Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Bullismo e ragazzi che si suicidano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
AutoreMessaggio
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mar Gen 19, 2016 10:01 pm

Ho seguito con attenzione il caso della dodicenne di Pordenone che ha tentato il suicidio.

http://www.huffingtonpost.it/2016/01/18/ragazza-butta-finestra-bullismo_n_9007266.html

A parte il presunto stupore dei genitori ma veramente nella sua scuola nessuno si è accorto di nulla?
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mar Gen 19, 2016 10:05 pm

Le dinamiche tra ragazzi spesso sono di difficile individuazione; i ragazzi non si presentano a noi nel loro vero aspetto, ma sono abilissimi a simulare, sia quando sono vittime che quando sono carnefici. E' anche per evitare casi simili che ho la passione dell'insegnamento, ma non mi faccio illusioni: è un compito molto difficile.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mar Gen 19, 2016 11:00 pm

Io invece non mi sento coinvolto e responsabile di nulla.sono problemi della famiglia e di una società che non li responsabilizza di fronte alle proprie azioni.io rilevo ciò che fanno in classe ,cerco di intervenire ma l educatore lo faccio fare agli altri,ad esempio ai genitori, i quali intervengano per esempio su questa ossessione dell aspetto fisico e di essere belle che hanno ste ragazzine.trovino altri stimoli e interessi
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 8:32 am

Citazione :
A parte il presunto stupore dei genitori ma veramente nella sua scuola nessuno si è accorto di nulla?


Fino a quando ci saranno docenti che la penseranno come Felipeto..........

Non è questione di essere educatori è questione di benessere sociale:  tutti noi dobbiamo assumerci la responsabilità in prima persona di quello che succede e che ci circonda.

Un suicidio di una ragazzina a causa di un disagio di quel tipo indica una società malata e noi in quella società ci viviamo.
Un fatto drammatico ha alti costi,  che paghiamo noi.

Ma fino a quando si penserà che è responsabilità solo di altri....

La scuola chiede collaborazione da parte della famiglia, la scuola desidera che le famiglie ritornino al rispetto dell'istituzione.  O diventa una relazione di reciprocità  o non si risolverà mai il problema e noi, tutti noi, staremo sempre peggio.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 8:53 am

Cara ire.nel corso della pre e adolescenza il bambino passa dalla dimensione prevalentemente genitoriale a quella sociale.i ragazzi iniziano ad uscire a stare da soli con i coetanei.non tutti sono dei figaccioni stimati dal gruppo.inevitabilmente per qualcuno subentra la fase dell essere preso in giro,del sentirsi inadeguati e non accettati.è una frustrazione che l educazione della famiglia deve essere in grado di affrontare dando occasioni al ragazzino di
Imparare ad uscire dal fango da soli.se il ragazzino è abituato ad essere sempre coccolato sotto la gonna di mamma', alla prima difficoltà crolla...io e molti miei coetanei abbiamo subito momenti di emarginazione (da ragazzino avevo un tic nervoso) e le fisiologiche ,all epoca,"cacce al primino " in prima superiore.mio padre mi disse "è ora che impari a DIFENDERTI e gestirti da solo"..erano riti di iniziazione, tutti li passavano,sono presenti in tutte le culture,e forse servivano per non essere bambini per sempre come sono ora..
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 9:26 am

e se non impara, se ha bisogno di un anno in più:  che si ammazzi!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 10:17 am

La percentuale di suicidi adolescenziali in Italia è comunque molto bassa, credo.
Come docente, se a scuola noto un comportamento di bullismo lo faccio presente (a genitori, colleghi, preside) ma non sono qualificato per intervenire più del semplice buonsenso. In fondo il mio mestiere è quello di insegnare la matematica, non sono un assistente sociale. La mia scuola però ha anche un servizio di centro d'ascolto dove docenti più o meno qualificati possono indirizzare, in tutta discrezione, il ragazzo o la famiglia a psicologi o altro.
Sinceramente non vedo perchè dovrei sentirmi in colpa, individualmente o come classe professionale... se uno fa il suo dovere non si sente in colpa. Eviterei il gioco di buttare sulla scuola responsabilità che non le competono.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 10:33 am

Credi, paolo, quando qualcuno sta per affogare anche solo un piccolo ramoscello lo aiuta a tenere un attimo su la testa e magari a vedere che la riva è vicina.

Già assumersi la responsabilità di vedere e non lasciar passare la violenza e il disagio sotto silenzio può cambiare la situazione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 2:35 pm

Io vedo quello che succede in classe.due ore a settimana.un evento così tragico trae origini dalle compagnie del pomeriggio,dai dispetti in spogliatoio della palestra,dai mille milioni di mi piace o messaggi su facebook. Il rapporto con i coetanei va monitorato soprattutto dai genitori.i miei momenti con loro sono una minima parte del loro esistere come adolescenti.
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 4:19 pm

Allora, senza intervenire in merito al caso concreto, di cui tutti sappiamo troppo poco per poter fare considerazioni opportune, io credo che la problematica sia tanto grave e dolorosa quando difficile da gestire con i mezzi e le competenze che abbiamo.
Qualcuno parla di buon senso: è vero, a quello possiamo e dobbiamo appellarci, ben consapevoli che di fronte ad epiloghi di questo tipo non sempre il buon senso è sufficiente.
In questi giorni ho letto tanti articoli in rete, commenti nei blog dei più disparati tuttologi o considerazioni di psichiatri televisivi, e se c'è una cosa che mi ha infastidito è la facilità con cui si individua nella scuola l'agenzia che deve farsi carico di osservare, capire, gestire, risolvere e meglio ancora prevenire tali problemi. E' vero che questi ragazzi vengono a scuola, e che ci trascorrono le mattinate, quindi sì, io riconosco che non è sempre impossibile notare comportamenti particolari, specie se sono comportamenti strani, che cambiano repentinamente.  Non mi voglio nemmeno sottrarre a questo compito, così come non mi sottraggo al compito di affrontare, almeno in via teorica, il problema del cyberbullismo, di parlare in classe di queste problematiche e di aderire ai progetti che in questo senso la scuola promuove, o, infine, di indirizzare un alunno o una famiglia allo sportello di sostegno psicologico.
Ma come ho già scritto l'anno scorso, da qualche parte, io credo fermamente nella necessità di scindere i campi di competenze: per gestire queste situazione ci vuole gente esperta (che tra parentesi non sempre ha la chiave giusta per capire e risolvere tutti i casi), ci vogliono psicologi, psicologi dell'età evolutiva, esperti nelle dinamiche interpersonali e di gruppo... Io, noi, a parte qualche raro caso, non abbiamo tali competenze e rischiamo di fare danni in un senso e nell'altro...  
Personalmente trovo molto sommaria l'accusa che da più parti sento: "la scuola dov'era?". Oggi sentivo Crepet che in televisione diceva: "Bene, cari professori, c'è un caso particolare nella vostra classe? Si mette via letteratura e si parla!".
Pregiudizio 1: Crepet e tutti gli altri credono che non parliamo mai con i nostri alunni?
Pregiudizio 2: Crepet e tutti gli altri credono che basti una laurea in una disciplina umanistica per gestire disastri esistenziali o psichici? (mi guardo allo specchio e la risposta è NO)
Pregiudizio 3: Crepet e tutti gli altri  credono, soprattutto,  che basti parlare per risolvere o impedire certe situazioni? Non credono che il suicidio sia la punta più piccola di un iceberg gigante di cui non vediamo le reali dimensioni?

Non so... Questo dibattito lo sento molto; perchè ho visto psichiatri SBAGLIARE DRAMMATICAMENTE PREVISIONI, e perchè a scuola ho visto genitori imbizzarriti per cose di pochissimo conto e genitori sordi per cose ben più gravi...
E Noi insegnanti dobbiamo essere in grado di poter fare tutto...
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 5:08 pm

Faccio mie le considerazioni di disorientata, in particolare la numero1. Nei nostri confronti c'è già la presunzione di colpevolezza: siamo sempre inetti e dobbiamo sempre sentirci dire cosa fare da psicologi e politici, non siamo quindi portatori di una specifica professionalità.

Ciò detto, ritengo che il nostro lavoro sia sacro, e uno dei nostri doveri è prevenire e reprimere il bullismo ed essere pronti a intervenire, anche e soprattutto con durezza, nelle dinamiche adolescenziali di persecuzione e prese in giro; io mi sento al di sotto di questo compito, ma credo che questa capacità derivi soprattutto dal sostegno, che mi ha permesso di focalizzarmi prioritariamente su queste dinamiche... penso sia la prima volta che dico qualcosa di positivo sul sostegno, ma è atto dovuto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 5:15 pm

Gioie e dolori del bel mondo dei social network.
Avanti così, continuiamo pure a divinizzare il dogma dei nativi digitali lasciati liberi di andare avanti anni luce facendoli immergere con la loro fragilità umana in una realtà virtuale globalizzata priva di regole.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Mer Gen 20, 2016 7:19 pm

Disorientata è sempre così:  non possiamo pretendere che una trasmissione esaurisca il discorso, non possiamo pretendere che uno psichiatra in una trasmissione dia la soluzione ad un problema così pervasivo e serio.

Crepet ha focalizzato l'attenzione sul "parlare".

Parlare spesso è la soluzione ma bisogna sapere con chi parlare e cosa dire.

Hai ragione sul fatto che non avete adeguate competenze ma non hai ragione sul fatto che sia un errore individuare nella scuola l'agenzia deputata alla soluzione del problema.

O almeno, se il problema sono i compagni di classe il problema deve essere risolto in classe perchè è lì che si è creato.  Con quei compagni, con quelle caratteristiche della vittima che hanno scatenato il bullo in quel particolare posto,

Naturalmente devono entrare in campo esperti e genitori ma gli insegnanti sono coinvolti quando la violenza avviene nel gruppo classe

Se il bullismo è agito in oratorio sarà l'oratorio il luogo nel e dal quale intervenire
così come se il bullismo è agito in squadra sarà nella squadra la soluzione del problema

Sempre insieme a tutti gli altri, naturalmente.

Poi a casa si educa per prevenire (ma il figliolo in gruppo è alle volte diverso dal ragazzino di casa)  poi a scuola si forma per prevenire  ma al verificarsi del fenomeno si deve agire dove si è verificato perchè è quel contesto ad essere malato.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
disorientata71



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 8:59 am

Se la scuola è IL LUOGO in cui è nato e si svolge il problema, va bene che si agisca A SCUOLA.
Io facevo un discorso di competenze: che vengano A SCUOLA gli esperti giusti. Nulla in contrario. Che si trovino i soldi per pagarli.
Ma gli insegnanti non hanno alcuna una preparazione specifica per gestire tali dinamiche.
Ricordo anche che le dinamiche carnefice-vittima hanno radici molto profonde che è impossibile scardinare con interventi che non siano strettamente individualizzati.
E' un'utopia pensare che queste situazioni si risolvano in classe con qualche bel discorso da parte del docente.
Mi spiace, capisco che abbiamo posizioni diverse, ma la mia esperienza mi porta a pensarla così.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 9:05 am

È utopia anche pensare che i superespertoni risolvano il problema.e sono profondamente contrario allo spreco di fondi pubblici per pagarli....cmq "scardinare" mi ricorda molto le BR...
Tornare in alto Andare in basso
disorientata71



Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 14.01.14

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 9:13 am

Sì Sì certo
Ma di certo la soluzione non la possiamo trovare noi
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 1:53 pm

Scusate, qua (a parte le provocazioni volute) non si sta parlando di "fregarsene" o di "non aver voglia di intervenire", si sta parlando di due punti essenziali e anche banalmente ovvi:

a) è giustissimo sostenere che se gli atti di bullismo e di molestie avvengono a scuola, o se hanno ripercussioni dirette con quello che succede a scuola, o se vengono in qualche modo "denunciati" a scuola, allora anche la scuola dovrebbe attivarsi, su questo non discuto; ma se gli atti di bullismo non avvengono a scuola, ma avvengono FUORI di scuola, nelle occasioni di incontro dei ragazzi durante il tempo libero, o magari su internet, sui social network e sui gruppi whatsapp o che altro... fino a che nessuno si fa avanti spontaneamente a segnalare dei comportamenti scorretti o a lamentare una situazione di disagio, in che modo gli insegnanti dovrebbero accorgersene? E sempre finché nessuno segnala nulla, in base a quale logica gli insegnanti dovrebbero essere accusati di negligenza per non essersene accorti?

b) in base a quale logica si pretende che gli insegnanti stessi, sopraffatti dalla convinzione che ci sia la necessità di "parlare" coi ragazzi di tali problemi, possano improvvisarsi psicologi, assistenti sociali, detctive privati, o animatori di rituali collettivi che assomigliano maldestramente a delle terapie di gruppo, nello stile degli alcolisti anonimi, con la differenza che in quel caso non sarebbero affatto anonimi?

Francamente, mi inq*zzerei di brutto se venissi a sapere che mia figlia minorenne è stata costretta, senza chiedermi prima il consenso, a partecipare a una sorta di "seduta di gruppo di autocoscienza" (in cui è inevitabile che si facciano pressioni sui ragazzi per raccontare cavoli personali, e per coltivarsi sensi di colpa indotti dall'esterno) gestita da un insegnante che non ha nessun titolo per gestire tali dinamiche, in un'ora in cui invece era previsto che quell'insegnante tenesse una normale lezione di storia, di matematica o di arte. E giuro che mi indisporrebbe allo stesso modo, sia nel caso che mia figlia fosse la presunta bulla, sia che fosse la presunta bulleggiata, sia che fosse una compagna di classe qualsiasi, del tutto estranea ai fatti, e che magari non ne sapeva NULLA.

Che si intervenga con progetti mirati e con eventuali consulenze di esperti, mi sta anche bene.

Ma che si pretenda che spetti agli insegnanti fare miracoli improvvisandosi un mestiere che non è il loro, e che addirittura debbano essere colpevolizzati se non lo fanno, proprio non lo trovo accettabile

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 1:58 pm

disorientata71 ha scritto:
Se la scuola è IL LUOGO in cui è nato e si svolge il problema, va bene che si agisca A SCUOLA.
Io facevo un discorso di competenze: che vengano A SCUOLA gli esperti giusti. Nulla in contrario. Che si trovino i soldi per pagarli.
Ma gli insegnanti  non hanno alcuna una preparazione  specifica per gestire tali dinamiche.
Ricordo anche che le dinamiche carnefice-vittima hanno  radici molto profonde che è impossibile scardinare con interventi che non siano strettamente individualizzati.
E' un'utopia pensare che queste situazioni si risolvano in classe con qualche bel discorso da parte del docente.
Mi spiace, capisco che abbiamo posizioni diverse, ma la mia esperienza mi porta a pensarla così.
  La penso così anche io.

Il fenomeno è complesso ed è complessa la soluzione del problema

Ci sono diversi livelli di intervento da mettere in atto e ci sono diversi attori che devono agire se il problema vuole essere sradicato non soltanto gestito nell'episodio più eclatante.

Servono docenti che sappiano vedere e che sappiano quali tasti toccare e quali siano le possibili azioni di primo e generale intervento ma possono essere poi necessari professionisti preparati per aiutare i bulli e le vittime che sono le figure più colpite nelle violenze.

Per avere una formazione specifica è certo necessario un determinato percorso di studi per avere una formazione sufficiente a non fare danni e ad indirizzare ad una buona soluzione avete già le basi con la vostra esperienza di vita quotidiana con tanti ragazzi e avete la capacità di trovare e comprendere corsi e documenti per formarvi un po' di più.   Conseguenze del bullismo per tutti i protagonisti (anche se si pensa che oo siano solo solo per la vittima) ricadono direttamente sull'apprendimento, sulla capacità di attenzione, sulle prestazioni scolastiche in genere e questo è campo vostro, disorientata.  Se non siete formati, c'è modo di formarsi, come dicevo, almeno quel tanto che basta.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 4:52 pm

Peccato che ai docenti di matematica oggi si imputa un'ampia responsabilità dei pessimi risultati degli studenti italiani nei test OCSE-PISA, a prescindere dagli eventuali miracoli che fanno nella prevenzione del bullismo.
Quindi come la mettiamo? Un docente di matematica deve essere adeguatamente formato sul come trasmettere competenze nell'area logico-matematica o deve essere adeguatamente formato sul come prevenire il bullismo?

Insomma, il docente di matematica deve essere prioritariamente indirizzato in una formazione attinente alla metodologia didattica nella matematica o in una formazione pedagogica attinente all'eliminazione di un problema relazionale?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 5:17 pm

credo che un docente di scuola non possa prescindere dalla formazione in entrambe.

Un docente che dia lezioni private a singoli studenti può trascurare la seconda
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 5:23 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Peccato che ai docenti di matematica oggi si imputa un'ampia responsabilità dei pessimi risultati degli studenti italiani nei test OCSE-PISA, a prescindere dagli eventuali miracoli che fanno nella prevenzione del bullismo.
Quindi come la mettiamo? Un docente di matematica deve essere adeguatamente formato sul come trasmettere competenze nell'area logico-matematica o deve essere adeguatamente formato sul come prevenire il bullismo?

Insomma, il docente di matematica deve essere prioritariamente indirizzato in una formazione attinente alla metodologia didattica nella matematica o in una formazione pedagogica attinente all'eliminazione di un problema relazionale?

Ricontrolla il tuo curriculum.

Cultore della materia
Esperto in docimologia
Grande pianificatore
Padrone di millemila metodologie didattiche
Provetto Informatico
Animatore digitale e turistico
Promotore di start-up e imprese in generale
Fluente in almeno 3 lingue comunitarie vive e un paio di lingue morte
Group leader, ma al tempo stesso umile gregario
Motivatore e personal coach
Fine psicologo e profondo conoscitore dell'animo umano
Infusore di scienza nelle giovani menti con la sola imposizione delle mani

Le hai tutte, no? Come sarebbe, no? Datti da fare e colma le tue lacune.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 5:24 pm

Concordo con Ire da un punto di vista teorico, ma la pratica mi ha insegnato che ha ragione Gian, perchè le due cose non sono conciliabili, non nei tempi che il ministero assegna alle varie discipline... si ripropone il dilema inclusività/invalsi: come si può realizzare una scuola inclusiva, attenta a ogni esigenza di ogni studente, se poi l'algido Invalsi valuta su dei test a crocette? Nonostante le buone intenzioni il fattore tempo è, ahimè, fondamentale.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 6:27 pm

Sapere cosa fare e farlo non ha niente a che vedere con i tempi del ministero è una competenza che dovete avere e che viene messa in campo esattamente come mettete in campo quella didattica disciplinare.

Per come la vedo io, la formazione minima che il docente non può non avere sul bullismo parte dal saperlo riconoscere  (non confondendolo con altri aspetti patologici delle relazioni che richiedono altri interventi) dal sapere individuare gli attori, le dinamiche che si instaurano tra i vari soggetti coinvolti, nel conoscere le conseguenze di una situazione di bullismo non controllata, nel conoscere quello che è ormai ampiamente illustrato in letteratura circa gli errori più comuni che si sono commessi nell'approccio con le persone coinvolte (errori da non ripetere) nella conoscenza delle strategie consigliate e questo almeno, come dicevo, per affidare poi a chi ne sa di più e meglio il tentativo di soluzione. 

Soluzione del problema contingente prevenzione di altre situazioni simili.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 6:33 pm

Ire ha scritto:
Sapere cosa fare e farlo non ha niente a che vedere con i tempi del ministero è una competenza che dovete avere e che viene messa in campo esattamente come mettete in campo quella didattica disciplinare.

Per come la vedo io, la formazione minima che il docente non può non avere sul bullismo parte dal saperlo riconoscere  (non confondendolo con altri aspetti patologici delle relazioni che richiedono altri interventi) dal sapere individuare gli attori, le dinamiche che si instaurano tra i vari soggetti coinvolti, nel conoscere le conseguenze di una situazione di bullismo non controllata, nel conoscere quello che è ormai ampiamente illustrato in letteratura circa gli errori più comuni che si sono commessi nell'approccio con le persone coinvolte (errori da non ripetere) nella conoscenza delle strategie consigliate e questo almeno, come dicevo, per affidare poi a chi ne sa di più e meglio il tentativo di soluzione. 


E serve una formazione specifica per questo? Non lo sappiamo già tutti?

Questo sempre nell'ipotesi che il fenomeno si manifesti in nostra presenza.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8348
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Bullismo e ragazzi che si suicidano   Gio Gen 21, 2016 6:38 pm

Sembra che diciate di no.

Ti assicuro che no, non lo sapete già tutti.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Bullismo e ragazzi che si suicidano
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 9Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
 Argomenti simili
-
» Bullismo!!
» Quando i manzi si suicidano
» Ce li scambiamo o no?
» Quasi amici, film
» La regola aurea

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: