Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Risposta a un quesito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ANDROMEDA2016



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 23.01.16

MessaggioOggetto: Risposta a un quesito   Sab Gen 23, 2016 10:52 am

Perché non si vendono le televisioni che navigano in rete ?
La risposta è complessa, con forti risvolti di politiche giovanili e scolastiche, e non va cercata nel mercato. La soluzione tecnica sarebbe molto semplice: basterebbe un televisore con collegamento ADSL e tastiere per gli indirizzi GOOGLE.
Ma si è deciso di non farlo.
Infatti: 1) - ci sono migliaia di operatori che vivono di televisione; 2) – seguono la TV persone tra i 50 e gli 80 anni, staccate dai giovani, che vivono di smarthphone e internet, i quali (se maschi) navigano nella pornografia (soprattutto dai 15 ai 35 anni); tra le due generazioni c’è un forte distacco, e le prime molto spesso non sanno cosa fanno i loro figli; 3) – mettere GOOGLE in salotto, significa orientare gli spettatori al di fuori dei canali TV tradizionali (RAI e MEDIASET), e così far saltare il banco di tutto il sistema pubblicitario, con crisi di migliaia di lavoratori; 4)- inoltre, mettere GOOGLE in salotto, significa che le generazioni anni 40-50-60 (persone mature e anziane) scoprono la pornografia, sia per se stesse, sia per cosa fanno i loro figli, generandosi quel controllo sugli adolescenti che attualmente non c’è.
La conseguenza sarebbe quella repressione sessuale che genererebbe un INCREMENTO della capacità competitiva del sistema-Italia, cosa non voluta dalle politiche estero (USA), che usano la pornografia in internet per falciare e neutralizzare la gioventù italiana e mondiale, generando in essa un abbassamento del tenore energetico-libidico, delle capacità di concentrazione nello studio e quindi mnestiche, con ovvi riflessi sulla tenuta del sistema scolastico, il cui metro è solo ed esclusivamente il successo scolastico della gioventù.
P.Q.M., si è deciso di non immettere sul mercato televisori che navighino in rete.
GP (analista)
Tornare in alto Andare in basso
ANDROMEDA2016



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 23.01.16

MessaggioOggetto: Re: Risposta a un quesito   Sab Gen 23, 2016 10:59 am

Vorrei qui fare una precisazione. I miei temi non sono fuori argomento o inadatti a questo forum. Occorre capire che una cosa è la scuola come la comprendono i docenti, altra cosa è la scuola per come è studiata e voluta dai governi, dagli psicologi sociali, dai poteri forti, con le loro analisi, coi loro complotti, con le loro dietrologie. I primi subiscono questi processi, e per lo più sono incapaci di capirle questi fatti. Essi (docenti e discenti) si limitano a manifestare nelle piazze, e i "potenti" se ne fanno quello che vogliono della scuola, e sono loro a stabilire il bello e cattivo tempo. Con le mie analisi io cerco di incrementare l'intelligenza degli operatori scolastici, ma vengono bannato ...
Tornare in alto Andare in basso
 
Risposta a un quesito
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» quesito del giorno
» risposta rimasta in sospeso
» Scarsa risposta ovarica alle stimolazioni: poor responders. Che significa?
» @ credenti; piacerebbe avere una risposta.
» amh basso ma buona risposta alla stimolazione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: