Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Il buco nero della scuola italiana: le elementari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Gio Ott 15, 2015 6:30 am

Promemoria primo messaggio :

http://gisrael.blogspot.it/2011/12/proposta-per-le-nuove-indicazioni.html
https://books.google.it/books/about/Aboliamo_la_scuola_media.html?id=GPiRrgEACAAJ&redir_esc=y

Questa nel titolo del thread è la tesi che Giorgio Israel, di recente scomparso, ha espresso nel libro "Abolire la scuola media", scritto insieme a Cesare Cornoldi, di idee diametralmente opposte. Si tratta di una tesi che ribalta il classico luogo comune secondo il quale il "buco nero" della scuola italiana sarebbero le scuole medie.

Personalmente concordo con il compianto Israel, e non parlo sulla base di una convinzione ideologica, ma sulla constatazione del materiale umano che ci troviamo in prima media. Ora lo so che quanto dirò farà infuriare tutte le sicuramente bravissime maestre che seguono il forum, ma io mi chiedo come siano possibili una serie di cose:

- i ragazzi in prima media non sono capaci di dare del lei ai professori;

- sono, come si dice senza che l'espressione abbia un significato preciso, "poco scolarizzati", cioè convinti che durante le ore di lezione possano fare un po' ciò che vogliono, distrarsi, chiacchierare, fare baccano, saltare tra i banchi, lanciare oggetti, prendere in giro compagni, consumare cibi e bevande, parlare senza alzare la mano, che possano dimenticare a casa il materiale e inventarsi le scuse più assurde, piangere per una interrogazione andata maluccio; aggiungamoci anche che non sanno segnarsi i compiti sul diario, svolgere i compiti a casa (magari da soli), ascoltare con attenzione, prendere appunti e così via;

- sono quasi sempre disastrosi sotto il profilo delle competenze: ignorano il significato di retta, di angolo, non ricordano le tabelline, non hanno quelle nozioni base in storia, geografia e scienze che pure dovrebbero avere, hanno grossi limiti dal punto di vista della costruzione della frase, sia nell'espressione scritta che, ancor di più, nell'espressione orale, fanno errori grammaticali marchiani e così via. Soprattutto, anche se all'apparenza svegli e intelligenti, difettano di quelle "competenze trasversali" così frequentemente nominate nei documenti ministeriali, cioè della capacità di usare le conoscenze in contesti diversi, di fare collegamenti, di usare il cervello per risolvere un problema.

- Sono sempre più scarsi dal punto di vista dell'espressione grafica, dal corsivo ai disegni, al punto che molti di loro sono al limite della disgrafia, pur non essendo minimamente disgrafici;

- Anche dal punto di vista della socializzazione, che dovrebbe essere un punto di forza della scuola primaria traboccante di prescrizioni pedagogiche, sono molto carenti, per non parlare dell'educazione e del rispetto tout-court.

- Gli obiettivi e i traguardi fissati dalle indicazioni nazionali per la fine della scuola primaia sembrano molto lontani dall'essere raggiunti.

Quello che è peggio è che questo quadro disastroso non riguarda tutti gli alunni: ci sono anche alunni, una minoranza, che hanno buone competenze in termini di socializzazione e didattici e in ogni classe e, a seconda della "maestra" di provenienza, le doti degli alunni variano di molto.

Personalmente trovo intollerabile proprio questa variabilità, come se alle elementari, pur con tutti gli interclasse del mondo, ogni maestra se ne andasse per conto proprio, da quella rigidissima (e rara) che inizia con il corsivo nei primi giorni della prima a quella che invece "l'importante è che si divertano".

Quindi alle medie ci troviamo con un materiale umano molto differenziato e di livello didattico anno dopo anno più basso.

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 9:49 am

Ti devi ritenere fortunata per il fatto che il DS prenda le vostre parti di fronte alle accuse (spesso fantasiose) dei genitori.
Perché a volte neanche questo succede.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 9:57 am

Infatti l'unica cosa che ci tranquillizza è che ds e vicepreside sono persone molto valide.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 10:16 am

Le primarie prima erano appannaggio esclusivo dei diplomati magistrali..il problema non può  essere ascrivibile alla vostra preparazione, visto che quantomeno fate 4 quando vi va bene anni di università (ora sono 5)...che poi c'è molta fuffa è anche vero..ma spesso vi viene imposta...vedere l'approccio che sta dietro all'idea del bes e dell'iperpersonalizzazione della didattica sul singolo individuo, in ragione di un'idea dell'utenza come clientela modello ristorante buffet.

Il problema delle "famiglie" è noto.
Non è neanche una questione culturale..è proprio cambiato il rapporto tra genitori-clienti e scuola.
Ok..magari il genitore con basso livello culturale urla e minaccia..mentre il genitore di un certo livello, preferisce l'avvocato. ^_^

Chiamano in segreteria (mentre magari sto facendo una pratica del personale) per chiedere se il loro figlioletto sta bene in classe. (?!). E io mi devo anche alzare (cercando di non ridere al telefono) e telefonare in bidelleria per dire alla collaboratrice scolastica di accertarsi se il loro pargolo è vivo (lol).
O per avere i compiti perché è stato male...ma perché cacchio rompono in segreteria..non studiano una mazza e poi all'improvviso nei giorni di assenza c'è l'impellenza dei compiti (che poi farà il genitore ovviamente).
Si farebbero licenziare in tronco per portare la squadra o l'astuccio da casa (chiedendo permessi al lavoro) e accorrono se il loro figlio ha il mal di testa (e per fortuna che oramai ste sceneggiate le fanno in bidelleria e non più nel nostro ufficio)
C'è uno che ha protestato perché la docente non poteva permettersi di sospenderlo dall'intervallo (spintonava le compagne se non ricordo male) e che come risposta avrebbe portato il figlioletto dopo le 10,30 ..con gli occhi iniettati di sangue contro la docente.
L'anno scorso ho sentito un bambinetto che urlava alla docente "stai zitta, puttana..sei pazza!"..ok fa anche ridere come cosa..ma oramai rientrano nella normalità.
Il problema è trasversale...non riguarda solo le scuole di "frontiera".
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 10:24 am

aku ha scritto:
Io nel buco nero ci insegno. E vi invito a discutere con il nostro genitore tipo, lo trovate nella discussione sugli anticipatari all'infanzia.

Se hai voglia, continua a risponderle tu, perché a me è già partita la brocca.

Il figlio di cinque anni che tenta per tre volte di scappare da scuola (dimostrando evidentemente qualche difficoltà a livello di maturità relazionale, autocontrollo e capacità di adattamento)...

...e allora la soluzione, invece che provare a rafforzare la sua maturità comportamentale complessiva, che è evidentemente INDIETRO, è quella di mandarlo immediatamente alle elementari in anticipo.

Salvo poi lamentarsi che si è trovato male per tutto il primo anno, non perché appunto fosse indietro lui come maturità generale, ma solo perché le maestre della materna "l'avevano fatto rimanere indietro col programma"

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Ven Ott 23, 2015 10:31 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 10:28 am

Ritornando in tema. Il fatto che arrivino ragazzini alle medie che sotto il profilo di conoscenze e comportamenti possono essere definiti osceni è grave, e fa si che alle medie ci siano difficoltà a gestire la classe e la quantità di cose da fare.
Bisogna però capire che lo stesso problema ci si presenta alla primaria. La classe che ho descritto prima (la mia di quest'anno) è la stessa che tra 5 anni arriverà alle medie. Fortemente disomogenea, fortemente indietro nell'educazione, con problematiche gravi al suo interno. Ne ho 10 così, 10 normalmente educati e ben seguiti (più o meno). Dei progressi li faranno. Non vomiteranno nel piatto della mensa delle medie, due li certificheremo sotto minaccia di bocciatura e arriveranno con sostegno al seguito, impareranno a scrivere, leggere, calcolare almeno alla sufficienza. Impareranno a non gettarsi in terra ogni due secondi, a fare una fila, a spostarsi in (pseudo) silenzio per la scuola, a fare tante altre cose. Ci metteranno anni a fare queste cose. Il nostro è un lavoro da esaurimento nervoso. Ma i miracoli nemmeno noi possiamo farli. Il materiale è quello che è e alle elementari la bocciatura si fa con l'accordo della famiglia. In questa classe di sicuro qualcuno arriverà alla media ma non avrà le capacità per esserci. Come ora è all'elementare e non ha i prerequisiti per esserci. Ma i genitori hanno l'ultima parola sull'anticipo o l'ingresso alla primaria e il parere delle maestre d'infanzia è nulla. Ci arrivano e ce li teniamo.

Ps. dare del lei ai prof? Le maestre le chiamano mamma, nonna, sorella, o le chiamano per nome e rimangono "traumatizzati" se noi (come abbiamo fatto) chiediamo che ci chiamino Maestra (+ nome eventualmente). Persino i genitori ci danno del tu e siccome li ho pregati di darmi del lei sono il loro bersaglio preferito "Quella che si fa dare del lei"
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 10:30 am

Paniscus hai un assaggio di ciò che TUTTI I GIORNI ci aspetta appena, al termine delle lezioni, varchiamo la soglia della scuola e consegnamo i bambini ai genitori..ormai ci ridiamo su (risata isterica)
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 10:38 am

mordekayn nemmeno noi ci facciamo mancare nulla. Un nostro di prima ha detto che "la maestra è una merda" e quando lei gli ha detto di consegnargli il libretto per scrivere alla mamma lui glielo ha lanciato addosso.
La madre non ha risposto alla comunicazione e il pargolo è rientrato il giorno dopo con astuccio nuovo al seguito.

Non possiamo punirli, toccarli (ci è stato raccomandato caldamente dalla fiduciaria di non toccare MAI nessun bambino perchè hanno avuto molte situazioni spiacevoli in merito), alzare la voce (parole dei genitori "si traumatizzano, piangono , non vogliono più venire a scuola"..tutte balle quando chiedi ai bambini)...siamo impotenti.

noi a due di questi rompicoglioni di genitori abbiamo già detto che esistono molti altri istituti se le maestre di qui non li aggradano..ma nulla, sono peggio delle zecche!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 11:21 am

Citazione :
E io mi devo anche alzare (cercando di non ridere al telefono) e telefonare in bidelleria per dire alla collaboratrice scolastica di accertarsi se il loro pargolo è vivo (lo

perchè devi?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 11:47 am

Ma appunto, perché mai sentirsi obbligati?

Non si può interrompere la telefonata con un paio di frasi semplici, dal tono educatissimo ma gelido?

Sul tipo:

"Mi dispiace, signora, ma questo è un ufficio amministrativo e non si occupa dell'andamento didattico nelle classi; non possiamo andare a controllare cosa succede in classe, perché non è consentito interrompere una lezione senza una motivazione grave... ma stia tranquilla che, se il bambino si sentisse male o avesse qualche problema, sareste immediatamente contattati voi".

Dopo un paio di volte che si sentono dire così, vedrai che smettono.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 12:50 pm

Chi pecora si fa il lupo se lo mangia
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 1:09 pm

ah quindi il buco nero ora è all'infanzia? o al nido?
non ci sono più le cicogne di una volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 2:18 pm

Humboldt ha scritto:
ah quindi il buco nero ora è all'infanzia? o al nido?
non ci sono più le cicogne di una volta
Si, il problema sta nelle cicogne: visitano cani e porci.

aku ha scritto:
mordekayn nemmeno noi ci facciamo mancare nulla. Un nostro di prima ha detto che "la maestra è una merda" e  quando lei gli ha detto di consegnargli il libretto per scrivere alla mamma lui glielo ha lanciato addosso.
La madre non ha risposto alla comunicazione e il pargolo è rientrato il giorno dopo con astuccio nuovo al seguito.

Non possiamo punirli, toccarli (ci è stato raccomandato caldamente dalla fiduciaria di non toccare MAI nessun bambino perchè hanno avuto molte situazioni spiacevoli in merito), alzare la voce (parole dei genitori "si traumatizzano, piangono , non vogliono più venire a scuola"..tutte balle quando chiedi ai bambini)...siamo impotenti.

noi a due di questi rompicoglioni di genitori abbiamo già detto che esistono molti altri istituti se le maestre di qui non li aggradano..ma nulla, sono peggio delle zecche!!
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 9:44 pm

Humboldt, no. La spiegazione "Il buco quindi è all'infanzia o al nido" non è per me. Io non credo che chi ci precede non lavori bene, anche perchè due anni d'infanzia me li sono fatti pure io e da allora ho capito che razza d'inferno sia e che cosa voglia dire lavorarci. Non mi sognerei mai di scaricare i nostri problemi su di loro. Ma quello che l'anno scorso era un bambino di cinque anni incapace di star seduto era quello che a tre mordeva a destra e sinistra. Ed è quello che a sei interviene in classe a sproposito o chiede di andare in bagno ogni 5 minuti interrompendo continuamente la lezione. Sarà probabilmente quello che non darà del lei ai prof delle medie. E' maturato? Si. Ci abbiamo tutti lavorato sodo su? Si. E' pronto a 11 anni per le medie? Forse no. Si può imputare questo al (presunto) buco nero delle elementari? Si può pretendere che le medie recuperino ciò che manca? No.

Nessuno di noi ha la bacchetta magica che trasforma studenti che per vari motivi hanno ritardi su vari fronti in studenti perfettamente al passo con il nostro studente ideale.

Io semplicemente cerco di lavorare col "materiale umano" che ho. I miracoli non li so fare.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Ven Ott 23, 2015 11:35 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma appunto, perché mai sentirsi obbligati?

Non si può interrompere la telefonata con un paio di frasi semplici, dal tono educatissimo ma gelido?

Sul tipo:

"Mi dispiace, signora, ma questo è un ufficio amministrativo e non si occupa dell'andamento didattico nelle classi; non possiamo andare a controllare cosa succede in classe, perché non è consentito interrompere una lezione senza una motivazione grave... ma stia tranquilla che, se il bambino si sentisse male o avesse qualche problema, sareste immediatamente contattati voi".

Dopo un paio di volte che si sentono dire così, vedrai che smettono.

Sono i lasciti delle tradizioni delle ex direzioni didattiche..e dei vecchi direttori didattici...e mancando un filtro in bidelleria ti arriva di tutto in segreteria.
Fino all'anno scorso avevamo i bambini che venivano in segreteria a chiedere il ghiaccio perchè si erano fatti male..lol.
Paniscus dice una cosa corretta..ma bisogna vedere se funziona come strategia nel concreto...vista la tradizione pluriennale di malcostume che oramai è andata a stratificarsi (ad es...che senso ha chiedere alla segreteria di fare da tramite per il docente nella preparazione dei compiti in caso di malattia? )
Faccio controllare alla bidella..in genere sono vivi.
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 9:48 am

aku ma infatti sono d'accordo con te, volevo dire appunto che non ha senso scaricare colpe sui colleghi dei cicli precedenti, altrimenti appunto si arriva fino alla cicogna.
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 9:52 am

avidodinformazioni ha scritto:
Humboldt ha scritto:
ah quindi il buco nero ora è all'infanzia? o al nido?
non ci sono più le cicogne di una volta
Si, il problema sta nelle cicogne: visitano cani e porci.

dovresti ringraziarle 'ste cicogne miopi e attive,
senza di loro non lavoreresti a scuola.

Ah scusa allora non hai molto da ringraziare :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 11:13 am

Humboldt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Humboldt ha scritto:
ah quindi il buco nero ora è all'infanzia? o al nido?
non ci sono più le cicogne di una volta
Si, il problema sta nelle cicogne: visitano cani e porci.

dovresti ringraziarle 'ste cicogne miopi e attive,
senza di loro non lavoreresti a scuola.

Ah scusa allora non hai molto da ringraziare :-)
Io le ringrazio, pur riconoscendo che rappresentano un problema.

Una soluzione buona per me (per noi), per la scuola e per la società, è che le cicogne lavorassero tanto e meglio, portando i bambini nello stesso numero odierno (o di più), ma consegnandoli "nei posti giusti".
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 11:42 am

la fortuna dei bambini capitati nei "posti sbagliati"
potrebbe essere quella di entrare poi nella "scuola giusta"
ma noi insegnanti di solito preferiamo quelli nati nei "posti giusti"
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 12:29 pm

Humboldt ha scritto:
la fortuna dei bambini capitati nei "posti sbagliati"
potrebbe essere quella di entrare poi nella "scuola giusta"
ma noi insegnanti di solito preferiamo quelli nati nei "posti giusti"
Se ci rendessero la vita difficile sarebbe una bella sfida, se ci rendono la vita impossibile sono solo una iattura.

Non dimentichiamo poi che con il freno a mano tirato si procede più lentamente che senza; i ragazzi "buoni" hanno anche loro il diritto di sfruttare al meglio le loro potenzialità.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 3:34 pm

https://www.youtube.com/watch?v=NLX0O9mHEZA

Magari con il paint-ball si sistema tutto.
Perché non provate?
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Sab Ott 24, 2015 7:47 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Humboldt ha scritto:
la fortuna dei bambini capitati nei "posti sbagliati"
potrebbe essere quella di entrare poi nella "scuola giusta"
ma noi insegnanti di solito preferiamo quelli nati nei "posti giusti"
Se ci rendessero la vita difficile sarebbe una bella sfida, se ci rendono la vita impossibile sono solo una iattura.

Non dimentichiamo poi che con il freno a mano tirato si procede più lentamente che senza; i ragazzi "buoni" hanno anche loro il diritto di sfruttare al meglio le loro potenzialità.

sì ma intendiamoci una buona volta

1) Gli strumenti per trattare i casi impossibili ci sarebbero, in particolare alle superiori ovviamente ma non solo, se poi il consiglio di classe non è deciso e unito di chi è la colpa?
2) quando in classe non ci sono problemi disciplinari gravi, esistono un sacco di docenti che riescono a perseguire obiettivi differenziati, senza penalizzare i "buoni".
è difficile ma i sistemi sono tanti, chi pensa di non riuscirci chieda consiglio ai colleghi ma non può dire che è impossibile.
certo è impossibile da ottenere lavorando 18-25 ore a settimana :-)
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Dom Ott 25, 2015 4:00 am

Come no: siamo i fannulloni che lavorano tre ore al giorno.
(ps: sono sveglio... per lavorare)
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Dom Ott 25, 2015 7:42 am

ushikawa ha scritto:
Come no: siamo i fannulloni che lavorano tre ore al giorno.
(ps: sono sveglio... per lavorare)

e chi avrebbe scritto questo? In realtà ho scritto:
"esistono un sacco di docenti che riescono a perseguire obiettivi differenziati, senza penalizzare i "buoni".

ah non lo sai che sarebbe buona norma non rispondere ai troll?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Dom Ott 25, 2015 8:33 am

Io invece comincio fra una mezzoretta: 3 classate di compiti di mate, e so già che non sarà entusiasmante correggerli.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Il buco nero della scuola italiana: le elementari   Dom Ott 25, 2015 9:04 am

E comunque, anche a costo di rendersi impopolari, vogliamo tirar fuori il coraggio di dire che NON E' VERO che l'eccesso di differenziazione, di personalizzazione e di individualizzazione sia sempre un bene? E non perché "è troppo faticoso per l'insegnante", o perché "sarebbe bellissimo poterlo fare, ma purtroppo non ce ne sono le condizioni"... ma perché, se esagerato, è proprio una cosa sbagliata e inopportuna, che danneggia i ragazzi invece di aiutarli.

La scuola non è un servizio individuale alla persona in cui ognuno ha diritto di essere trattato come se ci fosse solo lui.

La scuola, oltre a essere un ambiente in cui "si imparano delle cose", è anche un ambiente in cui si impara ad essere membro di una comunità, a rapportarsi con gli altri, a esercitare diritti e doveri sociali in un contesto di parità e di uguaglianza, e in cui è giustissimo valorizzare un certo margine di diritti e di differenze individuali, ma sempre in funzione di un percorso di gruppo e non dal punto di vista di ogni singola persona che ha il diritto di fare come le pare e di pretendere ciò che le pare.

Se uno vuole a tutti i costi che il figlio abbia un insegnamento personalizzato, che gli faccia homeschooling o che paghi l'istitutore privato...
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Il buco nero della scuola italiana: le elementari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Il buco nero gira piu veloce della luce?
» Perché la scuola italiana fa così schifo?
» Contratti sul sito della scuola
» coloreria italiana
» Niente diretta per Sgarbi (se parla della Chiesa)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: