Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:19 pm

Buonasera a tutti,
come strutturereste la carriera nella professione docente? Quali competenze premiereste e come?

P.s. Domanda preliminare: siete d'accordo nell'interoduzione della carriera nella professione docente?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25595
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:28 pm

I voti alti; nessuna insufficienza; ora da dedicare gratuitamente alla scuola; accompagnamento gratuito gite e viaggi.
Tornare in alto Andare in basso
mattyuff



Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 07.05.14

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:34 pm

gugu ha scritto:
I voti alti; nessuna insufficienza; ora da dedicare gratuitamente alla scuola; accompagnamento gratuito gite e viaggi.

Dimentichi il diploma di mixologia per preparare cocktail tropicali per lo staff dirigente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:34 pm

precario.acciaio ha scritto:

P.s. Domanda preliminare: siete d'accordo nell'interoduzione della carriera nella professione docente?

Sarò d'accordo quando si cambierà il sistema Italia e la mentalità degli Italiani.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:36 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

P.s. Domanda preliminare: siete d'accordo nell'interoduzione della carriera nella professione docente?

Sarò d'accordo quando si cambierà il sistema Italia e la mentalità degli Italiani.

In un sistema perfetto come la struttureresti? Cosa esattamente valuteresti?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:39 pm

precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:

P.s. Domanda preliminare: siete d'accordo nell'interoduzione della carriera nella professione docente?

Sarò d'accordo quando si cambierà il sistema Italia e la mentalità degli Italiani.

In un sistema perfetto come la struttureresti? Cosa esattamente valuteresti?

Mi avvalgo della facoltà di non rispondere. È come chiedere che metodo di irrigazione adotterei per coltivare i pomodori su Marte. Voli pindarici.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 7:51 pm

E' un tema delicato, ma credo che nei prossimi anni verrà seriamente considerato; è in ogni caso estremamente problematico e tutte le soluzioni mi sembrano ugualmente criticabili; ci volesse dare il suo contributo è il benvenuto.

Faccio io il primo passo: chi ha più responsabilità dovrebbe guadagnare di più; 1350 euro al mese è uno stipendio adeguato per il livello base della docenza, ma rischi maggiori (si parlava l'altro ieri di a.sl. ma non solo) dovrebbero comportare retribuzioni maggiori, in modo oggettivo.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 8:43 pm

Conoscete la storiella dei cani e degli ossi?
Ve la racconto io: ci sono cento cani che si si contendono dieci ossi.  È ovvio che i dieci ossi non sono sufficienti a sfamare tutti quei cani. Il loro padrone però, anziché comprare più ossi, invita i cani che sono rimasti a bocca asciutta ad essere più competitivi.
Possibile che noi docenti siamo ingenui come quei cani fino al punto di prestarci a discutere di queste questioni anziché liquidare il tutto con un doveroso "non se ne parla nemmeno"?
Come si fa a non capire che anziché dare a TUTTO il corpo docente uno stipendio paragonabile alla media europea si è trovato l'uovo di Colombo dell'introduzione di una "carriera" nella professione docente, dove ovviamente pochi eletti avranno uno stipendio adeguato e gli altri dovranno accontentarsi del salario proletario?
Ma poi che carriera vogliamo introdurre fra persone che svolgono la stessa professione? Su questo aspetto sono categorico, in Consiglio di Classe mi sono sempre battuto affinché il punto di vista e il giudizio espresso dall'ultimo dei precari, se adeguatamente motivato, pesi come quello del docente più anziano.
Rinnovo la domanda: se la professione è la stessa, gli obblighi contrattuali gli stessi, che distinzione vogliamo introdurre che non sia legata alla mera anzianità di servizio?
Ribadisco un'altra cosa: INSEGNANTE è colui che INSEGNA. Il contorno NON è docenza ma, al più, attività funzionale alla docenza (fra l'altro non sempre utile e/o indispensabile).
Posso accettare senza problemi il principio che chi si assume oneri aggiuntivi debba percepire una retribuzione accessoria, ma non è ammissibile che il "di più", il superfluo, finiscano per mettere in secondo piano la vera e propria attività di insegnamento o comunque determinino un avanzamento di carriera e non un mero compenso aggiuntivo.

E comunque finiamola con questa storia della "competitività" eretta al rango di principio etico. Io la considero una cosa schifosa, degna di persone senza scrupoli e allo stesso tempo pronte a leccare anche i fondoschiena più sporchi, sintomo dei bassi istinti animaleschi di persone dalla moralità discutile. Io voglio COLLABORARE con i miei colleghi, NON COMPETERE!
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 8:56 pm

Comp_xt, lungi da me sostenere il modello competitivo a scuola, ne sono contrarissimo, è solo per discutere del tema senza prevenzioni...
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 9:12 pm

comp_xt ha scritto:
Conoscete la storiella dei cani e degli ossi?
Ve la racconto io: ci sono cento cani che si si contendono dieci ossi.  È ovvio che i dieci ossi non sono sufficienti a sfamare tutti quei cani. Il loro padrone però, anziché comprare più ossi, invita i cani che sono rimasti a bocca asciutta ad essere più competitivi.
Possibile che noi docenti siamo ingenui come quei cani fino al punto di prestarci a discutere di queste questioni anziché liquidare il tutto con un doveroso "non se ne parla nemmeno"?
Come si fa a non capire che anziché dare a TUTTO il corpo docente uno stipendio paragonabile alla media europea si è trovato l'uovo di Colombo dell'introduzione di una "carriera" nella professione docente, dove ovviamente pochi eletti avranno uno stipendio adeguato e gli altri dovranno accontentarsi del salario proletario?
Ma poi che carriera vogliamo introdurre fra persone che svolgono la stessa professione? Su questo aspetto sono categorico, in Consiglio di Classe mi sono sempre battuto affinché il punto di vista e il giudizio espresso dall'ultimo dei precari, se adeguatamente motivato, pesi come quello del docente più anziano.
Rinnovo la domanda: se la professione è la stessa, gli obblighi contrattuali gli stessi, che distinzione vogliamo introdurre che non sia legata alla mera anzianità di servizio?
Ribadisco un'altra cosa: INSEGNANTE è colui che INSEGNA. Il contorno NON è docenza ma, al più, attività funzionale alla docenza (fra l'altro non sempre utile e/o indispensabile).
Posso accettare senza problemi il principio che chi si assume oneri aggiuntivi debba percepire una retribuzione accessoria, ma non è ammissibile che il "di più", il superfluo, finiscano per mettere in secondo piano la vera e propria attività di insegnamento o comunque determinino un avanzamento di carriera e non un mero compenso aggiuntivo.

E comunque finiamola con questa storia della "competitività" eretta al rango di principio etico. Io la considero una cosa schifosa, degna di persone senza scrupoli e allo stesso tempo pronte a leccare anche i fondoschiena più sporchi, sintomo dei bassi istinti animaleschi di persone dalla moralità discutile. Io voglio COLLABORARE con i miei colleghi, NON COMPETERE!

Di solito ti dico che quoto, invece stavolta ti dico: INTERVENTO SEMPLICEMENTE PERFETTO !!!!

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 9:16 pm

comp_xt ha scritto:
Come si fa a non capire che anziché dare a TUTTO il corpo docente uno stipendio paragonabile alla media europea si è trovato l'uovo di Colombo dell'introduzione di una "carriera" nella professione docente, dove ovviamente pochi eletti avranno uno stipendio adeguato e gli altri dovranno accontentarsi del salario proletario?

All'estero le differenziazioni di carriera esistono.

comp_xt ha scritto:
Ma poi che carriera vogliamo introdurre fra persone che svolgono la stessa professione? Su questo aspetto sono categorico, in Consiglio di Classe mi sono sempre battuto affinché il punto di vista e il giudizio espresso dall'ultimo dei precari, se adeguatamente motivato, pesi come quello del docente più anziano.
Rinnovo la domanda: se la professione è la stessa, gli obblighi contrattuali gli stessi, che distinzione vogliamo introdurre che non sia legata alla mera anzianità di servizio?

Facendo loro svolgere mansioni diverse (o supplementari), per esempio?

comp_xt ha scritto:

Ribadisco un'altra cosa: INSEGNANTE è colui che INSEGNA. Il contorno NON è docenza ma, al più, attività funzionale alla docenza (fra l'altro non sempre utile e/o indispensabile).

Il contorno, come lo chiami tu, fa parte del lavoro che svolgiamo, e non è per nulla una parte trascurabile.

comp_xt ha scritto:

Posso accettare senza problemi il principio che chi si assume oneri aggiuntivi debba percepire una retribuzione accessoria, ma non è ammissibile che il "di più", il superfluo, finiscano per mettere in secondo piano la vera e propria attività di insegnamento o comunque determinino un avanzamento di carriera e non un mero compenso aggiuntivo.

Ne fai una questione semantica? Se è compenso accessorio (una miseria, cioè) va bene, se invece viene da un avanzamento di carriera (che dovrebbe essere pagato meglio, altrimenti non serve a nulla) allora fa schifo?

comp_xt ha scritto:

E comunque finiamola con questa storia della "competitività" eretta al rango di principio etico. Io la considero una cosa schifosa, degna di persone senza scrupoli e allo stesso tempo pronte a leccare anche i fondoschiena più sporchi, sintomo dei bassi istinti animaleschi di persone dalla moralità discutile. Io voglio COLLABORARE con i miei colleghi, NON COMPETERE!

Perché l'avanzamento di carriera dev'essere visto per forza in termini di competizione tra colleghi? Diventare vice preside è competizione? Diventare DS è competizione?

Io non ho una risposta a come si potrebbero introdurre diversi livelli di carriera (ho idee vaghe, per cui taccio), vorrei prima vedere all'estero come fanno, potrebbero venirne fuori delle buone idee.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 9:20 pm

precario.acciaio ha scritto:
Comp_xt, lungi da me sostenere il modello competitivo a scuola, ne sono contrarissimo, è solo per discutere del tema senza prevenzioni...

Il problema non è la discussione in questo forum ma il fatto che concetti come "competitività, "produttività" e "aziendalizzazione" vengono condivisi da un numero sempre più grande di docenti anziché essere gettati nel cesso con coscienza serena.
La legge 107/2015 è solo il punto di arrivo di un lungo percorso, ma se gli insegnanti fossero compatti si potrebbe facilmente mettere in crisi l'intero impianto.
Io invece vedo tanti docenti che sguazzano felici in una scuola-progettificio in cui l'ultima cosa che conta è che si insegnino dei saperi legati alle varie discipline, docenti che cercano di capire cosa il Dirigente di turno vuole che si faccia per poter aspirare al premio per il "merito".

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 10:03 pm

precario.acciaio ha scritto:
E' un tema delicato, ma credo che nei prossimi anni verrà seriamente considerato; è in ogni caso estremamente problematico e tutte le soluzioni mi sembrano ugualmente criticabili; ci volesse dare il suo contributo è il benvenuto.

Faccio io il primo passo: chi ha più responsabilità dovrebbe guadagnare di più; 1350 euro al mese è uno stipendio adeguato per il livello base della docenza, ma rischi maggiori (si parlava l'altro ieri di a.sl. ma non solo) dovrebbero comportare retribuzioni maggiori, in modo oggettivo.
Non ce l'hai una fidanzata ?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 10:44 pm

mac67 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Come si fa a non capire che anziché dare a TUTTO il corpo docente uno stipendio paragonabile alla media europea si è trovato l'uovo di Colombo dell'introduzione di una "carriera" nella professione docente, dove ovviamente pochi eletti avranno uno stipendio adeguato e gli altri dovranno accontentarsi del salario proletario?

All'estero le differenziazioni di carriera esistono.

comp_xt ha scritto:
Ma poi che carriera vogliamo introdurre fra persone che svolgono la stessa professione? Su questo aspetto sono categorico, in Consiglio di Classe mi sono sempre battuto affinché il punto di vista e il giudizio espresso dall'ultimo dei precari, se adeguatamente motivato, pesi come quello del docente più anziano.
Rinnovo la domanda: se la professione è la stessa, gli obblighi contrattuali gli stessi, che distinzione vogliamo introdurre che non sia legata alla mera anzianità di servizio?

Facendo loro svolgere mansioni diverse (o supplementari), per esempio?

comp_xt ha scritto:

Ribadisco un'altra cosa: INSEGNANTE è colui che INSEGNA. Il contorno NON è docenza ma, al più, attività funzionale alla docenza (fra l'altro non sempre utile e/o indispensabile).

Il contorno, come lo chiami tu, fa parte del lavoro che svolgiamo, e non è per nulla una parte trascurabile.

comp_xt ha scritto:

Posso accettare senza problemi il principio che chi si assume oneri aggiuntivi debba percepire una retribuzione accessoria, ma non è ammissibile che il "di più", il superfluo, finiscano per mettere in secondo piano la vera e propria attività di insegnamento o comunque determinino un avanzamento di carriera e non un mero compenso aggiuntivo.

Ne fai una questione semantica? Se è compenso accessorio (una miseria, cioè) va bene, se invece viene da un avanzamento di carriera (che dovrebbe essere pagato meglio, altrimenti non serve a nulla) allora fa schifo?

comp_xt ha scritto:

E comunque finiamola con questa storia della "competitività" eretta al rango di principio etico. Io la considero una cosa schifosa, degna di persone senza scrupoli e allo stesso tempo pronte a leccare anche i fondoschiena più sporchi, sintomo dei bassi istinti animaleschi di persone dalla moralità discutile. Io voglio COLLABORARE con i miei colleghi, NON COMPETERE!

Perché l'avanzamento di carriera dev'essere visto per forza in termini di competizione tra colleghi? Diventare vice preside è competizione? Diventare DS è competizione?

Io non ho una risposta a come si potrebbero introdurre diversi livelli di carriera (ho idee vaghe, per cui taccio), vorrei prima vedere all'estero come fanno, potrebbero venirne fuori delle buone idee.

Concordo con te mac67, finalmente un'apertura ad una prospettiva comparativa con esperienze di altri paesi...ma che si scontra con l'arroganza di chi ritiene che la sola soluzione possibile sia da ricercare all'interno di un sistema chiuso ed autoreferenziale come quello che fino ad oggi ha caratterizzato la professione di docente in Italia.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:16 pm

Francesca4 ha scritto:

Concordo con te mac67, finalmente un'apertura ad una prospettiva comparativa con esperienze di altri paesi...ma che si scontra con l'arroganza di chi ritiene che la sola soluzione possibile sia da ricercare all'interno di un sistema chiuso ed autoreferenziale come quello che fino ad oggi ha caratterizzato la professione di docente in Italia.

Mi spiace frenare il tuo entusiasmo, ma la mia posizione tende a coincidere con quella del Prof. Dessì. Qui se ne discute pour parler (di francese non so nulla, spero di averla azzeccata).
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:27 pm

mac67 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Concordo con te mac67, finalmente un'apertura ad una prospettiva comparativa con esperienze di altri paesi...ma che si scontra con l'arroganza di chi ritiene che la sola soluzione possibile sia da ricercare all'interno di un sistema chiuso ed autoreferenziale come quello che fino ad oggi ha caratterizzato la professione di docente in Italia.

Mi spiace frenare il tuo entusiasmo, ma la mia posizione tende a coincidere con quella del Prof. Dessì. Qui se ne discute pour parler (di francese non so nulla, spero di averla azzeccata).

Non ho niente contro il prof. Dessì, anzi il contrario, ma mi era parso di capire che condividessi la possibilità di un'analisi comparativa con esperienze di altri paesi.
Scusami, non intendevo comprometterti, attribuendoti posizioni che non ti appartengono, semplicemente a me sembra abbastanza chiaro che la L.107 spinga verso la direzione indicata da precario_acciaio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:32 pm

mac67 ha scritto:
Prof. Dessì.

Mo' so' diventato Prof.!?
eccheccavolo, almeno nel webbe lasciamoli da parte i titoli! Il prof e il dott li uso raramente nella vita reali, figuriamoci fuori dalla formalità.
Ecco, la prima cosa che dovremmo scimmiottare dalle altre nazioni dovrebbe essere proprio l'assenza dei titoli, limitandoci al Mr. di anglosassone memoria.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:35 pm

Francesca4 ha scritto:

Non ho niente contro il prof. Dessì, anzi il contrario, ma mi era parso di capire che condividessi la possibilità di un'analisi comparativa con esperienze di altri paesi.
Scusami, non intendevo comprometterti, attribuendoti posizioni che non ti appartengono, semplicemente a me sembra abbastanza chiaro che la L.107 spinga verso la direzione indicata da precario_acciaio.

Come dicevo, l'analisi delle esperienza degli altri paesi mi interessa. Anche a Gian interessa (vero?). Siamo curiosi per natura.

Da qui a dire "facciamo come gli altri" ce ne corre.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:36 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
mac67 ha scritto:
Prof. Dessì.

Mo' so' diventato Prof.!?
eccheccavolo, almeno nel webbe lasciamoli da parte i titoli! Il prof e il dott li uso raramente nella vita reali, figuriamoci fuori dalla formalità.
Ecco, la prima cosa che dovremmo scimmiottare dalle altre nazioni dovrebbe essere proprio l'assenza dei titoli, limitandoci al Mr. di anglosassone memoria.

E' da mo' che sei Prof!

E pensa che in un primo momento avevo scritto Mr.!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:40 pm

Francesca4 ha scritto:
sembra abbastanza chiaro che la L.107 spinga verso la direzione indicata da precario_acciaio.
Auguri. Non sarà facile addentrarsi tra le macerie. Comunque ne riparleremo tra qualche anno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Lun Dic 28, 2015 11:46 pm

mac67 ha scritto:

Come dicevo, l'analisi delle esperienza degli altri paesi mi interessa. Anche a Gian interessa (vero?). Siamo curiosi per natura.

La contemplazione è cosa buona e giusta :-)

Ad esempio, proprio alcune ore fa mi sono fatto un viaggetto su google maps per vedere il Salto Angel e i tepui del Venezuela dall'alto. Non potrò mai toccarli con mano, ma mi basta contemplarli con l'immaginazione.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15791
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Mar Dic 29, 2015 1:41 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
mac67 ha scritto:
Prof. Dessì.

Mo' so' diventato Prof.!?
eccheccavolo, almeno nel webbe lasciamoli da parte i titoli! Il prof e il dott li uso raramente nella vita reali, figuriamoci fuori dalla formalità.
Ecco, la prima cosa che dovremmo scimmiottare dalle altre nazioni dovrebbe essere proprio l'assenza dei titoli, limitandoci al Mr. di anglosassone memoria.
Eh no eh ! Io prima di morire voglio diventare Cavaliere; da bambino sono salito solo sull'asino, voglio che la mia vita sia servita a qualcosa !
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Mar Dic 29, 2015 8:36 am

avidodinformazioni ha scritto:
da bambino sono salito solo sull'asino, voglio che la mia vita sia servita a qualcosa !

Sei passato dal'esperienza dilettantistica di guidare un solo asino alla volta, alla responsabilità di dover gestire un'intera mandria di asini tutta insieme, anzi più mandrie diverse in contemporanea: e poi si dice che nel nostro lavoro non si fa carriera!
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Mar Dic 29, 2015 10:15 am

comp_xt ha scritto:
Ma poi che carriera vogliamo introdurre fra persone che svolgono la stessa professione? Su questo aspetto sono categorico, in Consiglio di Classe mi sono sempre battuto affinché il punto di vista e il giudizio espresso dall'ultimo dei precari, se adeguatamente motivato, pesi come quello del docente più anziano.
Rinnovo la domanda: se la professione è la stessa, gli obblighi contrattuali gli stessi, che distinzione vogliamo introdurre che non sia legata alla mera anzianità di servizio?

Facendo loro svolgere mansioni diverse (o supplementari), per esempio?

comp_xt ha scritto:

Ribadisco un'altra cosa: INSEGNANTE è colui che INSEGNA. Il contorno NON è docenza ma, al più, attività funzionale alla docenza (fra l'altro non sempre utile e/o indispensabile).

Il contorno, come lo chiami tu, fa parte del lavoro che svolgiamo, e non è per nulla una parte trascurabile.

comp_xt ha scritto:

Posso accettare senza problemi il principio che chi si assume oneri aggiuntivi debba percepire una retribuzione accessoria, ma non è ammissibile che il "di più", il superfluo, finiscano per mettere in secondo piano la vera e propria attività di insegnamento o comunque determinino un avanzamento di carriera e non un mero compenso aggiuntivo.

Ne fai una questione semantica? Se è compenso accessorio (una miseria, cioè) va bene, se invece viene da un avanzamento di carriera (che dovrebbe essere pagato meglio, altrimenti non serve a nulla) allora fa schifo?

[/quote]

Sono stato impreciso quando ho utilizzato il termine "attività funzionali all'insegnamento" per riferirmi ad alcune attività non obbligatorie, quando il CCNL usa lo stesso termine per indicare una serie di obblighi contrattuali. È ovvio pertanto che quando parlavo di contorno non mi riferivo certo a consigli di classe, collegi docenti, colloqui et similia.

E non ne faccio neppure una questione semantica. Le attività aggiuntive debbono essere retribuite adeguatamente (e la miseria che viene data oggi di certo non lo è), ma non si può pensare che esse siano superiori alla didattica in classe fino al punto da determinare un avanzamento di carriera che, in qualsiasi modo la si voglia vedere, introdurrebbe una gerarchizzazione fra gli insegnanti.
Far passare questa linea equivale a dire che nella scuola sono più importanti gli aspetti organizzativo-gestionali che la vera e propria attività di insegnamento. Lo troverei semplicemente osceno.


Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.   Mar Dic 29, 2015 10:29 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
sembra abbastanza chiaro che la L.107 spinga verso la direzione indicata da precario_acciaio.
Auguri. Non sarà facile addentrarsi tra le macerie. Comunque ne riparleremo tra qualche anno.

Attendiamo; nel frattempo sarebbe però meglio discuterne. La valutazione e la carriera fanno paura a tutti, me compreso, ma penso sia eccessiva buttarla in caciara come alcuni post di questo topic; è un dato di fatto che è uno dei temi che verranno discussi nei prossimi anni, non si sta parlando del sesso degli angeli o dell'isola che non c'è...
Tornare in alto Andare in basso
 
Introduzione carriera nella professione docente. Pareri.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» problema dell ateismo nella comunità
» Religione nella scuola materna
» Avete mai sentito parlare di antiossidanti nella pma?
» la religione nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo
» Soldato Jocker tu credi nella Vergine Maria?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: