Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:00 pm

Come mai non si insegna ai ragazzi il valore dell'impegno e della fatica, del DOVERE? Tutte le teorie pedagogiche dicono che lo studio dev'essere piacere, quasi divertimento ludico, ma non è così nella realtà perché non è possibile che piaccia sempre, anzi: eppure io dico sempre ai miei alunni che, anche quando non ne hanno voglia, loro DEVONO farlo perché quella cosa ha valore, li rende più istruiti e li fa crescere. Ora, io non capisco, in altri ambiti come lo sport gli allenatori dicono chiaramente agli allievi che essi devono faticare per raggiungere l'obiettivo e magari l' l'obiettivo è almeno per me futile (fare goal o canestro), perché non dobbiamo farlo anche noi in quell'altra palestra che è la scuola? Io ho deciso di dire NO alla cultura del piacere e di far abbracciare ai miei allievi quella del dovere e del sacrificio anche a costo di non essere amato, non mi interessa ma alla fine mi apprezzeranno. Condividete?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:14 pm

Scuola70 ha scritto:
Come mai non si insegna ai ragazzi il valore dell'impegno e della fatica, del DOVERE? Tutte le teorie pedagogiche dicono che lo studio dev'essere piacere, quasi divertimento ludico, ma non è così nella realtà perché non è possibile che piaccia sempre, anzi: eppure io dico sempre ai miei alunni che, anche quando non ne hanno voglia, loro DEVONO farlo perché quella cosa ha valore, li rende più istruiti e li fa crescere. Ora, io non capisco, in altri ambiti come lo sport gli allenatori dicono chiaramente agli allievi che essi devono faticare per raggiungere l'obiettivo e magari l' l'obiettivo è almeno per me futile (fare goal o canestro), perché non dobbiamo farlo anche noi in quell'altra palestra che è la scuola? Io ho deciso di dire NO alla cultura del piacere e di far abbracciare ai miei allievi quella del dovere e del sacrificio anche a costo di non essere amato, non mi interessa ma alla fine mi apprezzeranno. Condividete?

No, non condivido.

Perché in nazionale non ci finisci se con il pallone sei un brocco, mentre la poltrona di sottosegretario alla distruzione non si nega a nessuno, a prescindere dal titolo d'istudio e dagli anni di fuoricorso :-)

Quindi, se vuoi finire in nazionale devi allenarti duramente per diventare un campione, mentre se vuoi finire nella stanza dei bottoni non c'è bisogno di una laura. Ti basta un Mateus e neppure portoghese, ne basta uno nostrano.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:20 pm

Scuola70 ha scritto:
Come mai non si insegna ai ragazzi il valore dell'impegno e della fatica, del DOVERE? Tutte le teorie pedagogiche dicono che lo studio dev'essere piacere, quasi divertimento ludico, ma non è così nella realtà perché non è possibile che piaccia sempre, anzi: eppure io dico sempre ai miei alunni che, anche quando non ne hanno voglia, loro DEVONO farlo perché quella cosa ha valore, li rende più istruiti e li fa crescere. Ora, io non capisco, in altri ambiti come lo sport gli allenatori dicono chiaramente agli allievi che essi devono faticare per raggiungere l'obiettivo e magari l' l'obiettivo è almeno per me futile (fare goal o canestro), perché non dobbiamo farlo anche noi in quell'altra palestra che è la scuola? Io ho deciso di dire NO alla cultura del piacere e di far abbracciare ai miei allievi quella del dovere e del sacrificio anche a costo di non essere amato, non mi interessa ma alla fine mi apprezzeranno. Condividete?

"Fai il tuo dovere e poi muori"... questaè la concezione della scuola e della vita del Monti
Non concordo: se non c'è passione(non sinonimo di divertimrnto) non c'è apprendimento. Solo con l'impegno e la passionr si otteranno risultati
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:21 pm

Condivido!!!
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:23 pm

Io invece credo che sia infinitamente meglio spendere le proprie energie per migliorare la mente con lo studio (infatti sono un insegnante) piuttosto che correre dietro ad un pallone, onestamente lo trovo insensato, trovo insensato al massimo dare importanza ad un obiettivo futile come un canestro, che cosa cambia nel corso del mondo se una palla fa goal oppure no? Con tutti i soldi che si spendono per il calcio (ma anche per altri sport) si potrebbe rendere fertile l'Africa. Anzi, se i calciatori si dedicassero all'agricoltura sarebbe meglio perché sarebbero utili davvero....... Invece se si allenano i ragazzi a studiare cambia eccome, si formeranno ingegneri che costruiranno navi, ponti, opere, si formeranno medici che cureranno e salveranno vite, quindi è bene applicare la cultura dello sforzo al sapere: io ammiro la Corea del Sud, nazione in cui si impongono agli studenti ritmi durissimi di studio, la Corea ha fatto dell'istruzione la propria risorsa economica e ha fatto GOAL davvero.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:25 pm

Si dice veramente? Sarà...
Io vedo intorno a me occhi bovini e risatine incredule quando dico che studiare è un privilegio!
La differenza è che i ragazzi ridono banalmente del paradosso, gli adulti (tra cui diversi colleghi) preferiscono rifugiarsi in una logica del sacrificio piuttosto che ammettere una qualche infatuazione per questa pratica immonda per parrucconi e pazzi dissociati, stigmatizzata ormai da decenni, passibile di riscatto solo se rimanda ad altro da sé: il bel voto, la mancetta al bel voto, il lavoro blasonato, il cambio in moneta sonante.
Tutte cose positive proprio perché permettono di emanciparsi finalmente (!) dallo studio, di guardarlo come l'amaro calice che si è dovuto sorbire per raggiungere il risultato: quale premio migliore della possibilità di non toccare più un libro?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:30 pm

Scuola70,approvo senza condizioni la tua analisi. Per me vale mille volte di più uno spazzino,indispensabile,di una scimmia ignorante che corre dietro a una palla
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mar Ott 20, 2015 11:42 pm

Scuola70 ha scritto:
che cosa cambia nel corso del mondo se una palla fa goal oppure no?

se paragoniamo il corso del mondo ad una giornata di 24 ore, l'Homo Sapiens è arrivato negli ultimi 2 secondi e probabilmente scomparirà tra qualche altro secondo...
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 12:05 am

Per Lucetta10: Ma come fai a dire che lo studio non serve? Io ti dirò quello che penso: la mente umana è fatta per conoscere e più conosci più in un certo senso sei uomo, perché hai coltivato la tua intelligenza da cui deriva la differenza dall'animale. La persona che prova piacere a conoscere avverte quindi il piacere di "essere" qualcosa di più. Infatti una persona davvero colta è in grado di preservare se stessa più di un ignorante. In fondo anche gli animali si dedicano a opere manuali, i castori costruiscono dighe, altri nidi, ma se gli dai un mano un libro non lo sanno decodificare perché la loro mente non è fatta per questo. Quindi io CREDO e crederò finché avrò vita nel sapere in sé, nella cultura come modo per mantenere il mio senso critico, la capacità di analisi dell'attualità, la mia parte razionale che mi fa essere uomo.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 12:42 am

Devi solo lottare,come cercò di fare io,contro un sistema scuola che vuole gli studenti pecore ammaestrate e ignoranti
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1857
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 6:32 am

A me sta anche bene di invogliare lo studente, rendere attraenti le lezioni, cercare di essere divertenti ecc.; dovrebbe però essere chiaro a priori che queste strategie sono solo strumenti utili a favorire lo studio, ma che non potranno mai essere né il fine della didattica, né dei succedanei dello studio per studenti pigri, né, tanto meno, dei diritti da parte dei discenti o dei doveri da parte dei docenti.

In questo è tutta la scuola che sbaglia, inseguendo teorie a mio avviso insensate ufficializzate dalla malaugurata espressione di Luigi Berlinguer, quel diritto al successo formativo che ha ormai soppiantato il diritto-dovere allo studio. E, ribadisco, l'imprinting di questa concezione errata viene fornito alle elementari dove non esiste maestra/o che non privilegi l'aspetto motivazionale, ludico e dell'entusiasmo a quello del sacrificio e del dovere. Facendo sì che molti alunni considerati brillanti fino in quinta elementare si sciolgano alle prime difficoltà successive, o imparino velocemente a galleggiare senza fare troppa fatica.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 10:03 am

Non è che se qualcosa è piacevole la fatica per arrivare alla fine del percorso è meno pesante e si è disposti anche a farne un po' di più per vedere cosa c'è in fondo?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 1773
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 10:19 am

Studiare deve essere comunque obbligatorio.
Se poi è ANCHE un piacere, tanto meglio! Vorrà dire che si farà il proprio dovere con piacere.
Ma non è che se una cosa non ti piace non te la studi...
Tornare in alto Andare in basso
Online
sololapenna



Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 13.07.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 1:12 pm

Sì parla spesso di demotivazione e "mancanza di voglia" da parte degli studenti. Forse è questo un punto da cui trarre le proprie considerazioni...

Ricordo comunque il mio ciclo di studi di liceo concluso a XXI secolo appena iniziato: Questi concetti di piacere ovviamente non entravano in classe. Andava avanti solo chi "stava al gioco" o comunque si applicava costantemente alle "regole"... Alcuni avevano davanti la carota del regalino a fine anno (cellulare, motorino, viaggio...)... Io (fortunatamente, dico) non avevo nulla e mi ritengo "resiliente"

Concordo con chi ha detto che questo senso di dovere/necessità (senso della realtà?) vada disseminato già dalla scuola primaria.
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 4:28 pm

Scuola70 ha scritto:
La persona che prova piacere a conoscere avverte quindi il piacere di "essere" qualcosa di più. Infatti una persona davvero colta è in grado di preservare se stessa più di un ignorante.

Beh allora dovrebbe facilmente riuscire a mostrare questo "essere qualcosa in più" agli alunni e il gioco sarebbe fatto.
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 182
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 5:01 pm

sololapenna ha scritto:
Sì parla spesso di demotivazione e "mancanza di voglia" da parte degli studenti. Forse è questo un punto da cui trarre le proprie considerazioni...

Ricordo comunque il mio ciclo di studi di liceo concluso a XXI secolo appena iniziato: Questi concetti di piacere ovviamente non entravano in classe. Andava avanti solo chi "stava al gioco" o comunque si applicava costantemente alle "regole"... Alcuni avevano davanti la carota del regalino a fine anno (cellulare, motorino, viaggio...)... Io (fortunatamente, dico) non avevo nulla e mi ritengo "resiliente"

Concordo con chi ha detto che questo senso di dovere/necessità (senso della realtà?) vada disseminato già dalla scuola primaria.

Sono d'accordo. E ti posso assicurare che, già quando tu concludevi il liceo, le preoccupazioni di cui si discute, irrompevano ovunque nel primo ciclo e venivano utilizzate per giustificare qualsiasi nefandezza.
È ovvio che se il soggetto in fase di formazione è motivato, tutti i soggetti coinvolti nel processo di insegnamento/apprendimento ne trarranno giovamento. Ma il problema sollevato nel primo post è però correlato all'uso del verbo "dovere" (gli stessi ragazzini vanno all'allenamento di calcio e sanno che dovranno anche faticare) e al fatto che si stiano affermando strane teorie secondo le quali (mamma-guarda-come-mi-diverto) sarebbe meglio avere un clown piuttosto che un docente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 5:32 pm

Ire ha scritto:
Non è che se qualcosa è piacevole la fatica per arrivare alla fine del percorso è meno pesante e si è disposti anche a farne un po' di più per vedere cosa c'è in fondo?
Si, ed aggiungo che si può fare una fatica fisica anche se non ne hai voglia, non ne si può fare una mentale nelle stesse condizioni; la mancanza di voglia non blocca i muscoli ma blocca il cervello (che deve apprendere).

Da qui a dire che è compito del docente far diventare interessante la propria materia ce ne passa; un buon insegnante non fa diventare la propria materia più noiosa di quanto non sia intrinsecamente.

Nello studio andranno avanti gli studenti che hanno più interessi e più curiosità e coloro che hanno fatto la scelta giusta tra i percorsi che gli sono stati offerti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 8:03 pm

Scuola70 ha scritto:
Per Lucetta10: Ma come fai a dire che lo studio non serve? Io ti dirò quello che penso: la mente umana è fatta per conoscere e più conosci più in un certo senso sei uomo, perché hai coltivato la tua intelligenza da cui deriva la differenza dall'animale. La persona che prova piacere a conoscere avverte quindi il piacere di "essere" qualcosa di più. Infatti una persona davvero colta è in grado di preservare se stessa più di un ignorante. In fondo anche gli animali si dedicano a opere manuali, i castori costruiscono dighe, altri nidi, ma se gli dai un mano un libro non lo sanno decodificare perché la loro mente non è fatta per questo. Quindi io CREDO e crederò finché avrò vita nel sapere in sé, nella cultura come modo per mantenere il mio senso critico, la capacità di analisi dell'attualità, la mia parte razionale che mi fa essere uomo.



Ho detto che lo studio non serve?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 11:12 pm

Scuola70,come vedi,dopo aver enucleato in modo articolato il tuo pensiero,la risposta di lucetta è lapidaria.. Perché ci perdi tempo?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 11:15 pm

Felipeto ha scritto:
Scuola70,come vedi,dopo aver enucleato in modo articolato il tuo pensiero,la risposta di lucetta è lapidaria.. Perché ci perdi tempo?



... e tu perché ce lo perdi?
Qualcuno ha chiesto un intermediario?
Ite, missa est
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 11:27 pm

Eccola l azzeccagarbugli che vuol stordire Renzo
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Mer Ott 21, 2015 11:42 pm

dove stanno i capponi?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Gio Ott 22, 2015 12:01 am

Eliminati dalla legge di stabilità
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Gio Ott 22, 2015 12:48 am

Invece io credo che ci si possa imporre anche una fatica mentale, basta dire NO alla pigrizia che ci blocca. Se io so che un compito devo farlo (ad esempio 10 equazioni per il giorno successivo) lo farò costretto e mi impegnerò a dovere per l'urgenza della situazione, è come se io dicessi: "NO, devo impegnarmi", quindi è proprio questa motivazione che ti spinge ad andare oltre. Spesso ai miei alunni dico che il NO è una parola importante nella vita, bisogna dire NO ad esempio alla pigrizia, come a tutti gli istinti che ci bloccano e che ci rendono peggiori, il NO positivo ci fa forti perché è proprio nell'opposizione agli ostacoli fisici e mentali che la volontà si rafforza.
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3369
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?   Gio Ott 22, 2015 1:37 am

La società è cambiata. Ciò che esiste fuori dalle mura scolastiche va direttamente all'opposto di ciò che tu puoi professare a livello di impegno, sacrificio etc. etc. C'è una società dell'effimero, dell'edonismo, dell'estetica fine a se stessa, bel bello e non del bravo, di Amici e Maria De Filippi, del Grande Fratello, e ahimè dello sballo (fumo, droga e chissà cos'altro). Dentro le mura scolastiche tutte le belle parole legate al merito e allo studio saranno solo pesanti e noiose ramanzine da sopportare in attesa che la campana suoni e che l'alunno possa dire finalmente: "Che palle, anche oggi per fortuna è finita". La mente dei giovani non è la nostra, non hanno come priorità il rispetto delle regole, bensì il contrario, quello di sovvertirle. Su questo poco di può fare, soprattutto nei confronti delle brutture di cui è permeata la nostra
società tecnocentrica e funzionalistica. Una società in cui sembra
esserci spazio esiguo per la fatica e il merito, e tanto spazio per lo studio arido e ripetitivo.
società di oggi e chissà ... del futuro.
Tornare in alto Andare in basso
 
Perché si dice sempre di più che lo studio dev'essere PIACERE?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» volli , sempre volli ..fortissimamente volli
» Perchè è sempre tutto così difficile?
» L'allievo supera sempre il maestro
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» la testa va sempre lì

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: