Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Mar Set 22, 2015 8:07 pm

Promemoria primo messaggio :

La scuola italiana è in fortissima crisi a causa della mancanza di selezione che si sta facendo nelle scuole italiane... è destino che i discenti italiani diventeranno sempre meno competenti e ciò alla lunga porterà all'inutilità del sistema scuola.

C'è una strada alternativa, e cioè il potenziamento dei corsi regionali, già esistenti; a mio avviso potrebbero essere strutturati nel seguente modo:

1) Co-gestione tra centri regionali e scuole professionali, utilizzando laboratori del centro regionale e aule della scuola (per le poche ore di materia teorica).
2) Personale (intendo quello non scolastico) a tempo indeterminato e non più pagato "a ore"... personale stabile dunque e soggetto a regolare turn over.
3) Esame di qualifica finale dopo 3 anni.
4) Primo anno esclusivamente al professionale statale, dove avviene il riorientamento.
5) Possibilità di escludere gli alunni con problemi disciplinari in modo immediato, su segnalazione di una delle due istituzioni.
6) Programmi orientati a un sapere pratico immediato.

In realtà il punto 1, 3, 4, 6 sono già concreti nelle scuole professionali più avanzate, in particolare una dell'emilia romagna.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:38 pm

non hai capito un fico secco di quello che volevo dire lenar
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:40 pm

ah, non sapere quando si è svolto l'expo del 1900 è un merito
così come non leggere Corriere e C.

Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:50 pm

Lenar ha scritto:
Ha fallito perché ha formato gente capace di prepararsi bene per un task specifico ma assolutamente avulsa da qualcosa che sia minimamente distante dal suo ambito di specializzazione.


Lenar ha scritto:
Ognuno ha la sua specializzazione  



Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:54 pm

Possiamo emarginare questo trollaccio e rimanere sul tema?un forum di professori dovrebbe escludere troll sfigati e vecchiette da mercato del pesce.
Tornare in alto Andare in basso
bog



Messaggi : 1708
Data d'iscrizione : 26.02.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:56 pm

precario.acciaio ha scritto:
La scuola italiana è in fortissima crisi a causa della mancanza di selezione che si sta facendo nelle scuole italiane... è destino che i discenti italiani diventeranno sempre meno competenti e ciò alla lunga porterà all'inutilità del sistema scuola.

C'è una strada alternativa, e cioè il potenziamento dei corsi regionali, già esistenti; a mio avviso potrebbero essere strutturati nel seguente modo:

1) Co-gestione tra centri regionali e scuole professionali, utilizzando laboratori del centro regionale e aule della scuola (per le poche ore di materia teorica).
2) Personale (intendo quello non scolastico) a tempo indeterminato e non più pagato "a ore"... personale stabile dunque e soggetto a regolare turn over.
3) Esame di qualifica finale dopo 3 anni.
4) Primo anno esclusivamente al professionale statale, dove avviene il riorientamento.
5) Possibilità di escludere gli alunni con problemi disciplinari in modo immediato, su segnalazione di una delle due istituzioni.
6) Programmi orientati a un sapere pratico immediato.

In realtà il punto 1, 3, 4, 6 sono già concreti nelle scuole professionali più avanzate, in particolare una dell'emilia romagna.
..precario scusa se te lo dico ma questa lista alcuni seri punti non rispecchiano per niente il lavoro di un'insegnante.


Ultima modifica di bog il Ven Set 25, 2015 2:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1899
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:58 pm

Senti Felipeto, non per difendere Ire che non ne ha bisogno (e con la quale sono quasi sempre in disaccordo), ma vecchietta da mercato del pesce lo vai a dire a qualche amica tua.
Se hai tempo libero vai a vederti qualcosa su youtube, visto che ti gasa tanto e soddisfa la tua voglia di modernitudine.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 1:59 pm

Humboldt ha scritto:
Lenar ha scritto:
Ha fallito perché ha formato gente capace di prepararsi bene per un task specifico ma assolutamente avulsa da qualcosa che sia minimamente distante dal suo ambito di specializzazione.


Lenar ha scritto:
Ognuno ha la sua specializzazione  


Ti spiego...le due affermazioni non sono in contrasto. Uno non può conoscere ed essere competente su TUTTO. Esistono però cose che hanno una valenza generale. Ognuno ha la sua specializzazione. Ma altrettanto, ognuno è chiamato ad avere un minimo di comprensione anche del resto. Tra avere un minimo di comprensione della biologia e della chimica e saper rispondere alle domande del test di medicina di biologia e chimica, credo ci sia una certa differenza.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 2:00 pm

Humboldt ha scritto:
non hai capito un fico secco di quello che volevo dire lenar

Forse, allora, non ti sei spiegato bene. Il tuo post, coi link ai test di medicina e con la frase "non so quanti insegnanti lo passerebbero", a me pare trasmettere questo messaggio: cari insegnanti, siete una massa di ignoranti.
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 2:45 pm

ma sì lenar, la mia era stata una frettolosa battuta per rispondere a chi aveva scritto dei tragici risultati ai test senza approfondire la questione, poi sono anche abbastanza d'accordo con te.
è che conosco ragazzi eccezionali che non hanno passato i test, alcuni ci riproveranno, alcuni faranno altro, non so se sto tipo di test sia il sistema migliore ma a me non interessa stabilirlo.
a me interessa fare il mio lavoro, io i miei colleghi e i ragazzi che via via abbiamo davanti, non mi piacciono i discorsi generalisti "Ah la scuola" "ah i ragazzi di oggi", ma che senso hanno?
a chi vuole poi una scuola come quella di un tempo che espelleva un bel numero di studenti voglio dire che quella del "andasse a imparare un mestiere, fa l'idraulico a 2500 euro al mese" è un'altra leggenda.


Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 2:57 pm

Quindi bisogna fare in modo,cambiando i test o eliminandoli,che un milione di diplomati all anno possano iscriversi a medicina, dopodiché semplifichiamo gli esami in modo da avere sicuri un milione di dottori incapaci l anno.. Il sig.Humboldt fa talmente bene il suo lavoro da professorino chiuso in aula che non solo è incapace di utilizzare i moderni metodi di accesso alle informazioni (essenziali anche nelle aziende) ,ma lui,con le sue fotocopie e libri impolverati,non sa nemmeno che la società RICHIEDE UN NUMERO DEFINITO DI MEDICI,OLTRE SAREBBERO SOLo DISOCCUPATI..inoltre non sa che le facoltà di medicina hanno laboratori ad accesso limitato,e non potrebbero accogliere un numero sterminato di studenti...ergo,una selezione numerica e' irrinunciabile..ma lui queste cose non le sa,lui è quello che alza il ditino per promuovere tutti agli scrutini e non si lamenta Mai di nulla..lui di che ne sa...
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 3:06 pm

i libri, già, che schifo
mamma mia, continuo a sperare che sto qui non sia davvero un insegnante
e che sia, che ne so, un misuratore di numeri definiti di lavoratori per qualche azienda
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 5:18 pm

Humboldt ha scritto:
ma sì lenar, la mia era stata una frettolosa battuta per rispondere a chi aveva scritto dei tragici risultati ai test senza approfondire la questione, poi sono anche abbastanza d'accordo con te.
è che conosco ragazzi eccezionali che non hanno passato i test, alcuni ci riproveranno, alcuni faranno altro, non so se sto tipo di test sia il sistema migliore ma a me non interessa stabilirlo.
a me interessa fare il mio lavoro, io i miei colleghi e i ragazzi che via via abbiamo davanti, non mi piacciono i discorsi generalisti "Ah la scuola" "ah i ragazzi di oggi", ma che senso hanno?
a chi vuole poi una scuola come quella di un tempo che espelleva un bel numero di studenti voglio dire che quella del "andasse a imparare un mestiere, fa l'idraulico a 2500 euro al mese" è un'altra leggenda.


Hai ragione, ho letto male il thread. Inoltre con i thread di Felipeto sono sempre sulla difensiva... mi spiace del malinteso:)
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 5:37 pm

Tra l altro in un altro TREAD su come insegnare la matematica,colleghi consigliano di far visionare il cartone MATEMAGICAMENTE che,guarda caso,si trova su YouTube,e non sui libri di Humboldt..la scuola ha urgentemente bisogno di aggiornarsi, anche come personale docente......
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 5:41 pm

Felipeto, avresti bisogno di un corso base di educazione, proprio il livello minimo. Ciò che ti sei permesso di dire a Ire è veramente fuori dal minimo sindacale di convivenza civile.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 6:49 pm

Ringrazio ghirettina e ushi che sono intervenuti su quanto mi ha risposto Felipeto.

Sentendolo ho l'impressione di essere sul campo, dove opero come volontaria, lì le risposte come quelle sono molto frequenti. Mi dispiace un po' che qui invece di aver a che fare con un ragazzino con problemi ho a che fare con una persona anagraficamente adulta e per di più docente alla scuola pubblica.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Annaangelaelvira



Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 03.09.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 6:51 pm

Tralasciando l'acidità di Felipeto, che rischia un'ulcera gastrica per se è per gli altri, concordo con Lenar nel dire che la scuola ha fallito, perché credo che essa debba formare le persone, non solo istruire, quindi un "maturo" dovrebbe si' sapere di chimica e storia, ma anche davvero sapersi interessare di politica, di letteratura, di arte, ..., insomma di quello che c'è oltre la scuola ed i voti, e non solo di calcio se maschio, o di veline se femmina, come disse avido altrove. Certo la scuola si adegua a ciò che mamma' vuole per la creatura sua cioè niente fatica, niente paura, niente responsabilità, ma forse dovrebbe farlo un po' meno, e comunque si' dovrebbe anche potenziare e migliorare la formazione professionale, io non vedo dove sia la contraddizione. Non credo che imparare un mestiere anziché il greco o l'analisi matematica impedisca, se la scuola e' ben fatta, di diventare adulti responsabili, istruiti, pieni di interessi, buoni cittadini e quello che si vuole
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 7:11 pm

Invece di fare le maestrine ..ragioniamo sul problema del test di medicina?chi pensa che accedere a medicina sia un diritto per tutti?e chi invece capisce che l Italia ha bisogno di tot medici...e non un numero grande a piacere..
Tornare in alto Andare in basso
Annaangelaelvira



Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 03.09.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 7:32 pm

È' giusto selezionare, il mio era solo un esempio per evidenziare che qualcosa e' andato storto nel l'iter scolastico di questi ragazzi se più di metà non sono arrivati al punteggio minimo per ENTRARE IN GRADUATORIA. La selezione viene fatta sugli idonei, non su chi idoneo non è.
C'è da porsi poi anche il problema dell'orientamento, se ca 27000 ragazzi speravano di entrare a medicina con un bagaglio culturale così scarso. Qualcuno avrebbe dovuto/potuto indirizzarli altrimenti, evitandogli anche la spera di iscrizione  ai test, considerando che, magari, hanno provato pure con biotecnologie, biologia, farmacia, ... A colpi di 50 - 100 euro cad.
Tornare in alto Andare in basso
Annaangelaelvira



Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 03.09.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 7:34 pm

La spesa, non la spera
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 7:57 pm

Dunque circa la metà di questi giovani ignoranti e scansafatiche è risultata idonea, bene.
l'altra metà ha assaggiato una bocciatura, meglio.
Alcuni ci riproveranno, altri magari un giorno ringrazieranno il cielo di non aver passato questo test.
Ma gli insegnanti quante cose devono fare? Orientare, pensare a sbocchi lavorativi, preoccuparsi se una famiglia spende 200 euro, ma saranno anche fatti loro?
Già facciamo uno dei mestieri più difficili del mondo, cerchiamo di farlo bene, il resto verrà da sè.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 8:34 pm

Noto incidentalmente una cosa. Vado un po' OT in effetti, magari potrei aprire un thread apposito...

Cmq... alle radici di questa diramazione del thread c'è il test di medicina. E' curioso osservare come il test di ingresso a medicina sia, de facto, diventato il vero metro per misurare la preparazione dei ragazzi. Questo è vero nel nostro contenuto contesto ma è altrettanto vero se guardiamo alla risonanza che i test hanno sulle pagine della stampa nazionale.

IMHO questa è un'ulteriore conferma di quanto si senta il bisogno di test di valutazione oggettiva delle competenze. In uscita da un percorso di studi è necessario definire quali competenze siano state acquisite dagli studenti. Questa operazione la scuola non la fa più da tempo immemore. La scuola dell'accoglienza, declinata nella burocratica maniera italica (che non è la maniera migliore di declinarla, anzi IMHO è una delle incarnazioni peggiori di un concetto teoricamente condivisibile), ha rinunciato a questo ruolo. E, guardacaso, la società si è inventata un altro modo per misurare le competenze o, se preferite, la "maturità" dei ragazzi.

Il problema che emerge dal fallimento del 50% dei diplomati (probabilmente i migliori diplomati di ogni scuola, visto che difficilmente chi la sfanga con un calcio nel sedere tenta il test di medicina) IMHO denuncia una crisi di tipo sistemico. La soluzione semplicistica del "bastone" proposta da Felipeto è una comprensibile reazione ma è, altrettanto, IMHO, un approccio ingeguo, istintivo. In realtà, IMHO, la scuola va ripensata dalle fondamenta. Non ci vorrebbe una "buona scuola" ma una "nuova scuola". Ma proseguire lungo questa strada mi porterebbe su sentieri che ho già percorso, in passato, su questo forum e non credo valga la pena di ripetermi.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 8:47 pm

Reduce da un collegio docenti: un ora e mezza,quasi il 70% del collegio,si è parlato di bes,dsa,(i bes sono RADDOPPIATI in un anno..),dei loro diritti, di cosa fare, cosa compilare,cosa indagare... Non si parla mai di didattica: si parla di programmazione individuale... C e chi ha 200alunni e 16bes..mi spiegate come fa? Psicologi e altri assassini della scuola formativa IMPEDISCONO de facto ai docenti di insegnare,presi come sono a compilare decine di fogli..la scuola inclusiva è la causa principale di questo crollo di conoscenze
..intanto..in altre realtà (Giappone,Cina)le scuole perseverano ad essere dure,impegnative,davvero formative..e in un mondo globalizzato ne pagheremo presto le conseguenze...
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1899
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Ven Set 25, 2015 9:16 pm

purtroppo hai ragione, felipeto...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Sab Set 26, 2015 10:16 am

Felipeto ha scritto:
Invece di fare le maestrine ..ragioniamo sul problema del test di medicina?chi pensa che accedere a medicina sia un diritto per tutti?e chi invece capisce che l Italia ha bisogno di tot medici...e non un numero grande a piacere..

anche insegnare non è un diritto per tutti,
tu sei in cattedra perchè hai le nozioni di qualche disciplina
ma forse non ti sei neanche mai chiesto cosa voglia dire insegnare
almeno l'etimologia del verbo l'hai mai cercata?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.   Sab Set 26, 2015 4:23 pm

Humboldt ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Invece di fare le maestrine ..ragioniamo sul problema del test di medicina?chi pensa che accedere a medicina sia un diritto per tutti?e chi invece capisce che l Italia ha bisogno di tot medici...e non un numero grande a piacere..

anche insegnare non è un diritto per tutti,
tu sei in cattedra perchè hai le nozioni di qualche disciplina
ma forse non ti sei neanche mai chiesto cosa voglia dire insegnare
almeno l'etimologia del verbo l'hai mai cercata?


senza contare che in molti direbbero le stesse cose sul numero di precari della scuola...
Tornare in alto Andare in basso
 
Più corsi regionali, meno diplomi: la strategia della salvezza.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» L'esercito della salvezza...
» strategia della tensione
» Validità attestato di qualifica regionale
» i prodotti della magnetic
» Nuovo disegno di legge e corsi per onicotecnici

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: