Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Mer Feb 03, 2016 8:19 am

Promemoria primo messaggio :

Un ennesimo caso di bullismo in una scuola elementare di Piacenza. l'articolo:

http://www.piacenza24.eu/Cronaca/70698-Bullismo+choc+alle+elementari.+La+vittima%3A+%27Meglio+morire+che+andare+a+scuola%27.html

Non voglio certo mettermi sul pulpito e fare una predica, anche perchè lo trovo ridicolo, ma è già da un po' di tempo che mi chiedo se davvero esiste ancora l'età dell'innocenza.
Me ne sono accorta alle mie prime supplenze, perchè se non sono i ragazzi a fare gruppo, magari sono le mamme, e ho visto colleghe esperte e navigate "temere" tutto ciò, e i possibili scenari che si sarebbero potuti prospettare da... tipo: un'insufficienza, una parola di biasimo e quant'altro. Il branco! Il minore deve essere tutelato, ci mancherebbe altro, ma siamo sicuri di aver preso la strada giusta e che non si stia eccedendo? L'adulto ha perso autorità, a scuola ma anche in famiglia; spesso chi ingenuamente tenta di fare qualcosa ed in buona fede, resta sopraffatto, mentre il furbo glissa e si trae d'impaccio. Forse per delle maestre è più facile ignorare il problema del singolo, piuttosto che affrontare un gruppetto così, tenendo presente che, dato i risultati, hanno alle spalle degli adulti ancora più "determinati" di loro...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Sab Feb 06, 2016 9:47 pm

precario.acciaio ha scritto:
Purtroppo ti sfugge l'essenziale: tu devi attuare tutte le misure di prevenzione e repressione del bullismo in quanto docente,

Tra queste "tutte le misure di prevenzione e repressione possibili",ad esempio, esiste anche quella di convocare i genitori del bullo e minacciare di denunciare LORO per negligenza e per abbandono di minore, se non si mettono a occuparsi seriamente dell'educazione del figlio?

Oppure bisogna includere anche i genitori del bullo tra i soggetti deboli che hanno bisogno di comprensione, coccole e pacche sulle spalle perché sicuramente anche loro saranno stati vittime a loro volta, e quindi sono giustificati a NON fare i genitori?

L.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Sab Feb 06, 2016 9:52 pm

La segnalazione alle istituzioni competenti serve proprio per chiarire la situazione familiare del bullo, penso di averlo ripetuto in abbondanza.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Sab Feb 06, 2016 11:49 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Vai a vedere che la colpa del bullismo se la devono accollare i professori poco professionali, omertosi, impreparati.
non tutti solo quelli sessantottini...

Che saranno tutti in pensione, ormai, no?

Ma sul serio ne esisterebbero ancora tanti, di quelli che erano studenti universitari 48 anni fa e che sono ancora in servizio attivo?

L.

Parlavo di mentalità sessantottina e settantottina e non di generazione sessantottina (comunque persa!).

Purtroppo ancora questa mentalità imperversa.
Lo si vede non solo dal buonismo a tutti i costi, ma dalle braghe calate di Ds e docenti nei confronti di bulli con genitori importanti.
Poi non parliamo dei docenti con le braghe calate, e con lingua a terra, verso i Ds. Sono coloro che dicono che di fronte al bullismo non vi è nulla da fare e sciorinano tutta una serie di filosofie per giustificare la propria nullafacenza verso i bulli. Sono gli stessi che, come tanti Ponzio Pilato, dicono che ci devono pensare solo i Ds a certe cose, perchè se lo fanno i docenti sono ANTIPROFESSIONALI.
Sono, appunto, i "professori poco professionali, omertosi, impreparati" che ha menzionato ushikawa a comportarsi così. Una vera peste bubbonica nella scuola italiana.
Finchè ci saranno loro con questa pestilenziale condotta e mentalità resteranno irrisolti tanti problemi come il bullismo, l'impreparazione degli alunni, le classi difficili e il problema dei docenti poco professionali che non schioda nessuno dalle loro posizioni.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1854
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 6:35 am

precario.acciaio ha scritto:
Che noia il gioco dell'indignazione.
Non intendo dire che vittima e carnefice sono la stessa cosa, semplicemente che i bulli a loro volta sono stati vittime o sono a loro volta vittima di qualcuno, ma ciò non toglie che nei confronti della loro vittima sono bulli.

Questo è sociologismo d'accatto. Uno dei problemi irrisolti di una impostazione filosoficamente illuminista o materialista è quella di non riuscire ad accettare la possibilità della semplice cattiveria dell'essere umano.

precario.acciaio ha scritto:
Ribadisco per la terza volta che l'unico approccio possibile per risolvere le questioni legato al bullismo è di tipo olistico, creando una sinergia tra servizi sociali, famiglie e istituzione scuola.
Olistico come termine, scusa la schiettezza, non si può sentire. Non serve un approccio olistico, serve che tutte le componenti coinvolte si parlino e adottino una linea comune, condivisa, coerente: cosa che non succede così frequentemente neanche nello stesso consiglio di classe in cui è avvenuto il caso.

precario.acciaio ha scritto:
Contro IL bullo serve una segnalazione (seconda volta che lo ripeto) ma bisogna anche capire perchè è bullo e cosa ha alle spalle.
Non può esistere un bambino bullo puro, carnefice puro, ma è sempre vittima di qualcun altro (adulti o altri bambini che siano). Il nostro ruolo è quello di individuare i bulli, segnalare ai servizi sociali e creare percorsi per aiutarli, dopo aver naturalmente e ovviamente creato una struttura di supporto per aiutare le vittime (ma solo una persona in malafede può sostenere che io intendessi sminuire il dolore della vittima).
I bulli non sono solo i figli dei carcerati, non sono solo i bambini abbandonati a loro stessi, sono anche, come nel caso da me riportato, figli della buona società. Sia che un bambino assista in famiglia ogni giorno a scene di violenza, sopraffazione, turpiloquio, delinquenza, sia che invece sia semplicemente il figlio di genitori anaffettivi e ipercompetitivi (in una parola stronzi) che lo hanno fatto sentire una volta una nullità, una volta il reuccio con tutti a disposizione, c'è sempre la libertà individuale del bullo, per piccolo per sia, per mettere in atto modelli diversi da quelli dei quali è intriso. Se non si ammette che esiste questa libertà individuale e, di conseguenza, il bene e il male; se si sposa il relativismo assoluto (l'ossimoro è voluto); se si pensa che ciascuno di noi sia agito dal fato e dalla situazione, allora è impossibile fare ogni cosa: qualunque crimine, anche il più orrendo, trova una giustificazione nel vissuto del criminale o nella sua condizione di momentanea incapacità.

Nel caso del bullismo a mio avviso non è prioritario andare a indagare sui motivi per i quali il bullo bulleggia, altrimenti ogni ragazzo con genitori che si stanno separando dovrebbe comportarsi in questa maniera; è prioritario invece proteggere la vittima, faendogli recuperare l'autostima perduta, e lavorare sul gruppo classe per smontare i meccanismi sociali al suo interno che hanno alimentato il fenomeno. L'unico modo per iniziare a farlo con qualche speranza di riuscita è sanzionare duramente il colpevole o i colpevoli. La sanzione è sempre un ottimo deterrente e contemporaneamente la misura di quanto una società ritenga grave un determinato comportamento. Da quando hanno aumentato le multe per la cicca sto decisamente più attento a non buttare il mozzicone per terra, perché ho ricevuto il segnale che la società ritiene gravemente scorretto questo comportamento. Allo stesso modo non cambierà mai il bullo che crede di cavarsela con una amichevole chiacchierata con la psicologa e il conforto del professore alla precario.acciaio che gli dica sì, ti capisco, i tuoi genitori litigano in continuazione, tuo zio è stato condannato per vandalismo e tuo nonno non ci sente.

precario.acciaio ha scritto:
Insomma, anche se a qualcuno fa comodo pensare così noi non siamo educatori solo di alcuni studenti ma di tutti, anche di quelli che hanno commesso gravi errori; mi si consenta però di dire che dobbiamo affrontare il lavoro con una certa professionalità e partendo da una solida base, che consiste nel lavoro in scuole difficili, corsi di aggiornamento sul bullismo, collaborazione con psicologi e assistenti sociali; il nostro lavoro non è quello di indignarci cercando di vedere la persecuzione ovunque.
Io non capisco perché si debba demandare tutto a fantasmagorici corsi di aggiornamento, a psicologi, ad assistenti sociali e sedicenti esperti di varia estrazione: siamo innanzitutto persone adulte, abbiamo una maggiore o minore sensibilità verso l'argomento e siamo tutti in grado di riconoscere i fenomeni anche prima che nascano. Se io sento volare uno "stupido" in classe intervengo immediatamente, anche se detto in maniera scherzosa; perché il meccanismo del bullismo nasce da là, dal sentirsi meglio facendo sentire peggio gli altri. Il nostro compito è anche quello di indignarci e non di anestetizzarci con la scusa del vissuto del bullo, della problematicità della famiglia, del contesto difficile in cui lavora la scuola. Torniamo all'approccio condiviso di cui all'inizio (non olistico): se in una scuola il fenomeno del bullismo è riconosciuto, prevenuto e duramente sanzionato scommetti che sarà anche meno presente? Sono francamente stufo di questo sociologismo da due lire per cui se la scuola va a rotoli, se i ragazzi non sanno nulla e se si verificano fenomeni di bullismo è sempre colpa del "contesto difficile". La scuola è un attore fondamentale nel contesto, può decidere se fare la scuola o se fare assistenza sociale. Inutile che io dica quale dei due casi, a mio avviso, contribuisce a creare bullismo o ignoranza
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:07 am

Citazione :
Io non capisco perché..................



Perchè se lo tratti nel modo sbagliato il bullismo non smette e, ammettendo che tutti quanti voi al primo "stupido" interveniate con "botte da orbi"   (ma non è così)   lo spostate solo un po' più in là, fuori dal cancello della scuola dove non c'è famiglia e non c'è professore.


questo è il perchè c'è bisogno di agire bene, in concerto con esperti ed eventualmente servizi,
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:10 am

1) "Cattiveria" è un termine ridicolo, che posso apprezzare in un romanzo ma non quando si parla di minori; è necessario comprendere le ragioni dell'aggressività, sia che siano riconducibili al contesto familiare, sia che siano riconsucibili a un disturbo mentale (che va diagnosticato, trattato e curato da professionisti).
2) Sulla necessità delle sanzioni contro al bullo credo di essermi diffuso già abbastanza e non ci voglio tornare: quello è sempre il primo passo ma direi che nessuno in Italia in questo momento (nè io, nè nessun altro) sostiene che il bullo vada solo capito e non sanzionato; questa è pura fantasia dettata da interpretazioni distorte.
3) Io invece sono sinceramente stufo di chi non sa leggere un intervento. Se tu stai affermando che tu puoi, dopo aver sanzionato il bullo, ignorare di capire perchè lo ha fatto, stai semplicemente affermando una cosa errata, perchè a te è stata affidata l'intera classe e non solo alcuni. E' quindi tuo compito prima sanzionare il bullo segnalando il comportamento alle autorità competenti, poi attivare un percorso di sostegno alla persona per la vittima e infine devi occuparti della ragione che ha spinto il bullo ad agire, per evitare che lo ripeta.
4) Ti informo peraltro di una cosa; i servizi sociali e le autorità competenti non sono enti che possono essere allertati se il docente ritiene che siano da allertare, sono enti che tu sei obbligato a interpellare in caso di bullismo e sono loro in sinergia con la scuola ad attivare percorsi di sostegno alla persona sia verso la vittima che verso il bullo; tu credi veramente che basti una punizione per il bullo e si riprende a fare lezione sulle tre paginette di Matematica o Filosofia?

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:16 am

Ire ha scritto:
Citazione :
Io non capisco perché..................
Perchè se lo tratti nel modo sbagliato il bullismo non smette e, ammettendo che tutti quanti voi al primo "stupido" interveniate con "botte da orbi"   (ma non è così)   lo spostate solo un po' più in là, fuori dal cancello della scuola dove non c'è famiglia e non c'è professore.

Quello che si sta cercando di dirti è che, se invece lo tratti con i metodi che caldeggi tu, "non smette" ugualmente.

Quindi, se le sanzioni disciplinari a scuola sono "il metodo sbagliato" perché non risolvono il problema... beh, fatti una ragione una volta per tutte che sono "metodo sbagliato" anche quelli che proponi tu, perché NEMMENO QUELLE risolvono il problema. Nel primo caso, forse è vero che si sposta parzialmente il problema fuori di scuola, mentre nel secondo, invece, non lo si sposta nemmeno, e continiuamo tranquillamente a ritrovarcelo anche dentro la scuola, esattamente come prima.

Ma probabilmente il punto di vista tuo e degli esperti che ti piacciono tanto è proprio quello: voi PREFERITE che continui ad avvenire principalmente dentro la scuola, così almeno è più facile buttare la colpa sugli insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:18 am

@ precario:

yes
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:24 am

precario.acciaio ha scritto:
3) Io invece sono sinceramente stufo di chi non sa leggere un intervento. Se tu stai affermando che tu puoi, dopo aver sanzionato il bullo, ignorare di capire perchè lo ha fatto, stai semplicemente affermando una cosa errata, perchè a te è stata affidata l'intera classe e non solo alcuni.

Verramente, se vogliamo proprio essere rigorosi, è vero che la classe mi è stata affidata, ma mi è stata affidata per un obiettivo specifico, ossia quello di tenervi un certo corso di insegnamento e di essere responsabile di quello.

NON E' VERO che la classe mi sia stata affidata perché io risolva tutti i problemi psicologici, sociali, familiari, sanitari, giudiziari di ogni singolo alunno nonché dei suoi parenti, amici e vicini di casa, né perché io abbia l'obbligo di garantire in maniera assoluta e infallibile la loro complessiva felicità personale.

Se posso incidentalmente fare qualcosa per contribuire anche a quello, bene, ma che si tratti di un obbligo professionale, proprio no.

Se poi si ritiene fondatamente che ci sia un sospetto di reati o di abusi, si segnala alle strutture competenti, ma dire che sia responsabilità diretta della scuola quella di garantire che tali fatti non avvengano MAI (come se la scuola avese concretamente gli strumenti per impedirli) mi sembra ridicolmente velleitario.

Se poi non si tratta di reati o di abusi veri e propri, ma di semplici atti di indisciplina, di scorrettezza o di maleducazione, non vedo cosa ci sia di male a gestirli con la massima semplicità tramite sanzioni disciplinari interne alla scuola, invece di montare artificialmente un baraccone di "patologizzazione" psicologica e sociale laddove ancora non c'era.

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Dom Feb 07, 2016 9:33 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1854
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:30 am

Il fatto che il problema si sposti al di fuori dei cancelli della scuola mi sembra già un passo avanti: la scuola è una istituzione finalizzata innanzitutto all'istruzione, e non al recupero sociale. Per quello ci sono gli assistenti sociali e altre istituzioni, che non è sempre così facile convocare perché, nella maggior parte dei casi, le situazioni sono sfumate. Posso chiamare gli assistenti sociali se mezza classe partecipa al cyberlinciaggio della vittima su whatsapp? Alla vittima fa male uguale, ma se la responsabilità è diffusa che utilità hanno gli assistenti sociali?

Sulla ridicolaggine del termine "cattiveria" non siamo affatto d'accordo. Se tu non la vuoi cercare nel ragazzo e la vai a cercare nel suo contesto, nella sua famiglia, nella sua situazione stai solo spostando un po' più in là, come dice Ire, il problema

La prevenzione del bullismo passa anche dalla repressione. Molti bulli pensano, spesso non a torto, che la scuola sia del tutto indifferente al loro comportamento e che anche se così non fosse se la caveranno con poco, se pizzicati: una ramanzina e al massimo il colloquio con una psicologa comprensiva.

Io non affermo che si debba ignorare perché il bullo si comporta da bullo, affermo invece che è completamente indifferente saperlo. Una volta che ho saputo che il bullo è stato trattato male in famiglia che cosa ho risolto, tranne averlo deresponsabilizzato? Posso chiamare i genitori, bulli a loro volta, e pregarli di smettere e di trattare meglio il figlio? Di cambiare atteggiamento verso la vita e di non credere più che chi mena prima mena due volte e che bisogna fottere il prossimo? Posso allontanare il minore dal contesto in cui vive? Al massimo posso indirizzarlo all'esperto psicologo il cui intervento, anche nel migliore dei casi, non può essere risolutivo.

Se il bullo vessa suo cugino durante il pranzo della domenica a noi docenti non interessa. Ma se lo fa all'interno del contesto scolastico (anche al di fuori degli orari), dove si devono fare le tre paginette di matematica e filosofia cui riservi tanta sufficienza, dove rischia di distruggere psicologicamente le vittime, rendere impossibile una lezione o rovinare il clima di classe allora il problema va affrontato con gli strumenti anche autoritari che la scuola come Istituzione consente di utilizzare.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:33 am

Paniscus, ti rispondo solo perchè con le tue interpretazioni distorte fai casino per tutti.

E' vero, ho trascurato di considerare l'abitudine a fermarsi alla prima lettura:

invece di dire "se lo tratti nel modo sbagliato" 

avrei dovuto dire:  "  se lo  sanzioni soltanto senza curarti dopo la sanzione (quasi sempre inutile ma doverosa)  di vedere le cause che l'hanno generato, se ti occupi del sintomo senza curare il malato e  l'ugualmente malato'ambiente circorstante che ha permesso alla malattia di manifestarsi,  se non ti prendi cura di un minore che ha sbagliato, che è antipatico, che è respingente, che ti verrebbe da strozzare per come si comporta.........................."  

il bullismo si sposta più in là.

E non me ne frega nulla di chi sia la colpa.  Vorrei anzi che alcuni docenti non dovessero mai incontrarlo questo bullismo perchè non comprendendone la drammaticità e accantonandolo solo come un fatterello che se "avessimo più strumenti di repressione a disposizione................." fanno in modo che la società in cui vivo io sia pericolosa per chiunque.


Questo dovevo scrivere.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:35 am

paniscus_2.0 ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
3) Io invece sono sinceramente stufo di chi non sa leggere un intervento. Se tu stai affermando che tu puoi, dopo aver sanzionato il bullo, ignorare di capire perchè lo ha fatto, stai semplicemente affermando una cosa errata, perchè a te è stata affidata l'intera classe e non solo alcuni.

Verramente, se vogliamo proprio essere rigorosi, è vero che la classe mi è stata affidata, ma mi è stata affidata per un obiettivo specifico, ossia quello di tenervi un certo corso di insegnamento e di essere responsabile di quello.

NON E' VERO che la classe mi sia stata affidata perché io risolva tutti i problemi psicologici, sociali, familiari, sanitari, giudiziari di ogni singolo alunno nonché dei suoi parenti, amici e vicini di casa, né perché io abbia l'obbligo di garantire in maniera assoluta e infallibile la loro complessiva felicità personale.

Se posso incidentalmente fare qualcosa per contribuire anche a quello, bene, ma che si tratti di un obbligo professionale, proprio no.

Se poi si ritiene fondatamente che ci sia un sospetto di reati o di abusi, si segnala alle strutture competenti, ma dire che sia responsabilità diretta della scuola quella di garantire che tali fatti non avvengano (come se la scuola avese concretamente gli strumenti per impedirli) mi sembra ridicolmente velleitario.

Infatti nessuno ti chiede di metterti accanto al lettino e psicanalizzare il bullo, ma semplicemente quello di segnalare il suo comportamento illegare e di attivare, assieme al tuo cdc, un percorso di sostegno alla persona con il coinvolgimento di servizi sociali ed eventualmente psicologi; onestamente io non vedo cosa ci sia di rivoluzionario: in tutti i professionali in cui sono stato questa era la procedura, svolta con più o meno efficacia a seconda delle situazioni.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:42 am

ushikawa ha scritto:
Il fatto che il problema si sposti al di fuori dei cancelli della scuola mi sembra già un passo avanti: la scuola è una istituzione finalizzata innanzitutto all'istruzione, e non al recupero sociale. Per quello ci sono gli assistenti sociali e altre istituzioni, che non è sempre così facile convocare perché, nella maggior parte dei casi, le situazioni sono sfumate. Posso chiamare gli assistenti sociali se mezza classe partecipa al cyberlinciaggio della vittima su whatsapp? Alla vittima fa male uguale, ma se la responsabilità è diffusa che utilità hanno gli assistenti sociali?

Sulla ridicolaggine del termine "cattiveria" non siamo affatto d'accordo. Se tu non la vuoi cercare nel ragazzo e la vai a cercare nel suo contesto, nella sua famiglia, nella sua situazione stai solo spostando un po' più in là, come dice Ire, il problema

La prevenzione del bullismo passa anche dalla repressione. Molti bulli pensano, spesso non a torto, che la scuola sia del tutto indifferente al loro comportamento e che anche se così non fosse se la caveranno con poco, se pizzicati: una ramanzina e al massimo il colloquio con una psicologa comprensiva.

Io non affermo che si debba ignorare perché il bullo si comporta da bullo, affermo invece che è completamente indifferente saperlo. Una volta che ho saputo che il bullo è stato trattato male in famiglia che cosa ho risolto, tranne averlo deresponsabilizzato? Posso chiamare i genitori, bulli a loro volta, e pregarli di smettere e di trattare meglio il figlio? Di cambiare atteggiamento verso la vita e di non credere più che chi mena prima mena due volte e che bisogna fottere il prossimo? Posso allontanare il minore dal contesto in cui vive? Al massimo posso indirizzarlo all'esperto psicologo il cui intervento, anche nel migliore dei casi, non può essere risolutivo.

Se il bullo vessa suo cugino durante il pranzo della domenica a noi docenti non interessa. Ma se lo fa all'interno del contesto scolastico (anche al di fuori degli orari), dove si devono fare le tre paginette di matematica e filosofia cui riservi tanta sufficienza, dove rischia di distruggere psicologicamente le vittime, rendere impossibile una lezione o rovinare il clima di classe allora il problema va affrontato con gli strumenti anche autoritari che la scuola come Istituzione consente di utilizzare.


Indifferente sapere perchè il bullo fa bullismo? Direi proprio che invece è la chiave di tutto:
1) Se lo fa perchè a casa è picchiato tutti i giorni direi che dopo la segnalazione alle autorità competenti la sua famiglia ci penserà due volte prima di massacrarlo.
2) Se lo fa perchè ha un disturbo mentale dopo la segnalazione si può costringere la famiglia a un percorso psicologico individualizzato.
3) Se lo fa perchè è vittima di altri bulli si tiene la sanzione ma poi si segnalano anche gli altri bulli.
E così all'infinito, non è possibile tener conto di tutta la sterminata casistica, ma indubbiamente limitarsi alla segnalazione o alla sospensione è troppo poco, benchè necessario.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:46 am

E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) in quello che tu chiami "percorso di sostegno alla persona", e quali dovrebbero essere gli aspetti di questo percorso di sostegno alla persona da attivare DENTRO LA SCUOLA e con gli strumenti professionali tipici dell'insegnante.

L'unica indicazione insistente che sta venendo fuori da questa discussione è che l'insegnante dovrebbe decidersi una buona volta a smetterla di attribuire troppa importanza a quelle quattro scemenze di matematica o di filosofia alle quali inspiegabilmente tiene tanto, e pensare invece a sostituirle con cose più importanti, ovvero i percorsi di sostegno alla persona (che ovviamente è il bullo, non la vittima)..

Proprio non accetti l'idea che il compito principale dell'insegnante, invece, sia proprio quello di gestire la didattica delle sue discipline, lasciando il sostegno psicologico e l'intervento sociale ad altri professionisti appositi, che hanno studiato per quello e sono assunti per quello.

E che proprio l'insegnante che trascuri i suoi obblighi professionali per sostituirli arbitrariamente con qualcosa che NON gli compete, semmai, è quello che mostra un comportamento non deontologico, e non certo il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:53 am

ushikawa ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Che noia il gioco dell'indignazione.
Non intendo dire che vittima e carnefice sono la stessa cosa, semplicemente che i bulli a loro volta sono stati vittime o sono a loro volta vittima di qualcuno, ma ciò non toglie che nei confronti della loro vittima sono bulli.
Questo è sociologismo d'accatto. Uno dei problemi irrisolti di una impostazione filosoficamente illuminista o materialista è quella di non riuscire ad accettare la possibilità della semplice cattiveria dell'essere umano.
Illuminista ? Non mi toccare gli illuministi ! E' buonismo cristiano.

ushikawa ha scritto:
precario.acciaio ha scritto:
Ribadisco per la terza volta che l'unico approccio possibile per risolvere le questioni legato al bullismo è di tipo olistico, creando una sinergia tra servizi sociali, famiglie e istituzione scuola.
Olistico come termine, scusa la schiettezza, non si può sentire. Non serve un approccio olistico, serve che tutte le componenti coinvolte si parlino e adottino una linea comune, condivisa, coerente: cosa che non succede così frequentemente neanche nello stesso consiglio di classe in cui è avvenuto il caso.
Sono convinto anch'io che serva un approccio olistico: bisogna riempire il bullo di mazzate, e si deve picchiare tutto; non si deve lasciare neanche un osso intero
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 9:56 am

paniscus_2.0 ha scritto:
E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) ..........
Ed io invece mi continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dello psicologo, assistente sociale, assistente sanitario; soprattutto mi chiedo quali siano le competenze di quelli che tengono i corsi di formazione per i docenti.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:01 am

paniscus_2.0 ha scritto:
E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) in quello che tu chiami "percorso di sostegno alla persona", e quali dovrebbero essere gli aspetti di questo percorso di sostegno alla persona da attivare DENTRO LA SCUOLA e con gli strumenti professionali tipici dell'insegnante.

L'unica indicazione insistente che sta venendo fuori da questa discussione è che l'insegnante dovrebbe decidersi una buona volta a smetterla di attribuire troppa importanza a quelle quattro scemenze di matematica o di filosofia alle quali inspiegabilmente tiene tanto, e pensare invece a sostituirle con cose più importanti, ovvero i percorsi di sostegno alla persona (che ovviamente è il bullo, non la vittima)..

Proprio non accetti l'idea che il compito principale dell'insegnante, invece, sia proprio quello di gestire la didattica delle sue discipline, lasciando il sostegno psicologico e l'intervento sociale ad altri professionisti appositi, che hanno studiato per quello e sono assunti per quello.

E che proprio l'insegnante che trascuri i suoi obblighi professionali per sostituirli arbitrariamente con qualcosa che NON gli compete, semmai, è quello che mostra un comportamento non deontologico, e non certo il contrario.

Perdo la speranza. L'insegnante deve insegnare ma deve anche promuovere questi percorsi; stai tranquilla paniscus che non dovrai farlo in prima persona mettendoti prima la divisa da carabiniere poi quella da medico, il tuo ruolo è semplicemente quello di segnalare al cdc, strutturare un percorso seguendo le indicazioni dei servizi sociali o di eventuali psicologi, ma questo penso già ti sarà capitato di farlo. Onestamente non comprendo più tutta la questione: nelle vostre scuole non è prassi agire in questa maniera? Non avete mai avuto a che fare con casi di bullismo? Non vengono attivati percorsi di sostegno alla persona per vittime e bulli?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:02 am

precario.acciaio ha scritto:
Mi sa che non hai capito:punto 1 e punto 2 non sono miei opinioni, sono cose che tu devi fare in quanto docente... non puoi non segnalare un caso di bullismo alle autorità competenti e nella maggioranza delle scuole (in tutte quelle in cui sono stato) non puoi non creare percorsi di prevenzione del bullismo in sinergia con psicologi ecc...
P.s. Non c'è nessun disprezzo per i deboli, questo te lo sei bellamente inventato.

Ora chiudo e ti lascio l'onore della trionfante parola finale.


chiudi a due pagine dalla tua ultima parola, ma tant'è. Se avessi seguito la discussione, avresti visto che sul passaggio del disprezzo del debole si era discusso. Anche senza di te, c'è vita sulla terra (quale che sia la sua forma): sempre a proposito di "io esisto"
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4691
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:02 am

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) ..........
Ed io invece mi continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dello psicologo, assistente sociale, assistente sanitario; soprattutto mi chiedo quali siano le competenze di quelli che tengono i corsi di formazione per i docenti.

Uno psicologo bravo è in grado di fare un ottimo lavoro avendo tempo e mezzi a disposizione.

Il problema è che noi di bravi psicologi non ne conosciamo, perché quelli bravi non hanno a che fare con le scuole.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:04 am

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) ..........
Ed io invece mi continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dello psicologo, assistente sociale, assistente sanitario; soprattutto mi chiedo quali siano le competenze di quelli che tengono i corsi di formazione per i docenti.

Se un ragazzo soffre di anoressia ritieni che sarà più competente il tuo consiglio o quello di uno psicologo? Se un ragazzo viene picchiato a casa sarà più efficace il tuo intervento o quello degli assistenti sociali? Se un alunno senza controllo degli sfinteri si sporcherà sarà più efficace il tuo intervento o quello dell'assistente sanitario?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:07 am

Che poi si parla come se questi famosi "percorso" fossero inesistenti!
Ce ne sono anche in assenza di bulli, ce ne sono, come abbiamo letto, in caso di risse, ce ne sono a tutto pasto: eppure?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6131
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:10 am

Ah, aggiungo un dettaglio cinico: per quanto riguarda il fenomeno del cyberlinciaggio su whatsapp o roba affine, la colpa principale è dei genitori, che con la massima disinvoltura mettono in mano ai figli, in età sempre più precoci, degli strumenti di comunicazione potentissimi e facilissimi da usare senza controllo adulto, senza minimamente porsi il problema delle loro implicazioni, per poi accorgersene solo tre o quattro anni dopo, quando la modalità di uso è già sfuggita di mano a tutti, e magari i danni sono già fatti.

Ma q*zzarola, prima mettono in mano a un bambino di nove anni lo smartphone superaccessoriato con accesso libero a internet 24 ore su 24 con scarsissima possibilità di monitoraggio serio su che cosa ci faccia realmente, abdicando completamente a qualsiasi responsabilità di controllo genitoriale e di educazione all'uso di tali strumenti, "perché tanto ormai è normale", "perché gli altri ce l'hanno", "perché in fondo cosa vuoi che ci facciano di male, sono bambini innocenti", consentono al figlio di passare ore e ore al giorno a comunicare liberamente con tutto l'universo mondo, comprese modalità e linguaggi da adulti, senza preoccupazioni... e poi quando lo stesso ragazzino di anni ne ha tredici, scoprono che qualche compagno lo prende in giro su whatsapp e piagnucolano che è uno scandalo, che è una vergogna, che è una cosa terribile, e che è colpa è pure della scuola?????
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:17 am

lucetta10 ha scritto:
Che poi si parla come se questi famosi "percorso" fossero inesistenti!
Ce ne sono anche in assenza di bulli, ce ne sono, come abbiamo letto, in caso di risse, ce ne sono a tutto pasto: eppure?

Ma se ho scritto 2 volte che è la normale prassi delle scuole... O_O

Comunque hai ragione solo su una cosa: avevo detto che non sarei più intervenuto ma poi ho continuato... faccio ammenda ed esco, vedo che non si procede di un centimetro...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15777
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 10:35 am

precario.acciaio ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
E io continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dell'insegnante (che non è uno psicologo, non è un assistente sociale, non è un giurista e non è un assistente sanitario) ..........
Ed io invece mi continuo a chiedere quali sarebbero le competenze professionali dello psicologo, assistente sociale, assistente sanitario; soprattutto mi chiedo quali siano le competenze di quelli che tengono i corsi di formazione per i docenti.

Se un ragazzo soffre di anoressia ritieni che sarà più competente il tuo consiglio o quello di uno psicologo? Se un ragazzo viene picchiato a casa sarà più efficace il tuo intervento o quello degli assistenti sociali? Se un alunno senza controllo degli sfinteri si sporcherà sarà più efficace il tuo intervento o quello dell'assistente sanitario?
Il mio aiuto in tutti e tre i casi lo vedo molto scarso, temo che sia altrettanto scarso quello degli specialisti che invochi.

Il bambino picchiato (eccessivamente) a casa può essere aiutato solo dalle forze dell'ordine e dal giudice che lo dà in adozione.
Il terzo bambino deve farsi un giro dal medico, ma il medico è uomo di scienza, non è strano che io mi fidi di lui.

Sulle anoressiche non mi pronuncio, sono oltre la mia capacità di comprensione; se dovessi parlargli a cuore aperto gli direi "non mangi per diventare più bella ? Sappi che per quanto sei magra mi fai schifo, mi farei meglio una pecora che te"; sono però consapevole che un simile approccio funzionerebbe solo con una ragazza sana di mente mentre l'anoressica è malata di mente; sarebbe un approccio totalmente inefficace.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?   Dom Feb 07, 2016 11:24 am

precario.acciaio ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Che poi si parla come se questi famosi "percorso" fossero inesistenti!
Ce ne sono anche in assenza di bulli, ce ne sono, come abbiamo letto, in caso di risse, ce ne sono a tutto pasto: eppure?

Ma se ho scritto 2 volte che è la normale prassi delle scuole... O_O

Comunque hai ragione solo su una cosa: avevo detto che non sarei più intervenuto ma poi ho continuato... faccio ammenda ed esco, vedo che non si procede di un centimetro...


e proprio perché è la prassi si avrà il diritto di metterne in discussione l'efficacia, la giustezza, o magari l'ipocrita somministrazione come fosse quella panacea che è? Ne parli come se ci fosse un obbligo contrattuale o se esistesse un protocollo della ASL in merito!
Oppure bisogna acriticamente dire, come stai facendo, che "bisogna farli" anche se non servono a niente, vengono attivati anche per questioni che con il bullismo non hanno nulla a che fare come le risse, diffondono la cultura del "povero bullo"?
Tornare in alto Andare in basso
 
Di nuovo bullismo - Ma i bambini sono ancora così innocenti?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Agli occhi di Dio sono tutti uguali.
» sono un pò preoccupata; non so se faccio una cosa giusta!!
» sono di nuovo sola!!!!
» Enti autorizzati: Ai. Bi Associazione amici dei bambini
» Sono in fibrillazione!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: