Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Potenziamento: sòla o risorsa?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 12 ... 23  Seguente
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 7:42 pm

Il Potenziamento potrebbe essere la grande novità di questi ultimi 30 anni, dopo l'introduzione del sostegno; lo stato ha deciso di investire, come allora, in un numero consistente di personale e lo ha fatto, almeno in teoria, per potenziare la didattica, il che, almeno sulla carta, è lodevolissimo.
Per ora l'esito non è entusiasmante, almeno a quanto posso giudicare dai potenziati della mia scuola (che restano, ahiloro, in sala docenti per ore e ogni tanto vanno a fare una tediosa sostituzione)... è anche vero che qualunque istituzione ha bisogno di un periodo di rodaggio per inserire 40 mila nuovi dipendenti.

Cosa ne pensate dunque di questo potenziamento, qual è il vostro parere?
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 4267
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 8:47 pm

La "sola risorsa" derivante dal potenziamento finora è stata solo quella economica. Mica male.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 8:51 pm

Per me sarà una grande risorsa. Basta attendere.
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3890
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 8:56 pm

gugu ha scritto:
Per me sarà una grande risorsa. Basta attendere.

ah, se è per quello attenderemo, del resto cos'altro potremmo fare di diverso dall'attesa?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 8:58 pm

precario.acciaio ha scritto:
Il Potenziamento potrebbe essere la grande novità di questi ultimi 30 anni, dopo l'introduzione del sostegno; lo stato ha deciso di investire, come allora, in un numero consistente di personale e lo ha fatto, almeno in teoria, per potenziare la didattica, il che, almeno sulla carta, è lodevolissimo.
Per ora l'esito non è entusiasmante, almeno a quanto posso giudicare dai potenziati della mia scuola (che restano, ahiloro, in sala docenti per ore e ogni tanto vanno a fare una tediosa sostituzione)... è anche vero che qualunque istituzione ha bisogno di un periodo di rodaggio per inserire 40 mila nuovi dipendenti.

Cosa ne pensate dunque di questo potenziamento, qual è il vostro parere?

La domanda si riferisce al potenziamento inteso secondo l'immaginario collettivo o a questo potenziamento? Perché la risposta è differente.
Tornare in alto Andare in basso
pluteo



Messaggi : 139
Data d'iscrizione : 16.08.15

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mar Dic 15, 2015 9:48 pm

Potrebbe essere una risorsa enorme ma dipenderà dalle singole istituzioni e ds sfruttarla come tale
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 1:21 am

Dipenderà da quali potenziatori arrivano, se sono richiesti oppure no.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 1754
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 3:52 pm

non c'è ancora il poft o come accidente si chiama, è anche per questo che pascolano in aula insegnanti o fanno sostituzioni
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 5:44 pm

enricat ha scritto:
non c'è ancora il poft o come accidente si chiama, è anche per questo che pascolano in aula insegnanti o fanno sostituzioni

quello che dici non è assolutamente vero.

i potenziatori assunti nel 2015/16 attengono alle integrazioni del POF elaborate ad ottobre 2015

il PTOF (sarebbe corretto avere dimestichezza anche con la terminologia) sarà per il triennio 2016/18.

Se i potenziatori stazionano in sala insegnanti è perchè le scuole hanno lavorato male e continuano a non comprendere il senso di quanto sta accadendo. Ma sarebbe sufficiente leggere e informarsi per trasformare i docenti della sala insegnanti in ottimi potenziatori.
Tornare in alto Andare in basso
andante



Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 01.03.11

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 6:42 pm

Come prevedevo è stata assegnata al mio istituto comprensivo un docente della mia classe di concorso (A032). Io sono titolare su cattedra coe e completo per 6 ore su altra scuola. La dirigente non è interessata a chiedere nel PTOF triennale un potenziamento della mia classe di concorso e anche quest'anno non lo aveva chiesto. i quesiti che mi pongo sono tanti
1) ma se pochi dirigenti chiedono docenti della A032 o altre classi di concorso che oramai sono stati assunti tutti questi docenti che fine faranno? La mia dirigente è convinta che le daranno ciò che chiede. E i docenti di classi di concorso non richieste oramai in ruolo dove verranno collocati?
2) se come credo confermeranno una cattedra A032 di potenziamento, anche se non richiesta, ho diritto a completare le mie 6 ore coe su di essa? O il potenziamento, come dice la mia dirigente, può essere fatto solo dal docente assunto per tale scopo?
3) Il prossimo anno gli spezzoni verranno assegnati dal miur oppure come per i sovranumerai per le ore da completare ci si trova negli ambiti territoriali e bisognerà presentarsi dai presidi?

Come vedete i dubbi sono tanti.

Dal mio punto di vista se ci facessero fare i potenziatori nelle scuole di titolarità il potenziamento sarà una risorsa altrimenti una enorme sola.

(tra l'altro nella scuola dove completo lascerei le mie 6 ore a disposizione di un neo assunto che così potenzierebbe solo per 12 ore)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 6:43 pm

Concordo con Lalla, si tratta di una nuova risorsa il cui impiego proficuo dipende dal grado di conoscenza di chi è chiamato a realizzarla.
Naturalmente mi riferisco non solo agli U.S.R. che hanno fatto un po' di confusione nella gestione anche burocratico-amministrativa dei contratti dei docenti della fase C, ma anche alle direttive che i DS sono chiamati ad elaborare in conformità alla normativa vigente per l'impiego di questo personale in funzione di potenziamento degli insegnamenti curricolari.
Naturalmente posso parlare solo della mia esperienza, e del fatto che fin dal primo momento la D.S. della scuola in cui presto servizio abbia inteso il mio ruolo in funzione del potenziamento dell'area della legalità, che, alle secondarie di primo grado, confluisce in quella umanistica.
Ragion per cui, mi sono state assegnate tutte le classi per un'ora di lezione una volta alla settimana per potenziare l'insegnamento della cittadinanza e della costituzione, a volte in compresenza con la docente d'italiano ed a volte in sostituzione della stessa.
Per il completamento delle ore, inoltre, mi è stato affidato un alunno con bisogni educativi speciali al quale preparo  lezioni individuali semplificate  anche con utilizzo di supporti didattici  audio e video relativi ai testi che i suoi insegnanti hanno adottato e che sono stati messi a disposizione  della casa editrice che li ha pubblicati.
Ho apprezzato molto la compresenza, proprio perché la ritengo congeniale all'interesse dei minori che vedono entrare per la prima volta in classe un nuovo docente, oltre al fatto che ritengo di aver molto da imparare dai miei colleghi che generalmente apprezzano la collaborazione.
Da quando sono entrata nella scuola ho sempre svolto lezioni nella mia materia, anche quando ho fatto lezione in sostituzione, chiarendolo a tutti in anticipo.
Del resto il mio potenziamento è sul rispetto delle regole: insegnamento trasversale a tutte le materie, per cui rielaboro concetti generalmente già trattati dai miei colleghi, dandogli solo un taglio più tecnico.
Ho scritto questo post per mettere in evidenza il fatto che anche nell'insegnamento, come in tutti i campi lavorativi, il lavoro vada cercato ed occorre adoperarsi per trovare una propria collocazione nella scuola d'assegnazione, senza per questo rinunciare al potenziamento dell'area cui si appartiene.
E questa disponibilità dei docenti del potenziamento non riveste importanza inferiore alle direttive che il DS di riferimento voglia dare.
La collaborazione è essenziale, si tratta di un lavoro di squadra, che può realizzarsi solo in presenza della conoscenza della normativa di riferimento da parte di tutti i soggetti coinvolti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 7:16 pm

lallaorizzonte ha scritto:
enricat ha scritto:
non c'è ancora il poft o come accidente si chiama, è anche per questo che pascolano in aula insegnanti o fanno sostituzioni

quello che dici non è assolutamente vero.

i potenziatori assunti nel 2015/16 attengono alle integrazioni del POF elaborate ad ottobre 2015

il PTOF (sarebbe corretto avere dimestichezza anche con la terminologia) sarà per il triennio 2016/18.

Se i potenziatori stazionano in sala insegnanti  è perchè le scuole hanno lavorato male e continuano a non comprendere il senso di quanto sta accadendo. Ma sarebbe sufficiente leggere e informarsi per trasformare i docenti della sala  insegnanti in ottimi potenziatori.

Se le scuole hanno lavorato male, cosa bisogna dire di tutto il resto?
Il POF 2015-2016 è stato sviluppato all'inizio dell'anno, sulla carta è difficile immaginare che si sia sviluppato in funzione del potenziamento previsto. E se si è fatto così è difficile immaginare che ogni scuola fosse consapevole che sarebbero arrivati docenti delle classi X, Y, Z.

Insomma, parliamoci chiaro: se un docente di topografia finisce in una scuola media senza che nessuno potesse immaginarlo, mi chiedo per quale sconosciuta congiunzione astrale il POF di quella scuola media conteneva gli elementi atti a valorizzare la competenza disciplinare di quel docente.
Mi dirai che il POF non è uno strumento statico e può essere rimodulato dinamicamente in itinere, in funzione del susseguirsi degli eventi. Certamente.
Ma a questo punto mi sembra ancora più difficile immaginare che una scuola adatti la sua offerta formativa in funzione dei docenti che le hanno assegnato. Ma tutto il discorso sull'autonomia delle scuole nello sviluppo "personalizzato" della loro offerta formativa che fine ha fatto?
La cruda logica: inserisco nel POF un progetto sul tema X perché mi hanno assegnato un docente competente in X.

Sarà tutto normale, ma la mia mente rigida non percepisce la funzionalità di questa innovazione impostata in questi termini.

Ergo, diciamocelo chiaro e smettiamo di prenderci in giro (lo fanno già altri). Se una scuola tiene un potenziatore a rigirarsi i pollici è presumibile che quel potenziatore non è funzionale alla sua offerta formativa specifica e finisce per tenerlo a disposizione destinandolo, all'occorrenza, alla bassa manovalanza. Presumo che se un potenziatore fosse funzionale e rispondesse realmente ai bisogni di una scuola, difficilmente l'avrebbero tenuto in sala prof a rigirarsi i pollici.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 1754
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 7:58 pm

lallaorizzonte ha scritto:
enricat ha scritto:
non c'è ancora il poft o come accidente si chiama, è anche per questo che pascolano in aula insegnanti o fanno sostituzioni

quello che dici non è assolutamente vero.

i potenziatori assunti nel 2015/16 attengono alle integrazioni del POF elaborate ad ottobre 2015

il PTOF (sarebbe corretto avere dimestichezza anche con la terminologia) sarà per il triennio 2016/18.

Se i potenziatori stazionano in sala insegnanti  è perchè le scuole hanno lavorato male e continuano a non comprendere il senso di quanto sta accadendo. Ma sarebbe sufficiente leggere e informarsi per trasformare i docenti della sala  insegnanti in ottimi potenziatori.
Un po' acida questa risposta Comunque non sono le scuole a non aver capito il senso di quello che sta accadendo, ma è quello che sta accadendo che non ha senso
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3890
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 8:09 pm

francesca4 tu sei capitata nella scuola giusta, sei stata fortunata e probabilmente lo è anche la scuola
non neghiamo l'evidenza però. Se nel mio pof c'è un progetto di educazione linguistica cosa me ne faccio del potenziatore di chimica?
Un progetto di cittadinanza e costituzione può essere assegnato facilmente a un A019, in ogni grado scolastico (e di potenziatori A019 ce ne sono una marea), ma un potenziamento di italiano agli studenti di recente immigrazione chi lo fa? Non è che un insegnante solo perchè parla italiano ed ha una laurea abbia le competenze per insegnarlo. Così il potenziatore di A032 continuerà a girarsi i pollici e non è colpa sua che non sa cercarsi il lavoro (come dici tu), né perché la scuola lavora male (come dice Lalla). A lavorare male è chi ha organizzato la cosa in gran fretta e con superficalità (il miur)
Ora è così, nulla toglie, che con i nuovi ptof le cose possano migliorare e lo speriamo tutti
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 8:29 pm

enricat ha scritto:
non c'è ancora il poft o come accidente si chiama, è anche per questo che pascolano in aula insegnanti o fanno sostituzioni
poft è un acronimo orribile, si dice ptof
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 8:35 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Mi dirai che il POF non è uno strumento statico e può essere rimodulato dinamicamente in itinere, in funzione del susseguirsi degli eventi.
Fammi rincarare la dose: per cosa sta la P ? Per "piano" ? Significa che prima si pensa, poi si decide, poi si scrive, poi si legge (l'utenza lo legge) e poi si rispetta; in stretta sequenza.

Aggiornare in corso d'opera non è pianificare, è prendere atto, è ratificare.

Si chiamasse RTOF allora !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 8:39 pm

michetta ha scritto:
ma un potenziamento di italiano agli studenti di recente immigrazione chi lo fa? Non è che un insegnante solo perchè parla italiano ed ha una laurea abbia le competenze per insegnarlo.
Confermo, e neanche se ne ha 2
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 9:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Mi dirai che il POF non è uno strumento statico e può essere rimodulato dinamicamente in itinere, in funzione del susseguirsi degli eventi.
Fammi rincarare la dose: per cosa sta la P ? Per "piano" ? Significa che prima si pensa, poi si decide, poi si scrive, poi si legge (l'utenza lo legge) e poi si rispetta; in stretta sequenza.

Aggiornare in corso d'opera non è pianificare, è prendere atto, è ratificare.

Si chiamasse RTOF allora !

Tutti i progetti contemplano sempre delle varianti in corso d'opera
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 9:17 pm

michetta ha scritto:
francesca4 tu sei capitata nella scuola giusta, sei stata fortunata e probabilmente lo è anche la scuola
non neghiamo l'evidenza però. Se nel mio pof c'è un progetto di educazione linguistica cosa me ne faccio del potenziatore di chimica?
Un progetto di cittadinanza e costituzione può essere assegnato facilmente a un A019, in ogni grado scolastico (e di potenziatori A019 ce ne sono una marea), ma un potenziamento di italiano agli studenti di recente immigrazione chi lo fa? Non è che un insegnante solo perchè parla italiano ed ha una laurea abbia le competenze per insegnarlo. Così il potenziatore di A032 continuerà a girarsi i pollici e non è colpa sua che non sa cercarsi il lavoro (come dici tu), né perché la scuola lavora male (come dice Lalla). A lavorare male è chi ha organizzato la cosa in gran fretta e con superficalità (il miur)
Ora è così, nulla toglie, che con i nuovi ptof le cose possano migliorare e lo speriamo tutti

Michetta, ti ringrazio per i complimenti, che sono sempre graditi, ma anche per me non è stato tutto rose e fiori, e questo perché non avendo mai insegnato, mi sfugge il meccanismo anche di operazioni elementari come il fatto di saper  usare  il registro elettronico, che tutti danno per scontato.
Ma questa mancanza non è ascrivibile che a me, che sono refrattaria per carattere a fare tentativi per paura di sbagliare, e sto rinviando il suo utilizzo a dopo le festività, approfittando della pazienza di mio figlio che spero possa aiutarmi nella compilazione.
Intanto segno tutto sulla mia agenda personale,ed uso il  registro cartaceo, grazie a Dio ancora in uso nella mia scuola, per poterlo poi riportare sul registro elettronico, dopo averne appreso il corretto funzionamento.
Ti ho fatto questo banale esempio perché ritengo sia assolutamente doveroso per le scuole provvedere alla nomina dei docenti a tempo determinato di cui hanno bisogno, ma i potenziatori non sottraggono competenze, semplicemente ne aggiungono, devono solo essere accompagnati da chi voglia sostenere la loro attività di potenziamento, e naturalmente devono impegnarsi spendere le loro energie, riconoscendo i propri limiti e provando a superarli, non rassegnandosi a sostare in sala professori, senza essere propositivi.
Ritengo, infatti, che nessuno conosca meglio di loro le  potenzialità relative al loro insegnamento, per cui mi sento di consigliare di fare almeno un tentativo di parlarne col DS,per un proficuo impiego delle loro competenze.
Ora, non sono in grado, in tutta onestà, di saperti dire a quali attività possa essere dedicato un potenziatore di chimica, non è  mio compito, così come penso che sia chiaro come il sole che un parziale riallineamento tra il pof della scuola e l'impiego del potenziamento potrebbe realizzarsi solo con l'approvazione del ptof,come hai giustamente osservato, perché sappiamo tutti quanto sia difficile realizzare la quadratura del cerchio tra le esigenze immediate e contingenti della scuola ed il diritto di uscire dal limbo da parte di chi vi era irrimediabilmente condannato a restarci.
Del resto non credo che si possa contestare il fatto che questo clima di confusione e d'incertezza sia assolutamente fisiologico a causa dell'introduzione dell'istituto  del potenziamento, novità assoluta del nostro sistema scolastico.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Mer Dic 16, 2015 9:35 pm

Un chiarimento su cui vi chiedo conferma.
Se il potenziatore non ha un profilo coerente con la progettazione del POF, non può essere messo a sostituire in classe il docente titolare di cattedra che quel profilo ce l'ha? Chi dice che il potenziatore debba saper fare un corso di italiano a stranieri progettato quando non era nemmeno previsto il suo arrivo?
Se c'è nel POF invece immagino che qualcuno all'interno della scuola sia in grado di farlo, e che sarà allora lui il potenziatore per quella particolare attività.
Questo però solo se le due figure dovessero essere interscambiabili: altrimenti?
E comunque, in linea generale, mi pare che si tenda a considerare "fluide" solo le figure dei potenziatori, come se con la fase C l'ampliamento dell'offerta formativa non fosse più affare del titolare di cattedra, ma dal prossimo anno, senza più OD e OF, le cose potrebbero cambiare
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Gio Dic 17, 2015 9:47 am

lucetta10 ha scritto:
Un chiarimento su cui vi chiedo conferma.
Se il potenziatore non ha un profilo coerente con la progettazione del POF, non può essere messo a sostituire in classe il docente titolare di cattedra che quel profilo ce l'ha? Chi dice che il potenziatore debba saper fare un corso di italiano a stranieri progettato quando non era nemmeno previsto il suo arrivo?
Se c'è nel POF invece immagino che qualcuno all'interno della scuola sia in grado di farlo, e che sarà allora lui il potenziatore per quella particolare attività.
Questo però solo se le due figure dovessero essere interscambiabili: altrimenti?
E comunque, in linea generale, mi pare che si tenda a considerare "fluide" solo le figure dei potenziatori, come se con la fase C l'ampliamento dell'offerta formativa non fosse più affare del titolare di cattedra, ma dal prossimo anno, senza più OD e OF, le cose potrebbero cambiare

dal prossimo anno sì, per quest'anno invece secondo me qualche restrizione deve esserci.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Gio Dic 17, 2015 10:35 am

lallaorizzonte ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Un chiarimento su cui vi chiedo conferma.
Se il potenziatore non ha un profilo coerente con la progettazione del POF, non può essere messo a sostituire in classe il docente titolare di cattedra che quel profilo ce l'ha? Chi dice che il potenziatore debba saper fare un corso di italiano a stranieri progettato quando non era nemmeno previsto il suo arrivo?
Se c'è nel POF invece immagino che qualcuno all'interno della scuola sia in grado di farlo, e che sarà allora lui il potenziatore per quella particolare attività.
Questo però solo se le due figure dovessero essere interscambiabili: altrimenti?
E comunque, in linea generale, mi pare che si tenda a considerare "fluide" solo le figure dei potenziatori, come se con la fase C l'ampliamento dell'offerta formativa non fosse più affare del titolare di cattedra, ma dal prossimo anno, senza più OD e OF, le cose potrebbero cambiare

dal prossimo anno sì, per quest'anno invece secondo me qualche restrizione deve esserci.


Ecco.
E in quest'ottica vi sentite di escludere che il potenziamento non diventerà, oltre alla straordinaria risorsa di cui parlano gli entusiasti, il refugium peccatiorum dei colleghi (passatemi il termine) "da rottamare", che finalmente i DS potranno legittimamente allontanare dalle classi?
Tornare in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Gio Dic 17, 2015 10:53 am

non mi sento di escludere niente ma personalmente continuo a pensare che l'opportunità di occuparsi di progetti avendo un alleggerimento dell'orario di cattedra sia una risorsa straordinaria: nella scuola ci sono moltissime cose, e ancor più ce ne saranno (pensate solo all'alternanza scuola-lavoro), che non possono e non devono essere gestite nelle ore buche, al pomeriggio, di notte.
è chiaro che il potenziamento deve diventare "trasversale" e deve poter interessare tutti i docenti che hanno voglia e competenze da spendere (del resto dovrebbe essere già così).
continuo a pensare che il collegio potrà avere sempre più, se lo vorrà e se se ne assumerà la responsabilità, parte attiva nella progettazione e nella costruzione dell'offerta formativa.
è possibile che un DS utilizzi il potenziamento per "allontanare" un docente dalle classi? immagino di sì: dipende da come la singola scuola (e la sua utenza) considerano il potenziamento e quali necessità hanno. potrebbe comunque essere anche questa una risorsa: abbiamo diversi colleghi che per varie ragioni faticano a gestire (magari temporaneamente) l'attività in classe ma potrebbero benissimo occuparsi egregiamente d'altro. perchè paventare deportazioni nei gulag anzichè pensare di poter cercare di trarre da questa riforma un miglioramento della gestione della nostra professionalità?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25642
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Gio Dic 17, 2015 11:09 am

L'obiettivo a medio-lungo termine (2018, 2020?), dovrebbe essere, una suddivisione equa di tutto quanto potrà contenere l'OA: lezioni, progetti, supplenze...pensare a tante cattedre 12+6 o 15+3 mi sembra l'ideale...
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Potenziamento: sòla o risorsa?   Gio Dic 17, 2015 1:19 pm

lucetta10 ha scritto:

Ecco.
E in quest'ottica vi sentite di escludere che il potenziamento non diventerà, oltre alla straordinaria risorsa di cui parlano gli entusiasti, il refugium peccatiorum dei colleghi (passatemi il termine) "da rottamare", che finalmente i DS potranno legittimamente allontanare dalle classi?

ti confermo che il rischio c'è, in quanto io personalmente l'ho già sentito da alcuni dirigenti.

la riforma per essere compresa, se potrà avere degli effetti benefici, ha bisogno non solo di tempo, ma anche di riflessione su moltissimi aspetti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Potenziamento: sòla o risorsa?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 23Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 12 ... 23  Seguente
 Argomenti simili
-
» URGENTE!: SEDE FITTIZIA E CONTRATTO DA INSERIRE NEL SIDI
» Un consiglio spassionato sulla mia situazione.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: