Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 problemi didattici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
alessioweb



Messaggi : 215
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioOggetto: problemi didattici   Gio Nov 12, 2015 5:05 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.

Chiedo consiglio ai docenti delle superiori
(liceo) per far fronte
ai seguenti problemi didattici e con numerosi
risvolti pedagogici:

1) cosa fareste nel caso un alunno consegni
una verifica (di matematica ad esempio)
su dei fogli "strappati" alla bisogna da un
quaderno anzichè sul classico protocollo?
Richiesta di colloquio? Decurtazione del punteggio?
Altro?

2) Qualcuno ha utilizzato la tecnica flipped classroom
per le materie scientifiche (matematica e fisica)?
Con quale esito? Quante ore di lavoro in più sono
necessarie per la preparazione delle lezioni?

Grazie
Tripod
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 15, 2015 10:40 pm

Mi fa immensamente orrore l'idea che le problematiche della scuola superiore siano identiche alle medie. Ció mi fa dedurre che tutto il lavoro fatto per far sí che si portino i fogli protocollo, non interrompano e i genitori facciano colloqui costruttivi siano sforzi buttati al vento...
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Nov 16, 2015 6:43 am

alessio,
per quanto riguarda la flipped classroom so per esperienza che va abbastanza bene con argomenti scientifici, mentre ho qualche dubbio che possa funzionare altrettanto su argomenti di tipo logico-astratto come la matematica; per la fisica sarei già più possibilista, ma in tal caso credo sia necessario che il docente indirizzi molto i propri alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
alessioweb



Messaggi : 215
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Nov 16, 2015 5:06 pm

Ciao a tutti.

Mi sono piaciuti gli interventi di mac67,
ushikawa e russele.
Quanto al lavoro a cui accennava avidodiinformazioni
non mi pongo nemmeno il problema:
a me basta che le mie ore di
lezioni scorrano gradevoli, visto
che sono io in classe che sto lavorando.

Un saluto
Tripod docente di matematica e fisica
presso un Liceo Classico
sempre alla ricerca di conoscere
un'altra sede più motivante,
"scientificamente" parlando
Tornare in alto Andare in basso
Online
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Nov 16, 2015 8:48 pm

alessioweb ha scritto:
Ciao a tutti.

Mi sono piaciuti gli interventi di mac67,
ushikawa e russele.
Quanto al lavoro a cui accennava avidodiinformazioni
non mi pongo nemmeno il problema:
a me basta che le mie ore di
lezioni scorrano gradevoli, visto
che sono io in classe che sto lavorando.

Un saluto
Tripod docente di matematica e fisica
presso un Liceo Classico
sempre alla ricerca di conoscere
un'altra sede più motivante,
"scientificamente" parlando

Io ho fatto per tre anni il compresente con Fisica all'Alberghiero, te lo consiglio, nelle vostre materie i ragazzi sono molto "stimolati" =)
P.s. Scherzo naturalmente, il mio collega di fisica è stato uno dei più bravi tra i miei compresenti.
Tornare in alto Andare in basso
g.stival



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Nov 21, 2015 4:26 pm

Io ho utilizzato la flipped classroom per un anno nelle scienze naturali.
Indicativamente impiegavo 4 ore per preparare un filmato in sostituzione di due lezioni di un'ora.
Dell'ora che si era liberata una metà se ne andava ad interrogare gli studenti per essere sicuro che avessero studiato la lezione del giorno, la restante mezz'ora rimaneva libera per compiti significativi.
La ho utilizzata in classi prime e seconde, le seconde si sono trovate bene, hanno fatto il possibile per adeguarsi al metodo e sfruttarlo per imparare. Le prime hanno avuto difficoltà, in particolare non erano disposti a studiare la lezione giorno per giorno, ragione per cui trovavano continue scuse per non farlo (computer o connessione non funzionanti, ecc.), secondo alcuni poi nei video parlavo troppo velocemente, secondo altri troppo lentamente in sintesi c'è stato un rifiuto generale per un metodo a cui non erano abituati.
Quest'anno mi sono capitate classi diverse e non ho potuto utilizzare i filmati dell'anno precedente. Se devo fare una valutazione dell'anno passato direi che è consigliabile solo ad alcune condizioni:
studenti abbastanza maturi da provare un metodo inusuale
continuità nelle classi in modo da utilizzare gli stessi filmati per più anni
sufficienti idee su come utilizzare il tempo che si libera in classe

Gianni.

alessioweb ha scritto:
Ciao a tutti.

2) Qualcuno ha utilizzato la tecnica flipped classroom
per le materie scientifiche (matematica e fisica)?
Con quale esito? Quante ore di lavoro in più sono
necessarie per la preparazione delle lezioni?

Grazie
Tripod
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Nov 21, 2015 5:14 pm

g.stival ha scritto:
Io ho utilizzato la flipped classroom per un anno nelle scienze naturali.
Indicativamente impiegavo 4 ore per preparare un filmato in sostituzione di due lezioni di un'ora.
Dell'ora che si era liberata una metà se ne andava ad interrogare gli studenti per essere sicuro che avessero studiato la lezione del giorno, la restante mezz'ora rimaneva libera per compiti significativi.
La ho utilizzata in classi prime e seconde, le seconde si sono trovate bene, hanno fatto il possibile per adeguarsi al metodo e sfruttarlo per imparare. Le prime hanno avuto difficoltà, in particolare non erano disposti a studiare la lezione giorno per giorno, ragione per cui trovavano continue scuse per non farlo (computer o connessione non funzionanti, ecc.), secondo alcuni poi nei video parlavo troppo velocemente, secondo altri troppo lentamente in sintesi c'è stato un rifiuto generale per un metodo a cui non erano abituati.
Quest'anno mi sono capitate classi diverse e non ho potuto utilizzare i filmati dell'anno precedente. Se devo fare una valutazione dell'anno passato direi che è consigliabile solo ad alcune condizioni:
studenti abbastanza maturi da provare un metodo inusuale
continuità nelle classi in modo da utilizzare gli stessi filmati per più anni
sufficienti idee su come utilizzare il tempo che si libera in classe

Gianni.

alessioweb ha scritto:
Ciao a tutti.

2) Qualcuno ha utilizzato la tecnica flipped classroom
per le materie scientifiche (matematica e fisica)?
Con quale esito? Quante ore di lavoro in più sono
necessarie per la preparazione delle lezioni?

Grazie
Tripod
Sostituirei con "possibilità di trovare in rete contenuti pronti all'uso"; la tua lezione era probabilmente discorsiva, non dovevi fare alla lavagna disegni, tabelle, grafici, formule astruse; dovendole fare il tempo necessario è più che doppio ....... e lo stipendio no.

Poi parliamoci chiaro: se tutti facessero le proprie videolezioni i ragazzi passerebbero 6 ore in classe con noi e 6 ore a casa con i nostri video; non passiamo da un estremo all'altro.
Tornare in alto Andare in basso
g.stival



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Nov 21, 2015 5:27 pm

I filmati duravano in media 10 minuti e per le immagini facevo riferimento ai contenuti del libro. Volendo utilizzare immagini libere da copyright ci vuole sicuramente più tempo
se volete un'idea dei filmati li trovate a questo link:
https://www.youtube.com/channel/UCyIwBKr6mFrk1aGQGq-JmQw
Le 4 ore (2 ore per filmato) includevano tutto dalla preparazione dei contenuti alla realizzazione del video con camtasia fino alla pubblicazione su youtube

avidodinformazioni ha scritto:

Poi parliamoci chiaro: se tutti facessero le proprie videolezioni i ragazzi passerebbero 6 ore in classe con noi e 6 ore a casa con i nostri video; non passiamo da un estremo all'altro.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Nov 21, 2015 5:30 pm

Corso di recupero sull'educazione civica.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Nov 21, 2015 8:50 pm

g.stival ha scritto:
I filmati duravano in media 10 minuti e per le immagini facevo riferimento ai contenuti del libro. Volendo utilizzare immagini libere da copyright ci vuole sicuramente più tempo
se volete un'idea dei filmati li trovate a questo link:
https://www.youtube.com/channel/UCyIwBKr6mFrk1aGQGq-JmQw
Le 4 ore (2 ore per filmato) includevano tutto dalla preparazione dei contenuti alla realizzazione del video con camtasia fino alla pubblicazione su youtube

avidodinformazioni ha scritto:

Poi parliamoci chiaro: se tutti facessero le proprie videolezioni i ragazzi passerebbero 6 ore in classe con noi e 6 ore a casa con i nostri video; non passiamo da un estremo all'altro.
Se posso permettermi, parli come un libro stampato ....... che non è quel che ci si aspetta da una lezione di flipped.

Non vai assolutamente veloce, ma sei un po' monotono, tipico di chi punta a fare bella figura mostrandosi perfetto.

Non sei veloce ma sei denso di informazioni, il che è equivalente ad essere veloce se misuri la velocità in informazioni al minuto.

Ho visto il filmato sui cordati, l'ho ritenuto interessante, ma io sono interessato a tutta la scienza ed ho 48 anni; avranno avuto lo stesso pensiero i 14enni che lo guardavano ?

Mi ha particolarmente colpito il passaggio su "hanno la bocca e l'ano sui lati opposti (grazie Dio anche se non esisti) e l'apparato escretore serve per evitare la disidratazione".

Io intuisco cosa significhi, una delle differenze tra rettili ed anfibi/pesci è che i primi eliminano scorie molto dense, contenenti poca acqua, i secondi molto fluide e li costringe a consumare molta più acqua (si pensi ai pesci nell'acquario).
Tu però un concetto così articolato l'hai liquidato in 2 secondi, dura starti dietro se non hai un bagaglio culturale alle spalle.

Non ci si improvvisa produttori di filmati, farne di buona qualità è difficilissimo ed onerosissimo, in termini di denaro, tempo e risorse tecniche; anche per questo la flipped è utopica.

Per curiosità, ragazzi di prima e seconda, ma di che scuola ?
Tornare in alto Andare in basso
g.stival



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 7:30 am

Si trattava di un liceo scientifico e i filmati erano spiegazioni di supporto al libro di testo quindi i ragazzi avevano il testo come riferimento. In effetti nei primi due mesi le classi che hanno fatto biologia hanno avuto qualche difficoltà ad abituarsi ai filmati ma successivamente, una volta abituati hanno seguito senza problemi tanto è vero che quest'anno in terza mi hanno chiesto di ripetere l'esperimento, cosa che non ho fatto perchè quest'anno devo studiare per il concorso e non posso dedicare pomeriggi interi alla realizzazione dei filmati. I problemi ci sono stati con gli studenti di prima (scienze della Terra) ed erano legati al fatto che non erano disposti a studiare giorno per giorno. Dal mio punto di vista quello che ci si aspetta da una lezione di flipped non è tanto la qualità del filmato, ovviamente se c'è anche questa va ad onore del docente, piuttosto che sia possibile liberare del tempo a lezione per poterlo impiegare in compiti autentici. La difficoltà della flipped a mio parere non sta nella realizzazione dei filmati ma nell'uso del tempo liberato in classe, il filmato basta che sia sufficiente è il tempo in classe che deve essere sfruttato al meglio ed è anche la parte più difficile.

avidodinformazioni ha scritto:

Per curiosità, ragazzi di prima e seconda, ma di che scuola ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 9:05 am

Ma il fatto che "non siano disposti a studiare giorno per giorno" è assolutamente la NORMA per un gruppo numeroso di adolescenti, non c'entra la flipped classroom, lo fanno esattamente allo stesso modo anche con la didattica tradizionale.

La stragrande maggioranza degli adolescenti, che ci piaccia o no, tende a studiare tutto insieme solo in funzione della verifica, e non solo i cialtroni lavativi, ma quasi tutti, anche quelli che complessivamente studiano un po' di più.

Se sanno che per una settimana o due non sono previste interrogazioni, è perfettamente normale che una materia venga, almeno parzialmente, accantonata... magari i più diligenti danno una scorsa veloce agli ultimi aggiornamenti fatti, ma non si mettono certo a studiarla a ritmo intensivo, ogni giorno, perché (legittimamente) privilegiano altre materie che hanno scadenze di impegni più urgenti, poi abbandoneranno quelle per dedicarsi nuovamente alla prima, e così via. E non è mica un rimprovero o una considerazione spregiativa, eh: è semplicemente una constatazione di fatto.

La flipped classroom, in questo senso, non fa altro che enfatizzare il fenomeno che esiste già, perché i ragazzi saranno ancora MENO inclini a studiare da soli, giorno per giorno, qualcosa che non solo non verrà richiesto immediatamente il giorno dopo per mettere un voto, ma addirittura, nella loro ottica, "non è stato ancora spiegato". Può funzionare con alcuni singoli soggetti che per indole personale sono molto curiosi, ma non certo con la maggioranza di una classe intera...

L.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4697
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 9:49 am

paniscus_2.0 ha scritto:

Se sanno che per una settimana o due non sono previste interrogazioni, è perfettamente normale che una materia venga, almeno parzialmente, accantonata... magari i più diligenti danno una scorsa veloce agli ultimi aggiornamenti fatti, ma non si mettono certo a studiarla a ritmo intensivo, ogni giorno, perché (legittimamente) privilegiano altre materie che hanno scadenze di impegni più urgenti, poi abbandoneranno quelle per dedicarsi nuovamente alla prima, e così via. E non è mica un rimprovero o una considerazione spregiativa, eh: è semplicemente una constatazione di fatto.


E' normale, ma è una scelta miope, perché significa passare in affanno mesi di scuola a rincorrere ora questa, ora quella materia.

Per questo motivo mi sto orientando verso verifiche orali più brevi, ma più frequenti.

paniscus_2.0 ha scritto:

La flipped classroom, in questo senso, non fa altro che enfatizzare il fenomeno che esiste già, perché i ragazzi saranno ancora MENO inclini a studiare da soli, giorno per giorno, qualcosa che non solo non verrà richiesto immediatamente il giorno dopo per mettere un voto, ma addirittura, nella loro ottica, "non è stato ancora spiegato". Può funzionare con alcuni singoli soggetti che per indole personale sono molto curiosi, ma non certo con la maggioranza di una classe intera...

Veramente dovrebbe essere il contrario: proprio perché giorno per giorno ti verranno assegnate cose da studiare che in classe non verranno spiegate, ma su cui si rifletterà, il metodo dovrebbe spingere i ragazzi a studiare con continuità.

E con questo torniamo a quanto già detto: lettura, comprensione, riassunto sono i talloni di Achille.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 10:08 am

Mac, non so che dire, nella mia esperienza sarebbe una battaglia persa in partenza, proprio perché solo POCHISSIMI studenti riuscirebbero a starvi dietro. La maggioranza della classe, dopo poco tempo, perderebbe completamente il filo degli argomenti svolti, e pretenderebbe che ci si fermasse per rispiegare tutto da capo (ossia, per recuperare esattamente la stessa tipologia di "lezione tradizionale frontale" che si voleva provare a evitare).

E francamente, se ti ritrovi con più di mezza classe che fa muro sostenendo che "ci abbiamo provato, ma non ci abbiamo capito niente, quindi lei deve rispiegare tutto", e nemmeno su una lezione sola, ma su un intero modulo di due o tre settimane, mi pare impossibile tirare dritto facendo finta di niente.

Mettici anche che sarebbero spalleggiati dai rispettivi genitori, che si arroccherebbero dietro il fatto che "non è giusto chiedere di studiare da soli delle cose che non sono state spiegate" , e ci metterebbero anche l'insinuazione che l'insegnante scarica sulle spalle dei ragazzi, a casa, il lavoro che invece bisognerebbe fare in classe, perché è lui che "non ha voglia di fare fatica".

E giuro che questa argomentazione l'ho sentita spesso (ossia, l'insegnante accusato di "dare da studiare cose che non ha spiegato, perché non ha voglia di lavorare in classe"), anche senza flipped classroom.
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 10:12 am

alessioweb ha scritto:
Ciao a tutti.

Chiedo consiglio ai docenti delle superiori
(liceo) per far fronte
ai seguenti problemi didattici e con numerosi
risvolti pedagogici:

1) cosa fareste nel caso un alunno consegni
una verifica (di matematica ad esempio)
su dei fogli "strappati" alla bisogna da un
quaderno anzichè sul classico protocollo?
Richiesta di colloquio? Decurtazione del punteggio?
Altro?

2) Qualcuno ha utilizzato la tecnica flipped classroom
per le materie scientifiche (matematica e fisica)?
Con quale esito? Quante ore di lavoro in più sono
necessarie per la preparazione delle lezioni?

Grazie
Tripod

Annullo il compito. Mi è capitato e così ho fatto. Così si faceva ai miei tempi e la disciplina di una volta farebbe un gran bene, a noi adulti innanzitutto, e di riflesso, anche ai ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4697
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Nov 22, 2015 10:44 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Mac, non so che dire, nella mia esperienza sarebbe una battaglia persa in partenza, proprio perché solo POCHISSIMI studenti riuscirebbero a starvi dietro. La maggioranza della classe, dopo poco tempo, perderebbe completamente il filo degli argomenti svolti, e pretenderebbe che ci si fermasse per rispiegare tutto da capo (ossia, per recuperare esattamente la stessa tipologia di "lezione tradizionale frontale" che si voleva provare a evitare).

E francamente, se ti ritrovi con più di mezza classe che fa muro sostenendo che "ci abbiamo provato, ma non ci abbiamo capito niente, quindi lei deve rispiegare tutto", e nemmeno su una lezione sola, ma su un intero modulo di due o tre settimane, mi pare impossibile tirare dritto facendo finta di niente.

Mettici anche che sarebbero spalleggiati dai rispettivi genitori, che si arroccherebbero dietro il fatto che "non è giusto chiedere di studiare da soli delle cose che non sono state spiegate" , e ci metterebbero anche l'insinuazione che l'insegnante scarica sulle spalle dei ragazzi, a casa, il lavoro che invece bisognerebbe fare in classe, perché è lui che "non ha voglia di fare fatica".  

E giuro che questa argomentazione l'ho sentita spesso (ossia, l'insegnante accusato di "dare da studiare cose che non ha spiegato, perché non ha voglia di lavorare in classe"), anche senza flipped classroom.

Su queste cose sono d'accordo. Come ho detto altre volte, io stesso ho provato il peer instruction (una declinazione della flipped classroom) con risultati parziali e non abbastanza positivi da indurmi a proseguire, almeno per ora e con quella classe.

Però è sconfortante che alunni di liceo, messi di fronte a un libro di testo, non siano in grado di comprendere quel che c'è scritto. A mio avviso, questa è una delle cose più gravi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
problemi didattici
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Problemi con la mia amica
» problemi con la sorella
» Problemi con smalto semipermanente Layla
» Iniziano i primi problemi della gravidanza gemellare!!!!
» problemi con cerazette

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: