Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alternanza scuola-lavoro nei licei

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 6:26 pm

Battiam, battiam le mani, abbiamo le linee guida

http://www.orizzontescuola.it/news/scuola-lavoro-inviata-guida-operativa-giannini-riforma-risorse-certe-subito-coinvolti-500000-st

Al Ministero deve girare roba tagliata male e alcool proveniente da distillerie clandestine. Che cosa dovremo inventarci nei licei?

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 6:56 pm

mac67 ha scritto:
Battiam, battiam le mani, abbiamo le linee guida

http://www.orizzontescuola.it/news/scuola-lavoro-inviata-guida-operativa-giannini-riforma-risorse-certe-subito-coinvolti-500000-st

Al Ministero deve girare roba tagliata male e alcool proveniente da distillerie clandestine. Che cosa dovremo inventarci nei licei?


Noi ce lo siamo già inventati. Nella nostra zona le sole alternanze scuola-lavoro che possiamo attivare sono quattro:
1) mandare gli studenti a fare i guardiani di vacche e capre allevate in regime estensivo. Escluso, non siamo un istituto professionale per l'agricoltura.
2) mandare gli studenti a fare operazioni di bonifica di ordigni inesplosi nel territorio della base NATO di Teulada. Escluso, non credo che i militari vogliano pargoli in mezzo ai piedi.
3) mandare gli studenti a fare i bagnini, i lavapiatti e i camerieri negli alberghi e nei ristoranti del territorio. Escluso, non siamo un istituto professionale alberghiero e fra l'altro, gli studenti ci pensano già loro a trovarsi un posto d'estate senza aspettare le corbellerie ministeriali.
4) mandare gli studenti a fare le guide e gli intrattenitori per la casa baronale di proprietà del comune adibita a museo estemporaneo. Venduto. Il comune ce lo chiede sempre in occasione delle giornate di Monumenti Aperti, ancora meglio se può garantire un servizio a gratis per i turisti per tutta l'estate.

Comunque, secondo me l'alternanza scuola lavoro si rivelerà un grosso flop nella maggior parte della realtà scolastico-territoriale italiana. Non si fanno le nozze con i fichi secchi.
Con il progetto 92 nei professionali si erano inventati le 600 ore dell'area professionalizzante di cui la metà da svolgersi attraverso stage. Nei primi anni le cose hanno più o meno funzionato visto che c'era la copertura finanziaria dai fondi strutturali europei e i dobloni nei professionali fioccavano a pioggia. Poi i dobloni sono miseramente diminuiti e non solo non si riusciva ad attivare gli stage, ma addirittura c'erano problemi anche a pagare gli esperti per i corsi teorici.

I flop sono una costante delle innovazioni ministeriali. Non si cava vino dalle rape. Certe teste dovrebbero ben saperlo, dal momento che hanno un'esperienza consolidata di flussi alcolici solo in ingresso e non in uscita.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 7:14 pm

mac67 ha scritto:
Battiam, battiam le mani, abbiamo le linee guida

http://www.orizzontescuola.it/news/scuola-lavoro-inviata-guida-operativa-giannini-riforma-risorse-certe-subito-coinvolti-500000-st

Al Ministero deve girare roba tagliata male e alcool proveniente da distillerie clandestine. Che cosa dovremo inventarci nei licei?


Io mi cullavo nell'illusione di poterli spedire l'estate in qualche museo/ufficio pubblico/ente locale a fare fotocopie. Alla brutta non vedrei assurdo piazzarli nelle segreterie scolastiche a spulciare le graduatorie...

Potrebbe essere realistico tutto ciò?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 7:30 pm

Leggetevi (se avete tempo, voglia e stomaco) le linee guida.

Immaginate poi (o fate i conti del vostro liceo) un liceo medio, di 1000 studenti. Quest'anno si deve inventare l'alternanza per 200 alunni: trovare dove mandarli, fare il sopralluogo (oh yes!), stipulare protocollo di intesa, stendere un progetto formativo per ogni alunno (oh oh yes!!), individuare i tutor (yeah!!!), seguirli nell'attività, valutarli.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 7:40 pm

mac67 ha scritto:
Leggetevi (se avete tempo, voglia e stomaco) le linee guida.

Immaginate poi (o fate i conti del vostro liceo) un liceo medio, di 1000 studenti. Quest'anno si deve inventare l'alternanza per 200 alunni: trovare dove mandarli, fare il sopralluogo (oh yes!), stipulare protocollo di intesa, stendere un progetto formativo per ogni alunno (oh oh yes!!), individuare i tutor (yeah!!!), seguirli nell'attività, valutarli.

Noi non abbiamo questo problema, so' quattro gatti.

Ogni tanto lavorare in una realtà marginale ha i suoi vantaggi. Chi brama per il grande liceo storico cittadino pedali :-D
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 7:43 pm

Ma i miei sono proprio 200, con almeno altri 8/10 licei con la stessa numerosità di iscritti nel raggio di 15 km.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 7:56 pm

@melia ha scritto:
Ma i miei sono proprio 200, con almeno altri 8/10 licei con la stessa numerosità di iscritti nel raggio di 15 km.

Non preoccuparti, la cornucopia piena di dobloni sta per riversarsi sulle scuole per mandare i pargoli ad alternarsi tra studio e lavoro anche nel raggio di 1500 km. L'ha detto la Stefy, eh.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 8:47 pm

Dimenticavo l'altra chicca: per i percorsi di apprendistato (che però non coincide con l'alternanza scuola-lavoro):

all'Esame di Stato, nella formulazione della terza prova scritta, la Commissione tiene conto dell'attività svolta nell'apprendistato (come si farà se Ciccio Rossi fa una cosa e la sua compagna Cettina Bianchi un'altra?)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 9:15 pm

mac67 ha scritto:
Dimenticavo l'altra chicca: per i percorsi di apprendistato (che però non coincide con l'alternanza scuola-lavoro):

all'Esame di Stato, nella formulazione della terza prova scritta, la Commissione tiene conto dell'attività svolta nell'apprendistato (come si farà se Ciccio Rossi fa una cosa e la sua compagna Cettina Bianchi un'altra?)
Il candidato illustri la propria attività.

Tanto è tutta una presa per il culo, a cominciare dall'impresa simulata.
Tornare in alto Andare in basso
zshiraz



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 10.11.14

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 9:28 pm

Domanda: ma le (almeno) 200 ore per il liceo valgono anche per le quinte di quest'anno? Oppure, visto che sono alla fine del percorso, c'è uno sconto? Perché 200 ore sono quasi sette settimane di scuola, molto più del tempo che pensavo di impiegare per la lettura (prescrittiva) delle Baccanti di Euripide...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 9:38 pm

zshiraz ha scritto:
Domanda: ma le (almeno) 200 ore per il liceo valgono anche per le quinte di quest'anno? Oppure, visto che sono alla fine del percorso, c'è uno sconto? Perché 200 ore sono quasi sette settimane di scuola, molto più del tempo che pensavo di impiegare per la lettura (prescrittiva) delle Baccanti di Euripide...

Quest'anno iniziano le terze. L'anno prossime terze e quarte. Poi si va a regime (qualunque cosa possa volere dire ...).
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 3:55 pm

Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 4:23 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 5:54 pm

mac67 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tocca farlo al "corpo docente", non ad uno in particolare, quindi nessuno è obbligato.

Tra l'altro ci sono responsabilità penali per i rischi sul lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 6:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tocca farlo al "corpo docente", non ad uno in particolare, quindi nessuno è obbligato.

Tra l'altro ci sono responsabilità penali per i rischi sul lavoro.

Fai un conto approssimativo per la tua scuola del numero di alunni di terza, quarta e quinta, e il numero di docenti. Il rapporto sarà di 8/1, 10/1. Pensi davvero che toccherà solo ad alcuni? Per le responsabilità penali, fatto l'accertamento e la formazione degli alunni, la gestione quotidiana tocca all'ente-azienda-quelcavolocheè.

Mi chiedo se questa cosa potrà fare la fine delle 600 ore dell'apprendistato dei professionali: rimanere sulla carta. Prevedo però, in tal caso, ricorsi al TAR a ogni bocciatura.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 6:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tocca farlo al "corpo docente", non ad uno in particolare, quindi nessuno è obbligato.

Tra l'altro ci sono responsabilità penali per i rischi sul lavoro.

Le responsabilità penali sono a carico del titolare dell'impresa che accoglie studenti in alternanza scuola-lavoro. Art. 2 comma 1 lettere a) e b) del D.lgs. 81 del 2008:
Citazione :

1. Ai fini ed agli effetti delle disposizioni di cui al presente decreto legislativo si intende per:
a) «lavoratore»: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato partecipazione di cui all’articolo 2549, e inseguenti del Codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della Legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle Leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il
partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; i volontari del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468 , e successive modificazioni;
dicembre 1997, n. 468 , e successive modificazioni;
b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l’assetto dell’organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell’organizzazione stessa o dell’unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.
...

È chiaro che, data la responsabilità che si assume l'impresa, dovranno essere definiti dei paletti in sede di protocollo scuola-azienda.
Ad esempio, molte aziende chiedono che gli studenti coinvolti in percorsi di alternanza scuola-lavoro siano già formati in materia di sicurezza (per evitare che i costi della formazione sulla sicurezza gravino sull'impresa) e pongono un limite massimo sul numero di studenti coinvolti.
Questo è un altro grosso limite all'applicazione della norma. Nessuna azienda sarà disposta ad accollarsi la responsabilità di 100 studenti sguinzagliati contemporaneamente all'interno dei suoi processi produttivi. Dovrebbe quanto meno assumere una cinquantina di addetti come preposti per evitare che ci scapi il morto o l'infortunato!

Ragioniamo sui numeri: gran parte dell'alternanza scuola-lavoro nel settore industriale dovrà essere necessariamente svolta nei mesi estivi, in buona parte nei mesi di luglio e agosto, ammesso che l'azienda non chiuda i battenti ad agosto. Un istituto tecnico industriale con 200 alunni che devono svolgere circa 120 ore, quante aziende può trovare nel territorio? In una piccola o media impresa, dubito che accoglieranno gruppi più numerosi di 10 studenti. Questi dovranno svolgere ad esempio 6 ore giornaliere (anche troppo, sicuramente non 7-8 ore di lavoro), pari a 20 giornate lavorative. Ogni azienda, considerando luglio e agosto, al massimo potrà "ospitare" 2 gruppi.
Domanda: nel territorio ci saranno 100 aziende disposte ad accogliere i 200 studenti di quell'istituto? Forse nel nordest, forse in Lombardia, forse in Emilia. Di sicuro non in molte province del Sud.
E a questo punto mi chiedo: dove cacchio si manderanno centinaia di migliaia di studenti a fare questi percorsi per 200 o 400 ore nel corso di un triennio se non ci sono abbastanza aziende in grado di accoglierli?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 6:54 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
E a questo punto mi chiedo: dove cacchio si manderanno centinaia di migliaia di studenti a fare questi percorsi per 200 o 400 ore nel corso di un triennio se non ci sono abbastanza aziende in grado di accoglierli?

Simulazione d'impresa. Poveri noi.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 6:54 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tocca farlo al "corpo docente", non ad uno in particolare, quindi nessuno è obbligato.

Tra l'altro ci sono responsabilità penali per i rischi sul lavoro.

Non so se questo risponda al vero... tuttavia mi diceva un collega che se tu, insegnante tutor dell'alternanza, vai in azienda a prendere visione di cosa sta facendo il pargolo e noti qualcosa che non va in termini di sicurezza (ad esempio noti che il pargolo non usa il DPI), devi immediatamente rilevarlo in forma scritta da qualche parte.

Se non lo rilevi ed il pargolo si fa male, diventi perseguibile ai sensi del decreto 81. Se non te ne accorgi, in ogni caso, qualcuno potrebbe venire a chiederti perché non te ne sei accorto visto che sei comunque responsabile della sicurezza del pargolo.

Il collega che sosteneva questa posizione la corroborava con un parere scritto dell'Ordine degli Ingegneri che si orientava nella stessa direzione.


Ultima modifica di Lenar il Sab Ott 10, 2015 6:57 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 6:55 pm

mac67 ha scritto:
Mi chiedo se questa cosa potrà fare la fine delle 600 ore dell'apprendistato dei professionali: rimanere sulla carta.
Lo farà, lo farà.
Alla fine si tirerà fuori dal cilindro il coniglio dell'impresa simulata e questo si tradurrà - a regime - nella solita aria fritta scritta e copiaincollata quanto basta per fare fessi e contenti tutti quanti e sprecare le solite tonnellate di carta.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:01 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:

E a questo punto mi chiedo: dove cacchio si manderanno centinaia di migliaia di studenti a fare questi percorsi per 200 o 400 ore nel corso di un triennio se non ci sono abbastanza aziende in grado di accoglierli?

Io continuo a cullarmi nell'illusione di poterli mandare in Comune a fare fotocopie, al parco delle incisioni rupestri a fare le guide, in qualche segreteria scolastica a svolgere qualche lavoretto di bassa manovalanza o, alla disperazione, dai bidelli dell'IC di fianco a ritinteggiare le pareti. Parlo dei liceali ovviamente, non di quelli dell'ITIS. Piazzare quelli dell'ITIS è immensamente più arduo. D'altra parte per gli studenti dell'ITIS l'alternanza ha immensamente più senso che per i liceali.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:03 pm

Lenar ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Nell'ultimo collegio docenti ho provato a dire che la scuola-lavoro snatura l'essenza del liceo... che c'è il rischio di sfruttamento e che ben altro è ed è sempre stato lo spirito del nostro istituto... mi è stato risposto di "mettere da parte le ideologie" per adeguarmi alla realtà attuale... che mi è suonato molto simile a un motto che avevo letto sui libri di storia:

QUI SI LAVORA, NON SI FA POLITICA

Siamo più o meno lì. Fatto sta che è legge e ci tocca pure farlo (ovviamente gratis).
Tocca farlo al "corpo docente", non ad uno in particolare, quindi nessuno è obbligato.

Tra l'altro ci sono responsabilità penali per i rischi sul lavoro.

Non so se questo risponda al vero... tuttavia mi diceva un collega che se tu, insegnante tutor dell'alternanza, vai in azienda a prendere visione di cosa sta facendo il pargolo e noti qualcosa che non va in termini di sicurezza (ad esempio noti che il pargolo non usa il DPI), devi immediatamente rilevarlo in forma scritta da qualche parte.

Se non lo rilevi ed il pargolo si fa male, diventi perseguibile ai sensi del decreto 81. Se non te ne accorgi, in ogni caso, qualcuno potrebbe venire a chiederti perché non te ne sei accorto visto che sei comunque responsabile della sicurezza del pargolo.


L'insegnante tutor non può essere equiparato al preposto. Il pargolo sarà affidato ad un preposto dell'azienda in cui si svolge l'alternanza. Se il tutor dovesse essere il preposto, dovrebbe svolgere intere giornate lavorative per tutta l'estate, perché è impensabile che un'attività si svolga in assenza del preposto. Se un tutor si deve occupare di 10 gruppi che si alternano per 20 giorni, mi spieghi quando potrà fare le ferie!?
Inoltre tieni presente che in caso di incidente la magistratura individua un preposto de facto e all'interno di un processo produttivo non possono esserci due preposti.

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:09 pm

mac67 ha scritto:
Fai un conto approssimativo per la tua scuola del numero di alunni di terza, quarta e quinta, e il numero di docenti. Il rapporto sarà di 8/1, 10/1. Pensi davvero che toccherà solo ad alcuni? Per le responsabilità penali, fatto l'accertamento e la formazione degli alunni, la gestione quotidiana tocca all'ente-azienda-quelcavolocheè.

Mi chiedo se questa cosa potrà fare la fine delle 600 ore dell'apprendistato dei professionali: rimanere sulla carta. Prevedo però, in tal caso, ricorsi al TAR a ogni bocciatura.
Non ho detto che serve poca gente, anche di coordinatori ne servono molti, ma non è obbligatorio accettare l'incarico.

Anche il CLIL è obbligatorio per la scuola, ma non lo è per nessun docente ecc ecc.

Quanto alla sicurezza:

http://banner.orizzontescuola.it/Guida_Operativa.pdf

"e. l’affidamento alle scuole secondarie di secondo grado del compito di organizzare corsi di formazione in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, rivolti agli studenti inseriti nei percorsi di alternanza e svolti secondo quanto disposto dal d.lgs. 81/2008; "

ma soprattutto

"L’istituzione scolastica è tenuta, pertanto, a verificare le condizioni di sicurezza connesse all’organizzazione dell’alternanza scuola lavoro, e ad assicurare le relative misure di prevenzione e di gestione, garantendo i presupposti perché gli studenti siano il più possibile tutelati, sul versante oggettivo, attraverso la selezione di strutture ospitanti “sicure”, e sul versante “soggettivo”, tramite l’informazione degli allievi."

Significa che il tutor va nelle varie aziende e si accerta che siano sicure.

Tu hai competenze a riguardo ? Pensi che ti aprano tutte le porte nell'ispezione ? Verificherai ad esempio la messa a terra degli impianti ?
Io mi sono accontentato di 1450€/mese al posto di 2500 perchè non volevo più avere a che fare con l'industria privata (e perchè non volevo andare a Terni); si attaccano al cazzo che mi prendo simili rogne.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:11 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Lenar ha scritto:


Non so se questo risponda al vero... tuttavia mi diceva un collega che se tu, insegnante tutor dell'alternanza, vai in azienda a prendere visione di cosa sta facendo il pargolo e noti qualcosa che non va in termini di sicurezza (ad esempio noti che il pargolo non usa il DPI), devi immediatamente rilevarlo in forma scritta da qualche parte.

Se non lo rilevi ed il pargolo si fa male, diventi perseguibile ai sensi del decreto 81. Se non te ne accorgi, in ogni caso, qualcuno potrebbe venire a chiederti perché non te ne sei accorto visto che sei comunque responsabile della sicurezza del pargolo.


L'insegnante tutor non può essere equiparato al preposto. Il pargolo sarà affidato ad un preposto dell'azienda in cui si svolge l'alternanza. Se il tutor dovesse essere il preposto, dovrebbe svolgere intere giornate lavorative per tutta l'estate, perché è impensabile che un'attività si svolga in assenza del preposto. Se un tutor si deve occupare di 10 gruppi che si alternano per 20 giorni, mi spieghi quando potrà fare le ferie!?
Inoltre tieni presente che in caso di incidente la magistratura individua un preposto de facto e all'interno di un processo produttivo non possono esserci due preposti.


Era proprio sulla questione dell'insegnante tutor visto come "preposto" oppure no che si concentrava quel parere dell'Ordine a cui faceva riferimento il collega. Pare, insomma, che, in determinate circostanza, il tutor potesse essere considerato "preposto".

Cmq non me ne intendo e non escludo di aver capito male.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:16 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Significa che il tutor va nelle varie aziende e si accerta che siano sicure.

Tu hai competenze a riguardo ? Pensi che ti aprano tutte le porte nell'ispezione ? Verificherai ad esempio la messa a terra degli impianti ?

Diciamo che queste sono responsabilità del dirigente scolastico. Il protocollo lo firmano il titolare dell'azienda e il dirigente scolastico. Il tutor è un semplice intermediario e non è detto che abbia la competenza per visionare e valutare il DVR dell'azienda. Credo che queste siano rogne del DS o, al più, se deve delegare qualcuno, del suo RSPP.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Ott 10, 2015 7:17 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
mac67 ha scritto:
Mi chiedo se questa cosa potrà fare la fine delle 600 ore dell'apprendistato dei professionali: rimanere sulla carta.
Lo farà, lo farà.
Alla fine si tirerà fuori dal cilindro il coniglio dell'impresa simulata e questo si tradurrà - a regime - nella solita aria fritta scritta e copiaincollata quanto basta per fare fessi e contenti tutti quanti e sprecare le solite tonnellate di carta.
Sia ringraziato Dio dell'esistenza di questa possibilità.

Adoro i tarallucci, un po' meno il vino, ma si sa, la vita è sacrificio.
Tornare in alto Andare in basso
 
Alternanza scuola-lavoro nei licei
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» consiglio per assentarsi al lavoro
» Docenza e secondo lavoro
» Quante ore per raggiungere il posto di lavoro?
» UTILIZZAZIONI LICEI MUSICALI: "SCANDALOSE"!
» cerco lavoro come onicotecnoca a Napoli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: