Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Due domande informatiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 9:49 pm

Sebbene il richiamo sia per Gian, vorrei sapere se qualcuno di voi può aiutarmi:

1) Vorrei donare alla scuola quattro pc molto vecchi perfettamente funzionanti che il tecnico mi ha assicurato che possono servire per realizzare una rete con linux. Come si procede per fare questa donazione?
2) Come possono dei requisiti hardware così obsoleti reggere un sistema operativo moderno con programmi moderni (openoffice e navigazione) ? Stiamo parlando di: 16 MB di Ram, 1 Gb di HD, porte seriali, no usb, schermo super VGA.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 9:52 pm

Con 16 MB di Ram e 1GB di HD credo che non andrai da nessuna parte. Lo smartphone più fesso ha 2GB di capienza.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 9:56 pm

Hai anche un commodore 64??
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 9:59 pm

Ma io infatti partivo da questo presupposto, è il tecnico che sostiene che con un determinato tipo di linux si potesse fare questa operazione costruendo una rete, io non ne so proprio nulla...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 10:02 pm

precario.acciaio ha scritto:
Ma io infatti partivo da questo presupposto, è il tecnico che sostiene che con un determinato tipo di linux si potesse fare questa operazione costruendo una rete, io non ne so proprio nulla...

Mah...

Va bene che esistono versioni di Linux fatte apposta per l'hardware vecchio, ma tu parli di PC di 20+ anni fa. Gian, batti un colpo!
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 10:43 pm

16MB di RAM sono davvero pochi.

Poi, per carità, il software per far resuscitare questi scassoni si trova. Però poi cosa ci fai? Se vuoi far girare una versione antica di OpenOffice forse reggono... ma dove vai con l'OpenOffice di 15 anni fa?

Quanto alla navigazione in rete, per usare il Web oggi ci vogliono dei browser moderni... dove vai con un browser di 15 anni fa? Bho...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 10:51 pm

macchine del genere sono ormai buone per lo smaltimento oppure per cantinari esperti sia di sistemi sia di elettronica. Si possono usare come terminali stupidi, router o altri dispositivi di rete, cluster, ma non è pane per i miei denti. Se nella tua scuola c'è qualcuno in grado di lavorare su queste tecnologie va bene, queste macchine possono servire a qualcosa, almeno come materia prima per laboratorio. Altrimenti lascia perdere, gli studenti si sganascerebbero dalle risate solo a vederle ;-)

In alternativa puoi contattare il gruppo di Ingegneria Senza Frontiere più vicino. È un'associazione onlus impegnata nello sviluppo sostenibile (in termini sia socioeconomici sia ambientali) e quindi anche in progetti di rivitalizzazione e riciclaggio di tecnologie obsolete. Quello che per noi è un inutile ingombro e un onere da smaltire, in altre realtà può essere una manna dal cielo. Se sono recuperabili, loro saprebbero farne un buon uso. Sono ragazzi in gamba.

Li trovi qui: http://www.isf-italia.org/
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 935
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Dom Gen 31, 2016 11:33 pm

Scusa, ma perché vuoi rifilare la tua spazzatura a un'istituzione pubblica?
Scherzi a parte, un PC con tali caratteristiche è ormai obsoleto e, di fatto, inutilizzabile.
Con Linux possono rivivere PC datati, ma non fino a questo punto.
Ubuntu e Lubuntu, che sono due distribuzioni abbastanza "user friendly" possono girare rispettivamente con 256 Mb e 128 Mb, a patto però di utilizzare la versione minimale.
Puppy Linux si accontenta di 128 Mb e può anche scendere più sotto se si utilizza una chiavetta usb come disco di avvio, ma non è propriamente "user friendly" come Ubuntu e Lubuntu.
Esistono distribuzioni che dovrebbero funzionare anche con 16 Mb di Ram (una di queste è damn small linux), ma è chiaro che le funzionalità sono ridotte (ritengo che non si possa verosimilmente sperare di andare oltre l'utilizzo di un programma di videoscrittura).
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Lun Feb 01, 2016 5:17 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
macchine del genere sono ormai buone per lo smaltimento oppure per cantinari esperti sia di sistemi sia di elettronica. Si possono usare come terminali stupidi, router o altri dispositivi di rete, cluster, ma non è pane per i miei denti. Se nella tua scuola c'è qualcuno in grado di lavorare su queste tecnologie va bene, queste macchine possono servire a qualcosa, almeno come materia prima per laboratorio. Altrimenti lascia perdere, gli studenti si sganascerebbero dalle risate solo a vederle ;-)

In alternativa puoi contattare il gruppo di Ingegneria Senza Frontiere più vicino. È un'associazione onlus impegnata nello sviluppo sostenibile (in termini sia socioeconomici sia ambientali) e quindi anche in progetti di rivitalizzazione e riciclaggio di tecnologie obsolete. Quello che per noi è un inutile ingombro e un onere da smaltire, in altre realtà può essere una manna dal cielo. Se sono recuperabili, loro saprebbero farne un buon uso. Sono ragazzi in gamba.

Li trovi qui: http://www.isf-italia.org/

Il tecnico ha parlato proprio di terminali stupidi, dicendomi che i computer non avrebbero mantenuto la loro capacità di elaborazione, ma quella del pc centrale... grazie per la segnalazione di ingegneria senza frontiere!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Lun Feb 01, 2016 7:36 pm

precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
macchine del genere sono ormai buone per lo smaltimento oppure per cantinari esperti sia di sistemi sia di elettronica. Si possono usare come terminali stupidi, router o altri dispositivi di rete, cluster, ma non è pane per i miei denti. Se nella tua scuola c'è qualcuno in grado di lavorare su queste tecnologie va bene, queste macchine possono servire a qualcosa, almeno come materia prima per laboratorio. Altrimenti lascia perdere, gli studenti si sganascerebbero dalle risate solo a vederle ;-)

In alternativa puoi contattare il gruppo di Ingegneria Senza Frontiere più vicino. È un'associazione onlus impegnata nello sviluppo sostenibile (in termini sia socioeconomici sia ambientali) e quindi anche in progetti di rivitalizzazione e riciclaggio di tecnologie obsolete. Quello che per noi è un inutile ingombro e un onere da smaltire, in altre realtà può essere una manna dal cielo. Se sono recuperabili, loro saprebbero farne un buon uso. Sono ragazzi in gamba.

Li trovi qui: http://www.isf-italia.org/

Il tecnico ha parlato proprio di terminali stupidi, dicendomi che i computer non avrebbero mantenuto la loro capacità di elaborazione, ma quella del pc centrale... grazie per la segnalazione di ingegneria senza frontiere!

Si, però ho i miei dubbi sulla configurazione del server grafico.

Un altro problema è la connessione alla rete: presumo che computer con quelle caratteristiche risalgano alla metà degli anni 90 e non abbiano una scheda di rete.
All'epoca erano molto diffuse le schede madri fornite di slot per la connessione di periferiche ISA/EISA, che non supportano le attuali schede di rete basate sul bus PCI. Se questi pc sono sprovvisti di scheda di rete e le loro schede madri hanno solo slot ISA sarà pressoché impossibile utilizzarli: le schede di rete ISA/EISA sono pezzi d'antiquariato introvabili e senza scheda di rete quei PC sono inutilizzabili.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Lun Feb 01, 2016 7:48 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
macchine del genere sono ormai buone per lo smaltimento oppure per cantinari esperti sia di sistemi sia di elettronica. Si possono usare come terminali stupidi, router o altri dispositivi di rete, cluster, ma non è pane per i miei denti. Se nella tua scuola c'è qualcuno in grado di lavorare su queste tecnologie va bene, queste macchine possono servire a qualcosa, almeno come materia prima per laboratorio. Altrimenti lascia perdere, gli studenti si sganascerebbero dalle risate solo a vederle ;-)

In alternativa puoi contattare il gruppo di Ingegneria Senza Frontiere più vicino. È un'associazione onlus impegnata nello sviluppo sostenibile (in termini sia socioeconomici sia ambientali) e quindi anche in progetti di rivitalizzazione e riciclaggio di tecnologie obsolete. Quello che per noi è un inutile ingombro e un onere da smaltire, in altre realtà può essere una manna dal cielo. Se sono recuperabili, loro saprebbero farne un buon uso. Sono ragazzi in gamba.

Li trovi qui: http://www.isf-italia.org/

Il tecnico ha parlato proprio di terminali stupidi, dicendomi che i computer non avrebbero mantenuto la loro capacità di elaborazione, ma quella del pc centrale... grazie per la segnalazione di ingegneria senza frontiere!

Si, però ho i miei dubbi sulla configurazione del server grafico.

Un altro problema è la connessione alla rete: presumo che computer con quelle caratteristiche risalgano alla metà degli anni 90 e non abbiano una scheda di rete.
All'epoca erano molto diffuse le schede madri fornite di slot per la connessione di periferiche ISA/EISA, che non supportano le attuali schede di rete basate sul bus PCI. Se questi pc sono sprovvisti di scheda di rete e le loro schede madri hanno solo slot ISA sarà pressoché impossibile utilizzarli: le schede di rete ISA/EISA sono pezzi d'antiquariato introvabili e senza scheda di rete quei PC sono inutilizzabili.

Dal 1997 al 1999!
Sulla scheda di rete non so risponderti; non è possibile inserire una scheda di rete nei pc che non ce l'hanno?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Due domande informatiche   Lun Feb 01, 2016 11:03 pm

precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
macchine del genere sono ormai buone per lo smaltimento oppure per cantinari esperti sia di sistemi sia di elettronica. Si possono usare come terminali stupidi, router o altri dispositivi di rete, cluster, ma non è pane per i miei denti. Se nella tua scuola c'è qualcuno in grado di lavorare su queste tecnologie va bene, queste macchine possono servire a qualcosa, almeno come materia prima per laboratorio. Altrimenti lascia perdere, gli studenti si sganascerebbero dalle risate solo a vederle ;-)

In alternativa puoi contattare il gruppo di Ingegneria Senza Frontiere più vicino. È un'associazione onlus impegnata nello sviluppo sostenibile (in termini sia socioeconomici sia ambientali) e quindi anche in progetti di rivitalizzazione e riciclaggio di tecnologie obsolete. Quello che per noi è un inutile ingombro e un onere da smaltire, in altre realtà può essere una manna dal cielo. Se sono recuperabili, loro saprebbero farne un buon uso. Sono ragazzi in gamba.

Li trovi qui: http://www.isf-italia.org/

Il tecnico ha parlato proprio di terminali stupidi, dicendomi che i computer non avrebbero mantenuto la loro capacità di elaborazione, ma quella del pc centrale... grazie per la segnalazione di ingegneria senza frontiere!

Si, però ho i miei dubbi sulla configurazione del server grafico.

Un altro problema è la connessione alla rete: presumo che computer con quelle caratteristiche risalgano alla metà degli anni 90 e non abbiano una scheda di rete.
All'epoca erano molto diffuse le schede madri fornite di slot per la connessione di periferiche ISA/EISA, che non supportano le attuali schede di rete basate sul bus PCI. Se questi pc sono sprovvisti di scheda di rete e le loro schede madri hanno solo slot ISA sarà pressoché impossibile utilizzarli: le schede di rete ISA/EISA sono pezzi d'antiquariato introvabili e senza scheda di rete quei PC sono inutilizzabili.

Dal 1997 al 1999!
Sulla scheda di rete non so risponderti; non è possibile inserire una scheda di rete nei pc che non ce l'hanno?

Se hanno un slot PCI si, altrimenti no, le schede ISA sono pezzi da museo. Comunque se sono macchine di quegli anni dovrebbero avere schede madri con slot PCI
Tornare in alto Andare in basso
 
Due domande informatiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Domande di Logica e Paradossi
» 10 Domande per Atei (e non)
» Domande scomode per credenti
» Ti poni troppe domande, rilassati!
» domande sulla materia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: