Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ancora arroganza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
alessioweb



Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioOggetto: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 5:51 pm

Salve a tutti.

Che fare se i genitori di una
classe mettono in stato d'accusa
ad un CdC aperto
un prof. di non saper tenere
la classe quando in realtà sono
i loro figli ad essere privi di
motivazione e di interesse verso
una determinata materia?

Come difendersi da queste aggressioni
verbali che rendono ancora più
pesante il lavoro del docente

GRazie dei consigli (se ce ne saranno)
Tripod
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1785
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 6:24 pm

Ti capisco, a me qualche volta è successo e  ci sono rimasto molto male, nonostante non fossero accuse particolarmente gravi o mirate. Nel mio caso il preside, che è serio, ha sempre difeso i suoi docenti, e coi docenti si sono poi schierati perfino la maggior parte degli alunni (per quello che contano!)!!
Tu fai del tuo meglio per motivare i ragazzi, ma fai anche presente che sei un docente, e che il tuo compito è quello di aprire una porta, poi sta agli allievi scegliere di entrare... e se scelgono di non entrare non è che li puoi buttar dentro a calci
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 6:48 pm

Ci risiamo ...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 7:41 pm

Una vecchia conoscenza
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:07 pm

In teoria il problema non esiste se il cdc è compatto e il DS è una persona netta; mi ricordo 3 anni fa una dirigente (terrificante e su tutto il resto parecchio pesante) che aveva come unico (grande) pregio quello di non dare mai ragione ai genitori.
Ai licei ho visto invece l'atteggiamento contrario: non dare mai ragione ai docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:22 pm

Fino a quando non fanno nulla di più fregatene. Comincia però a scrivere note sui comportamenti che trovi sbagliati. Così, in modo che se un domani qualcuno dovesse decidere di presentare una protesta formale (e non lo faranno mai) tu girerai la faccenda a tuo favore dicendo che... e soprattutto dicendo che ogni volta avevi segnalato alla famiglia cercando il loro supporto educativo che evidentemente non c'è stato.

Poi non te la prendere e vivi sereno: è solo lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:30 pm

Ire ha scritto:
Fino a quando non fanno nulla di più fregatene.  Comincia però a scrivere note sui comportamenti che trovi sbagliati.  Così, in modo che se un domani qualcuno dovesse decidere di presentare una protesta formale (e non lo faranno mai) tu girerai la faccenda a tuo favore dicendo che...  e soprattutto dicendo che ogni volta avevi segnalato alla famiglia cercando il loro supporto educativo che evidentemente non c'è stato.

Poi non te la prendere e vivi sereno: è solo lavoro.

Ire, sai che ogni volta che a scuola si parla di un DSA mi vengono in mente i tuoi interventi? Mi hai traumatizzato :-)

Scusate per l'OT
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:38 pm

oh povero! Ne sono proprio contenta! (anche se capisco che il tuo scopo non era questo ;-) )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
gugu



Messaggi : 25632
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:38 pm

mac67 ha scritto:
Ci risiamo ...


Ma dopo nemmeno un mese di scuola (scuola nuova?)...
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:50 pm

Ire ha scritto:
oh povero!  Ne sono proprio contenta!  (anche se capisco che il tuo scopo non era questo ;-)  )

:-D
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mar Ott 06, 2015 8:58 pm

P.s. Comunque sono convinto che i contributi fastidiosi come i tuoi alla lunga servono per mutare le proprie convinzioni, oppure per mantenerle ma più salde, perchè passate attraverso una prova... devo dire che negli anni ho visto che la cosa che manca totalmente nella scuola è il confronto genitori-insegnanti, che spesso si risolve solo in dinamiche oppressive (da una parte o dall'altra, come nel caso di questo topic) e in nessuna crescita... purtroppo la scuola spesso si rudice in una "leggedel più forte"... io docente faccio quello che voglio, quando arriva un genitore troppo forte mi adeguo, ma continuo a fare quello che voglio, e vale anche il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mer Ott 07, 2015 9:03 am

perdonami ma non ho capito assolutamente nulla di quello che hai voluto dire.

Prescindendo dati tuoi commenti personali sui miei contributi (commenti che ti assicuro con persone diverse da me non portano certo ad abbattere il muro tra scuola e famiglia) ciò che dici mi interessa e penso potrebbe essere utile svilupparlo.

Se hai voglia di spiegarlo meglio in modo che anche chi come me ha bisogno del disegnino possa capire.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mer Ott 07, 2015 2:31 pm

Ire ha scritto:
perdonami ma non ho capito assolutamente nulla di quello che hai voluto dire.

Prescindendo dati tuoi commenti personali sui miei contributi (commenti che ti assicuro con persone diverse da me non portano certo ad abbattere il muro tra scuola e famiglia) ciò che dici mi interessa e penso potrebbe essere utile svilupparlo.

Se hai voglia di spiegarlo meglio in modo che anche chi come me ha bisogno del disegnino possa capire.

Era una battuta quando mi riferivo all'insopportabilità dei tuoi interventi!

Intendo dire, seriamente, che il contributo di un genitore è fondamentale, e spesso traggo spunti dai tuoi. Purtroppo nella scuola non è così facile averne e spesso si resta nelle proprie posizioni. Attualmente non ho un DSA, ma indubbiamente su questo tema è importante confrontarsi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Mer Ott 07, 2015 5:18 pm

Lo vedi che avevo ragione a dire che mi interessava approfondire ciò che avevi detto?

Condivido.

Sono anni che sto facendo una ricerca personale per cercare di capire il motivo per cui questo non sia possibile: rompo chiunque dimostri un minimo di interesse, genitore, docente, dirigente, chiunque mi capiti a tiro. I motivi che sono riuscita ad individuare sono per la maggior parte relazionali ed è frustrante, perché sarebbero superabili, ma non lo saranno mai invece.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Gio Ott 08, 2015 9:38 pm

Mai forse no, ma è difficilissimo, a volte per ragioni meramente logistiche; un docente di lettere ha un numero di alunni molto inferiori ad uno di storia dell'arte (ad esempio) e può seguire in modo più completo ogni alunno, interfacciandosi con i genitori in modo attivo.

Purtroppo anche quando si vorrebbe non sempre si riesce: io vorrei seguire più da vicino i miei alunni, ma l'impresa si sta rivelando impossibile, avendone 130, se io anche avessi un DSA non riuscirei a fare una didattica individualizzata.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Gio Ott 08, 2015 10:12 pm

precario.acciaio ha scritto:
Mai forse no, ma è difficilissimo, a volte per ragioni meramente logistiche; un docente di lettere ha un numero di alunni molto inferiori ad uno di storia dell'arte (ad esempio) e può seguire in modo più completo ogni alunno, interfacciandosi con i genitori in modo attivo.

Purtroppo anche quando si vorrebbe non sempre si riesce: io vorrei seguire più da vicino i miei alunni, ma l'impresa si sta rivelando impossibile, avendone 130, se io anche avessi un DSA non riuscirei a fare una didattica individualizzata.


Why not?
Questo vuol dire che non riesci a fare tante cose che dovresti: valorizzare le eccellenze, fare recupero e potenziamento...

Capisco la difficoltà di avere tanti alunni, ma concedimi un certo fastidio dopo anni passati a sentire il ritornello delle nove classi, che più che un impegno sta diventando una giustificazione per non fare.

La didattica personalizzata si fa proporzionalmente alle ore a carico dei docenti. Il che significa che il docente di lettere dovrà individualizzare, per lo stesso alunno, molte più lezioni, e per di più in diverse materie. A te se ne chiederebbero molte di meno.
Mi dirai: ma io avrò molti più studenti con difficoltà. Non direi, visto che non hai nessun DSA, ma già escludi di poterne gestire soltanto uno per poche ore settimanali
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 8:29 am

Beh, lucetta, questo fa parte delle cose che io non riesco ad immaginare, non essendo docente e non avendo idea di come si può fare ad organizzare il lavoro per una mole di ragazzi quanti ne avete.

Tu lo sei, docente, sai come si fa e dici che la personalizzazione per un certo numero di alunni è possibile.  Ti credo.  So che lo è perchè conosco tuoi colleghi che la fanno, e la fanno ottenendo ottimi risultati, organizzando nel corso degli anni il materiale da utilizzare allo scopo e alla fine facendeno quasi un nuovo automatismo.

Dal mio punto di vista ammirazione totale verso queste persone perchè, l'ho già detto tante volte, io ne ho seguiti contemporaneamente due (i miei figli) non avevo nessuna esperienza, è vero, non sapevo di cosa si trattasse è vero, ma non posso nemmeno immaginare di fare quello che ho fatto se avessi avuto un' altra cinquantina di ragazzi da seguire.

Ma io non so, voi sapete.

Detto questo, la mia risposta a precario.acciaio è che tenga in considerazione quello che hai detto tu senza ombra di dubbio, ma che è proprio questa la situazione nella quale la collaborazione con la famiglia è indispensabile.  Chiedendo aiuto, fidandosi almeno un po', dicendo proprio: io sono pronto a farlo ma non posso farlo da solo (mi aiuti a: preparare le verifiche seguendo le mie indicazioni, mi aiuti a preparare ppt da proiettare, ricercare materiale, trascrivere appunti, fare riassunti ................. ) ed inoltre ho bisogno di spunti su come farlo perchè serva proprio a lui.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:07 am

Ire ma su quale pianeta trovi un genitore che prepara le verifiche individualizzate seguendo le tue indicazioni? Uno che prepara le presentazioni da proiettare? Io penso che tu come genitore ti trovi su un forum di docenti,per di più nella sezione didattica perché forse avresti voluto diventare docente..beh non ti scoraggiare le università sono aperte a tutti..
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:23 am

non pensare, Felipeto, perché se i risultati sono quelli è proprio fatica sprecata! : - )

Dove trovi un genitore? Magari a casa di un ragazzo dsa.

Sicuramente non lo trovi se ti poni con chiusura verso di lui, se pensi che sia disonorevole dire: non riesco, mi aiuti, non so, imparerò.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:51 am

lucetta10 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Mai forse no, ma è difficilissimo, a volte per ragioni meramente logistiche; un docente di lettere ha un numero di alunni molto inferiori ad uno di storia dell'arte (ad esempio) e può seguire in modo più completo ogni alunno, interfacciandosi con i genitori in modo attivo.

Purtroppo anche quando si vorrebbe non sempre si riesce: io vorrei seguire più da vicino i miei alunni, ma l'impresa si sta rivelando impossibile, avendone 130, se io anche avessi un DSA non riuscirei a fare una didattica individualizzata.


Why not?
Questo vuol dire che non riesci a fare tante cose che dovresti: valorizzare le eccellenze, fare recupero e potenziamento...

Capisco la difficoltà di avere tanti alunni, ma concedimi un certo fastidio dopo anni passati a sentire il ritornello delle nove classi, che più che un impegno sta diventando una giustificazione per non fare.

La didattica personalizzata si fa proporzionalmente alle ore a carico dei docenti. Il che significa che il docente di lettere dovrà individualizzare, per lo stesso alunno, molte più lezioni, e per di più in diverse materie. A te se ne chiederebbero molte di meno.
Mi dirai: ma io avrò molti più studenti con difficoltà. Non direi, visto che non hai nessun DSA, ma già escludi di poterne gestire soltanto uno per poche ore settimanali

Non al livello di individualizzazione a cui IO vorrei giungere, stante che per anni ho fatto sostegno e so bene cosa significa individualizzare; non ti pertiene dare un giudizio al mio operato, di cui non sai nulla.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:54 am

Ire ha scritto:
Beh, lucetta, questo fa parte delle cose che io non riesco ad immaginare, non essendo docente e non avendo idea di come si può fare ad organizzare il lavoro per una mole di ragazzi quanti ne avete.

Tu lo sei, docente, sai come si fa e dici che la personalizzazione per un certo numero di alunni è possibile.  Ti credo.  So che lo è perchè conosco tuoi colleghi che la fanno, e la fanno ottenendo ottimi risultati, organizzando nel corso degli anni il materiale da utilizzare allo scopo e alla fine facendeno quasi un nuovo automatismo.

Dal mio punto di vista ammirazione totale verso queste persone perchè, l'ho già detto tante volte, io ne ho seguiti contemporaneamente due (i miei figli) non avevo nessuna esperienza, è vero, non sapevo di cosa si trattasse è vero, ma non posso nemmeno immaginare di fare quello che ho fatto se avessi avuto un' altra cinquantina di ragazzi da seguire.

Ma io non so, voi sapete.

Detto questo, la mia risposta a precario.acciaio è che tenga in considerazione quello che hai detto tu senza ombra di dubbio, ma che è proprio questa la situazione nella quale la collaborazione con la famiglia è indispensabile.  Chiedendo aiuto, fidandosi almeno un po', dicendo proprio: io sono pronto a farlo ma non posso farlo da solo (mi aiuti a: preparare le verifiche seguendo le mie indicazioni, mi aiuti a preparare ppt da proiettare, ricercare materiale, trascrivere appunti, fare riassunti ................. ) ed inoltre ho bisogno di spunti su come farlo perchè serva proprio a lui.

In parte concordo; collaborare con le famiglie in passato ha permesso a me e ai miei colleghi un lavoro più razionale e mirato, purtroppo ciò non è accaduto frequantemente.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 10:48 am

ot:
è quello che ho sempre sostenuto io a difesa della sola presenza, spesso osteggiata (e non sempre a torto) nei confronti di ire che docente non è...ma si relaziona in un ambiente composto da soli docenti.
a me fa comodo.
molto.
poi non son sempre in completo accordo con ciò che dice, con ciò che pretenderebbe da noi, a volte nemmeno con il suo modo di bacchettarci sottolineando le nostre mancanze, reali o presunte.
ma a me fa comodo.
è la mia palestra personale.
con lei mi alleno a rispondere in modo corretto e pertinente, mantenendo la sacra pazienza, ad eventuali genitori come lei...che, diciamocelo, son pochi (per fortuna o purtroppo).
genitori attenti, presenti, informati, pronti effettivamente a darci supporto pratico a scuola e a casa.
la leggo ormai da anni...ho ormai capito che la sua realtà è molto differente da quella in cui vivo io (non solo per il punto di vista ma proprio per bacino d'utenza, persone, possibilità economiche e culturali sia delle famiglie che delle scuole stesse...la leggo, la immagino, beata lei in un mondo migliore del mio, di frontiera e in prima linea...ne prendo atto e pazienza).
spesso mi ha dato buone dritte, spesso mi ha fatto imbufalire...va bene comunque.

tornando it...
cambiando scuola ogni anno il mio primo cdc...è sempre uno contro tutti.
in prima mi adorano (genitori e ragazzini), in seconda percepisco un pizzico di stima ma anche l'ansia (sempre in relazione al programma svolto...mica dipende solo da me!), in terza mi odiano.
come sopravvivo?
fregandomene, detto con eleganza.
spiego come svolgo il mio lavoro (benino ma sicuramente in maniera differente da chi mi ha preceduto....abbiamo tutti uno stile differente, nella mia materia forse più che in altre).
non detto nulla, io parlo...richiedo e stimolo attenzione, auspico la venerazione.
imparano a prendere appunti, cosa sempre meno scontata alle medie purtroppo.
so che ci vuole tempo.
avverto che le prime verifiche (orrore orrore verifiche scritte di arte??!!!!! ssssì), avran voti bassi perchè i figlioli si stanno adattando al nuovo stile di insegnamento.
a fine anno a volte ricevo ceri pasquali...altre volte ho raggiunto un buon sistema di convivenza civile, non mi adorano ma mi tollerano e mi hanno, finalmente, capita.
continuo a fregarmene...faccio il mio lavoro...e cambio scuola.
e tutto ricomincia.
(chissà come cambierà il mio modo di affrontare queste rogne dall'anno prossimo quando mi sarà assegnata una sede definitiva...mmmmah...ammetto d'esser parecchio curiosa).
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 11:07 am

Non sei il primo, nè sarai l'ultimo a cui è capitata una situazione del genere, caro alessio.

Nella mia più che decennale carriera da precaria, ho insegnato matematica in quasi tutte le tipologie di istituti scolastici. E, guarda caso, ogni volta che ho insegnato in una scuola in cui le materie scientifiche non contavano quasi niente, ho ricevuto accuse anche molto pesanti da genitori, alunni, preside e persino dai colleghi, sempre le stesse, e cioè di non saper spiegare e di non riuscire a "tenere le classi". Una volta ho anche avuto gravi problemi connessi a questa situazione. Invece, tutte le volte che ho insegnato in un liceo scientifico oppure in un ITI, allora sono stata molto apprezzata da tutti, non ho mai ricevuto lamentele, ma soltanto complimenti da parte dei genitori e mi sono tolta tante soddisfazioni.

Che strano, vero? Ero sempre la stessa docente, eppure in alcune scuole sono stata considerata una totale incompetente, in altre invece ero considerata molto brava. Com è possibile???

E' semplice. Se classi intere sono formate da studenti completamente negati per la matematica e scelgono di frequentare un determinato tipo di istituto proprio con l'idea che in quella scuola la matematica non conta niente, allora nemmeno l'insegnante più bravo del mondo riuscirà a convincerli a seguire le sue lezioni e a studiare la sua disciplina. Ed è fin troppo facile per i genitori, per i colleghi e per il dirigente dare la colpa al docente in questione!!!

Apro una parentesi:
Avevo risolto finalmente i miei problemi scegliendo tutti gli anni di insegnare in un liceo scientifico. Peccato però che la "pacchia" durerà ancora per poco. Grazie alla cattiva scuola di Renzi infatti non sarà più possibile scegliere dove insegnare, saranno i dirigenti scolastici che ci sceglieranno. E magari non potrò più nemmeno insegnare matematica, ma sarò costretta ad insegnare un'altra materia e a fare cose che nemmeno mi riescono un gran che. Complimenti al governo che ha capito tutto su come rendere la scuola pubblica un posto migliore e i docenti sempre più motivati!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:26 pm

precario.acciaio ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Mai forse no, ma è difficilissimo, a volte per ragioni meramente logistiche; un docente di lettere ha un numero di alunni molto inferiori ad uno di storia dell'arte (ad esempio) e può seguire in modo più completo ogni alunno, interfacciandosi con i genitori in modo attivo.

Purtroppo anche quando si vorrebbe non sempre si riesce: io vorrei seguire più da vicino i miei alunni, ma l'impresa si sta rivelando impossibile, avendone 130, se io anche avessi un DSA non riuscirei a fare una didattica individualizzata.


Why not?
Questo vuol dire che non riesci a fare tante cose che dovresti: valorizzare le eccellenze, fare recupero e potenziamento...

Capisco la difficoltà di avere tanti alunni, ma concedimi un certo fastidio dopo anni passati a sentire il ritornello delle nove classi, che più che un impegno sta diventando una giustificazione per non fare.

La didattica personalizzata si fa proporzionalmente alle ore a carico dei docenti. Il che significa che il docente di lettere dovrà individualizzare, per lo stesso alunno, molte più lezioni, e per di più in diverse materie. A te se ne chiederebbero molte di meno.
Mi dirai: ma io avrò molti più studenti con difficoltà. Non direi, visto che non hai nessun DSA, ma già escludi di poterne gestire soltanto uno per poche ore settimanali

Non al livello di individualizzazione a cui IO vorrei giungere, stante che per anni ho fatto sostegno e so bene cosa significa individualizzare; non ti pertiene dare un giudizio al mio operato, di cui non sai nulla.


A parte il fatto che l'individualizzazione dipende dal ragazzo, altrimenti non sarebbe tale, e quindi non necessariamente deve avere un livello particolarmente "alto".
Non è possibile ormai costruire una didattica non personalizzata (che non significa 130 didattiche personalizzate naturalmente), anche solo basandosi sulle fasce di livello, anche solo in presenza di un'eccellenza (e almeno una su 130 alunni ce l'avrai!).
La personalizzazione del PEI è tutta altra cosa.

Non ho dato nessun giudizio, e del tuo operato ho commentato quello che hai detto tu stesso, ovvero che, visto l'impegno attuale "se anche avessi un DSA non riuscirei a fare una didattica individualizzata", chiosando che per un docente di lettere sarebbe invece possibile.

Ecco, questo non è accettabile, da docente in generale, che è obbligato a personalizzare in presenza di un DSA, e da docente di lettere quale sono, che ha molte ore perché si fa carico di molte materie, non perchè alle sue materie siano assegnate più ore.
Questo è un grosso fraintendimento che va chiarito una volta per tutte, visto che non sei l'unico a pensare che solo alcune materie "possano" concretamente attivare certi interventi, che dovrebbero invece essere presi collegialmente.

In presenza di un DSA, io personalizzo, solo per l'italiano: la grammatica, scrittura di testi, lettura, comprensione del testo, modalità di studio della letteratura. Le mie ore di grammatica sono quante quelle di inglese, quelle di antologia quanto quelle della seconda lingua, le ore di letteratura quanto quella di religione. Osservo il ragazzo nelle sue abilità rispetto alle singole discipline, e non perché lo vedo nel complesso di più posso avvalermi della stessa osservazione per tutto.
Per ognuna di queste discipline personalizzo (che a volte significa soltanto prevedere pochi strumenti compensativi, altre rivoluzionare la didattica della classe), come per ognuna di queste stendo una programmazione per la classe a inizio anno. Lascio da parte anche storia (2 ore) e geografia (1/2 ore), per le quali, ovviamente, devo fare la stessa cosa.
Di fatto, il docente di lettere stila per lo stesso alunno, più di un PDP. Più anche di 2: un docente 51 "almeno" italiano - con sottodiscipline - e latino; 52 almeno italiano - con sottodiscipline - latino greco; 50 almeno italiano - con sottodiscipline - storia geografia
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ancora arroganza   Ven Ott 09, 2015 9:32 pm

Complessivamente hai più ore per osservare il ragazzo e le sue reazioni alle varie strategie, quindi non c'è nessun paragone; non vedo come tu possa paragonare avere 40 studenti con averne 120.
Il mio collega di fisica all'alberghiero ammetteva onestamente che senza di me e di una mia collega (che eravamo di sostegno) mai avrebbe individuato i ragazzi da seguire e per che cosa; egli aveva 9 classi da 30.
Tornare in alto Andare in basso
 
ancora arroganza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ridimensionare l'arroganza ecclesiastica

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: