Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Recita di Natale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Felicitas



Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 03.07.13

MessaggioOggetto: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 11:06 am

Sto leggendo in questi giorni sul web le polemiche sorte dopo che il preside di una scuola ha deciso di cancellare la festa di Natale per trasformarla in una "festa dell'inverno" dove, invece delle classiche canzoncine religiose, verranno recitate soltanto poesie sull'inverno o canzoni a tema non religioso.

Insegno in una scuola primaria e avendo quest'anno una classe prima ho pensato che sarebbe potuto essere carino organizzare una festa di Natale con i genitori dei bambini. Non insegnando Religione mi è sembrato ovvio non preparare canti e filastrocche religiose e quindi, molto pacificamente, ci limitiamo a poesie sui regali, sull'inverno e altri temi.

A me sembra così ovvio che in una scuola laica la Religione e i temi religiosi debbano essere riservati alle sole due ore settimanali a disposizione di tale materia, che a volte mi sembra di essere fuori dal mondo quando leggo di queste polemiche, perché non ne capisco il senso.

Nella mia scuola non si fa il presepe, alcune aule hanno il crocifisso mentre altre no. Chi vuole fare Religione la fa, chi decide di non avvalersi segue la programmazione ben precisa e strutturata delle ore di Alternativa (odio questo nome!).

Ci dimentichiamo che la scuola è laica, che nelle nostre classi ci sono bambini sì di credo diverso ma anche bambini a cui della religione o di altre forme di superstizione non importa nulla.

Lasciamo la Religione fuori dalle aule per piacere.

Voi cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 11:29 am

Felicitas ha scritto:
.....
A me sembra così ovvio che in una scuola laica la Religione e i temi religiosi debbano essere riservati alle sole due ore settimanali a disposizione di tale materia, che a volte mi sembra di essere fuori dal mondo quando leggo di queste polemiche, perché non ne capisco il senso.
.....

Lasciamo la Religione fuori dalle aule per piacere.

Voi cosa ne pensate?
Innanzitutto due ore ? Non era una ?

In secondo luogo secondo me, da ateo che vive in un paese a maggioranza cristiana:

1) Se nelle ore di religione si vuole fare un lavoro sul "Santo" Natale si faccia pure.

2) Se in orario extrascolastico si vuole organizzare su base volontaria un lavoro come al punto 1 e se lo si vuole "esporre" a tutti anche al mattino (ad esempio un presepe nell'ingresso) si faccia pure.

3) Se in orario curricolare si vuole fare un lavoro come al punto 1, anche solo su base volontaria, si sbaglia, è violazione del diritto allo studio.

4) Se si vuole fare un lavoro come al punto 1 su base obbligatoria, che sia in orario curricolare o extracurricolare non ha importanza, si fa una violazione dei diritti umani.

Si ricordi sempre che la religione cristiana non è la "nostra religione" ma la religione della maggioranza di noi, che è una cosa molto diversa.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felicitas



Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 03.07.13

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 11:42 am

Grazie Avido.
Le ore sono due alla settimana, sia per gli alunni del tempo pieno (40 ore settimanali) sia per chi, fa un tempo più corto anche di 30 ore settimanali.
E questo a fronte - in prima - di 1 ora di inglese e di 1 ora di scienze. Ma questo sarebbe un altro discorso.

Sono d'accordo con quello che dici. Nulla vieta agli insegnanti di Religione di preparare uno spettacolo con i bambini che si avvalgono dell'IRC ma trovo assurdo, come ho sentito dire, che insegnanti di Italiano e altre materie si permettano di imporre filastrocche, canzoni e poesie di impronta cattolica (o altro) a TUTTI i bambini.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4700
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 5:39 pm

Alla scuola primaria mi sembra normale festeggiare il Natale. Lo facciamo pure al liceo, figuriamoci con i bambini.

Festeggiamo tutto, e con allegria: ci sono musulmani? Festeggeremo anche le loro ricorrenze.

A Betlemme(Palestina) c'è una basilica e a Natale c'è la messa (e credo anche tutti gli altri giorni). Lì non si creano problemi (forse perché ne hanno di più seri), qua abbondano, come sempre e più di sempre, i corti di cervello.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 6:23 pm

Felicitas ha scritto:
A me sembra così ovvio che in una scuola laica la Religione e i temi religiosi debbano essere riservati alle sole due ore settimanali a disposizione di tale materia, che a volte mi sembra di essere fuori dal mondo quando leggo di queste polemiche, perché non ne capisco il senso.
Anche io non ne capisco il senso. Anche gli arabi, se frequenti le loro scuole, non ti OBBLIGANO a seguire il loro credo religioso...;-)
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 6:31 pm

giobbe ha scritto:
Felicitas ha scritto:
A me sembra così ovvio che in una scuola laica la Religione e i temi religiosi debbano essere riservati alle sole due ore settimanali a disposizione di tale materia, che a volte mi sembra di essere fuori dal mondo quando leggo di queste polemiche, perché non ne capisco il senso.
Anche io non ne capisco il senso. Anche gli arabi, se frequenti le loro scuole, non ti OBBLIGANO a seguire il loro credo religioso...;-)
Se loro mi obbligano ed io non lo faccio mi sento autorizzato a sentirmi superiore; sentirmi superiore è una cosa che mi piace tantissimo, non ci rinuncerei mai al mondo, neanche per compiacere il mio Dio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 6:43 pm

Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 7:49 pm

precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Con i Pokemon
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 8:22 pm

Questa storia mi ricorda un fatto accadutomi quando frequentavo la scuola media. Il professore di geografia ci divideva in gruppi e ci faceva fare delle ricerche. Con il mio gruppo dovevama scegliere una nazione asiatica e costruire un percorso di approfondimento. Prepariamo dei bigliettini nei quali indicare il nome della nazione e il percorso di approfondimento. 5 persone scelgono una nazione e solo la sesta una nazione diversa. Il professore ci assegna la nazione proposta da una sola persona e alle proteste degli agli invoca il "rispetto delle minoranze". Da allora, ogni volta che qualcuno pronuncia questa frase, mi sorge il sospetto che sia solo un pretesto per farti fare non ciò che è deciso dalla maggioranza, ma semplicemente quello che vuole lui.

Alla televisione ho visto il servizio dedicato alla questione: davanti alla porta della presidenza c'era un bellissimo simbolo della Coca Cola, mi sembra che quel preside sostituisca i simboli della tradizione con quelli delle multinazionali.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 9:04 pm

avidodinformazioni ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Con i Pokemon

Anche. Io ricordo come un natale bellissimo quello in cui la maestra ci fece fare un presepe con i playmobil
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Sab Nov 28, 2015 9:55 pm

Come (penso)molti laureati in materie scientifiche sono troppo razionale per credere a riti, dei,prediche,aldilà e al di qua. Detto questo alle elementari il rito del presepe era per me magico. La magia del natale (che era meraviglioso perché cominciava all 8dicemvre e non a metà ottobre come ora,)è un bel ricordo. Io aspettavo Gesù bambino e non babbo natale.crescendo ho fatto due conti e sono diventato ateo. Io manterrei queste tradizioni fino alle elementari.ovvio che se meta classe e' mussulmana eviterei..alle medie non li reputo così importante.il preside ha dichiarato che il 20% SONO STRANIERI MUSSULMANI.non vedo come possa quindi considerarsi essenziale l utilizzo di simboli religiosi e riti in ragazzini ormai grandicelli... Nelle mie classi con presenza di mussulmani evito battute o altri contenuti a rema religioso.l altro giorno ho beccato due copiare, stavo per dire "e ora, andatevi a confessare" in tono ironico.. Poi ho fatto caso alle tre ragazzine con il velo, ed ho evitato.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:07 pm

mac67 ha scritto:
Alla scuola primaria mi sembra normale festeggiare il Natale. Lo facciamo pure al liceo, figuriamoci con i bambini.

Festeggiamo tutto, e con allegria: ci sono musulmani? Festeggeremo anche le loro ricorrenze.

A Betlemme(Palestina) c'è una basilica e a Natale c'è la messa (e credo anche tutti gli altri giorni). Lì non si creano problemi (forse perché ne hanno di più seri), qua abbondano, come sempre e più di sempre, i corti di cervello.

Pieta!

Dopo le canzoncine di natale che rimbombano per un mese a scuola, devo pure sopportare i nasheed islamici cantati rigorosamente da voci maschili senza l'ausilio di strumenti musicali?
Ma che cacchio ho fatto di male ah,ah,ah..
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:11 pm

precario.acciaio ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Con i Pokemon

Anche. Io ricordo come un natale bellissimo quello in cui la maestra ci fece fare un presepe con i playmobil

A me babbo natale la prima volta che lo vidi a scuola mi fece impressione..idem vedere la rappresentazione di un uomo sottoposto al supplizio della croce.
Cmq oramai non vedo più crocifissi nelle aule scolastiche.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:13 pm

Io abolirei qualsiasi manifestazione natalizia nella scuola, ivi comprese quelle odiose di fine anno scolastico. Sono semplicemente una vetrina da propinare ai genitori, che GODONO vedere i propri figli recitare, cantare e ballare come se fossero ad AMICI della De Filippi. Tra l'altro queste passerelle sono preparate da altri insegnanti esibizionisti, che perdono il loro tempo a prepararle tralasciando il proprio insegnamento curriculare e minando quello degli altri colleghi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:23 pm

Cmq posto che il preside oggetto della polemica è un ottimo preside, ha fatto bene a "rimettere" il mandato per la reggenza...che si arrangino adesso..

Disgustoso che dei soggetti come Renzi, Aprea, Formigoni, Faraone per raccattare qualche vantaggio politico si siano buttati a pesce sulla vicenda...Aprea  e Formigoni..che hanno combinato disastri con i dimensionamenti in Lombardia facendo anche carne di porco delle direzioni didattiche rozzanesi (sono diventati tutti dei comprensivi, nonostante la resistenza "passiva" per anni del comune e di buona parte dei Dirigenti Scolastici di quella realtà).
Che schifo.
Ovviamente le cazzate hanno rilevanza nazionale, mentre dei dimensionamenti selvaggi lombardi ad opera della cricca ciellina che già stanno manifestando gli effetti deleteri (i danni dei dimensionamenti in Lombardia ce li porteremo negli anni a venire) NON se ne parla tra i non addetti ai lavori. (le megascuole sono più complicate da gestire di scuole sotto i 1000 iscritti).
Meglio chiaccherare sulle canzoncine di natale che alcuni genitori avrebbero voluto che venissero recitate in una scuola pubblica..


Ultima modifica di mordekayn il Dom Nov 29, 2015 3:37 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 1518
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:29 pm

mordekayn ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Con i Pokemon

Anche. Io ricordo come un natale bellissimo quello in cui la maestra ci fece fare un presepe con i playmobil

A me babbo natale la prima volta che lo vidi a scuola mi fece impressione..idem vedere la rappresentazione di un uomo sottoposto al supplizio della croce.
Cmq oramai non vedo più crocifissi nelle aule scolastiche.

Ci sono ci sono, anche nella rossa Emilia
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:30 pm

"Non si può dialogare rinunciando al Natale" così ha detto Renzi al preside Parma.
Se avessimo avuto uno statista serio al posto di uno showman (ad esempio un Rodotà) avrebbe detto
"Non si può dialogare rinunciando alla laicità"
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:44 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
"Non si può dialogare rinunciando al Natale" così ha detto Renzi al preside Parma.
Se avessimo avuto uno statista serio al posto di uno showman (ad esempio un Rodotà) avrebbe detto
"Non si può dialogare rinunciando alla laicità"

Renzi è un buffone, ma questo lo si sapeva già.
Parma è un ottimo preside.
A perderci sarà l'istituto comprensivo che ha in reggenza. E' già Dirigente Scolastico dell'Italo Calvino, le reggenze di solito non conviene mai accettarle.
Una settimana di linciaggio da persone indegne anche solo di proferire parola, per quello che hanno combinato contro la scuola pubblica. (mi riferisco in particolar modo a chi ha ricoperto l'incarico di assessore alla pubblica distruzione in regione Lombardia).
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Dom Nov 29, 2015 3:50 pm

perly ha scritto:
mordekayn ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.
Con i Pokemon

Anche. Io ricordo come un natale bellissimo quello in cui la maestra ci fece fare un presepe con i playmobil

A me babbo natale la prima volta che lo vidi a scuola mi fece impressione..idem vedere la rappresentazione di un uomo sottoposto al supplizio della croce.
Cmq oramai non vedo più crocifissi nelle aule scolastiche.

Ci sono ci sono, anche nella rossa Emilia

Per fortuna a Milano non ne vedo più in giro.
E' inquietante dover vedere simboli religiosi confessionali in una scuola statale.
Le religioni stiano al loro posto senza coartare le libertà dei cittadini italiani.
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 1518
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 2:51 pm

Considerando che abbiano classi con un terzo di studenti sunniti, è ancora più aberrante
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 3:56 pm

perly ha scritto:
Considerando che abbiano classi con un terzo di studenti sunniti, è ancora più aberrante
Non ci avevo mai pensato: chissà se i miei studenti islamici sono sciiti o sunniti; chissà che non ce ne siano di entrambi i tipi; speriamo non lo debba mai scoprire.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 5:02 pm

Renzi parla così perchè si rivolge alla pancia dei cittadini, laddove invece docenti, presidi e intellettuali in genere (sempre una minoranza) parlerebbero alle menti.
Putroppo quando si tratta di votare gli italiani votano sempre con la pancia... e il risultato di tale "movimento di pancia" è quello che si può immaginare
Tornare in alto Andare in basso
perly



Messaggi : 1518
Data d'iscrizione : 29.07.14

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 5:30 pm

avidodinformazioni ha scritto:
perly ha scritto:
Considerando che abbiano classi con un terzo di studenti sunniti, è ancora più aberrante
Non ci avevo mai pensato: chissà se i miei studenti islamici sono sciiti o sunniti; chissà che non ce ne siano di entrambi i tipi; speriamo non lo debba mai scoprire.

Nel 2009 mi capito una classe in cui c'era uno sciita (figlio dell' imam) e uno sunnita. Naturalmente non andavano d'accordo
A contorno di ciò un alunno comportamentale che bestemmiava Allah
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15867
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 6:11 pm

perly ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
perly ha scritto:
Considerando che abbiano classi con un terzo di studenti sunniti, è ancora più aberrante
Non ci avevo mai pensato: chissà se i miei studenti islamici sono sciiti o sunniti; chissà che non ce ne siano di entrambi i tipi; speriamo non lo debba mai scoprire.

Nel 2009 mi capito una classe in cui c'era uno sciita (figlio dell' imam) e uno sunnita. Naturalmente non andavano d'accordo
A contorno di ciò un alunno comportamentale che bestemmiava Allah
E tu lo capivi, quindi usava aggettivi in italiano e sostantivi in arabo.

Aveva la mente confusa.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Forum educazione fisica



Messaggi : 610
Data d'iscrizione : 09.12.11

MessaggioOggetto: Re: Recita di Natale   Lun Nov 30, 2015 6:26 pm

precario.acciaio ha scritto:
Distinguiamo fede e tradizione. Io sono ateo radicale e convinto, nego l'esistenza di un principio primo senza se e senza ma, potrei stare per ore a dibattere sul tema, a mio avviso la fede nell'esistenza di un dio è irrazionale e ingiustificata. Ciò detto, è invece da sottolineare il fatto che la tradizione deve essere preservata per mantenere la nostra identità e in questo caso ritengo utile che il presepe si continui a fare come momento di aggregazione e condivisione.

Io invece non capisco queste posizioni. Moltissimi italiani, che si rapportano con la religione cattolica esclusivamente attraverso il bestemmione, stanno diventando dei piccoli Giovanardi perché secondo loro le tradizioni della nostra cultura dovrebbero rimanere tali. Io ci vedo invece una chiusura di fronte al pericolo dell'Islam, religione in espansione in Italia, per numero di praticanti ma soprattutto per la maggior convinzione di questi praticanti, sicuramente più religiosi dei "cattolici quando si ha voglia" tipici del mondo occidentale.

Ma non è scritto da nessuna parte che in Italia debba prevalere la religione cattolica. In una scuola dove i ragazzi sono il 30-40% extracomunitari di altre religioni, mi chiedo che senso abbia dire che "siccome siamo in Italia devono rispettare la tradizione italiana delle feste cattoliche". E' un po' come se oggi negli USA si dovrebbero celebrare solo le tradizioni dei pellerossa o in Messico solo le tradizioni dei Maya o degli Aztechi.
Tornare in alto Andare in basso
http://educazionefisica.freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=1
 
Recita di Natale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» recita di natale del nipotino
» Babbo natale vs gesù
» aria di Natale
» IL MIO REGALO DI NATALE X TUTTE VOI...MIE CARE AMICHE!
» Auguri di Buon Natale a tutte voi

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: