Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ricerca di un confidente.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:09 pm

Buonasera,
vi chiedo un parere. Qualora doveste trovarvi di fronte a un alunno/a che evidentemente ha fiducia nella vostra figura di adulto e cerca una consolazione per i suoi problemi personali, come vi comportereste? Da curricolare non mi era mai capitato (da sostegno naturalmente sì) e chiedo quindi lumi.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:17 pm

Dipende da tanti fattori, primo tra tutti se parliamo di minori o maggiorenni, poi di che confidenza si tratta.
Il nodo non è tanto nell'ascoltare un alunno che vuole dirti una cosa, che mi pare dovuto, quanto nel calibrare il cosa fare dopo.
Sembrerò poco empatica ma, anche nel caso della confidenza più intima, sono per convocare la famiglia e metterla a parte del problema. Per alcuni casi non escludo (anzi caldeggio) la condivisione con il DS e il CdC. Insomma, la confidenza non può ingenerare mai un rapporto esclusivo con un alunno, non lo trovo sano né professionale. Si rischia di fare male.
Vigilando naturalmente su eventuali casi di abuso che venissero dalla famiglia: lì è tutto un altro paio di maniche e per quelli ci sono altri canali di condivisione
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:21 pm

Sì, condivido la tua opinione, infatti volevo avere la conferma di ciò che pensavo; non si tratta comunque di situazioni "estreme" ma di disagi derivanti da piccoli litigi e discussioni tra ragazzi...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:23 pm

precario.acciaio ha scritto:
Buonasera,
vi chiedo un parere. Qualora doveste trovarvi di fronte a un alunno/a che evidentemente ha fiducia nella vostra figura di adulto e cerca una consolazione per i suoi problemi personali, come vi comportereste? Da curricolare non mi era mai capitato (da sostegno naturalmente sì) e chiedo quindi lumi.

Per quale motivo l'insegnante curricolare dovrebbe sottrarsi al ruolo di confidente? Ben venga la fiducia di un ragazzo in uno o più insegnanti, è la conditio sine qua non per aprire un dialogo. Non dimentichiamoci che dovremmo essere sempre delle figure di riferimento, dal momento che la nostra è anche una funzione educativa.
Personalmente mi preoccupa il rifiuto del dialogo o di un aiuto da parte di un ragazzo, non la ricerca del dialogo e la richiesta di aiuto, che, anzi, costituiscono, per me, uno stimolo a fare qualcosa di utile.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:25 pm

Ho detto che non mi era capitato, non che non lo trovi giusto: la mia esperienza di curricolare è di appena un anno...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:27 pm

lucetta10 ha scritto:
Dipende da tanti fattori, primo tra tutti se parliamo di minori o maggiorenni, poi di che confidenza si tratta.  
Il nodo non è tanto nell'ascoltare un alunno che vuole dirti una cosa, che mi pare dovuto, quanto nel calibrare il cosa fare dopo.
Sembrerò poco empatica ma, anche nel caso della confidenza più intima, sono per convocare la famiglia e metterla a parte del problema. Per alcuni casi non escludo (anzi caldeggio) la condivisione con il DS e il CdC. Insomma, la confidenza non può ingenerare mai un rapporto esclusivo con un alunno, non lo trovo sano né professionale. Si rischia di fare male.
Vigilando naturalmente su eventuali casi di abuso che venissero dalla famiglia: lì è tutto un altro paio di maniche e per quelli ci sono altri canali di condivisione

Pienamente d'accordo. Non sono d'accordo sul coinvolgimento a priori della famiglia: ogni caso va valutato nel suo contesto e la cosa migliore è che tutto il consiglio di classe sia a conoscenza del contesto per concordare la strategia da adottare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:29 pm

precario.acciaio ha scritto:
Ho detto che non mi era capitato, non che non lo trovi giusto: la mia esperienza di curricolare è di appena un anno...
Hai ragione, mi sono espresso male. Il senso del mio intervento era un "perché no?" ma non era affatto in contraddittorio con una tua presunta posizione.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:32 pm

Però, la mia riflessione è:
1) L'alunno/a ha bisogno di una figura adulta
2) Per ragioni imperscrutabili ha visto me in tale ruolo
3) Se non le dò corda si sentirà ignorato/a perfino dall'ultima ruota del carro dell'universo (cioè io)
4) Se però l'ascolto e divento per l'alunno/a una figura di riferimento rischio di far più danni che altro, come ha giustamente detto lucetta.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:39 pm

Io sono assolutamente contrario...purtroppo mi vengono alla mente frasi tipo "il professore era riuscito a carpire la fiducia......ecc".. Giochi con il fuoco..con mille tonnellate di buona fede ma manipoli tritolo...io dribblerei immediatamente in un " farò il possibile per metterti in contatto con una psicologa che ti ascolterà.."ragazzo o ragazza non cambia...basta una chiacchiera bastarda di troppo e sono cazzi...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:41 pm

precario.acciaio ha scritto:
Sì, condivido la tua opinione, infatti volevo avere la conferma di ciò che pensavo; non si tratta comunque di situazioni "estreme" ma di disagi derivanti da piccoli litigi e discussioni tra ragazzi...
E allora rimani sull'informale, comportati da zio
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:43 pm

Non ho mai detto che non devi ascoltare, anzi. L'insegnante è già (o dovrebbe essere) una figura di riferimento per l'alunno.
Ascoltare non significa però necessariamente somministrare la cura al disagio, in questo caso faresti danno. Basta aver chiaro che non siamo né sacerdoti al confessionale (quindi niente giudizi e espiazioni su questioni personali) né coetanei al muretto, né terapisti.

Dipende molto dalla famiglia con cui hai a che fare, ma in linea generale credo che un genitore normale e con i suoi difetti ragionevolmente umani, debba essere informato dagli insegnanti se il proprio figlio è alla ricerca di una figura adulta di riferimento. Si tratta di una fragilità potenzialmente molto rischiosa e che magari la famiglia ignora e dovrebbe invece gestire. Che abbia visto in te questa figura è una fortuna ma sta ai genitori intervenire e essere quindi informati.
Trovo comunque che sia proprio questo il caso in cui attiverei una collaborazione con DS e CdC
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 8:46 pm

lucetta10 ha scritto:
Non ho mai detto che non devi ascoltare, anzi. L'insegnante è già (o dovrebbe essere) una figura di riferimento per l'alunno.
Ascoltare non significa però necessariamente somministrare la cura al disagio, in questo caso faresti danno. Basta aver chiaro che non siamo né sacerdoti al confessionale (quindi niente giudizi e espiazioni su questioni personali) né coetanei al muretto, né terapisti.

Dipende molto dalla famiglia con cui hai a che fare, ma in linea generale credo che un genitore normale e con i suoi difetti ragionevolmente umani, debba essere informato dagli insegnanti se il proprio figlio è alla ricerca di una figura adulta di riferimento. Si tratta di una fragilità potenzialmente molto rischiosa e che magari la famiglia ignora e dovrebbe invece gestire. Che abbia visto in te questa figura è una fortuna   ma sta ai genitori intervenire e essere quindi informati.
Trovo comunque che sia proprio questo il caso in cui attiverei una collaborazione con DS e CdC

Farò proprio così, è l'unica cosa da fare.
Purtroppo so che mi giocherò la fiducia dell'alunno, ma ciò deve essere fatto...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 9:08 pm

precario.acciaio ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Non ho mai detto che non devi ascoltare, anzi. L'insegnante è già (o dovrebbe essere) una figura di riferimento per l'alunno.
Ascoltare non significa però necessariamente somministrare la cura al disagio, in questo caso faresti danno. Basta aver chiaro che non siamo né sacerdoti al confessionale (quindi niente giudizi e espiazioni su questioni personali) né coetanei al muretto, né terapisti.

Dipende molto dalla famiglia con cui hai a che fare, ma in linea generale credo che un genitore normale e con i suoi difetti ragionevolmente umani, debba essere informato dagli insegnanti se il proprio figlio è alla ricerca di una figura adulta di riferimento. Si tratta di una fragilità potenzialmente molto rischiosa e che magari la famiglia ignora e dovrebbe invece gestire. Che abbia visto in te questa figura è una fortuna   ma sta ai genitori intervenire e essere quindi informati.
Trovo comunque che sia proprio questo il caso in cui attiverei una collaborazione con DS e CdC

Farò proprio così, è l'unica cosa da fare.
Purtroppo so che mi giocherò la fiducia dell'alunno, ma ciò deve essere fatto...
Ma tutto dipende da cosa ti ha detto ! Tu hai il dovere di sputtanarlo solo se c'è dietro un reato penale (ed hai detto che non è così); negli altri casi sta alla tua sensibilità !
Se rovini il rapporto con lui lo rovini anche con tutti gli altri (passa parola) e puoi stare tranquillo che in caso di cose più gravi non ti diranno assolutamente nulla.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 9:43 pm

Eh lo so. Non mi ha comunque proprio detto nulla, solo di screzi con l'amica del cuore e di come questo la faccia star male.
Se fosse altro più grave non avrei nemmeno dubbi.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 9:44 pm

precario.acciaio ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Non ho mai detto che non devi ascoltare, anzi. L'insegnante è già (o dovrebbe essere) una figura di riferimento per l'alunno.
Ascoltare non significa però necessariamente somministrare la cura al disagio, in questo caso faresti danno. Basta aver chiaro che non siamo né sacerdoti al confessionale (quindi niente giudizi e espiazioni su questioni personali) né coetanei al muretto, né terapisti.

Dipende molto dalla famiglia con cui hai a che fare, ma in linea generale credo che un genitore normale e con i suoi difetti ragionevolmente umani, debba essere informato dagli insegnanti se il proprio figlio è alla ricerca di una figura adulta di riferimento. Si tratta di una fragilità potenzialmente molto rischiosa e che magari la famiglia ignora e dovrebbe invece gestire. Che abbia visto in te questa figura è una fortuna   ma sta ai genitori intervenire e essere quindi informati.
Trovo comunque che sia proprio questo il caso in cui attiverei una collaborazione con DS e CdC

Farò proprio così, è l'unica cosa da fare.
Purtroppo so che mi giocherò la fiducia dell'alunno, ma ciò deve essere fatto...


non devi necessariamente farlo alle sue spalle
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 9:59 pm

precario.acciaio ha scritto:
Eh lo so. Non mi ha comunque proprio detto nulla, solo di screzi con l'amica del cuore e di come questo la faccia star male.
Se fosse altro più grave non avrei nemmeno dubbi.

In effetti si tratta di un malessere da non sottovalutare perché sappiamo tutti benissimo quanto i rapporti con l'amica del cuore, a quella età, siano spesso assoluti, totalizzanti ed assorbenti, a volte si tende persino ad identificarsi con l'altra, per cui la stabilità di quel rapporto finisce con l'incidere sull'equilibrio e sul benessere delle persone coinvolte nell'amicizia ed eventuali screzi possono ripercuotersi sulla serenità della ragazza che sentendosi ferita nei più profondi sentimenti, percepisce erroneamente il distacco come tradimento della fiducia.
Non so che consiglio darti, però vorrei tenessi in considerazione il fatto che anche avere la capacità di superare queste situazioni vuol dire crescere e maturare.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 10:11 pm

Cioè, fatemi capire... ma voi pensate seriamente che, di fronte a un adolescente che sceglie di confidare una sua emozione o inquietudine privata a un insegnante, sia DOVERE dell'insegnante andare a spiattellare immediatamente tutto ai genitori, pur sapendo benissimo che il ragazzino/a aveva scelto di non dirlo subito ai genitori, e che si era fidato dell'insegnante stesso?

Scusate, ma io allibisco sul serio!

A meno che non si stia parlando di segnalazioni sospette di situazioni pericolose, di molestie, abusi, bullismo, ricatti, disturbi psicologici, dipendenze, o altra roba grave... pensate davvero che qualunque confidenza privata, anche la più innocua, debba essere immediatamente riferita ai genitori, dando al ragazzino l'esempio evidente che non ci si può fidare di nessuno e che non si può muovere un passo autonomo senza essere immediatamente schedati e irreggimentati? ANCHE per questioni totalmente innocue, che i ragazzi dovrebbero essere incoraggiati a risolvere civilmente tra di loro?

Boh, giuro che non capisco.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 12:11 am

Precario,ascolta un cretino come me:occhio!muoviti con estrema cautela.delega a profili professionali più adatti..un alunna che vuol confidarsi con te per cazzate giovanili,è una bomba al plastico con detonatore innescato.la tua disponibilità e buon cuore potrebbero creare solo guai.parlo per esperienza di un collega di diritto, buono come il pane,che per una pacca sulla spalla ad una alunna in lacrime al bar della scuola fu trasformato in un mostro....
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 6:35 am

Felipeto ha scritto:
Precario,ascolta un cretino come me:occhio!muoviti con estrema cautela.delega a profili professionali più adatti..un alunna che vuol confidarsi con te per cazzate giovanili,è una bomba al plastico con detonatore innescato.la tua disponibilità e buon cuore potrebbero creare solo guai.parlo per esperienza di un collega di diritto, buono come il pane,che per una pacca sulla spalla ad una alunna in lacrime al bar della scuola fu trasformato in un mostro....

Lo so, purtroppo so che hai perfettamente ragione, ragione per la quale a metà mattina informo famiglia e coordinatrice.
La verità è che noi non possiamo svolgere un ruolo educativo, ma solo formativo e tutto il resto ci è precluso perchè siamo avvolti da un forte clima di sfiducia; chiuderò quindi oggi la questione, seppure con grandissima amarezza!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 8:16 am

No. Ovviamente nessuno sostiene che per ragioni innocue si debba spiattellare alla famiglia. Si diceva in generale e non credo nessuno abbia mai pensato si convocare per questioni risibili.
In generale non si tiene per sé la confidenza in particolare se la confidenza è innocente si rimanda al posto con una pacca sulla spalla
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1873
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 9:02 am

Boh... mi sembra che sia quelli a favore che quelli contrari alla "confessione" drammatizzino un po' troppo la faccenda.
Ascolta quello che ti hanno da dire, poi agisci da adulto, coerentemente con il tuo carattere e la tua condotta in classe: se la cosa è, come presumo, di scarsa importanza, limitati a dare qualche buon consiglio e al limite, se c'è un bisticcio, prova a ricomporlo.
Se la cosa è invece grave sarai tu a stabilire se e come intervenire, chi informare e chi non informare.
E' vero che la figura del docente è già carica di responsabilità, ma vivere con terrore una possibile confidenza mi pare un po' eccessivo.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 9:15 am

Ho informato la famiglia, penso che loro potranno capire cosa c'è che non va in questo periodo cercando di capire se il malessere è la spia di altro; ho trovato molta disponibilità e credo che agiranno con tatto.
Grazie a tutti dei consigli!!!
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 11:31 am

condivido quanto detto da paniscus. E trovo assurdo decidere a priori quale comportamento tenere nel caso il ragazzo ti facesse una confidenza. Coinvolgere immediatamente la famiglia, il consiglio di classe, il dirigente, il presidente della repubblica, il papa? mettiamoci anche l'onu va. se un minorenne viene da te, da te, non da un altro professore, proprio da te è perché in te intravede, suppone, intuisce, sente, percepisce, crede, spera di trovare ascolto, comprensione, accoglimento, consiglio, aiuto. sei grande, hai esperienza, sei il suo professore, sei una figura di riferimento, in te in quel momento ha fiducia, si fida di te, si apre con te. e tu cosa fai? deleghi immediatamente alla famiglia il problema? tradisci la sua confidenza, coinvolgi subito mamma e papà, colleghi vari, il dirigente?  sei TU insegnante che dovresti avere la  capacità di valutare la gravità del problema, accogliere, contenere "il segreto" senza condividerne subito "il peso" con gli altri. e di fronte a segreti importanti devi avere una sensibilità ancora maggiore e valutare come comportarti. il che non significa assumerti incarichi non tuoi e fare l'assistente sociale, lo psicologo, ma valutare con grandissima attenzione e sensibilità come agire per il bene supremo del ragazzo e parlarne subito con i genitori è spesso la decisione più sbagliata. se ti arriva unna quindicenne che ti confessa che ha paura di essere incinta chiami subito sua madre? per par condicio anche il quindicenne ha paura di aver messo incinta la ragazza, chiami suo padre? vai caro, lavora in un professionale, di adolescenti disperati senza riferimenti ne trovi a iosa. non si confidano con i genitori, lo fanno con un insegnante e lo scelgono con cura stanne certo. e spesso non ti chiedono 'prof posso parlarle?" ma ti si parano davanti e ti vomitano addosso il peso che non riescono più a contenere e che volente o nolente diventa tuo perché non puoi fingere che la cosa non sia stata detta, ora la sai. allora sì che devi agire in sinergia con altri ma dovrai essere tu a valutare se parlarne nel consiglio di classe o solo al dirigente per poi avvisare i genitori e come farlo. avrei da portarti un sacco di esempi personali ma la farei troppo lunga. ergo... ciao
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 1:26 pm

boston ha scritto:
se ti arriva unna quindicenne che ti confessa che ha paura di essere incinta chiami subito sua madre? per par condicio anche il quindicenne ha paura di aver messo incinta la ragazza, chiami suo padre?

Alla ragazza che confida di "aver paura di essere incinta" (come pure al maschio che "ha paura che la propria ragazza sia rimasta incinta") l'UNICA cosa che si possa rispondere è quella di fare al più presto un TEST di gravidanza affidabile. Poi, e solo POI, a seconda che sia incinta davvero o no, si ragiona su come procedere, e ovviamente le strategie da valuitare saranno diversissime nei due casi.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Mar Ott 27, 2015 1:37 pm

Invece di insegnare italiano,mate,chimica, diritto ora dovremmo seguire e partecipare all iter psicologico che segue una ragazzina incinta? Signori miei,ma AVETE MAI LETTO IL VOSTRO CONTRATTO COSA PREVEDE?ma robe da pazzi..pure lo psicologo del consultorio devo fare
Tornare in alto Andare in basso
 
Ricerca di un confidente.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 7Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Alla ricerca delle coccole perdute
» ricerca di gravidanza
» Supplenza fino a fine anno e assegno di ricerca
» Genesi delle leggi e influenze culturali
» 5 PER MILLE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: