Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Help strategie per alunno impossibile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Help strategie per alunno impossibile   Lun Feb 15, 2016 3:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Non lavora né a casa né in classe
Disturba tutta l'ora compagni e professore
Dice parolacce e bestemmia in continuazione
Non ricorda le cose e sembra essere in uno stato di perenne alterazione (forse usa sostanze e si parla di un alunno delle medie)
E' stato sospeso tre volte ed ha una pagella priva di sufficienze.
Si rifiuta di svolgere qualunque attività, anche pensata appositamente per lui.
Si rifiuta di comunicare con i professori e di prendere qualunque impegno.
Non vorrebbe venire a scuola, non vorrebbe che gli si continuassero "a rompere le palle" con lo studio, l'impegno e bla bla bla.
Ha una situazione familiare (molto) complicata.

Questo quadro si protrae ormai da un anno e mezzo, dopo un periodo altrettanto lungo svolto quasi normalmente, ed è in continuo peggioramento: l'alunno alterna tratti depressivi a tratti maniacali, senza che combini nulla in nessuno dei due momenti.

Lo psicologo della scuola non ha cavato un ragno dal buco, tranne l'essere venuto a sapere particolari familiari poco rassicuranti. I servizi sociali sono stati allertati più proforma che per altro. Ogni colloquio con lo psicologo o con altri docenti è stato inutile. Le strategie alternative non funzionano. A causa di una certa lentezza sia nella manifestazione dei sintomi che nella disponibilità di informazioni sul suo vissuto, non è stato ancora redatto un PDP, cosa alla quale si rimedierà entro qualche giorno.

Chiedo a tutti se hanno una qualche idea sul cosa fare: indipendentemente dall'ammissione all'esame o dalla bocciatura è impossibile proseguire in questa maniera, tanto per lui quanto per il corpo docente.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 6:06 am

ludmilla72, sarà cinico, ma:

1) l'insegnante non è un assistente sociale, non ne ha né le qualifiche, né le competenze, né l'inquadramento lavorativo
2) non si può pensare che sia la scuola, e in particolare gli insegnanti, a farsi carico di ogni contraddizione della società: il loro compito principale dovrebbe essere l'istruzione, non l'educazione
3) le ore volontarie andrebbero retribuite.

Altrimenti passa la solita solfa retorica del buon insegnante che si getta tra le fiamme per salvare i propri alunni, che tutto fa e a cui tutto può essere chiesto e tutto gratis, schiacciato da senso del dovere, sensi di colpa e aspettative generalizzate ben al di sopra delle sue forze.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 8:51 am

ludmilla72 ha scritto:
Sinceramente ci sono colleghi che pensano che espellere un ragazzo (qualsiasi ragazzo) dalla scuola  sia la soluzione del problema? E che ne sarà di lui? Fra qualche anno verrà a svaligiare le vostre case perché non avete provato ad educarlo.
Io propongo tanti - ma tanti! - colloqui a quattr'occhi e parecchie ore di disponibilità volontaria. Deve arrivargli il messaggio subliminale che a voi importa di lui (ma deve essere vero, altrimenti non ingannerete nessuno). Ci vuole molta pazienza, ma non esistono ragazzi "cattivi".


Non si possono proporre ore di volontariato.

Le ore di volontariato proposte si chiamano "straordinari" e gli straordinari devono essere pagati.

Le ore di volontariato si possono solo offrire da parte di chi desidera offrirle.

Detto questo, ludimilla, per parlare e farsi comprendere dalle persone è necessario usare il loro linguaggio e conoscere la loro cultura: il linguaggio che proponi tu per i rom non è particolarmente efficace, da solo, perchè non lo capiscono. Anche se un bambino rom apprezzasse (e lo apprezza) il fatto di sentirsi voluto e accettato l'avvicinamento ad una modalità di vita più rispettosa delle nostre regole verrebbe sempre contrastato a casa dove prende botte se non ruba, viene allontanato se dimostra rispetto verso i non appartenenti al suo gruppo ed è apprezzato solo se è "furbo". Con i rom bisogna usare anche il linguaggio dei rom non solo il nostro. Ed il linguaggio giusto, a mio parere, è proprio quello che hanno adottato nella scuola di aku.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 9:00 am

Ire, ma non ti viene il dubbio di generalizzare un po' troppo, parlando di un'intera categoria etnica in massa? Sei sempre tanto preoccupata di specificare che ogni singola persona è un caso a sé, e che ogni singolo caso problematico (in qualunque campo) dovrebbe ricevere attenzioni e provvedimenti personalizzati appositamente su di lui fino a una meticolosità maniacale, e poi vieni a darci lezioni sul fatto che "i rom sono fatti così", tutti in blocco?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 9:09 am

Ops, mi hai colta in fallo.

E' vero, esistono i rom bravi e rispettosi delle leggi esterne alla loro etnia.

Non mi sembra questo il caso, non mi sembra stiamo vedendo particolari segnali di desiderio di integrazione che partono dall'interno dei gruppi rom, ma è vero: ci sono i rom bravi.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 9:45 am

Ire ha scritto:
Ops, mi hai colta in fallo.

E' vero, esistono i rom bravi


Ma che concessione magnanima...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 9:56 am

Quindi fatemi capite: per gli alunni italiani (o genericamente non rom?) la scuola deve personalizzare, individualizzare, fare lezione a secondo di orientamenti, stili di apprendimento, gusti personali, tenere conto del contesto famigliare...
I ragazzini rom invece sarebbero un'entità monolitica da trattare con UNICA strategia?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:18 am

Assolutamente no.occorre conoscere bene la loro cultura prima,ecco perché sarebbe opportuno che chi predica un integrazione si formi trascorrendo un periodo presso le loro comunità, per capire la ragione intrinseca dei furti di rame,dei roghi di rifiuti che ammorbano ad esempio l aria della periferia torinese con la diossina,delle pietre lanciate contro i pullman o contro le auto in passaggio sulla tangenziale nord di torino

Ecco.vi sarebbe tanto bisogno di voi,per capire,per includere,per integrare
.colleghe inclusive, aveste la volontà di partecipare attivamente all inclusione dei rom non predicando dalla villetta in collina ma presso di loro,fareste l unica cosa utile..forza, valigia,spazzolino e una settimana di vacanza da loro..chissà quante cose potreste insegnarci dopo!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:22 am

Parrà strano, ma ho cominciato la mia carriera di rompiscatole proprio da lì.

all'età di 17 anni credevo che fossimo tutti uguali e che per tutti andasse bene la stessa cosa.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:24 am

Faccio presente che qualche settimana fa un thread, dopo parecchie pagine di scambio di attacchi piuttosto animati TRA i partecipanti, che però non avevano fatto scomporre nessuno), fu fatto chiudere immediatamente, non appena si notò che era comparsa una battuta molto generalizzante sugli ebrei (NON una battuta infamante o volgare, solo molto generalizzante, che appunto sembrava includere indebitamente "gi ebrei" in un'unica categoria in blocco). Se la stessa cosa si fa con gli zingari, evidentemente, non solleva le stesse ansie e le stesse indignazioni.

Tengo moltissimo a precisare che questo non è un invito alla chiusura del thread, visto che io ho sempre dichiarato di essere contraria, in un ambito di discussioni tra adulti, a qualsiasi forma di moderazione che non sia strettamente tecnica (spam commerciali, messaggi di bot automatici, o divulgazione indebita di dati altrui). Volevo solo far notare la curiosa differenza.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:31 am

Veramente i rom io ce li ho in classe, e non da oggi. Il perché debba andarci a vivere per parlarne, come faccio di tutti i miei alunni, visto che sono già la loro insegnante, mi sfugge.
Non è che si possa scegliere se integrarli o no. Se sono a scuola è perché sono costretti loro e siamo costretti noi: (per fortuna) non spetta a noi decidere chi deve frequentare la scuola pubblica!
Sono tanti i colleghi che credono all'alunno rom non si debba nulla: sta bene lui e stiamo bene noi. Nessuno si lamenta

Ma dove insegni? Mai avuto alunni con problemi psichiatrici, mai rom... e ti lamenti tanto per qualche maleducato!


Ultima modifica di lucetta10 il Mer Feb 24, 2016 10:39 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:38 am

Ire ha scritto:
Parrà strano, ma ho cominciato la mia carriera di rompiscatole proprio da lì.

all'età di 17 anni credevo che fossimo tutti uguali e che per tutti andasse bene la stessa cosa.


qui il punto però non è che siamo tutti uguali, ma che siamo tutti diversi e che si concede ai ragazzi "normali" il diritto a una didattica personalizzata a secondo delle loro attitudini individuali, mentre non si concede ai rom di averne e li si confonde con un branco cui vanno rivolti interventi indifferenziati.
Delle due l'una: o la didattica deve essere una e una sola per tutti, oppure deve essere, come dicono le norme in vigore, personalizzata per tutti. Non si può pretendere che Gigetto e Carletto abbiano i loro parametri mentre i rom siano tutti uguali.
A parte il fatto che i rom sono gruppi molto differenziati a seconda dell'etnia, della provenienza, della zona in cui vivono, hanno cittadinanze diverse (anche italiana!), lingue diverse...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 10:54 am

d'accordo.

E naturalmente se ci si trova davanti a una situazione in cui si vedano aperture verso il nostro sistema di regole di convivenza ed un desiderio di farne parte, di essere inclusi o addirittura integrati è chiaro che abbiamo a che fare con gente che ha desiderio di capirci e che cercherà di adeguarsi al nostro linguaggio e tutto quello che dici, lucetta, è in questo caso giusto.

Il ragazzino di cui parla floris non appare in questa situazione così come non appaiono esserlo i suoi genitori. Allora il linguaggio da usare per comprendersi perchè per forza di cose ci si deve comprendere è il loro e può essere diverso da quello che dici tu.

Una bimba come quella cui io facevo il bagno era in una situazione corrispondente alla prima che ho descritto: la sua mamma ha accettato senza offendersi il nostro discorso e anzi ci ha ringraziate perchè lei avrebbe voluto ma non aveva la possibilità, non ha mai cercato di approfittare di noi chiedendoci qualcosa di più o di diverso.

Non mi sembra il caso del bambino di floris.

Questa per ,me è personalizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 11:09 am

Ire ha scritto:
d'accordo.

E naturalmente se ci si trova davanti a una situazione in cui si vedano aperture verso il nostro sistema di regole di convivenza ed un desiderio di farne parte, di essere inclusi o addirittura integrati è chiaro che abbiamo a che fare con gente che ha desiderio di capirci e che cercherà di adeguarsi al nostro linguaggio e tutto quello che dici, lucetta, è in questo caso giusto.

Il ragazzino di cui parla floris non appare in questa situazione così come non appaiono esserlo i suoi genitori.  Allora il linguaggio da usare per comprendersi perchè per forza di cose ci si deve comprendere è il loro e può essere diverso da quello che dici tu.

Una bimba come quella cui io facevo il bagno era in una situazione corrispondente alla prima che ho descritto:  la sua mamma ha accettato senza offendersi  il nostro discorso e anzi ci ha ringraziate perchè lei avrebbe voluto ma non aveva la possibilità, non ha mai cercato di approfittare di noi chiedendoci qualcosa di più o di diverso.

Non mi sembra il caso del bambino di floris.

Questa per ,me è personalizzazione.


Questo va bene, ma non mi sembrava che gli ultimi interventi spingessero verso il riconoscimento di esigenze particolari e individuali per i rom.
Addirittura si chiede che per parlare di insegnamento ai rom si debba andare a vivere con loro, mentre per gli altri alunni dovrei dare per buono quello che mi riferisce la famiglia o, come vorrebbero quelli che dicono che con i rom bisogna andare a viverci, che per tutti gli altri me ne dovrei fregare delle questioni famigliari perché non sono una psicologa, mentre per i rom dovrei interessarmi solo di quelle e diventare una antropologa...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 3:02 pm

Ma oltretutto, lo si vuole capire che essere "rom" non è uno stile di vita, ma è una provenienza etnica, un'origine genetica e/o geografica, una varietà di popolazione umana, quella che una volta si sarebbe chiamata una "razza" ma adesso per fortuna 'sta parola non si usa più?!

Per cui, chi si permette di usare la parola "rom" come sinonimo di "quelli che stanno nei campi nomadi", ossia come definizione esclusiva di quelli che vivono in mezzo ai topi, si vestono di stracci, mandano i figli a rubare e tirano i sassi contro i pullman, è un razzista fatto e finito, tutto lì.

Tra gli immigrati originari della Romania, della Bosnia e della Macedonia ce ne sono moltissimi che sono di etnia rom, ma siccome non stanno nei campi, hanno case normali e fanno lavori onesti... allora menco ce ne accorgiamo, che sono rom, o al massimo qualcuno sarebbe capace di dire che "ma allora quelli non sono veri rom". Ma ce l'avete un'idea di quante persone di origine zingara si sbattono a fare i muratori, i facchini, i camerieri, le badanti, senza aver mai messo piede in un campo nomadi in vita loro? E allora che vuol dire, che NON sono rom?

Possibile che la parola "rom" debba significare solo ed esclusivamente "quelli che hanno abitudini di vita che a noi fanno schifo"? Questo non è nemmeno razzismo, è solo ignoranza grossolana...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 3:35 pm

Ire ha scritto:
Ops, mi hai colta in fallo.

E' vero, esistono i rom bravi e rispettosi delle leggi esterne alla loro etnia.

Non mi sembra questo il caso, non mi sembra stiamo vedendo particolari segnali di desiderio di integrazione che partono dall'interno dei gruppi rom, ma è vero:  ci sono i rom bravi.

Cosa intendi per rom ? Chi vive da rom o chi è figlio di rom ?

Un figlio di rom che si trova un lavoro diventa un italiano di origine rom, che è tutta un'altra cosa.

Non prendiamoci in giro, quando diciamo "rom" non ci riferiamo al gruppo etnico accomunato da una lingua (come sarebbe in teoria) ma ad un gruppo di persone accomunata da comportamenti, comportamenti alquanto antipatici.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 3:37 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Faccio presente che qualche settimana fa un thread, dopo parecchie pagine di scambio di attacchi piuttosto animati TRA i partecipanti, che però non avevano fatto scomporre nessuno), fu fatto chiudere immediatamente, non appena si notò che era comparsa una battuta molto generalizzante sugli ebrei (NON una battuta infamante o volgare, solo molto generalizzante, che appunto sembrava includere indebitamente "gi ebrei" in un'unica categoria in blocco). Se la stessa cosa si fa con gli zingari, evidentemente, non solleva le stesse ansie e le stesse indignazioni.

Tengo moltissimo a precisare che questo non è un invito alla chiusura del thread, visto che io ho sempre dichiarato di essere contraria, in un ambito di discussioni tra adulti, a qualsiasi forma di moderazione che non sia strettamente tecnica (spam commerciali, messaggi di bot automatici, o divulgazione indebita di dati altrui). Volevo solo far notare la curiosa differenza.
Ci sarà un motivo ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 3:38 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Non prendiamoci in giro, quando diciamo "rom" non ci riferiamo al gruppo etnico accomunato da una lingua (come sarebbe in teoria) ma ad un gruppo di persone accomunata da comportamenti, comportamenti alquanto antipatici.

E io stavo appunto dicendo che questo uso è sbagliato, senza prendere in giro nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 3:47 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma ce l'avete un'idea di quante persone di origine zingara si sbattono a fare i muratori, i facchini, i camerieri, le badanti, senza aver mai messo piede in un campo nomadi in vita loro? E allora che vuol dire, che NON sono rom?

Possibile che la parola "rom" debba significare solo ed esclusivamente "quelli che hanno abitudini di vita che a noi fanno schifo"? Questo non è nemmeno razzismo, è solo ignoranza grossolana...
Si può parlare di rom solo in pochi casi:

quando si parla di lingue europee

quando si parla di flussi migratori

quando si parla di persecuzioni naziste

quando si parla di gentaglia che ruba

Nei primi tre casi si fa accademia, l'accademia la fanno in pochi, l'accademia è fenomeno di nicchia che non vale la pena approfondire; poi c'è la quarta situazione.

Chi non appartiene alla categoria "gentaglia che ruba", non appartiene ai discorsi tipo "odio i rom", anche se parla quella lingua ed anche se ha il nonno morto nei campi tedeschi.

Io non mi sono mai definito un "calabrese" solo perchè parlo il calabrese o perchè ho genitori nati in calabria; tra l'altro se dovesi guardare la discendenza forse io dovrei definirmi arabo e tutti noi dovremmo definirci somali (mi pare).
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:04 pm

avidodinformazioni ha scritto:

A che età si diventa cattivi ?

Da maggiorenni non si diventa "cattivi", ma si diventa responsabili delle proprie azioni. Allora, se uno sbaglia, interviene la legge. Fino a quel momento, l'educatore ha margini di manovra.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:10 pm

ludmilla72 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

A che età si diventa cattivi ?

Da maggiorenni non si diventa "cattivi", ma si diventa responsabili delle proprie azioni. Allora, se uno sbaglia, interviene la legge. Fino a quel momento, l'educatore ha margini di manovra.
Ti prego spiegami meglio il concetto, cosa toglie margini all'educatore, il poliziotto cattivo che arresta il bravo delinquente ?

PS delinquente è chi delinque, ovvero chi commette reato, che se non è cattivo allora è bravo.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:15 pm

ushikawa ha scritto:
ludmilla72, il loro (degli insegnanti) compito principale dovrebbe essere l'istruzione, non l'educazione

Non sono d'accordo. Istruzione ed educazione sono complementari e vanno di pari passo. Il mio modello è il maestro D'Angelo del "Diario" di De Seta: è sicuramente datato, ma alcune cose non sono cambiate.

https://youtu.be/IBAK6UAwG1s
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:24 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

A che età si diventa cattivi ?

Da maggiorenni non si diventa "cattivi", ma si diventa responsabili delle proprie azioni. Allora, se uno sbaglia, interviene la legge. Fino a quel momento, l'educatore ha margini di manovra.
Ti prego spiegami meglio il concetto, cosa toglie margini all'educatore, il poliziotto cattivo che arresta il bravo delinquente ?

PS delinquente è chi delinque, ovvero chi commette reato, che se non è cattivo allora è bravo.

Non ho capito la risposta, Avido. Non ho mai parlato di "poliziotto cattivo" e di "bravo delinquente". Faccio solo presente che la legge stabilisce che fino ad una certa età il ragazzo non è responsabile delle proprie azioni dal punto di vista penale (cioè ne sono responsabili altri: i genitori, i tutori, gli insegnanti). Finché il ragazzo è minorenne, tocca agli adulti fargli capire la differenza fra ciò che è civile e ciò che non lo è. Dopo, se sbaglia, è giusto che paghi. Se saremo stati bravi, non diventerà un delinquente, né "bravo" nè "cattivo".
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
... fu fatto chiudere immediatamente, non appena si notò che era comparsa una battuta molto generalizzante sugli ebrei (...) Se la stessa cosa si fa con gli zingari, evidentemente, non solleva le stesse ansie e le stesse indignazioni.
Ci sarà un motivo ?

Cioè, secondo te quale sarebbe il motivo?

Che gli ebrei la battutaccia generalizzante non se la meritano, mentre i rom sì?

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:35 pm

ludmilla72 ha scritto:
Non ho capito la risposta, Avido. Non ho mai parlato di "poliziotto cattivo" e di "bravo delinquente". Faccio solo presente che la legge stabilisce che fino ad una certa età il ragazzo non è responsabile delle proprie azioni dal punto di vista penale (cioè ne sono responsabili altri: i genitori, i tutori, gli insegnanti). Finché il ragazzo è minorenne, tocca agli adulti fargli capire la differenza fra ciò che è civile e ciò che non lo è. Dopo, se sbaglia, è giusto che paghi. Se saremo stati bravi, non diventerà un delinquente, né "bravo" nè "cattivo".
Comprenderai che la plasmabilità delle persone non può discendere dalla legge ma dalla fisiologia; se la legge in un paese manda in galera a 25 anni non significa che in quel paese le persone sono educabili più a lungo; da qui la mia domanda sull'età in cui si diventa cattivi, perche chi commette rato (assassinio, stupro, violenza, furto, estorsione, truffa ecc) un po' cattivello lo è.

In Italia ti faccio presente che in galera si può andare già a 14 anni se fai qualcosa di veramente grave (Omar e Erika ?)

Se genitori ed insegnanti sono colpevoli di mancata educazione perchè non metterli in galera anche quando il reato lo commette un maggiorenne ? La mancata educazione si prescrive ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Help strategie per alunno impossibile   Mer Feb 24, 2016 4:39 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
... fu fatto chiudere immediatamente, non appena si notò che era comparsa una battuta molto generalizzante sugli ebrei (...) Se la stessa cosa si fa con gli zingari, evidentemente, non solleva le stesse ansie e le stesse indignazioni.
Ci sarà un motivo ?

Cioè, secondo te quale sarebbe il motivo?

Che gli ebrei la battutaccia generalizzante non se la meritano, mentre i rom sì?

Non ho mai visto un ebreo complottare contro lo stato, non uccidono divinità da almeno 2000 anni (e forse non l'hanno mai fatto) e non li so riconoscere a vista,  quindi non hanno un'inferiorità evidente.

Vedo molti rom violare molte regole di convivenza civile, quindi assegna tu alle mie parole ed alle mie non parole il significato che vuoi.
Tornare in alto Andare in basso
 
Help strategie per alunno impossibile
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Le 10 Strategie di Manipolazione Mediatica
» Alunno introverso
» L'allievo supera sempre il maestro
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Universo stazionario, inflazionario o multiverso?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: