Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 I rischi della scuola 2.0

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1871
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 7:49 am

Breve intervista ad Adolfo Scotto di Luzio sull'uso della tecnologia a scuola

https://www.youtube.com/watch?v=1k4MhTK15eo&sns=fb
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 10:13 am

Interessante. Il libro costa una decina di euro, 7,99 in ebook. Tu l'hai letto?Ne vale la pena?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1871
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 10:20 am

credo che inizierò con il libro precedente dello stesso autore
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 899
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 10:32 am

il libro, che ho iniziato è agile e ben scritto utile secondo me se non altro per l'attualità della discussione che rimane tutt'ora aperta.
si fa riferimento al documento relativo agli esiti della sperimentazione delle classi 2.0 nella secondaria di 1° grado in italia (2009) con interessanti i riferimenti all'introduzione della didattica digitale nelle scuole di realtà lontane da noi anche temporalmente...
utile e illuminante a tutti i livelli. da non perdere
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 10:38 am

Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 899
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 10:45 am

prego! :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 12:28 pm

Se per scuola 2.0 si intende una scuola che usa la LIM invece della lavagna in ardesia ed i tablet invece del libro, non credo che il cambio di strumento possa creare problemi, e neanche opportunità.
Lo studente che legge il libro sul tablet ottiene le stesse informazioni di quello che lo legge sul cartaceo; se il contenuto non lo interessa perchè non parla di calcio o di patata, non lo leggerà nè sul libro nè sul tablet.

Il docente può educare il ragazzo parlandogli, il tablet può essere usato per l'educazione del ragazzo usandolo come terminale di una videoconferenza dove si trattino gli stessi argomenti; anche senza interazione, utilizzandolo come terminale che visualizzi un video educativo e demandando l'interazione ad un commento con l'insegnante.
Se il ragazzo è refrattario all'educazione tutti questi stimoli, 1.0 o 2.0 che siano, da un orecchio gli entreranno e dall'altro gli usciranno.

Cosa ha detto il primo intervistato ? Ha detto "non sono così sicuro che la scuola 2.0 sia esente da difetti".

Complimenti ! Un pensiero profondo ! Certo con un'affermazione come questa si pone 10 gradini al di sopra di tutti quegli imbecilli che hanno pensato, creduto, sostenuto, legiferato che invece lo fosse.
Un bel contributo sarebbe stato dire quando ed in che termini sia meglio o peggio; un bellissimo contributo sarebbe stato esporre uno studio scientifico che abbia testato sul campo e chiarito definitivamente quando ed in che termini sia meglio o peggio.

Forse tali contributi sono nei suoi libri ...... o forse no, certo se nell'intervista lo avesse detto ora non saremmo costretti a comprare a scatola chiusa.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1871
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 12:52 pm

Io non credo mai nella neutralità di scienza e tecnologia, soprattutto se i nuovi ritrovati vengono proposti per sostituire pratiche consolidate, anziché per un semplice affiancamento.
Come la disponibilità di qualunque informazione su web priva la memoria di allenamento, come la fotografia attenua la memoria visiva, così il tablet con la sua interfaccia intuitiva e tattile sostituisce l'approccio tradizionale che è legato al linguaggio, rischio che per la tastiera di un computer è decisamente inferiore.
In generale credo che l'approccio visivo-tattile delle nuove tecnologie in qualche modo mini la capacità di astrazione e attenui fortemente la necessità di esercitare le capacità linguistiche.
Per fare un esempio, se mostro alla classe un video su una centrale idroelettrica, senza affiancarlo alla lettura di un testo scritto, il risultato più probabile è che tutti capiranno che c'è un coso che gira perché ci passa l'acqua di un fiume e una scatola in cui viene fatto girare un affare ed esce energia elettrica, ma solo chi si è studiato il testo saprà usare i termini corretti, applicare i giusti nessi logici, parlare di energia potenziale, di altezza e così via.
Il rischio è di creare generazioni di persone apparentemente dotate di "competenze", ma in realtà ignoranti come le zucchine.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: I rischi della scuola 2.0   Dom Gen 10, 2016 2:01 pm

ushikawa ha scritto:
Io non credo mai nella neutralità di scienza e tecnologia, soprattutto se i nuovi ritrovati vengono proposti per sostituire pratiche consolidate, anziché per un semplice affiancamento.
Come la disponibilità di qualunque informazione su web priva la memoria di allenamento, come la fotografia attenua la memoria visiva, così il tablet con la sua interfaccia intuitiva e tattile sostituisce l'approccio tradizionale che è legato al linguaggio, rischio che per la tastiera di un computer è decisamente inferiore.
In generale credo che l'approccio visivo-tattile delle nuove tecnologie in qualche modo mini la capacità  di astrazione e attenui fortemente la necessità di esercitare le capacità linguistiche.
Per fare un esempio, se mostro alla classe un video su una centrale idroelettrica, senza affiancarlo alla lettura di un testo scritto, il risultato più probabile è che tutti capiranno che c'è un coso che gira  perché ci passa l'acqua di un fiume e una scatola in cui viene fatto girare un affare ed esce energia elettrica, ma solo chi si è studiato il testo saprà usare i termini corretti, applicare i giusti nessi logici, parlare di energia potenziale, di altezza e così via.
Il rischio è di creare generazioni di persone apparentemente dotate di "competenze", ma in realtà ignoranti come le zucchine.
No, il video può essere ricco quanto il testo, solo che essendolo diventa anche altrettanto noioso.

Quello che tu scrivi ha un fondo di verità perchè la nuova tecnologia viene usata per evitare la noia e quindi i video sono effettivamente più poveri, ma non perchè sono video, solo perchè li si è voluti avvincenti.

Qual'è il video più avvincente che si possa proporre ad un italiano ? Italia Germania 4-3; è anche il video più inutile che esista (ed antieducativo visto che propone il disvalore "sì sì, loro sanno lavorare ma noi sappiamo giocare") ma la sua natura scadente non sta nella forma, bensì nel contenuto.
Tornare in alto Andare in basso
 
I rischi della scuola 2.0
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» colloqui individuali con i genitori
» nomina coatta alla gestione del sitoweb della scuola
» LA BCE ORDINA LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: