Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 3:44 pm

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti e ben ritrovati. Avrei bisogno del vostro aiuto, questa volta come madre più che come docente. Sapete dirmi con certezza se esiste una legge, un regolamento ministeriale che obblighi lo studente (liceale, ma il problema si è posto anche alla secondaria di primo grado) a scrivere una brutta copia del tema in classe per esteso e del tutto simile alla bella, a parte cancellature e scarabocchi vari? Mi spiego meglio: lo studente è libero di usare la minuta, ad esempio per scrivere degli schemi, elaborare frasi particolarmente impegnative, annotare pensieri o concetti, per poi scrivere in modo armonioso e scorrevole in bella copia, oppure è obbligato a scrivere in brutta copia un testo del tutto identico a quello che scriverà in bella, al limite solo un po' più "pasticciato"?  Questa storia, con un figlio disprattico che non vuole essere certificato perché "ce la vuole fare con le sue forze", ci sta togliendo il sonno. Fa una fatica mostruosa a scrivere e aveva risolto brillantemente il problema scrivendo degli schemi o delle tracce in brutta e il testo scorrevole direttamente in bella. Premetto che non ha alcun problema cognitivo e che ha sempre avuto risultati scolastici eccellenti, anche nelle verifiche scritte. Il suo è solo un problema neuromuscolare e mi sembra impossibile che debba passare l'inferno per questo motivo. Prima di decidermi a farlo certificare, vorrei provare un'ultima volta a far valere il suo diritto di usare la minuta come meglio crede, ma non sono sicura che tale diritto, a termine di legge, esista. A mio parere il fatto che la brutta copia sia documento didattico non significa necessariamente che debba essere la fotocopia identica della bella, mi sembra anzi surreale anche solo stare a pormi il problema, ma non ne sono sicura.
Grazie a chiunque mi darà una mano a chiarire questo dubbio.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:27 pm

Il tema si insegna, anche se ancora molti lo confondono con il getto continuo del genio letterario.
Esistono quindi tecniche di pianificazione e stesura del testo, che gli insegnanti di lettere si sobbarcano di insegnare a studenti sempre più recalcitranti e refrattari alla comunicazione scritta.
Insegnare a stendere una minuta è una di quelle tecniche, tanto quanto insegnare a redigere una mappa concettuale o uno schema.
La capacità di elaborazione scritta immediata non è quella che si richiede in un tema, dove la coerenza è fondamentale: non siamo a una gara di ottave poetiche all'improvviso, ma in classe, a "progettare" prima di scrivere.
Per poter correggere errori nella redazione del testo c'è bisogno di verificare l'officina della scrittura. Va da sé quindi che, se si insegna l'importanza della minuta, si valuti coerentemente anche la minuta. Se non la si reputa importante e si insegna a farne a meno non la si valuterà. Questo, salvo che ci sia un PDP che dice diversamente e permette a un singolo ragazzo di fare diversamente.
Cercare una LEGGE che parli di brutta copia del tema di italiano la prendo per una barzelletta e sinceramente non mi piace che chi cerca (legittimamente) di non certificare un disturbo che darebbe diritto a strumenti compensativi, cerchi poi la norma scritta che tuteli da una pratica didattica vecchia come il cucco, almeno quanto il tema.
L'unica soluzione è investire il docente della questione, mettendo però in conto che il docente, che lavora sul tema dando importanza alla fase progettuale e quindi alla minuta, possa, in assenza di certificazione e in coerenza con il suo lavoro sull'elaborato scritto, ritenere la cosa controproducente da un punto di vista didattico e negare quindi l'assenso, considerando la richiesta alla stregua di quella di poter dare il risultato del problema di geometria astenendosi dal procedimento
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:36 pm

lucetta10 ha scritto:
Il tema si insegna, anche se ancora molti lo confondono con il getto continuo del genio letterario.
Esistono quindi tecniche di pianificazione e stesura del testo, che gli insegnanti di lettere si sobbarcano di insegnare a studenti sempre più recalcitranti e refrattari alla comunicazione scritta.
Insegnare a stendere una minuta è una di quelle tecniche, tanto quanto insegnare a redigere una mappa concettuale o uno schema.
La capacità di elaborazione scritta immediata non è quella che si richiede in un tema, dove la coerenza è fondamentale: non siamo a una gara di ottave poetiche all'improvviso, ma in classe, a "progettare" prima di scrivere.
Per poter correggere errori nella redazione del testo c'è bisogno di verificare l'officina della scrittura. Va da sé quindi che, se si insegna l'importanza della minuta, si valuti coerentemente anche la minuta. Se non la si reputa importante e si insegna a farne a meno non la si valuterà. Questo, salvo che ci sia un PDP che dice diversamente e permette a un singolo ragazzo di fare diversamente.
Cercare una LEGGE che parli di brutta copia del tema di italiano la prendo per una barzelletta e sinceramente non mi piace che chi cerca (legittimamente) di non certificare un disturbo che darebbe diritto a strumenti compensativi, cerchi poi la norma scritta che tuteli da una pratica didattica vecchia come il cucco, almeno quanto il tema.
L'unica soluzione è investire il docente della questione, mettendo però in conto che il docente, che lavora sul tema dando importanza alla fase progettuale e quindi alla minuta, possa, in assenza di certificazione e in coerenza con il suo lavoro sull'elaborato scritto, ritenere la cosa controproducente da un punto di vista didattico e negare quindi l'assenso, considerando la richiesta alla stregua di quella di poter dare il risultato del problema di geometria astenendosi dal procedimento

Bellissimo discorso, ma la docente di cui si parla ha addotto tutt'altra motivazione: le due copie devono essere identiche perché servono in caso di contestazione.

Aggiungo che la brutta copia ha un solo senso: non preoccuparsi della forma. Se dev'essere usata per valutare la fase progettuale, siamo daccapo: ci vuole la bruttissima copia per farsi un'idea, poi la brutta copia per la fase progettuale, poi la bella copia per l'elaborato.

In sintesi: si consegna lo svolgimento della prova, in unica copia. Quella deve contenere tutto quanto richiesto dal docente.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:38 pm

Ora che ci penso, mi sorge il dubbio che questa cosa, che ci appare strampalata, potrebbe essere più dffusa di quanto pensiamo.

L'anno scorso, per la prima volta, ho insegnato in una prima. Non ricordo più quante volte gli alunni mi hanno chiesto se dovevano consegnare anche la brutta copia.
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:48 pm

lucetta10 ha scritto:
Il tema si insegna, anche se ancora molti lo confondono con il getto continuo del genio letterario.
Esistono quindi tecniche di pianificazione e stesura del testo, che gli insegnanti di lettere si sobbarcano di insegnare a studenti sempre più recalcitranti e refrattari alla comunicazione scritta.
Insegnare a stendere una minuta è una di quelle tecniche, tanto quanto insegnare a redigere una mappa concettuale o uno schema.
La capacità di elaborazione scritta immediata non è quella che si richiede in un tema, dove la coerenza è fondamentale: non siamo a una gara di ottave poetiche all'improvviso, ma in classe, a "progettare" prima di scrivere.
Per poter correggere errori nella redazione del testo c'è bisogno di verificare l'officina della scrittura. Va da sé quindi che, se si insegna l'importanza della minuta, si valuti coerentemente anche la minuta. Se non la si reputa importante e si insegna a farne a meno non la si valuterà. Questo, salvo che ci sia un PDP che dice diversamente e permette a un singolo ragazzo di fare diversamente.
Cercare una LEGGE che parli di brutta copia del tema di italiano la prendo per una barzelletta e sinceramente non mi piace che chi cerca (legittimamente) di non certificare un disturbo che darebbe diritto a strumenti compensativi, cerchi poi la norma scritta che tuteli da una pratica didattica vecchia come il cucco, almeno quanto il tema.
L'unica soluzione è investire il docente della questione, mettendo però in conto che il docente, che lavora sul tema dando importanza alla fase progettuale e quindi alla minuta, possa, in assenza di certificazione e in coerenza con il suo lavoro sull'elaborato scritto, ritenere la cosa controproducente da un punto di vista didattico e negare quindi l'assenso, considerando la richiesta alla stregua di quella di poter dare il risultato del problema di geometria astenendosi dal procedimento

Ecco questo mi sembra molto sensato. Sono sicura che un docente intelligente come te converrebbe sul fatto che per attestare, monitorare e implementare una capacità di ragionamento critico propedeutica alla scrittura di un buon testo, non sia del tutto necessario che la minuta sia l'identica fotocopia della bella. Converrebbe inoltre sul fatto che imporre all'allievo di ricopiare in brutta una bella già scritta non abbia molto senso da un punto di vista squisitamente didattico. La ricerca della "legge", inoltre (anche se io mi riferivo a norme o a prassi) è legata alle risposte che ci sono state date, e che si rifacevano esse stesse a necessità legate alla legislazione sull'esame di stato. Avrei ben compreso invece considerazioni come quelle che stai facendo tu, di carattere più didattico e metodologico. Mi rifiuto però di pensare che in base a tali legittime considerazioni non si possano prendere per buone delle elaborazioni espresse con mappe, in modo schematico, tassonomico, o su elaborazioni brevi. Nella mia esperienza il tutto si è ridotto ad un "la brutta deve essere uguale alla bella".
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:49 pm

mac67 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Il tema si insegna, anche se ancora molti lo confondono con il getto continuo del genio letterario.
Esistono quindi tecniche di pianificazione e stesura del testo, che gli insegnanti di lettere si sobbarcano di insegnare a studenti sempre più recalcitranti e refrattari alla comunicazione scritta.
Insegnare a stendere una minuta è una di quelle tecniche, tanto quanto insegnare a redigere una mappa concettuale o uno schema.
La capacità di elaborazione scritta immediata non è quella che si richiede in un tema, dove la coerenza è fondamentale: non siamo a una gara di ottave poetiche all'improvviso, ma in classe, a "progettare" prima di scrivere.
Per poter correggere errori nella redazione del testo c'è bisogno di verificare l'officina della scrittura. Va da sé quindi che, se si insegna l'importanza della minuta, si valuti coerentemente anche la minuta. Se non la si reputa importante e si insegna a farne a meno non la si valuterà. Questo, salvo che ci sia un PDP che dice diversamente e permette a un singolo ragazzo di fare diversamente.
Cercare una LEGGE che parli di brutta copia del tema di italiano la prendo per una barzelletta e sinceramente non mi piace che chi cerca (legittimamente) di non certificare un disturbo che darebbe diritto a strumenti compensativi, cerchi poi la norma scritta che tuteli da una pratica didattica vecchia come il cucco, almeno quanto il tema.
L'unica soluzione è investire il docente della questione, mettendo però in conto che il docente, che lavora sul tema dando importanza alla fase progettuale e quindi alla minuta, possa, in assenza di certificazione e in coerenza con il suo lavoro sull'elaborato scritto, ritenere la cosa controproducente da un punto di vista didattico e negare quindi l'assenso, considerando la richiesta alla stregua di quella di poter dare il risultato del problema di geometria astenendosi dal procedimento

Bellissimo discorso, ma la docente di cui si parla ha addotto tutt'altra motivazione: le due copie devono essere identiche perché servono in caso di contestazione.

Aggiungo che la brutta copia ha un solo senso: non preoccuparsi della forma. Se dev'essere usata per valutare la fase progettuale, siamo daccapo: ci vuole la bruttissima copia per farsi un'idea, poi la brutta copia per la fase progettuale, poi la bella copia per l'elaborato.

In sintesi: si consegna lo svolgimento della prova, in unica copia. Quella deve contenere tutto quanto richiesto dal docente.


e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:56 pm

lucetta10 ha scritto:

e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?

Se butto giù due righe, degli schemini, dei promemoria a mio uso e consumo, non bado alla forma, mi basta che mi capisco io. Se invece dev'essere valutato, sarò ordinato. Se si chiamano "brutta" e "bella" copia, ci sarà un motivo!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 5:57 pm

spielrein ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Facciamo un esempio. Un tema storico.
L'alunno riporta sulla minuta una lista di date, in un'altra sezione una lista di eventi, in un'altra sezione ancora una lista di personaggi, e così via
In un passo successivo butta uno schema codificato di relazioni e ipotesi, attribuisce dei punteggi di merito ad ogni elemento delle liste.
In un passo successivo ancora butta giù un progetto dell'elaborato composto da una mappa concettuale in cui riporta dei grafi di collegamento con relativi numeri che indicano un'ipotesi di sequenzialità nel flusso dei contenuti.

Nella bella, essendo dotato di capacità di elaborazione scritta immediata, butta il tutto in una prosa che non ha alcun riscontro con quello che è scritto sulla minuta.

Un elaborato del genere dimostra:
1) capacità di raccogliere le informazioni
2) capacità di analisi
3) capacità di progettazione
4) capacità di collegamento
5) capacità di elaborazione
6) capacità di espressione

Chi è l'imbecille che valuta negativamente un elaborato di questo genere? Probabilmente è incapace di sviluppare un processo strutturato.

più o meno quello che fa lui. mappe concettuali, schemi, a volte prove su frasi più elaborate. Era molto orgoglioso di aver trovato da solo questa soluzione. : )
e ci credo!
Tuo figlio ha un pensiero strutturato e ha bisogno di metterlo su carta prima di elaborare l'esposizione scritta definitiva. Se non avesse bisogno di farlo sarebbe in grado di scrivere di getto direttamente in bella. Ma tuo figlio non è un genio, è una persona normale e, come tale, ha bisogno di un passaggio in più per usare in modo proficuo le proprie facoltà mentali.
Purtroppo sulla cattedra siedono anche persone che stanno un po' fuori dalla norma e non sono in grado di capire che la creatività elaborativa è una capacità che non tutti hanno (io per primo).
I casi sono due:
1) sono dei geni (il che è una contraddizione in termini) che non riescono a capire che non tutti siamo geni
2) sono dei minus varianti che non riescono a capire che ci sono cervelli che elaborano in modo strutturato attraverso la stesura di un progetto mentale e cervelli creativi che elaborano di botto

Una cosa è certa: sono incapaci di capire e quindi qualcosa non gli funziona negli ingranaggi che ruotano dentro il cranio.
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 6:00 pm

lucetta10 ha scritto:



e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?

Esistono diverse fasi. Il pensiero in fase di elaborazione non è identico a quello in fase di produzione o comunicazione. Altrimenti si verificherebbe esattamente quello che paventi tu, la scrittura immediata, fluente e pseudo creativa di un sedicente genio millantatore e superficiale. Scritta due volte.

Nessuno sostiene che forma e sostanza riguardino due fasi di elaborazione diverse; si tratta di due (o più) fasi distinte in cui il rapporto tra forma e sostanza è strutturalmente diverso.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 6:17 pm

lucetta10 ha scritto:
e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?
Sai cos'è il brainstorming ? La cura della forma richiede energie mentali (tante o poche che siano), evidentemente rubate all'elaborazione della sostanza.

I pittori elaborano uno schizzo di qualità indegna e poi dipingono (o scolpiscono).

https://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo_di_Leonardo#/media/File:Leonardo_equestrian_monument.JPG


Ultima modifica di avidodinformazioni il Gio Nov 05, 2015 6:23 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 6:21 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:

1) sono dei geni (il che è una contraddizione in termini) che non riescono a capire che non tutti siamo geni
Sono dei genitali da non comprendere che l'umanità è diversificata.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 6:21 pm

scusate, volevo scrivere "geni tali"
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8315
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 6:26 pm

mica per nulla sei disortografico  : - D
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 7:43 pm

avidodinformazioni ha scritto:
scusate, volevo scrivere "geni tali"

Non te la prendere se ti dico che... conoscendoti....ho qualche difficoltà a crederlo davvero! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 8:09 pm

Francesca4 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
scusate, volevo scrivere "geni tali"

Non te la prendere se ti dico che... conoscendoti....ho qualche difficoltà a crederlo davvero! ;-)
Prevenuta !
Tornare in alto Andare in basso
Online
Erodoto



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 8:46 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:

Purtroppo sulla cattedra siedono anche persone che stanno un po' fuori dalla norma e non sono in grado di capire che la creatività elaborativa è una capacità che non tutti hanno (io per primo).
I casi sono due:
1) sono dei geni (il che è una contraddizione in termini) che non riescono a capire che non tutti siamo geni
2) sono dei minus varianti che non riescono a capire che ci sono cervelli che elaborano in modo strutturato attraverso la stesura di un progetto mentale e cervelli creativi che elaborano di botto

Una cosa è certa: sono incapaci di capire e quindi qualcosa non gli funziona negli ingranaggi che ruotano dentro il cranio.

Concordo. Vicende come quelle che riferisce speilrein non si possono proprio sentire. Chi ce li ha messi in cattedra colleghi di questa risma? Chi li ha abilitati? Dove si sono formati? Nozioni elementari di didattica dovrebbero essere patrimonio condiviso, così come le norme che regolano lo svolgimento di un compito scritto o di un esame.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:17 pm

mac67 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?

Se butto giù due righe, degli schemini, dei promemoria a mio uso e consumo, non bado alla forma, mi basta che mi capisco io. Se invece dev'essere valutato, sarò ordinato. Se si chiamano "brutta" e "bella" copia, ci sarà un motivo!


Dipende per cosa sarò valutato. Nessun insegnante si sogna di correggere l'ortografia della brutta copia, o eventuali sigle, frecce... né tantomeno pretende l'ordine
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?
Sai cos'è il brainstorming ? La cura della forma richiede energie mentali (tante o poche che siano), evidentemente rubate all'elaborazione della sostanza.

I pittori elaborano uno schizzo di qualità indegna e poi dipingono (o scolpiscono).

https://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo_di_Leonardo#/media/File:Leonardo_equestrian_monument.JPG


So cos'è, grazie, ma non c'entra nulla con la brutta copia, è una fase preliminare alla brutta copia di un tema.
Dopo lo schizzo gli scultori fanno dei modelli in gesso o altro materiale: lo sai vero?
https://it.wikipedia.org/wiki/Gipsoteca_canoviana


Ultima modifica di lucetta10 il Gio Nov 05, 2015 10:37 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
e perché mai forma e "sostanza" dovrebbero riguardare due fasi di elaborazione diversa?
Sai cos'è il brainstorming ? La cura della forma richiede energie mentali (tante o poche che siano), evidentemente rubate all'elaborazione della sostanza.

I pittori elaborano uno schizzo di qualità indegna e poi dipingono (o scolpiscono).

https://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo_di_Leonardo#/media/File:Leonardo_equestrian_monument.JPG


So cos'è, grazie, ma non c'entra nulla con la brutta copia, è una fase preliminare alla brutta copia di un tema.
Dopo lo schizzo gli scultori fanno dei calchi in gesso o altro materiale: lo sai vero?

OT: è tornata la pagina verde???
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:25 pm

Va da sé che sul fatto che si debbano redarre due copie identiche sono perfettamente d'accordo con tutti: è una follia! Non lo sono sul fatto che la brutta sia personale, estemporanea, brainstorminghesca, addirittura non esista, che non si insegni: chi lo sostiene ha una concezione del tema come l'espressione improvvisata del libero pensiero.

Propongo comunque una soluzione semplice e vintage per il nostro caso: la carta carbone.
Si vende ancora a prezzi accettabili su amazon
http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&url=search-alias%3Daps&field-keywords=carta+carbone
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:29 pm

oggi ha studiato e cenato da un amico, è appena tornato a casa. Mi ha detto che questa mattina ne hanno ancora parlato e lei gli ha detto che comunque il suo è un falso in atto pubblico perché tra brutta e bella ci sono delle differenze. getto la spugna. Non credo che un colloquio servirebbe a molto, se le cose stanno così. Grazie a tutti per i consigli.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:39 pm

spielrein ha scritto:
oggi ha studiato e cenato da un amico, è appena tornato a casa. Mi ha detto che questa mattina ne hanno ancora parlato e lei gli ha detto che comunque il suo è un falso in atto pubblico perché tra brutta e bella ci sono delle differenze. getto la spugna. Non credo che un colloquio servirebbe a molto,  se le cose stanno così. Grazie a tutti per i consigli.


CARTA CARBONE
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:50 pm

Ma il compito è stato svolto tutto nella stessa giornata? Ha fatto la brutta copia e ricopiato in bella nella stessa mattinata o in giorni successivi?
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 10:57 pm

perla13 ha scritto:
Ma il compito è stato svolto tutto nella stessa giornata? Ha fatto la brutta copia e ricopiato in bella nella stessa mattinata o in giorni successivi?

Ma no figurati ha fatto tutto in due ore.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 11:01 pm

spielrein ha scritto:
oggi ha studiato e cenato da un amico, è appena tornato a casa. Mi ha detto che questa mattina ne hanno ancora parlato e lei gli ha detto che comunque il suo è un falso in atto pubblico perché tra brutta e bella ci sono delle differenze. getto la spugna. Non credo che un colloquio servirebbe a molto,  se le cose stanno così. Grazie a tutti per i consigli.

Se siamo all'accusa di falso in atto pubblico, si può replicare con "se non ha le prove questa è calunnia".

Comunque, per quanto sia tempo perso, andrei in ordine:

1) colloquio con la docente; se infruttuoso allora
2) colloquio con il DS; se infruttoso allora
3) lettera al DS, con particolari dettagliati e per conoscenza all'USR

Questa "collega" mi sarebbe piaciuto vederla alle prese con un mio alunno di qualche anno fa, che presentava le versioni di latino direttamente in bella copia.
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere    Gio Nov 05, 2015 11:04 pm

lucetta10 ha scritto:

Propongo comunque una soluzione semplice e vintage per il nostro caso: la carta carbone.
Si vende ancora a prezzi accettabili su amazon
http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&url=search-alias%3Daps&field-keywords=carta+carbone

Non mi sembra proprio il caso di fare dell'ironia su un ragazzo che tutto sommato non ti ha fatto niente di male. Sto chiedendo delle informazioni e lo sto facendo educatamente, non sono alla tua cattedra
Tornare in alto Andare in basso
 
Incubo brutta copia. Appello ai docenti di lettere
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» una brutta notizia
» Brutta sensazione!
» Ferie e collegio docenti
» Alunno copia versione, ma me ne accorgo solo al momento della correzione
» Formazione obbligatoria docenti????

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: