Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Discorsi da bar. Dite la vostra.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 4:27 pm

Propongo come divertissment questo topic, che non ha valore "scientifico" ma solo di sincera testimonianza. Nel bar che frequento quotidianamente da 9 anni ho sentito molte volte parlare di scuola e voglio riportare i pareri che ho sentito, per cercare di delineare una "voce pubblica" sulla scuola dei non - docenti.

1) Precariato. E' unanimamente condannato da tutti i non - docenti. Viene visto come oltraggioso e inefficiente; altrettanto condannata è ogni forma di mobilità perchè impedisce la continuità nelle classi.
2) Potenziamento. Ho sollevato più di una volta la questione, ma non è compresa e quei pochi che ne hanno sentito parlare lo vedono con vivo scetticismo.
3) Orario di lavoro. Ecco la nota dolente. L'uomo della strada non accetta che lavoriamo ufficialmente 18 ore e non riconosce la correzione compiti e preparazione delle lezioni come lavoro.
4) Sostegno/Materia. Il sostegno è paradossalmente molto più rispettato, in quanto il docente di sostegno aiuta ragazzi fragili (però nell'opinione comune il docente di sostegno sta solo con i casi gravi).
5) Rispetto verso i docenti. Sarò controcorrente, ma non ho mai sentito i non docenti dare ragione ai ragazzi maleducati. Probabilmente perchè quando non si tratta del proprio figlio si esige la serietà e la compostezza.
6) Libri di testo. Sono visti come la spesa più inutile e ingiusta, anche perchè vi sono alcuni docenti che lo usano pochissimo.
7) Scuola 2.0. Totale indifferenza. La scuola 2.0. è un'esigenza ministeriale, a nessuno al di fuori del settore scuola importa qualcosa.
8 ) Materie. Il discorso è complesso. Ho sentito molte opinioni sulle materie che si "dovrebbero" studiare a scuola e la tendenza è la seguente: innanzitutto da moltissime parti c'è la lamentela dello stato in cui versa l'insegnamento della geografia, che nei trienni superiori non viene insegnato, in secondo luogo c'è la generale insoddisfazione verso la mancanza di materie d'indirizzo (tipicamente: poche ore di cucina all'alberghiero), in terzo luogo viene visto negativamente l'insegnamento dell'Inglese, a cui dovrebbero, nell'opinione comune, essere dedicate molte più ore.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 4:34 pm

Frequenti il bar di un caffè letterario ?

Nel bar che c'è sotto casa mia fanno discorsi molto diversi; spero si accoltellino presto così lo chiudono e dormiamo in pace.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 4:51 pm

precario.acciaio ha scritto:

3) Orario di lavoro. Ecco la nota dolente. L'uomo della strada non accetta che lavoriamo ufficialmente 18 ore e non riconosce la correzione compiti e preparazione delle lezioni come lavoro.

A questi fini pensatori dico sempre: quindi secondo lei un calciatore lavora solo 90 minuti a settimana, ammesso che vada in campo. Un violinista che si esibisce lavora solo le 2 ore scarse del concerto. A quel punto, se sono in buona fede, capiscono.

Va anche detto però che abbiamo colleghi che lavorano solo 18 ore la settimana.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 5:11 pm

precario.acciaio ha scritto:
Propongo come divertissment questo topic, che non ha valore "scientifico" ma solo di sincera testimonianza. Nel bar che frequento quotidianamente da 9 anni ho sentito molte volte parlare di scuola e voglio riportare i pareri che ho sentito, per cercare di delineare una "voce pubblica" sulla scuola dei non - docenti.

1) Precariato. E' unanimamente condannato da tutti i non - docenti. Viene visto come oltraggioso e inefficiente; altrettanto condannata è ogni forma di mobilità perchè impedisce la continuità nelle classi.
2) Potenziamento. Ho sollevato più di una volta la questione, ma non è compresa e quei pochi che ne hanno sentito parlare lo vedono con vivo scetticismo.
3) Orario di lavoro. Ecco la nota dolente. L'uomo della strada non accetta che lavoriamo ufficialmente 18 ore e non riconosce la correzione compiti e preparazione delle lezioni come lavoro.
4) Sostegno/Materia. Il sostegno è paradossalmente molto più rispettato, in quanto il docente di sostegno aiuta ragazzi fragili (però nell'opinione comune il docente di sostegno sta solo con i casi gravi).
5) Rispetto verso i docenti. Sarò controcorrente, ma non ho mai sentito i non docenti dare ragione ai ragazzi maleducati. Probabilmente perchè quando non si tratta del proprio figlio si esige la serietà e la compostezza.
6) Libri di testo. Sono visti come la spesa più inutile e ingiusta, anche perchè vi sono alcuni docenti che lo usano pochissimo.
7) Scuola 2.0. Totale indifferenza. La scuola 2.0. è un'esigenza ministeriale, a nessuno al di fuori del settore scuola importa qualcosa.
8 ) Materie. Il discorso è complesso. Ho sentito molte opinioni sulle materie che si "dovrebbero" studiare a scuola e la tendenza è la seguente: innanzitutto da moltissime parti c'è la lamentela dello stato in cui versa l'insegnamento della geografia, che nei trienni superiori non viene insegnato, in secondo luogo c'è la generale insoddisfazione verso la mancanza di materie d'indirizzo (tipicamente: poche ore di cucina all'alberghiero), in terzo luogo viene visto negativamente l'insegnamento dell'Inglese, a cui dovrebbero, nell'opinione comune, essere dedicate molte più ore.

Precario.acciaio l'opinione pubblica lascia il tempo che trova!
Perciò ti invito a non innervosirti se ti senti ferito dalle battute da bar, appunto.
Inevitabilmente ognuno metterà nel giudizio il prodotto di quello che è diventato, compreso tutto il carico di ansie e frustrazioni cui è sottoposto, e l'esperienza, positiva o negativa, che ha sperimentato come studente, come genitore o quant'altro.
Non si tratta di giudizi di valore sui quali soffermarsi più di tanto, perciò ti invito ad ascoltare e passare oltre.

P.S. Se ti raccontassi ciò che dicono degli avvocati, ci sarebbe da incattivirsi sul serio, allora faccio finta di nulla,  sorridendo e salutando tutti, prima di andare via.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1785
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 9:21 pm

Nella mia esperienza, tutto coincide, tranne la 4: il docente di sostegno è visto un po' come lo sfigato che deve fare la gavetta prima di arrivare alla cattedra che desidera... alla 5 invece farei un emendamento: al bar i docenti li "rispettano" nel senso che dici tu... nel senso che pretendono che gli allievi li rispettino con la buona educazione (ma come poi questo risultato possa conseguirsi deve essere rogna che al docente spetta grattare, e sua sola è la colpa se non si sa "far rispettare", abilità che alcuni hanno ma che è la caratteristica principale dei mafiosi, non degli insegnanti) ma per il resto considerano la professione come una cosa quasi del tutto inutile, come quasi del tutto inutile è la scuola, quindi sti prof non rompessero troppo e si sbrigassero a promuovere tutti che tanto non servono ad altro.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 9:34 pm

Francesca4 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Propongo come divertissment questo topic, che non ha valore "scientifico" ma solo di sincera testimonianza. Nel bar che frequento quotidianamente da 9 anni ho sentito molte volte parlare di scuola e voglio riportare i pareri che ho sentito, per cercare di delineare una "voce pubblica" sulla scuola dei non - docenti.

1) Precariato. E' unanimamente condannato da tutti i non - docenti. Viene visto come oltraggioso e inefficiente; altrettanto condannata è ogni forma di mobilità perchè impedisce la continuità nelle classi.
2) Potenziamento. Ho sollevato più di una volta la questione, ma non è compresa e quei pochi che ne hanno sentito parlare lo vedono con vivo scetticismo.
3) Orario di lavoro. Ecco la nota dolente. L'uomo della strada non accetta che lavoriamo ufficialmente 18 ore e non riconosce la correzione compiti e preparazione delle lezioni come lavoro.
4) Sostegno/Materia. Il sostegno è paradossalmente molto più rispettato, in quanto il docente di sostegno aiuta ragazzi fragili (però nell'opinione comune il docente di sostegno sta solo con i casi gravi).
5) Rispetto verso i docenti. Sarò controcorrente, ma non ho mai sentito i non docenti dare ragione ai ragazzi maleducati. Probabilmente perchè quando non si tratta del proprio figlio si esige la serietà e la compostezza.
6) Libri di testo. Sono visti come la spesa più inutile e ingiusta, anche perchè vi sono alcuni docenti che lo usano pochissimo.
7) Scuola 2.0. Totale indifferenza. La scuola 2.0. è un'esigenza ministeriale, a nessuno al di fuori del settore scuola importa qualcosa.
8 ) Materie. Il discorso è complesso. Ho sentito molte opinioni sulle materie che si "dovrebbero" studiare a scuola e la tendenza è la seguente: innanzitutto da moltissime parti c'è la lamentela dello stato in cui versa l'insegnamento della geografia, che nei trienni superiori non viene insegnato, in secondo luogo c'è la generale insoddisfazione verso la mancanza di materie d'indirizzo (tipicamente: poche ore di cucina all'alberghiero), in terzo luogo viene visto negativamente l'insegnamento dell'Inglese, a cui dovrebbero, nell'opinione comune, essere dedicate molte più ore.

Precario.acciaio l'opinione pubblica lascia il tempo che trova!
Perciò ti invito a non innervosirti se ti senti ferito dalle battute da bar, appunto.
Inevitabilmente ognuno metterà nel giudizio il prodotto di quello che è diventato, compreso tutto il carico di ansie e frustrazioni cui è sottoposto, e l'esperienza, positiva o negativa, che ha sperimentato come studente, come genitore o quant'altro.
Non si tratta di giudizi di valore sui quali soffermarsi più di tanto, perciò ti invito ad ascoltare e passare oltre.

P.S. Se ti raccontassi ciò che dicono degli avvocati, ci sarebbe da incattivirsi sul serio, allora faccio finta di nulla,  sorridendo e salutando tutti, prima di andare via.

@FrancescaNon mi sono spiegato; in realtà tutto sommato credo che qualcosa di interessante ci sia in queste opinioni "da bar"; tutto sommato sul precariato c'è più comprensione umana tra i non docenti che tra i docenti (sul resto no, come nel caso delle 18 h).
@avido Parlano di queste cose perchè sono io, da consumato rompipalle, a suscitare quasi ogni giorno il tema.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 9:38 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Nella mia esperienza, tutto coincide, tranne la 4: il docente di sostegno è visto un po' come lo sfigato che deve fare la gavetta prima di arrivare alla cattedra che desidera... alla 5 invece farei un emendamento: al bar i docenti li "rispettano" nel senso che dici tu... nel senso che pretendono che gli allievi li rispettino con la buona educazione (ma come poi questo risultato possa conseguirsi deve essere rogna che al docente spetta grattare, e sua sola è la colpa se non si sa "far rispettare", abilità che alcuni hanno ma che è la caratteristica principale dei mafiosi, non degli insegnanti) ma per il resto considerano la professione come una cosa quasi del tutto inutile, come quasi del tutto inutile è la scuola, quindi sti prof non rompessero troppo e si sbrigassero a promuovere tutti che tanto non servono ad altro.
A dire il vero è una qualità che potremmo avere anche noi se potessimo disporre degli stessi strumenti.

Io non credo che tagliando un orecchio ad uno studente questo poi continua a rompere le balle.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 9:40 pm

Meglio dare il buon esempio e sospendere in casi estremi, mantenendo le orecchie...
P.s. Domani primo coordinamento in cdc, mio dio!
Tornare in alto Andare in basso
zshiraz



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 10.11.14

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 10:46 pm

mac67 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

3) Orario di lavoro. Ecco la nota dolente. L'uomo della strada non accetta che lavoriamo ufficialmente 18 ore e non riconosce la correzione compiti e preparazione delle lezioni come lavoro.

A questi fini pensatori dico sempre: quindi secondo lei un calciatore lavora solo 90 minuti a settimana, ammesso che vada in campo. Un violinista che si esibisce lavora solo le 2 ore scarse del concerto. A quel punto, se sono in buona fede, capiscono.

Va anche detto però che abbiamo colleghi che lavorano solo 18 ore la settimana.

Per l'appunto stamattina, mentre gli studenti erano in assemblea di istituto, ero in sala docenti a correggere l'ultima parte delle verifiche svolte giovedì scorso (due ore a cui si aggiungono le altre cinque di venerdì). La collega di educazione fisica si lamentava per essere stata nominata segretaria in ben due classi, affermando che noi (di lettere) non avevamo idea di quanto lavoro in più facessero loro. Ecco, ho idea che questo siano i colleghi. Se non tutti, alcuni.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 11:05 pm

...sedersi e dare una palla ai ragazzi per giocare..nessuna verifica da correggere, nessuna lezione da preparare,probabilità zero esami di settembre,nessun problema disciplinare perché si sfogano..
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 11:06 pm

Felipeto ha scritto:
...sedersi e dare una palla ai ragazzi per giocare..nessuna verifica da correggere, nessuna lezione da preparare,probabilità zero esami di settembre,nessun problema disciplinare perché si sfogano..

Sull'ultima ci andrei cauto, i problemi disciplinari possono esserci eccome... sui compiti da correggere indubbiamente è così
Tornare in alto Andare in basso
zshiraz



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 10.11.14

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Lun Ott 12, 2015 11:30 pm

Felipeto ha scritto:
...sedersi e dare una palla ai ragazzi per giocare..nessuna verifica da correggere, nessuna lezione da preparare,probabilità zero esami di settembre,nessun problema disciplinare perché si sfogano..

I miei colleghi di EF nelle ore curricolari lavorano tutti, in misura diversa ma lavorano: però hanno anche la possibilità di fare ore straordinarie pagate, e il loro è un lavoro visibile (sono in palestra, quindi la scuola sa ufficialmente che stanno lavorando) mentre il mio no, e finisce nella "funzione docente". L'unico problema che hanno è che i ragazzi spesso si fanno male, ma, una volta che si capisce come documentare l'accaduto per essere a posto con l'assicurazione, finisce lì. Il resto è per lo più vero. A settembre siamo sempre i soliti tre scemi, gli altri al mare.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Mar Ott 13, 2015 12:23 am

L l'importante è chiamarla EF e non scienze motorie..in tornei, riscaldamento ecc non c e NULLA di scientifico.
È come dire scienze religiose..un paradosso.
.


Ah..
Esiste?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1624
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Discorsi da bar. Dite la vostra.   Mar Ott 13, 2015 9:39 am

Gli insegnanti di ginnastica devono anche preparare e svolgere un paio d'ore di lezione a quadrimestre per poter poi somministrare un test a scelta multipla per il voto teorico. Non dimentichiamolo!! È una mole di lavoro infinita! 18 ore di lezione a quadrimestre!!
Tornare in alto Andare in basso
 
Discorsi da bar. Dite la vostra.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Bibbi ho bisogno di te, fatine dite la vostra!
» Discorsi dei Testimoni di Geova
» Come passate la vostra giornata?
» Piacere di fare la vostra conoscenza.
» Fai da te tra le ughie...che ne dite????

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: