Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 12:20 am

Quale migliore settore del forum per discutere se è un problema di didattica il fatto che tanti classi hanno fatto flop alle prove Invalsi.
E' così?
Abbiamo tanti colleghi asini in didattica che trascinano in basso tante povere creature?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 12:37 am

Esatto...è solo questione di metodo didattico..se hai metodo ,e sai tenere la classe ,entri in una classe di iene e babbuini del serengeti ed in breve tempo impareranno il codice civile, le equazioni differenziali, le reazioni redox...la colpa è solo nostra...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 12:52 am

La colpa è in larga parte di prove inadeguate, incapaci di misurare il livello raggiunto, oltre che sideralmente distanti dal modo di fare didattica della scuola italiana (almeno finora).
Questo non significa che altre prove farebbero dei nostri somarelli dei purosangue, ma almeno avremmo il reale polso della situazione per discutere di miglioramento e prospettive future, come vorrebbe proprio l'Invalsi
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 1:05 am

Io invece ho analizzato le prove del 2015 e ritengo che contengano elementi puntuali di valutazione delle principali capacità ESSENZIALI che ci si aspetterebbe da un adolescente: comprendere un testo, utilizzare la logica e la matematica elementare per risolvere problemi pratici ecc.la colpa è dell enorme quantità di tempo che si perde inutilmente a scuola tra uscite didattiche -non didattiche,progetti aria fritta,incontri con super esperti del nulla,corse campestri ecc..a discapito della didattica.chi critica l INVALSI si nasconde dietro ad un dito. È il fallimento della scuola moderna dove si fa tutto e non si impara una pera...
Tornare in alto Andare in basso
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 1:44 am

Completamente d'accordo con felipeto sulla buona taratura delle prove invalsi del 2015: le poteva sbagliare solo chi davvero non è abituato a ragionare e se in tanti le hanno sbagliate, allora la conclusione è ovvia; si continua a gettare fango e colpe sulle prove invalsi in ogni dove (sia nei vari ordini di scuola che alle varie latitudini d'Italia), addirittura ho dovuto sentir dire da un "esperto" di didattica delle competenze che le prove invalsi non misurano le reali competenze dei ragazzi: che idiozia!!! la verità è che proprio per questo molti le continuano a sbagliare, la nostra scuola è fatta per valutare la capacità di imparare a memoria e fare i pappagalli e non insegna a ragionare; se la regola gli alunni la sanno applicare solo ed esclusivamente quando somministriamo esercizi in cui è scritto in grassetto il tipo di regola da applicare, il procedimento da seguire e addirittura quante risposte giuste si dovranno avere al termine dell'esercizio, è ovvio poi che nella realtà non hanno acquisito nessuna vera competenza. Li trattiamo da bisognosi di sostegno in ogni passo e non facciamo mai acquisire loro autonomia.
Quando un ragazzo è abituato a ragionare (indipendentemente dalla scuola), è raro che sbagli completamente la prova; non prenderà il massimo voto per qualche incomprensione, ma non può sbagliarla del tutto.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 6:48 am

Trovo che le prove Invalsi siano una delle poche cose buone che siano state calate dall'alto sulla scuola dal ministero, nonostante evidenti limiti, anche di natura organizzativa (basti pensare alla gratuità forzata con la quale gli insegnanti devono inserire i dati), e nonostante degli enormi dubbi sull'utilizzo della mole di dati raccolti.

Le prove Invalsi, specie quelle di fine scuola media, non sono affatto del test oggettivi, come spesso dicono i loro sostenitori, e non sono neanche in grado di misurare ogni aspetto dell'intelligenza e della cultura di un ragazzo; sono però dei test omogenei su tutto il territorio nazionale - quindi ben poco inclini a certo sentimentalismo di molti docenti- e che verificano capacità che un ragazzo di 13 anni dovrebbe avere a livello di comprensione del testo e logica.

Francamente trovo incomprensibile la diffidenza e il fastidio con cui vengono accolte con i docenti (che, ripeto, ne subiscono gratuitamente l'attuazione), a meno che i docenti non temano quelle prove come una prova del loro valore di insegnanti, anziché della capacità dei ragazzi.

Gli insuccessi o i successi nelle prove Invalsi sono una fotografia della situazione degli alunni, che restituiscono sia la loro storia scolastica che le loro capacità personali pregresse, quelle capacità e quelle differenze che la scuola odierna si affanna, invalsi a parte, ad annullare. Un brutto esito di una prova invalsi di un ragazzo di terza media certifica la cattiva combinazione di tre elementi: le capacità personali e la bontà dell'istruzione ricevuta nelle primaria e nella secondaria di primo grado.

Spesso questi ragazzi, magari di intelligenza media, subiscono prima la didattica tutta orientata allo psicopedagogismo delle elementari, accumulando quindi una scarsa quantità di conoscenze rispetto a quanto sarebbe possibile, specie in ambito logico, sintattico e grammaticale; poi, senza le dovute basi, devono sorbirsi la didattica di stampo completamente opposto e a volte effettivamente troppo nozionistica e non abbastanza orientata all'autonomia e al ragionamento delle medie, nelle quali ancora oggi si vedono programmazioni didattiche troppo estese e poco approfondite, nelle quali magari si tratta il giallo come genere letterario, ma non si colmano le lacune nella comprensione e nella produzione di testi.

Un ragazzo intelligente, che ha sviluppato a scuola le sue capacità di ragionamento e di logica sicuramente otterrà un buon esito nelle prove invalsi; al contrario un ragazzo meno fortunato per ambiente sociale di nascita o per doti intellettive personali rischia di arrivare alle prove invalsi di terza media non sufficientemente preparato dalla scuola che avrebbe dovuto istruirlo.

Chi va bene alle prove invalsi ha un piccolo capitale su cui contare per tutta la vita. Sta a noi docenti di medie ed elementari contribuire a costruirlo.


Ultima modifica di ushikawa il Gio Dic 10, 2015 7:02 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 7:01 am

concordo comunque con Felipeto e soprattutto con Giggi
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 8:57 am

Parlo delle prove Invalsi di matematica del liceo, le uniche di cui mi sento di potere dire qualcosa con cognizione di causa.

Quando avevo una seconda, non ho fatto una sola ora di "teaching to the test". Alla domanda degli alunni, ho risposto "se avete studiato, saprete farlo in modo dignitoso". E così fu (sempre che non abbiano copiato.

Continuo a sostenere che se insegnassi matematica in seconda e la mia classe ne venisse fuori male, qualche interrogativo su che cosa è andato storto nel mio insegnamento me la porrei.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 10:01 am

Non parlo delle prove di matematica, che non sono in grado di valutare e per le quali mi affido a chi ne sa di più.
Per quanto riguarda la prova di comprensione del testo, in cui in generale i risultati sono migliori, vi inviterei a considerare le tipologie di testo proposte, in genere uno di carattere narrativo e  uno regolativo o comunque di carattere, diciamo pratico.
Per l'esame di terza media di qualche non fa (non troppi, ma non so essere più precisa) si proponeva l'analisi del biglietto di un treno, le richieste erano del tipo "individua la tratta" ecc... D'accordo che sia vergognoso che ragazzini di 14 anni non sappiano leggere un biglietto del treno, ma questo ci dice qualcosa della loro abilità nella comprensione del testo, e soprattutto, del lavoro che si è fatto A SCUOLA sulla comprensione del testo? Ci dirà semmai qualcosa delle loro abitudini, del fatto che non hanno competenze pratiche e sono molto sprovveduti, ma fargli analizzare una tipologia testuale mai vista prima e pretendere che la sua analisi misuri la loro preparazione scolastica mi pare fuori bersaglio o comunque in contraddizione con le basi della valutazione delle competenze, che vorrebbe che almeno quelle competenze che si vuole misurare siano state fornite.
Oppure la scuola dovrebbe fornire competenze trasversali (che impegnano quindi tutti i docenti) di questo tipo? Dovremmo fare UD sulla compilazione dei bollettini postali? Benissimo, ma si chiarisca prima.
Per il resto, nemmeno io sono contraria alle prove Invalsi (a parte la follia di fare di un rilevamento nazionale una prova di esame) e credo sia corretto monitorare intorno a parametri quanto più possibile generali e trasversali per cercare strategie future (che però non si vedono e in diversi anni ormai non sono arrivate dall'Invalsi, da cui ci si aspetta un salto di qualità, finalmente! Dovremo pur farne qualcosa di tutti si rilevamenti). Non sono nemmeno d'accordo con quanti polemizzano per un presunto "trauma" da parte dei più piccoli della scuola primaria
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 1:59 pm

Ho notato che nessuno di voi ha messo in evidenza che tanti risultati scarsi nelle prove Invalsi sono dovute alla difficoltà di svolgere delle normali lezioni nelle classi difficili sia dell'obbligo che delle superiori. E anche alla resistenza dei genitori a far svolgere i compiti a casa ai ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 3:10 pm

La mia idea è che si potrebbe PEGGIORARE la didattica per avere migliori risultati alle prove Invalsi. Praticamente invece di insegnargli la matematica li addestro un paio d'anni a fare quiz a tempo, a indovinare il risultato giusto senza dimostrare niente etc.
Non impareranno granchè, ma le prove Invalsi saranno molto migliori!
Si chiama "teaching for tests"
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 3:12 pm

(giusto per chiarire: il mio intervento precedente era sarcastico... nella realtà faccio quasi l'esatto opposto, e l'anno scorso i miei alunni la pensavano come me e hanno stracciato le prove invalsi)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 4:47 pm

ushikawa ha scritto:
Trovo che le prove Invalsi siano una delle poche cose buone che siano state calate dall'alto sulla scuola dal ministero, nonostante evidenti limiti, anche di natura organizzativa (basti pensare alla gratuità forzata con la quale gli insegnanti devono inserire i dati), e nonostante degli enormi dubbi sull'utilizzo della mole di dati raccolti.

Le prove Invalsi, specie quelle di fine scuola media, non sono affatto del test oggettivi, come spesso dicono i loro sostenitori, e non sono neanche in grado di misurare ogni aspetto dell'intelligenza e della cultura di un ragazzo; sono però dei test omogenei su tutto il territorio nazionale - quindi ben poco inclini a certo sentimentalismo di molti docenti- e che verificano capacità che un ragazzo di 13 anni dovrebbe avere a livello di comprensione del testo e logica.

Francamente trovo incomprensibile la diffidenza e il fastidio con cui vengono accolte con i docenti (che, ripeto, ne subiscono gratuitamente l'attuazione), a meno che i docenti non temano quelle prove come una prova del loro valore di insegnanti, anziché della capacità dei ragazzi.

Gli insuccessi o i successi nelle prove Invalsi sono una fotografia della situazione degli alunni, che restituiscono sia la loro storia scolastica che le loro capacità personali pregresse, quelle capacità e quelle differenze che la scuola odierna si affanna, invalsi a parte, ad annullare. Un brutto esito di una prova invalsi di un ragazzo di terza media certifica la cattiva combinazione di tre elementi: le capacità personali e la bontà dell'istruzione ricevuta nelle primaria e nella secondaria di primo grado.

Spesso questi ragazzi, magari di intelligenza media, subiscono prima la didattica tutta orientata allo psicopedagogismo delle elementari, accumulando quindi una scarsa quantità di conoscenze rispetto a quanto sarebbe possibile, specie in ambito logico, sintattico e grammaticale; poi, senza le dovute basi, devono sorbirsi la didattica di stampo completamente opposto e a volte effettivamente troppo nozionistica e non abbastanza orientata all'autonomia e al ragionamento delle medie, nelle quali ancora oggi si vedono programmazioni didattiche troppo estese e poco approfondite, nelle quali magari si tratta il giallo come genere letterario, ma non si colmano le lacune nella comprensione e nella produzione di testi.

Un ragazzo intelligente, che ha sviluppato a scuola le sue capacità di ragionamento e di logica sicuramente otterrà un buon esito nelle prove invalsi; al contrario un ragazzo meno fortunato per ambiente sociale di nascita o per doti intellettive personali rischia di arrivare alle prove invalsi di terza media non sufficientemente preparato dalla scuola che avrebbe dovuto istruirlo.

Chi va bene alle prove invalsi ha un piccolo capitale su cui contare per tutta la vita. Sta a noi docenti di medie ed elementari contribuire a costruirlo.
+1 a patto di non caricarle di significati che non hanno come valutare la singola scuola o peggio il singolo insegnante; può essere valutato il singolo studente ma non si può capire perchè abbia conseguito quell'esito, se perchè imbecille, svogliato, mal istruito o maleducato.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Gio Dic 10, 2015 5:20 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
La mia idea è che si potrebbe PEGGIORARE la didattica per avere migliori risultati alle prove Invalsi. Praticamente invece di insegnargli la matematica li addestro un paio d'anni a fare quiz a tempo, a indovinare il risultato giusto senza dimostrare niente etc.
Non impareranno granchè, ma le prove Invalsi saranno molto migliori!
Si chiama "teaching for tests"


...e in parte si sta facendo già, ormai anche le antologie hanno recepito la modalità Invalsi.

stessa cosa succederebbe perdendo tempo con testi regolativi e biglietti del treno
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Ven Dic 11, 2015 4:17 pm

Scusate ancora.
Sicuramente interessanti i discorsi sulle prove invalsi sì oppure no (io sono favorevole perchè per me è una marcia in più nell'insegnamento e apprendimento), ma vi chiedo di nuovo se non è il caso di andare anche a tenere in considerazione la gestione della classe.
Le migliori performance di didattica si frantumano di fronte ad una classe in cui per i primi tre quarti d'ora si deve lavorare sul comportamento.
Come mai nelle linee di indirizzo del RAV e nel linguaggio comune tra i professionisti dell'insegnamento non si parla mai di gestione della classe (sia come tecniche sia come rispetto delle regole d'istituto e del galateo) per migliorare le performance della didatttica?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Ven Dic 11, 2015 4:21 pm

Giuliainvisita ha scritto:
Scusate ancora.
Sicuramente interessanti i discorsi sulle prove invalsi sì oppure no (io sono favorevole perchè per me è una marcia in più nell'insegnamento e apprendimento), ma vi chiedo di nuovo se non è il caso di andare anche a tenere in considerazione la gestione della classe.
Le migliori performance di didattica si frantumano di fronte ad una classe in cui per i primi tre quarti d'ora si deve lavorare sul comportamento.
Come mai nelle linee di indirizzo del RAV e nel linguaggio comune tra i professionisti dell'insegnamento non si parla mai di gestione della classe (sia come tecniche sia come rispetto delle regole d'istituto e del galateo) per migliorare le performance della didatttica?
Perchè nessuno ha niente di utile da dire ?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Ven Dic 11, 2015 6:56 pm

Giuliainvisita ha scritto:
Scusate ancora.
Sicuramente interessanti i discorsi sulle prove invalsi sì oppure no (io sono favorevole perchè per me è una marcia in più nell'insegnamento e apprendimento), ma vi chiedo di nuovo se non è il caso di andare anche a tenere in considerazione la gestione della classe.
Le migliori performance di didattica si frantumano di fronte ad una classe in cui per i primi tre quarti d'ora si deve lavorare sul comportamento.
Come mai nelle linee di indirizzo del RAV e nel linguaggio comune tra i professionisti dell'insegnamento non si parla mai di gestione della classe (sia come tecniche sia come rispetto delle regole d'istituto e del galateo) per migliorare le performance della didatttica?

Perché il Rav è un mostro burocratico che, sotto la parvenza di un'autovalutazione di istituto, ha come fine quello di veicolare l'ideologia pedagogica tanto cara a certi esperti del nulla.
Non è un caso quindi che il rav si occupi poco di vera didattica, che è quella che si fa concretamente nelle classi e che determina per il 90% la qualità di una scuola. Ai burocrati, al massimo, interessa ciò che si fa per i cosiddetti Bes, ma in questo caso la didattica è solo un pretesto, visto che il reale obiettivo è quello di affermare due punti di forza della loro ideologia:
a) lo strapotere di pedagogisti e psicologi che, nella loro idea di scuola, la devono fare da padroni;
b) garantire a tutti il successo formativo (se non promuovi abbastanza ti viene segnalata l'anomalia)

Questo mostro burocratico potrebbe essere disinnescato se il corpo docente avesse le palle quadre come le hanno altre categorie professionali, ma così purtroppo non è.
Potrebbe essere disinnescato anche se il livello culturale medio dei dirigenti scolastici fosse almeno equiparabile a quello dei presidi pre-autonomia scolastica. Al contrario, siamo di fronte a una categoria che esegue ordini del Miur secondo il triste moto dell'ubbidienza pronta, cieca e assoluta e li impone al corpo docente, dimenticandosi però che in Italia la libertà di insegnamento è inserita nella Costituzione e quindi non può essere derogata da alcuna legge ordinaria e men che meno da decreti, circolari e note.
Per intenderci, se nel rav venisse chiesto: "le aule della vostra scuola sono dipinte di giallo canarino?", la stragrande maggioranza dei dirigenti scolastici italiani inserirebbe la tinteggiatura delle aule con questo colore fra gli obiettivi di miglioramento.


Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?   Ven Dic 11, 2015 9:00 pm

comp_xt ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:
Scusate ancora.
Sicuramente interessanti i discorsi sulle prove invalsi sì oppure no (io sono favorevole perchè per me è una marcia in più nell'insegnamento e apprendimento), ma vi chiedo di nuovo se non è il caso di andare anche a tenere in considerazione la gestione della classe.
Le migliori performance di didattica si frantumano di fronte ad una classe in cui per i primi tre quarti d'ora si deve lavorare sul comportamento.
Come mai nelle linee di indirizzo del RAV e nel linguaggio comune tra i professionisti dell'insegnamento non si parla mai di gestione della classe (sia come tecniche sia come rispetto delle regole d'istituto e del galateo) per migliorare le performance della didatttica?

Perché il Rav è un mostro burocratico che, sotto la parvenza di un'autovalutazione di istituto, ha come fine quello di veicolare l'ideologia pedagogica tanto cara a certi esperti del nulla.
Non è un caso quindi che il rav si occupi poco di vera didattica, che è quella che si fa concretamente nelle classi e che determina per il 90% la qualità di una scuola. Ai burocrati, al massimo, interessa ciò che si fa per i cosiddetti Bes, ma in questo caso la didattica è solo un pretesto, visto che il  reale obiettivo è quello di affermare due punti di forza della loro ideologia:
a) lo strapotere di pedagogisti e psicologi che, nella loro idea di scuola, la devono fare da padroni;
b) garantire a tutti il successo formativo (se non promuovi abbastanza  ti viene segnalata l'anomalia)

Questo mostro burocratico potrebbe essere disinnescato se il corpo docente avesse le palle quadre come le hanno altre categorie professionali, ma così purtroppo non è.
Potrebbe essere disinnescato anche se il livello culturale medio dei dirigenti scolastici fosse almeno equiparabile a quello dei presidi pre-autonomia scolastica. Al contrario, siamo di fronte a una categoria che esegue ordini del Miur  secondo il triste moto dell'ubbidienza pronta, cieca e assoluta e li impone al corpo docente, dimenticandosi però che in Italia la libertà di insegnamento è inserita nella Costituzione e quindi non può essere derogata da alcuna legge ordinaria e men che meno da decreti, circolari e note.
Per intenderci, se nel rav venisse chiesto: "le aule della vostra scuola sono dipinte di giallo canarino?", la stragrande maggioranza  dei dirigenti scolastici italiani inserirebbe la tinteggiatura delle aule con questo colore fra gli obiettivi di miglioramento.


Abbiamo già dato.

http://www.orizzontescuola.it/node/47541

"Un altro elemento innovativo portato nella scuola è quello di rendere tematiche le aule e caratterizzarle con dei colori. Ogni aula inoltre è specifica per ogni materia così che gli studenti possono immergersi completamente nella disciplina che studiano.I colori inoltre stimolano alcuni sentimenti, agendo infatti sugli stati d’animo migliorano la condizione mentale e rendono più felice e gradevole la loro esperienza nelle ore a scuola."
Tornare in alto Andare in basso
 
Migliorare solo la didattica per avere buoni risultati alle Prove Invalsi?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» a proposito degli esami tiroidei
» Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità
» non ho voglia di fare niente...solo di andare in vacanza
» quando iniziare ad avere rapporti mirati con gli stick??
» Solo estetica

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: