Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Master che funzionano: riflessione paradossale.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 9:03 pm

L'interessante topic di Felipeto mi ha portato a fare una riflessione sui master e la lauree in generale, per ora è solo un abbozzo, ditemi cosa ne pensate.
Prendete la laurea o il master più assurdo e incredibile: lo stesso fatto che esiste e che ha degli iscritti non è la prova della sua validità? Sia chiaro, è solo un paradosso, non sostengo realmente questo (di fronte a certe lauree resto basito) ma voglio sapere: perchè non utilizzare questo criterio? Perchè ciò che esiste e ha degli iscritti non può essere considerato già di per sè valido?
Detto in parole povere: se questi corsi sono inutili, perchè a distanza di cinque anni continuano a esistere e non chiudono?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 9:57 pm

All iscrizione firmi la partecipazione ad un master che "offre sbocchi"," crea opportunità " ma non GARANTISCE che tu troverai un lavoro grazie a quel master.quindi nessun impegno da parte dell ente,se tu poi rimani dusiccupato..troppe cose mi puzzano di questi master:prima di tutto,un 'abile strategia di marketing che li rende "troppi belli per essere veri".. Ti faccio un esempio,del mio campo,di master a cui mi isciverei DI CORSA." MASTER di tecniche di recupero e movimentazione di grandi imbarcazioni"tenuto da Mr Sloane (l.inglese con trenta palle d acciaio artefice del raddrizzamento della concordia). Requisiti:Ottimo inglese,laurea in ingegneria navale o tecnico navale con esperienza di strutture navali.Durata sei mesi,costo 3500euro. Ecco. Serio,specialistico, verosimile,settore di nicchia con poca concorrenza. Non so se hai capito cosa intendo io per "master efficace"..
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 10:27 pm

Sì, e concordo con te. Però utilizzando il ragionamento paradossale di prima (ciò che negli anni resiste è utile perchè alcuni pagano una retta per frequentarli e quindi a qualcosa dovrebbero servire.)

Insomma: parte il corso A:(MASTER di tecniche di recupero e movimentazione di grandi imbarcazioni)
Poi parte il corso B: (Master sulla pace universale)
Poi parte il corso C (Masterper l'insegnamento dell'Ittita.)

Dopo tre anni resistono solo A e B, l'altro chiude per mancanza di iscritti. Non è l'esempio di ciò che affermavo io? Se resistono hanno un'utilità
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 11:06 pm

Un ipotesi remota è l attrattivita di un master accattivante frequentato da gente interessata NON finalizzato necessariamente al lavoro.esiste,per fortuna,ancora il PIACERE DELLA CULTURA,fosse anche usi e tradizioni delle tribù shoshones...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 11:29 pm

precario.acciaio ha scritto:
L'interessante topic di Felipeto mi ha portato a fare una riflessione sui master e la lauree in generale, per ora è solo un abbozzo, ditemi cosa ne pensate.
Prendete la laurea o il master più assurdo e incredibile: lo stesso fatto che esiste e che ha degli iscritti non è la prova della sua validità? Sia chiaro, è solo un paradosso, non sostengo realmente questo (di fronte a certe lauree resto basito) ma voglio sapere: perchè non utilizzare questo criterio? Perchè ciò che esiste e ha degli iscritti non può essere considerato già di per sè valido?
Detto in parole povere: se questi corsi sono inutili, perchè a distanza di cinque anni continuano a esistere e non chiudono?

Esiste il superenalotto.
Sono moltissime le persone che giocano al superenalotto.
Vincere al superenalotto rende indubbiamente ricchi (oddìo, non come un emiro di un paese petrolifero, ma sicuramente meglio di uno sputo in un occhio)
Il superenalotto non è certo uno strumento valido per arricchirsi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Ven Gen 08, 2016 11:58 pm

precario.acciaio ha scritto:
L'interessante topic di Felipeto mi ha portato a fare una riflessione sui master e la lauree in generale, per ora è solo un abbozzo, ditemi cosa ne pensate.
Prendete la laurea o il master più assurdo e incredibile: lo stesso fatto che esiste e che ha degli iscritti non è la prova della sua validità? Sia chiaro, è solo un paradosso, non sostengo realmente questo (di fronte a certe lauree resto basito) ma voglio sapere: perchè non utilizzare questo criterio? Perchè ciò che esiste e ha degli iscritti non può essere considerato già di per sè valido?
Detto in parole povere: se questi corsi sono inutili, perchè a distanza di cinque anni continuano a esistere e non chiudono?
Perchè la madre dei cretini è sempre incinta ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Sab Gen 09, 2016 12:09 am

I buddisti sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un ordine delle cose sovrannaturale senza alcun Dio.

Gli induisti sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in una molteplicità di Dei.

I cristiani sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un unico Dio che ha mandato una replica di sè per salvare il mondo.

I musulmani sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un unico Dio che non ha mandato una replica di sè per salvare il mondo.

Gli atei sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); non credono in nulla di sovrannaturale.

Comprendi come le posizioni siano mutualmente esclusive, non è assolutamente possibile che tutti i gruppi abbiano ragione; nella migliore delle ipotesi c'è un gruppo che ha ragione e tutti gli altri torto; forse nessuno ha ragione e tutti torto.
Credere nel Dio giusto (o nella sua giusta inesistenza) è la cosa più importante dell'esistenza, sbagliare Dio può causare grossi guai per l'eternità; credere del Dio sbagliato è quindi da cretini.

Lungi da me indicare quale sia la giusta religione, (certo ho un'opinione a riguardo ma non vale nulla), ma mi pare di avere chiaramente dimostrato che al mondo ci sono tra i 4 ed i 5 miliardi di cretini (stima per difetto).

A voglia a fare master !
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Master che funzionano: riflessione paradossale.   Sab Gen 09, 2016 3:50 pm

avidodinformazioni ha scritto:
I buddisti sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un ordine delle cose sovrannaturale senza alcun Dio.

Gli induisti sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in una molteplicità di Dei.

I cristiani sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un unico Dio che ha mandato una replica di sè per salvare il mondo.

I musulmani sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); credono in un unico Dio che non ha mandato una replica di sè per salvare il mondo.

Gli atei sono centinaia di milioni (facciamo un miliardo e non se ne parla più); non credono in nulla di sovrannaturale.

Comprendi come le posizioni siano mutualmente esclusive, non è assolutamente possibile che tutti i gruppi abbiano ragione; nella migliore delle ipotesi c'è un gruppo che ha ragione e tutti gli altri torto; forse nessuno ha ragione e tutti torto.
Credere nel Dio giusto (o nella sua giusta inesistenza) è la cosa più importante dell'esistenza, sbagliare Dio può causare grossi guai per l'eternità; credere del Dio sbagliato è quindi da cretini.

Lungi da me indicare quale sia la giusta religione, (certo ho un'opinione a riguardo ma non vale nulla), ma mi pare di avere chiaramente dimostrato che al mondo ci sono tra i 4 ed i 5 miliardi di cretini (stima per difetto).

A voglia a fare master !

Tanto di cappello per questa risposta, mi hai fregato.
Tornare in alto Andare in basso
 
Master che funzionano: riflessione paradossale.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» natalia ryjkova master
» Master troll, arrestato
» 11 Dicembre Roma: corso decorazioni natalizie Master Federica De Rosa
» I metodi "naturali": gli stick ovulatori (come funzionano, cosa rilevano, cosa troviamo in commercio)
» Come diventare Master o Trainer, quali corsi fare e con quali aziende?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: