Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 criteri di valutazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
M_Carbonizzi



Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.06.11

MessaggioOggetto: criteri di valutazione   Gio Giu 30, 2011 4:52 pm

Scusate se apro un topic per una domanda apparentemente banale e che immagino sia stata già oggetto di discussione (ho girato per il forum, in particolare in questa sezione, ma non ho trovato nulla di specifico..).
Nonostante insegno da tre anni (con contratti annuali) in un istituto privato, mi sono sempre chiesto, e mi chiedo spesso anche ora se esiste un criterio, che so anche una tabella indicativa o qualcosa di simile, per avere una certa uniformità nell'assegnazione dei voti. Non mi riferisco al voto finale, ma a quelli delle singole prove. Noto che spesso c'è molta disparità nelle valutazioni dei vari docenti. Cioè, in pratica ci "insegnano" ad insegnare (più o meno..) ma nessuno ci insegna come dare i voti, il che rimane molto a discrezione del singolo docente. Seguendo privatamente alcuni ragazzi, mi è capitato di vedere una verifica valutata con un quattro che, a mio parere, per il numero e la gravità degli errori avrebbe meritato come minimo un punto in più. Non credo che un sistema per così dire meccanico di valutazione sia più adeguato, ci mancherebbe, in fin dei conti anche la discrezionalità fa parte del lavoro di un insegnante e anche un eventuale tabella di valutazione andrebbe in molti casi interpretata, non si può certo dire: "a tal numero di errori corrisponde il tal voto" senza entrare nel merito dei singoli errori. Anche gli arbitri di calcio, come di altre discipline, devono applicare un regolamento ma non sempre questo viene applicato allo stesso modo.
Mi chiedevo soltanto se esista un criterio per valutare un compito in classe che non sia legato esclusivamente alla discrezionalità del docente.
Scusate se sono poco stato chiaro o se la domanda può sembrare assurda. Era più che altro una mia curiosità.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47878
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: criteri di valutazione   Gio Giu 30, 2011 5:11 pm

Ci sono le griglie di valutazione che vengono usate in quasi tutte le scuole e che vengono in genere adottate dai dipartimenti. Secondo me, risolvono poco perchè è comunque l'insegnante a decidere come valutare ogni parametro, perciò la disparità nelle valutazioni c'è sempre, ma in certi casi possono esserti di aiuto.
Tornare in alto Andare in basso
cheope



Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 30.08.10
Età : 43
Località : rieti

MessaggioOggetto: Re: criteri di valutazione   Gio Giu 30, 2011 5:35 pm

Ogni scuola, attraverso i dipartimenti (di matematica, lingue, italiano ecc.) predispone ed approva tramite collegio docenti, delle griglie di valutazione, sia per lo scritto che per l'orale, addirittura differenziate per le varie tipologie di prova (cioè per esempio per lo scritto di italiano ci deve essere la griglia di valutazione del saggio breve, quella dell'analisi del testo, quella della produzione di un racconto ecc.). Tali griglie andrebbero allegate ad ogni fascetta di compiti in classe e ogni compito deve riportare non solo il voto in decimi ma il dettaglio dei punteggi della griglia. Questo è obbligatorio, in sede di ricorso infatti può essere richiesto il criterio di valutazione.
D'altra parte la stessa cosa si fa all'Esame di Stato, quando nella riunione preliminare il presidente della commissione visiona le griglie di valutazione adottate dall'istituto e può eventualmente proporne altre da usare per gli scritti e per l'orale. All'esame di stato la griglia deve essere compilata ed allegata all'elaborato di ogni alunno. Un'altra deve essere compilata per l'orale e allegata al fascicolo dell'alunno.
Ci deve essere una griglia anche per l'attribuzione del voto di condotta, che deve essere allegata al verbale dello scrutinio, elaborata sulla base delle indicazioni del Ministero ed adattata al regolamento di Istituto e alla specificità della scuola.
Puoi cercare in internet (alcuni docenti le pubblicano sul sito della scuola, alcune scuole le mettono nel pof) o sui libri di testo, spesso nei volumetti allegati per l'insegnante, nel caso non ci siano quelle di dipartimento.
E' vero che il giudizio è dell'insegnante, però la discrezionalità a mio parere è sempre un rischio, anche inconscio magari, nella valutazione. Ho già avuto modo di dire su questo forum che ogni scuola dovrebbe fornirsi di griglie comuni (come prescrive ormai la norma e il buon senso) e che periodicamente i docenti dovrebbero far fare delle prove comuni e correggerle insieme, confrontandosi anche sulla modalità di applicazione della griglia e sul criterio di valutazione di ogni tipologia di errore.
Tornare in alto Andare in basso
 
criteri di valutazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Valutazione dell'embrione prima del transfer
» + Modalità di erogazione delle prestazioni di pma nelle varie Regioni italiane (numero tentativi in convenzione, accesso a strutture private convenzionate, ticket, eccetera eccetera)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: