Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
samuelescuola



Messaggi : 505
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Ven Ott 02, 2015 2:22 am

Promemoria primo messaggio :

Sono in classe facendo lezione di spagnolo quando entra il collega di musica e mi dice "scusa volevo solo accordare le chitarre" e va nell'angolo a prenderle, poi esce portandosi dietro uno studente senza dire nulla e lo tiene fuori per una ventina di minuti. Ora , voglio dire, ma che diamine fai? Dopo la lezione sono stato molto chiaro e diretto: "per favore, se ti serve uno studente per fare qualcosa durante la mia ora dimmelo prima, perchè altrimenti non so se lui è uscito di sua iniziativa o meno. Inoltre stavamo facendo il ripasso per la prima verifica dell'anno e lui ha perso quasi metà degli esercizi...se poi fa male la verifica lunedì e i suoi genitori si lamentano li manderò da te!".
Lui è rimasto allibito e si è scusato!
Magari ho esagerato ma io non mi permetto di prelevare studenti nelle classi durante le altre ore e pretendo che gli altri non lo facciano durante le mie! Che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
interistadiferro



Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 17.09.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Ven Ott 02, 2015 9:08 pm

veramente....ma chi è 'sta gente....


Felipeto ha scritto:
Ma in che scuole andate....
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Ven Ott 02, 2015 10:21 pm

Scuola70 ha scritto:

                                                     
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
                                                                                                                             
 In realtà proprio perché sanno che è cazzeggio ecco che alcuni colleghi diventano arroganti,  
 perché vogliono crearsi un'aria di superiorità tale da riscattare la materia, quindi ciò è sintomo
 di complesso di inferiorità.                                                                                          
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx


o_O,

Ne avete scritto di sciocchezze ma questa merita la cornicetta
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Ven Ott 02, 2015 10:43 pm

Era un post serio..non so come mai si è trasformato in un crogiuolo di mischiate...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 12:20 am

avidodinformazioni ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Credo anche io come Ire che sia stia rischiando di diventare offensivi verso i collerghi di musica e verso i musicisti in genere, definendo la musica un "bel cazzeggio".
La musica è ARTE tra le più nobili che esistano. La musica è, quindi CULTURA e come tale ha un ruolo importante nella storia e civiltà di un popolo. La musica non è solo "intrattenimento" è anche sacralità, protesta,  ribellione, messaggio sociale.....
Definirla solo "un bel cazzeggio" non lo trovo giusto, a meno che si parli di Karaoke che con l'arte musicale ha ben poco a che fare
La musica nasce per intrattenere, poi quando se ne crea di particolarmente buona, quella diventa cultura.
Lo stesso vale per qualsiasi altra forma di arte, dal romanzo alla poesia alla pittura alla scultura al cinema ecc.

Io ho fatto dei filmini a mio figlio, il cinema è arte quindi io sono un artista ? I miei filmini sono cultura ?

I miei filmini sono bel cazzeggio, nel senso che sono un cazzeggio di qualità, nobile; invece di farmi una partita alla playstation ho creato un ricordo per mio figlio.
Il musicista che compone una canzone esegue un compito ben più difficile e più nobile del guardare una partita di coppa Italia, quindi anche il suo è bel cazzeggio, se poi compone "papaveri e papere" bel cazzeggio rimane, se compone "Imagine" diventa opera d'arte.

I musicisti scolastici raramente inducono i propri studenti (non parlo di liceo musicale) a suonare la nona di Beethoven, solitamente si allineano su canzoncine più semplici (papaveri e papere), che potrebbero far nascere una passione che poi col tempo potrebbe portare alcuni alla nona, ma la maggior parte si fermerà al primo gradino, che se ben eseguito ...... è un bel cazzeggio.


Non direi proprio (come sempre quando ti avventuri in queste ardite eziologie delle discipline altrui).
Che la musica nasca per intrattenere lo dici tu, non capisco perché, visto che il mito di Orfeo non suggerisce questo valore e in tutte le società arcaiche, più o meno, ha valore semmai sacrale.
I miei studenti (che non sono quelli del collega piano-bar) suonano l'opera, al limite un "banale" Vivaldi. In altre scuole ho sentito incursioni sui Beatles. Mai sentito Papaveri e Papere.
Mi farei un giro in rete sui progetti di ascolto proposti per le scuole medie dall'Auditorium di Roma. L'educazione musicale è fondamentale e andrebbe assolutamente ampliata, ma si sa, nella scuola bisogna togliere, non mettere, e cercare l'utile non il bello
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 5:03 am

La musica non nasce per intrattenere, nasce semmai per comunicare con il gruppo, con gli dei, con la natura. L'intrattenimento viene molto dopo e si stabilizza come industria solo nel secolo scorso. La musica è una delle più alte forme espressive; la musica intesa invece come disciplina alle medie in molti casi si traduce in due ore di cazzeggio. Eppure si potenzia alla grande l'area artistico-musicale.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 11:25 am

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Credo anche io come Ire che sia stia rischiando di diventare offensivi verso i collerghi di musica e verso i musicisti in genere, definendo la musica un "bel cazzeggio".
La musica è ARTE tra le più nobili che esistano. La musica è, quindi CULTURA e come tale ha un ruolo importante nella storia e civiltà di un popolo. La musica non è solo "intrattenimento" è anche sacralità, protesta,  ribellione, messaggio sociale.....
Definirla solo "un bel cazzeggio" non lo trovo giusto, a meno che si parli di Karaoke che con l'arte musicale ha ben poco a che fare
La musica nasce per intrattenere, poi quando se ne crea di particolarmente buona, quella diventa cultura.
Lo stesso vale per qualsiasi altra forma di arte, dal romanzo alla poesia alla pittura alla scultura al cinema ecc.

Io ho fatto dei filmini a mio figlio, il cinema è arte quindi io sono un artista ? I miei filmini sono cultura ?

I miei filmini sono bel cazzeggio, nel senso che sono un cazzeggio di qualità, nobile; invece di farmi una partita alla playstation ho creato un ricordo per mio figlio.
Il musicista che compone una canzone esegue un compito ben più difficile e più nobile del guardare una partita di coppa Italia, quindi anche il suo è bel cazzeggio, se poi compone "papaveri e papere" bel cazzeggio rimane, se compone "Imagine" diventa opera d'arte.

I musicisti scolastici raramente inducono i propri studenti (non parlo di liceo musicale) a suonare la nona di Beethoven, solitamente si allineano su canzoncine più semplici (papaveri e papere), che potrebbero far nascere una passione che poi col tempo potrebbe portare alcuni alla nona, ma la maggior parte si fermerà al primo gradino, che se ben eseguito ...... è un bel cazzeggio.


Non direi proprio (come sempre quando ti avventuri in queste ardite eziologie delle discipline altrui).
Che la musica nasca per intrattenere lo dici tu, non capisco perché, visto che il mito di Orfeo non suggerisce questo valore e in tutte le società arcaiche, più o meno, ha valore semmai sacrale.
I miei studenti (che non sono quelli del collega piano-bar) suonano l'opera, al limite un "banale" Vivaldi. In altre scuole ho sentito incursioni sui Beatles. Mai sentito Papaveri e Papere.
Mi farei un giro in rete sui progetti di ascolto proposti per le scuole medie dall'Auditorium di Roma. L'educazione musicale è fondamentale e andrebbe assolutamente ampliata, ma si sa, nella scuola bisogna togliere, non mettere, e cercare l'utile non il bello
Quando penso ad una società arcaica che fa musica penso ad una tribù africana che la sera si riunisce intorno al fuoco a cantare e ballare, non ad uno sciamano che fa la sua cantilena; certo c'è anche questo aspetto, ma il primo me lo figuro più comune ed apprezzato (non fosse che per quello che solitamente ne segue); splendido cazzeggio.

Quanto al repertorio musicale dei ragazzi delle medie, la mia esperienza è delle mie medie, una ventina di ragazzini col flauto, che iniziavano a suonarlo con tutti gli imbarazzi del caso; più che le quattro stagioni saremmo stati in grado di suonare la settimana corta .... dimenticando qualche giorno.

Io suonavo la musichetta di Goldrake ..... ad orecchio.
Tornare in alto Andare in basso
Annaangelaelvira



Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 03.09.15

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 11:40 am

Caro avido, la tua sintesi della situazione attuale è davvero perfetta, oltre che esilarante, dovresti però sapere, ma non solo tu, che è scientificamente provato che imparare la musica da piccoli, assai prima delle medie però, contribuisce allo sviluppo dell'emisfero sinistro del cervello (delle sinapsi ovviamente) e delle capacità logico-matematiche. Alle medie dovrebbero arrivare già "imparati", almeno un po'
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 1:46 pm

La teoria e il solfeggio SONO matematica...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 1:57 pm

Annaangelaelvira ha scritto:
Caro avido, la tua sintesi della situazione attuale è davvero perfetta, oltre che esilarante, dovresti però sapere, ma non solo tu, che è scientificamente provato che imparare la musica da piccoli, assai prima delle medie però, contribuisce allo sviluppo dell'emisfero sinistro del cervello (delle sinapsi ovviamente) e delle capacità logico-matematiche. Alle medie dovrebbero arrivare già "imparati", almeno un po'
vero però .....
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 1:58 pm

Felipeto ha scritto:
La teoria e il solfeggio SONO matematica...
vero però .....
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:00 pm

....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:25 pm

avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:28 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?


Stai scherzando vero? A avido chiedi della necessità di educare al gusto le nuove generazioni?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:29 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?
L'educazione al gusto del docente ? No, neanche un po'.

Trilinguismo, coding e scacchi sono tre "discipline" di cui sulle pagine di OS ho letto "l'assoluta necessità di doverle insegnare".
Talvolta a sponsorizzarle era il ministro di turno.

Non mi sono inventato nulla.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:32 pm

raganella ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?


Stai scherzando vero? A avido chiedi della necessità di educare al gusto le nuove generazioni?
Se avessero educato al gusto Beethoven, lui avrebbe scritto il solito minuetto ...... du coglioni !
Grazie a Dio Beethoven ha sviluppato autonomamente il suo gusto.

Idem Michelangelo, idem Monet.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:33 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?
L'educazione al gusto del docente ? No, neanche un po'.

Trilinguismo, coding e scacchi sono tre "discipline" di cui sulle pagine di OS ho letto "l'assoluta necessità di doverle insegnare".
Talvolta a sponsorizzarle era il ministro di turno.

Non mi sono inventato nulla.


se è per questo a ogni fatterello di cronaca ce ne sarebbe una nuova a carico, non vedo però perché l'inserimento di nuove discipline dovrebbe andare a detrimento di altre, consolidate e universalmente riconosciute come indispensabili.
Siamo a estendere la musica alla primaria, non mi pare che il dibattito porti a sostituirla col coding
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:39 pm

avidodinformazioni ha scritto:
raganella ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?


Stai scherzando vero? A avido chiedi della necessità di educare al gusto le nuove generazioni?
Se avessero educato al gusto Beethoven, lui avrebbe scritto il solito minuetto  ...... du coglioni !
Grazie a Dio Beethoven ha sviluppato autonomamente il suo gusto.

Idem Michelangelo, idem Monet.



E pensi che lo abbia sviluppato dal nulla o a partire da un'educazione in cui i minuetti fungevano da pane quotidiano?
Non tirare in ballo Beethoven come paragone però, é come pretendere che lo studente delle medie nell'ora di matematica sia assimilabile a Pierre de Fermat.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:39 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?
L'educazione al gusto del docente ? No, neanche un po'.

Trilinguismo, coding e scacchi sono tre "discipline" di cui sulle pagine di OS ho letto "l'assoluta necessità di doverle insegnare".
Talvolta a sponsorizzarle era il ministro di turno.

Non mi sono inventato nulla.


se è per questo a ogni fatterello di cronaca ce ne sarebbe una nuova a carico, non vedo però perché l'inserimento di nuove discipline dovrebbe andare a detrimento di altre, consolidate e universalmente riconosciute come indispensabili.
Siamo a estendere la musica alla primaria, non mi pare che il dibattito porti a sostituirla col coding
Il giorno è fatto di 24 ore, il giorno di scuola anche meno e l'invarianza finanziaria picchia duro; chi vuole aggiungere il coding, la musica, il trilingismo, il diritto, l'arte, le emozioni, l'antibullismo, l'alimentazione sana, lo sport ecc ecc, non vuole tenere i bambini a scuola 26 ore al giorno e non vuole neanche raddoppiare il costo del sistema scuola.
Fare quelle cose significa ridurre "leggere, scrivere e far di conto".

Quelle cose sono tutte belle e tutte utili; ognuno se ne scelga una e la aggiunga al proprio orario.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:42 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
....... però la musica non è l'unica disciplina che ha quegli effetti, non potendo studiare tutto bisogna selezionare.
Giusto offrire la possibilità di studiarla (come potenziamento facoltativo); ingiusto costringere a quel potenziamento ed impedire potenziamenti alternativi (coding, scacchi, lingua straniera ecc)



e questo che argomento sarebbe? lingue straniere se ne fanno due... scacchi? stai paragonando la musica agli scacchi? ci sarebbe la stessa possibilità di programmazione? musica e coding hanno lo stesso valore culturale?
Ma l'educazione del gusto proprio non ti pare proprio una necessità educativa?
L'educazione al gusto del docente ? No, neanche un po'.

Trilinguismo, coding e scacchi sono tre "discipline" di cui sulle pagine di OS ho letto "l'assoluta necessità di doverle insegnare".
Talvolta a sponsorizzarle era il ministro di turno.

Non mi sono inventato nulla.


se è per questo a ogni fatterello di cronaca ce ne sarebbe una nuova a carico, non vedo però perché l'inserimento di nuove discipline dovrebbe andare a detrimento di altre, consolidate e universalmente riconosciute come indispensabili.
Siamo a estendere la musica alla primaria, non mi pare che il dibattito porti a sostituirla col coding
Il giorno è fatto di 24 ore, il giorno di scuola anche meno e l'invarianza finanziaria picchia duro; chi vuole aggiungere il coding, la musica, il trilingismo, il diritto, l'arte, le emozioni, l'antibullismo, l'alimentazione sana, lo sport ecc ecc, non vuole tenere i bambini a scuola 26 ore al giorno e non vuole neanche raddoppiare il costo del sistema scuola.
Fare quelle cose significa ridurre "leggere, scrivere e far di conto".

Quelle cose sono tutte belle e tutte utili; ognuno se ne scelga una e la aggiunga al proprio orario.



Si ma musica GIA' C'E'!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:44 pm

raganella ha scritto:
E pensi che lo abbia sviluppato dal nulla o a partire da un'educazione in cui i minuetti fungevano da pane quotidiano?
Non tirare in ballo Beethoven come paragone però, é come pretendere che lo studente delle medie nell'ora di matematica sia assimilabile a Pierre de Fermat.
Si è parlato espressamente di educazione al gusto; Beethoven ha conosciuto la musica precedente a lui; che l'abbia apprezzata è quanto, non è legato all'educazione ricevuta ma alla sua mente.

I miei hanno provato ad educarmi a gustare i peperoni ma hanno fallito miseramente.

Istruire alla musica mi piace, a livello facoltativo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15851
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:48 pm

lucetta10 ha scritto:
Si ma musica GIA' C'E'!
Già; serve estenderla ?
Fisica, che personalmente considero più educativa, per alcuni percorsi di studio viene fatta un anno 2 ore alla settimana e forse in qualche altro percorso zero ore per zero anni.
Musica la fanno tutti 3 anni e due ore a settimana.

Ginnastica 2 ore per 13 anni ..... ed a giudicare dalle palle di lardo che ci sono in giro viene anche fatta male ..... sti cazzi !
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
raganella ha scritto:
E pensi che lo abbia sviluppato dal nulla o a partire da un'educazione in cui i minuetti fungevano da pane quotidiano?
Non tirare in ballo Beethoven come paragone però, é come pretendere che lo studente delle medie nell'ora di matematica sia assimilabile a Pierre de Fermat.
Si è parlato espressamente di educazione al gusto; Beethoven ha conosciuto la musica precedente a lui; che l'abbia apprezzata è quanto, non è legato all'educazione ricevuta ma alla sua mente.

I miei hanno provato ad educarmi a gustare i peperoni ma hanno fallito miseramente.

Istruire alla musica mi piace, a livello facoltativo.



Ma veramente pensi che conoscere una scala musicale, saper leggere le note (almeno di massima) o orecchiare quattro compositori imprescindibili non sia cultura di base? In Europa? In Italia?
La cultura giovanile è quasi soltanto musicale!
Posso dire che sta scuola dell'utile che va di moda ultimamente mi ha rotto le palle, oltre a essere straordinariamente inutile? Utile a chi? A fare cosa? Di gran lunga meglio quella dell'empatia, e non aggiungo altro!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 2:57 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Si ma musica GIA' C'E'!
Già; serve estenderla ?
Fisica, che personalmente considero più educativa, per alcuni percorsi di studio viene fatta un anno 2 ore alla settimana e forse in qualche altro percorso zero ore per zero anni.
Musica la fanno tutti 3 anni e due ore a settimana.

Ginnastica 2 ore per 13 anni ..... ed a giudicare dalle palle di lardo che ci sono in giro viene anche fatta male ..... sti cazzi !


Mischi tutto e non si capisce niente.
Musica alla primaria (dove in prima ci sono DUE ORE DI RELIGIONE e UNA DI INGLESE) sarebbe fondamentale come anche scienze motorie, alle medie basta quello che c'è. Che non ci sia al classico è semplicemente assurdo (e le ore da mettere in più ci sarebbero), per gli altri ordini non ho parlato di estendere niente.
La fisica non c'entra niente e non c'è nessuna legge che stabilisce che se fisica è compressa lo debba essere anche musica. Quando si parlerà di fisica diremo di fisica.
Ancora una volta, le proprie impressioni personali non possono essere misura di ciò che è bello e ciò che non lo è: questo succede quando la scuola non si incarica di educare al gusto, non si riconosce una scorreggia da Chopin, uno sputo sul muro da Picasso, una esternazione di Salvini da un verso di Verlaine.
E chi non distingue Salvini da Verlaine è una persona peggiore, inutile, senza se e senza ma, facile preda della contraffazione di chiunque
Tornare in alto Andare in basso
Rossana63



Messaggi : 270
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 3:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Grazie a Dio Beethoven ha sviluppato autonomamente il suo gusto.


E questa "perla di saggezza" da dove arriva?
Roba da matti.
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?   Sab Ott 03, 2015 3:23 pm

Rossana63 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Grazie a Dio Beethoven ha sviluppato autonomamente il suo gusto.


E questa "perla di saggezza" da dove arriva?
Roba da matti.

Gli alieni gli hanno impiantato un generatore di idee e quando queste si formulano lui non può fare altro che esternarle.
Tornare in alto Andare in basso
 
Ma perchè certi colleghi non rispettano gli altri?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» fare del bene e amare gli altri
» io però, mo c'ho paura perchè gli embrioni icsi non sono buoni come quelli
» Perchè i capi
» Topo perchè hai deciso di adottare?
» perchè io no di nicoletta sipos

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: