Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 TFA e giovani docenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
infoscuola



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 10.09.10

MessaggioOggetto: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 7:47 pm

SCUOLA/ Lettera aperta al ministro Gelmini: così si uccide il futuro dei giovani docenti

Redazione
giovedì 30 giugno 2011

1. Chi vuole fare l’insegnante se lo scordi, almeno per dieci anni. Se tutto andrà bene. Chi sta frequentando o vorrà iscriversi il prossimo anno a un corso di laurea in matematica, lingue, lettere, filosofia, scienze motorie, ecc., con l’intenzione di insegnare, sappia che non sarà possibile, perché i nuovi posti previsti dalle tabelle ministeriali per ottenere l’abilitazione all’insegnamento - anche nelle principali classi di concorso - ammontano sostanzialmente a zero fino al 2015. “Zero tituli”. E presumibilmente si discosteranno di poco dallo zero fino al 2018.

Il governo ha compiuto la sua scelta (calcolata o subita): sta dalla parte dei già abilitati non ancora immessi in ruolo e inseriti nelle graduatorie a esaurimento. Una scelta, è inutile nasconderlo, che soddisfa pienamente le richieste dei sindacati e privilegia i “diritti acquisiti”. Il tempo di smaltimento delle suddette graduatorie è stimato dagli uffici ministeriali in sette anni (ma alcuni bene informati dicono dieci o quindici), perciò prima di quella data non vi saranno nuovi ingressi. E i giovani? Si arrangino. Del resto, quelli che vogliono insegnare rappresentano un modesto serbatoio di voti e sono alla fin fine innocui. Siano loro il capro espiatorio!

Un minino di dati. Con il Regolamento, datato 10 settembre 2010 e pubblicato in Gazzetta ufficiale il 31 gennaio 2011, il governo ha ridisegnato l’iter per ottenere l’abilitazione all’insegnamento dopo la chiusura delle SSIS (Scuole di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario), avvenuta nel 2008. Il nuovo percorso prevede: per la scuola dell’infanzia e primaria, il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico quinquennale in Scienze della Formazione; per la scuola secondaria, bienni magistrali ad hoc per ogni classe di concorso, più un anno di Tirocinio Formativo Attivo (TFA), durante il quale, alle 475 ore da svolgere in una scuola sotto la guida di un insegnante tutor, si affiancheranno corsi e laboratori pedagogico-didattici da istituire presso una sede universitaria.

2. Nel regolamento era annunciato il carattere “programmato” dell’accesso ai nuovi percorsi. Il numero di posti disponibili doveva essere calcolato in base al fabbisogno di insegnanti in ciascuna regione. Ma le prime stime del fabbisogno nazionale e regionale per i prossimi tre anni scolastici - già comunicate agli uffici regionali e alle università - riportano numeri che lasciano attoniti: poche manciate di persone per regione, anche per le classi di concorso più grandi. È il caso delle classi di Lettere (A050, A051, A052, A061) in diverse regioni di Italia, tra cui la Lombardia e il Lazio. Per la scuola secondaria di primo grado è addirittura nullo l’intero fabbisogno nazionale di insegnanti di Lettere.

Il governo, per voce dei suoi consulenti, si giustifica con fermezza e candore: a) il fabbisogno nazionale previsto per i prossimi anni, considerando tutti gli ordini di scuola, è pari a circa 230 mila insegnanti; b) il numero di docenti abilitati tramite i vecchi concorsi pubblici (l’ultimo è del 1999) o le più recenti SSIS, e non ancora entrati in ruolo, è di 230 mila (tanti sarebbero i “precari” inseriti nelle graduatorie a esaurimento che attendono l’immissione in ruolo); c) gli accessi alla abilitazione all’insegnamento saranno pressoché nulli fino a quando non verranno riassorbiti tutti i precari. È semplice: basta sottrarre al fabbisogno dichiarato il numero dei precari abilitati e il risultato è zero o qualche sparuta unità (ciò viene per di più affermato nonostante le norme -Testo Unico D.L.vo 297/94 c. 1 art. 270 - dicano con chiarezza che il reclutamento deve proseguire secondo il cosiddetto “doppio canale”: 50% dai titoli acquisiti - graduatorie - e 50% dai concorsi).

Ad aggravare la situazione contribuiscono poi i provvedimenti della riforma scolastica Gelmini e i tagli di Tremonti, il cui effetto combinato è, da una parte, l’innalzamento fino a 30-32 del numero minimo di studenti per classe, dall’altra, la riduzione del monte ore settimanale, con conseguente ulteriore perdita di posti per l’insegnamento.

La partenza del TFA transitorio, data per imminente (novembre di quest’anno), che dovrebbe fare da battistrada all’avvio dei nuovi percorsi formativi abilitanti (costituiti dai bienni specialistici + il TFA), rischia di tradursi in una tragica farsa senza attori. Essendo i numeri dei posti così vicini allo zero, le università non potranno certo predisporre corsi per due o tre studenti. Recenti affermazioni del Ministero paventano pertanto un TFA che non sarà nemmeno su base regionale, ma inter-regionale o addirittura nazionale (corsi e laboratori pedagogico-didattici si svolgeranno in una unica sede per tutta la Penisola).

La sostanza è che il tanto agognato TFA transitorio è chiuso con un enorme lucchetto per dieci anni.

Non solo coloro che frequentano o frequenteranno corsi di laurea (matematica, lettere, lingue, filosofia...) che hanno tra gli sbocchi naturali l’insegnamento non potranno accedere ai nuovi percorsi formativi in vista della abilitazione (dato il numero quasi nullo di posti disponibili, potranno venire aperti solo pochissimi corsi specifici per l’insegnamento); ma anche i neolaureati che, in questo periodo di vacanza normativa, sono entrati a tutti gli effetti nel mondo della scuola, attraverso supplenze annuali nelle scuole statali o contratti nelle scuole paritarie, non potranno accedere al TFA per conseguire l’abilitazione. La loro prospettiva è drasticamente troncata. Cambino mestiere. Questo è un Paese per vecchi.

3. Sia chiaro, siamo perfettamente coscienti che la situazione di sovraffollamento di abilitati precari che si è venuta a creare in Italia ha qualcosa di anomalo, forse di mostruoso (anche se le liste delle graduatorie dovrebbero essere sottoposte a un esame più rigoroso e attento: verosimilmente una certa quota avrà ormai trovato altri impieghi, intrapreso altre carriere...). Non abbiamo niente da obbiettare sulle legittime aspettative della legione degli abilitati precari. Conveniamo sulla necessità di dare una decisa sterzata a tutto ciò, di mettere paletti, confini, soprattutto di ripensare seriamente il sistema di abilitazione e di reclutamento degli insegnanti (magari ispirandosi a modelli più riusciti, come quello tedesco, per fare un esempio).

Ma non possiamo condividere che il prezzo di questa stratificata e annosa situazione lo debbano pagare unicamente i giovani, cioè noi. È inaccettabile, per non dire folle, la decisione di bloccare di fatto le abilitazioni, cioè di salvaguardare unicamente i diritti acquisiti di chi è già “all’interno del sistema”, impedendo l’ingresso di nuove forze, di giovani motivati, preparati, desiderosi di costruire, disposti anche a tutti i sacrifici necessari in questo tempo di crisi. Questo significa uccidere il futuro, frustrare le aspirazioni di tanti studenti e di tanti laureati usciti dopo il 2007 dalle università (senza abilitazione, e non per loro colpa), mortificare la professione insegnante in generale e creare un buco generazionale nel corpo docente, con evidenti ricadute anche sulle nostre università, su tutti i corsi di laurea che hanno tra gli sbocchi naturali l’insegnamento. Tanto vale che i Presidi o i nuovi Direttori di Dipartimento avvisino debitamente gli studenti e i potenziali iscritti: «lasciate ogni speranza voi ch’entrate», se pensate di insegnare.

http://www.ilsussidiario.net/News/Educazione/2011/6/30/SCUOLA-Lettera-aperta-al-ministro-Gelmini-cosi-si-uccide-il-futuro-dei-giovani-docenti/3/190820/
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 8:12 pm

mi viene da piangere...
Tornare in alto Andare in basso
icosaedro



Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 03.06.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 9:46 pm

beh....abilitare adesso significa solo creare precariato.
Tornare in alto Andare in basso
Heather



Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 21.06.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 9:48 pm

Piangeremo insieme. Che farsa.
Tornare in alto Andare in basso
icosaedro



Messaggi : 274
Data d'iscrizione : 03.06.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:00 pm

Io non credo che sia una farsa...ma l'amara verità. Che senso ha abilitare chi, poi, non lavorerà?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:06 pm

icosaedro ha scritto:
Io non credo che sia una farsa...ma l'amara verità. Che senso ha abilitare chi, poi, non lavorerà?

Perché dai per scontato che non si lavorerà? Perché non prendi in considerazione il fatto, per esempio, che si potrebbe avere qualche chance in più nelle scuole parificate? Perché ce l'avete tanto con questa abilitazione, che però gli altri hanno avuto la possibilità di prendere? Hanno comminciato con quella e poi pian piano, con sacrifici e tempo, hanno accumulato punti...
Tornare in alto Andare in basso
Heather



Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 21.06.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:21 pm

kamille ha scritto:
icosaedro ha scritto:
Io non credo che sia una farsa...ma l'amara verità. Che senso ha abilitare chi, poi, non lavorerà?

Perché dai per scontato che non si lavorerà? Perché non prendi in considerazione il fatto, per esempio, che si potrebbe avere qualche chance in più nelle scuole parificate? Perché ce l'avete tanto con questa abilitazione, che però gli altri hanno avuto la possibilità di prendere? Hanno comminciato con quella e poi pian piano, con sacrifici e tempo, hanno accumulato punti...
Perché? Vedi l'articolo. Temono che gli faremo concorrenza, mentre così non sarà, ci è impossibile, ma non si rassicurano. Dopo anni di angherie burocratiche subite nella scuola pubblica credo sia normale arrivare alla guerra fra poveri, anche se mi dispiace e lo trovo ingiusto. Questo non si lavorerà, poi, è davvero errato: ci sono persone che lavorano da DECENNI in terza fascia... avranno diritto a provare ad abilitarsi o no? Io stessa, iscritta nel 2009, lavoricchio in terza fascia... perché mai non dovrei lavorare in seconda, saltando avanti di 50 posti almeno?
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:22 pm

non vi preoccupate, la possibilità ve la daranno, le Università non aspettano altro, date il tempo di organizzarsi
Tornare in alto Andare in basso
caesar753



Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 22.05.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:32 pm

kamille ha scritto:
icosaedro ha scritto:
Io non credo che sia una farsa...ma l'amara verità. Che senso ha abilitare chi, poi, non lavorerà?

Perché dai per scontato che non si lavorerà? Perché non prendi in considerazione il fatto, per esempio, che si potrebbe avere qualche chance in più nelle scuole parificate? Perché ce l'avete tanto con questa abilitazione, che però gli altri hanno avuto la possibilità di prendere? Hanno comminciato con quella e poi pian piano, con sacrifici e tempo, hanno accumulato punti...

eh, perchè si tocca qualcosa di arcaicamente medievale: il privilegio e i privilegi ... prova a fare un giro nella sezione dedicata alla mobilità o alle graduatorie e guarda i post di gente spaurita, angosciata e arrabbiata contro i loro stessi colleghi che da campobasso si sono trasferiti a cuneo (o da cuneo a campobasso tanto è la stessa cosa ...) e questi cattivoni con più punti (maledetti) si sono trasferiti perchè vogliono lavorare (e mangiare due volte al giorno) loro anzicchè quelli che c'erano già a cuneo o a campobasso ...
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:36 pm

ragazzi, l'unica cosa che non fallisce è la scuola, ci vuole tempo e pazienza, un po' di fortuna come in tutte le cose e tanta passione; chi vuole davvero insegnare, ci riuscirà, a dispetto di tutto e di tutti
Tornare in alto Andare in basso
Heather



Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 21.06.11

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:39 pm

giulia boffa ha scritto:
ragazzi, l'unica cosa che non fallisce è la scuola, ci vuole tempo e pazienza, un po' di fortuna come in tutte le cose e tanta passione; chi vuole davvero insegnare, ci riuscirà, a dispetto di tutto e di tutti
Ti ringrazio, è bello vedere in mezzo a tanta rabbia e disperazione un intervento di mediazione così umano.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:41 pm

Io sto per compiere 31 anni e quindi (spero) di essere ancora fra i giovani. L'amarezza di chi non è ancora abilitato è perfettamente condivisibile, sacrosanta e fondatissima: il problema è però che abilitare ora significa creare disoccupati. La soluzione sarebbe fare le abilitazione a numeri bassi, ed è quello che penso che il governo voglia fare... io sono sempre dalla parte di chi è più debole: dalla parte del IX ciclo, dei 20 mila esclusi dalla gae... ma purtroppo devo dire che io stesso ora sono fra i più deboli ed è quindi umano il desiderio che non vengano sfornati altri 10 mila abilitati che manderebbero nuovamente all'aria il sistema.
Spero quindi che vengano fatte, ma in modo sensato, almeno stavolta. Inoltre devo dire che quella famosa tabella è completamente sballata: non ci sono assolutamente così tante cattedre di A36, A37, AD02.
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:48 pm

io prima parlavo di insegnare, non di abilitazione; io ho insegnato per 11 anni senza alcuna abilitazione e senza avere la possibilità di prenderla, i concorsi furono bloccati, dopo 11 anni si sbloccò e si ebbero anche i corsi abilitanti con le GP; questo per dirvi che per insegnare ci vogliono i posti e i posti usciranno, l'abilitazione è importante, ma per iniziare basta il titolo e i pensionamenti, e quelli , grazie a Dio, non mancheranno nei prossimi anni, anche ad organici bloccati fino al 2014. Coraggio e sangue freddo, orecchi tappati alle cassandre, testa alta e schiena dritta.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 10:59 pm

giulia boffa ha scritto:
io prima parlavo di insegnare, non di abilitazione; io ho insegnato per 11 anni senza alcuna abilitazione e senza avere la possibilità di prenderla, i concorsi furono bloccati, dopo 11 anni si sbloccò e si ebbero anche i corsi abilitanti con le GP; questo per dirvi che per insegnare ci vogliono i posti e i posti usciranno, l'abilitazione è importante, ma per iniziare basta il titolo e i pensionamenti, e quelli , grazie a Dio, non mancheranno nei prossimi anni, anche ad organici bloccati fino al 2014. Coraggio e sangue freddo, orecchi tappati alle cassandre, testa alta e schiena dritta.

Giulia, sai che non ho ancora capito se tu sei di ruolo o no? (posso chiederlo, vero?)
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:03 pm

lo dico sempre che sono precaria, però è bello che attraverso il forum non si capisca, almeno mi illudo :-)
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:05 pm

giulia boffa ha scritto:
lo dico sempre che sono precaria, però è bello che attraverso il forum non si capisca, almeno mi illudo :-)

eheh, è che mi è venuto il dubbio ora leggendo per quanti anni hai insegnato da non abilitata...
ma poi non hai fatto il concorso del '99/00 e neppure la ssis?
Tornare in alto Andare in basso
giulia boffa
Admin


Messaggi : 36316
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 52
Località : milano

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:15 pm

il concorso sì, anzi due, la SISS no; ai concorsi non ho superato gli iscritti, ho chiesto di vederli entrambe le vole, mi fu negato e sono rimasta sempre con il dubbio; poi ho preso l'abilitazione comunque nel 2000 con i corsi abilitanti e la SISS non mi interessava, ho puntato su inglese e non ho fatto più niente; neanche un corso di perfezionamento, dalla scuola voglio solo guadagnarci :-)
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3090
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:23 pm

giulia boffa ha scritto:
ragazzi, l'unica cosa che non fallisce è la scuola, ci vuole tempo e pazienza, un po' di fortuna come in tutte le cose e tanta passione; chi vuole davvero insegnare, ci riuscirà, a dispetto di tutto e di tutti

Grazie Giulia...grazie di cuore...sei grande...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:25 pm

Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Gio Giu 30, 2011 11:25 pm

giulia boffa ha scritto:
il concorso sì, anzi due, la SISS no; ai concorsi non ho superato gli iscritti, ho chiesto di vederli entrambe le vole, mi fu negato e sono rimasta sempre con il dubbio; poi ho preso l'abilitazione comunque nel 2000 con i corsi abilitanti e la SISS non mi interessava, ho puntato su inglese e non ho fatto più niente; neanche un corso di perfezionamento, dalla scuola voglio solo guadagnarci :-)

nel mio stesso anno allora e per la stessa materia. Io, come forse già sai, con il famoso ultimo concorso. E neppure io voglio fare i master!
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: TFA e giovani docenti   Ven Lug 01, 2011 9:54 am

giulia boffa ha scritto:
io prima parlavo di insegnare, non di abilitazione; io ho insegnato per 11 anni senza alcuna abilitazione e senza avere la possibilità di prenderla, i concorsi furono bloccati, dopo 11 anni si sbloccò e si ebbero anche i corsi abilitanti con le GP; questo per dirvi che per insegnare ci vogliono i posti e i posti usciranno, l'abilitazione è importante, ma per iniziare basta il titolo e i pensionamenti, e quelli , grazie a Dio, non mancheranno nei prossimi anni, anche ad organici bloccati fino al 2014. Coraggio e sangue freddo, orecchi tappati alle cassandre, testa alta e schiena dritta.

Salve, Giulia. Volevo ringraziarti per i tuoi incoraggiamenti, perché credo che se la mia collega insegna da 4 anni senza abilitazione, vuol dire che la necessità c'è, almeno per certe cdc, c'è solo da sperare che il Governo cessi di esistere prima di portare a compimento i suoi sciagurati progetti di distruzione della scuola pubblica! Io spero bene di potermi abilitare anche per insegnare nelle private o all'estero, perché faccio parte della schiera dei laureati 2008 che sono sono andati anche all'estero per fare esperienza e poi non si sono visti riconoscere nemmeno un punticino in III fascia. Sono pressoché all'oscuro dei dati...dove potrei vedere quanti sono i pensionamenti previsiti e quanti i laureati in attesa? Si può fare un confronto?
Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
 
TFA e giovani docenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» i veri cattolici tra i giovani esistono?
» thailandia: giovani transessuali in monastero per tentare "rieducazione"
» Ferie e collegio docenti
» Formazione obbligatoria docenti????
» Le 10 Strategie di Manipolazione Mediatica

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: