno di un supporto. C'è un'altra associazione, Ingegneria Senza Frontiere, che si occupa di recuperare hardware dismesso, ne tirano fuori computer, ci installano una linux box e li mettono a disposizione di scuole. Il 5 settembre in una scuola della provincia di Pordenone si è svolta un'install fest ( http://www.pnlug.it/2015/09/02/un-install-party-per-aiutare-la-scuola-primaria-di-villotta-di-chions/ ). Insomma, se chiedi aiuto, soprattutto da una scuola, difficilmente l'appello resta inascoltato.

Trovati i contatti e un riferimento di supporto, puoi intraprendere una migrazione graduale, oppure mantenere i piedi su entrambe le staffe (il pinguino non si offende, ha una mentalità aperta). Col tempo viene naturale usare ottimi applicativi alternativi che non fanno rimpiangere quelli familiarmente usati su Windows: Libre Office o Open Office al posto di MS Office, Gimp al posto di Photoshop, Blender al posto di Max 3D Studio, ecc. Per non parlare di tutte quelle applicazioni che hanno versioni per più sistemi operativi, come Firefox, Videolan, Thunderbird, Inkscape, ecc. Una volta acquisita una familiarità con l'ambiente Linux, su una linux box fai esattamente le stesse cose che fai su una macchina windows. Mia moglie, che non è un'esperta informatica, usa esclusivamente Linux da anni: scrive, fa fotoritocco, ascolta musica, naviga su internet, si guarda i film, ecc. su una Ubuntu.

Ubuntu ha avuto un successone proprio perché concepito per avvicinare a Linux utenti poco familiarizzati. A mio parere anche troppo, visto che fa le stesse cose di Windows: aggiornamenti automatici, configurazioni predisposte, ecc. La gestione di una macchina linux richiede però qualche cognizione in più se si vuole sfruttarne in pieno le sue potenzialità. Altrimenti si continua ad essere dipendenti da qualcosa che non si conosce. Esattamente come su Windows. Ma mentre Windows ti impedisce di imparare, il software libero ha una differente impostazione, con una concezione opposta. L'importante è avere qualcuno a cui appoggiarsi. Dopo i primi passi, i problemi si possono di volta in volta risolvere autonomamente, magari aiutandosi con il Web, che per gli utenti Linux è un pozzo di documentazione, guide, dritte, ecc. Di solito, chi ha un problema e riesce a risolverlo, mette la sua esperienza a disposizione di tutti con un tutorial o un how-to. Ad esempio, l'anno scorso mi ero imbattuto in un grosso problema che non riuscivo a risolvere. Mi sono documentato cercando in rete e alla fine ho assemblato tutte le informazioni venendo a capo del problema specifico. Ne ho fatto una guida e l'ho messa in rete in modo che possa essere d'aiuto a chi, prima o poi, incontra lo stesso problema ( http://www.giand.it/tic/linux/ ). Questa è la filosofia del software libero.

Citazione :

P.s. Gian, una grande curiosità: a cosa serve Freedos, stante che non ha l'interfaccia grafica? Come fai a navigare in rete senza interfaccia grafica?
Diciamo che la maggior parte delle persone non sanno che farsene, ma puoi essere operativo anche con freeDOS (soprattutto se in passato hai avuto a che fare con DOS). Ti sembrerà strano, ma puoi navigare in rete anche con freedos, basta usare un browser testuale, come ad esempio Lynx. Ovviamente un browser come Lynx farebbe inorridire un "digitalizzato" abituato al touch e a strusciare tablet smartfon. Lynx è da tastiera e privo di accessibilità a contenuti multimediali. Visualizzi solo il testo di una pagina Web (sperando che sia stata fatta con tutti i canoni e non con i piedi come molti siti all'acqua di rose).
C'era un periodo in cui mi capitava di usarlo spesso per fare determinate operazioni che richiedevano una connessione diretta ad internet, dal momento che ero connesso a internet attraverso un server proxy che amministravo io. Mi bastava aprire un terminale dalla mia Linux box, entrare nel server via SSH (per i profani, il Secure SHell è una specie di Telnet che ti permette di gestire un computer a distanza da una console, basta conoscere i comandi), in pratica navigavo con Lynx dal server stando però nella mia postazione remota. In quei tempi amministravo tutte le postazioni linux della mia scuola stando comodamente a casa sulla mia postazione: installazioni, configurazioni, trasmissione di file, ecc. Mi è capitato anche di spegnere a distanza il computer a qualche studente quando lo beccavo a fare cavolate su internet ;-)

Molto interessante su Lynx... ho visto delle schermate in rete, tuttavia mi chiedo: per utilizzare molte cose serve java... è possibile chattare con lynx, esiste un java per sistema senza interfaccia grafica? Peraltro, cosa può spingere un utente a preferire lynx a un comune broswer? Ha dei vantaggi particolari?
Grazie della risposta, sei ipercompetente come al solito... su linux forse non saprei gestirlo, mi sembra che ci voglia costanza e interesse, e temo di essere un po' "utente medio", un figlio di windows!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 8:47 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
In realtà è da tempo che ho pensato di dare il portatile che uso a mia figlia ed acquistarne uno nuovo per me, e questo indipendentemente dai 500 euro di bonus, e credevo di avere anche  idee chiare in proposito.
Invece più vi leggo più mi rendo conto di avere molta confusione in mente, e lungi da me il fatto di chiedere consiglio a mio marito o mio figlio, poiché mi spingerebbero, come al solito, a fare acquisti che piacciono a loro, e considerando il fatto che  sono abbastanza qualificati, mentre io resto sempre una troglodita in informatica, mi troverei a dover combattere con un marchingegno che non saprei neppure avviare.
Del resto le mie richieste sono semplici e modeste:
1) Vorrei un pc portatile
2)Monitor 17" anche se per praticità lo preferirei più piccolo, ma sono diventata presbite da poco (quasi due gradi ad occhio,sigh!), per cui temo dovrò accontentarmi di quello più grande
3) Scheda video che tenga conto del difetto di cui sopra per una maggiore definizione possibile dell'immagine
4)Hard disk 500 GB
5)Memoria RAM 4 GB
6) Processore non saprei, quello che ho in uso è intel pentium inside.
7) Almeno 3 USB
8)Sistema operativo windows

Ringrazio anticipatamente chi vorrà e potrà rispondermi.
Ma vuoi un modello o delle indicazioni di massima?
1) monitor: l'opzione 17" incide notevolmente sul prezzo. Allo stato attuale i 17" hanno ancora prezzi piuttosto alti perché a parità di condizioni fanno lievitare il prezzo di 150-200 euro rispetto a configurazioni con schermo a 15".
2) la scheda grafica influisce poco. Ovviamente lo schermo a 17" permette una risoluzione maggiore che assorbe più risorse dalla scheda grafica, tuttavia la differenza tra le risoluzioni ottimali per i 15" e quelle ottimali per i 17" non sono così marcate da giustificare l'installazione di una scheda grafica più prestante. In generale le schede grafiche sono sovradimensionate rispetto ai requisiti di una determinata risoluzione perché predisposte per utilizzi che richiedono un minimo di risorse, tipo videogiochi o multimedia. Secondo me per un uso ordinario una scheda grafica da 500 giga è più che sufficiente (a prescindere dalla dimensione dello schermo), se non vuoi giocare a FIFA 2020.
3) L'hardisk da 500 giga è una configurazione base ormai presente nella maggior parte dei portatili, anche quelli economici.
4) Anche la RAM da 4 giga è ormai presente in tutti i portatili. Configurazioni più prestanti, come 8 giga spuntano ovviamente prezzi decisamente più alti, ma secondo me non sono necessarie per usi ordinari. Non credo che ti metta a fare grafica 3D o montaggio video con il portatile, per fare alcuni esempi.
5) come processore consiglio di optare per AMD, che spunta prezzi sicuramente più bassi rispetto agli Intel. Nella maggior parte degli usi ordinari il processore è sottoutilizzato, salvo le punte occasionali. Certo se pretendi di fare la compilazione di un sorgente mentre l'antivirus fa la scansione del disco e ti metti contemporaneamente a giocare su un gioco arcade in flash è inevitabile che il processore arranchi. Ma se devi navigare, usare la posta, fare videoscrittura, gestire foto, ecc. non c'è bisogno di spendere 200 euro in più per prendere una cpu ultrafichissima. Tenuto conto che difficilmente ti troverai nella condizione di voler sostituire il processore per mantenere lo stesso portatile, puoi andare anche sui sottoprodotti minori, come ad esempio i Celeron di Intel. Ma io consiglio comunque gli AMD 2-4 core per le tue esigenze.
6) 3 USB sono sicuramente il minimo: una pendrive, un mouse, una chiavetta internet e ti ritrovi tutte le porte occupate. Purtroppo il numero di ingressi USB incide parecchio sul prezzo del portatile. Se si vuole risparmiare, un compromesso è quello di ricorrere ad un hub usb per aumentare all'occorrenza il numero di porte da usare, anche se non è il massimo. Importante è invece la posizione delle porte USB: una dislocazione su più lati è sicuramente più funzionale. Le porte troppo ravvicinate possono creare problemi di ingombro sterico perché il collegamento di una periferica può impedire l'uso della porta USB adiacente.
7) sul sistema operativo non mi pronuncio: windows preinstallato comporta un 150-200 euro in più, c'è poco da scialare.

Una feature non trascurabile che consiglio di prendere in considerazione è l'autonomia della batteria: è inutile disporre di un portatile ultrafichissimo se poi ha una batteria da battaglia. Non sempre si ha una presa a portata di mano e questo può condizionare l'uso del portatile in certi contesti. Le batterie ovviamente costano e hanno un costo non trascurabile. Meglio risparmiare su alcuni requisiti e puntare perciò ad una maggiore autonomia.

Preciso e disponibile a soddisfare ogni singola richiesta, come del resto fai sempre Giancarlo.
All'autonomia della batteria non avevo proprio pensato, grazie per la dritta!
Finalmente un po' di "chiarezza"!


Ultima modifica di Francesca4 il Mer Set 23, 2015 9:28 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:00 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Che roba è MS Surface? Comincio ad essere troppo vecchio per queste cose

Un mega bidone piatto targato zio Bill!
Bello per carità, molto bello, ma...
mah... che si trattasse di qualcosa di microsoffice non avevo dubbi. Che si trattasse di un bidone di Guglielmo Porte non avevo dubbi. Microsoffice produce bidoni per definizione. Ma è il successore di Wincoz 8?

Sorvolo sul bello. Per me il software deve essere funzionale, della bellezza non mi importa un piffero.

Non è l'ennesimo OS da 10.1 imprecazioni all'ora ma un gioielllllone ibrido tra laptop e tablet per sollazzare gli inesperti.
Di quella bellezza anche io non so che farmene! ^_^

http://www.webnews.it/speciale/microsoft-surface-pro-4/

Ah... @Francesca, ottimi i consigli di Giancarlo, ne aggiungo a proposito uno mio.
MAI e dico MAI comprare l'ultima novità lanciata sul mercato (dritta sulla capoccia dei niubbi pronti in fila indiana). Conviene orientarsi su un modello ultra collaudato in modo da unire la piena affidabilità ai costi ridotti dal fatto che verrà presto sostituito da quello nuovo della relativa gamma (al quale devi resistere oltre ogni apparente vantaggio illustrato da volantini e addetti alla vendita).
Sulle marche potremmo fare una scaletta critica, ma ognuno ha le sue esperienze e forse è il caso di non andare troppo sui dettagli commerciali. Comunque, volendo, sempre per la buona e giusta regola di evitare acquisti incauti, si potrebbe fare.

Grazie per il consiglio Ciccio.
Convengo con te, sono piuttosto spartana e sobria nelle scelte: ho sempre preferito i prodotti affidabili e collaudati alle ultime novità lanciate sul mercato, mi piace restare con i piedi per terra, anzi ... sulla terra, in questo senso sono molto poco extraterrestre.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:03 pm

Ho letto da qualche parte (non ricordo dove però) che dovrete rendicontare la ricchissima regalia ottriata da parte del Glande Riformatore dei 500 neuri in busta paga.
Si sa già dove dovrete mandare le  980'000 pezze giustificative?
O lo dovrete fare su istanze online che ovviamente salterà in aria visto il numero eccessivo di accessi?
O forse farà tutto il commercialista?


Mi sto appassionando alla vicenda...è un pò come osservare degli ubriachi che guidano alla cieca un camion che trasporta dei cristalli di boemia..ammetto di avere quel minimo di sadismo per vedere come ne escono, senza fallire (more solito) in modo spettacolare... ah, ah, ah..
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:18 pm

bog ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Che rabbia. Sono soldi sprecati, che senso ha darci queste 500 euro? Siamo già pagati, li utilizzi er comprare le LIM per tutte le aule oppure per fare lavori necessari. Bisogna finirla di farci sembrare dei morti di fame a cui bisogna ogni tanto dare 4 soldi... ci assicurino piuttosto il diritto della LIBERTA' DI INSEGNAMENTO!!!
...se non li vuoi potresti darli in beneficenza ad un altro tuo collega che ne pensi? Nei paesi europei ma quelli civili la cultura è "gratis per tutti" esempio nelle bibloteche prendi in prestito un CD oppure un libro che è uscito 2 oppure 3 mesi prima....ma capite quanto gli altri paesi siano avanzati? Per me questo provvedimento è GIUSTO per carità ma è arrivato un pò troppo tardi Internet è arrivato nella metà degli anni '90 e siamo indietro di ben 15 anni fate voi un pò i conti e poi questi 500.00 euro potevano essere dati o caricati al mese e non all'anno .

Me ne frego dei paesi europei... questi soldi sono solo sprecati, il PD sta bruciando soldi nel potenziamento e in questi regalini, invece che diminuire il numero di alunni per classi, consentendoci di fare una didattica di alta livello. Se li tengano i 500 euro...
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:20 pm

Forse valutano che dando dai 4 ai 9k euro ai Dirigenti Scolastici (per il merito, tot 30 milioni già stanziati) e 500 euro una tantum ad ottobre ai docenti di ruolo riusciranno in parte a comprare consenso per la riforma (dopo essere tornati parzialmente indietro sulle deportazioni con i differimenti del ruolo), visto che ad oggi uno del PD (anche per dirne una un Mineo della situazione ) per il solo fatto di far parte di quel partito non può accostarsi a più di 50 metri da una qualunque scuola pubblica, senza essere pesantemente contestato.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:22 pm

mordekayn ha scritto:
Forse valutano che dando dai 4 ai 9k euro ai Dirigenti Scolastici e 500 euro una tantum ad ottobre ai docenti di ruolo riusciranno in parte a comprare consenso per la riforma, visto che ad oggi uno del PD (anche per dirne una un Mineo della situazione ) per il solo fatto di far parte di quel partito non può accostarsi a più di 50 metri da una qualunque scuola pubblica, senza essere pesantemente contestato.

Esatto, è la carità che ci viene data per tenerci buoni. Cosa c'è di peggio di questo?
Con gli stessi soldi, invece che fare deliranti riforme, si poteva diminuire il numero di alunni per classe e consentirci un lavoro serio e professionale!!!
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:32 pm

Agli ata manco la carità.

Anzi - 50 milioni di risparmi  per gli ata (stretta sulle supplenze e OD tagliato di 2020 unità), + 30 milioni di retribuzione aggiuntiva ai DS. Totale una ventina di milioni di risparmio unidirezionalmente sottratta alla plebe a favore (almeno apparentemente) di quello dovrà diventare un manager privato, con il suo bello staff separato dai dipendenti docenti.
Apparentemente perchè poi al DS non danno i mezzi amministrativi sostanziali per poter esercitare le loro aumentate prerogative e responsabilità (banalmente perchè le segreterie sono al collasso - non so se ve ne state accorgendo già da questo inizio di anno scolastico-, in stato semi-comatoso e le nuove regole draconiane sulle supplenze impediranno oggettivamente un funzionamento ordinato dei servizi amministrativi e di pulizia/sorveglianza..almeno un manager privato ha i suoi begli uffici amministrativi settorializzati che può usare a piacimento per gli   azionisti e la proprietà).
La manovra  è chiara: creare dei kapò dipendenti dal ministero che a suon di frusta e nerbate comandino sui sottoposti..da qui l'idea di creare un solco salariale che per prima cosa deve distinguere nettamente il vertice della piramide dalla base.

Rinnovassero i contratti piuttosto, visto che la Consulta ha già detto che non si può prorogare all'infinito il blocco..


Ultima modifica di mordekayn il Mer Set 23, 2015 9:38 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:37 pm

Poco più di un anno fa avevo comprato per mia moglie, che poi di fatto utilizzo più io, un Asus P551C senza sistema operativo pagato 230 €.
Nulla di eccezionale. Queste le specifiche tecniche:
Processore: Intel 1,4 GHz Dual Core RAM DDR3 1600MHz 4 GB
Hard-Disk: 500
Scheda grafica: Intel HD graphics
Schermo: 15.6 pollici risoluzione HD Ready 1366x768, LED
Connessioni: Wireless 802.11 b/g/n
Webcam integrata HD 720p
Audio e microfono integrato
Batteria: agli ioni di Litio 4 celle
1 ingresso USB 2.0
1 ingresso USB 3.0
1 ingresso HDMI
1 slot di espansione SD
Tastiera standard con tastierino numerico
Dimensioni: 25,1 x 38 x 3,1 cm
Peso: 2,2 kg

I criteri di scelta erano i seguenti:
1. Costo più basso possibile. C'erano anche offerte leggermente più basse, ma ho optato per determinate condizioni di vendita
2. Assenza del sistema operativo. Condizione vincolante, del sistema operativo non me ne frega niente, ci ho installato Ubuntu 14.04, Slackware 14.1 e un porting di Android per notebook (mi serviva per un'operazione che dovevo fare sul router via tablet, peccato che Android non riconosca l'interfaccia wireless del portatile)
- scheda grafica. Di solito opto per le Pny (ex Nvidia), ma a parità di condizioni i costi erano più alti. Le ATI le evito come la peste, perciò ho optato per una scheda grafica Intel, dal momento che sono pienamente supportate dal kernel linux
- processore: mi bastava un dual core e anche non particolarmente prestante. Per quello che faccio su un portatile basta e avanza. La scelta su Intel è puramente casuale, quando compro i componenti per assemblare un PC opto sempre per gli AMD che hanno un prezzo più basso
- RAM: per quello che ci serviva 4 giga erano più che sufficienti. All'occorrenza ci faccio funzionare contemporaneamente anche un altro sistema operativo nella virtual box. Nessun limite di memoria per quello che faccio
- Hardisk: 500 giga erano più che sufficienti, per conservare file ho l'imbarazzo della scelta dato che in casa disponiamo complessivamente di oltre 3 Tb sui PC fissi, oltre ad alcuni hardisk dismessi di 160 giga che non uso per sovrabbondanza di spazio libero
- batteria: ho cercato di prendere il meglio in rapporto al prezzo, con una batteria a 3 celle posso contare su un'autonomia di almeno 3 ore.
- monitor: ovviamente il criterio vincolante è stato il risparmio. In ogni modo, sia con ubuntu sia con slackware ho impostato la configurazione per ridurre al minimo il disagio di icone e caratteri troppo piccoli. Per fortuna gli ambienti grafici dei sistemi Linux sono più adatti per gli ipovedenti, nulla a che vedere con quelle ciofeche di microsoft che sono davvero massacranti per chi ha problemi di vista.

Ho purtroppo sottovalutato il numero di porte USB. Due porte sono decisamente pochine se voglio usare chiavetta internet e pendrive devo rinunciare al mouse. Peraltro le porte sono troppo vicine e se inserisco la chiavetta internet mi ingombra l'altra porta. Pazienza, tutta esperienza.

Il portatile è chiaramente un optional da usare a tempo perso quando sono fuori: fondamentalmente videoscrittura, internet, registrazione audio e qualche varie ed eventuali. Per le cose serie usiamo due PC fissi. Sul mio sfrutto parecchio il processore quando compilo sorgenti e la RAM quando lavoro con la grafica oppure quando ho mille mila schede aperte su firefox. Per non parlare di tutti i programmi tenuti aperti. Per la scheda video mi sono limitato ad un 500 mega perché mi basta per le mie esigenze. Il pc di mia moglie inizia invece ad essere un po' datato, con 4 giga di RAM (anche se sfrutta poco la RAM). Invece sfrutta parecchio la scheda video, infatti le avevo installato una scheda da 1 giga. Inoltre ha la paranoia dello spazio su disco, tant'è che dispone di un hardisk fisso di 1 tera e uno mobile di un altro tera. Comunque penso che i 500 euro li userò per assemblare una nuova macchina, a meno che non voglia un tablet.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:41 pm

Francesca4 ha scritto:

Preciso e disponibile a soddisfare ogni singola richiesta, come del resto fai sempre Giancarlo.
All'autonomia della batteria non avevo proprio pensato, grazie per la dritta!
Finalmente un po' di "chiarezza"!

Tieni presente che prima ho fatto riferimento ad una scheda grafica da 500 Gb. Ovviamente è un refuso, volevo scrivere 500 Mb. Non so neppure se esistono schede grafiche di quella capacità :-D
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:43 pm

Prendilo con l'SSD..è quello che fa la differenza, più che il processore, ram e scheda video per l'uso corrente, dove la cpu rimarrà quasi sempre in idle.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:55 pm

@ mordekayn e precario.acciaio
non è che sbavo per i 500 euro, sono sempre stato contrarissimo a questa "riforma" e non era certo il contentino dei 500 euro a farmi cambiare idea. Ma la riforma ce l'hanno infilata (il "dove" è esplicitamente implicito) e non è che per dispetto rinuncio a spenderli.
Ogni anno spendo qualche centinaio di euro per l'acquisto di hardware e libri, perciò non c'è problema, per rendicontare ho l'imbarazzo della scelta. Diciamo che il risparmio che deriva dal contentino mi permette di recuperare metà della spesa che sto facendo per comprare i listoni per fare il sottotetto in casa :-)

Se poi fanno lo scherzetto di congelarli (conoscendo i miei polli) pazienza, non ci ho mai contato e non ci conto finché non li vedo davvero. Le spese preventivate le farò comunque a prescindere dalle elemosine elargite dal pagliaccio.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 9:56 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Poco più di un anno fa avevo comprato per mia moglie, che poi di fatto utilizzo più io, un Asus P551C senza sistema operativo pagato 230 €.
Io ho preso il modello X551CA, con Microsoffr (bestia come soffr!) Winzozz 8.1 (ora aggiornato a 10.1) e risponde pienamente a tutte le recensioni ed opinioni degli user che ho letto prima di acquistarlo.
Per un modello più performante sicuramente mi orienterò sempre su un ASUS, stavolta di fascia medio-alta, ne ho già adocchiati un paio con prezzi in calo per il discorso fatto prima sul rinnovo dei cataloghi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 10:14 pm

precario.acciaio ha scritto:
bog ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Che rabbia. Sono soldi sprecati, che senso ha darci queste 500 euro? Siamo già pagati, li utilizzi er comprare le LIM per tutte le aule oppure per fare lavori necessari. Bisogna finirla di farci sembrare dei morti di fame a cui bisogna ogni tanto dare 4 soldi... ci assicurino piuttosto il diritto della LIBERTA' DI INSEGNAMENTO!!!
...se non li vuoi potresti darli in beneficenza ad un altro tuo collega che ne pensi? Nei paesi europei ma quelli civili la cultura è "gratis per tutti" esempio nelle bibloteche prendi in prestito un CD oppure un libro che è uscito 2 oppure 3 mesi prima....ma capite quanto gli altri paesi siano avanzati? Per me questo provvedimento è GIUSTO per carità ma è arrivato un pò troppo tardi Internet è arrivato nella metà degli anni '90 e siamo indietro di ben 15 anni fate voi un pò i conti e poi questi 500.00 euro potevano essere dati o caricati al mese e non all'anno .

Me ne frego dei paesi europei... questi soldi sono solo sprecati, il PD sta bruciando soldi nel potenziamento e in questi regalini, invece che diminuire il numero di alunni per classi, consentendoci di fare una didattica di alta livello. Se li tengano i 500 euro...
Io invece me li prendo; vorrà dire che poi mi sentirò ladro quanto un parlamentare ........ ok, magari un po meno.

Ho le spalle larghe; ce la posso fare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 500 euro per auto formazione (?)   Mer Set 23, 2015 10:19 pm

mordekayn ha scritto:
Prendilo con l'SSD..è quello che fa la differenza, più che il processore, ram e scheda video per l'uso corrente, dove la cpu rimarrà quasi sempre in idle.
Se uno non ha particolari esigenze di spazio disco sono un'ottima soluzione, ma secondo me hanno ancora prezzi troppo alti se devi conservare grandi quantità di dati. Per non parlare di conservazione di video, audio e grafica.
Sulla RAM non transigo, per anni ho sempre dovuto mettere un freno alle mie velleità per non dover usare la swap. Da quanto ho assemblato il nuovo PC mettendoci 8 giga di RAM non ho più problemi di questo genere.
Sul processore non sono mai stato esigente, ma da quando sto usando un processore 4 core noto la differenza quando assemblo video o compilo sorgenti. Prima mi armavo di pazienza e mettevo in preventivo anche ore di attesa con il processore al 100%. Ora una compilazione la completo in pochi minuti e certe volte mi capita di fare decine di compilazioni. Senza contare che nel mio sistema ho parecchi demoni in background, compreso un server web, e quando ti serve capacità di calcolo anche la loro presenza si fa sentire.
Gli SSD sono una bella tecnologia, ma per il momento non mi interessano, vado su componenti più versatili.
Tornare in alto Andare in basso
 
500 euro per auto formazione (?)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 11Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Seguente
 Argomenti simili
-
» Sequestrati 23 milioni di euro dello Ior. Indagato il presidente
» Lampedusa. Vendevano le figlie a 3 euro.
» Quegli 80 euro di Renzi
» Aprire un centro di formazione
» Le Distrazioni di Gesù: un'auto su processione, 1 morto e 10 feriti.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: