Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Copiare social

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 12:30 pm

Ieri sera, tornando da una sessione di formazione professionale (ho visto l'ultimo 007 e ne scaricherò i 4 € di biglietto), meditavo sul comportamento incomprensibile dei nostri (non solo miei spero) alunni.

Ai miei tempi quando si voleva copiare come prima cosa si individuava "la fonte della conoscenza"; ricordo all'esame di maturità, per la prova di elettronica, ero arrivato in leggero ritardo a causa di un incidente stradale ed i miei compagni avevano lasciato un posto libero per me al centro di tutti loro.

Oggi le cose sono cambiate, i ragazzi copiano da chiunque e qualunque cosa; ricordo distintamente 3 episodi:

1) nel 2011 sapevo che uno dei miei alunni avrebbe fatto di tutto per copiare, sapevo che era bravo a farlo, sapevo che la classe era stretta; come contromisura lo misi affianco al più coglione.
Copiò da lui, e quando prese 3 e venne a lamentarsi gli risposi "hai copiato da xxx, mica da yyyy, cosa pretendevi ?"

2) l'anno scorso la ragazza più cretina di una mia classe riuscì a mandare ad un'altra mia classe di un'altra mia scuola la foto del suo compito; potevano guardare i quesiti, trovare le risposte (magari una ciascuno per non affaticarsi troppo) e prendere tutti 10. Scelsero invece di copiare tutte le risposte; un 6 (l'unica che non aveva copiato) e tutti 3 1/2.

3) qualche giorno fa un ragazzo normodotato (si fa per dire) seduto al fianco di un disabile cognitivo, ha copiato da lui.

Come è possibile che si siano ridotti così ?

Ieri sera ho elaborato la seguente ipotesi sociologica, ditemi se secondo voi è plausibile:

I ragazzi di oggi sono cresciuti con i social network nel sangue, lo scambio di informazioni, anche banali, anche false, anche stupide, è diventata la loro attività principale (ci passano ore), quando qualcuno ritene di avere un "pensiero di valore" immediatamente lo rende disponibile agli altri, quindi presumono che se gli altri condividono un pensiero è perchè lo ritengono di valore.

Applicando questa filosofia di vita alla copiatura ne deriva il seguente ragionamento:

Il professore ha chiesto quanto fa 2+2, io non ne ho la minima idea, Giovanni che è seduto al mio fianco ha risposto "non lo so, di chimica non ne capisco nulla", se lo ha fatto significa che è convinto che quella sia la risposta giusta, avrà un buon motivo per convincersene, diamogli fiducia, alla peggio avrò sbagliato, e prenderò 0 come se avessi lasciato in bianco, quindi rispondo anch'io "non lo so, di chimica non ne capisco nulla" e non cambio nemmeno una parola perchè potrei commettere qualche errore.

Che dite ?
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 12:38 pm

Quesito molto interessante, che merita una risposta meditata. Di quale tipo di scuola stai parlando?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 1:27 pm

In ordine d'apparizione: ITIS (uno dei migliori di Torino), ITES (credo medio), ITIS (scarsotto)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 1:46 pm

agli studenti dico sempre "copiate bene perché se copiate male vi stango"
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 1:54 pm

Avido, tu hai sempre detto di studiare meno dei tuoi alunni per preparere le lezioni,
ma un insegnante non può studiare meno dei suoi alunni, è un postulato.  
Quindi loro studiano pochissimo
e in più adottano fantasiose forme di protesta nei tuoi confronti :-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 1:55 pm

Avido, non credo che la situazione da te descritta sia ascrivibile alla diversa"epoca storica" (lo scrivo così per far contento gugu), ma all'incapacità di taluni a cimentarsi ad affrontare da soli le prove che, in generale, la vita ci riserva, e certo, in questo i social non aiutano, ma, come al solito, si tratta di limiti mentali che attengono esclusivamente alla maturità ed alla capacità di ognuno.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 2:33 pm

Humboldt ha scritto:
Avido, tu hai sempre detto di studiare meno dei tuoi alunni per preparere le lezioni,
ma un insegnante non può studiare meno dei suoi alunni, è un postulato.  
Quindi loro studiano pochissimo
e in più adottano fantasiose forme di protesta nei tuoi confronti :-)
La mia affermazione completa è stata "io non devo essere quello che studia di più"

So bene che qualcuno studia zero e questo non può autorizzare me a studiare meno di zero.
Se però lo studente più studioso passa sulla mia materia meno di un'ora al giorno (mediamente), col cavolo che io ce ne passo di più.

Questo non significa che arrivo in classe apro il libro e leggo, scoprendo al momento cosa dice e cosa c'è da fare; significa solo che il giorno precedente seleziono gli argomenti da fare il giorno dopo, individuo le zone del libro che ne parlano, le leggo, decido quali cose enfatizzare e su quali glissare.

Un docente più stacanovista cercherebbe in rete altri materiali, si confronterebbe coi colleghi sulle modalità didattiche più opportune, si procurerebbe (magari a proprie spese) delle schede di esercitazioni/approfondimenti/semplificazioni da distribuire, e per ogni ora di lezione ne lavorerebbe altre 2, portando a 54 le ore di didattica settimanale (+ CdC, CD e cagate varie).

Ho conosciuto un collega di matematica che faceva così, ed i suoi studenti erano ignoranti nella sua matematica quanto nella mia elettronica, solo che io ero più riposato di lui.

La settimana scorsa ho raggiunto l'apice dello scazzo (per ora) quando ho beccato due alunni che nella mia ora copiavano i compiti dell'ora successiva; gli ho "sequestrato" i quaderni ed ho detto:

"ora capite perchè io vi assegno i compiti e non controllo mai che li abbiate fatti ? Teoricamente dovrei ritirare i vostri quaderni di tanto in tanto e correggere i compiti che fate; se lo facessi finirei col correggere i compiti del vostro compagno o della vostra fidanzata; tiè (gesto dell'ombrello); ho di meglio da fare nella vita, chi di voi fa i compiti se ha problemi me lo dice e li correggiamo in classe, chi non li fa ... peggio per lui."
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 2:36 pm

Francesca4 ha scritto:
Avido, non credo che la situazione da te descritta sia ascrivibile alla diversa"epoca storica" (lo scrivo così per far contento gugu), ma all'incapacità di taluni a cimentarsi ad affrontare da soli le prove che, in generale, la vita ci riserva, e certo, in questo i social non aiutano, ma, come al solito, si tratta di limiti mentali che attengono esclusivamente alla maturità ed alla capacità di ognuno.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.
In quello fu scorretto, non si mettono gli studenti uno contro l'altro.
Una bella risposta sarebbe stata "non voglio dimostrare di essere bravo quanto lei a dare valutazioni, perchè implicitamente dimostrerei che lei è bravo quanto me".
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 2:52 pm

Francesca4 ha scritto:
Avido, non credo che la situazione da te descritta sia ascrivibile alla diversa"epoca storica" (lo scrivo così per far contento gugu), ma all'incapacità di taluni a cimentarsi ad affrontare da soli le prove che, in generale, la vita ci riserva, e certo, in questo i social non aiutano, ma, come al solito, si tratta di limiti mentali che attengono esclusivamente alla maturità ed alla capacità di ognuno.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.

Da 1 a 10 quanto era coglione quel tuo prof? Me lo chiedo perché da come lo descrivi sembra che stia citando il libro di De Amicis.

Un bravo insegnante non cerca conferme in complici o sostenitori, bensì riesce a infondere il beneficio del dubbio nel suo diretto interlocutore e portarlo ad un esame di coscienza.
Quando chiedo una valutazione (e l'ho fatto spesso) non la chiedo ai compagni di classe, ma al diretto interessato.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 3:09 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Avido, non credo che la situazione da te descritta sia ascrivibile alla diversa"epoca storica" (lo scrivo così per far contento gugu), ma all'incapacità di taluni a cimentarsi ad affrontare da soli le prove che, in generale, la vita ci riserva, e certo, in questo i social non aiutano, ma, come al solito, si tratta di limiti mentali che attengono esclusivamente alla maturità ed alla capacità di ognuno.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.
In quello fu scorretto, non si mettono gli studenti uno contro l'altro.
Una bella risposta sarebbe stata "non voglio dimostrare di essere bravo quanto lei a dare valutazioni, perchè implicitamente dimostrerei che lei è bravo quanto me".

Effettivamente non ebbi la risposta pronta... del resto avevo solo 13 anni (ero  anticipataria)...però anche lui ne aveva solo 33, già docente universitario (era il delfino del suo prof, col quale aveva litigato, e perciò aveva abbandonato l'insegnamento universitario), ed era al suo primo anno in una secondaria superiore.
Inoltre penso che avesse voluto farmi scontare il fatto che, sia pure educatamente,tendevo  sempre a difendere e giustificare le mie compagne, ed ero una gran rompiscatole, non ho alcuna difficoltà ad ammetterlo, anche se i risultati della mia azione persuasiva, nei confronti dei docenti, quell'anno furono assai scarsi : infatti fu bocciata oltre la metà della classe, e sebbene ancora oggi provi dolore al ricordo della pubblicazione dei risultati finali , non me la sento di dire, in tutta onestà, che quelle bocciature fossero immeritate!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 3:18 pm

Francesca4 ha scritto:
.....era il delfino del suo prof.........
Anche i delfini a volte si perdono in un bicchier d'acqua
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 4:34 pm

Il rapporto con le informazioni che girano sui social è il seguente: lo leggi metti mi piace lo condividi ,quindi lo rimbalzi ad altri,come una palla da ping pong...questo processo è talmente rapido che impedisce analisi,critica e valutazione personale (uhm...non sarà una cazzata per caso?)..non sono più allenati ad osservare,commentare,criticare..sono molto tutti uguali tra di loro.è lo stesso motivo per cui se debbono cercare su internet prendono la prima minchiata trovata.non sono avvezzi a chiedersi se quella informazione ha un senso, è corretta,è giusta ecc
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 5:01 pm

Felipeto ha scritto:
è lo stesso motivo per cui se debbono cercare su internet prendono la prima minchiata trovata.non sono avvezzi a chiedersi se quella informazione ha un senso, è corretta,è giusta ecc

La lamentela sul fatto che "non sappiano fare le ricerche in rete" e "non sappiano usare correttamente i motori di ricerca" o i link, esisteva già precisa precisa almeno 10 anni fa, quando i social network non esistevano e non esisteva nemmeno l'uso di internet direttamente dal cellulare.

L.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7548
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 5:35 pm

Secondo me avido stavolta è stato troppo ottimista.
Perché i nostri alunni copiano male, copiano dal peggiore, non riescono nemmeno ad organizzarsi con bigliettini nascosti?
Perché non riconoscono nemmeno la giusta fonte delle informazioni.
Noi sapevamo come organizzare i bigliettini, noi sapevamo perfettamente da quale secchione copiare.
La fonte giusta, per noi, era chiara...per loro no.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 7:57 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.

Da 1 a  10 quanto era coglione quel tuo prof?

Così a occhio tanto. Spero davvero che queste scene ottocentesche siano un ricordo del passato. La cosa poteva essere risolta in maniera molto più soft...
Tornare in alto Andare in basso
Humboldt



Messaggi : 169
Data d'iscrizione : 01.08.14

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 8:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Questo non significa che arrivo in classe apro il libro e leggo, scoprendo al momento cosa dice e cosa c'è da fare; significa solo che il giorno precedente seleziono gli argomenti da fare il giorno dopo, individuo le zone del libro che ne parlano, le leggo, decido quali cose enfatizzare e su quali glissare.

Un docente più stacanovista cercherebbe in rete altri materiali, si confronterebbe coi colleghi sulle modalità didattiche più opportune, si procurerebbe (magari a proprie spese) delle schede di esercitazioni/approfondimenti/semplificazioni da distribuire, e per ogni ora di lezione ne lavorerebbe altre 2, portando a 54 le ore di didattica settimanale (+ CdC, CD e cagate varie).

Ho conosciuto un collega di matematica che faceva così, ed i suoi studenti erano ignoranti nella sua matematica quanto nella mia elettronica, solo che io ero più riposato di lui.


vabbè magari il collega di matematica aveva altri problemi .-)
ma non hai mai conosciuto nessuno che preparando meglio le lezioni abbia ottenuto buoni risultati nelle tue materie, in classi delle scuole dove hai insegnato?
Comunque potresti provarci tu per una volta, vedere l'effetto che fa su di te e sui ragazzi preparare le lezioni non solo "selezionando" gli argomenti dal libro.
Mica servono tutte 'ste ore ma come li fai i conti? :-)
quante classi hai?  due terze, due quarte, e due quinte? una media di 6 lezioni a settimana considerando verifiche, interrogazioni, ponti e vacanze varie...
e poi il lavoro che fai ti resta, via via lo aggiorni.
Davvero penso che un insegnante che si limiti a presentare quello che c'è scritto nei libri di scuola non possa pretendere un granchè dagli alunni.
E infatti mi sembra che tu te ne faccia una ragione :-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 8:16 pm

Lenar ha scritto:

Così a occhio tanto. Spero davvero che queste scene ottocentesche siano un ricordo del passato. La cosa poteva essere risolta in maniera molto più soft...

Salve Lenar anche tu a rimarcare il fatto che appartenga ad una generazione risalente nel tempo?

Ebbene sì, confermo, andavo a scuola solo, ed obbligatoriamente, dopo aver portato i croccantini ai dinosauri, poi si sono estinti (sigh!) e mi sono dovuta adattare alla nuova situazione, senza poter più contare sul conforto della loro presenza!


O.T. Oggi gugu deve averti passato il testimone!
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 8:29 pm

Lenar ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
.

Ricordo ancora, con nitidezza di particolari, la figuraccia di una mia compagna di banco che in IV ginnasio copiò di sana pianta l'articolo dell' "Espresso" dal quale il professore, che tutti sapevano essere accanito lettore di quella rivista, aveva preso spunto per il titolo della verifica scritta in classe.
La cosa più imbarazzante fu il fatto che il prof diede a me l'incarico di verificare sulla rivista che il testo che lui leggeva  ad alta voce, stringendo furente l'elaborato in mano, fosse in tutto e per tutto uguale all'articolo, ed era effettivamente identico.
Probabilmente diede a me quell'incarico perché sapeva che altrimenti avrei potuto trovare un qualche motivo di giustificazione per la mia compagna, che avevo già difeso in più di una circostanza, ma il colpo di grazia me lo diede quando mi chiese  quale valutazione avrei potuto mai dare a quell'elaborato.
Ebbene fu una delle poche volte in via mia nella quale feci scena muta, provando vergogna per la mia compagna, ed abbassando lo sguardo rispetto alle occhiate piene di livore che il prof lanciava nella mia e nella sua direzione.

Da 1 a  10 quanto era coglione quel tuo prof?

Così a occhio tanto. Spero davvero che queste scene ottocentesche siano un ricordo del passato. La cosa poteva essere risolta in maniera molto più soft...

No, perché? A me sembra un racconto bellissimo... va bene la cosa risolta all'antica!
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 8:31 pm

Humboldt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Questo non significa che arrivo in classe apro il libro e leggo, scoprendo al momento cosa dice e cosa c'è da fare; significa solo che il giorno precedente seleziono gli argomenti da fare il giorno dopo, individuo le zone del libro che ne parlano, le leggo, decido quali cose enfatizzare e su quali glissare.

Un docente più stacanovista cercherebbe in rete altri materiali, si confronterebbe coi colleghi sulle modalità didattiche più opportune, si procurerebbe (magari a proprie spese) delle schede di esercitazioni/approfondimenti/semplificazioni da distribuire, e per ogni ora di lezione ne lavorerebbe altre 2, portando a 54 le ore di didattica settimanale (+ CdC, CD e cagate varie).

Ho conosciuto un collega di matematica che faceva così, ed i suoi studenti erano ignoranti nella sua matematica quanto nella mia elettronica, solo che io ero più riposato di lui.


vabbè magari il collega di matematica aveva altri problemi .-)
ma non hai mai conosciuto nessuno che preparando meglio le lezioni abbia ottenuto buoni risultati nelle tue materie, in classi delle scuole dove hai insegnato?
Comunque potresti provarci tu per una volta, vedere l'effetto che fa su di te e sui ragazzi preparare le lezioni non solo "selezionando" gli argomenti dal libro.
Mica servono tutte 'ste ore ma come li fai i conti? :-)
quante classi hai?  due terze, due quarte, e due quinte? una media di 6 lezioni a settimana considerando verifiche, interrogazioni, ponti e vacanze varie...
e poi il lavoro che fai ti resta, via via lo aggiorni.
Davvero penso che un insegnante che si limiti a presentare quello che c'è scritto nei libri di scuola non possa pretendere un granchè dagli alunni.
E infatti mi sembra che tu te ne faccia una ragione :-)

Preparare le lezioni è inutile, anzi è controproducente: si rischia di uscire dalle quattro scemenze del libro, e poi ci vuole tanto di quel tempo...
Però è così divertente!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 9:35 pm

Humboldt ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Questo non significa che arrivo in classe apro il libro e leggo, scoprendo al momento cosa dice e cosa c'è da fare; significa solo che il giorno precedente seleziono gli argomenti da fare il giorno dopo, individuo le zone del libro che ne parlano, le leggo, decido quali cose enfatizzare e su quali glissare.

Un docente più stacanovista cercherebbe in rete altri materiali, si confronterebbe coi colleghi sulle modalità didattiche più opportune, si procurerebbe (magari a proprie spese) delle schede di esercitazioni/approfondimenti/semplificazioni da distribuire, e per ogni ora di lezione ne lavorerebbe altre 2, portando a 54 le ore di didattica settimanale (+ CdC, CD e cagate varie).

Ho conosciuto un collega di matematica che faceva così, ed i suoi studenti erano ignoranti nella sua matematica quanto nella mia elettronica, solo che io ero più riposato di lui.


vabbè magari il collega di matematica aveva altri problemi .-)
ma non hai mai conosciuto nessuno che preparando meglio le lezioni abbia ottenuto buoni risultati nelle tue materie, in classi delle scuole dove hai insegnato?
Comunque potresti provarci tu per una volta, vedere l'effetto che fa su di te e sui ragazzi preparare le lezioni non solo "selezionando" gli argomenti dal libro.
Mica servono tutte 'ste ore ma come li fai i conti? :-)
quante classi hai?  due terze, due quarte, e due quinte? una media di 6 lezioni a settimana considerando verifiche, interrogazioni, ponti e vacanze varie...
e poi il lavoro che fai ti resta, via via lo aggiorni.
Davvero penso che un insegnante che si limiti a presentare quello che c'è scritto nei libri di scuola non possa pretendere un granchè dagli alunni.
E infatti mi sembra che tu te ne faccia una ragione :-)
Ovviamente nessuno di noi sa quanto tempo dedichino veramente gli altri a preparare le lezioni; quel docente era uno dei migliori della scuola, il suo unico problema erano i ragazzi: studenti di uno dei peggiori IPSIA della provincia di Torino.

Quest'anno è il primo in cui potrei, volendo, godere di una certa stabilità; per la prima volta potrei ragionevolmente pensare al futuro, essendo entrato in ruolo su una materia (matematica) dalle prospettive tranquille; tuttavia mi piacerebbe spostarmi su fisica, quindi avrei poco da investire, e soprattutto nella matematica navigo a vista; non è la "mia" disciplina, non la padroneggio come padroneggio elettronica o fisica e senza il libro (un buon libro ritengo) sarei perso.

Non attribuisco i problemi disciplinari che ho al mio modo di spiegare, i miei colleghi più esperti li hanno in egual misura e nelle mie due seconde non sanno invertire un'equazione di primo grado, cosa che avrebbero dovuto imparare l'anno scorso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Ven Nov 06, 2015 9:46 pm

ushikawa ha scritto:

... va bene la cosa risolta all'antica!

Ora ti ci metti anche tu, ushikawa!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Sab Nov 07, 2015 1:55 pm

Io faccio: compiti tutti diversi e cellulari tutti sequestrati.
Copiare è impossibile, al massimo ci si può AIUTARE... ma il bravo che "aiuta" il meno-bravo deve spiegargli come si fa o fare due compiti nel tempo di uno, non basta "condividere" il risultato! Tutto un altro valore didattico...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Copiare social   Sab Nov 07, 2015 3:33 pm

Io non arrivo a fare compiti tutti diversi (altrimenti poi correggerli è un massacro...), ma adotto il seguente compromesso: faccio il compito standard con due versioni, diciamo le solite "fila A e fila B", ma all'interno di ognuna delle due file possono esserci delle piccole varianti, solo su alcuni degli esercizi ma non tutti.

Quindi può capitare, ad esempio, che in un compito di 7 esercizi, differenziato tra due file, un esercizio sia veramente identico per tutti, tre siano in due versioni diverse (ossia, effettivamente la versione A e B, ma niente di più), e altri tre siano in quattro versioni diverse, due per la fila A e due per la fila B, ma diverse di pochissimo, tipo un singolo valore numerico o un segno.

In tal modo, dopo aver sperimentato la modalità una volta o due, si rendono conto perfettamente che non è vantaggioso provare a copiare o a confrontarsi tra di loro, perché non c'è alcuna garanzia di avere effettivamente il compito uguale al compagno. E di sicuro ci impiegano più tempo a guardarsi intorno disperatamente per scoprire chi è che ce l'ha uguale, piuttosto che a provare a fare da soli...
Tornare in alto Andare in basso
 
Copiare social
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» In nome di Dio, nasce il primo Social Network cattolico
» Ates! I picnogonidi...
» Le popolazioni antiche si possono copiare?
» Alcune argomentazioni dei vegetariani
» Facebook & Social Network: gruppi e iniziative utili

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: