Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Dom Feb 14, 2016 3:41 pm

Promemoria primo messaggio :

Considero questo argomento uno dei banchi di prova del potenziamento, per cui intendo confrontarmi sull'argomento con chi sia disposto a farlo, perché nelle scuole si assiste ad una sorta di "fai da te" davvero spiazzante e vorrei invece trarre spunti di riflessione ed indicazioni operative per poter procedere in questo senso.
Ringrazio in anticipo chi volesse cimentarsi nell'impresa.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Lun Feb 15, 2016 12:04 am

Francesca4 ha scritto:

Ok, va bene lo stesso!
Come ho già detto le mie verifiche non hanno alcuna pretesa di essere formali, neanche le annoterò sul registro on line, pur essendo abilitata a farlo, per evitare che possano confliggere con quelle dei curricolari.
Non so come è strutturato il vostro registro on line, ma nulla vieta di concordare con i docenti curricolare una procedura di verifica che integri la valutazione globale (che dal punto di vista formale resta sempre di competenza del docente curricolare).

Ovviamente si tratta di una pianificazione priva di qualsiasi valenza giuridica, ma può comunque essere applicata, nella pratica, se c'è una condivisione d'intenti.

La settimana prossima le mie classi inizieranno a fare il corso di recupero per fisica. Lo faranno di pomeriggio con i due insegnanti di potenziamento, quando non ci sono io e non c'è la collega curricolare di fisica. Ma dal momento che la curricolare di fisica è alla sua prima esperienza di insegnamento, mi sto già organizzando per essere al corrente degli sviluppi tenendomi in contatto con i due colleghi, in modo che in sede di valutazione della condotta sia preso in considerazione anche il comportamento tenuto in occasione dei corsi di recupero.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Lun Feb 15, 2016 10:25 am

Giancarlo Dessì ha scritto:

La settimana prossima le mie classi inizieranno a fare il corso di recupero per fisica. Lo faranno di pomeriggio con i due insegnanti di potenziamento, quando non ci sono io e non c'è la collega curricolare di fisica. Ma dal momento che la curricolare di fisica è alla sua prima esperienza di insegnamento, mi sto già organizzando per essere al corrente degli sviluppi tenendomi in contatto con i due colleghi, in modo che in sede di valutazione della condotta sia preso in considerazione anche il comportamento tenuto in occasione dei corsi di recupero.

Molto bene Gian, continua a seguire e sostenere i tuoi colleghi curricolari e di potenziamento.
Ribadisci alla classe del fatto che il loro comportamento sarà oggetto di valutazione in sede disciplinare e fate fronte comune e compatto rispetto a chi, approfittando della situazione, possa uscire fuori dai ranghi!
In bocca al lupo ai tuoi colleghi e tienimi aggiornata sugli sviluppi della situazione :-)
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Lun Feb 15, 2016 10:34 am

Se hai accesso al registro, in teoria dovresti essere legittimata a scriverci sopra qualcosa di più che le presenze.
Ci sono tanti risvolti del potenziamento e vedo che di pochi ci si sta preoccupando
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Lun Feb 15, 2016 12:05 pm

lucetta10 ha scritto:
Se hai accesso al registro, in teoria dovresti essere legittimata a scriverci sopra qualcosa di più che le presenze.
Ci sono tanti risvolti del potenziamento e vedo che di pochi ci si sta preoccupando

Appunto "in teoria" ma Gian è stato illuminante in relazione ai vincoli relativi alla valutazione formale.
Quanto alle preoccupazioni, ognuno ha le sue, e siccome non mi è dato di conoscere le tue sulle funzioni ed i compiti che potrebbero avere i docenti di potenziamento, non avendo doti divinatorie, mi piacerebbe che le esplicitassi per un confronto produttivo di soluzioni condivise.
Allora cosa ti preoccupa in particolare?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Lun Feb 15, 2016 1:46 pm

Mi preoccupa proprio quello che preoccupa gian: che tutto sia troppo fluido, che si lasci un troppo ampio spazio discrezionale alle scuole, che docenti di ruolo (che siano stati assunti per il potenziamento non rileva) abbiano accesso al registro ma non alla trascrizione di voti sul registro, una sorte di accesso vincolato (ce lo hai ma non puoi usarlo) che è assolutamente insensato e scorretto nei loro confronti. Ma d'altra parte anche permettere un accesso multiplo ad un registro che si chiama "individuale" non ha molto più senso... Una situazione che si presta a sempre pronti ricorsi da parte delle famiglie.

In una situazione del genere escono continuamente fuori contraddizioni come quelle di cui stiamo parlando, che, se non verranno risolte in modo univoco, potrebbero portare allo screditamento del ruolo del potenziatore, anche banalmente da parte del DS che potrebbe destinare al potenziamento insegnanti "inadatti" alla didattica in classe o farne uno scivolo verso la pensione.

Quanto alla verifica è un grosso tema. Nella situazione attuale i corsi di potenziamento/recupero sembrano simili a quelli che le scuole organizzano per il recupero del debito formativo, o a vari sportelli didattici, in cui un docente non necessariamente di classe tiene il corso (magari a classi aperte, quindi senza legame con un CdC) e la valutazione viene poi lasciata al docente curricolare all'interno della sua normale didattica. Come si farà in quel caso a tenere fede all'obbligo di svolgere 40 ore negli organi collegiali? Li si ammetterà come uditori in CdC a caso?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Mar Feb 16, 2016 12:53 am

lucetta10 ha scritto:
Mi preoccupa proprio quello che preoccupa gian: che tutto sia troppo fluido, che si lasci un troppo ampio spazio discrezionale alle scuole, che docenti di ruolo (che siano stati assunti per il potenziamento non rileva) abbiano accesso al registro ma non alla trascrizione di voti sul registro, una sorte di accesso vincolato (ce lo hai ma non puoi usarlo) che è assolutamente insensato e scorretto nei loro confronti. Ma d'altra parte anche permettere un accesso multiplo ad un registro che si chiama "individuale" non ha molto più senso... Una situazione che si presta a sempre pronti ricorsi da parte delle famiglie.

In una situazione del genere escono continuamente fuori contraddizioni come quelle di cui stiamo parlando, che, se non verranno risolte in modo univoco, potrebbero portare allo screditamento del ruolo del potenziatore, anche banalmente da parte del DS che potrebbe destinare al potenziamento insegnanti "inadatti" alla didattica in classe o farne uno scivolo verso la pensione.

Quanto alla verifica è un grosso tema. Nella situazione attuale i corsi di potenziamento/recupero sembrano simili a quelli che le scuole organizzano per il recupero del debito formativo, o a vari sportelli didattici, in cui un docente non necessariamente di classe tiene il corso (magari a classi aperte, quindi senza legame con un CdC) e la valutazione viene poi lasciata al docente curricolare all'interno della sua normale didattica. Come si farà in quel caso a tenere fede all'obbligo di svolgere 40 ore negli organi collegiali? Li si ammetterà come uditori in CdC a caso?

Lucetta, sei una donna particolarmente perspicace ed anche lungimirante, a volte eccessivamente polemica...ma questa è un'altra storia!
Effettivamente ho partecipato come uditrice a tutti i c.d.c. della mia scuola, avendo in carico tutte le classi.
E se devo tirare le somme di quell'esperienza, con estrema lealtà ti dico che mi è servita per osservare il funzionamento dell'organo collegiale, comprese le decisioni a maggioranza e le discussioni sulla valutazione dei ragazzi, tutte molto costruttive.
Ho apprezzato anche l'atteggiamento dei miei colleghi che, quando si trattava di votare, mi hanno sempre invitata ad esprimermi, anche se, con la stessa onestà, ti dico che non me la sono sentita di dare alcun giudizio su ragazzi che conosco solo da qualche mese, che non ho avuto modo di valutare e dei quali ho difficoltà anche a ricordare i cognomi.
Quanto all'obbligo di svolgere le 40 ore negli organi collegiali, credo che ad oggi abbia già maturato circa 10 ore di presenza nei soli c.d.c. in occasione degli scrutini.
Non so quello che il futuro riserverà ai docenti di potenziamento, ma in ogni caso ti posso assicurare che mi sto impegnando davvero per essere riconosciuta dai ragazzi come un'insegnante a tutti gli effetti, e questo non per ricevere alcun tipo di gratificazione, ma per poterli stimolare ad acquisire nuove competenze.
Alla fine della fiera ...è questo ciò che conta!
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 985
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Mar Feb 16, 2016 6:16 pm

Francesca4 ha scritto:

Quanto all'obbligo di svolgere le 40 ore  negli organi collegiali, credo che ad oggi abbia già maturato circa 10 ore di presenza nei soli  c.d.c. in occasione degli scrutini.

Gli scrutini non sono calcolati all'interno delle 40 + 40 ore di organi collegiali.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Mar Feb 16, 2016 9:48 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Mi preoccupa proprio quello che preoccupa gian: che tutto sia troppo fluido, che si lasci un troppo ampio spazio discrezionale alle scuole, che docenti di ruolo (che siano stati assunti per il potenziamento non rileva) abbiano accesso al registro ma non alla trascrizione di voti sul registro, una sorte di accesso vincolato (ce lo hai ma non puoi usarlo) che è assolutamente insensato e scorretto nei loro confronti. Ma d'altra parte anche permettere un accesso multiplo ad un registro che si chiama "individuale" non ha molto più senso... Una situazione che si presta a sempre pronti ricorsi da parte delle famiglie.

In una situazione del genere escono continuamente fuori contraddizioni come quelle di cui stiamo parlando, che, se non verranno risolte in modo univoco, potrebbero portare allo screditamento del ruolo del potenziatore, anche banalmente da parte del DS che potrebbe destinare al potenziamento insegnanti "inadatti" alla didattica in classe o farne uno scivolo verso la pensione.

Quanto alla verifica è un grosso tema. Nella situazione attuale i corsi di potenziamento/recupero sembrano simili a quelli che le scuole organizzano per il recupero del debito formativo, o a vari sportelli didattici, in cui un docente non necessariamente di classe tiene il corso (magari a classi aperte, quindi senza legame con un CdC) e la valutazione viene poi lasciata al docente curricolare all'interno della sua normale didattica. Come si farà in quel caso a tenere fede all'obbligo di svolgere 40 ore negli organi collegiali? Li si ammetterà come uditori in CdC a caso?

Lucetta, sei una donna particolarmente perspicace ed anche lungimirante, a volte eccessivamente polemica...ma questa è un'altra storia!
Effettivamente ho partecipato come uditrice a tutti i c.d.c. della mia scuola, avendo in carico tutte le classi.
E se devo tirare le somme di quell'esperienza, con estrema lealtà ti dico che mi è servita per osservare il funzionamento dell'organo collegiale, comprese le decisioni a maggioranza e le discussioni sulla valutazione dei ragazzi, tutte molto costruttive.
Ho apprezzato anche l'atteggiamento dei miei colleghi che, quando si trattava di votare, mi hanno sempre invitata ad esprimermi, anche se, con la stessa onestà, ti dico che non me la sono sentita di dare alcun giudizio su ragazzi che conosco solo da qualche mese, che non ho avuto modo di valutare  e dei quali ho  difficoltà anche a ricordare i cognomi.
Quanto all'obbligo di svolgere le 40 ore  negli organi collegiali, credo che ad oggi abbia già maturato circa 10 ore di presenza nei soli  c.d.c. in occasione degli scrutini.
Non so quello che il futuro riserverà ai docenti di potenziamento, ma in ogni caso ti posso assicurare che mi sto impegnando davvero per essere riconosciuta dai ragazzi come un'insegnante a tutti gli effetti, e questo non per ricevere alcun tipo di gratificazione, ma per poterli stimolare ad acquisire nuove competenze.
Alla fine della fiera ...è questo ciò che conta!


Va benissimo che si cerchino comportamenti civili e si tenti di accogliere il nuovo collega.
Come è sacrosanto che chi entra in una scuola cerchi prima di tutto di agire in modo efficace sui ragazzi.
Detto questo, tutto questo può bastare per il primo anno. Al secondo è giusto che un docente venga integrato strutturalmente nella scuola in cui opera. Che la sua posizione nei consigli di classe sia paritaria rispetto a quella dei colleghi (un capisaldo della gestione collegiale è che i membri del collegio siano PARI), che le sue valutazioni abbiano un inquadramento chiaro, che non ci siano dubbi perfino sull'assegnazione di un registro! A lungo andare, ti assicuro, una situazione del genere non può portare nulla di buono.
Credo veramente che l'unica soluzione per il potenziamento sia quella di assegnare ore a ogni insegnante, da dedicare alle sostituzioni o ai 2/3 (NON DI PIU!!!) progetti qualificanti e irrinunciabili. Prima di Gelmini alcuni docenti avevano ore "a disposizione": si tratterebbe di ripristinare quel sistema, che aveva una sua utilità nella scuola
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Mer Feb 17, 2016 12:22 am

@melia ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Quanto all'obbligo di svolgere le 40 ore  negli organi collegiali, credo che ad oggi abbia già maturato circa 10 ore di presenza nei soli  c.d.c. in occasione degli scrutini.

Gli scrutini non sono calcolati all'interno delle 40 + 40 ore di organi collegiali.
Ti ringrazio per l'informazione...e soprattutto per non averla caricata di alcuna nota di biasimo per il fatto che non conosca il funzionamento dell'intero pianeta scuola.
E' inimmaginabile quanto mi senta...extraterrestre.
Tornare in alto Andare in basso
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento   Mer Feb 17, 2016 10:19 pm

Io però credo che nella scuola esiste già una figura di docente titolare a tutti gli effetti in una (o più classi) che però non esprime valutazione per gli allievi se non concordandola con il docente di materia e sto parlando del docente di sostegno: nessuno si sogna di togliere ruolo o importanza alla figura dell'insegnante di sostegno solo perchè esprime le sue valutazioni concordandole con i docenti delle rispettive discipline; quindi non credo che la "piena titolarità" sia necessariamente indicata dal fatto che si possa o meno esprimere un voto (sembra quasi una cosa infantile o da parodia: sono professore quindi i voti li metto io finalmente!). La valutazione del docente potenziatore va ovviamente concordata con il docente della disciplina perchè -come l'insegnante di sostegno - segue una programmazione particolare, "personalizzata", adattata alla situazione e quella valutazione va poi integrata con la valutazione complessiva della disciplina di riferimento.
Io ho in classe la collega di potenziamento che segue in particolare gli allievi con bes o chi deve fare qualche recupero ecc ovviamente lei fa svolgere gli argomenti in base alla programmazione personalizzata che il cdc ha già elaborato ma concorda il tutto con noi docenti, si coordina continuamente con noi e ovviamente valutiamo insieme i progressi o le strategie da modificare nel caso di insuccesso ecc. Non so come sarà quando i potenziatori saranno finalmente della disciplina che era stata richiesta dagli istituti (nulla contro i colleghi, ma ci troviamo architetti a fare potenziamento di italiano, vi rendete conto? con tutta la buona volontà, mancano completamente le competenze, anche se tutti credono di essere competenti in italiano..); ma alla fine penso che sarà esattamente come il docente della famosa ora "di approfondimento" che non ha mai espresso valutazione a parte, ma sempre concordandola col docente di materie letterarie a cui la decima ora di approfondimento doveva essere assegnata in realtà. Non è il fatto di poter scrivere un numeretto sul registro elettronico che dice se e quanto si è docenti titolari a tutti gli effetti; pensate che i ragazzi considerano docenti a pieno titolo anche i docenti esterni dei pon che non effettuano nessuna valutazione (i voti che assegnano nei corsi non vengono in alcun modo riportati nella media scolastica).
Tornare in alto Andare in basso
 
Le valutazioni espresse dai docenti del potenziamento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Ferie e collegio docenti
» CONTRATTO A PROGETTO E INSEGNAMENTO
» Formazione obbligatoria docenti????
» chi manda la visita fiscale?
» Esami di terza media e obbligo di assistenza alle prove scritte (alunno h non ammesso)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: