Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Via alle ipotesi per la fase C

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Via alle ipotesi per la fase C   Gio Ott 15, 2015 7:59 pm

Premessa: tutto ciò è quello che potrebbe avvenire nelle stanze ministeriali prima della pubblicazione della fase C. Non è frutto nè di mie speranze (cioè come mi andrebbe bene che andassero le cose) nè del mio pensiero (cioè come vorrei fare io al posto di chi decide l'algoritmo): è solo un ipotesi che ritengo plausibile (come penso che andranno le cose), e che vorrei condividere con il forum.

Fase C1 (provinciale)

In ogni provincia, per ogni ordine di scuola, ci sono 6/7 graduatorie, una per ogni area disciplinare, nella quale sono confluiti i candidati delle varie classi di concorso, alcuni dei quali ripetuti in virtù di diverse abilitazioni.

I posti di potenziamento sono già noti per legge a livello regionale, ma non provinciale, per cui come prima cosa si dovrebbe effettuare questa ripartizione.

Ciò potrebbe avvenire (? n.1) in maniera proporzionale, sulla base della popolazione scolastica.

Una volta determinato il contingente da richiedere, occorre ripartirlo per le aree disciplinari (? n.2).

Nell'ipotesi della volontà "politica" di accontentare tutte le domande, penso si procederebbe ad una nuova ripartizione proporzionale, sulla base della consistenza delle diverse aree; il che vorrà dire - in estrema semplificazione - che se in una provincia un'area ha una consistenza doppia di un'altra, vedrà assunto un numero di docenti doppio. Logica vorrebbe - ma non ce n'è molta in giro ( ? n.3)  che questo meccanismo si mettesse in voto dopo aver garantito una soglia minima di docenti per area da assumere (ad esempio, se in una provincia ci sono 100 istituti, mettere una soglia di 50 docenti per area, e far partire il meccanismo proporzionale successivamente).

Quindi, a quel punto da ogni area verranno presi i primi n docenti, secondo la disponibilità accantonata nella provincia. A quel punto la palla passa alle scuole.

Nell'ipotesi di volontà "politica" di voler mantenere il numero massimo possibile di docenti vicino casa, si tenderà a dare il massimo numero di docenti possibili ad ogni scuola, il famoso 8% dell'organico poi forfettariamente diventato 7/8 docenti per istituto.

Le scuole hanno messo  in ordine fino al 15/10 le aree disciplinari. Probabilmente ( ? n.3) verranno accontentate alla stessa maniera dei docenti: prima si guarderanno le prime scelte e gli verrà concesso il docente indicato. Poi le seconde e così via. Anche se non sappiamo se esiste ( ? n.4) una graduatoria fra scuole (se 30 scuole chiedono area scientifica e ci sono solo 29 docenti, quale scuola resterà senza?). A quel punto, alcune delle aree si esauriranno e verranno piazzati i docenti disponibili per la provincia delle altre aree secondo lo stesso criterio.

A questo punto, ogni scuola della provincia ha un suo organico definito (1 area scient, 1 umanistica, 2 economicogiuridica, ecc.), si ripassa la palla ai docenti, ancora raggruppati in aree, per la scelta della sede.

Fase C2 (nazionale)

I poveri disgraziati che sono rimasti fuori dalla propria provincia, finiranno nelle 6/7 graduatorie nazionali per ogni ordine di scuola.

I posti liberi per provincia e per singolo istituto sono già stati determinati dal cervellone del ministero, anche se non ancora resi noti, perchè le fasi C1 e C2 devono essere a tutti gli effetti simultanee.

Si riparte dal punto in cui si decide se volere assumere tutti quelli che hanno fatto domanda e, essendo in misura minore dei posti disponibili, si ripartiscono i posti disponibili sull'intero territorio nazionale proporzionalmente alla consistenza delle diverse aree. Quindi avviene la ripartizione per province, sulla base dei posti di potenziamento ancora disponibili dopo la fase C1.

A quel punto ogni graduatoria d'area nazionale conosce i suoi posti liberi nelle varie province. E c'è posto garantito per tutti quelli che hanno fatto domanda. Si parte dal candidato con il punteggio più alto e lo si colloca nella prima provincia in cui questi trova posto con il proprio elenco di preferenze, e così via.

Quindi, le singole scuole completeranno il loro team di potenziamento con lo stesso meccanismo di preferenze illustrato nella fase C1, dove albergano i ? n.3 e 4).

Fine fase C

Arriva finalmente la "lunga notte delle assunzioni", per il quintuplo delle persone coinvolte nella fase B. Il server va in sovraccarico per almeno tre ore. Molti di noi resteranno a casa, alcuni saranno spediti in giro per l'Italia. Tutti, però, ormai consapevoli della scelta fatta ad Agosto e la percentuale di rinunce si attesterà intorno al 5-6%.

Dieci giorni dopo, tutti in provveditorato a scegliere la sede. Posti e sedi disponibili definite, graduatorie no. (? n.5) Si andrà per punteggio o chi è stato scelto in fase C1 potrà scegliere per primo? probabilmente, no. Si andrà per punteggio, anche perchè il sistema non manda all'esterno la differenza fra fase C1 e C2.

Poi... chissà. Il futuro è tutto da scrivere.

Commento finale: troppi "?". E ce ne sono anche molti altri che non ho messo e che potrebbero venir fuori in qualunque momento. E' innegabile che è una matassa complicatissima da sbrogliare. Prendiamola come un gioco.
Tornare in alto Andare in basso
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Re: Via alle ipotesi per la fase C   Ven Ott 16, 2015 10:02 am

196 viste, nessuna risposta. Mi pongo delle domande.

Noioso? troppo lungo? Inutile? Di scarso interesse? 10 minuti della mia vita gettati via?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Via alle ipotesi per la fase C   Ven Ott 16, 2015 11:14 am

Di scarso interesse no (il resto si) ma soprattutto gli interventi che potrebbero seguire sarebbero basati sul nulla; un florilegio di opinioni personali, di illazioni, di speranze e di timori ma fatti e certezze zero.

Consiglio pazienza e distacco (se possibile).
Tornare in alto Andare in basso
Online
angioletto



Messaggi : 724
Data d'iscrizione : 02.07.15

MessaggioOggetto: Re: Via alle ipotesi per la fase C   Ven Ott 16, 2015 7:58 pm

Secondo me il ragionamento non fa una piega. E' chiaro anche da quello che scrivi che il meccanismo è complicatissimo e noi dobbiamo avere la pazienza di aspettare. Secondo me c'è la volontà di assumere tutti, anche perchè, stando anche alle dichiarazioni di Campione, si dice che tutti i 55.000 posti saranno coperti.
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Via alle ipotesi per la fase C   Sab Ott 17, 2015 9:18 am

FoxLF ha scritto:
196 viste, nessuna risposta. Mi pongo delle domande.

Noioso? troppo lungo? Inutile? Di scarso interesse? 10 minuti della mia vita gettati via?
magari ti importa alquanto, ma io l'ho letto con interesse
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Via alle ipotesi per la fase C
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» LASCIARSI ANDARE ALLE EMOZIONI
» fase luteale
» ho fatto ovitrelle alle 21 e...
» Saluti alle zie da Gimmy Timmy e Tommy
» alle donne piace il “bel tenebroso”

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: