Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
ProfessoressaIpsia



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 20.04.15

MessaggioOggetto: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Sab Nov 28, 2015 4:50 am

Promemoria primo messaggio :

È cominciato tutto per colpa mia che non avevo voglia di fare il mio lavoro e ho detto ai ragazzi di fare un tema in cui mi parlano di loro. Facile per loro e facile per me che voglio vedere come si esprimono in inglese quando possono scrivere tutto quello che vogliono.
Ecco che alla consegna mi ritrovo il foglio bianco di una ragazza che l'unica cosa che ha scritto in risposta al titolo "parlami di te" è stato un bel "NO"
Decido che non voglio punirla per non avere svolto il tema. Forse vi ricordate di lei, avevo chiesto aiuto l'anno scorso e mi avete dato consigli su come gestire una situazione delicata.
Comunque. Quest'anno la situazione non ha fatto altro che peggiorare rimanendo accademicamente perfetta (non so nemmeno se quello che scrivo ha senso a quest'ora di notte).
Le dico che comunque devo valutarla e che può scrivermi un tema su un argomento a sua scelta. Parlami di quello che vuoi, in poche parole.
Ora vi ricordo che è una ragazza di 15 anni, in una seconda di un istituto professionale.
Mi ritrovo tra le mani un tesoro, in cui mi parla di alcuni personaggi nei suoi libri preferiti, Les Misérables in cui descrive la disperazione di Fantine che la spinge a lavorare come prostituta, parla di Notre Dame in cui Esmeralda muore perché non voleva cedere alle richieste di Frollo e si chiede se vale la pena morire o se era meglio concedersi a un prete e restare viva, e poi parla di Lolita e di quanto odia quel libro e di quanto odia Humbert e va avanti per pagine e pagine a parlare di quanto siamo vulnerabili e si chiede perché alcune donne proteggono la loro verginità a costo della vita mentre altre usano il loro essere donne come strumento e chi ha ragione, chi sta facendo giusto e chi sta sbagliando e perché bisogna scegliere tra essere vittima e essere puttana.
A parte il fatto che mi ritrovo davanti un capolavoro che si meriterebbe un PhD piuttosto che un 10, in questo tema lei, che si era rifiutata di parlarmi di se stessa, mi ha aperto il cuore e nonostante parli di personaggi di libri ci sono qui dentro i suoi più intimi pensieri.
Sinceramente mi sento persa. Come sempre, con questa ragazza.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ProfessoressaIpsia



Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 20.04.15

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Dom Dic 06, 2015 5:37 am

Che ci fa una ragazza così al professionale:
1. Non ho tempo di pensare alla scuola, questa è vicino casa ed è pure più facile delle altre
2. Tanto si accede all'università con qualsiasi diploma, uno vale l'altro
3. Nessuno mi ha spiegato la differenza tra una scuola e l'altra quando sono arrivata in Italia

Alla fine me la sono portata al bar della scuola giovedì mattina con la scusa che doveva recuperare una interrogazione e abbiamo anche parlato un po'. Quelle qui sopra sono le motivazioni che mi ha dato alla domanda "che ci fai in un professionale". È già un passo avanti visto che fino all'anno scorso mi degnava solo della risposta #1.
Comunque si è aperta un po'. Sono contenta di questo. Non sto a scrivere tutto perché non è il caso, ma almeno ho iniziato un dialogo, almeno spero. Mi ha parlato tranquilla, senza urlare o senza insultare (già un traguardo!)
Finalmente mi ha dato una risposta seria a cosa vuole fare da grande, io le ho fatto i complimenti, che è un progetto molto bello e interessante e le ho spiegato che potrebbe anche andare all'università, abbiamo parlato di varie cose che si possono studiare. Lei mi ha detto che non sapeva che l'università andava bene per lei.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Dom Dic 06, 2015 9:41 am

ProfessoressaIpsia ha scritto:
Ma perché, va beh che insegno da poco ma dovevo aspettarmi più gente che si rifiutava di fare il tema?

Scusa, ma a me è sempre sembrato normalissimo (sia quando ero adolescente io, sia adesso) che un adolescente provi un enorme fastidio e istinto di rifiuto di fronte all'ingiunzione di raccontare i fatti suoi personali in un compito scolastico.

Io da studentessa l'ho sempre trovata una cosa odiosa.

Poi, per quieto vivere, la maggior parte dei ragazzi non ha il coraggio di ribellarsi apertamente, e quindi il tema lo fanno... però si guardano bene dallo scrivere cose private veramente significative, e finiscono con il riempire le pagine o di banalità assolute, che di privato non hanno niente, oppure di balle confezionate ad arte per compiacere l'insegnante con quello che si aspettano che questo "voglia sentirsi dire".

L'unica cosa anomala e peculiare del caso che racconti, è che la ragazza abbia reagito un po' al contrario, ossia che si sia cimentata in argomenti arditi e imbarazzanti invece che in banalità zuccherose... ma che fosse inizialmente molto mal disposta a svolgere quel tema, è normale.
Tornare in alto Andare in basso
Bequadro



Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Dom Dic 06, 2015 10:59 am

E' molto più facile parlare di sé protetti dai personaggi letterari.
Detto questo, mi viene da aggiungere - e spero di non risultare saccente, non è mia intenzione - che gli adolescenti hanno bisogno di una cosa essenziale, da noi, qualunque sia il modo che riescono ad attuare per manifestare i loro disagi e i loro problemi: integrità morale.
Hanno bisogno di vedere in azione (non di sentir parlare) adulti coerenti, giusti nel giudizio, equanimi nei comportamenti, adulti che non minimizzino le difficoltà e i costi delle scelte, ma che sappiano farne loro stessi.
Il problema morale delle scelte femminili è profondamente distorto dai messaggi televisivi e dalla falsa cultura libertaria, che sostiene la prostituzione come "scelta consapevole di potere" da parte della donna, mentre è soltanto sfruttamento con l'oppio.
Questa ragazza ha bisogno di fidarsi, messaggi di richiesta di aiuto ne ha mandati diversi, con tutta l'arroganza indifesa e splendida dell'adolescenza, ed ha una mente brillante che deve trovare una strada adatta. Io userei la letteratura in classe per mandarle dei messaggi, e mi impegnerei ad essere esempio di coerenza in classe.
Che poi questo sia facile da fare, è un altro paio di maniche... ma a questo punto mi sembra un obbligo.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 574
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Dom Dic 06, 2015 6:13 pm

Guardate, io in tutta onestà non credo che ogni adolescente che si comporti in modo oppositivo mandi messaggi di aiuto, almeno non a livello conscio, a livello conscio dell'aiuto può benissimo non importarsene. Ma siccome noi non possiamo sapere veramente ciò che accade nell'inconscio, allora io dico che questa questione dei messaggi di aiuto è solo un dogma della psicologia a cui onestamente io rifiuto di credere sempre.
Si usa per giustificare tutto: un adolescente che danneggia la scuola manda messaggi disperati di aiuto, se si comporta male con i coetanei e li deride manda messaggi di aiuto, insomma, si giustifica quasi TUTTO. Dietro tutto questo c'è una visione troppo ottimistica della persona che io non condivido per nulla, al di là della vicenda descritta qui e ora, a volte l'adolescente agisce in modo negativo per semplice volontà di sopraffare, per il piacere di sottomettere e di ricevere l'approvazione del gruppo, per sentirsi forte, nell'uomo è innato il desiderio di sottomettere gli altri, infatti non a caso è l'uomo l'animale più crudele del creato, l'istinto alla crudeltà esiste eccome.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Dom Dic 06, 2015 6:48 pm

Scuola70 ha scritto:
Guardate, io in tutta onestà non credo che ogni adolescente che si comporti in modo oppositivo mandi messaggi di aiuto, almeno non a livello conscio, a livello conscio dell'aiuto può benissimo non importarsene. Ma siccome noi non possiamo sapere veramente ciò che accade nell'inconscio, allora io dico che questa questione dei messaggi di aiuto è solo un dogma della psicologia a cui onestamente io rifiuto di credere sempre.
Si usa per giustificare tutto: un adolescente che danneggia la scuola manda messaggi disperati di aiuto, se si comporta male con i coetanei e li deride manda messaggi di aiuto, insomma, si giustifica quasi TUTTO. Dietro tutto questo c'è una visione troppo ottimistica della persona che io non condivido per nulla, al di là della vicenda descritta qui e ora, a volte l'adolescente agisce in modo negativo per semplice volontà di sopraffare, per il piacere di sottomettere e di ricevere l'approvazione del gruppo, per sentirsi forte, nell'uomo è innato il desiderio di sottomettere gli altri, infatti non a caso è l'uomo l'animale più crudele del creato, l'istinto alla crudeltà esiste eccome.
Se mi porto in classe un buon libro da leggere mando un messaggio d'aiuto ?
Se stupro la vicepreside (che è caruccia forte) mando un messaggio di aiuto ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1859
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza   Lun Dic 07, 2015 7:40 am

No, semmai è lei a mandare un messaggio di aiuto
Tornare in alto Andare in basso
 
Ed ecco che mi ritrovo alle 3 di notte a piangere per il tema di una ragazza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Melissa non dorme la notte
» Notte insonne e di pensieri...
» LASCIARSI ANDARE ALLE EMOZIONI
» ho fatto ovitrelle alle 21 e...
» Saluti alle zie da Gimmy Timmy e Tommy

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: