Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 574
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mar Dic 22, 2015 8:25 pm

Promemoria primo messaggio :

Io sono ferocemente antislamico e credo che Maometto sia tra i peggiori e più rozzi e barbari personaggi della storia, perché ha creato conflitti a non finire, morte e guerre, fanatismo, inganni, ha diviso l'umanità in fedeli e infedeli in maniera irreparabile e insanabile almeno in tempi decenti, tra l'altro razzolava anche male e si concedeva donne a non finire, massacrava chiunque si opponesse al suo pensiero soprattutto ebrei, secondo me era anche folle e non poco, sembra che soffrisse di epilessia e secondo me il suo cervello era leso, per questo aveva visioni di cose inesistenti.Se a scuola dicessi, pur senza usare questi termini, che secondo me l'Islam è la più insensata delle fedi incorrerei in sanzioni o sarebbe un legittimo pensiero?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mer Dic 23, 2015 11:13 pm

Direi che ho fatto più che bene a tenermi fuori da un thread partito male già dal titolo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mer Dic 23, 2015 11:27 pm

Le Brigate Rosse vennero chiamate per anni "le sedicenti Brigate Rosse" perchè per chi scriveva sui giornali e parlava in televisione (notoriamente addetti alle presse, non intellettuali") non poteva esistere violenza di sinistra.
Giangiacomo Feltrinelli, rmasto dilaniato a Segrate dalla bomba con cui voleva far esplodere un traliccio, fu per anni vittima di "un omicidio", di "un complotto"...
Il "Manifesto degli intellettuali" all'Espresso fu un "manifesto di intellettuali" o un "manifesto di agricoltori"?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mer Dic 23, 2015 11:34 pm

Cioè, ripeto:

esiste davvero qualcuno che ha il coraggio di sostenere che negli anni settanta e ottanta la maggior parte della cultura e dei media "mainstream" fossero simpatizzanti della lotta armata, e che chi era contrario venisse sabotato, emarginato e costretto a stare zitto?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mer Dic 23, 2015 11:51 pm

mac67 ha scritto:
Direi che ho fatto più che bene a tenermi fuori da un thread partito male già dal titolo.

vecchio volpone, la sai lunga, tu :-D
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Mer Dic 23, 2015 11:57 pm

C e molto piu terrore oggi a dire qualcosa di contrario al politicamente corretto.non c e NULLA come sentirsi dare del razzista, ad esempio,che possa stroncare e bloccare anche il più polemico...era meglio farsi dare del fascista o uno di prima linea nei 70 piuttosto che oggi del razzista vero o presunto.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:05 am

Le Brigate Rosse vennero chiamate per anni "le sedicenti Brigate Rosse" perchè per chi scriveva sui giornali e parlava in televisione (notoriamente addetti alle presse, non intellettuali") non poteva esistere violenza di sinistra.
Giangiacomo Feltrinelli, rmasto dilaniato a Segrate dalla bomba con cui voleva far esplodere un traliccio, fu per anni vittima di "un omicidio", di "un complotto"...
Il "Manifesto degli intellettuali" all'Espresso fu un "manifesto di intellettuali" o un "manifesto di agricoltori"?
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:09 am

Felipeto ha scritto:
C e molto piu terrore oggi a dire qualcosa di contrario al politicamente corretto.non c e NULLA come sentirsi dare del razzista, ad esempio,che possa stroncare e bloccare anche il più polemico...era meglio farsi dare del fascista o uno di prima linea nei 70 piuttosto che oggi del razzista vero o presunto.

Appunto: ne ho piene le scatole di depositari della verità assoluta che appena si sostiene qualcosa non in linea con il loro "pensiero politicamente corretto" danno subito del "razzista", così come negli anni '70 si dava del "fascista"
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6141
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:14 am

Felipeto ha scritto:
C e molto piu terrore oggi a dire qualcosa di contrario al politicamente corretto.non c e NULLA come sentirsi dare del razzista, ad esempio,

Quindi, per coerenza, condanni ANCHE gli invasati isterici che si precipitano a dare immediatamente di antisemita a chiunque sostenga (del tutto o in parte) la causa palestinese, o anche solo chi faccia presente le condizioni di vita disumane a cui sono costretti gli abitanti dei territori di Gaza?

Guarda che anche il sentir dare di antisemita (e quindi di simpatizzante del nazismo o di potenziale sostenitore dei campi di sterminio degli ebrei) a chiunque non condivida la politica ATTUALE dello stato di Israele, è bello pesante, eh.

L.

Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 345
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:23 am

Mamma mia.
Nessuno mi crederà, ma c'è stato un tempo, nei miei primi anni d'insegnamento, in cui credevo, diventando docente, d'entrare a far parte di un gruppo d'individui di provata ed elevata cultura.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 1:24 am

Cloretta ha scritto:
Mamma mia.
Nessuno mi crederà, ma c'è stato un tempo, nei miei primi anni d'insegnamento, in cui credevo, diventando docente, d'entrare a far parte di un gruppo d'individui di provata ed elevata cultura.

Da quando ne sei uscita?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1869
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 5:54 am

Riguardo al terrorismo durante gli anni '70, per quel poco che ne so, l'atteggiamento dell'opinione pubblica fu molto più variegato di quanto rappresentano sia Paniscus che UDL. Alle condanne ufficiali della stampa mainstream, dell'appena nata Repubblica, della chiesa, di quasi tutto l'arco parlamentare e soprattutto del PCI si contrappose un atteggiamento ambiguo, se non di adesione, della sinistra parlamentare, di parte del movimento studentesco, di alcuni intellettuali "antagonisti" che gravitavano intorno a Lotta Continua e di una parte assolutamente minoritaria, ma tollerata, del sindacato.
Una posizione non rara tra gli intellettuali dell'epoca era un pilatesco né-né: né con i terroristi, né con questo Stato corrotto e autoritario.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1869
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 6:04 am

Ritornando in tema: io avrei tanta voglia, a scuola come altrove, di denunciare il carattere autoritario, liberticida, antidemocratico del governo Renzi. Eppure me ne guardo bene.

La scuola non è luogo in cui fare proselitismo. Anche quando durante la normale attività didattica vengono sfiorati temi che hanno una rilevanza sociale o politica sto ben attento a non far emergere più di tanto la mia opinione: presento dei pro anche dove io vedo solo dei contro, cerco di stimolare il dibattito, offro delle alternative dialettiche alle opinioni degli alunni sia che coincidano con le mie sia che ne divergano, provo a rispettare la realtà storica dei fatti.

A proposito di questo, una volta ho dovuto rampognare un alunno perché ha sostenuto, con una semplificazione davvero eccessiva, che le bomba atomiche su Hiroshima e Nagasaki furono sganciate per sconfiggere i comunisti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 6:43 am

Scuola70 ha scritto:
Io sono ferocemente antislamico e credo che Maometto sia tra i peggiori e più rozzi e barbari personaggi della storia, perché ha creato conflitti a non finire, morte e guerre, fanatismo, inganni, ha diviso l'umanità in fedeli e infedeli in maniera irreparabile e insanabile almeno in tempi decenti, tra l'altro razzolava anche male e si concedeva donne a non finire, massacrava chiunque si opponesse al suo pensiero soprattutto ebrei, secondo me era anche folle e non poco, sembra che soffrisse di epilessia e secondo me il suo cervello era leso, per questo aveva visioni di cose inesistenti.Se a scuola dicessi, pur senza usare questi termini, che secondo me l'Islam è la più insensata delle fedi incorrerei in sanzioni o sarebbe un legittimo pensiero?

Attenzione a giudicare con il nostro attuale metro etico eventi del passato.
Non che poi non ne combinano di ogni anche le nostre cosidette civiltà  superiori occidentali
^_ ^ (vedere eventi recenti in Siria, Iraq, Libia, Afghanistan etc,etc)
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 6:48 am

udl ha scritto:
Sostengo esattamente questo, sono io che mi chiedo dove tu viva.
Fra i molti esempi vai a rileggerti il linciaggio dell'intellettuale Sofri al commissario Calabresi, e a leggerti qualche libro sugli anni '70 che non siano stati scritti da Lotta Continua o simili, quando si diceva che la lotta violenta poteva essere solo di destra, era impossibile che la sinistra fosse violenta...
Adesso gli stessi radical chic di allora (o i loro figli) sono passati dalla lotta di classe alla lotta di religione

Difficile che le rivoluzioni non siano "violente", visto che devono scardinare le regole e i rapporti di forza dell'assetto attuale.
I brigatisti rossi agivano nei loro propositi non come dei criminali comuni, ma come devi veri e propri rivoluzionari. Purtroppo per loro e per fortuna nostra alla fine mancò l'appoggio popolare, anche il contesto non era sicuramente favorevole (ci sarebbe stato sicuramente un controgolpe antirivoluzionario in caso di presa del potere violento da parte dei brigatisti rossi).
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 9:03 am

Citazione :
Se vivi in un posto che non ti dà servizi non fai la fila per i servizi, se vivi in un posto dove non ci sono strade non fai liti per il parcheggio ecc.

Gli africani ed i mediorientali devono proprio essere dei coglioni se abbandonano il loro paese per venire in questo posto di merda ....... e noi anche a non fare il contrario.



Una domanda fastidiosissima sdoganata solo perchè è la vigilia di Natale:  : - )



ma ci credi davvero in quello che sostieni, così a testa chiusa e occhi bendati, o capisci almeno un po' quello che sto dicendo? Il problema non è fare la fila per i servizi, che è evidente che se non ci sono la fila non la fai, il problema è chi tira fuori il coltello perchè si incazza di dover stare in fila, il problema è di quello che non cede il posto allla signora incinta perchè chisenefrega lui c'ha da andare.


Non la vedi la criticità della nostra "civiltà" che sicuramente ci consente di vivere con più agio ma che non sono proprio del tutto convinta sia superiore a quella di chichessia?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 9:51 am

Questa mi era sfuggita: anche il democraticissimo, illuminato, tollerante califfato è "sedicente", proprio come le Brigate Rosse nostrane:

http://www.secoloditalia.it/2015/11/per-la-boldrini-lo-stato-islamico-e-sedicente-anche-per-il-pci-le-br-erano-sedicenti/

Per chi vuole rinfrescarsi la memoria:

http://ares.mi.it/products-leskimo-in-redazione-487.html

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 10:35 am

udl ha scritto:
Questa mi era sfuggita: anche il democraticissimo, illuminato, tollerante califfato è "sedicente", proprio come le Brigate Rosse nostrane:

http://www.secoloditalia.it/2015/11/per-la-boldrini-lo-stato-islamico-e-sedicente-anche-per-il-pci-le-br-erano-sedicenti/

Per chi vuole rinfrescarsi la memoria:

http://ares.mi.it/products-leskimo-in-redazione-487.html

Conosci il significato dell'aggettivo "sedicente"? Si applica a tutti i casi di definizione, attribuzione di titoli, generalità, ecc. derivati da atti unilaterali e arbitrari e la cui legittimità non è riconosciuta universalmente o, comunque, dall'ipotetica controparte.
Le brigate rosse erano sedicenti perché non erano riconosciute come un movimento rivoluzionario. Altresì lo stato islamico è sedicente perché non ha un riconoscimento giuridico internazionale.

L'aggettivo sedicente, invece, non si applica ai casi in cui l'autodefinizione e l'autoattribuzione ha un ampio riconoscimento, così diffuso da non essere messo in discussione.

Ad esempio, l'Italia si autodefinisce una repubblica democratica. Nessuno direbbe mai la "sedicente repubblica italiana", perché lo status giuridico di repubblica e il carattere democratico di questo status è riconosciuto non solo dalla generalità degli italiani ma anche dalla comunità internazionale. Al contrario, la "repubblica padana" è una repubblica "sedicente", al di là dell'estraneità dei leghisti da atti di violenza o di terrorismo. È sedicente come lo erano le brigate rosse, come lo è IS, come lo erano i partigiani italiani all'occhio dei nazifascisti.

Chiedo scusa per la lezione di italiano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 10:40 am

ushikawa ha scritto:
A proposito di questo, una volta ho dovuto rampognare un alunno perché ha sostenuto, con una semplificazione davvero eccessiva, che le bomba atomiche su Hiroshima e Nagasaki furono sganciate per sconfiggere i comunisti.
E' un dato di fatto che la guerra sarebbe finita comunque entro breve, l'imperatore era ormai consapevole d' aver perso e che non avrebbe potuto tirare la corda ulteriormente; la Russia invece era una potenza crescente e su terra probabilmente era più forte; finita la guerra tutti sapevano che sarebbero iniziate le rivalità e bisognava mettere in chiaro i rapporti di forza.

Lo sgancio delle bombe non è stato l'ultimo atto della seconda guerra mondiale ma il primo della guerra fredda (fredda tra USA e URSS, calda altrove).
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 10:43 am

Ire ha scritto:
Citazione :
Se vivi in un posto che non ti dà servizi non fai la fila per i servizi, se vivi in un posto dove non ci sono strade non fai liti per il parcheggio ecc.

Gli africani ed i mediorientali devono proprio essere dei coglioni se abbandonano il loro paese per venire in questo posto di merda ....... e noi anche a non fare il contrario.



Una domanda fastidiosissima sdoganata solo perchè è la vigilia di Natale:  : - )



ma ci credi davvero in quello che sostieni, così a testa chiusa e occhi bendati, o capisci almeno un po' quello che sto dicendo? Il problema non è fare la fila per i servizi, che è evidente che se non ci sono la fila non la fai, il problema è chi tira fuori il coltello perchè si incazza di dover stare in fila, il problema è di quello che non cede il posto allla signora incinta perchè chisenefrega lui c'ha da andare.


Non la vedi la criticità della nostra "civiltà" che sicuramente ci consente di vivere con più agio ma che non sono proprio del tutto convinta sia superiore a quella di chichessia?
Casa tua non è pulita, c'è polvere sul comodino; la prossima volta che vedi un letamaio (nel senso stretto del termine) non dire che casa tua è pulita ed il letamaio è sporco.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15800
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 10:47 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
Chiedo scusa per la lezione di italiano.
Quando ce vò ce vò; a proposito, come si scrive "ce vò" ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 11:09 am

Maledetti musi gialli comunisti....
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 925
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:15 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:

Conosci il significato dell'aggettivo "sedicente"? Si applica a tutti i casi di definizione, attribuzione di titoli, generalità, ecc.  derivati da atti unilaterali e arbitrari e la cui legittimità non è riconosciuta universalmente o, comunque, dall'ipotetica controparte.

Giusta precisazione.
Io, ad esempio, quando mi riferisco alla legge 107/2015 utilizzo spesso l'espressione "legge della sedicentebuona scuola" visto che l'aggettivo "buona" non ha alcunché di giuridico (tanto è vero che non compare nella gazzetta ufficiale) ma è semplicemente l'espressione di un giudizio sulla legge formulato unilateralmente e arbitrariamente dalla squallida parte politica che ne ha voluto l'approvazione.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:30 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
udl ha scritto:
Questa mi era sfuggita: anche il democraticissimo, illuminato, tollerante califfato è "sedicente", proprio come le Brigate Rosse nostrane:

http://www.secoloditalia.it/2015/11/per-la-boldrini-lo-stato-islamico-e-sedicente-anche-per-il-pci-le-br-erano-sedicenti/

Per chi vuole rinfrescarsi la memoria:

http://ares.mi.it/products-leskimo-in-redazione-487.html

Conosci il significato dell'aggettivo "sedicente"? Si applica a tutti i casi di definizione, attribuzione di titoli, generalità, ecc.  derivati da atti unilaterali e arbitrari e la cui legittimità non è riconosciuta universalmente o, comunque, dall'ipotetica controparte.
Le brigate rosse erano sedicenti perché non erano riconosciute come un movimento rivoluzionario. Altresì lo stato islamico è sedicente perché non ha un riconoscimento giuridico internazionale.

L'aggettivo sedicente, invece, non si applica ai casi in cui l'autodefinizione e l'autoattribuzione ha un ampio riconoscimento, così diffuso da non essere messo in discussione.

Ad esempio, l'Italia si autodefinisce una repubblica democratica. Nessuno direbbe mai la "sedicente repubblica italiana", perché lo status giuridico di repubblica e il carattere democratico di questo status è riconosciuto non solo dalla generalità degli italiani ma anche dalla comunità internazionale. Al contrario, la "repubblica padana" è una repubblica "sedicente", al di là dell'estraneità dei leghisti da atti di violenza o di terrorismo. È sedicente come lo erano le brigate rosse, come lo è IS, come lo erano i partigiani italiani all'occhio dei nazifascisti.

Chiedo scusa per la lezione di italiano.

Ti ringrazio e apprezzo la lezione di italiano, sempre utile, ma a me sembra che confermi quello che ho scritto: le Brigate Rosse erano "sedicenti" non perchè "non erano riconosciute come un movimento rivoluzionario", ma perchè l'intellighenzia del tempo negava ogni e qualsiasi collegamento con la sinistra. Il "sedicente" era riferito al "Rosse".
Anche il mancato attentato in cui morì Feltrinelli venne per anni classificato, dalla solita intellighenzia, come un omicidio, un complotto (nella maggior parte dei casi attribuito alla solita CIA), proprio perchè nella mentalità dell'epoca la sinistra non era e non poteva essere capace di gesti violenti.

Gli "atti unilaterali e arbitrari e la cui legittimità non è riconosciuta universalmente o, comunque, dall'ipotetica controparte" si riferiscono al termine "Rosse", che qualificava questo movimento non certo vicino alla DC o al PSI o al PRI o al PLI o al MSI, e che era appunto rifiutato dalla intellighenzia che dominava la cultura e la stampa dell'epoca.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 12:36 pm

comp_xt ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:

Conosci il significato dell'aggettivo "sedicente"? Si applica a tutti i casi di definizione, attribuzione di titoli, generalità, ecc.  derivati da atti unilaterali e arbitrari e la cui legittimità non è riconosciuta universalmente o, comunque, dall'ipotetica controparte.

Giusta precisazione.
Io, ad esempio, quando mi riferisco alla legge 107/2015 utilizzo spesso l'espressione "legge della sedicentebuona scuola" visto che l'aggettivo "buona" non ha alcunché di giuridico (tanto è vero che non compare nella gazzetta ufficiale) ma è semplicemente l'espressione di un giudizio sulla legge formulato unilateralmente e arbitrariamente dalla squallida parte politica che ne ha voluto l'approvazione.

Appunto: le Brigate Rosse vennero chiamate per anni "sedicenti Brigate Rosse" perchè si pensava che il termine "Rosse" era stato utilizzato unilateralmente e arbitrariamente dalla squallida parte politica opposta.
I brigatisti furono chiamati, per anni, "terroristi manovrati dai servizi deviati", "probabili infiltrati", "neo-fascisti camuffati", "mercenari" e, appunto, "Sedicenti Brigate Rosse", dove "sedicenti era riferito al "Rosse". Perfino Renato Curcio all'inizio venne etichettato come "giovane militante in movimenti di destra"
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?   Gio Dic 24, 2015 1:41 pm

Mario Moretti era dell emilia romagna o marche,non ricordo bene,terra rossa dal dopoguerra,intrisa di nostalgici ex partigiani delusi.
E non era l unico..come definirli neofascisti?
Tornare in alto Andare in basso
 
Parlare male dell'Islam a scuola è consentito?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Nel nome di Dio, atti e misfatti..
» Storia dell'arte a scuola
» LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE
» TELECAMERE A TUTELA DELL'EDUCAZIONE
» la web community dei professionisti dell'estetica

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: