Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Bonus 500 euro
Oggi a 12:55 am Da avidodinformazioni

» "Le bambine si tappino le orecchie !"
Oggi a 12:53 am Da rita

» Obbligo recupero ore
Oggi a 12:23 am Da iaiataf

» Equiparazione dottorato di ricerca e abilitazione
Ieri a 11:57 pm Da Ciope1981

» Congedo pare tale e malattia
Ieri a 11:55 pm Da Giorgia11

» detrazioni figli a carico
Ieri a 11:33 pm Da CUBA71

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:21 pm Da Masaniello

» Urgente congedo
Ieri a 11:07 pm Da Mlc

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:02 pm Da alice74

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
silvye



Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioOggetto: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Dom Nov 15, 2015 3:38 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti i colleghi di lingue.
Sto riflettendo su come fare un lavoro sulle classi a partire da Lunedì mattina e vorrei condividere con voi idee o proposte.
Io ho pensato di svolgere così il lavoro:
Classi Ie: fornire del lessico specifico sull'avvenimento e fare commentare in intaliano.
Classi IIe e IIIe: fornire sempre lo stesso lessico e far fare produzioni scritte dividendo per piccoli gruppi e chiedendo di esporre la propria opinione. Poi il capo gruppo espone il lavoro del suo in lingua a tutta la classe e si pongono ulteriori domande.

Che ne pensate? Avete altre idee?
Io intendo fare questo lavoro per tutta la settimana su tutte le classi. Non devono dimenticare ma soprattutto devono tirare fuori cosa pensano.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
silvye



Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Lun Nov 16, 2015 8:02 pm

DOpo tanti sermoni ecco il risultato della prima giornata:

Classi 1e (avevo deciso di non fare nessun lavoro): mi hanno chiesto loro di punto in bianco di parlarne e mi hanno fatto domande su Parigi perchè dalle loro parole "bisogna parlarne sopratutto con lei che è la prof di Francese"!!!

Classi 3e: lavoro sul lessico con uso di una mappa di Parigi per spiegare dove si sono svolti gli attentati e fare un pò di civiltà introducendo gli "arrondissements", "rive gauche et droite": gli alunni hanno alzato la soglia di attenzione e nessuno di essi ha fatto commenti allarmisti anzi...

Nei prossimi giorni entro nelle altre classi e nelle 2e...

Ora libertà ai commenti
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Lun Nov 16, 2015 8:53 pm

Terza media, ragazzi di 13/14 anni con cui già sabato mattina era stato affrontato e commentato l'attentato (io non ero presente e non so in che modo). Oggi avremmo dovuto osservare un minuto di silenzio e i ragazzi sapevano che avremmo avuto il segnale alle 12. Avremmo dovuto, ma non l'abbiamo fatto perché, semplicemente, non sono riusciti a mantenerlo, questo silenzio. Chiacchiericcio e risolini hanno punteggiato quello che avvrebbe dovuto essere, alla meno peggio, solo un minuto di sospensione.
Sono superficiale e/o ingenua e/o antica io che mi sorprendo e mi inquieta il fatto che ragazzi di quell'età non abbiano un briciolo di autocontrollo, oltre a non dimostrare alcuna sensibilità?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Lun Nov 16, 2015 10:46 pm

raganella ha scritto:
Terza media, ragazzi di 13/14 anni con cui già sabato mattina era stato affrontato e commentato l'attentato (io non ero presente e non so in che modo). Oggi avremmo dovuto osservare un minuto di silenzio e i ragazzi sapevano che avremmo avuto il segnale alle 12. Avremmo dovuto, ma non l'abbiamo fatto perché, semplicemente, non sono riusciti a mantenerlo, questo silenzio. Chiacchiericcio e risolini hanno punteggiato quello che avvrebbe dovuto essere, alla meno peggio, solo un minuto di sospensione.
Sono superficiale e/o ingenua e/o antica io che mi sorprendo e mi inquieta  il fatto che ragazzi di quell'età non abbiano un briciolo di autocontrollo, oltre a non dimostrare alcuna sensibilità?
Non è una questione di autocontrollo ma solo di sensibilità.

Tu pensi veramente che se fossi entrata in classe e se avessi preso tutti ma proprio tutti a schiaffoni un'ora prima, così preventivamente, per mettere le cose in chiaro; se li avessi fatti piangere per mezz'ora poi giù botte nuovamente, ammonendoli che ci sarebbe stata la terza scarica se non avessero osservato quel minuto di silenzio; se trenta secondi prima avessi preso in mano una di quelle bacchette che si usavano una volta e mostrandola alla classe avessi portato il dito indice teso in verticale sul naso, ad ordinare il silenzio, pensi che non lo avrebbero fatto ?

Non che fosse giusto farlo, ma se convieni con me che sarebbero stati zitti allora convieni con me che il problema non è l'autocontrollo ma la volontà.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Davide



Messaggi : 3369
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Lun Nov 16, 2015 11:01 pm

raganella ha scritto:
Terza media, ragazzi di 13/14 anni con cui già sabato mattina era stato affrontato e commentato l'attentato (io non ero presente e non so in che modo). Oggi avremmo dovuto osservare un minuto di silenzio e i ragazzi sapevano che avremmo avuto il segnale alle 12. Avremmo dovuto, ma non l'abbiamo fatto perché, semplicemente, non sono riusciti a mantenerlo, questo silenzio. Chiacchiericcio e risolini hanno punteggiato quello che avvrebbe dovuto essere, alla meno peggio, solo un minuto di sospensione.
Sono superficiale e/o ingenua e/o antica io che mi sorprendo e mi inquieta  il fatto che ragazzi di quell'età non abbiano un briciolo di autocontrollo, oltre a non dimostrare alcuna sensibilità?

Sì, ho notato la stessa cosa, i ragazzi delle medie non hanno autocontrollo, scattano subito a ridere senza motivo apparente, è un periodo quello della pubertà in cui il corpo si modifica e anche gli ormoni fanno la loro parte. La maturità arriva, forse, molti anni dopo.
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Mar Nov 17, 2015 3:55 pm

avidodinformazioni ha scritto:
raganella ha scritto:
Terza media, ragazzi di 13/14 anni con cui già sabato mattina era stato affrontato e commentato l'attentato (io non ero presente e non so in che modo). Oggi avremmo dovuto osservare un minuto di silenzio e i ragazzi sapevano che avremmo avuto il segnale alle 12. Avremmo dovuto, ma non l'abbiamo fatto perché, semplicemente, non sono riusciti a mantenerlo, questo silenzio. Chiacchiericcio e risolini hanno punteggiato quello che avvrebbe dovuto essere, alla meno peggio, solo un minuto di sospensione.
Sono superficiale e/o ingenua e/o antica io che mi sorprendo e mi inquieta  il fatto che ragazzi di quell'età non abbiano un briciolo di autocontrollo, oltre a non dimostrare alcuna sensibilità?
Non è una questione di autocontrollo ma solo di sensibilità.

Tu pensi veramente che se fossi entrata in classe e se avessi preso tutti ma proprio tutti a schiaffoni un'ora prima, così preventivamente, per mettere le cose in chiaro; se li avessi fatti piangere per mezz'ora poi giù botte nuovamente, ammonendoli che ci sarebbe stata la terza scarica se non avessero osservato quel minuto di silenzio; se trenta secondi prima avessi preso in mano una di quelle bacchette che si usavano una volta e mostrandola alla classe avessi portato il dito indice teso in verticale sul naso, ad ordinare il silenzio, pensi che non lo avrebbero fatto ?

Non che fosse giusto farlo, ma se convieni con me che sarebbero stati zitti allora convieni con me che il problema non è l'autocontrollo ma la volontà.

Come un famoso cane ci ha insegnato, probabilmente sarebbe andata così;
devo dire che, molto spesso, a scuola mi sento una sciampista d'asini.


davide ha scritto:

Sì, ho notato la stessa cosa, i ragazzi delle medie non hanno autocontrollo, scattano subito a ridere senza motivo apparente, è un periodo quello della pubertà in cui il corpo si modifica e anche gli ormoni fanno la loro parte. La maturità arriva, forse, molti anni dopo.


hai ragione: arriva, forse.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Gio Nov 19, 2015 8:56 pm

Felipeto ha scritto:
Sono contrario al truce e al macabro nella preadolescenza..tanti di loro guardano già gli horror, insistere sul fatto che mentre dei giovani si stanno divertendo entra uno e spara all impazzata,sangue ovunque, mi pare penoso per degli undicenni..lasciare che i bambini vivano sereni la loro vita..te eteli fuori dall accanìmento mediatico dei giornalisti cheucrano avidamente su queste vicende...


http://d.repubblica.it/attualita/2015/11/17/news/stragi_di_parigi_cosa_dire_ai_bambini_psico-2849885/?ref=HRLV-14
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Gio Nov 19, 2015 10:26 pm

Lucetta,le stronzate immonde che ci sono sui giornali in n le cago nemmeno:primo L ITALIA NON È IN GUERRA CON NESSUNO ATTUALMENTE,qui ai bambini non devo spiegare un cazzo.secondo. FAtE VEDERE E PARLATEGLIENE SENNO CRESCERANNO PAUROSI E INTOLLERANTI.ma chi spacchio l ha detto?quali studi hanno confermato che i bambini a cui non parli di guerra e terrorismo diventano INTOLLERANTI? I peggiori terroristi, oggi sono i giornalisti ed andrebbero processati per DIRETTISSIMA e censurati.hanno rotto le palle con guerre terrore morti sangue paura e fiss 'e mmammta..
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 9:53 am

Secondo me non vi conviene dire nulla, altrimenti non potreste non far presente che la Francia oltre a violare illegalmente lo spazio aereo di una nazione sovrana sta persino bombardando la Siria (4 milioni di profughi e 500k morti a partire dal 2011), senza il consenso delle legittime autorità nazionali (il cui regime ha da sempre combattuto strenuamente la fratellanza islamica e i salafiti, per inciso). Non parliamo poi della guerra in Libia e in Iraq, nazioni in cui oramai l'isis (cioè i salafiti sunniti) sono presenti in pianta stabile per motivi noti. (in Iraq se avessi perso il mio posto di lavoro dopo che è stato sciolto d'imperio l'esercito irakeno e fossi governato da inetti totali egemonizzati dagli iraniani, ovviamente sarei anch'io confluito nello stato islamico..e infatti buona parte delle tribù sunnite irakene sono passate con le bandiere nere).

Direi che forse è il caso di limitarsi a silenzi ipocriti di qualche minuto in memoria di vittime civili (il giorno prima cmq nel sud Libano hanno ammazzato quasi una cinquantina di sciiti, stessa matrice ideologico-politica) che purtroppo pagano  con la vita per gli errori commessi dalle elites politiche che ci governano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 12:48 pm

mordekayn ha scritto:
Secondo me non vi conviene dire nulla, altrimenti non potreste non far presente che la Francia oltre a violare illegalmente lo spazio aereo di una nazione sovrana sta persino bombardando la Siria (4 milioni di profughi e 500k morti a partire dal 2011), senza il consenso delle legittime autorità nazionali (il cui regime ha da sempre combattuto strenuamente la fratellanza islamica e i salafiti, per inciso). Non parliamo poi della guerra in Libia e in Iraq, nazioni in cui oramai l'isis (cioè i salafiti sunniti) sono presenti in pianta stabile per motivi noti. (in Iraq se avessi perso il mio posto di lavoro dopo che è stato sciolto d'imperio l'esercito irakeno e fossi governato da inetti totali egemonizzati dagli iraniani, ovviamente sarei anch'io confluito nello stato islamico..e infatti buona parte delle tribù sunnite irakene sono passate con le bandiere nere).

Direi che forse è il caso di limitarsi a silenzi ipocriti di qualche minuto in memoria di vittime civili (il giorno prima cmq nel sud Libano hanno ammazzato quasi una cinquantina di sciiti, stessa matrice ideologico-politica) che purtroppo pagano  con la vita per gli errori commessi dalle elites politiche che ci governano.
Io ho perso il mio lavoro nel 2007, a causa degli aiuti di stato (Italiano) alle multinazionali, non equamente diffusi sul territorio; non sono e non sarei mai confluito in un'organizzazione che schiavizza sessualmente le donne, crocifigge i bambini, sgozza e brucia vivi i prigionieri.

C'è modo e modo di diventare assassini, io non lo diventerei mai in quello.

Anche nuclearizzare l'intero medio oriente non serebbe troppo per estirpare definitivamente il demonio (al quale non credo) dalla faccia della terra.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 1:06 pm

Le armi nucleari sono efficaci contro nemici definiti,verso stati omogenei con grandi città e grossi centri industriali. La Siria attuale è simile al Vietnam negli anni 60..nemico nascosto, distribuito a macchia di leopardo,imprevedibile,troppo disperso.come non servì nel Vietnam gli americani, non servirà ora a Putin la bomba nucleare,che distrugge totalmente ad ampio raggio un obiettivo ben definito ed è inutile in questa situazione.occorrono azioni mirate.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 1:10 pm

Felipeto ha scritto:
Le armi nucleari sono efficaci contro nemici definiti,verso stati omogenei con grandi città e grossi centri industriali. La Siria attuale è simile al Vietnam negli anni 60..nemico nascosto, distribuito a macchia di leopardo,imprevedibile,troppo disperso.come non servì nel Vietnam gli americani, non servirà ora a Putin la bomba nucleare,che distrugge totalmente ad ampio raggio un obiettivo ben definito ed è inutile in questa situazione.occorrono azioni mirate.
oppure tanti tanti ordigni. Io non ho buona mira.

Comunque la mia era un'esagerazione; l'ho detto che non credo al demonio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 1:16 pm

Gli ICBM e i cruise russi la mira c'è l hanno (i vecchi bravi giroscopi e le piattaforme inerziali,ecc) ma secondo me è come sparare con un cannone ad una formica..
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 2:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mordekayn ha scritto:
Secondo me non vi conviene dire nulla, altrimenti non potreste non far presente che la Francia oltre a violare illegalmente lo spazio aereo di una nazione sovrana sta persino bombardando la Siria (4 milioni di profughi e 500k morti a partire dal 2011), senza il consenso delle legittime autorità nazionali (il cui regime ha da sempre combattuto strenuamente la fratellanza islamica e i salafiti, per inciso). Non parliamo poi della guerra in Libia e in Iraq, nazioni in cui oramai l'isis (cioè i salafiti sunniti) sono presenti in pianta stabile per motivi noti. (in Iraq se avessi perso il mio posto di lavoro dopo che è stato sciolto d'imperio l'esercito irakeno e fossi governato da inetti totali egemonizzati dagli iraniani, ovviamente sarei anch'io confluito nello stato islamico..e infatti buona parte delle tribù sunnite irakene sono passate con le bandiere nere).

Direi che forse è il caso di limitarsi a silenzi ipocriti di qualche minuto in memoria di vittime civili (il giorno prima cmq nel sud Libano hanno ammazzato quasi una cinquantina di sciiti, stessa matrice ideologico-politica) che purtroppo pagano  con la vita per gli errori commessi dalle elites politiche che ci governano.
Io ho perso il mio lavoro nel 2007, a causa degli aiuti di stato (Italiano) alle multinazionali, non equamente diffusi sul territorio; non sono e non sarei mai confluito in un'organizzazione che schiavizza sessualmente le donne, crocifigge i bambini, sgozza e brucia vivi i prigionieri.

C'è modo e modo di diventare assassini, io non lo diventerei mai in quello.

Anche nuclearizzare l'intero medio oriente non serebbe troppo per estirpare definitivamente il demonio (al quale non credo) dalla faccia della terra.

Magari saresti rimasto nelle tue posizioni e saresti stato filmato nei video di propaganda Isis contro i collaborazionisti del governo sciita di Al-Maliki.
Questo per dire che?
O ci si limita a fare discorsi general-generici su quello che sta avvenendo in Siria e in Iraq o si approfondisce in modo esteso la questione.
Avete il tempo di farlo in classe?
Ne dubito..e cmq trattandosi di avvenimenti non ancora sedimentati come si fa a parlarne in termini utili per approfondire la vicenda?
Come si spiega a dei ragazzini della media che i principali finanziatori dello Stato Islamico sono i nostri alleati in medioriente e che i loro oppositori sono i "nostri" nemici (Hezbollah, Assad, la Fed. Russa e l'Iran) alcuni dei quali sottoposti a sanzioni commerciali?
O che la Francia insiste nel violare le più basilari norme del diritto internazionale bombardando illegalmente la Siria (anzi già solo il sorvolo dello spazio aereo siriano da parte di aerei militari è in sè un illecito)?

Io al minuto di silenzio  della Giannini di Scelta Civica non ho partecipato...troppo comodo far cazzate per anni (la Siria è un paese distrutto e qualcuno dovrebbe chiedere scusa!  400k morti! ) salvo poi fare  queste buffonate. In MO ognuno si è fatto i capzi propri e poi ci si stupisce se spuntano i salafiti che vogliono purificare tutti e tutto..maddai, un pò di serietà.
Tornare in alto Andare in basso
silvye



Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 8:15 pm

Ultimo aggiornamento: la madre di un alunno di classe I ha inveito contro tutti i docenti della classe della mia scuola e soprattutto con la sottoscritta poichè insegnante di francese, sui social network (facebook) insieme ad altri genitori, insultandoci per non aver parlato di questo argomento con la classe...quando invece tutti e dico TUTTI, ME INCLUSA, ne abbiamo parlato...peccato che il figlio della mamma in questione fosse intento a chiacchierare di altro con i compagni!!

Quindi alla luce di tutto questo ritengo che:
1- se ne parliamo ATTENZIONE CHE POSSIAMO SCUOTERE GLI ANIMI SENSIBILI DI ALUNNI (DISINTERESSATI)!!!

2- se non ne parliamo CI INSULTANO PERCHè è UN ARGOMENTO CHE LI TOCCA SUL VIVO NONOSTANTE LE ATROCITà!

Deduco che al solito nessuno è mai contento e noi siamo sempre la povera categoria di lavoratori che deve sopportare anche insulti ingiusti su un social network!! Non se ne può più dei genitori lo dico col cuore in mano!!!! FATEVI CURAREEEEEEE
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 10:03 pm

Mordekayn, l Italia ha poco da insegnare alla Francia a rispettare lo spazio aereo altrui.abbiamo vissuto per decenni come fiancheggiatori di bombaroli che partivano da aviano per bombardare Bosnia e Serbia.abbiamo partecipato a bombardamenti sull Iraq (be ,Bellini e cocciolone erano un po impediti....),sui nostri cieli volavano durante la guerra fredda cani e porci...(Ustica?)..quindi ..predichiamo poco....
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Ven Nov 20, 2015 10:05 pm

..per non parlare dei fenomeni che svolazzanti a bassa quota hanno tirato giù la funivia del cermis......
Tornare in alto Andare in basso
silvye



Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 13.10.11

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Dom Nov 22, 2015 1:05 pm

Scusate ma questo post è stato aperto da me specificatamente per la didattica e non per esprimere pareri politici o altro che esuli...grazie
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi   Mer Nov 25, 2015 1:12 pm

Felipeto ha scritto:
Mordekayn, l Italia ha poco da insegnare alla Francia a rispettare lo spazio aereo altrui.abbiamo vissuto per decenni come fiancheggiatori di bombaroli che partivano da aviano per bombardare Bosnia e Serbia.abbiamo partecipato a bombardamenti sull Iraq (be ,Bellini e cocciolone erano un po impediti....),sui nostri cieli volavano durante la guerra fredda cani e porci...(Ustica?)..quindi ..predichiamo poco....

Cari Bambini ieri un nostro alleato nato ha abbattuto un aereo russo in territorio siriano ^_^
PErchè maestra?
Bombardavano i partigiani turcomanni al confine armati dai nostri alleati militari turchi! http://www.theguardian.com/world/2015/jun/03/turkish-president-erdogan-wants-editor-jailed-for-espionage-in-video-row
Ma maestra ma sono delle stessa risma ideologica degli attentatori in FRancia, gridavano allah akbar mentre sparavano in aria al militare ^_^?

No, bambini..l'isis quando lo finanziamo per abbattere Assad  è moderato, quando poi la fa fuori dal vasino attaccando dove non vorremmo non sono più moderati!

Adesso manine in aria e minutino di silenzio per quello che han fatto gli estremisti in Francia!
^_^

Finito il minutino, test a crocette INVALSI in inglese sull'argomento ^_^!!!!
http://www.newyorker.com/humor/borowitz-report/moderate-syrian-rebel-application-form

Se foste ribelli moderati che rispondereste bambini?

I became a Syrian rebel because I believe in:
A) Truth
B) Justice
C) The American Way
D) Creating an Islamic caliphate

As a Syrian rebel, I think the word or phrase that best describes me is:
A) Moderate
B) Very moderate
C) Crazy moderate
D) Other

If I were given a highly lethal automatic weapon by the United States, I would:
A) Only kill exactly the people that the United States wanted me to kill
B) Try to kill the right people, with the caveat that I have never used an automatic weapon before
C) Kill people only after submitting them to a rigorous vetting process
D) Immediately let the weapon fall into the wrong


I consider ISIS:
A) An existential threat to Iraq
B) An existential threat to Syria
C) An existential threat to Iraq and Syria
D) The people who will pick up my American weapon after I drop it and run away  


LOL.
Tornare in alto Andare in basso
 
Francese/Inglese: come trattare l'argomento dell'attacco su Parigi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» la web community dei professionisti dell'estetica
» PIANO D'ATTACCO-L'ACCIAIO SI STRIDE MA NON SI SPEZZA
» La legge dell'attrazione...
» monnalisa e il magico mondo dell'andrologia....
» I passi dell'amore

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: