Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ancora sui viaggi d(')istruzione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
clamar79



Messaggi : 465
Data d'iscrizione : 03.09.11

MessaggioOggetto: ancora sui viaggi d(')istruzione   Ven Ott 23, 2015 3:48 pm

Promemoria primo messaggio :

Non voglio aprire alcuna diatriba tra viaggi sì/viaggi no.
Ho letto questo topic di giovanna onnis (preziosa lei e prezioso il suo contributo:La CM 291/92 richiedeva tassativamente la partecipazione di almeno i 2/3 della classe per poter effettuare il viaggio d'istruzione, ma i DPR dell’8/03/1999 n. 275 e del 6/11/2000 n. 347 hanno dato completa autonomia alle istituzioni scolastiche anche in materia di uscite/visite guidate e viaggi di istruzione, in Italia e all'estero. Spetta quindi agli Organi Collegiali fissare i criteri generali organizzativi di tutte le tipologie di uscita e ancora meglio approvare uno specifico Regolamento.
Tutto questo è chiarito in dettaglio nella guida di Paolo Pizzo)

Ecco la domanda, a cui non ho trovato risposta nel forum: in occasione dei viaggi di istruzione di più giorni, ma anche delle uscite didattiche di un giorno in nome dell'autonomia totale che hanno gli istituti in materia di gestione e organizzazione si può pensare, all'interno di un regolamento ad hoc, di sospendere le attività didattiche e quindi gli alunni che non partecipano al viaggio/uscita farli stare a casa? Attenzione: non la possibilità, ma l'obbligo che non mi sembra tanto peregrino: in quei giorni l'attività didattica si sposta a Canicattì (mi riferisco certamente ad un viaggio ben preparato, con costi contenuti per avere la massima adesione possibile, quando non gratuite per i ragazzi, etc), chi non va sta a casa SENZA POI GIUSTIFICARE, ovviamente.
La UIL in un suo comunicato nega questa ipotesi (intravedendo l'interruzione di pubblico servizio e diritti all'educazione dei non partecipanti al viaggio, visita...). A livello ministeriale ci sono normative esplicite?
E' come se la scuola in quei giorni si sdoppiasse e offrisse 2 attività didattiche: il viaggio a Canicattì e la normale lezione in classe (per pochi quando non pochissimi o zero alunni!). Grazie
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Ven Ott 23, 2015 11:12 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Boh, io ho lavorato sia in scuole dove l'interpretazione era questa (per cui chi non partecipava alla gita poteva venire a scuola e svolgere altre attività) sia in scuole dove l'interpretazione era quella più stretta (ossia, l'attività didattica della tua classe oggi è quella della gita, quindi se non ci vai te ne stai a casa) e nessuno si lamentava... per cui penso che nessuna delle due sia obbligatoria per legge, e che ogni scuola possa decidere realmente come le pare.

L.

Codice:
.  A parte che il "piccino" era un ragazzo delle superiori, ma no, perché senza giustificazione? Portava regolarmente la giustificazione, come per qualsiasi assenza per ragioni personali di qualsiasi tipo. Anzi, di solito portava la comunicazione in anticipo, perché ovviamente si doveva sapere chi aveva intenzione di aderire alla gita e chi no.
Quindi se te ne stai a casa perché la tua classe sta facendo didattica in gita...dopo porti la giustifica dei genitori perché la scuola NON prevede la tua assenza da scuola in caso di non partecipazione alla gita.
Esattamente quello che, da quanto ne so, succede in ogni scuola.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 12:14 am

Ma quale sarebbe il problema del portare la giustificazione dei genitori o meno? Tanto la giustificazione dei genitori non ha mica alcun valore di "accettabilità" o meno dell'assenza, o tantomeno garantisce uno scorporo dal numero delle assenze totali... è solo una dichiarazione del fatto che la famiglia fosse a conoscenza del fatto che il figlio non era a scuola.

Quindi, perché mai il dover portare la giustificazione dovrebbe essere considerato una vessazione ingiusta o un abuso?
Tornare in alto Andare in basso
Online
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 12:19 am

Infatti non lo è...
Ma è la prova tangibile che quell'assenza non è prevista dalla scuola che nemmeno la autorizza (lo faranno i genitori infatti), quindi... Se la classe va in gita e un alunno no...l'offerta didattica per lui, legalmente, proseguirà in parallelo alla gita...ma nei locali scolastici (in qualsiasi aula assieme a qualsiasi gruppo classe).
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 12:25 am

Tellina, che ti devo dire... io ho visto sia scuole dove si fa come dici tu, sia scuole dove si fa il contrario. Quindi, presumo che nessuna delle due scelte sia illegale, e che siano entrambe possibili.

Quanto a pensare che il parcheggio del ragazzo in una qualsiasi aula assieme a qualsiasi gruppo classe in qualsiasi ora di qualsiasi materia (comprese anche le materie che lui proprio NON FA, o che fa con programmi di anni diversi) sia una "offerta didattica"... scusa, ma mi viene da ridere.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 9:15 am

E ovviamente concordo con te.
Ma, se ho capito bene, anche tu  hai sempre visto scuole dove il ragazzo rimasto a casa (senza però frequentare)...una volta tornato a scuola ha sempre dovuto giustificare l'assenza!
Confermi?
La decisione di frequentare comunque rimane della famiglia...ma se la scuola al suo ruentro richiede la giustifica... È come se stesse confermando il concetto: lo stato non ti ha dato il permesso di non andare in gita e di non venire a scuola!
Perché questa ipotesi sarebbe illegale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 2:57 pm

Scusa, tellina, ma io francamente non penso affatto che sia illegale.

Sarebbe illegale se dicessero ai ragazzi di rimanere a casa perché l'attività didattica per tutta la classe viene arbitrariamente sospesa senza nessun motivo valido, quello sì.

Ma nel caso della gita l'attività didattica rivolta alla classe C'E', ed è aperta a tutti, solo che in quel giorno si svolge altrove.

La famiglia è libera di non mandarci il figlio, prendendosene la responsabilità personale e firmandogli poi la giustificazione, esattamente come è libera di farlo in qualsiasi altro giorno di didattica normale, per qualsivoglia motivo personale assortito (che non è nemmeno obbligatorio dichiarare quale sia, peraltro).

Il fatto che la famiglia firmi la giustificazione, NON C'ENTRA NULLA con il fatto che "lo stato ti dia il permesso" di fare l'assenza o no. Lo stato non si occupa di "dare il permesso" di fare assenze o no (altrimenti dovrebbe sguinzagliare ogni giorno le forze dell'ordine per rintracciare gli assenti uno per uno, e verificare se abbiano un motivo valido o no): semplicemente, la scelta di fare un'assenza è ammessa, ma è considerata una responsabilità dello studente e della famiglia, che deve essere rendicontata, tutto lì. Ma il presunto "permesso" di fare l'assenza nei giorni della gita è esattamente identico al "permesso" di farla in qualsiasi altro momento: non mandi il figlio a scuola, firmi una dichiarazione in cui dici di essere al corrente che non è andato a scuola, e finisce lì.

Il problema sorge solo se le assenze superano la soglia di invalidazione dell'anno scolastico, ma questo non credo che avvenga a causa delle gite. Se uno si è già fatto 48 giorni di assenza per i cavoli suoi, e scopre solo ad aprile che, se non va in gita, le assenze diventano 51 e quindi protesta perché in tal modo sarebbe "costretto" a superare la soglia delle 50, poteva pensarci un po' prima, no?

Se poi il problema non sta affatto nel "diritto allo studio", ma solo nel fatto che le famiglie che non mandano il figlio in gita vogliono che questo sia comunque parcheggiato da qualche parte per un po' di ore al giorno, anche senza fare assolutamente nulla che abbia a che fare con la didattica, allora è un'altra cosa. Ma per cortesia non chiamiamola "diritto allo studio"...
Tornare in alto Andare in basso
Online
clamar79



Messaggi : 465
Data d'iscrizione : 03.09.11

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 3:25 pm

io la vedo esattamente come paniscus, soprattutto nel suo ultimo intervento. ma rimaniamo nell'ambito delle opinioni, tutte legittime/illegittime: i fatti, cioè le norme, qualcuno le conosce?
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Sab Ott 24, 2015 5:01 pm

No no cari miei...
Se la scuola è chiusa causa nonsocchè...o c'è sciopero...
In pratica lo stato mi dice: stai pure a casa (infatti al mio ritorno non dovrò portar giustifica).
Ma nel momento in cui quella stessa giustifica la pretende...significa che non avevo il permesso di rimanere a casa!
Bah...evidentemente solo io ci vedo un filo logico senza dubbi interpretativi.
Ne prendo atto...anche se ovviamente rimango perplessa.
Tornare in alto Andare in basso
clamar79



Messaggi : 465
Data d'iscrizione : 03.09.11

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Lun Ott 26, 2015 11:37 am

...opzione: tutte le classi (o solo alcune o solo una) partecipano ad una visita extra moenia, al museo o dove vi pare...la scuola rimane aperta con le classi NON partecipanti che fanno regolarmente lezione, mentre agli alunni che NON partecipano alla visita si comunica di stare a casa (con o senza giustifica sarebbe da decidere...). Gli insegnanti che hanno in orario quelle classi fuori per l'uscita e che non hanno dato disponibilità ad accompagnare? Esonero dal servizio? Vengono a scuola secondo il loro orario e effettueranno sostituzioni dove richiesto? Anche questo sarebbe da vedere: io sono in servizio ma il servizio lo presto con l'attività didattica in quella classe in quell'ora che però....non c'è! Secondo me è una questione non da poco...
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: ancora sui viaggi d(')istruzione   Lun Ott 26, 2015 2:31 pm

Clamar...guarda che le tue ipotesi son la norma quotidiana a scuola...
Io spesso porto classi al museo...
Chi non ha portato il permesso...rimane a casa (e il giorno dopo porta la giustifica) o rimane a scuola.
I docenti che nelle loro ore di regolare servizio si ritrovano senza classe (che è al museo con me), vanno a far supplenza nelle classi che dovrei avere io (ma sono assente...sono al museo!).
Cosa fanno? Dipende...se lascio lavori da finire fan quelli...se lascio verifiche le fan fare...se non lascio nulla...improvvisano e fan ripasso, aiuto nei compiti, spiegazioni ove possibile, per chi magari è stato assente...
È scuola anche questa.
Mica stan zappando i campi...
Quanto invece all'idea "rimanga a casa chi non partecipa" se è la scuola a dirlo...io genitore, col cavolo che farò la giustifica per quella assenza (anzi...in fase rognosa potrei anche far causa "ehhhhh non avete permesso a mio figlio di frequentare la scuola! Scandalo!!!!!)...e quindi nessuna scuola si sognerà mai di dire: la classe è in uscita, quindi niente scuola per chi rimane.
Tornare in alto Andare in basso
 
ancora sui viaggi d(')istruzione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» DA OGGI E' ATTIVA LA CONVENZIONE CON TUI VIAGGI
» RIATTIVAZIONE CASELLA POSTA @ISTRUZIONE.IT
» Chi difende l'intoccabile casta dei farmacisti?
» mano finta con cartina
» pregnyl 5000 ui

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: