Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ricerca di un confidente.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Ricerca di un confidente.   Lun Ott 26, 2015 9:09 pm

Promemoria primo messaggio :

Buonasera,
vi chiedo un parere. Qualora doveste trovarvi di fronte a un alunno/a che evidentemente ha fiducia nella vostra figura di adulto e cerca una consolazione per i suoi problemi personali, come vi comportereste? Da curricolare non mi era mai capitato (da sostegno naturalmente sì) e chiedo quindi lumi.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 8:58 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Un essere umano, in qualità di animale più intelligente del pianeta, con la sua sensibilità, con la sua socialità, con la sua nobiltà, quando commette un crimine particolarmente grave offende la sua natura umana, la rinnega; chi sono io per trattare da essere umano un bipede antropomorfo che non si considera (con le sue azioni) un essere umano ? Abbia ciò che vuole !



E quale sarebbe il principio in base al quale l'intelligenza non si sposerebbe con la gravità delle azioni commesse?
I criminali sono tutti stupidi?
Gli onesti tutti intelligenti?
La natura umana è edificante per principio? Tende per sua natura al bene?

Questo sillogismo si basa su premesse inconsistenti e contraddittorie.

Semmai, direi, il sistema di colpe e pene è un sistema necessario per tutti, e nostro malgrado, necessario a porre un freno alla bestialità connaturata alla natura umana: senza la legge ci sarebbe la legge del più forte.

La pena, che tenta di strappare l'uomo-bestia alla sua natura-bestia non può che essere allora commisurata, limitata nel tempo, lontana dalla legge del più forte che cerca di negare. Se si mettesse a mimarla raddoppierebbe detta bestialità e soprattutto non servirebbe a niente.
Trattare da essere umano qualcuno potrebbe invece anche voler dire gettargli un pezzo di carne cruda o farlo sbranare dai suoi simili, proprio come col bipede antropomorfo, che è la stessa cosa
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 9:13 pm

Tanto si gira intorno sempre ad una stessa verità: dalle mie parti si dice "sono tutti froci,con il culo degli altri" che tradotto metaforicamente indica IN QUESTO CASO colui che comprende le difficoltà dell assassino,la crudeltà della galera,la necessità della rieducazione, FINO A QUANDO ,E NON LO AUGURO A NESSUNO ,non gli ammazzano il figlio o la figlia,o un ubriaco non gli centra la panda della moglie con il SUV
.con la propria pelle ed emozioni saremmo tutti diversi... cmq è vero..in ITALia non c e l pena di morte e l assassino non si accanisce come se fosse senza speranze nel caso venisse preso..esempio lampante è a ANGElo IZZO..in Texas avrebbe fritto sulla sedia elettrica ,da noi ,più umani,è uscito per "reinserirsi" strangolando e uccidendo una mamma con la figlia quattordicenne, dopo aver ucciso 30 anni prima una ragazza e distrutto la vita di un altra..GUARDATE IN VISO LA SOFFERENZA DELLE VITTIME,COMODI PALADINI DA SALOTTO DELLA LOTTA CONTRO LA PENA DI MORTE..
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 9:33 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Un essere umano, in qualità di animale più intelligente del pianeta, con la sua sensibilità, con la sua socialità, con la sua nobiltà, quando commette un crimine particolarmente grave offende la sua natura umana, la rinnega; chi sono io per trattare da essere umano un bipede antropomorfo che non si considera (con le sue azioni) un essere umano ? Abbia ciò che vuole !



E quale sarebbe il principio in base al quale l'intelligenza non si sposerebbe con la gravità delle azioni commesse?
I criminali sono tutti stupidi?
Gli onesti tutti intelligenti?
La natura umana è edificante per principio? Tende per sua natura al bene?

Questo sillogismo si basa su premesse inconsistenti e contraddittorie.


Semmai, direi, il sistema di colpe e pene è un sistema necessario per tutti, e nostro malgrado, necessario a porre un freno alla bestialità connaturata alla natura umana: senza la legge ci sarebbe la legge del più forte.

La pena, che tenta di strappare l'uomo-bestia alla sua natura-bestia non può che essere allora commisurata, limitata nel tempo, lontana dalla legge del più forte che cerca di negare. Se si mettesse a mimarla raddoppierebbe detta bestialità e soprattutto non servirebbe a niente.
Trattare da essere umano qualcuno potrebbe invece anche voler dire gettargli un pezzo di carne cruda o farlo sbranare dai suoi simili, proprio come col bipede antropomorfo, che è la stessa cosa

Lucetta, non credo che Avido intenda affermare che tutti i criminali siano stupidi, ha parlato invece di disumanità e perciò penso si riferisca alla accezione classica del termine "essere umano" inteso come colui che sia animato da sentimenti umani positivi quali comprensione, amore, perdono e spirito di solidarietà verso il prossimo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 9:45 pm

per Felipeto:

questa manfrina del "sono certo di sapere meglio di te che cambieresti sicuramente idea se la faccenda ti toccasse di persona" la trovo uno degli espedienti retorici più aberranti, più mistificanti e più offensivi dell'intero universo dialettico del linguaggio umano.

Perché implica la pretesa arrogante di NON PRENDERE SUL SERIO le motivazioni dell'interlocutore, e nemmeno la sua intelligenza.

Che ti piaccia o no, io certe posizioni su questioni di principio importanti della vita sociale e civile NON ME LE FACCIO sulla base delle mie personali bufere emotive, o del tornaconto personale mio, o tantomeno di quanto mi ha fatto impressione un servizio telegiornalistico splatter, ma me le faccio sulla base di ragionamenti più lucidi e più imparziali possibili.

Poi, certo, non escludo che gli esiti di alcuni miei ragionamenti possano anche essere sbagliati, ma sempre ragionamenti sono, e NON esplosioni di isterismo sentimentale che cambiano da un giorno all'altro a seconda di cosa è capitato personalmente a me o a un mio parente o a un mio amico.

Per cui, vergognati di un tentativo di manipolazione così squallido, e limitati a parlare per te stesso, e non a nome mio o a nome altrui.

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 9:49 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Un essere umano, in qualità di animale più intelligente del pianeta, con la sua sensibilità, con la sua socialità, con la sua nobiltà, quando commette un crimine particolarmente grave offende la sua natura umana, la rinnega; chi sono io per trattare da essere umano un bipede antropomorfo che non si considera (con le sue azioni) un essere umano ? Abbia ciò che vuole !



E quale sarebbe il principio in base al quale l'intelligenza non si sposerebbe con la gravità delle azioni commesse?
I criminali sono tutti stupidi?
Gli onesti tutti intelligenti?
La natura umana è edificante per principio? Tende per sua natura al bene?

Questo sillogismo si basa su premesse inconsistenti e contraddittorie.

Hai nuovamente fame; ma ti devo saziare sempre io ?

Gli esseri umani sono esseri viventi sociali, sono intelligenti certo, ma da soli non sono in grado di far fronte a tutte le difficoltà della vita.
La socialità necessita di regole e di predisposizione all'empatia, la seconda è necessaria per condividere le prime; le prime sono necessarie per costringere i consociati a non sfruttare l'empatia altrui (teoria dei giochi).
La superiorità (autoreferenziale) degli esseri umani è quindi legata alla capacità di intessere "sane" relazioni sociali, senza le quali la razza umana non avrebbe il successo che ha; chi si pone al di fuori di questo schema si pone al di fuori della natura umana e quindi non c'è motivo di considerarlo umano.

Se non sei d'accordo e ritieni che essere umani è una cosa che non può cessare semplicemente ponendosi fuori dalle più importanti regole sociali, allora ti prego, spiegami cosa significa essere umani; come si distingue un essere umano da un'altra scimmia antropomorfa ? Dai peli ? Sono i peli a renderci speciali ?

Se sparo in testa ad un gorilla con le ultime leggi è probabile che mi facciano fare un paio d'anni di galera ma certamente non 30, se il gorilla fosse glabro ? Se tenesse la schiena dritta ? Cosa rende umani gli umani ?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 9:53 pm

Felipeto ha scritto:
Tanto si gira intorno sempre ad una stessa verità: dalle mie parti si dice "sono tutti froci,con il culo degli altri" che tradotto metaforicamente indica IN QUESTO CASO colui che comprende le difficoltà dell assassino,la crudeltà della galera,la necessità della rieducazione, FINO A QUANDO ,E NON LO AUGURO A NESSUNO ,non gli ammazzano il figlio o la figlia,o un ubriaco non gli centra la panda della moglie con il SUV
.con la propria pelle ed emozioni saremmo tutti diversi...             cmq è vero..in ITALia non c e l pena di morte e l assassino non si accanisce come se fosse senza speranze nel caso venisse preso..esempio lampante è a ANGElo IZZO..in Texas avrebbe fritto sulla sedia elettrica ,da noi ,più umani,è uscito per "reinserirsi" strangolando e uccidendo una mamma con la figlia quattordicenne, dopo aver ucciso 30 anni prima una ragazza e distrutto la vita di un altra..GUARDATE IN VISO LA SOFFERENZA DELLE VITTIME,COMODI PALADINI DA SALOTTO DELLA LOTTA CONTRO LA PENA DI MORTE..

Cosa proponi allora, forse l'applicazione della  legge del taglione?
Pensa che perfino i barbari abbandonarono quella concezione tribale del diritto quando furono illuminati dal grado di civiltà raggiunto dal diritto romano, pur non essendo questi ultimi contrari, in linea generale, alla pena di morte.
Non è infatti concepibile che uno Stato commisuri l'entità della pena all'intensità del dolore dei parenti della vittima del reato,l'ordinamento giuridico abdicherebbe ad una sua  funzione essenziale che si concretizza nell'essere un insieme di regole dirette a garantire la pacifica convivenza dei cittadini sostituendosi ad essi nell'esercizio della giustizia, piuttosto che scegliere di lasciarli in balia della vendetta privata.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:01 pm

Anzi, mi risulta che l'unica applicazione ancora attuale della "legalizzazione della vendetta privata", ossia del lasciar decidere sovranamente ai familiari della vittima se l'assassino debba essere ucciso o no, esista solo in paesi a regime islamico integralista (cioè, NON nei "paesi musulmani" in generale, ma solo in alcuni paesi in cui vige la legge islamica anche come codice civile e penale), che dalle nostre parti vengono comprensibilmente denigrati e disapprovati da tutti.

Lanciamola come slogan coerente:"Sei a favore della pena di morte come risarcimento morale per i parenti della vittima? Trasferisciti in Iran!"
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:20 pm

Altro slogan: "sei angelo Izzo, kabobo,Giancarlo stevanin, franzoni?rimani in italia!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:24 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Anzi, mi risulta che l'unica applicazione ancora attuale della "legalizzazione della vendetta privata", ossia del lasciar decidere sovranamente ai familiari della vittima se l'assassino debba essere ucciso o no, esista solo in paesi a regime islamico integralista (cioè, NON nei "paesi musulmani" in generale, ma solo in alcuni paesi in cui vige la legge islamica anche come codice civile e penale), che dalle nostre parti vengono comprensibilmente denigrati e disapprovati da tutti.

Lanciamola come slogan coerente:"Sei a favore della pena di morte come risarcimento morale per i parenti della vittima? Trasferisciti in Iran!"

Quoto tutto, compreso lo slogan particolarmente efficace!

Brava Paniscus!

O.T. Non riesco a credere che un giorno sarei arrivata persino al punto di elogiarti... penso davvero che il mio cervello stia cominciando a perdere colpi...
Scusami...naturalmente sto scherzando!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:32 pm

Alla sfilata del buonismo politically correct ovviamente sono tutti amici ed abbracciati..
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:48 pm

Giuro che in 45 anni di vita e in più di 20 di comunicazione su internet, è la prima volta che qualcuno mi dà di "buonista".

Normalmente è l'esatto contrario, ossia vengo accusata di essere una fanatica intransigente senza cuore che si fa guidare solo dal razionalismo più freddo e cinico, e che non ha pietà per nessuno e che non sa cosa siano i sentimenti.

Come diceva l'ottimo Walter Aprile, uno dei miei storici compagni di proto-forum su quella che era la rete telematica più di 20 anni fa..."se mi danno contemporaneamente di fascista e di comunista, ci sono ottime probabilità che abbia ragione io".      : -)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 10:52 pm

Felipeto ha scritto:
Altro slogan: "sei angelo Izzo, kabobo,Giancarlo stevanin, franzoni?rimani in italia!

Detto francamente, mi piacerebbe avere come te tutte queste certezze e sicurezze in tasca per poter dormire beatamente sapendo che un essere umano potrebbe essere tolto irrimediabilmente e per sempre dalla faccia della terra,qualora, seppure ipoteticamente, fossi io quella investita della relativa funzione giurisdizionale, ma sono invece piena di dubbi e di incertezze che finirebbero per paralizzare l'esercizio stesso dell'attività d'accertamento della verità in sede processuale, soprattutto se l'alternativa fosse posta nei soli termini di comminare o meno la pena di morte, perché è chiaro che, se fosse provata la fattispecie astratta prevista dalla norma, al giudice non rimarrebbe altra strada che l'applicazione della sanzione ad essa collegata.
E ti assicuro che la maggior parte dei giudici che conosco avrebbe i miei stessi problemi di coscienza.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Dom Nov 01, 2015 11:08 pm

Felipeto ha scritto:
Altro slogan: "sei angelo Izzo, kabobo,Giancarlo stevanin, franzoni?rimani in italia!

E certo, perché secondo te una persona che è rimasta vittima di un crimine o di una plateale ingiustizia, lo sanno tutti che Italia non ha possibilità di ottenere giustizia e risarcimento... mentre in Nigeria, in Pakistan, in Malesia, in Bangladesh, in Guyana o in Somalia, in quei paesi invece sì!

Ad esempio, notoriamente, le donne vittime di violenze domestiche o di molestie sessuali sono MOLTO più al sicuro in Nigeria che in Italia, perché da quelle parti sì che c'è la giustizia vera, per non parlare degli operai vittime di infortuni sul lavoro, o dei bambini sfruttati...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 12:04 pm

Citazione :
Ad esempio, notoriamente, le donne vittime di violenze domestiche o di molestie sessuali sono MOLTO più al sicuro in Nigeria che in Italia, perché da quelle parti sì che c'è la giustizia vera, per non parlare degli operai vittime di infortuni sul lavoro, o dei bambini sfruttati...

che siano Molto più al sicuro in Nigeria, direi di no.

Che siano al sicuro in Italia, ti assicuro di no e se lo sono non è certamente grazie alla giustizia vera italiana.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 12:15 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Un essere umano, in qualità di animale più intelligente del pianeta, con la sua sensibilità, con la sua socialità, con la sua nobiltà, quando commette un crimine particolarmente grave offende la sua natura umana, la rinnega; chi sono io per trattare da essere umano un bipede antropomorfo che non si considera (con le sue azioni) un essere umano ? Abbia ciò che vuole !



E quale sarebbe il principio in base al quale l'intelligenza non si sposerebbe con la gravità delle azioni commesse?
I criminali sono tutti stupidi?
Gli onesti tutti intelligenti?
La natura umana è edificante per principio? Tende per sua natura al bene?

Questo sillogismo si basa su premesse inconsistenti e contraddittorie.


Semmai, direi, il sistema di colpe e pene è un sistema necessario per tutti, e nostro malgrado, necessario a porre un freno alla bestialità connaturata alla natura umana: senza la legge ci sarebbe la legge del più forte.

La pena, che tenta di strappare l'uomo-bestia alla sua natura-bestia non può che essere allora commisurata, limitata nel tempo, lontana dalla legge del più forte che cerca di negare. Se si mettesse a mimarla raddoppierebbe detta bestialità e soprattutto non servirebbe a niente.
Trattare da essere umano qualcuno potrebbe invece anche voler dire gettargli un pezzo di carne cruda o farlo sbranare dai suoi simili, proprio come col bipede antropomorfo, che è la stessa cosa

Lucetta, non credo che Avido intenda affermare che tutti i criminali siano stupidi, ha parlato invece di disumanità e perciò penso si riferisca alla accezione classica del termine "essere umano" inteso come colui che sia animato  da sentimenti umani positivi quali comprensione, amore, perdono e spirito di solidarietà verso il prossimo.


E io ho detto un'altra cosa? mi pareva di aver parafrasato, ovvero riusato gli stessi termini.
Grazie comunque per questa non richiesta opera di mediazione
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 12:22 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Un essere umano, in qualità di animale più intelligente del pianeta, con la sua sensibilità, con la sua socialità, con la sua nobiltà, quando commette un crimine particolarmente grave offende la sua natura umana, la rinnega; chi sono io per trattare da essere umano un bipede antropomorfo che non si considera (con le sue azioni) un essere umano ? Abbia ciò che vuole !



E quale sarebbe il principio in base al quale l'intelligenza non si sposerebbe con la gravità delle azioni commesse?
I criminali sono tutti stupidi?
Gli onesti tutti intelligenti?
La natura umana è edificante per principio? Tende per sua natura al bene?

Questo sillogismo si basa su premesse inconsistenti e contraddittorie.

Hai nuovamente fame; ma ti devo saziare sempre io ?

Gli esseri umani sono esseri viventi sociali, sono intelligenti certo, ma da soli non sono in grado di far fronte a tutte le difficoltà della vita.
La socialità necessita di regole e di predisposizione all'empatia, la seconda è necessaria per condividere le prime; le prime sono necessarie per costringere i consociati a non sfruttare l'empatia altrui (teoria dei giochi).
La superiorità (autoreferenziale) degli esseri umani è quindi legata alla capacità di intessere "sane" relazioni sociali, senza le quali la razza umana non avrebbe il successo che ha; chi si pone al di fuori di questo schema si pone al di fuori della natura umana e quindi non c'è motivo di considerarlo umano.

Se non sei d'accordo e ritieni che essere umani è una cosa che non può cessare semplicemente ponendosi fuori dalle più importanti regole sociali, allora ti prego, spiegami cosa significa essere umani; come si distingue un essere umano da un'altra scimmia antropomorfa ? Dai peli ? Sono i peli a renderci speciali ?

Se sparo in testa ad un gorilla con le ultime leggi è probabile che mi facciano fare un paio d'anni di galera ma certamente non 30, se il gorilla fosse glabro ? Se tenesse la schiena dritta ? Cosa rende umani gli umani ?



E infatti per intessere sane relazioni l'essere umano, votato al branco (in cui prevale il più forte) e non alla società regolata (in cui si tutelano gli interessi del più debole), sceglie di delegare a un'autorità la repressione della sua (preponderante) natura animale, superando il taglione (che gli sarebbe connaturato, come dimostrano periodici sfoghi come quelli che leggiamo qui) in favore del sistema di regole non mimentico di quelle del brando.

In buona sostanza quelli che continuano a ingenerare noia nei membri educati della razza umana con la continua richiesta di forca (sempre con gli stessi ripetitivi argomenti e agitando lo spettro del crimine), non rappresentano altro che il naturale rigurgito di "bipede antropomorfo" che chiede di soddisfare la sua natura con il solito lavacro di sangue, la quota naturale di bestialità che ci ricorda da dove veniamo e dove potremmo tornare.
Tutto il resto: froci, culi e necessità varie sono inutili chiacchiere sentite mille volte
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 12:46 pm

lucetta10 ha scritto:
In buona sostanza quelli che continuano a ingenerare noia nei membri educati della razza umana con la continua richiesta di forca (sempre con gli stessi ripetitivi argomenti e agitando lo spettro del crimine), non rappresentano altro che il naturale rigurgito di "bipede antropomorfo" che chiede di soddisfare la sua natura con il solito lavacro di sangue, la quota naturale di bestialità che ci ricorda da dove veniamo e dove potremmo tornare.
Dunque vediamo se ho capito: il naturale sono io e tu sei contro natura (soprannaturale).

Non ti ucciderò per questo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 12:49 pm

lucetta10 ha scritto:
Grazie comunque per questa non richiesta opera di mediazione
Te lo traduco: francesca fatti i cazzi tuoi; questo non è un forum aperto a tutti, è uno scannatoio, la nostra è una questione personale, gli argomenti di cui discutiamo sono secondari rispetto allo scopo vero che è "darci addosso".
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 2:53 pm

Ricordo ai gentili colleghi che,in Italia, dichiarazioni di un magistrato e dati statistici alla mano,la MAGGIOR PARTE delle denunce di violenza da parte delle donne sono FALSE e si ribaltano spesso in diffamazione.è noti che le denunce di stalking e violenza sono spesso usate come arma da parte di donne di merda per allontanare il marito dai figli
.evitiamo la solita tiritera ...grazie
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 2:57 pm

Molto Ot

Il fatto è che quello che esce dalla MAGGIOR PARTE si tratta di donne di cui spesso, troppo spesso, si sente dire
"aveva denunciato, chiesto protezione ma nessuno aveva fatto nulla. La cerimonia funebre è stata celebrata alla presenza di centinaia di persone"

/Ot
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 3:35 pm

Ire,io ti citato un andamento STATISTICO elaborato da alcuni magistrati esperti di diritto di famiglia..non di cosa dirti..
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 5:24 pm

Felipeto ha scritto:
Ire,io ti citato un andamento STATISTICO elaborato da alcuni magistrati esperti di diritto di famiglia..non di cosa dirti..

Felpeto, una cosa è ciò che accade nella vita reale, un'altra è quello che può essere provato nelle aule di un tribunale, e questo, per una serie infinita di ragioni che non ti voglio annoiare ad elencare.
Ti basti pensare solo ai comportamenti che si concretizzino in  minacce,  insulti e  percosse che senza il supporto di fondate prove testimoniali si potrebbero ritorcere appunto contro la vittima delle stesse con l'accusa appunto di calunnia o diffamazione.
Poi, certo, c'è anche il caso da te descritto, di gentaglia che inventa tutto di sana pianta e magari costruisce ad hoc, con la complicità di amici e parenti, un quadro probatorio che viene a recitare in udienza, ma credimi se ti dico, per esperienza professionale, che si tratta di una ristretta minoranza, perché difficilmente le persone si fanno coinvolgere in situazioni che potrebbero presentare anche per loro conseguenze penali come il fatto di dover rispondere del reato di  falsa testimonianza.
Allora, in conclusione, l'epilogo della vicenda potrebbe essere lo stesso per la vittima,  sia nel caso in cui non riesca a provare quello che è accaduto, sia nel caso in cui si scopra che abbia strumentalizzato la situazione per raggiungere i suoi biechi scopi,anche se il primo caso si realizza molto più frequentemente, ed è per questo che statisticamente quel risultato credo sia abbastanza realistico.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 6:06 pm

OT on

Concordo, Francesca.

Hai centrato in pieno il punto esattamente come lo centra chi parla con cognizione di causa perchè assiste clienti in difesa o perchè è vittima e sa cosa significa "aula di tribunale" e sa cosa significa arrivarci, all'aula di tribunale.

hai centrato il punto:  vita reale e aula di tribunale quasi non hanno nulla a che vedere l'una con l'altra. Entri in quell'edificio e trovi che il  mondo gira quasi sempre in modo diverso rispettoa come sei abituato tu. Entri in quell'edificio e troppe volte puoi dirti fortunato se non vai in galera perchè sei stato menato.

le statistiche in questo ambiente vanno prese molto con le molle perchè si rischia davvero che avesse ragione Trilussa.

ot off
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 7:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Grazie comunque per questa non richiesta opera di mediazione
Te lo traduco: francesca fatti i cazzi tuoi; questo non è un forum aperto a tutti, è uno scannatoio, la nostra è una questione personale, gli argomenti di cui discutiamo sono secondari rispetto allo scopo vero che è "darci addosso".


addirittura: ti avverto che sono sposata, e sono veramente in disaccordo con te MOLTO spesso, non sempre tra l'altro...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ricerca di un confidente.   Lun Nov 02, 2015 7:25 pm

Felipeto ha scritto:
Ricordo ai gentili colleghi che,in Italia, dichiarazioni di un magistrato e dati statistici alla mano,la MAGGIOR PARTE delle denunce di violenza da parte delle donne sono FALSE e si ribaltano spesso in diffamazione.è noti che le denunce di stalking e violenza sono spesso usate come arma da parte di donne di merda per allontanare il marito dai figli
.evitiamo la solita tiritera ...grazie



Circoscrivere alla mano, altrimenti tacere.
Perché mio cugino dice che gli ha detto un collega cancelliere di Forlì che non è vero.
grazie
Tornare in alto Andare in basso
 
Ricerca di un confidente.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Alla ricerca delle coccole perdute
» ricerca di gravidanza
» Supplenza fino a fine anno e assegno di ricerca
» Genesi delle leggi e influenze culturali
» 5 PER MILLE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: