Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 registro elettronico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
zelis



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 19.11.10

MessaggioOggetto: registro elettronico   Mar Set 22, 2015 2:26 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutt*, vi racconto brevemente cosa accade nel mio istituto (scuola secondaria di primo grado). Due anni fa la nostra Ds ha deciso che dovevamo passare al digitale, così l'anno scorso (per tutto l'intero anno) non abbiamo avuto nè digitale nè cartaceo. O più precisamente, nel nostro istituto la linea internet non raggiunge le aule, così pur avendo dei pc fissi in classe, non sono collegati alla rete e quindi risultano inutilizzabili. Dopo varie insistenze abbiamo avuto il registro di classe cartaceo, una volta a casa poi firmavamo e compilavamo registro digitale di classe e personale. Qualcuno con tablet e connessione personale è riuscito a compilare da scuola. Dopo un anno fatto di promesse e di "portate pazienza", il nuovo Ds ci ha detto che provvederà mettendo a posto la connessione. Io sono del parere che fino a quel momento dobbiamo avere un registro di classe cartaceo per comunicare tra noi insegnanti. Poi, una volta messo a posto la rete, vorrei recuperare le ore impiegate per apporre firme, registrare assenze, ritardi, uscite, valutazioni, compiti e attività varie.
Cosa ne pensate, vi sembra legittima come richiesta o sono obbligata a fare queste cose nel mio tempo libero con mezzi e strumenti miei?
Grazie
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mar Set 22, 2015 10:51 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Spaggiari lo consente eccome, di firmare fuori orario.

In una scuola in cui la connessione funziona una volta sì e cinque no, mi sembra assolutamente DOVEROSO consentire la firma differita.

Invece meglio di no! Se la connessione non funziona non si fa e basta. Il registro è un documento ufficiale, non ci si dovrebbe giocare
Il risultato sarebbe l'abbandono del registro elettronico, cosa intollerabile per chi fa registri elettronici, quindi scordatelo.

Anche Argo lo consente

Posso però dire che non è doveroso ma vergognoso?
In sostanza si permette di taroccare un documento ufficiale. Quando verrà fuori il primo contenzioso?

Ma perché, col librone cartaceo non capitava mai a nessuno di dimenticarsi la firma e di firmare in ritardo, dopo che il collega dell'ora successiva aveva fatto notare nel corridoio "guarda che non hai firmato"????

Oppure, non capitava mai a nessuno, avendo due ore consecutive nella stessa classe, di firmare direttamente per entrambe le ore nello stesso momento, anche se si era ancora nel corso della prima e la seconda non era ancora iniziata? Magari prima della campanella poteva pure succedere un cataclisma naturale o un attentato incendiario, e sarebbe risultato che "avevamo fatto anche la seconda ora" anche se nel frattempo la scuola era stata sgomberata, o era crollata del tutto...

Ma soprattutto, col librone cartaceo non capitava mai a nessuno di commettere un errore materiale casuale (tipo, firmare sulla riga dell'ora sbagliata, oppure trovarsi la riga invasa dal collega che aveva firmato per sbaglio al posto nostro, e aggiungerci una freccetta con la firma buona)... e poi correggerlo tranquillamente facendo un frego sopra, rettificando la firma giusta, e apponendo una sigla o una nota leggibile?

E non mi pare che nessuno sia mai scandalizzato per una cosa del genere, purché fosse leggibile e siglata!

Col registro elettronico bisogna acchiappare il collega con cui ci si sono eventualmente scambiate le firme, trovare un momento in cui siamo liberi tutti e due, e andare a pietire in segreteria che ce le aggiustino loro...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5347
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mar Set 22, 2015 11:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Spaggiari lo consente eccome, di firmare fuori orario.

In una scuola in cui la connessione funziona una volta sì e cinque no, mi sembra assolutamente DOVEROSO consentire la firma differita.

Invece meglio di no! Se la connessione non funziona non si fa e basta. Il registro è un documento ufficiale, non ci si dovrebbe giocare
Il risultato sarebbe l'abbandono del registro elettronico, cosa intollerabile per chi fa registri elettronici, quindi scordatelo.

Anche Argo lo consente

Posso però dire che non è doveroso ma vergognoso?
In sostanza si permette di taroccare un documento ufficiale. Quando verrà fuori il primo contenzioso?

Ma perché, col librone cartaceo non capitava mai a nessuno di dimenticarsi la firma e di firmare in ritardo, dopo che il collega dell'ora successiva aveva fatto notare nel corridoio "guarda che non hai firmato"????

Oppure, non capitava mai a nessuno, avendo due ore consecutive nella stessa classe, di firmare direttamente per entrambe le ore nello stesso momento, anche se si era ancora nel corso della prima e la seconda non era ancora iniziata? Magari prima della campanella poteva pure succedere un cataclisma naturale o un attentato incendiario, e sarebbe risultato che "avevamo fatto anche la seconda ora" anche se nel frattempo la scuola era stata sgomberata, o era crollata del tutto...

Ma soprattutto, col librone cartaceo non capitava mai a nessuno di commettere un errore materiale casuale (tipo, firmare sulla riga dell'ora sbagliata, oppure trovarsi la riga invasa dal collega che aveva firmato per sbaglio al posto nostro, e aggiungerci una freccetta con la firma buona)... e poi correggerlo tranquillamente facendo un frego sopra, rettificando la firma giusta, e apponendo una sigla o una nota leggibile?

E non mi pare che nessuno sia mai scandalizzato per una cosa del genere, purché fosse leggibile e siglata!

Col registro elettronico bisogna acchiappare il collega con cui ci si sono eventualmente scambiate le firme, trovare un momento in cui siamo liberi tutti e due, e andare a pietire in segreteria che ce le aggiustino loro...

L.


L'errore capita ancora e capiterà sempre, quindi non è di quello che si discute.

Un conto è come si usa un documento ufficiale, un conto è un documento ufficiale che già di per sé non permette di verbalizzare secondo correttezza.
Se qualcuno facesse mai un rilievo alla collega che non ha firmato avrebbe ragione, come per l'impiegato che scorda di badgiare. Sarebbe invece assurdo che si premesse all'impiegato di badgiare quando vuole perché il badge non funziona
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 12:27 am

lucetta10 ha scritto:

Non so se ci siano registri che permettono una firma differita della presenza in classe: mi stupirebbe.
In questo mi pare evidente una responsabilità del DS. Rimane il fatto che, una volta adottato, immagino non sia possibile abolire l'elettronico, ci sarebbero, se non altro, delle penali e un danno erariale  

Quello che stiamo usando in quella scuola lo permette come impostazione facoltativa. I margini di libertà sono scelti dalla scuola che fruisce del servizio. Ovviamente nelle scuole che hanno limiti strutturali è ragionevole impostare la possibilità di firmare in differita, almeno nell'arco della giornata. Una piattaforma rigida rischia di essere ingestibile.
Per ora abbiamo la possibilità di firmare anche per giorni precedenti, più avanti credo che questa possibilità sarà disabilitata. Si tratta di una soluzione che permette di gestire periodi di transizione come l'inizio dell'anno scolastico: ci sono colleghi che ancora non hanno l'accesso al registro oppure colleghi che non hanno dimestichezza con la piattaforma e devono perciò fare un po' di rodaggio.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 1:00 am

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
In queste condizioni trovo molto più funzionale il registro elettronico, anche se lo sto usando per la prima volta solo da pochi giorni. Lo compilo in classe e richiede molto meno tempo della compilazione dei registri cartacei. All'occorrenza, se non ho voglia (non tempo), ci dedico un paio di minuti dal mio PC a casa nel pomeriggio. Comunque una scelta personale. Con il registro cartaceo personale sono invece già in arretrato.
Infatti io sono assolutamente a favore del registro elettronico;  a me basta che mi consenta di fare l'appello e mettere note disciplinari in tempo reale, tutto il resto lo faccio da casa, voti ed argomenti compresi; è più comodo, meno errori, spazio infinito e nessun rompicoglioni intorno mentre scrivi; una pacchia.

Anche la firma di presenza, mi sveglio, accendo il PC, vado in bagno, torno al PC e metto le spunte di presenza, spengo e vado al lavoro; se il PC di scuola non funziona la mia presenza c'è; se schiatto per strada ...... vuoi che mi preoccupi di aver messo una presenza di troppo ?



Il problema non è se schiatti tu, ma se un tuo brillante alunno risulta presente e invece è in strada a strattonare vecchiette o se mamma e papà litigano e vogliono sapere quando bimbetto è andato a scuola e se è uscito prima!
L'appello lo faccio in classe se il PC funziona; che c'entra con la mia firma ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
zelis



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 19.11.10

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 7:15 am

Ringrazio tutt* delle risposte chiare, precise ed esaustive. Solo una precisazione, il nostro attuale Ds ha ereditato la situazione quest'anno, non l'ha creata. Ci ha assicurato che provvederà a sistemare la rete, speriamo possa riuscire a farlo. Faccio tesoro delle risposte date, mi aiutano a riflettere meglio sul da farsi, grazie ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1774
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 1:15 pm

Visto che la pratica di firmare e/o annotare sul r.e. in differita è praticamente obbligatoria laddove non c'è rete...
Visto che la pratica di firmare e/o annotare sul r.e. in differita è considerata INNOCUA....

... allora COME MAI i DS si rifiutano di mettere per iscritto la liceità di questa pratica, anche quando sono sollecitati con esplicita domanda scritta protocollata in segreteria?
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 4:06 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Spaggiari lo consente eccome, di firmare fuori orario.

In una scuola in cui la connessione funziona una volta sì e cinque no, mi sembra assolutamente DOVEROSO consentire la firma differita.

Vero, me lo ricordo.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 4:11 pm

Comunque, per puro amore di conoscenza.

Spaggiari: lo consente
Mastercom: non lo consente
Argo: lo consente

Ci sono altre informazioni? Più se ne sa meglio è.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 6:40 pm

precario.acciaio ha scritto:
Comunque, per puro amore di conoscenza.

Spaggiari: lo consente
Mastercom: non lo consente
Argo: lo consente

Ci sono altre informazioni? Più se ne sa meglio è.
Non ho esperienza di amministrazione di un registro elettronico, a dire la verità fino a 10 giorni fa non ne avevo mai visto uno dal vivo. Ma avendo esperienza di piattaforme client server mi sono già fatto un'idea in proposito sulla base di alcune deduzioni.
Elementi:

1) nella scuola in cui sono usano il registro "Classe viva" del gruppo Spaggiari

2) da alcuni colleghi ho saputo che attualmente è possibile firmare anche in differita perché non siamo ancora in pieno regime, ma che in seguito l'accesso alle funzionalità del registro sarà più restrittivo (firme in differita)

3) giorni fa ho immediatamente segnalato al collega referente del registro elettronico una criticità del registro che ho rilevato grazie ad un mio errore. In sostanza, avevo messo la firma in una classe per una lezione di due ore, il sistema mi ha chiesto la conferma e io l'ho data. Solo dopo mi sono reso conto che la classe in cui avevo fatto due ore era un'altra e che con la conferma avevo sovrascritto la registrazione del collega che mi seguiva. A mio parere è inconcepibile che un utente senza privilegi possa sovrascrivere dati inseriti da altri utenti, perciò ho pensato ad un banalissimo bug e ho segnalato il caso al referente in modo da portarlo a conoscenza del gruppo Spaggiari. Dopo avermi ringraziato per la segnalazione, il referente mi ha spiegato che non si tratta di un bug ma semplicemente di una "funzionalità" disattivabile dalla scuola chei amministra il registro. Questa opzione (deleteria, secondo me) è stata lasciata aperta per consentire l'immediata correzione per sovrascrittura di firme inserite nell'ora sbagliata.

Sulla base di questi elementi deduco che il servizio di registro elettronico contempla un pacchetto di opzioni personalizzabili di competenza della scuola che fruisce del servizio. Le scuole che attuano una policy rigida hanno evidentemente disabilitato l'opzione della firma in differita. Le scuole che invece attuano una policy elastica (per motivi vari) hanno abilitato questa opzione.
Questo sistema permette perciò l'adattamento di uno stesso servizio con funzionalità differenti (più o meno restrittive) attivabili dall'utenza (le varie scuole), rendendo lo stesso registro versatile secondo le esigenze di ogni singola scuola.
Se avessi programmato un registro elettronico avrei fatto la stessa cosa: avrei lasciato aperte più opzioni alternative su gradi di libertà a determinate funzionalità in modo che ogni scuola potesse scegliere la configurazione più adatta alle proprie esigenze. Questo tipo di versatilità è semplice da realizzare, basta prevedere, in fase di programmazione, percorsi alternativi degli algoritmi in funzione di "interruttori" attivabili dall'utenza.

Un esempio di come funziona il sistema: prendiamo un forum impostato sulla piattaforma phpBB, come quello di Orizzonte Scuola. Il forum è predisposto per la funzionalità dei messaggi diretti (o messaggi privati), ma la funzionalità può essere abilitata o meno su scelta del gestore che fruisce della piattaforma. In questo caso, Lalla ha disabilitato i messaggi privati, in un altro forum simile la funzionalità è invece abilitata.

Presumo che questa versatilità sia propria non solo del registro elettronico del gruppo Spaggiari ma anche di altri registri elettronici. Noi abbiamo una percezione dovuta al fatto che magari abbiamo una sola esperienza su un determinato registro elettronico e siamo perciò convinti che una funzionalità dipenda dal servizio offerto (Spaggiari sì, Mastercom no, Argo sì). In realtà gli stessi registri elettronici hanno sicuramente funzionalità differenti perché impostate in modo differente dalle singole scuole che ne fruiscono.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 7:07 pm

Anche Argo consente una certa personalizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 7:34 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Anche Argo consente una certa personalizzazione.
Secondo me tutti.
Una casa che offre una piattaforma rigida e poco personalizzabile si dà la zappa sui piedi. Vero è che dirigenti scolastici e dsga, spesso e volentieri, non ne capiscono una mazza di piattaforme client server e finiscono per prendere una ciofeca senza informarsi sulle funzionalità che offre, ma tant'è, queste scelte scellerate sono all'ordine del giorno nella pubblica amministrazione e, a maggior ragione, nella scuola.
Nella mia scuola B hanno comprato un software per l'elaborazione dell'orario scolastico. Mi dicono che l'hanno pagato 1500 euro. Potevano ricorrere all'ottimo FET, open source e gratuito, magari elargendo una donazione di 1-200 euro all'autore, che avrebbe sicuramente gradito.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 9:18 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
 
3) giorni fa ho immediatamente segnalato al collega referente del registro elettronico una criticità del registro che ho rilevato grazie ad un mio errore. In sostanza, avevo messo la firma in una classe per una lezione di due ore, il sistema mi ha chiesto la conferma e io l'ho data. Solo dopo mi sono reso conto che la classe in cui avevo fatto due ore era un'altra e che con la conferma avevo sovrascritto la registrazione del collega che mi seguiva. A mio parere è inconcepibile che un utente senza privilegi possa sovrascrivere dati inseriti da altri utenti, perciò ho pensato ad un banalissimo bug e ho segnalato il caso al referente in modo da portarlo a conoscenza del gruppo Spaggiari.

Boh, io ho avuto a che fare con Spaggiari per due anni (adesso abbiamo già cambiato, giudicate voi con quale lucidità e consapevolezza vengono prese le decisioni) e non mi risulta che si potesse sovrascrivere una firma altrui.

Anzi, il problema pratico è esattamente il contrario, ossia che se Paolina si accorge che Pinuccio ha sbagliato e ha inserito la firma nella casella dell'ora che spettava a Paolina, questa non può più firmare fino a che non è riusaita a contattare Pinuccio di persona e a dirgli "Guarda che hai sbagliato casella, per favore togli la tua firma altrimenti non posso mettere la mia".

Ovviamente questo non può avvenire in tempo reale, perché nel migliore dei casi i due sono impegnati in classi diverse, nel peggiore uno dei due è già andato a casa e non è reperibile fino a domani...
Tornare in alto Andare in basso
Online
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 9:30 pm

A me Argo piaceva molto, lo trovavo molto ragionevole e flessibile, mastercom ha dei pregi, ma sicuramente è molto rigido...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5347
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 9:37 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non so se ci siano registri che permettono una firma differita della presenza in classe: mi stupirebbe.
In questo mi pare evidente una responsabilità del DS. Rimane il fatto che, una volta adottato, immagino non sia possibile abolire l'elettronico, ci sarebbero, se non altro, delle penali e un danno erariale  

Quello che stiamo usando in quella scuola lo permette come impostazione facoltativa. I margini di libertà sono scelti dalla scuola che fruisce del servizio. Ovviamente nelle scuole che hanno limiti strutturali è ragionevole impostare la possibilità di firmare in differita, almeno nell'arco della giornata. Una piattaforma rigida rischia di essere ingestibile.
Per ora abbiamo la possibilità di firmare anche per giorni precedenti, più avanti credo che questa possibilità sarà disabilitata. Si tratta di una soluzione che permette di gestire periodi di transizione come l'inizio dell'anno scolastico: ci sono colleghi che ancora non hanno l'accesso al registro oppure colleghi che non hanno dimestichezza con la piattaforma e devono perciò fare un po' di rodaggio.



Quella che descrivi è un situazione normale per un servizio appena avviato, e certo mi rendo conto che possa essere ragionevole. Ma i margini non possono essere completamente aperti perché non c'è connessione! In questo caso l'atto pubblico è completamente snaturato, è una buffonata. Tanto varrebbe eliminare del tutto la firma
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 10:02 pm

lucetta10 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non so se ci siano registri che permettono una firma differita della presenza in classe: mi stupirebbe.
In questo mi pare evidente una responsabilità del DS. Rimane il fatto che, una volta adottato, immagino non sia possibile abolire l'elettronico, ci sarebbero, se non altro, delle penali e un danno erariale  

Quello che stiamo usando in quella scuola lo permette come impostazione facoltativa. I margini di libertà sono scelti dalla scuola che fruisce del servizio. Ovviamente nelle scuole che hanno limiti strutturali è ragionevole impostare la possibilità di firmare in differita, almeno nell'arco della giornata. Una piattaforma rigida rischia di essere ingestibile.
Per ora abbiamo la possibilità di firmare anche per giorni precedenti, più avanti credo che questa possibilità sarà disabilitata. Si tratta di una soluzione che permette di gestire periodi di transizione come l'inizio dell'anno scolastico: ci sono colleghi che ancora non hanno l'accesso al registro oppure colleghi che non hanno dimestichezza con la piattaforma e devono perciò fare un po' di rodaggio.



Quella che descrivi è un situazione normale per un servizio appena avviato, e certo mi rendo conto che possa essere ragionevole. Ma i margini non possono essere completamente aperti perché non c'è connessione! In questo caso l'atto pubblico è completamente snaturato, è una buffonata. Tanto varrebbe eliminare del tutto la firma
tanto varrebbe eleminare del tutto la natura ufficiale di un atto umano routinario.

Quando compiliamo un registro sembra che stiamo facendo una cerimonia solenne; e che cazzo la maggior parte delle volte è una cosa frettolosa, inutile e falsa; se l'importanza verrà ridimensionata ben venga.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5347
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 10:38 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non so se ci siano registri che permettono una firma differita della presenza in classe: mi stupirebbe.
In questo mi pare evidente una responsabilità del DS. Rimane il fatto che, una volta adottato, immagino non sia possibile abolire l'elettronico, ci sarebbero, se non altro, delle penali e un danno erariale  

Quello che stiamo usando in quella scuola lo permette come impostazione facoltativa. I margini di libertà sono scelti dalla scuola che fruisce del servizio. Ovviamente nelle scuole che hanno limiti strutturali è ragionevole impostare la possibilità di firmare in differita, almeno nell'arco della giornata. Una piattaforma rigida rischia di essere ingestibile.
Per ora abbiamo la possibilità di firmare anche per giorni precedenti, più avanti credo che questa possibilità sarà disabilitata. Si tratta di una soluzione che permette di gestire periodi di transizione come l'inizio dell'anno scolastico: ci sono colleghi che ancora non hanno l'accesso al registro oppure colleghi che non hanno dimestichezza con la piattaforma e devono perciò fare un po' di rodaggio.



Quella che descrivi è un situazione normale per un servizio appena avviato, e certo mi rendo conto che possa essere ragionevole. Ma i margini non possono essere completamente aperti perché non c'è connessione! In questo caso l'atto pubblico è completamente snaturato, è una buffonata. Tanto varrebbe eliminare del tutto la firma
tanto varrebbe eleminare del tutto la natura ufficiale di un atto umano routinario.

Quando compiliamo un registro sembra che stiamo facendo una cerimonia solenne; e che cazzo la maggior parte delle volte è una cosa frettolosa, inutile e falsa; se l'importanza verrà ridimensionata ben venga.


Non ci allarghiamo con l'iconoclastia: qui non si parla di dissacrare una cerimonia o abbattere falsi idoli, ma di mantenere un minimo di serietà nella compilazione di un atto ufficiale. Una cazzata, certo (non meno del leccare con la ceralacca il plico degli esami!), ma per la sua banalità. Se poi è inutile e falsa aboliamola a prescindere dal sussidio. Ma che diventi falsa solo perché si passa al digitale mi pare incredibile!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:27 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Boh, io ho avuto a che fare con Spaggiari per due anni (adesso abbiamo già cambiato, giudicate voi con quale lucidità e consapevolezza vengono prese le decisioni) e non mi risulta che si potesse sovrascrivere una firma altrui.
Ti garantisco al 100% che si può fare dal momento che l'ho fatto proprio io: un collega ha firmato alla seconda ora. A casa stavo mettendo la firma sulla prima ora, ma ho impostato la durata di due ore, con il risultato di far sparire la firma e l'oggetto della lezione inseriti dal mio collega. Quando mi sono accorto della cazzata che avevo fatto ho annullato la mia firma e reinserita settando una sola ora. Ma a questo punto i campi della seconda ora sono rimasti vuoti.
E non sono certo uno sprovveduto che crede di aver fatto una cosa.

Quando ho segnalato il caso al referente per il registro elettronico mi ha detto che è un'impostazione che ha abilitato lui nella configurazione personalizzata per l'istituto.

Chiaramente è una leggerezza inconcepibile perché lascia aperta una vulnerabilità gravissima. Se per ipotesi si imposta il registro elettronico per l'inserimento in differita delle firme, in teoria può capitare che alla fine del quadrimestre un insegnante che esce fuori di testa decida di incasinare tutte le registrazioni fatte nel quadrimestre causando la perdita irrimediabile di informazioni. Ad es. l'oggetto delle lezioni: anche volendo ripristinare, chi si ricorda cosa ha fatto il 10 ottobre nella classe X? Al più si possono ripristinare le firme.
Per non parlare dell'eventualità che uno studente si appropri della password di un insegnante: un ragazzo sveglio riesce a farlo se sta attento a come un insegnante poco pratico con la tastiera digita una password banale a due dita e magari la classica password stile 12345!

Citazione :
Anzi, il problema pratico è esattamente il contrario, ossia che se Paolina si accorge che Pinuccio ha sbagliato e ha inserito la firma nella casella dell'ora che spettava a Paolina, questa non può più firmare fino a che non è riusaita a contattare Pinuccio di persona e a dirgli "Guarda che hai sbagliato casella, per favore togli la tua firma altrimenti non posso mettere la mia".

Ovviamente questo non può avvenire in tempo reale, perché nel migliore dei casi i due sono impegnati in classi diverse, nel peggiore uno dei due è già andato a casa e non è reperibile fino a domani...
Ecco, è proprio questo il punto!
Il referente mi ha detto che gli è stato chiesto (presumo dal DS) di abilitare la sovrascrittura proprio perché capitava spesso che ci fossero parecchi Pinucci che firmavano nell'ora sbagliata impedendo alle Paoline di firmare nell'ora di loro competenza. In questo modo si lascia a Paolina la possibilità di rimediare in tempo reale alla cazzata di Pinuccio senza dover scomodare l'amministrazione.

Tutto questo sul registro di Spaggiari. Garantito al limone.
[lo so, è roba da turchi]
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:34 pm

A margine: non so come siano gli altri registri elettronici, ma a mio modesto parere il grafico che ha progettato il rendering del registro di Spaggiari meriterebbe la fucilazione per crudeltà mentale.
Ma come cacchio si fa a impostare uno sfondo rosso scarlatto per una pagina Web!?
La prima volta che mi sono collegato ho fatto un salto di mezzo metro dalla sedia, per poco non mi veniva una sincope a vedere tutto quel rosso. E magari è pure convinto di aver fatto un capolavoro del design... BRA

Per chi non avesse mai provato questa esperienza di vita no limits: https://web.spaggiari.eu/home/app/default/login.php


Ultima modifica di Giancarlo Dessì il Mer Set 23, 2015 11:37 pm, modificato 1 volta (Ragione : inserito link dimostrativo)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:36 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Boh, io ho avuto a che fare con Spaggiari per due anni (adesso abbiamo già cambiato, giudicate voi con quale lucidità e consapevolezza vengono prese le decisioni) e non mi risulta che si potesse sovrascrivere una firma altrui.
Ti garantisco al 100% che si può fare dal momento che l'ho fatto proprio io: un collega ha firmato alla seconda ora. A casa stavo mettendo la firma sulla prima ora, ma ho impostato la durata di due ore, con il risultato di far sparire la firma e l'oggetto della lezione inseriti dal mio collega. Quando mi sono accorto della cazzata che avevo fatto ho annullato la mia firma e reinserita settando una sola ora. Ma a questo punto i campi della seconda ora sono rimasti vuoti.
E non sono certo uno sprovveduto che crede di aver fatto una cosa.

Quando ho segnalato il caso al referente per il registro elettronico mi ha detto che è un'impostazione che ha abilitato lui nella configurazione personalizzata per l'istituto.

Ma allora è cretino il referente che l'ha abilitato lui con la modalità di sovrascrittura...

...NON è che sia sbagliato il fatto stesso di poter mettere le firme in differita.

C'è una differenza abissale tra il poter mettere le firme in differita su una casella che comunque fino a quel momento era rimasta VUOTA, e il poterle mettere ovunque cancellando le firme di qualcun altro.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:40 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Ma allora è cretino il referente che l'ha abilitato lui con la modalità di sovrascrittura...
No, gli è stato imposto, ordini di scuderia!

Citazione :

...NON è che sia sbagliato il fatto stesso di poter mettere le firme in differita.

C'è una differenza abissale tra il poter mettere le firme in differita su una casella che comunque fino a quel momento era rimasta VUOTA, e il poterle mettere ovunque cancellando le firme di qualcun altro.

L.

Mavvà?
Pensa te che io pensavo ad un bug del registro elettronico, tant'è che ho inviato subito una mail al referente suggerendogli di contattare immediatamente la Spaggiari per segnalare il bug :-D
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:43 pm

e per curiosità... come ti hanno risposto?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Mer Set 23, 2015 11:47 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
e per curiosità... come ti hanno risposto?
Faccio un copia e incolla:
Citazione :

Ciao Giancarlo,
grazie della segnalazione!

[omissis]

Riguardo alla segnalazione, hai ragione, la cosa esiste, ma non risulta un bug!

Io posso personalizzare il registro in modo tale che i dati inseriti non siano SOVRASCRIVIBILI da altri,
ma a causa di errori (molti) fatti da colleghi che "firmavano" nelle ore di altri (il registro questo non può gestirlo)
mi è stato esplicitamente chiesto di dare la possibilità di fare l'operazione che tu hai notato!

Comunque grazie di nuovo della segnalazione, sono pochi i colleghi che si preoccupano
di queste cose!

Come puoi notare, il cretino non è il collega, ma qualcun altro ;-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Gio Set 24, 2015 1:17 am

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Non so se ci siano registri che permettono una firma differita della presenza in classe: mi stupirebbe.
In questo mi pare evidente una responsabilità del DS. Rimane il fatto che, una volta adottato, immagino non sia possibile abolire l'elettronico, ci sarebbero, se non altro, delle penali e un danno erariale  

Quello che stiamo usando in quella scuola lo permette come impostazione facoltativa. I margini di libertà sono scelti dalla scuola che fruisce del servizio. Ovviamente nelle scuole che hanno limiti strutturali è ragionevole impostare la possibilità di firmare in differita, almeno nell'arco della giornata. Una piattaforma rigida rischia di essere ingestibile.
Per ora abbiamo la possibilità di firmare anche per giorni precedenti, più avanti credo che questa possibilità sarà disabilitata. Si tratta di una soluzione che permette di gestire periodi di transizione come l'inizio dell'anno scolastico: ci sono colleghi che ancora non hanno l'accesso al registro oppure colleghi che non hanno dimestichezza con la piattaforma e devono perciò fare un po' di rodaggio.



Quella che descrivi è un situazione normale per un servizio appena avviato, e certo mi rendo conto che possa essere ragionevole. Ma i margini non possono essere completamente aperti perché non c'è connessione! In questo caso l'atto pubblico è completamente snaturato, è una buffonata. Tanto varrebbe eliminare del tutto la firma
tanto varrebbe eleminare del tutto la natura ufficiale di un atto umano routinario.

Quando compiliamo un registro sembra che stiamo facendo una cerimonia solenne; e che cazzo la maggior parte delle volte è una cosa frettolosa, inutile e falsa; se l'importanza verrà ridimensionata ben venga.


Non ci allarghiamo con l'iconoclastia: qui non si parla di dissacrare una cerimonia o abbattere falsi idoli, ma di mantenere un minimo di serietà nella compilazione di un atto ufficiale. Una cazzata, certo (non meno del leccare con la ceralacca il plico degli esami!), ma per la sua banalità. Se poi è inutile e falsa aboliamola a prescindere dal sussidio. Ma che diventi falsa solo perché si passa al digitale mi pare incredibile!
O no, è sempre stata falsa, come l'esame di stato che hai citato.

Hai mai sentito parlare di diplomi immeritati ? Dietro ci sono metri cubi di registri con tutte le firme al posto giusto ed attestanti rigorosamente il falso.

Si chiama elegantemente "discrezionalità della valutazione".

Altrettanto false sono le infinite note che non mettiamo quando sarebbe doveroso farlo, ovvero tutte le volte che non c'è silenzio assoluto in classe.

E falso è il non appuntare il ritardo di 30 secondi nel rientro in classe dopo l'intervallo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Gio Set 24, 2015 7:08 pm

Ho seguito da vicino l'acquisto e l'introduzione del r.e. Nella mia scuola. Confermo ciò che hanno ben spiegato Avido e Gianca: sono personalizzabili, solo che spesso le segreterie non lo sanno!!! Ovviamente si è risparmiato sui corsi per l'uso e la gestione del r.e. Quindi non c'è da meravigliarsi...
;-))))
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: registro elettronico   Gio Set 24, 2015 8:36 pm

Valerie ha scritto:
Ho seguito da vicino l'acquisto e l'introduzione del r.e. Nella mia scuola. Confermo ciò che hanno ben spiegato Avido e Gianca: sono personalizzabili, solo che spesso le segreterie non lo sanno!!! Ovviamente si è risparmiato sui corsi per l'uso e la gestione del r.e. Quindi non c'è da meravigliarsi...
;-))))

Il risparmio, questo sconosciuto...
Potrei propormi per l'organico di potenziamento di una scuola ed essere impiegato, in toto o in parte del mio orario, per l'amministrazione del sito Web della scuola. Nell'ambito di questa funzione potrei scegliere un servizio di Web hosting con un buon rapporto qualità/costi che per poche centinaia di euro garantisca una discreta banda, la disponibilità di un database prestante, un backup giornaliero dei dati, un'accurata manutenzione in termini di sicurezza informatica. Fatto questo, programmerei io il registro elettronico. A gratis. All'occorrenza sarei anche disponibile a fare il tappabuchi, perché la cosa non intralcerebbe il mio lavoro. Nell'arco di un anno scolastico, la scuola disporrebbe di un servizio per il quale non deve più pagare. L'unico costo che deve sobbarcarsi annualmente è quello del servizio di web hosting, servizio che comunque è sfruttato per varie finalità, non solo il registro elettronico. Negli anni successivi la mia funzione nell'organico di potenziamento potrebbe essere rimodulata, destinando alla manutenzione del registro elettronico e all'assistenza al massimo una o due ore del mio orario settimanale e dedicare il resto ad altre funzioni più prettamente didattiche.
Invece sembra che sia più funzionale pagare annualmente qualche decina di euro per ospitare il sito, pagare qualche centinaio di euro dal FIS alla funzione strumentale che si occupa del sito, pagare qualche migliaio di euro (o qualche centinaio per una ciofeca) per un registro elettronico, pagare qualche decina o centinaio di euro dal FIS ad un referente che si occupa di fare assistenza alle new entry e a rimediare ai pasticci dei suoi colleghi. E così la scuola si ritrova in bilancio 4-5 mila euro di costi per sito web, registro elettronico, emolumenti defalcati dal FIS e varie ed eventuali. Quando potrebbe destinare il FIS per altre funzioni e limitare i costi di amministrazione a qualche centinaio di euro.

Mah... per me, tutto sommato, è più salutare e liberatorio fare il semplice insegnante di scienze e il finto analfabeta digitale, non mi rompe le palle nessuno e risparmio tanto tempo. In passato mi sono preso troppi incazzi a sbattermi con alcuni DS incompetenti che non hanno mai capito un piffero delle funzionalità potenziali e dei risparmi che può portare un sito web ben progettato e ben sviluppato. Quasi una decina di anni fa un funzionario di Cineca mi contattò per chiedere l'autorizzazione a proporre un sito scolastico, che avevo realizzato e che amministravo, come best practice di piattaforma di servizi scolastici on line, mentre una DS mi scassava le palle lamentandosi dell'estetica degli avvisi di accessibilità ai disabili che comparivano in evidenza nella testata dell'home page. Per non parlare di un altro DS che, per un altro sito scolastico, dopo che avevo programmato un CMS con accesso riservato in multiutenza per il caricamento della documentazione pretendeva che mi accollassi la rogna di caricare circolari e avvisi. Gli risposi che ero un programmatore client server, non uno scribacchino. Che pena...
Tornare in alto Andare in basso
 
registro elettronico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Media registro elettronico
» Il rosario elettronico
» Registro dei Sacramenti
» una volta era stato citato un sito spagnolo
» Massoneria

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: