Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 LA RIFORMA DA FARE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: LA RIFORMA DA FARE   Ven Gen 08, 2016 10:20 pm

E' tono polemico osservare come il MIUR abbia abbandonato la scuola al suo destino. In modo propositivo, si può dire senza ombra di errore che la riforma della scuola deve partire da questo punti: 1.) ogni docente deve avere il potere, insindacabile, di tenere a casa l'allievo (non per sospensione, ma come routine). I genitori non vogliono ? si "lavorino" il ragazzino ...; 2.) la promozione di ogni allievo non deve essere più basata sui voti, ma sull'unanimità dei docenti, in base al comportamento: se un allievo ha tutti 8, ma ha fatto il cafone con un solo (ripeto un solo) docente, questo deve avere il potere, insindacabile, di bocciarlo (facendo cadere l'unanimità)(sulla base del punto 1 e del punto 2, è quanto meno risolto il problema disciplinare in classe: c'è un problema di equilibrio dei docenti, ma questo lo si risolve a colloquio col preside, con suo parere non vincolante; 3.) è ovvio che questo potere deve averlo anche il sostegno (= risolto il "problemino" del sostegno ...); 4.) (correlato al punto 5 seguente) ogni scuola deve unificare le pagelle, stabilendo una gradiatoria unica che va dai migliori dell'istituto ai peggiori; 5.) stabilite a livello territoriale e nazionale graduatorie delle migliori opportunità universitarie (accademie di eccellenza) e aziendali, sono stabilite quote obbligatorie di eccellenza, e nei posti migliori ci vanno gli studenti migliori, secondo le loro libere preferenze (viene così risolto il problema della fuga dei cervelli, e si eliminano i "truccati" test di ingresso). GP
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Ven Gen 08, 2016 10:24 pm

Si è parlato di troppo potere ai presidi. Questa mia riforma invece rende il docente, il singolo piccolo docente, ogni docente, "potente": questa è la riforma da fare (a cui si aggiungono ovviamente 3000 euro al mese netti).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Ven Gen 08, 2016 10:26 pm

Le ore devono essere: 4 ore al mattino fisse, + 2 obbligatorie il pomeriggio in istituto (per 5 giorni a settimana: sempre, 2 liberi). GP
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Ven Gen 08, 2016 11:05 pm

Solo €3000?!?!?!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Ven Gen 08, 2016 11:33 pm

tellina ha scritto:
Solo €3000?!?!?!

A precario.acciaio gli verrà un colpo apoplettico quando lo leggerà, tutti quei dobloni rischiano di farlo entrare in una crisi mistica.
Tornare in alto Andare in basso
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 2:50 am

questa tua proposta è radicale ma interessante
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 7:52 am

La piccola "rivoluzione" consiste nell'interpretazione del voto. Si rovescia il rapporto tra voto di condotta e voto di materia: il primo è considerato più importante, e il secondo non è più indice di conoscenza, ma di "performance comportamentale", intesa come capacità di studio. 8 in fisica non significa più che lo studente "sa", perché alla scuola non interessa più quello che sai: interessa il tuo comportamento nello studio, il tuo impegno, ma tua capacità di affrontare i futuri esami universitari. Sì che se prendi 6 vai all'università, se prendi 5 vai a lavorare. Ma a parte questo, il voto di materia ruota attorno al voto di disciplina.
In una classe di 20 allievi, ci sono l'insegnante X (matematica), Y (italiano), e quello di sostegno Z. L'allievo Matteo fa rumore, e così l'allievo Giovanni. X dice a Matteo: "taci, non lo ripeto più". Matteo insiste. X gli dice: "bene, ti fermi 2 giorni: domani e dopodomani non vieni a scuola". Anche Giovanni da rumore: X gli dice: "tu stai a casa 3 giorni". Raggiunto un totale di numero di giorni, ci sono serie conseguenze automatiche ... Y entra in classe il giorno dopo, non trova i due allievi, e dice: "dovesono ?". "Il prof. X li ha tenuti a casa", risponde la classe, come si legge anche sul registro. Y non può farci nulla: decide il singolo docente. Z entra in classe, è di sostegno, e dice: "tacete o ... bene, domani tutti a casa". X e Y dicono: "ma dove è la classe ?". Gli rispondono i bidelli: "Z li ha tenuti tutti a casa".
La conseguenza è per tutto l'anno un silenzio tombale ...
Naturalmente si possono prevedere due livelli. E' prevista in ogni istituto una classe, molto ampia e in piena sicurezza, detta scherzosamente "lager", dove gli studenti sono mandati per uscire dalle classi se fanno rumore. Sono sorvegliate da docenti in pausa, a turno. Ebbene, lì ci sono tavoli e sedie dove gli studenti studiano. Se fanno rumore anche lì, il docente sorvegliante, sentito quello di disciplina (X, Y, Z), li spedice a casa ...
Tornare in alto Andare in basso
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 11:27 am

mi sembra geniale, e non sono ironico
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25589
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 11:32 am

ROBERTS2016 ha scritto:

La conseguenza è per tutto l'anno un silenzio tombale ...


Mi sembra la brutta copia del 5 in condotta della Gelmini.
Ma credi davvero a quello che scrivi ora e che hai scritto (molto) in passato?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 1:07 pm

... A VOLTE RITORNANO ...
Questa riforma può causare dispersione scolastica ? Intanto l'allievo percepisce la severità per il suo bene. inoltre egli è stretto nella morsa tra scuola e famiglia: se la scuola è severa, la famiglia non sarà da meno (perché, sappiamo, i genitori vanno a lavorare e non possono seguire i figli a casa).
Infine una nota critica. Al rettorato mi hanno detto che devo sentire la segreteria particolare per avere il permesso di pubblicare sul mio sito la lettera che ho ricevuto dal ministro (che allora era rettore). Perché dico questo ? Sul Corriere si è letta una intervista a un responsabile di questo forum definito "autorevole". Un forum non serve a niente se non è propositivo. I miei siti non sono luoghi di sfogo (solitario !!, per il momento). Occorre una mobilitazione (come scrivevo quattro anni fa qui) di tutti i docenti, non per proteste nelle piazze, ma per spingere il MIUR al di fuori dell'immobilismo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 1:11 pm

Come ? per esempio con la denuncia della situazione del sostegno: intanto il mobbing è reato, se poi è di massa ..., ce ci scappano i morti ..., se è addirittura un complotto ... . Ma ci si rende conto che ogni giorno a scuola avvengono molestie ai danni di stimati docenti ? Un insegnante che non mette voto è come un soldato in trincea senza cartucce.
Tornare in alto Andare in basso
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 3:05 pm

roberts2016 stai diventando il mio guru
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 4:28 pm

Io credo che la scuola semplicemente dovrebbe ritornare quella di una volta e bocciare di più.
La colpa è anche dei docenti, agli scrutini basta avere una maggioranza schiacciante ed il dirigente non può dire nulla.
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 4245
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 4:35 pm

Robert Bruce ha scritto:
Io credo che la scuola semplicemente dovrebbe ritornare quella di una volta e bocciare di più.
La colpa è anche dei docenti, agli scrutini basta avere una maggioranza schiacciante ed il dirigente non può dire nulla.
Vedrai come si ridurranno le bocciature col rischio che i sovrannumerari finiscano negli ambiti. Prevedo infornate di geniii.
Tornare in alto Andare in basso
verdea quaranta



Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 25.10.15

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 4:39 pm

dopo la mattinata infernale che ho trascorso a scuola, le tue parole mi fanno sognare......
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 4:42 pm

royalstefano ha scritto:
Vedrai come si ridurranno le bocciature col rischio che i sovrannumerari finiscano negli ambiti. Prevedo infornate di geniii.

Allora non lamentiamoci di questa situazione, quando siamo per primi noi docenti ad alimentarla.
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 4245
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 4:57 pm

Robert Bruce ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Vedrai come si ridurranno le bocciature col rischio che i sovrannumerari finiscano negli ambiti. Prevedo infornate di geniii.

Allora non lamentiamoci di questa situazione, quando siamo per primi noi docenti ad alimentarla.
Ho solo prospettato ciò che potrebbe (in alcune aree geografiche sicuramente) accadere. Quando poi l'ambito non sarà abbastanza grande per accogliere tutti i docenti di una cdc, si cambia provincia, poi regione, poi boh. Magari mobilità intercompartimentale.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25589
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 5:53 pm

Il totale dell'OA dovrà rimanere sempre identico, per cui per un ambito che si sgonfia una si gonfia.
Il problema del Sud c'è anche senza bocciature; è già noto dal 2010 (studio fatto ai tempi della R.Gelmini) che entro il 2025 al Nord il fabbisogno di docente sarà +20% dell'attuale mentre al Sud sarà del -20%.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 6:17 pm

Fantaman ha scritto:
roberts2016 stai diventando il mio guru
robert...il nuovo osho!
Tornare in alto Andare in basso
Online
royalstefano



Messaggi : 4245
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 6:40 pm

gugu ha scritto:
Il totale dell'OA dovrà rimanere sempre identico, per cui per un ambito che si sgonfia una si gonfia.
Il problema del Sud c'è anche senza bocciature; è già noto dal 2010 (studio fatto ai tempi della R.Gelmini) che entro il 2025 al Nord il fabbisogno di docente sarà +20% dell'attuale mentre al Sud sarà del -20%.
Si intendevo infatti oltre che le bocciature il calo delle nascite ( sud in particolare). Al nord finché stazionano gli extracomunitari non ci saranno problemi, Salvini permettendo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 6:46 pm

Sono proiezioni giuste ma non molto rilevanti. Il 50% dei ragazzi è senza lavoro. I giochi si giocano ora ... (a livello politico).
Ma il problema è più generale: non ci si deve chiedere solo come apprendere, ma che cosa apprendere. Dopo il crollo delle ideologie, occorre una nuova "sintesi". Ma non ci si deve sforzare di farla. Essa è già fatta, ed è custodita in sud-Italia e in Parlamento (non dalla presidenza). Tutto sta nel dirlo ai discenti. Oggi io sono fuori dalla scuola (dal 2014), ma guardo con partecipazione alla scuola perché il futuro dell'Italia e del mondo appartiene a queste ragazzi.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 7:31 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
tellina ha scritto:
Solo €3000?!?!?!

A precario.acciaio gli verrà un colpo apoplettico quando lo leggerà, tutti quei dobloni rischiano di farlo entrare in una crisi mistica.

=)
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Sab Gen 09, 2016 7:40 pm

Secondo me è un discorso interessante ma un po' eccessivo:
1) Qualora ogni docente potesse annullare una bocciatura si arriverebbe alla paralisi del sistema perchè i docenti sono uomini e con un potere simile si monterebbero la testa e per uno sguardo storto boccerebbero.
2) La scuola è educativa e formativa, non si possono a mio avviso lasciare a casa gli alunni per decisione del singolo docente, ma solo da parte del cdc che ha tutti gli strumenti per intervenire; io sono stato in una scuola professionale dove non c'era nessuna pietà per i maleducati e si sospendeva continuamente e vi assicuro che questo bastava a calmare anche gli spiriti più bollenti.
3) Il sostegno se si fa valere può portare avanti la sua causa in cdc e può far sospendere alunni ribelli già adesso.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Dom Gen 10, 2016 8:02 am

E la telecamera in classe ? no, per difendere quale privacy ?? in classe non c'è privacy: è un luogo pubblico, e come tale è giusto sottoporlo a controllo. (Naturalmente con cancellazione contenuti ogni giorno.) Cosi si evita lo strapotere dei docenti.
Sottolineo che il cdc non va bene per le sospensioni, perché oggi (almeno dal 1990) il problema di disciplina nelle classi non è il fatto eclatante, ma il continuo, permanente, giornaliero processo di sottile battaglia, logoramente perpetruato dai discenti sui docenti. Questi devono poter difendersi, perché (ricordiamolo) la funzione docente (questo vale anche per il sostegno) è quella di parlare, trasmettere nozioni, e il discente deve ascoltare, prendere appunti, studiare. E perché ciò avvenga il SILENZIO in classe è condizione necessaria. Un assoluto silenzio, perché anche un minimo di rumore fa saltare il banco. Con la telecamere (webcam, accessibile al dirigente in ogni momento, o anche a una specifica sala controllo) si risolve il problema. Quali le obiezioni ? Privacy ? controllo ? assenza di libertà ? di riservatezza ? grande fratello ? Ma quale grande fratello ... La legge impone che le riprese siano custodite per un solo giorno, o al massimo per una settimana, all'interno della scuola, in condizioni di assoluta segretezza, visibili da docenti selezionati, magari scelti dagli alunni stessi a inizio anno, anche da rappresentanti degli studenti, e ovviamene da quelli dei genitori. NESSUN GRANDE FRATELLO.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: LA RIFORMA DA FARE   Dom Gen 10, 2016 10:15 am

Webcam? No grazie... è solo una forma di controllo che verrebbe utilizzata per irregimentare i docenti; la tua disanima sul sostegno fatta due giorni fa ha degli spunti interessanti, ma le soluzioni che offri per me sono da Terrore di Robespierre e cioè alunni lasciati a casa per la volontà di un solo docente e videoregistrazione di tutte le lezioni... ribadisco che gli strumenti ci sono già, ma molti cdc non hanno il coraggio di utilizzarli, ma dipenda in buona parte anche da noi che dobbiamo farci sentire in queste occasioni.
Tornare in alto Andare in basso
 
LA RIFORMA DA FARE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» cosa fare e non fare durante il pt?
» Per tutte le mamme in attesa: video su come fare il bagnetto, cambiare il pannolino...
» sono andata a fare shopping
» vediamo di fare il punto della situazione
» per farvi fare una risata....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: