Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mar Nov 17, 2015 12:55 pm

Promemoria primo messaggio :

Oggi un mio alunno con problemi di discalculia si è rifiutato letteralmente di svolgere il compito di matematica adducendo a pretesto le sue difficoltà, il fatto appunto di essere discalculico. Preciso che io gli ho fornito esattamente tutte le misure compensative stabilite nel Piano didattico personalizzato.
Nonostante i miei inviti a svolgere la prova, egli si è rifiutato e dopo 20 minuti di ostinazione ha consegnato il foglio in bianco: io ho valutato la prova con una grave insufficienza e ho scritto una nota disciplinare spiegando che l'alunno ha avuto un atteggiamento di rifiuto.
Il ragazzo mi ha poi detto che sarebbe andato con i genitori a lamentarsi con il DS: preciso che già in passato ho avuto problemi con la famiglia per lo stesso motivo, cioé per il fatto che secondo loro le mie verifiche non sono alla portata del ragazzo, ogni volta mi devo battere contro lo stesso muro.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Shetan



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 3:33 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Oltretutto, vorrei sapere cosa c'entra la discalculia con il "blocco per la matematica".

Discalculia non significa affatto non capire nulla di matematica.

La discalculia, quando è autentica, è un problema che riguarda solo la notazione matematica, l'incolonnamento delle cifre, la decodifica dei simboli di operazione, le routine di calcolo, e roba del genere: NON C'ENTRA NIENTE con il fatto di non riuscire a capire la procedura logica che c'è sotto.

Se un ragazzo ha gravi problemi complessivi con tutta la matematica perché non riesce a capire le procedure logiche, allora vuol dire che non è affatto discalculico, ma che è carente sul piano logico, e quindi ha una qualche forma di difetto cognitivo. Magari non grave, ma sempre difetto cognitivo è, e non c'entra nulla con i DSA.  

L.

Il problema secondo me è proprio questo: il difetto cognitivo alla base. In questo caso anche gave. Il QI è border line, appena un punto o due al di sopra della soglia per essere certificato DVA... a mio parere i genitori non vogliono che si certifichi come tale. Alla primaria gli hanno cambiato scuola quando le maestre "che non lo capivano" gli hanno consigliato di effettuare i test.
Il mio alunno fatica proprio a comprendere anche le più semplici indicazioni, non riesce a scrivere utilizzando la simbologia matematica i dati di un problema e molto spesso fa interventi fuori luogo non rendendosene conto (ad esempio la scorsa settimana stavamo facendo un esercizio sul calcolo degli angoli di un parallelogramma e lui candidamente mi ha chiesto se a 800 gradi facesse caldo...). Non oso immaginare cosa farà con gli esercizi sul calcolo delle aree... e alla prova Invalsi all'esame!
I genitori sostengono naturalmente che la colpa sia mia...

Ringrazio Ire per il consiglio. Eviterò però le interrogazioni perché anche lì è un dramma: spesso si offre volontario per svolgere esercizi alla lavagna e per lui i problemi si risolvono sempre dividendo qualsiasi numero per due e poi sommando il tutto.
Sono "leggermente" preoccupata!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 3:40 pm

Citazione :
I genitori sostengono naturalmente che la colpa sia mia...

e vabbeh, a casa mia mi incolpano anche se piove!


Tu ti sei interrogata, più di così non puoi fare, lasciali dire.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 6:01 pm

Shetan ha scritto:

Il mio alunno fatica proprio a comprendere anche le più semplici indicazioni, non riesce a scrivere utilizzando la simbologia matematica i dati di un problema e molto spesso fa interventi fuori luogo non rendendosene conto (ad esempio la scorsa settimana stavamo facendo un esercizio sul calcolo degli angoli di un parallelogramma e lui candidamente mi ha chiesto se a 800 gradi facesse caldo...).

Io ne ho visti all'ultimo anno di liceo, in queste condizioni, altro che seconda media.

Nei casi più clamorosi, non c'era nemmeno dislessia o discalculia, ma solo il classico esempio di persona che capisce poco, e che avrebbe bisogno del sostegno, a cui invece si è dovuto fare un BES per vaghissimi e indefinibili "disturbi non specifici"...

...primo, perché il diagnosta non ha avuto il coraggio di fare un falso professionale sfacciato, scrivendo una certificazione di DSA quando palesemente non era vero, e secondo, perché per la famiglia l'ipotesi di handicap, di lieve ritardo mentale, o comunque di problemi cognitivi, era assolutamente fuori questione.

Bene, le situazioni tipiche sono queste:

a) ha il diritto di portarsi dietro i formulari e le tabelle, e di consultarseli durante il compito, solo che NON C'E' VERSO che capisca quale sia la richiesta del problema e in quale sottocaso si ricade... e quindi usa le formule correttamente, sì, e ci mette dentro perfino i numeri giusti (non avendo, appunto, nessun problema di discalculia), ma le usa dopo averle scelte completamente a caso. Che so, per capirsi... in un problema di fisica sul passaggio di stato di un blocco di metallo che viene fuso, invece di metterci la formula con i calori latenti, ci mette quella della dilatazione termica, ottenendo risultati completamente assurdi sul piano quantitativo, NON SI ACCORGE di quanto siano assurdi, e poi quando l'esercizio gli viene segnato come sbagliato, casca dal pero e continua a insistere: "Ma io non capisco dov'è che ho sbagliato, la formula era giusta!". Mancando completamente di senso fisico (ma anche semplicemente di senso comune), non conosce gli ordini di grandezza, non sa fare stime quantitative, quindi se viene fuori un pianeta con la massa di 5 chili o un'automobile che si muove a 400 metri al secondo, se li fa andare bene... non si pone minimamente il dubbio di aver sbagliato qualcosa, anzi ci rimane malissimo quando "scopre" di aver sbagliato. E il livello di collegamento logico è quello, in quasi tutte le materie, comprese quelle umanistiche più discorsive.

b) ha il diritto di "compensare con l'orale i risultati negativi dello scritto". Solo che, essendo anche persona molto ansiosa e insicura, all'orale fa inevitabilmente peggio, perché fa esattamente gli stessi errori dello scritto, solo che li fa in pubblico davanti a tutti, si vergogna, va in panico, e fa un disastro. Da tempo si consiglia di togliere dal PDP quella specificazione, perché di sicuro siamo di fronte a un caso in cui non è individualmente utile a quel tipo di studente, e peggiora la situazione invece di migliorarla, però la famiglia la vuole a tutti i costi. Il risultato è che, se NON si prova a fare l'interrogazione orale per recuperare lo scritto andato male, la famiglia si lamenta perché non sono stati messi in atto gli strumenti previsti dal pdp; mentre se si prova a farla e va ancora peggio, la famiglia si lamenta lo stesso perché "non è possibile che all'orale si vada peggio che allo scritto, lo sanno tutti che l'orale è più facile, è sempre stato così", e quindi deve essere sicuramente colpa dell'insegnante che non sa fare le interrogazioni come si deve.

Se qualcuno mi dice che piffero c'entrerebbero i DSA, mi illumina proprio...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Shetan



Messaggi : 129
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 6:15 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Shetan ha scritto:

Il mio alunno fatica proprio a comprendere anche le più semplici indicazioni, non riesce a scrivere utilizzando la simbologia matematica i dati di un problema e molto spesso fa interventi fuori luogo non rendendosene conto (ad esempio la scorsa settimana stavamo facendo un esercizio sul calcolo degli angoli di un parallelogramma e lui candidamente mi ha chiesto se a 800 gradi facesse caldo...).

Io ne ho visti all'ultimo anno di liceo, in queste condizioni, altro che seconda media.

Nei casi più clamorosi, non c'era nemmeno dislessia o discalculia, ma solo il classico esempio di persona che capisce poco, e che avrebbe bisogno del sostegno, a cui invece si è dovuto fare un BES per vaghissimi e indefinibili "disturbi non specifici"...

...primo, perché il diagnosta non ha avuto il coraggio di fare un falso professionale sfacciato, scrivendo una certificazione di DSA quando palesemente non era vero, e secondo, perché per la famiglia l'ipotesi di handicap, di lieve ritardo mentale, o comunque di problemi cognitivi, era assolutamente fuori questione.

Bene, le situazioni tipiche sono queste:

a) ha il diritto di portarsi dietro i formulari e le tabelle, e di consultarseli durante il compito, solo che NON C'E' VERSO che capisca quale sia la richiesta del problema e in quale sottocaso si ricade... e quindi usa le formule correttamente, sì, e ci mette dentro perfino i numeri giusti (non avendo, appunto, nessun problema di discalculia), ma le usa dopo averle scelte completamente a caso. Che so, per capirsi... in un problema di fisica sul passaggio di stato di un blocco di metallo che viene fuso, invece di metterci la formula con i calori latenti, ci mette quella della dilatazione termica, ottenendo risultati completamente assurdi sul piano quantitativo, NON SI ACCORGE di quanto siano assurdi, e poi quando l'esercizio gli viene segnato come sbagliato, casca dal pero e continua a insistere: "Ma io non capisco dov'è che ho sbagliato, la formula era giusta!". Mancando completamente di senso fisico (ma anche semplicemente di senso comune), non conosce gli ordini di grandezza, non sa fare stime quantitative, quindi se viene fuori un pianeta con la massa di 5 chili o un'automobile che si muove a 400 metri al secondo, se li fa andare bene... non si pone minimamente il dubbio di aver sbagliato qualcosa, anzi ci rimane malissimo quando "scopre" di aver sbagliato. E il livello di collegamento logico è quello, in quasi tutte le materie, comprese quelle umanistiche più discorsive.

b) ha il diritto di "compensare con l'orale i risultati negativi dello scritto". Solo che, essendo anche persona molto ansiosa e insicura, all'orale fa inevitabilmente peggio, perché fa esattamente gli stessi errori dello scritto, solo che li fa in pubblico davanti a tutti, si vergogna, va in panico, e fa un disastro. Da tempo si consiglia di togliere dal PDP quella specificazione, perché di sicuro siamo di fronte a un caso in cui non è individualmente utile a quel tipo di studente, e peggiora la situazione invece di migliorarla, però la famiglia la vuole a tutti i costi. Il risultato è che, se NON si prova a fare l'interrogazione orale per recuperare lo scritto andato male, la famiglia si lamenta perché non sono stati messi in atto gli strumenti previsti dal pdp; mentre se si prova a farla e va ancora peggio, la famiglia si lamenta lo stesso perché "non è possibile che all'orale si vada peggio che allo scritto, lo sanno tutti che l'orale è più facile, è sempre stato così", e quindi deve essere sicuramente colpa dell'insegnante che non sa fare le interrogazioni come si deve.

Se qualcuno mi dice che piffero c'entrerebbero i DSA, mi illumina proprio...

L.

Concordo in pieno... e sono molto amareggiata!
L'unica cosa di cui sono certa è che non gli somministrerò verifiche facilitate solo per levarmi il problema di torno, troppo comodo! E continuerò a mantenere l'etichetta della "stronza di matematica"... Pace!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 6:36 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
...primo, perché il diagnosta non ha avuto il coraggio di fare un falso professionale sfacciato, scrivendo una certificazione di DSA quando palesemente non era vero, e secondo, perché per la famiglia l'ipotesi di handicap, di lieve ritardo mentale, o comunque di problemi cognitivi, era assolutamente fuori questione.
Se avesse avuto genitori meno stupidi di lui e se avesse avuto una diagnosi di ritardo mentale medio, con tutela della 104 avrebbe avuto il sostegno ......... quindi ?

Gli si sarebbe potuto dare una verifica per obiettivi minimi nella quale il professore di sostegno lo avrebbe aiutato ed avrebbe avuto la sufficienza........... quindi ?

Vi risulta che un ragazzo handicappato, aiutato dal prof di sostegno MERITI il diploma ? Ho scritto "meriti", nel senso che comunemente assegniamo a questa parola, non ho scritto "ottemperi alle richieste formalizzate (burocratiche) che sono previste per il suo profilo intellettivo"; riuscirebbe a meritare ? Trarrebbe beneficio dal suo diploma ? Se diplomato perito elettronico potrebbe progettare semplici schede elettroniche ? Se diplomato perito chimico potrebbe esercitarne la professione ? Potrebbe fare il geometra ? Il ragioniere ? Se si diplomasse al liceo sociopsicopedofilo potrebbe iscriversi ad FSP e diventare maestro della primaria ?

Regalategli sto cazzo di diploma e facciamola finita !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.   Mer Nov 18, 2015 6:39 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
I genitori sostengono naturalmente che la colpa sia mia...

e vabbeh, a casa mia mi incolpano anche se piove!


Tu ti sei interrogata, più di così non puoi fare, lasciali dire.
Ma è risaputo che è colpa del governo
Tornare in alto Andare in basso
 
Alunno discalculico si rifiuta di svolgere compito.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» foto del compito messa su fb...
» Alunno copia versione, ma me ne accorgo solo al momento della correzione
» Alunno introverso
» Dosaggi ormonali e altro.........
» L'allievo supera sempre il maestro

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: