Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alternanza scuola-lavoro nei licei

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Ven Ott 09, 2015 6:26 pm

Promemoria primo messaggio :

Battiam, battiam le mani, abbiamo le linee guida

http://www.orizzontescuola.it/news/scuola-lavoro-inviata-guida-operativa-giannini-riforma-risorse-certe-subito-coinvolti-500000-st

Al Ministero deve girare roba tagliata male e alcool proveniente da distillerie clandestine. Che cosa dovremo inventarci nei licei?

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 7:25 am

Su questo concordo, tuttavia, stante che obiettivamente si troverà difficoltà a piazzare molti studenti in realtà senza la presenza di aziende in grado di accoglierli, occorrerà valutare altre opzioni, se legali.

Il corso sulla sicurezza è di 4 ore; 67 - 4 = 63. Restano quindi solo una decina di giorni di stage da svolgere e la cosa quindi credo sia fattibile; in casi estremi la scuola, ma anche il comune e la biblioteca; sulla visione darwinista del mondo del lavoro concordo, tuttavia la scuola deve proprio far partire un procedimento di modifica di quella visione e non di adattamento, o sarà sempre perdente; pensi forse che tre anni di Filosofia servano solo a pompare il nostro ego? (in parte sì) Comunque servono soprattutto a porre in maniera problematica la realtà e non ad accettarla acriticamente (il lavoro è così e bisogna adattarsi).
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 7:42 am

I capoufficio prendono a calci in culi lavoratori maggiorenni e n una qualifica CHE GANNO FINITO GLI STUDI E SANNO FARE QUALCOSA. NON PRENDONO A CALCI IN CULI DEI ragazzini che dovrebbero stare un aula e non in ufficio, non fosse altro per il fatto che non sanno fare ancora NULLA in un ufficio..ma la scuola-progettificio prevedere cazzate del cazzate e questa è la più clamorosa
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 9:21 am

il corso per la sicurezza comprende anche il modulo specifico, quindi in tutto sono 12 ore. Da noi lo includiamo nell'ASL, anche se il modulo generale l'hanno fatto in seconda.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 10:29 am

E cosa fanno i vostri piccoli manager liceali in ufficio?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 10:41 am

Basterebbe fare una cosa molto semplice, ossia deliberare in massa che TUTTE le attività di asl si fanno fuori dall'orario curricolare, di pomeriggio, o durante le vacanze estive, o in periodi di interruzione della didattica (cosa che è assolutamente PREVISTA dalla normativa, e che nei tecnici e professionali esisteva già: non si penserà mica che all'agrario non ci vadano, a fare gli stage in giugno e luglio?)

Nel giro di due anni sarà abolita a furor di popolo, perché le famiglie si lamentano : - )
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 11:11 am

Felipeto ha scritto:
E cosa fanno i vostri piccoli manager liceali in ufficio?

Non è importante quello che fanno, ma quanto si riesce a coprire per salvare le apparenze.
Beninteso, la fuffa è complementare alla fuffa.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 11:19 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Basterebbe fare una cosa molto semplice, ossia deliberare in massa che TUTTE le attività di asl si fanno fuori dall'orario curricolare, di pomeriggio, o durante le vacanze estive, o in periodi di interruzione della didattica (cosa che è assolutamente PREVISTA dalla normativa, e che nei tecnici e professionali esisteva già: non si penserà mica che all'agrario non ci vadano, a fare gli stage in giugno e luglio?)

Nel giro di due anni sarà abolita a furor di popolo, perché le famiglie si lamentano : - )

Poi i tutor (cioè, metà collegio o giù di lì) ti diranno che non vogliono ritrovarsi a lavorare pure in estate,nei pomeriggi, il 27 dicembre e il venerdi santo.

Senza contare che anche le imprese (o i formatori delle imprese simulate) potrebbero non essere disponibili alle date che le scuole propongono.

In linea di principio sarei d'accordo con te. La pratica già ora mi dice che le cose andranno moooolto diversamente.
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 11:30 am

Una domanda: ma l'alternanza scuola-lavoro implica necessariamente che il lavoro sia di natura privata?
Se si considerasse la natura pubblica, i ragazzi potrebbero trovare interessante fare esperienza lavorativa anche in musei, biblioteche,laboratori, parchi naturali etc.. , il che per studenti liceali con la prospettiva degli studi universitari arricchirebbe il loro bagaglio di conoscenze in modo mirato.Se ciò già è stato preso in considerazione, mi scuso per l'intervento.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 11:41 am

Sia daccapo..per arricchirsi da un esperienza in un museo,occorrono poderosi basi storiche o archeologiche, in un laboratorio basi scientifiche ,parchi naturali conoscenze naturalistiche.che NESSUN LICEALE HA.sono sufficienti visite guidate,che esistono da decenni.non giornate buttate sottratte Lla didattica per accontentare tutor avididifis e altri rovina-scuole
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 12:14 pm

http://www.giand.it/download/Guida_Operativa.pdf

"4. Progettazione didattica delle attività di alternanza scuola lavoro
La buona riuscita dei percorsi di alternanza richiede la presenza di alcuni elementi indispensabili di
coordinamento e di co-progettazione:
• un accordo tra i soggetti (scuola/impresa o altra struttura ospitante) che assicurano il supporto
formativo al giovane che apprende; questo accordo non può limitarsi ad una intesa
programmatica (definizione di obiettivi e azioni da svolgere), ma deve promuovere la collaborazione
a livello organizzativo, progettuale, attuativo e puntare ad un controllo congiunto
del percorso formativo e alla valutazione condivisa dei risultati di apprendimento;
• la progettazione dell’intero percorso, sia delle attività in aula che dei periodi di permanenza
nella struttura ospitante, condivisa e approvata non solo dai docenti della scuola e dai responsabili della struttura stessa, ma anche dallo studente, che assume così una consapevolezza
e una responsabilità diretta nei confronti del proprio apprendimento;
• la rilevanza delle attività previste dal progetto di alternanza rispetto al percorso individuale
di apprendimento, anche quando queste sono realizzate in situazioni che prevedono il
coinvolgimento dell’intera classe o di gruppi di studenti, con particolare attenzione alla
promozione dell’autonomia del giovane coerentemente con il progetto personalizzato;
• un flusso costante di informazioni tra i vari soggetti coinvolti, ciascuno dei quali non si
limita solo alla realizzazione delle azioni di sua competenza, ma deve preoccuparsi anche
del collegamento con le attività realizzate da altri soggetti.
La progettazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro, dunque, deve considerare sia la dimensione
curriculare, sia la dimensione esperienziale, svolta in contesti lavorativi. Le due dimensioni vanno
integrate in un percorso unitario che miri allo sviluppo di competenze richieste dal profilo educativo,
culturale e professionale del corso di studi e spendibili nel mondo del lavoro
."

Io conosco solo due modi di fare le cose: fatte bene oppure fatte faticando il meno possibile.

Qualcuno di voi ritiene di essere in grado di fare le cose fatte bene, ovvero adempiendo seriamente a quanto sopra ?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 12:26 pm

Io no.non ho capito un cazzo di cosa c e scritto.parole parole parole ..alla fine concretamente non comunicano nulla.l unico caso di ASL che ricordo funzionare è di un buon professionale commerciale della provincia di torino che manda le terze (me le ricordo poco numerose ,preparate sul mezzo informatico e sull ambito contabile gestionale, grazie ad una collega severa e validissima) a fare uno stage attinente a ciò che GIA sono in grado di fare....
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 2:17 pm

avidodinformazioni ha scritto:
http://www.giand.it/download/Guida_Operativa.pdf

"4. Progettazione didattica delle attività di alternanza scuola lavoro
La buona riuscita dei percorsi di alternanza richiede la presenza di alcuni elementi indispensabili di
coordinamento e di co-progettazione:
• un accordo tra i soggetti (scuola/impresa o altra struttura ospitante) che assicurano il supporto
formativo al giovane che apprende; questo accordo non può limitarsi ad una intesa
programmatica (definizione di obiettivi e azioni da svolgere), ma deve promuovere la collaborazione
a livello organizzativo, progettuale, attuativo e puntare ad un controllo congiunto
del percorso formativo e alla valutazione condivisa dei risultati di apprendimento;
• la progettazione dell’intero percorso, sia delle attività in aula che dei periodi di permanenza
nella struttura ospitante, condivisa e approvata non solo dai docenti della scuola e dai responsabili della struttura stessa, ma anche dallo studente, che assume così una consapevolezza
e una responsabilità diretta nei confronti del proprio apprendimento;
• la rilevanza delle attività previste dal progetto di alternanza rispetto al percorso individuale
di apprendimento, anche quando queste sono realizzate in situazioni che prevedono il
coinvolgimento dell’intera classe o di gruppi di studenti, con particolare attenzione alla
promozione dell’autonomia del giovane coerentemente con il progetto personalizzato;
• un flusso costante di informazioni tra i vari soggetti coinvolti, ciascuno dei quali non si
limita solo alla realizzazione delle azioni di sua competenza, ma deve preoccuparsi anche
del collegamento con le attività realizzate da altri soggetti.
La progettazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro, dunque, deve considerare sia la dimensione
curriculare, sia la dimensione esperienziale, svolta in contesti lavorativi. Le due dimensioni vanno
integrate in un percorso unitario che miri allo sviluppo di competenze richieste dal profilo educativo,
culturale e professionale del corso di studi e spendibili nel mondo del lavoro
."

Io conosco solo due modi di fare le cose: fatte bene oppure fatte faticando il meno possibile.

Qualcuno di voi ritiene di essere in grado di fare le cose fatte bene, ovvero adempiendo seriamente a quanto sopra ?

Aggiungerei una domanda: perché dovremmo fare le cose bene? Quale compenso accessorio o aggiuntivo ci viene nel fare le cose bene?

Se mi esentano dall'insegnamento e mi pagano comunque lo stipendio pieno più qualche bonus sono disposto a fare le cose bene. Se non mi pagano una fava o, al limite, mi elargiscono un'elemosina da 80 euro lordi non capisco perché dovrei sbattermi più di tanto.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 2:23 pm

Occorre sempre fare le cose bene e in piena coscienza, ma ci sono limiti oggettivi: se la zona è priva di aziende non è possibile attuare queste indicazioni.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 3:17 pm

precario.acciaio ha scritto:
Occorre sempre fare le cose bene e in piena coscienza, ma ci sono limiti oggettivi: se la zona è priva di aziende non è possibile attuare queste indicazioni.
No, no, no e no !

La questione non è quante aziende ci siano, la questione è l'integrazione tra il percorso culturale di ogni studente e il PIANO di formazione in azienda.

Non si tratta di mandare in azienda i ragazzi allo sbaraglio, al fine di fargli capitalizzare ore, come un tassista che sceglie il percorso più lungo per far fare scatti al tassametro; si tratta di sedersi ad un tavolo con il tutor aziendale e di programmare ogni singola ora, esplicitando gli obiettivi in termini di competenze e le attività adatte a raggiungerle.

Se un'aziendina piccola può prendere un alunno solo, un incaricato aziendale (che non lavora gratis e bisogna capire chi è il coglione che lo paga) alza il culo dalla sua scrivania, viene a scuola e spende un paio d'ore con il tutor scolastico per redigere un documento.

Ora sii gentile, immaginati nel ruolo ad interim di tutor aziendale e scolastico, immagina di prendere un alunno medio, immagina un'azienda di 15 dipendenti (tipica italiana), immagina un'attività industriale (a tua scelta) e riempi qui, su questo thread, una bozza di attività.
Fallo per un solo studente (non voglio gravarti di lavoro) fallo nel modo che vuoi tu (non voglio tarpare la tua fantasia), ma non ci prendere per il culo: scrivi le competenze che vuoi raggiungere, scrivi l'attività dettagliata che vuoi che facciano e magari completala con le esperienze pregresse che (immagini) siano state sviluppate a scuola, in vista dell'alternanza.

Finchè non fai questo lavoro ti considero un parlatore.

Io sono per la seconda via: le cose bene non si possono fare e quindi è meglio che si facciano le cose facili: azienda simulata, 64 ore di corso di formazione sulla sicurezza, autocertificazione da parte del padre del ragazzo che il ragazzo ha fatto le ore nell'azienda in cui il padre fa l'operaio ecc ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Mart



Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 08.09.14

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 3:31 pm

la guida operativa dice esplicitamente che l'alternanza scuola lavoro deve collegare le finalità formative del curricolo con l'esperienza pratica. Questo significa che uno studente del liceo classico può realizzare un'esperienza pratica in un museo, in una biblioteca, in una istituzione culturale. Se nessuna di queste istituzioni ha le risorse per seguire centinaia di studenti non si può dirottare la formazione su aziende o imprese che nulla hanno a che vedere con il curricolo liceale.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 4:37 pm

Ci sono livelli più o meno alti di tolleranza alle minchiate... il mio è bassissimo... quando sento parlare di "dimensione esperienziale" ho immediatamente l'impressione di essere preso per il culo e comincio a sfottere a mia volta, parlando di "alternanza-scuola-sfruttamento" ... lo so, non avrò vita facile ora che i presidi hanno i superpoteri...
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 4:40 pm

Mart ha scritto:
la guida operativa dice esplicitamente che l'alternanza scuola lavoro deve collegare le finalità formative del curricolo con l'esperienza pratica. Questo significa che uno studente del liceo classico può realizzare un'esperienza pratica in un museo, in una biblioteca, in una istituzione culturale. Se nessuna di queste istituzioni ha le risorse per seguire centinaia di studenti non si può dirottare la formazione su aziende o imprese che nulla hanno a che vedere con il curricolo liceale.
Avevo intuito bene, salvo ulteriori smentite.In fin dei conti in un museo, o biblioteca si lavora ..., un liceale classico all'ultimo anno "messo" in un museo d'arte avrà pur delle competenze di base non da meno di un diplomando perito meccanico in un'azienda meccanica.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 5:36 pm

avidodinformazioni ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Occorre sempre fare le cose bene e in piena coscienza, ma ci sono limiti oggettivi: se la zona è priva di aziende non è possibile attuare queste indicazioni.
No, no, no e no !

La questione non è quante aziende ci siano, la questione è l'integrazione tra il percorso culturale di ogni studente e il PIANO di formazione in azienda.

Non si tratta di mandare in azienda i ragazzi allo sbaraglio, al fine di fargli capitalizzare ore, come un tassista che sceglie il percorso più lungo per far fare scatti al tassametro; si tratta di sedersi ad un tavolo con il tutor aziendale e di programmare ogni singola ora, esplicitando gli obiettivi in termini di competenze e le attività adatte a raggiungerle.

Se un'aziendina piccola può prendere un alunno solo, un incaricato aziendale (che non lavora gratis e bisogna capire chi è il coglione che lo paga) alza il culo dalla sua scrivania, viene a scuola e spende un paio d'ore con il tutor scolastico per redigere un documento.

Ora sii gentile, immaginati nel ruolo ad interim di tutor aziendale e scolastico, immagina di prendere un alunno medio, immagina un'azienda di 15 dipendenti (tipica italiana), immagina un'attività industriale (a tua scelta) e riempi qui, su questo thread, una bozza di attività.
Fallo per un solo studente (non voglio gravarti di lavoro) fallo nel modo che vuoi tu (non voglio tarpare la tua fantasia), ma non ci prendere per il culo: scrivi le competenze che vuoi raggiungere, scrivi l'attività dettagliata che vuoi che facciano e magari completala con le esperienze pregresse che (immagini) siano state sviluppate a scuola, in vista dell'alternanza.

Finchè non fai questo lavoro ti considero un parlatore.

Io sono per la seconda via: le cose bene non si possono fare e quindi è meglio che si facciano le cose facili: azienda simulata, 64 ore di corso di formazione sulla sicurezza, autocertificazione da parte del padre del ragazzo che il ragazzo ha fatto le ore nell'azienda in cui il padre fa l'operaio ecc ecc.

L'ho fatto per 5 anni Avido!!!
Non c'è nulla di tutto questo: il tutor deve solo stressare una figura malcapitata all'interno dell'azienda (in quel caso ristoranti e bar) portandogli tonnellate di moduli per valutare il ragazzo e per le varie assicurazioni ecc...
Tendenzialmente la parte sulla valutazione i miei referenti l'hanno svolta in tre secondi netti; ciò peraltro è anche abbastanza comprensibile perchè c'erano delle griglie di valutazioni complesse e pletoriche che solo nei libri dei sogni potevano essere compilate in modo scrupoloso.
Sulle competenze pregresse e in uscita non ricordo di averle compilate, forse lo facevano gli ITP.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 5:58 pm

P.s. Avido, ho deciso di abbandonare il termine "potenziato". Introduco quello di "potenziante".
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 6:58 pm

RISTORANTI?BAR? MANDIAMO I LICEALI A FARE CAPPUCCINI? Ci sono tonnellate di pseudo diplomati da quella scuola professionale che si chiama alberghiero.. COSA VANNO A FARE I LICEALI?CHE DOVREBBERO STARSENE IN CLASSE A STUDIARE ANALISI, TERMODINAMICA,C++ ECC? ora,se vogliamo trasformare lo stato Italia in una nazione dove esiste solo il settore turistico ed alberghiero, abbandonando ,come già si sta facendo, la produzione industriale,diciamocelo e chiudiamo tecnici e licei...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 7:24 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ci sono livelli più o meno alti di tolleranza alle minchiate... il mio è bassissimo... quando sento parlare di "dimensione esperienziale" ho immediatamente l'impressione di essere preso per il culo

Non so a te, ma a me sembra roba paranormale new age (però culturalmente pretenziosa, che è ancora peggio), e quindi da stroncare a prescindere.

Citofonare Sokal e Bricmont : - )
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 9:34 pm

Mart ha scritto:
la guida operativa dice esplicitamente che l'alternanza scuola lavoro deve collegare le finalità formative del curricolo con l'esperienza pratica. Questo significa che uno studente del liceo classico può realizzare un'esperienza pratica in un museo, in una biblioteca, in una istituzione culturale. Se nessuna di queste istituzioni ha le risorse per seguire centinaia di studenti non si può dirottare la formazione su aziende o imprese che nulla hanno a che vedere con il curricolo liceale.
Devo essere un pessimo docente perchè non riesco a spiegarmi.

I diplomandi liceali sono persone di elevatissima cultura classica, sanno spaccare il capello in 4 quando si parla di mitologia greca, del pensiero di Kant, delle opere di Leopardi e persino degli integrali da risolvere per parti.

Entrano in un museo e che fanno ? Lo visitano ? Ne sarebbero capacissimi, non lo metto in dubbio, però non è lavoro.

Aprono uno sportello di biglietteria in più così le code si accorciano (nei musei non ci sono code, non se li caga nessuno, ma facciamo finta) ? Non ha nulla a che vedere con gli studi classici.

Puliscono i cessi del museo ?

Suvvia, fatemi un esempio concreto di buon utilizzo di un liceale classico dentro il museo egizio di Torino !

In biblioteca potrebbe andare meglio: potrebbero girare per gli scaffali e rimettere in ordine i libri se sono stati scombinati, utilizzerebbero competenze alfabetiche e numeriche contemporaneamente.
Potrebbero stare al bancone dei prestiti, certo, ma quali competenze acquisirebbero ? Compilare una scheda prestito ?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1791
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 9:38 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
Ci sono livelli più o meno alti di tolleranza alle minchiate... il mio è bassissimo... quando sento parlare di "dimensione esperienziale" ho immediatamente l'impressione di essere preso per il culo

Non so a te, ma a me sembra roba paranormale new age (però culturalmente pretenziosa, che è ancora peggio), e quindi da stroncare a prescindere.

Citofonare Sokal e Bricmont  : - )


No a me fa molto "orgasmo dello spirito" ... ma continuo a preferire, come la maggior parte dei mortali, quello del corpo.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 9:52 pm

Felipeto ha scritto:
COSA VANNO A FARE I LICEALI?CHE DOVREBBERO STARSENE IN CLASSE A STUDIARE ANALISI, TERMODINAMICA,C++ ECC?

Scusa ma in quale liceo si studia il C++? Magari, al limite, giusto alle scienze applicate. In tutti gli altri licei dubito fortemente.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Alternanza scuola-lavoro nei licei   Sab Gen 02, 2016 10:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:

I diplomandi liceali sono persone di elevatissima cultura classica, sanno spaccare il capello in 4 quando si parla di mitologia greca, del pensiero di Kant, delle opere di Leopardi e persino degli integrali da risolvere per parti.

Entrano in un museo e che fanno ? Lo visitano ? Ne sarebbero capacissimi, non lo metto in dubbio, però non è lavoro.

Aprono uno sportello di biglietteria in più così le code si accorciano (nei musei non ci sono code, non se li caga nessuno, ma facciamo finta) ? Non ha nulla a che vedere con gli studi classici.

Puliscono i cessi del museo ?

Suvvia, fatemi un esempio concreto di buon utilizzo di un liceale classico dentro il museo egizio di Torino !


Così a occhio: guida turistica. Poi però bisogna spiegare alle guide vere, quelle professionali, perché tutti i licei di Torino si sono messi a fare concorrenza ad una categoria che già adesso non mi pare navighi nell'oro.

Cmq stiamo girando attorno al problema: abbiamo già assodato, mi pare, e su questo tutti concordiamo, che l'alternanza per i liceali è una cagata pazzesca.

Esclusa quindi l'opzione A, fare le cose per bene, per insussistenza delle condizioni materiali necessarie e minime per conseguire l'obiettivo, rimane l'alternativa B, organizzare il tutto in maniera tale da minimizzare danno e sbattimento.

Sposata l'alternativa B tutto va bene, dal ragazzo che affianca lo zio come muratore sul cantiere, alla ragazza che lavora nel bar, fino al super-secchione che viene spedito in biblioteca a spolverare i libri di letteratura latina che nessuno si caga.


avidodinformazioni ha scritto:

In biblioteca potrebbe andare meglio: potrebbero girare per gli scaffali e rimettere in ordine i libri se sono stati scombinati, utilizzerebbero competenze alfabetiche e numeriche contemporaneamente.
Potrebbero stare al bancone dei prestiti, certo, ma quali competenze acquisirebbero ? Compilare una scheda prestito ?

Si vede che non frequenti le biblioteche da anni... le schede prestito non esistono più da almeno un decennio:)
Tornare in alto Andare in basso
 
Alternanza scuola-lavoro nei licei
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» consiglio per assentarsi al lavoro
» Docenza e secondo lavoro
» UTILIZZAZIONI LICEI MUSICALI: "SCANDALOSE"!
» cerco lavoro come onicotecnoca a Napoli
» Dove acquistare un tavolo da lavoro?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: