Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 consigli per BES

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
alessioweb



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioOggetto: consigli per BES   Sab Dic 12, 2015 9:13 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.

Vorrei qualche valido consiglio
su come rispondere assertivamente
nella seguente situazione.

Verifica di matematica-liceo classico-classe prima:
dopo aver somministrato la verifica
all'alunno/a BES opportunamente
ridotta qualcuno chiede

"Come mai lui ha meno esercizi
di noi?"

Mi sento notevolmente in imbarazzo..
Vorrei capire come poter rispondere
in modo assertivo e non burocratico
(tanto a quell'età si metterebbero a
ridere...)
Grazie
Tripod
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 8:06 am

Citazione :
Tu dici che sarà la vita a decidere se gli alunni abbiano o meno la capacità di svolgere delle professioni o di proseguire negli studi; ma se accettiamo queste premesse, mi spieghi che senso ha che la scuola attesti delle competenze che non ci sono?

Perché lo stato deve pagare sia in termini economici che in termini di abbassamento generalizzato delle competenze la pretesa di alcuni individui di avere un trattamento scolastico personalizzato (leggasi facilitato), se poi sarà la vita a dimostrare che quel trattamento scolastico personalizzato è stato inutile?


Ma chi dice di certificare competenze che non ci sono?

Un titolo di studio è valido in italia se le competenze che comporta vanno da un minimo di 6 ad un massimo di 10  (diciamo così per farla breve)

Se una persona ha competenze da 6 lo stato ritiene che siano sufficienti ad ottenere quel titolo.

Inoltre, come ho detto, non è affatto sicuro che questi alunni che hanno bisogno di una didattica personalizzata (non differenziata) non raggiungano con un lavoro personalizzato le competenze da dieci.

Perchè lo stato deve pagare?

Perchè l'attenzione all'individuo, al singolo, all'uomo e alla sua formazione è uno dei principi costitutivi del nostro ordinamento. Torniamo alla Carta Costituzionale e all'articolo 3.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1914
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 8:30 am

Ire, non puoi interpretare le norme a tuo piacimento, dalle convenzioni ONU alla costituzione: l'articolo 3 parla di "tutti i cittadini", non di ciascun "individuo" (es. art. 32) o di "ogni cittadino" (es. art. 16) e c'è una bella differenza.

L'articolo 3 dice che tutti i cittadini hanno pari dignità ... e che lo Stato deve rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana; non dice che il cittadino Mario Rossi è titolare di un diritto particolare rispetto agli altri.

Cioè, e su questo mi darai ragione, la costituzione non stabilisce affatto che Mario Rossi debba ricevere un trattamento scolastico particolare, ma che debba essere messo nelle stesse condizioni, scolastiche e non, di tutti gli altri; ovvio che se non si dà da fare per superare una propria eventuale situazione di svantaggio, non possa rientrare tra i "capaci e i meritevoli" che hanno diritto al raggiungimento dei iù alti gradi degli studi.

Nella prassi il ricorso generalizzato a certificazioni spesso fasulle oppure, ancora più comodo, alla dichiarazione di un bisogno educativo speciale, mina alla base il trattamento equo costituzionalmente garantito al cittadino a scuola come in ogni altro contesto.

Nella prassi la didattica personalizzata
- si traduce in immotivati trattamenti di favore
- viene declinata in un abbassamento generalizzato della qualità della didattica e delle competenze in uscita
- demotiva gli alunni e gli studenti all'impegno nello studio
- giustifica le pretese di trattamenti di favore da parte di ciascun singolo studente.

Questo non perché ci siano gli insegnanti "cattivi" che invece di fare una didattica davvero personalizzata mettono i sei, ma perché una didattica personalizzata non è attuabile in tutti i contesti, non è sperimentabile da tutti i professori, non è neanche pensabile quando i casi da personalizzare in una classe siano più di un paio; e perché i ricorsi per le giuste bocciature inflitte ad alunni con bes o con dsa sono all'ordine del giorno. La classe, per come è stata concepita sempre e ancora viene descritta dalla norma, prevede che in uscita tutti gli alunni debbano raggiungere lo stesso livello di competenze; la didattica personalizzata è ovviamente all'opposto di questo principio, anche se tu preferiresti sentirti dire che "la didattica personalizzata è solo un modo per declinare l'insegnamento sulla base delle esigenze di ciascun alunno, ottenendo gli stessi risultati in maniere diverse".
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 8:36 am

Non interpreto affatto la normativa a mio piacimento.

Ci sono leggi la cui ratio è fondata sui principi costituzionali e io mi riferisco solo ed esclusivamente a quelle.

in quanto poi a:


Citazione :
Nella prassi la didattica personalizzata
- si traduce in immotivati trattamenti di favore
- viene declinata in un abbassamento generalizzato della qualità della didattica e delle competenze in uscita
- demotiva gli alunni e gli studenti all'impegno nello studio
- giustifica le pretese di trattamenti di favore da parte di ciascun singolo studente.


La prassi è sbagliata, così come è sbagliato ritenere che concedere strumenti compensativi e dispensativi e adattare la didattica  sia uno strumento di favore.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 2:01 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Tu dici che sarà la vita a decidere se gli alunni abbiano o meno la capacità di svolgere delle professioni o di proseguire negli studi; ma se accettiamo queste premesse, mi spieghi che senso ha che la scuola attesti delle competenze che non ci sono?

Perché lo stato deve pagare sia in termini economici che in termini di abbassamento generalizzato delle competenze la pretesa di alcuni individui di avere un trattamento scolastico personalizzato (leggasi facilitato), se poi sarà la vita a dimostrare che quel trattamento scolastico personalizzato è stato inutile?

Ma chi dice di certificare competenze che non ci sono?

Ma perché ti ostini tanto sfacciatamente a recitare la parte della scema per non pagare dazio?

Tanto ormai non c'è più nessun pericolo che qualcuno ti prenda veramente per scema, eh, il gioco delle parti lo si è capito...

Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 2:11 pm

Ire ha scritto:

La prassi è sbagliata, così come è sbagliato ritenere che concedere strumenti compensativi e dispensativi e adattare la didattica  sia uno strumento di favore.

Come docenti siamo dei vinti, nel senso che siamo stati costretti a soccombere davanti all'imposizione della vostra ideologia pedagogica, ma non siamo ancora tutti dei fessi che si bevono senza battere ciglio certi sofismi di bassa lega.
Lo psicologo o il neuropsichiatra che fanno una determinata diagnosi  di dsa possono anche sostenere che  dispensare lo studente dallo scritto di inglese o sorvolare sugli errori di ortografia commessi in italiano non voglia dire abbassare l'obiettivo, ma questa è una indegna cialtronata che si ritorcerà proprio contro quell'alunno che si vorrebbe tutelare.
La realtà è che nella vita extrascolastica non esiste nessuno disposto ad assecondare questo insulso buonismo e un diplomato che non sa scrivere correttamente in italiano o non è in grado di produrre un semplice testo scritto in lingua straniera apparirà semplicemente come un ignorante a cui una scuola, ormai divenuta una sorta di ospedale,  ha dato comunque il pezzo di carta.

Che poi vi siano delle differenze nei livelli di partenza degli studenti dovute alle situazioni personali o alle inclinazioni naturali è un po' la scoperta dell'acqua calda. Le difficoltà però si superano affrontandole e non scansandole o aggirandole.
Forse sarebbe il caso di cambiare paradigma, anziché continuare ad asserire che un bambino dislessico, disgrafico o discalculico (altro disturbo inesistente inventato di sana pianta da certi geni con le idee molto confuse ed errata sulla matematica), pur in assenza di deficit cognitivi, non potrà mai scrivere correttamente in italiano o imparare perfettamente le tabelline.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 4:08 pm

comp_xt ha scritto:
Che poi vi siano delle differenze nei livelli di partenza degli studenti dovute alle situazioni personali o alle inclinazioni naturali è un po' la scoperta dell'acqua calda. Le difficoltà però si superano affrontandole e non scansandole o aggirandole.
Forse sarebbe il caso di cambiare paradigma, anziché continuare ad asserire che un bambino dislessico, disgrafico o discalculico (altro disturbo inesistente inventato di sana pianta da certi geni con le idee molto confuse ed errata sulla matematica), pur in assenza di deficit cognitivi, non potrà mai scrivere correttamente in italiano o imparare perfettamente le tabelline.

Ma il punto non è strettamente quello, è la CONTRADDITTORIETA' sistematica tra più visioni antitetiche, che però vengono allegramente proposte tutte insieme, dalle stesse persone, e negli stessi contesti, a seconda di quale fa comodo in quel momento, per poi passare con la massima disinvoltura a un'interpretazione opposta a quella di prima, senza nemmeno ammettere la contraddizione, ma avendo la faccia tosta di sostenere che sia tutto perfettamente coerente.

Cioè, parliamoci chiaro, le possibili visioni sono due (cioè, magari sono anche più di due, ma adesso limitiamoci alle più semplici):

- o si pensa che il ragazzino con determinate caratteristiche sia sempre, definitivamente e irreversibilmente IMPOSSIBILITATO a ottenere certi risultati (e quindi non possiamo fare altro che dispensarlo, esonerarlo e presentargli richieste ridotte su qualsiasi cosa che "non gli riesce", e abbassare indefinitamente l'asticella degli obiettivi);

- oppure, al contrario, si pensa che tale ragazzino sia perfettamente capace di ottenere gli stessi identici risultati, "SE SOLO" la scuola si degnasse di offrirgli gli strumenti compensativi giusti e la didattica personalizzata giusta (e quindi, se i risultati non li ha ottenuti, è solo colpa della scuola che non ha fatto abbastanza per trovargli le strategie giuste).

Allora, per parlare semplice: possiamo una buona volta DECIDERCI su quale delle due linee applicare, e poi stabilire strategie coerenti su quella? GIURO che io non ho la pretesa di sceglierla autonomamente, a me possono andare bene tutte e due, e posso fare lo sforzo di adattarmi a tutte e due, ma appunto, non a tutte e due INSIEME...

...perché non ci si può aspettare che compia un lavoro organico e coerente, se vengo costretta per legge a contraddirmi tutti i giorni, decine di volte al giorno, ogni cinque minuti, a seconda di quello che fa più comodo a qualcun altro in quel momento.

E soprattutto, in definitiva: basta, BASTA, con questa pantomima patetica di esaltazione delle presunte qualità straordinarie delle menti superiori di chiunque abbia un DSA, o un problema di apprendimento qualsiasi.

Quelli che hanno un DSA non sono affatto delle menti straordinarie, miracolose, ipersensibili o interessantissime: sono menti che stanno esattamente nella media come tutte le altre. Alcuni sopra, alcuni sotto e alcuni uguale, esattamente come gli altri.

La probabilità di essere intelligentissimi, di essere fantasiosi, di essere ottusi, di essere curiosi, di essere cinici, di essere sensibili, di essere coglioni, di essere creativi, di essere lavativi, di essere banali, di essere stronzi, di essere rozzi, di essere onesti, di essere disonesti, di essere furbi, di essere ingenui, di essere delinquenti, è esattamente la stessa, per chi ha un DSA e per chi non ce l'ha.

Quindi, per favore, FINIAMOLA con questa retorica stucchevole del DSA come un dono soprannaturale o come una risorsa meravigliosa in più, che solo gli ottusi immobilisti prevenuti rifiutano di capire.

L.

Tornare in alto Andare in basso
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 11:04 pm

Mio figlio dsa non è un mente eccezionale ,qi nella media assoluta, non ha particolari talenti.....studia come tutti i suoi compagni ,se buon senso ( no favoritismi) come interrogazioni programmate riesce. Ad una condizione : deve studiare. Il dsa non è un dono soprannaturale o una risorsa in più: è una rottura di balle, che fa impazzire alunni genitori ed insegnanti . sono assolutamente d'accordo con panicus. Io credo che con un minimo di collaborazione tra genitori ed insegnanti che io ho sempre trovato disponibili sia unico strumento compensativo che rende "umana" la vita a tutti i protagonisti della scuola. Poi va da se che io di genitori con figli dsa così felici di avere sto dono non ne conosco. Di stanchi, preoccupati e sfiniti dalle difficoltà si. La verita' è che per noi sono figli e non alunni. Ma io capisco i docenti e dico sempre " so che sono in tanti,e non esiste solo il mio perché dsa".
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mar Dic 15, 2015 11:33 pm

E allora dovresti essere tra i primi a inq*zzarti a morte contro la retorica pelosa del DSA come "dono", come "caratteristica in più", e come "indice di intelligenza superiore", che è diffusissima, che dilaga da anni, che tanta gente si è bevuta avidamente perché vi trovava una valenza consolatoria, e che tanta altra gente ha VENDUTO avidamente a quegli altri di cui sopra, perché ci guadagnava qualcosa.

auguri sinceri per tuo figlio
L.
Tornare in alto Andare in basso
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 12:07 am

Grazie mille auguri sempre graditi.poi ora si avvicina la pagella :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 9:16 am

Ciao Rispetto, tu vivi il dsa di tuo figlio come una rottura, io lo vivo come un modo di essere di persone normali.  Credo chea rottura di balle alle volte sia quella di avere figli da seguire (così come di avere nonni da seguire, cani da seguire, colleghi da seguire, dipendenti da seguire, gruppi da seguire, compagni da seguire, altri da seguire).

personalmente non trovo particolari differenze nella rottura di balle tra seguire i figli dsa o quello non dsa.  Solo modalità diverse: per quelli con dsa ho dovuto imparare molto, ho dovuto spendere molto, ho dovuto sobbarcarmi ore e ore di compiti fatti insieme ma, a parte la diversa modalità di farli  - i dsa li facevano con me giocando a palla o facendo tarzan attaccati alle tende, mentre il liceale non si muove dalla scrivania ed è pallosissimo in quanto a puntigliosità e ordine - ho seguito primi due esattamente come seguo questo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 9:58 am

Ire ha scritto:
i dsa li facevano con me giocando a palla o facendo tarzan attaccati alle tende, mentre il liceale non si muove dalla scrivania ed è pallosissimo in quanto a puntigliosità e ordine - ho seguito primi due esattamente come seguo questo.

E un ragazzo che frequenta il liceo, che è studiosissimo, puntigliosissimo e ordinatissimo, che finché non ha finito non si muove dalla scrivania, ha bisogno di essere seguito dalla mamma nello studio?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 10:21 am

sì perchè per sedersi ci mette un po'.

Sì perchè quando studia latino poi si fa sentire per verificare di riuscire a tradurre oralmente il testo

Sì perchè ci facciamo chiacchierate in inglese


sì perchè discutiamo di filosofia

sì perchè ci confrontiamo su quelli che io ancora chiamo temi e che mi fa leggere  per farmi sapere quello che pensa e per sapere cosa ne penso io

E' bravo (quando ne ha voglia) quest'anno sembra aver fatto il salto di qualità che i fratelli hanno fatto più avanti, ma è impegnativo perchè di me si fida, forse più di chiunque altro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 1:23 pm

Ire forse hai frainteso ! Ne sono sicura. Io vivo per mio figlio, studio preparo mappe mi informo, mi faccio in quattro per aiutarlo. Cerco di mediare studio con attività extrascolastiche che possano gratificarlo un po di più dei 6 che arraffa a scuola impegnandosi il doppio dei compagni. Mi siedo con lui, lo esorto e lo so per dio cosa vuol dire ire: leggerti ti assicuro nella descrizione della quotidianità è come vedere la foto della mia casa tutti i pomeriggi !! In tutto questo però onestamente non ci vedo un dono ma una immane fatica per tutti. E non parlo per me ma per mio figlio. Comunque io so anche cosa significa seguire nonni -due disabili su due- ha vissuto con me il suocero fino ai 93 anni
Non si tratta di non dare tutto quello che io e mio marito come genitori possiamo/dobbiamo dare....ci mancherebbe. Un saluto e grazie per i tuoi interventi che leggo sempre con interesse.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 1:38 pm

beh, insomma, non ti fai mancare nulla :-)

Posso dirti una cosa che sono certa mi attirerà (giustamente) i tuoi strali?

Tutte le fatiche che fai ti serviranno nella vita, ti renderanno più forte e pronta ad affrontare ancora più difficoltà


(ohi ohi, scappo)



L'ho detta per ridere e so che mi merito un bel vaffa, me lo prendo tutto, tranquilla :-)  però l'ho detto perchè è anche un po' ciò che si dice dei ragazzi con bes e dsa:  se vi si toglie la fatica non capite la vita e non saprete affrontare il futuro che sarà nero e pieno di insidie.

Un saluto anche a te e in bocca al lupo per la pagella
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 1:53 pm

Ire ha scritto:

Sì perchè quando studia latino poi si fa sentire per verificare di riuscire a tradurre oralmente il testo

Sì perchè ci facciamo chiacchierate in inglese

sì perchè discutiamo di filosofia

sì perchè ci confrontiamo su quelli che io ancora chiamo temi e che mi fa leggere  per farmi sapere quello che pensa e per sapere cosa ne penso io

Praticamente, lo scenario thriller dei miei ipotetici incubi peggiori, sia come madre che come figlia  : -)

Contenti voi...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 1:59 pm

Citazione :
Praticamente, lo scenario thriller dei miei ipotetici incubi peggiori, sia come madre che come figlia  : -)

Contenti voi...



appunto!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: consigli per BES   Mer Dic 16, 2015 2:11 pm

Si non mi manca nulla!:-)
No tranquilla non te lo meriti il vaffa. Grazie per gli auguri
Tornare in alto Andare in basso
 
consigli per BES
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Consigli TV satellitare
» consigli sul cellulare
» Vorrei comprare un kit ricostruzione! Consigli?
» Cercasi consigli per iniziare a usare lo smalto semipermanente!
» Al Gennet: Praga consigli pratici: ve lo avevo promesso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: