Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Dom Nov 01, 2015 10:44 pm

Promemoria primo messaggio :

Ho due orea settimana di Filosofia, 30 studenti e ora inizio il giro orale, avendo già 2 voti scritti. Ebbene, facendo il calcolo mi risulta una perdita di ore straordinario. Se tengo un buon ritmo (4 al giorno) mi ci vorranno 8 lezioni, quindi un intero mese di programmazione. Voi come ovviate a questo?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 1:47 pm

precario.acciaio ha scritto:
mac67 ha scritto:
Verifiche ogni giorno sulla lezione precedente: in 15, massimo 20 minuti te la cavi. Serve anche da spiegazione a chi era assente.

Dici sul serio o scherzi? Sarebbe ottimo come approccio...

Io personalmente trovo davvero inopportuno, alle superiori, e in particolare al triennio, ridurre le interrogazioni alla "verifica sulla lezione del giorno prima". Già penso che le interrogazioni servano a poco, ma così non servono veramente a niente. Io interrogo per capire se lo studente ha assimilato i concetti importanti (che sono stati presentati complessivamente nell'arco di parecchi giorni o settimane), e se li ha elaborati in maniera tale da saperli usare... di sicuro non lo interrogo per controllare se ha fatto i compitini a casa del giorno precedente.

L.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 2:02 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
mac67 ha scritto:
Verifiche ogni giorno sulla lezione precedente: in 15, massimo 20 minuti te la cavi. Serve anche da spiegazione a chi era assente.

Dici sul serio o scherzi? Sarebbe ottimo come approccio...

Io personalmente trovo davvero inopportuno, alle superiori, e in particolare al triennio, ridurre le interrogazioni alla "verifica sulla lezione del giorno prima". Già penso che le interrogazioni servano a poco, ma così non servono veramente a niente. Io interrogo per capire se lo studente ha assimilato i concetti importanti (che sono stati presentati complessivamente nell'arco di parecchi giorni o settimane), e se li ha elaborati in maniera tale da saperli usare... di sicuro non lo interrogo per controllare se ha fatto i compitini a casa del giorno precedente.

L.

In linea di principi sarei d'accordo, ma nella pratica ho finito per abbandonare le interrogazioni vecchio stampo, per questioni di tempo. Tra assemblee, uscite, proteste, incontri, il tempo-scuola si riduce ai minimi termini, gli alunni studiano il minimo e all'ultimo momento. Naturalmente, se non avessi le mie 5-6 verifiche scritte annuali, mi regolerei in altro modo.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 8:12 pm

chicca70 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Se non ricordo male,  ai nostri tempi le ore di storia e filosofia erano più numerose rispetto a quelle attuali e la mia classe era inferiore ai 20 studenti. Questo rende comprensibile come la mia insegnante facesse solo interrogazioni.
Attualmente io faccio in storia due scritti ed una interrogazione a quadrimestre,  chiamando uno-due studenti ad ogni lezione. Così li obbligo a studiare giorno per giorno e il loro livello di attenzione durante la spiegazione è molto maggiore in quanto la lezione dura 30 minuti e non un'ora intera.

Su Storia il tuo mi sembra un ottimo approccio, tuttavia non lo adotto in quanto il primo che interroghi ha molto meno materiale di quelli a seguire. Come ovvii a questo inconveniente?

Nel giro del secondo quadrimestre li chiamo in ordine inverso (più o meno). Inoltre chi è chiamato tra i primi è svantaggiato per due motivi: non ha ascoltato le interrogazioni precedenti ed inoltre non si aspetta di essere chiamato. Di solito,  quando si inizia,  il pensiero della maggior parte degli studenti è "su 27 vuoi che chiami proprio me?". Per questo motivo i primi interrogati vanno solitamente peggio degli ultimi anche se viene loro richiesto meno materiale.

Vero anche questo; tuttavia alla fine non tutti hanno svolto tutto il programma, a meno che tu non faccia uno scritto finale che mette tutto a posto...
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 8:57 pm

Devo dire che la mia esperienza da studentessa, per quel che concerneva storia e filosofia, è stata molto simile a quella descritta da Laura 70 e Giancarlo.
Si consideri però che in classe eravamo in media 17 compreso il docente, e che avevamo un professore davvero illuminato, un vero e proprio talento dell'insegnamento, che spiegava in maniera chiara ed esaustiva, e teneva enormemente al fatto che non approfondissimo su altri testi, se non dietro la sua espressa guida, temendo il fatto che soprattutto in filosofia, impostazioni diverse dell'ideologia dell'autore, potessero disorientarci nell'apprendimento, senza la sua supervisione.
Inoltre interrogava quasi ad ogni lezione, ed in maniera programmata, senza però averlo mai esplicitato, si trattava di una sua prassi che dovevamo intuire da sole.
Ma tra i suoi comportamenti più geniali c'era quello di procedere all'interrogazione successiva nel caso in cui chi dovesse essere interrogata in un determinato giorno, avesse fatto assenza per non dover sostenere la verifica.
L'effetto era quello di mettere difronte alle sue responsabilità colei che si era deliberatamente sottratta all'interrogazione davanti al resto della classe, e soprattutto nei confronti della malcapitata che aveva dovuto sostenere l'interrogazione al suo posto,non avendo pianificato adeguatamente la verifica, e che naturalmente al ritorno in classe dell'assente,  non mancava di rimproverarla per il suo comportamento poco leale e corretto, supportata in questo dal resto della classe.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1602
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 9:26 pm



Nel giro del secondo quadrimestre li chiamo in ordine inverso (più o meno). Inoltre chi è chiamato tra i primi è svantaggiato per due motivi: non ha ascoltato le interrogazioni precedenti ed inoltre non si aspetta di essere chiamato. Di solito,  quando si inizia,  il pensiero della maggior parte degli studenti è "su 27 vuoi che chiami proprio me?". Per questo motivo i primi interrogati vanno solitamente peggio degli ultimi anche se viene loro richiesto meno materiale. [/quote]

Vero anche questo; tuttavia alla fine non tutti hanno svolto tutto il programma, a meno che tu non faccia uno scritto finale che mette tutto a posto...[/quote]

Tutti gli scritti sono "scritti finali" che pareggiano. La procedura è questa. All'inizio dell'anno spiego per 5 lezioni, poi comincio con le interrogazioni giorno per giorno ed interrogo circa mezza classe. Dopo due mesi faccio il primo scritto su tutto quanto spiegato fino a quel momento. Dopo il primo scritto ricomincio il ciclo: qualche lezione di sola spiegazione poi interrogazioni quotidiane fino al secondo scritto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6114
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.   Lun Nov 02, 2015 10:58 pm

Io non inizio MAI alcun giro di interrogazioni prima di aver fatto almeno un compito scritto e averlo riconsegnato con relativi voti.

Soltanto dopo il compito comincio a interrogare (tendenzialmente, a partire da chi ha sbagliato il compito, ma non sempre rigorosamente in ordine di risultato), chiedendo in maniera sparsa sia argomenti "vecchi" che "nuovi". Ovviamente, su chi aveva anche l'insufficienza allo scritto, insisto di più sugli argomenti che aveva sbagliato nel compito... mentre chi aveva lo scritto pienamente sufficiente, posso permettermi anche di lasciar correre e di valutarlo soprattutto sulle cose più recenti. Ma comunque, a tutti chiedo cose abbastanza generali, che riguardano anche argomenti considerati "vecchi", ma ancora indispensabili per comprendere quelli nuovi.

Ripeto, considero veramente inutile interrogare solo per controllare chi ha fatto i compiti a casa del giorno prima e chi no. Sarebbe comunque un voto NON SIGNIFICATIVO della reale preparazione complessiva dello studente, e quindi un'ulteriore perdita di tempo, ancora più grave di quella necessaria per le interrogazioni sommative vere...
Tornare in alto Andare in basso
 
30 studenti. Calcolo della perdita delle ore.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» sito americano per il calcolo della DPP da PMA (in inglese)
» perdita scure e attesa delle beta
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Armonia della Perfezione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: