Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 3:41 pm

Considero questo argomento uno dei banchi di prova del potenziamento, per cui intendo confrontarmi sull'argomento con chi sia disposto a farlo, perché nelle scuole si assiste ad una sorta di "fai da te" davvero spiazzante e vorrei invece trarre spunti di riflessione ed indicazioni operative per poter procedere in questo senso.
Ringrazio in anticipo chi volesse cimentarsi nell'impresa.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 3:49 pm

che io sappia il potenziatore non valuta... al limite può concorrere.
Comunque la normativa (107) su questo non si esprime.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 3:50 pm

Io correggo le verifiche degli.insufficienti di matematica.ne calcolo il punteggio è do un giudizio sulla esito del recupero.poi li do al docente curricolare che ne tiene conto nella valutazione
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 3:50 pm

Licenza poetica sul t9...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15848
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 4:53 pm

Francesca4 ha scritto:
Considero questo argomento uno dei banchi di prova del potenziamento, per cui intendo confrontarmi sull'argomento con chi sia disposto a farlo, perché nelle scuole si assiste ad una sorta di "fai da te" davvero spiazzante e vorrei invece trarre spunti di riflessione ed indicazioni operative per poter procedere in questo senso.
Ringrazio in anticipo chi volesse cimentarsi nell'impresa.
Ammesso e non concesso che il parlamento avesse le idee chiare su cosa significasse "potenziamento", il significato sarebbe: "le attività curricolari sono sufficienti sulla carta ma non in pratica, per renderle sufficienti in pratica serve personale aggiuntivo".

I docenti curricolari sono quindi in grado di valutare da soli un alunno, solo che a volte questo non raggiunge i risultati che dovrebbe/potrebbe; a metterci una pezza ci pensa (penserebbe) il potenziatore.
Dopo l'intervento di potenziamento (forse) i curricolari rileveranno il miglioramento auspicato e daranno la valutazione relativa.

Esempio pratico relativo al recupero (ma potrebbe essere esteso alla valorizzazione delle eccellenze od alle attività aggiuntive): io insegno le equazioni di secondo grado, Gigino non le impara, gli metterei 4, arriva il potenziatore, Gigino le impara, ora IO mi rendo conto che le sa e gli metto 8.

Nel tuo caso Gigino è un incivile, tu gli insegni come ci si comporta (cittadinanza e costituzione) lui diventa un bravo ragazzo ed ora io posso valutare il raggiungimento delle competenze trasversali.

Si lo so, sembrano cumuli di cazzate, ma forse è la legge 107 ad esserlo prima di ogni altra cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 4:57 pm

Dici bene.non è solo un esorcista per i posseduti dal demone del fancazzismo ma anche una figura da utilizzare per la valorizzazione dei più bravi (eccellenza è una parola grossa...)
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:06 pm

Credo anche io che le cose stiano come dice avido.
Se la situazione rimarrà questa e non uscirà qualcosa dal cilindro di chi si è inventato il potenziamento, non vedo margini per una valutazione autonoma e/o significativa da parte dei potenziatori.

E quale potrebbe essere la soluzione sic stantibus rebus? Non mi trovo nemmeno d'accordo sul fatto che una verifica fatta da un altro docente, con parametri suoi e sulla base di un percorso differenziato e personalizzato (di recupero per esempio), venga poi accolto in maniera acritica sul registro del docente curricolare. Bisognerebbe impostare la didattica in un modo che attualmente non c'è, suddividere la responsabilità della valutazione tra più insegnanti, anche al di là del voto di consiglio.

Che una valutazione sia indispensabile e che se non ci sarà alla lunga questo potrebbe screditare l'insegnante di potenziamento agli occhi dei ragazzi, sono certa, ma per ora vedo solo il pasticcio. Forse sarà la scusa per abolire finalmente il voto, come vanno chiedendo tanti pedagogisti e fuffologi: sarebbe l'uovo di Colombo
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:21 pm

I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:23 pm

mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15848
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:35 pm

lucetta10 ha scritto:
mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
E per le proposte di voto che rappresentano la base di partenza per i voti finali
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:41 pm

Porto la mia esperienza.prossimamente la ds convocata sia ill dipartimento di mate che in riunione noi potenziatori e curricolari per un feedback sugli esiti dei primi recuperi e modalità di valutazione delle prove.come detto in altro post,ho proposto per i casi più gravi,anche ben,verifiche con 66% di esercizi da risolvere da soli e33% con supporto di applicazioni informatiche.. Vedremo...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 5:42 pm

..anche bes*.porca vacca il t9 non è inclusivo..
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 6:45 pm

lucetta10 ha scritto:
Credo anche io che le cose stiano come dice avido.
Se la situazione rimarrà questa e non uscirà qualcosa dal cilindro di chi si è inventato il potenziamento, non vedo margini per una valutazione autonoma e/o significativa da parte dei potenziatori.

E quale potrebbe essere la soluzione sic stantibus rebus? Non mi trovo nemmeno d'accordo sul fatto che una verifica fatta da un altro docente, con parametri suoi e sulla base di un percorso differenziato e personalizzato (di recupero per esempio), venga poi accolto in maniera acritica sul registro del docente curricolare. Bisognerebbe impostare la didattica in un modo che attualmente non c'è, suddividere la responsabilità della valutazione tra più insegnanti, anche al di là del voto di consiglio.

Che una valutazione sia indispensabile e che se non ci sarà alla lunga questo potrebbe screditare l'insegnante di potenziamento agli occhi dei ragazzi, sono certa, ma per ora vedo solo il pasticcio. Forse sarà la scusa per abolire finalmente il voto, come vanno chiedendo tanti pedagogisti e fuffologi: sarebbe l'uovo di Colombo

Ok, apprezzo l'unico dato certo:la confusione non è solo la mia.
Al momento sto preparando una verifica (somministrazione di test strutturati a risposta multipla) di cittadinanza, non per la smania di procedere alla valutazione (si tratta di correggere ben 297 verifiche) ma proprio per evitare quello che sostieni, ossia che possa essere screditata agli occhi dei ragazzi che ci mettono poco a capire se un voto possa incidere o meno sulla loro media con evidenti ripercussioni sul rendimento.
Altro motivo fondamentale per effettuare una verifica formativa è comprendere fino a che punto i ragazzi abbiano acquisito competenze relative alla padronanza di alcuni concetti chiave, che mi serve per capire se debba insistere sugli stessi o possa andare oltre.
Allora vorrei procedere in questo modo: somministrare i test, concordando questa iniziativa anche con i docenti di italiano e storia e procedere alla correzione segnando la valutazione anche sul libretto personale dei ragazzi, naturalmente indicando la materia (solo cittadinanza e costituzione) e firmando, oltre a mettere le verifiche a disposizione dei colleghi.
Naturalmente non procederei all'inserimento sul registro on line per evitare che possano fare media con i voti dei curricolari.
Secondo te potrebbe andare bene?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 6:55 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
E per le proposte di voto che rappresentano la base di partenza per i voti finali

Non lo metto in discussione.

Tutto sta nella organizzazione delle scuole.

In una situazione ideale, il potenziatore di discipline curricolari non dovrebbe avere motivo di fare valutazioni (verifiche eventualmente sì), i risultati del curricolare alla fine li valuta il docente curricolare.

Il potenziatore di discipline extracurricolari dovrebbe invece procedere a verifiche e valutazioni, perché altrimenti non lo fa nessun altro. La valutazione arriva in consiglio di classe, che ne tiene conto (con quali modalità?).
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 8:17 pm

mac67 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
E per le proposte di voto che rappresentano la base di partenza per i voti finali

Non lo metto in discussione.

Tutto sta nella organizzazione delle scuole.

In una situazione ideale, il potenziatore di discipline curricolari non dovrebbe avere motivo di fare valutazioni (verifiche eventualmente sì), i risultati del curricolare alla fine li valuta il docente curricolare.

Il potenziatore di discipline extracurricolari dovrebbe invece procedere a verifiche e valutazioni, perché altrimenti non lo fa nessun altro. La valutazione arriva in consiglio di classe, che ne tiene conto (con quali modalità?).

Mi piace la tua situazione ideale, anche perché sarebbe assolutamente razionale.
Nel mio caso però la disciplina, "cittadinanza e costituzione", ha sue caratteristiche precipue, può dirsi trasversale a tutte le materie, ma al tempo stesso ha un suo specifico raggio d'azione nella direzione del potenziamento dell'area della legalità e non s'identifica neppure con la storia anche se quest'ultima, alle secondarie di primo grado, prende il nome di "storia, cittadinanza e costituzione".
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 8:32 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Credo anche io che le cose stiano come dice avido.
Se la situazione rimarrà questa e non uscirà qualcosa dal cilindro di chi si è inventato il potenziamento, non vedo margini per una valutazione autonoma e/o significativa da parte dei potenziatori.

E quale potrebbe essere la soluzione sic stantibus rebus? Non mi trovo nemmeno d'accordo sul fatto che una verifica fatta da un altro docente, con parametri suoi e sulla base di un percorso differenziato e personalizzato (di recupero per esempio), venga poi accolto in maniera acritica sul registro del docente curricolare. Bisognerebbe impostare la didattica in un modo che attualmente non c'è, suddividere la responsabilità della valutazione tra più insegnanti, anche al di là del voto di consiglio.

Che una valutazione sia indispensabile e che se non ci sarà alla lunga questo potrebbe screditare l'insegnante di potenziamento agli occhi dei ragazzi, sono certa, ma per ora vedo solo il pasticcio. Forse sarà la scusa per abolire finalmente il voto, come vanno chiedendo tanti pedagogisti e fuffologi: sarebbe l'uovo di Colombo

Ok, apprezzo l'unico dato certo:la confusione non è solo la mia.
Al momento sto preparando una verifica (somministrazione di test strutturati a risposta multipla) di cittadinanza, non per la smania di procedere alla valutazione (si tratta di correggere ben 297 verifiche) ma proprio per evitare quello che sostieni, ossia che possa essere screditata agli occhi dei ragazzi che ci mettono poco a capire se un voto possa incidere o meno sulla loro media con evidenti ripercussioni sul rendimento.
Altro motivo fondamentale per effettuare una verifica formativa è comprendere fino a che punto i ragazzi abbiano acquisito competenze relative alla padronanza di alcuni concetti chiave, che mi serve per capire se debba insistere sugli stessi o possa andare oltre.
Allora vorrei procedere in questo modo: somministrare i test, concordando questa iniziativa anche con i docenti di italiano e storia e procedere alla correzione segnando la valutazione anche sul libretto personale dei ragazzi, naturalmente indicando la materia (solo cittadinanza e costituzione) e firmando, oltre a mettere le verifiche a disposizione dei colleghi.
Naturalmente non procederei all'inserimento sul registro on line per evitare che possano fare media con i voti dei curricolari.
Secondo te potrebbe andare bene?


Mi sembra un modo di procedere assolutamente corretto.
Una curiosità: hai accesso al registro on line della disciplina?
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 8:39 pm

Il potenziamento non può assegnare valutazioni, ha solo un ruolo consultivo, ma il voto intermedio lo decide il docente e il voto finale il cdc.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 8:57 pm

Francesca4 ha scritto:
mac67 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
E per le proposte di voto che rappresentano la base di partenza per i voti finali

Non lo metto in discussione.

Tutto sta nella organizzazione delle scuole.

In una situazione ideale, il potenziatore di discipline curricolari non dovrebbe avere motivo di fare valutazioni (verifiche eventualmente sì), i risultati del curricolare alla fine li valuta il docente curricolare.

Il potenziatore di discipline extracurricolari dovrebbe invece procedere a verifiche e valutazioni, perché altrimenti non lo fa nessun altro. La valutazione arriva in consiglio di classe, che ne tiene conto (con quali modalità?).

Mi piace la tua situazione  ideale, anche perché sarebbe assolutamente razionale.
Nel mio caso però la disciplina, "cittadinanza e costituzione", ha sue caratteristiche precipue, può dirsi trasversale a tutte le materie, ma al tempo stesso ha un suo specifico raggio d'azione nella direzione del potenziamento dell'area della legalità e non s'identifica neppure con la storia anche se quest'ultima, alle secondarie di primo grado, prende il nome di "storia, cittadinanza e costituzione".

Il tuo caso rientra nella seconda categoria.

Per gli alunni degli ultimi tre anni di scuola superiore si potrebbe usare il potenziamento extracurricolare anche per decidere il punteggio di credito (la legge stabilisce un piccola banda di oscillazione a seconda della media).


Ultima modifica di mac67 il Dom Feb 14, 2016 9:04 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 9:02 pm

lucetta10 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Credo anche io che le cose stiano come dice avido.
Se la situazione rimarrà questa e non uscirà qualcosa dal cilindro di chi si è inventato il potenziamento, non vedo margini per una valutazione autonoma e/o significativa da parte dei potenziatori.

E quale potrebbe essere la soluzione sic stantibus rebus? Non mi trovo nemmeno d'accordo sul fatto che una verifica fatta da un altro docente, con parametri suoi e sulla base di un percorso differenziato e personalizzato (di recupero per esempio), venga poi accolto in maniera acritica sul registro del docente curricolare. Bisognerebbe impostare la didattica in un modo che attualmente non c'è, suddividere la responsabilità della valutazione tra più insegnanti, anche al di là del voto di consiglio.

Che una valutazione sia indispensabile e che se non ci sarà alla lunga questo potrebbe screditare l'insegnante di potenziamento agli occhi dei ragazzi, sono certa, ma per ora vedo solo il pasticcio. Forse sarà la scusa per abolire finalmente il voto, come vanno chiedendo tanti pedagogisti e fuffologi: sarebbe l'uovo di Colombo

Ok, apprezzo l'unico dato certo:la confusione non è solo la mia.
Al momento sto preparando una verifica (somministrazione di test strutturati a risposta multipla) di cittadinanza, non per la smania di procedere alla valutazione (si tratta di correggere ben 297 verifiche) ma proprio per evitare quello che sostieni, ossia che possa essere screditata agli occhi dei ragazzi che ci mettono poco a capire se un voto possa incidere o meno sulla loro media con evidenti ripercussioni sul rendimento.
Altro motivo fondamentale per effettuare una verifica formativa è comprendere fino a che punto i ragazzi abbiano acquisito competenze relative alla padronanza di alcuni concetti chiave, che mi serve per capire se debba insistere sugli stessi o possa andare oltre.
Allora vorrei procedere in questo modo: somministrare i test, concordando questa iniziativa anche con i docenti di italiano e storia e procedere alla correzione segnando la valutazione anche sul libretto personale dei ragazzi, naturalmente indicando la materia (solo cittadinanza e costituzione) e firmando, oltre a mettere le verifiche a disposizione dei colleghi.
Naturalmente non procederei all'inserimento sul registro on line per evitare che possano fare media con i voti dei curricolari.
Secondo te potrebbe andare bene?


Mi sembra un modo di procedere assolutamente corretto.
Una curiosità: hai accesso al registro on line della disciplina?

Sì, anche alle valutazioni scritte e orali.
Grazie per esserti fatta carico della questione, dedicandomi la tua attenzione :-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 9:13 pm

mac67 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
mac67 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
mac67 ha scritto:
I voti li attribuisce il consiglio di classe. Quindi ...


quelli finali, ma qui il problema si pone anche per quelli intermedi
E per le proposte di voto che rappresentano la base di partenza per i voti finali

Non lo metto in discussione.

Tutto sta nella organizzazione delle scuole.

In una situazione ideale, il potenziatore di discipline curricolari non dovrebbe avere motivo di fare valutazioni (verifiche eventualmente sì), i risultati del curricolare alla fine li valuta il docente curricolare.

Il potenziatore di discipline extracurricolari dovrebbe invece procedere a verifiche e valutazioni, perché altrimenti non lo fa nessun altro. La valutazione arriva in consiglio di classe, che ne tiene conto (con quali modalità?).

Mi piace la tua situazione  ideale, anche perché sarebbe assolutamente razionale.
Nel mio caso però la disciplina, "cittadinanza e costituzione", ha sue caratteristiche precipue, può dirsi trasversale a tutte le materie, ma al tempo stesso ha un suo specifico raggio d'azione nella direzione del potenziamento dell'area della legalità e non s'identifica neppure con la storia anche se quest'ultima, alle secondarie di primo grado, prende il nome di "storia, cittadinanza e costituzione".

Il tuo caso rientra nella seconda categoria.

Per gli alunni degli ultimi tre anni di scuola superiore si potrebbe usare il potenziamento extracurricolare anche per decidere il punteggio di credito (la legge stabilisce un piccola banda di oscillazione a seconda della media).

Grazie anche a te per le rassicurazioni, in effetti non è scritto da nessuna parte che il docente di potenziamento non possa procedere con le verifiche.
Del resto non mi sembra siamo entrati nella scuola con la qualifica d'intrattenitori senza alcuna possibilità di verifica degli apprendimenti.
Mi hai dato coraggio, procederò come mi hai consigliato.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 9:29 pm

Francesca4 ha scritto:

Grazie anche a te per le rassicurazioni, in effetti non è scritto da nessuna parte che il docente di potenziamento non possa procedere con le verifiche.
Del resto non mi sembra siamo entrati nella scuola con la qualifica d'intrattenitori senza alcuna possibilità di verifica degli apprendimenti.
Mi hai dato coraggio, procederò come mi hai consigliato.

Veramente non ti ho consigliato nulla. Ho solo scritto come, secondo me, una scuola dovrebbe procedere.

Se invece vuoi un consiglio, il mio è questo: non fare nulla senza prima discuterne con il DS, o il vice; non fare nulla che vada contro quanto stabilito dal collegio docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 10:25 pm

mac67 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Grazie anche a te per le rassicurazioni, in effetti non è scritto da nessuna parte che il docente di potenziamento non possa procedere con le verifiche.
Del resto non mi sembra siamo entrati nella scuola con la qualifica d'intrattenitori senza alcuna possibilità di verifica degli apprendimenti.
Mi hai dato coraggio, procederò come mi hai consigliato.

Veramente non ti ho consigliato nulla. Ho solo scritto come, secondo me, una scuola dovrebbe procedere.

Se invece vuoi un consiglio, il mio è questo: non fare nulla senza prima discuterne con il DS, o il vice; non fare nulla che vada contro quanto stabilito dal collegio docenti.

In effetti, l'ho detto alla vice e lei mi ha consigliato di parlarne alla DS.
Il fatto è che la mia DS è davvero troppo impegnata poiché è reggente nella mia scuola, avendo la titolarità in un altro comprensivo abbastanza distante dal mio.
L'ho vista poco dall'inizio dell'anno, solo tre o quattro volte, e le ho parlato solo una volta, quando ci siamo presentate e lei, su mia richiesta, mi ha dato indicazioni sul percorso didattico da seguire.
Comunque il collegio docenti nulla ha stabilito relativamente alla questione,almeno che io sappia, perciò concorderò come procedere con le singole docenti dell'area umanistica con le quali ho un rapporto abbastanza leale e corretto.
Non preoccuparti...non volevo farti carico di alcuna responsabilità, non rientra tra le mie abitudini, sono invece stata educata a rispondere personalmente delle mie scelte...del resto questo insegno!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 10:48 pm

Francesca4 ha scritto:

Non preoccuparti...non volevo farti carico di alcuna responsabilità, non rientra tra le mie abitudini, sono invece stata educata a rispondere personalmente delle mie scelte...del resto questo insegno!

Non sono preoccupato.

Tieni sempre presente che le tue scelte non sono arbitrarie, non devono entrare in conflitto con quanto stabilito in collegio. Per le attività curricolari c'è una consuetudine che aiuta a non uscire dai binari, ma il potenziamento è terra inesplorata, il rischio di sbagliare è più alto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 10:58 pm

Il problema di fondo risiede nella duplice funzione dello strumento verifica-valutazione. La prima funzione è metodologica, la seconda è formale. In assenza di una normativa che ne codifichi l'approccio formale, l'uso dello strumento della verifica e della valutazione può fermarsi solo alla funzione metodologica.
Infatti gli approcci formali sono codificati da una normativa che peraltro è piuttosto rigida e si adatta molto male ad un processo dinamico e variegato come il coinvolgimento del potenziamento nelle varie specificità delle autonomie didattiche. Basti pensare che in passato si sono rese necessarie esplicite disposizioni in merito alla gestione delle compresenze nelle procedure di scrutinio. Se non ricordo male c'è stato anche il coinvolgimento della giurisprudenza.
La 107 si sofferma su generiche linee di indirizzo ma non offre alcun riferimento giuridico per la soluzione di queste problematiche e lascia perciò le scuole in una sorta di limbo, perché alla resa dei conti i riferimenti giuridici per la valutazione sono quelli del passato.
Dal momento che ci sono norme ben precise sulla composizione degli organi collegiali (nella fattispecie i consigli di classe) e sulle procedure e le formalità relative a scrutini ed esami, e dal momento che la giurisprudenza è spesso chiamata in causa per sanare i conflitti procedurali, è inevitabile che in presenza di un sostanziale vuoto normativo non si possa far altro che circoscrivere il potenziamento al solo ambito metodologico, escludendolo da quello formale.
Quello che serve è un codice normativo che possa concretizzare l'integrazione a pieno titolo del potenziamento anche nelle fasi formali dell'offerta formativa.
Ma il modo approssimativo in cui si sono gettate, per ora, le basi di questo potenziamento mi fa dubitare della capacità dell'apparato politico-burocrativo di individuare il bandolo della matassa. La 107 è di fatto una legge che interviene in modo determinante sugli aspetti amministrativi e burocratici del settore scuola, ma come riforma del sistema dell'istruzione sensu stricto è di un vacuo impressionante. Quello che chiamo solitamente "aria fritta".
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 11:32 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Il problema di fondo risiede nella duplice funzione dello strumento verifica-valutazione. La prima funzione è metodologica, la seconda è formale. In assenza di una normativa che ne codifichi l'approccio formale, l'uso dello strumento della verifica e della valutazione può fermarsi solo alla funzione metodologica.
Infatti gli approcci formali sono codificati da una normativa che peraltro è piuttosto rigida e si adatta molto male ad un processo dinamico e variegato come il coinvolgimento del potenziamento nelle varie specificità delle autonomie didattiche. Basti pensare che in passato si sono rese necessarie esplicite disposizioni in merito alla gestione delle compresenze nelle procedure di scrutinio. Se non ricordo male c'è stato anche il coinvolgimento della giurisprudenza.
La 107 si sofferma su generiche linee di indirizzo ma non offre alcun riferimento giuridico per la soluzione di queste problematiche e lascia perciò le scuole in una sorta di limbo, perché alla resa dei conti i riferimenti giuridici per la valutazione sono quelli del passato.
Dal momento che ci sono norme ben precise sulla composizione degli organi collegiali (nella fattispecie i consigli di classe) e sulle procedure e le formalità relative a scrutini ed esami, e dal momento che la giurisprudenza è spesso chiamata in causa per sanare i conflitti procedurali, è inevitabile che in presenza di un sostanziale vuoto normativo non si possa far altro che circoscrivere il potenziamento al solo ambito metodologico, escludendolo da quello formale.
Quello che serve è un codice normativo che possa concretizzare l'integrazione a pieno titolo del potenziamento anche nelle fasi formali dell'offerta formativa.
Ma il modo approssimativo in cui si sono gettate, per ora, le basi di questo potenziamento mi fa dubitare della capacità dell'apparato politico-burocrativo di individuare il bandolo della matassa. La 107 è di fatto una legge che interviene in modo determinante sugli aspetti amministrativi e burocratici del settore scuola, ma come riforma del sistema dell'istruzione sensu stricto è di un vacuo impressionante. Quello che chiamo solitamente "aria fritta".

Ok, va bene lo stesso!
Come ho già detto le mie verifiche non hanno alcuna pretesa di essere formali, neanche le annoterò sul registro on line, pur essendo abilitata a farlo, per evitare che possano confliggere con quelle dei curricolari.
A me interessa solo che mi orientino sul percorso didattico da intraprendere, hanno dunque valenza esclusivamente metodologica, niente di più, niente di meno.
Sono pienamente consapevole che al momento l'unica da valutare in senso formale sia solo io, ahimè, dovendo superare l'anno di prova.
Comunque sia, ti ringrazio per la competenza e la generosità con la quale ti spendi nel forum a beneficio di chiunque chieda di confrontarsi con te.
Ogni tanto è bene ricordarlo!
Tornare in alto Andare in basso
 
Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ferie e collegio docenti
» Formazione obbligatoria docenti????
» chi manda la visita fiscale?
» Esami di terza media e obbligo di assistenza alle prove scritte (alunno h non ammesso)
» corso aggiornamento obbligatorio?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: