Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:09 pm

Durante gli scrutini vengono fuori alcuni casi problematici, in particolare, su uno studente in condizioni familiari gravi. Io avevo già formulato il voto senza particolari riguardi, avrei voluto saperlo prima...Comunque, ipotizzando, tra gli altri problemi, che non abbia nemmeno i libri, tuttavia nessuno avanza la proposta che sia la scuola a fornirli. Devo comprarglielo io il libro della mia materia, per esempio? Lo farei senza problemi, ma non voglio che il ragazzo si senta commiserato, tanto più che di questi problemi non parla, anzi, ha un attteggiamento piuttosto spavaldo.
Non è solo teorico il diritto allo studio, se poi non si aiutano i ragazzi più deboli dal punto di vista economico-sociale? Lo aiuto di più regalandogli un sei (che non riesce a raggiungere) o fornendogli gli strumenti per poter lavorare?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:29 pm

Non lo aiuti di certo con il 6 d'ufficio, ma non è neppure il caso di comprargli tu il libro. Ci sono tanti modi per aiutare questi ragazzi. Io, ad esempio, presto la mia copia: dal momento che ho l'abitudine di passare nello scanner i miei libri per proiettare le pagine sulla LIM. Uno studente che vuole seguire e mantenere il passo non si ferma in assenza del libro.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:36 pm

La scuola è tenuta per legge a passarglieli, ma i suoi genitori devono andare in segreteria a fare la domanda; fossi in te non glieli comprerei perchè non è la procedura prevista...
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:43 pm

mmm, appunto, devo informarmi in qualche modo su come possa fare la richiesta.
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:48 pm

Ho insegnato in un istituto nel quale era prassi lasciare dei libri usati dagli ex studenti su un tavolo... quando ne ho avuto la necessità ho preso da lì i manuali che servivano, l'ho trovata una bella iniziativa.
Io comunque presterei al ragazzo la mia copia/una delle tante che stazionano in sala insegnanti, dicendo di aver notato che lui non ne è in possesso (ma come hai fatto a non accorgertene prima?); poi lo indirizzerei verso forme si sostegno economico, ovviamente con il dovuto tatto.
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:54 pm

Domanda particolare.... Da noi esistono copie della scuola proprio per questi studenti meno abbienti... Pensavo fosse prassi ovunque.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 8:55 pm

Io non farei nulla che lo studente non ha chiesto: si rischia di fare più danno che altro.

Nella mia scuola in questi casi, c'è la raccolta di libri posseduti o, in alternativa, colletta. Ma si parte sempre da una richiesta della famiglia dello studente.
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 9:48 pm

piperitapatty85 ha scritto:
Ho insegnato in un istituto nel  quale era prassi lasciare dei libri usati dagli ex studenti su un tavolo... quando ne ho avuto la  necessità ho preso da lì i manuali che servivano, l'ho trovata una bella iniziativa.
Io comunque presterei al ragazzo la mia copia/una delle tante che stazionano in sala insegnanti, dicendo di aver notato che lui non ne è in possesso (ma come hai fatto a non accorgertene prima?); sono appena arrivata ed è prassi diffusa, purtroppo, non portare libri e quaderni a lezione, tanto che li rimprovero spesso per questo; poi lo indirizzerei verso forme si sostegno economico, ovviamente con il dovuto tatto. Ovviamente!
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 9:51 pm

mac67 ha scritto:
Io non farei nulla che lo studente non ha chiesto: si rischia di fare più danno che altro.
Infatti, volevo trovare un modo per fingere di accorgermene o perché lui me lo dica senza metterlo in difficoltà.

Nella mia scuola in questi casi, c'è la raccolta di libri posseduti o, in alternativa, colletta. Ma si parte sempre da una richiesta della famiglia dello studente.

Quella della colletta o dei libri usati è una pratica utile, ma non so se esiste qualcosa del genere, forse c'è un mercatino dell'usato, ma sono sicura che ci siano degli aiuti alla famiglia, purché questa ne faccia richiesta.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 9:54 pm

mariposita ha scritto:
mmm, appunto, devo informarmi in qualche modo su come possa fare la richiesta.

E' routine, i suoi genitori devono andare in segreteria e si fa tutto in tempi brevissimi, di solito si fa molto prima...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 10:01 pm

Io mi sono bruciato tre anni fa.ragazza dichiarata in disagio economico ,niente libri,scopro poi che il papà l ha portata tre settimane a new York..meglio sempre verificare ed accertarsi..
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 10:04 pm

mariposita ha scritto:
Durante gli scrutini vengono fuori alcuni casi problematici, in particolare, su uno studente in condizioni familiari gravi. Io avevo già formulato il voto senza particolari riguardi, avrei voluto saperlo prima...Comunque, ipotizzando, tra gli altri problemi, che non abbia nemmeno i libri, tuttavia nessuno avanza la proposta che sia la scuola a fornirli. Devo comprarglielo io il libro della mia materia, per esempio? Lo farei senza problemi, ma non voglio che il ragazzo si senta commiserato, tanto più che di questi problemi non parla, anzi, ha un attteggiamento piuttosto spavaldo.  
Non è solo teorico il diritto allo studio, se poi non si aiutano i ragazzi più deboli dal punto di vista economico-sociale?  Lo aiuto di più regalandogli un sei (che non riesce a raggiungere) o fornendogli gli strumenti per poter lavorare?
Posso ? Sì.
Devo ? No.

In contrapposizione ad ogni diritto c'è un dovere; è dovere tuo garantire il diritto allo studio ? Ovviamente no, il fatto che tu sia la sua insegnante non è di alcun rilievo.

Per quanto riguarda l'opportunità di farti carico in prima persona dell'elemosina (chiamiamo le cose con il loro nome), molto dipende dal rapporto che hai con lo studente; ti è simpatico o te li fa girare ? E' la domanda principe a cui rispondere per quanto possa essere fastidiosa; anche agli alunni che te li fanno girare devi rendere il servizio contrattuale di una buona docenza, ma qui si sta parlando di altro, se passo tutte le mattine davanti ad un barbone che mi manda a qual paese io di elemosina non gliene faccio, può morire lì per quanto mi riguarda.

Infine ...... esistono le fotocopiatrici; lascia che sia l'editore a fargli l'elemosina, fotocopiando il tuo libro e fornendogli il plico.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 10:32 pm

Non capisco in che modo il fatto di "non essersene accorti prima" dovrebbe essere una motivazione di demerito per il docente. In una classe di 25 o 30 ragazzi, in cui circa la metà non portano quasi mai il libro anche se ce l'hanno, o lo portano solo saltuariamente perché se lo dimenticano... dovrebbe spettare al docente controllare tutti i giorni chi ce l'ha e chi non ce l'ha?  

E allora la lezione ordinaria quando si fa?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 10:45 pm

Per questi casi esiste il buono libri
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 11:29 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Non capisco in che modo il fatto di "non essersene accorti prima" dovrebbe essere una motivazione di demerito per il docente. In una classe di 25 o 30 ragazzi, in cui circa la metà non portano quasi mai il libro anche se ce l'hanno, o lo portano solo saltuariamente perché se lo dimenticano... dovrebbe spettare al docente controllare tutti i giorni chi ce l'ha e chi non ce l'ha?  

E allora la lezione ordinaria quando si fa?

sssì, sono 30!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 11:33 pm

...e magari ci sono materie in cui non è scontato che ogni volta si spieghi leggendo il libro, eh.

Io insegno matematica e fisica alle superiori e in almeno il 70% delle lezioni spiego a braccio, oppure metto a disposizione dispense mie.

Quindi, non me ne può fregare di meno di controllare se hanno il libro in classe o no, l'importante è che mi stiano a sentire e che prendano appunti.

Il libro lo devono usare per studiare a casa, e per fare esercizi a casa, mica per seguire la lezione in classe!

L.
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 11:39 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mariposita ha scritto:
Durante gli scrutini vengono fuori alcuni casi problematici, in particolare, su uno studente in condizioni familiari gravi. Io avevo già formulato il voto senza particolari riguardi, avrei voluto saperlo prima...Comunque, ipotizzando, tra gli altri problemi, che non abbia nemmeno i libri, tuttavia nessuno avanza la proposta che sia la scuola a fornirli. Devo comprarglielo io il libro della mia materia, per esempio? Lo farei senza problemi, ma non voglio che il ragazzo si senta commiserato, tanto più che di questi problemi non parla, anzi, ha un attteggiamento piuttosto spavaldo.  
Non è solo teorico il diritto allo studio, se poi non si aiutano i ragazzi più deboli dal punto di vista economico-sociale?  Lo aiuto di più regalandogli un sei (che non riesce a raggiungere) o fornendogli gli strumenti per poter lavorare?
Posso ? Sì.
Devo ? No.

In contrapposizione ad ogni diritto c'è un dovere; è dovere tuo garantire il diritto allo studio ? Ovviamente no, il fatto che tu sia la sua insegnante non è di alcun rilievo.

Per quanto riguarda l'opportunità di farti carico in prima persona dell'elemosina (chiamiamo le cose con il loro nome), molto dipende dal rapporto che hai con lo studente; ti è simpatico o te li fa girare ? E' la domanda principe a cui rispondere per quanto possa essere fastidiosa; anche agli alunni che te li fanno girare devi rendere il servizio contrattuale di una buona docenza, ma qui si sta parlando di altro, se passo tutte le mattine davanti ad un barbone che mi manda a qual paese io di elemosina non gliene faccio, può morire lì per quanto mi riguarda.

Infine ...... esistono le fotocopiatrici; lascia che sia l'editore a fargli l'elemosina, fotocopiando il tuo libro e fornendogli il plico.

Non mi è affatto simpatico, anzi! Lo rimprovero pure. Non voglio infierire e nemmeno trattarlo in maniera diversa dagli altri e preferirei che provvedesse in altro modo, perché il fatto è che lui non dice nulla. Io, infatti, l'avevo rimproverato perché diceva di non avere il libro degli anni passati, poiché nelle lingue è tutto propedeutico e serve sempre ripassare e gli ho chiesto se l'avesse venduto.
Insomma, il fatto è che sarebbe estremamente povero e in condizioni di vita disastrose, cosa che non mi aspettavo di trovare in una scuola piena di fighetti viziati e nullafacenti. Mi dispiace, comunque, perché pare faccia di tutto e di più per venire a scuola. Lo so che certe cose non toccano a me, ma se ci facciamo sempre di questi problemi aspettando che ognuno faccia il proprio dovere, allora possiamo anche morire nell'attesa, perché chi di dovere non si muove.
Tornare in alto Andare in basso
mariposita



Messaggi : 1745
Data d'iscrizione : 14.10.09

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Lun Gen 18, 2016 11:41 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
...e magari ci sono materie in cui non è scontato che ogni volta si spieghi leggendo il libro, eh.

Io insegno matematica e fisica alle superiori e in almeno il 70% delle lezioni spiego a braccio, oppure metto a disposizione dispense mie.

Quindi, non me ne può fregare di meno di controllare se hanno il libro in classe o no, l'importante è che mi stiano a sentire e che prendano appunti.

Il libro lo devono usare per studiare a casa, e per fare esercizi a casa, mica per seguire la lezione in classe!

L.
E già, lo faccio anch'io di spiegare a braccio, ma spesso non mi seguono e non sono nemmeno capaci di prendere appunti bene. Di solito, uso il libro come punto di riferimento per gli esercizi.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 7:06 am

Avido...ti ricordo che fotocopiare un libro oltre una certa percentuale... È reato.
Meglio, molto meglio, ricorrere al buono libri, se c'è o...soluzione più semplice: telefoni al rappresentante dicendogli che te ne serve una copia omaggio...dovesse indagare puoi serenamente dire che è per te.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 7:36 am

tellina ha scritto:
Avido...ti ricordo che fotocopiare un libro oltre una certa percentuale... È reato.
Meglio, molto meglio, ricorrere al buono libri, se c'è o...soluzione più semplice: telefoni al rappresentante dicendogli che te ne serve una copia omaggio...dovesse indagare puoi serenamente dire che è per te.
copiare il 15 % è lecito.

Oggi copio il 15%, la settimana prossima dimostra che la settimana scorsa ho già copiato il 15 % !

Lo so che è reato, ma chi se ne frega, è per una buona causa; la questione morale non si pone.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 7:38 am

mariposita ha scritto:
Non mi è affatto simpatico, anzi! Lo rimprovero pure. Non voglio infierire e nemmeno trattarlo in maniera diversa dagli altri e preferirei che provvedesse in altro modo, perché il fatto è che lui non dice nulla. Io, infatti, l'avevo rimproverato perché diceva di non avere il libro degli anni passati, poiché nelle lingue è tutto propedeutico e serve sempre ripassare e gli ho chiesto se l'avesse venduto.
Insomma, il fatto è che sarebbe estremamente povero e in condizioni di vita disastrose, cosa che non mi aspettavo di trovare in una scuola piena di fighetti viziati e nullafacenti. Mi dispiace, comunque, perché pare faccia di tutto e di più per venire a scuola. Lo so che certe cose non toccano a me, ma se ci facciamo sempre di questi problemi aspettando che ognuno faccia il proprio dovere, allora possiamo anche morire nell'attesa, perché chi di dovere non si muove.
OK, fagli l'elemosina, è una cosa lodevole, non dico il contrario; l'importante è che nessuno si senta in dovere di farlo e tutti si sentano in potere di farlo.

Tu avevi usato la parola "devo".
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 674
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 8:16 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Non capisco in che modo il fatto di "non essersene accorti prima" dovrebbe essere una motivazione di demerito per il docente. In una classe di 25 o 30 ragazzi, in cui circa la metà non portano quasi mai il libro anche se ce l'hanno, o lo portano solo saltuariamente perché se lo dimenticano... dovrebbe spettare al docente controllare tutti i giorni chi ce l'ha e chi non ce l'ha?  

E allora la lezione ordinaria quando si fa?

Paniscus, guarda che la mia era una semplice domanda, da prof di Lettere tra l'altro, mica un'accusa, eh. La collega ha spiegato dopo di essere arrivata da poco. Quest' sono alle medie, quindi se i ragazzi sono senza materiali li sgami subito. Quando ho insegnato alle superiori avevo la possibilità di accorgermi della mancanza del libro di testo non per un mio merito particolare o perché avessi dei superpoteri, ma perché per grammatica latina al biennio il testo con gli esercizi era fondamentale, così come, nel triennio, per letteratura, che spiegavo a braccio, era importante avere il manuale per seguire i passi commentati. Tutto qui. Non sono sostenitrice dei prof-bambinai, per fortuna! :-D
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 8:46 am

Bah! questa storia mi riporta alla menta una cosa accaduta anni fa:
ragazzo in 2° e sorella in 3° classe di una stessa sezione; il ragazzo maleducatissimo, la sorella abbastanza ragionevole, ma nessuno dei due studiava. Le condizioni economiche erano particolarmente disagiate ed io regalai loro i miei libri oltre a partecipare con oltre 100 euro per le loro quote gita. Mi fu chiesto anche di regalare degli abiti. L'ho fatto con tutto il cuore. Ma il risultato qual'è stato? le colleghe hold erano angeli e io ero la strega che li trattava male: richiamata e trattata malissimo.
...scusate lo sfogo.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1624
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 8:56 am

Esiste, come si è detto, la possibilità di chiedere alla scuola i libri in comodato, da restituire alla fine dell'anno. Spesso però gli "estremamente poveri" non sono davvero tali, semplicemente i loro genitori preferiscono non acquistare i libri per spendere il denaro in altro modo; allo stesso modo esistono famiglie realmente disagiate che compiono sacrifici per fornire ai figli tutto il materiale necessario. Comprando di tasca tua il libro dimostri al ragazzo che, se te ne freghi della scuola, vieni aiutato più degli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?   Mar Gen 19, 2016 8:57 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Non capisco in che modo il fatto di "non essersene accorti prima" dovrebbe essere una motivazione di demerito per il docente. In una classe di 25 o 30 ragazzi, in cui circa la metà non portano quasi mai il libro anche se ce l'hanno, o lo portano solo saltuariamente perché se lo dimenticano... dovrebbe spettare al docente controllare tutti i giorni chi ce l'ha e chi non ce l'ha?  

E allora la lezione ordinaria quando si fa?


In linea di massima dovrebbe spettare alla famiglia non abbiente cercare il modo di fornire i libri al figlio  chiedendo aiuto, informandosi sulle possibilità esistenti, parlandone a scuola.
In realtà il disagio economico è spesso "socio-economico" e può essere che la famiglia non sia in grado di chiedere aiuto (per mille motivi che sia io che voi possiamo immaginare, e che non si fermano alla scarsa volontà)

Permettimi, però, paniscus:  il preciso approntamento del materiale di studio dovrebbe far parte dell'impegno del ragazzo e credo che il docente che non si accorga se un alunno abbia o non abbia il materiale non sia in grado di valutare il ragazzo in modo congruo.  Una volta accortosi che quel particolare alunno non porta mai il materiale non ci vuole troppo a chiedergli il perchè.

Credo che se si continua a dire "i ragazzi sono 30 e io non posso..." si avvalli sempre più il ragionamento di chi comincia a pensare che buoni softwares e buoni documenti in rete sarebbero ottimi sostituti di una scuola non più attenta alla persona  (ottimi sostituti meno costosi).  

La presenza del docente DEVE fare la differenza:  un computer non si accorgerebbe che un ragazzo non ha mai il libro, il docente se ne deve accorgere.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Che faccio con uno studente povero, gli compro il libro io?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» ragazze non ce la faccio più scusate...ma ho bisogno di dirlo a qualcuno
» Come faccio a smettere di fumare?
» e da un po che non mi faccio sentire
» sono un pò preoccupata; non so se faccio una cosa giusta!!
» Il convento è povero, ma i frati sono ricchi

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: